Pescia, case popolari: raccolta firme CasaPound per precedenza agli italiani

Una raccolta firme per modificare il regolamento del Comune di Pescia relativo alla concessione di alloggi di emergenza abitativa introducendo criteri che facilitino i cittadini italiani. La proposta di CasaPound Italia prevede l’inserimento in graduatoria di un punteggio aggiuntivo per i cittadini italiani e l’obbligo di dimora in Italia da almeno 10 anni per i cittadini extra-comunitari.

“In un momento di estrema difficoltà come quello che stiamo vivendo riteniamo che i cittadini italiani debbano essere i primi ad essere aiutati” dichiara Giacomo Melosi, portavoce locale di CPI “per questo chiediamo all’amministrazione comunale di dare un chiaro segnale in merito”.La raccolta firme sarà inaugurata questo sabato mattina con un banchetto in centro durante il mercato cittadino.

Per informazioni email [email protected] tel. 3282942738 sede Via Amendola 117.

Un commento to: Pescia, case popolari: raccolta firme CasaPound per precedenza agli italiani

  1. Anonimo

    Dicembre 6th, 2013

    No le case prima ai Rom ladri e violenti , poi agli spacciatori e ai papponi , dopo che si sarà creata la favelas se gli Italiani vorranno venire saranno ben accetti……

    Rispondi

Lascia un commento

  • (not be published)