Ufficio Stampa


CasaPound Italia gestisce i rapporti con i media attraverso un ufficio stampa organizzato in una rete di addetti stampa regionali, che curano le iniziative locali, e in un coordinamento nazionale, al quale è necessario rivolgersi per le interviste, gli articoli e i servizi video che riguardano il movimento in generale.
Contatti:
Telefono: 3478057510
E-mail: info@casapounditalia.info

215 commenti:

  1. “Se un uomo non è disposto a correre qualche rischio per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla o non vale niente lui”

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'aforismo di Pound diceva Se un Uomo non e' disposto ad affrontare qualche rischio per le proprie idee ,o le sue Idee non valgono niente o non vale niente lui.Ho un vecchio poster di Pound che dice "Rinnovatevi col Sole e in ogni Sole rinnovatevi "

      Elimina
  2. Leggendo il vs programma elettorale, l'unico punto che non mi convince è quello riguardante l'introduzione del servizio di leva per tutti i cittadini italiani over 18. Come addetto ai lavori mi sembra che ormai questa formula è sorpassata e non più rispondente ai tempi storici attuali. Fra l'altro non dimentichiamo che spesso ci siamo trovati ad avere all'interno della struttura militare deliquentelli, terroristi ed anche sicari di mafia. Cordialmente ...ms

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il servizio militare di leva avrebbe lo scopo di addestrare il giovane alla difesa della Patria.
      Il militare volontario,se non obbligato statuariamente,fa una scelta di convenienza personale e non sempre e' sufficiente a farne di lui un ottimo soldato.

      Elimina
    2. Il servizio militare di leva aveva lo scopo anche di definire la personalita' dell'individuo e le sue eventuali inclinazioni criminali,cosi da poter intervenire in tempo per raddrizzarlo.
      Aveva una funzione di difesa sociale proprio il servizio militare di leva.
      Anche nel sistema volontario si possono arruolare criminali in erba ed in questo caso il danno potrebbe essere maggiore.

      Elimina
    3. Negli ultimi anni della leva ho visto tanti giovani demotivati che vedevano nel servizio coatto un anno inutile e di opportunità di lavoro perse. Con l'introduzione del servizio volontario, si ha la possibilità di controllare meglio il personale ed al termine della ferma annuale congedare gli elementi dannosi. Inoltre, eventuale elemento tendente a delinquere all'atto della condanna penale viene posto in congedo perdendo il "posto di lavoro".

      Elimina
    4. IL SERVIZIO MILITARE DI LEVA AVEVA IL COMPITO DI FORMARE UN SOLDATO NELLE SUE CONOSCENZE BELLICHE DI BASE ED IN PIU' INSEGNAVA A STARE IN COMUNITA' CON L'APPRENDIMENTO DI TUTTO CIO' CHE NE CONSEGUIVA.
      IO NON SO SE E' STATO UN BENE SOPPRIMERLO.

      Elimina
    5. io non sarò mai un militare di leva perchè me lo impone lo stato ladro. si fotta, lo stato

      Elimina
    6. IO sarei orgoglioso di poter fare il Militare nella mia PATRIA!

      Elimina
    7. Con questa nuova generazione un anno di militare farebbe bene dato questi ragazzi bisogna strigliarli per bene perchè se no davvero siamo alla frutta e io introdurrei di nuovo il servizio obbligatorio. Per quel che concerne ora penso che nelle forze armate non esiste la meritocrazia ma vanno avanti i raccomandati , vi faccio un esempio per insussistenza organica e finanziaria la marina italiana e l'esercito ha congedato circa 2000 unità con 5-7 anni di servizio e non credo che tutta questa gente non meritava di restarci tra l'altro ha congedato circa 200 unità della brigata San Marco , quindi l'intervento di qualcuno che afferma che dopo un nano si scartano le mele marce non è assolutissimamente vero dato secondo la mia esperienza molti ragazzi sono stati congedati ingiustamente a scapito di altri nonostante avessero missioni alle spalle come l'iraq,afghanistan , kosovo e libano

      Elimina
    8. Sono d'accordo purtroppo le forze armate e quelle di polizia sono solo un bacino dove scambiare favori e raccomandazioni,aggiungo che gran parte fa domanda oltre che nelle forze armate anche negli enti statali,regionali e comunali delle serie bidello o soldato e uguale purchè sia lo stato a garantire lo stipendio.

      Elimina
    9. Se dipendesse da me decidere riformerei tutto il sistema e trasformerei l'esercito in una Guardia Nazionale, formata da volontari che ricevono dallo stato un addestramento militare (ad esempio una giornata al mese) pur mantenendo il loro precedente lavoro, quindi senza percepire paga dallo stato e tutti richiamabili in caso di bisogno. Mi sembra abbastanza in linea con il principio di un esercito nazional-popolare ma non essendo un "addetto ai lavori" non so se sia fattibile. Sicuramente sarebbe visto molto male dalle nostre attuali istituzioni, una sorta di armata eversiva pronta a farla pagare al primo politico-governo che sgarra. Anche perchè sarebbe, in quanto volontaria, alquanto schierata politicamente ;)

      Elimina
    10. La leva obbligatoria era una formazione utile, si imparava la disciplina, l'ordine, il rispetto, la lealtà e altre cose. Per molti è stata una opportunità di lavoro. Per altri una perdita di tempo, poiché in molti casi significava una temporanea privazione di una libertà passata a far nulla o a danneggiarsi.
      Io mi sono laureato in fretta dopo aver finito il militare, comprendendo meglio il valore del tempo che da giovani si ha a disposizione. Anche io consideravo la leva un anno perduto, un inutile vuota esperienza lontano dal mondo che iniziavo a scoprire. Non è stato così, l'esperienza di vita è stata grande ed utilissima nel capire i rapporti sociali e le interrelazioni gerarchiche che informalmente sono il tessuto delle relazioni nel mondo del lavoro.

