Militanti di CasaPound Italia hanno, questa mattina, occupato l’hotel abbandonato in via San Leonardo: “Un simbolo del degrado in cui versa il quartiere, ormai da anni lasciato a sé stesso”, spiega il movimento in una nota, denunciando che “da quando è stato chiuso, l’hotel è diventato una zona franca, rifugio di senza fissa dimora e spacciatori”.

“È del maggio di quest’anno la vicenda delle due minorenni prima rapinate e poi trascinate a forza al suo interno da alcuni stranieri, che hanno anche tentato di stuprarle. Una storia di ‘ordinario’ degrado del San Leonardo al quale – continua il movimento – non possiamo e non dobbiamo abituarci”.

“Da allora nulla si è mosso per ripristinare il decoro nella zona, che rimane uno dei punti in assoluto più critici della città. Il tutto nella totale indifferenza delle istituzioni che, nell’incapacità o peggio nell’indolenza di chi dovrebbe offrire soluzioni, preferiscono nascondere la testa sotto la sabbia per celare i propri fallimenti. Noi oggi – conclude CasaPound – siamo qui a ricordarglielo per inchiodarli alle loro responsabilità”.

Lascia un commento

  • (not be published)