Blocco Studentesco: ottenuti oltre 56mila voti e più di 200
eletti in tutta Italia

 “Un risultato
storico, siamo i protagonisti della politica studentesca”

Roma, 4 dicembre – “Con più di 56mila preferenze prese nei
licei e negli istituti di tutta Italia – inizia così la nota del Blocco
Studentesco – e oltre 200 tra rappresentanti d’istituto e alle consulte
provinciali il nostro movimento si riconferma come realtà pragmatica e vincente
nelle scuole superiori lungo tutto lo stivale. Abbiamo vinto la Consulta
provinciale di Ascoli, Fermo e Viterbo, centrando anche la vice-presidenza a
Frosinone e ad Ascoli. Sono tante anche le segreterie prese, come quella della
commissione ‘alternanza scuola-lavoro’ di Torino e quelle di Pescara e Viterbo.
Il lavoro svolto negli scorsi anni, dalle occupazioni ai vari blitz, come i
cortei e le azioni contro l’alternanza scuola-lavoro di quest’anno, hanno fatto
sì che il Blocco Studentesco centrasse questo obiettivo importante”. “A Roma e
provincia – prosegue la nota del movimento studentesco di CasaPound – abbiamo
conquistato sia istituti rinomati come il Caetani e il Bernini senza però
sparire dalle periferie dove ad esempio abbiamo preso l’85% dei voti all’I.T.I.
Faraday di Ostia. Anche in provincia continuano ad arrivare consensi, come la
vittoria a Ciampino al liceo Volterra o a Tivoli al polo liceale Majorana”.
“Nel Nord Italia abbiamo raggiunto importanti risultati anche in grandi Città
come Milano dove abbiamo eletto rappresentanti d’istituto all’I.I.S. Lagrange
con quasi 1500 voti e 2 rappresentanti alla consulta al liceo Rebora. Eletti
anche a Torino negl’istituti Curie-Levi e Curie-Vittorini, in Friuli-Venezia
Giulia eletti sia ad Udine che a Pordenone. Confermati i buoni risultati degli
anni passati in regioni come il Trentino, l’Emilia-Romagna e la Liguria”. “Al
Sud presenti a Napoli, in istituti come l’ITI Marie Curie, e in Puglia dove
abbiamo preso rappresentanti nella provincia di Lecce negli istituti Vanoni e
Moccia”. “Al centro Italia, oltre che nelle Marche dove abbiamo preso solo in
Ascoli il 56% dei voti degli studenti e a Fermo dove abbiamo confermato gli
importanti risultati ottenuti negli anni precedenti, abbiamo eletto
rappresentanti in Umbria in città come Todi e Foligno. In Abruzzo siamo
presenti in tutte le province, eleggendo rappresentanti alla consulta di
Teramo, Pescara, Chieti e L’Aquila, oltre ad eleggervi numerosi rappresentanti
d’istituto. In Toscana, con quasi 6mila voti totali abbiamo eletti a Grosseto,
Massa, Lucca, Pistoia, Arezzo (dove abbiamo conquistato anche un rappresentante
al Parlamento regionale degli studenti della Toscana) e nel capoluogo Firenze.
Nel Lazio abbiamo conquistato per la prima volta la Presidenza e la Segreteria
della consulta di Viterbo, prendendo più del 50 % dei voti. A Frosinone pure
siamo stati protagonisti eleggendo il vicepresidente della CPS”. “Le battaglie
intraprese nel corso dell’anno sempre al fianco degli studenti contro ogni
sopruso che provenisse da Ministri o da docenti e direttori degli istituti,
come le nostre campagne volte a rimarcare la necessità di un ritrovamento di
quello spirito eroico e combattentistico dei nostri Padri per affrontare le
sfide del presente, – conclude la nota del movimento – premiate anche degli
ottimi risultati ottenuti, ci rivedranno protagonisti in futuro, fino alla
vittoria”.

Lascia un commento

  • (not be published)