Parma: due aggressioni in poche ore a militanti di CasaPound

Mora, dà fastidio nostra presenza attiva nella protesta dei forconi

Parma,
10 dicembre- Due aggressioni in poche ore nei confronti di due diversi
esponenti di CasaPound nei pressi delle loro case sono avvenute, a
Parma, tra ieri notte e oggi pomeriggio.

Intorno
alla mezzanotte scorsa, nei pressi di via Po – afferma Pier Paolo
Mora, responsabile locale di CasaPound Italia-, diversi esponenti
dell’area antagonista armati di coltello e manganelli telescopici hanno
aspettato sotto casa un militante di Cpi di ritorno dalla giornata
passata al presidio dei Forconi. Nella seconda, avvenuta pochi minuti
dopo le 15 nei pressi di via Costituente, un altro esponente del nostro
movimento è stato invece aggredito da quattro antifascisti a colpi di
catena, ancora una volta nei pressi di casa”

“Un
‘modus operandi’ ampiamente collaudato – continua Mora – quando si
deve cercare di dividere una protesta che non ha colore né appartenenza
politica se non quella della bandiera del proprio paese. Probabilmente
infastiditi dalla nostra presenza attiva nella protesta messa in atto
dal movimento dei forconi contro questa classe politica, per zittirci
hanno utilizzato armi e metodi mafiosi come quello di aggredire la gente
sotto casa. Quello che è certo è che sono mesi che noi denunciamo il
clima di odio e violenza in città dopo l’assalto alla nostra sede nel
mese di maggio e la bomba esplosa nel mese di agosto, per le quali
abbiamo più volte chiesto un incontro al sindaco e alla politica locale.
D’altra parte questi metodi non solo non ci intimidiscono -conclude
Mora – ma ci spingono a rilanciare con ancora più convinzione le nostre
idee e i nostri progetti, per questo organizzeremo sabato 21 un momento
di festa e libero confronto con il quartiere e con tutti i parmigiani
che vorranno conoscerci e conoscere le nostre idee”.

Lascia un commento

  • (not be published)