Roma, 13 maggio – Un centinaio di militanti di CasaPound Italia sta protestando
pacificamente davanti agli studi de La7 a Roma contro la scelta dell’emittente
di mettere a confronto solo quattro dei 18 candidati sindaco alle comunali del
26 e 27 maggio. Tra bandiere con la tartaruga frecciate e tricolori, i
sostenitori del movimento, in una via Livigno blindata, scandiscono slogan
contro ‘Piazza Pulita’, accusata di aver organizzato un ‘’confronto parziale,
che vede protagonisti i soliti noti’’ e di aver escluso dalla trasmissione il
candidato di Cpi Simone Di Stefano e gli altri 13 in corsa.

 ‘’Alemanno, Marino, Marchini: sono tutti ugualmente complici del ‘sacco
di Roma’ ma La7 ha preferito dare a loro l’occasione di recuperare un po’ di
simpatia e credibilità presso i cittadini, invece di ospitare chi ha davvero
qualcosa di nuovo da dire – si legge in una nota – Un sistema vergognoso per
escludere dalla campagna elettorale partiti e movimenti che non fanno parte di
un sistema di potere blindato, fatto di lobby che si sostengono
vicendevolmente. E l’eccezione fatta per De Vito lascia intravedere per il candidato
a 5Stelle un futuro molto diverso da quello immaginabile sentendo le
dichiarazioni del suo bellicoso leader’’.

Un commento to: Roma: CasaPound protesta sotto gli studi de La7

  1. Anonimo

    Maggio 14th, 2013

    Hanno sempre fatto così, fanno sempre così! Anche a Brescia i candidati a sindaco degli schieramenti "politicamente corretti" delle grandi coalizioni del sistema si invitano a vicenda ai convegni che tengono presso le circoscrizioni, le categorie, i quartieri…compreso il candidato "5stelle"! Escludono a priori il candidato di Forza Nuova! E i giornali poi riportano che mancava quello o quell'altro! Ovvio, nemmeno era stato invitato! E' la democrazia signori!

    Filippo

    Rispondi

Lascia un commento a Anonimo

  • (not be published)