TERNI: “IL POPOLO NON E’ UN BANCOMAT”, CASAPOUND INCAPPUCCIA I PARCHIMETRI

Terni,
20 Ottobre – “Nonostante il periodo di forte crisi e il peggioramento
delle condizioni del centro storico per le cause da noi più volte
denunciate, il Comune di Terni, con l’ordinanza del 31 luglio n.110227,
continua a vessare economicamente i suoi cittadini con l’introduzione di
ulteriori 150 strisce blu, e con l’aumento del 10% della tariffa del
posteggio”. Lo afferma Piergiorgio Bonomi, responsabile di CasaPound
Terni, in un comunicato che ha fatto seguito all’azione con la quale i
militanti del movimento hanno incappucciato i parchimetri delle nuove
aree a pagamento poste in via Lungonera Savoia, via Guglielmi, via delle
Conce, via Barbarasa e Piazza Ridolfi.

“Vista la scelta
impopolare e ostile nei confronti del tessuto economico del centro
cittadino e delle fasce più deboli della popolazione – aggiunge Bonomi –
il comune ha cercato di giustificarsi dicendosi obbligato a rispettare
l’accordo ‘Project Financing’, preso dalla precedente amministrazione
per la realizzazione del parcheggio adiacente alla nuova sede comunale,
che però di fatto elude tutte le normative che invece prevedono un
numero minimo di parcheggi gratuiti, ovvero con strisce bianche. Visti
questi motivi, e vista la nostra posizione da sempre contro la politica
delle chiacchiere, abbiamo deciso di agire, e lo abbiamo fatto ancora
una volta nel modo più eclatante, incappucciando i parchimetri
incriminati e rivendicando l’azione con un volantino con su scritto: ‘il
popolo non e’ un bancomat’.

“Dal 2010 – conclude Bonomi –
CasaPound Terni è al fianco dei cittadini ternani vessati da
un’amministrazione incompetente, che spreca risorse senza effettuare
tagli alla spesa pubblica, che usa i cittadini come una vera e propria
cassa continua da spremere a piacimento per far quadrare i conti in
cassa, prosciugata da una politica scellerata che sta uccidendo il
centro storico e chi ha scelto di aprire coraggiosamente un’attività
nonostante il grave periodo di crisi”.

Movimento Politico
CasaPound Italia Terni
[email protected]
Cell:(+39)339.7683414
Fax:(+39)0744.271801
www.casapounditalia.org
http://casapoundumbria.blogspot.it/



Un commento to: “Il popolo non è un bancomat”. CasaPound Terni contro caro-parcheggi e nuove strisce blu

  1. Anonimo

    Ottobre 21st, 2013

    In Italia esistono circa 100 tasse a fronte di servizi pubblici essenziali non sempre efficienti.
    L'uso spregiudicato delle strisce blu genera forme di vessazioni intollerabili indegne di una amm.ne comunale come quella di terni.
    Estorsione bella e buona…!!!!!!

    Rispondi

Lascia un commento

  • (not be published)