      Elimina
  3. Da poco tempo ho approfondito le mie conoscenze su CasaPound, anche xchè nella mia Sicilia, nella mia Palermo è poco visibile. Infatti, nelle passate elezioni politiche non era presente la vostra lista e poche sono le iniziative che il cittadino qualunque venga a conoscenza. Non è polemica ma solo il parere di un cittadino e la valutazione di quello che vede o percepisce. Spero di essere smentito.
    Penso che cpi potrebbe divenire il punto di riferimento di tutti gli orfani identitari e sociali rimasti fuori dalle istituzioni. Ciò sarà possibile dandovi maggiore visibilità ed isolando i soggetti violenti e razzisti nel senso dispregiativo del termine. Mi spiego, insulti contro gli stranieri non portano a nulla, la nostra italianità non si difende bastonando un extracomunitario. Sono d'accordo nel sostenere di fermare i flussi migratori, sono contrario a qualsiasi forma di politica antinazionale e Ius Soli. Lo straniero è anche lui vittima degli strozzini che si sono arricchiti abusando della disperazione di tanti uomini, donne e bambini. Lo stato sociale è stato violentato da una politica scellerata, liberista senza distinzione tra pdl e pd. La disperazione degli italiani aumenta giorno dopo giorno....etc ...
    Concludo, scusatemi e sarei ben lieto di confrontarmi con un esponente locale. M.S.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CasaPound a Palermo è presente da tempo con una sede fisica ed organizza diverse iniziative. I contatti sono facilmente reperibili dal web, eccoli:
      Via Giano Vitale 33
      casapoundpalermo@libero.it
      3271254343
      www.casapoundsicilia.org

      Elimina
    2. Grazie ...Ms

      Elimina
  4. Se l'extracomunitario clandestino e' costretto a lasciare la sua terra per cercare fortuna in Italia indotto da politiche scellerate di sinistra,e' pacifico che questo disgraziato,al 99,9% islamico, non conosce altra legge che quella del piu' forte,e'stato cresciuto a spada e bastone,all'odio contro i cristiani e l'occidente "infedele".
    Nessun occidentale col cervello a posto si alza la mattina per "bastonare' un extracomunitario rispettoso delle leggi italiane e cio' anche perche' il nostro attolicesimo romano predica la fratellanza e la tolleranza.
    L' islam predica il terrore da esercitare costantemente contro chi non accetta di convertirsi ai dettati del corano,vero e proprio trattato di guerra.
    Non confondiamo filippini,polacchi,russi,ucraini,slavi cristiani che vengono in Italia seguendo le procedure di legge o comunque per lavorare onestamente con i clandestini africani o mediorientali islamici che invece sono catapultati violentemente in Europa solo col compito dichiarato di "invaderla" equindi per danneggiarla sottomettendo tutte le popolazioni indigene non islamiche.
    Se non capiamo ed affermiamo fermamente
    questa differenza allora non ci sara' futuro per l'occidente che verra' ""OCCUPATO" e diventera' una COLONIA cinese-islamica.
    Altro che......la violenza la subisce l'Italiano che giirnalmente sopporta violenze di ogni genere proprio da questi "poveri cristi" non italiani.
    Legittima difesa e' quello che tra non molto saremo costretti a riaffermare anche nei confronti di giudici militanti rossi che ""assolvono"" spudoratamente tantissimi criminali entrati illegalmente nella Nostra Patria.
    Svegliamoci....altro che razzismo nei confronti...il razzismo antiitaliano lo stiamo subendo da anni in questa Italietta che dopo il Fascismo imperialista ha solo conosciuto un progressivo degrado politico-sociale-economico che ne ha fatto una "latrina" puteolente per cilpa di un bieco ed ipocrita "buonismo" che si sta rivelando "suicidio" del popolo italiano doc.
    Se continua cosi si arrivera' per forza di cose a dover usare la "forza legale popolare" per difendere la Sovranita' Nazionale.


    RispondiElimina
  5. Invito i moderatori del sito a non rimuovere interventi costruttivi e di pensiero.
    Questa piattaforma multimediale di CPI e' diventata il punto di incontro di tantissimi delusi da politiche scellerate stataliste di sinistra.
    Lasciate dialogare senza tema.
    Gli scritti di pensiero di italiani doc pieni di ragionamenti costruttivi hanno diritto di cittadinanza.
    Dire la propria su tutto anche sull'Islam e' un diritto costituzionale e non fate un torto all' intelligenza.
    Se si vuole allargare il dialogo tra appartenenti alla Destra Italiana fate in modo cheognuni di noi duca la sua senza assurde censure.
    Grazie per l' attenzione e la pazienza.
    Paolo da Latina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo sito è un luogo di confronto se si ha qualcosa da dire in relazione agli argomenti ed alle notizie postate, non uno 'sfogatoio' disordinato.
      Pertanto i commenti fuori tema continueranno ad essere regolarmente rimossi dalla moderazione.

      Elimina
    2. ma allora create un'area ove postare pensieri politici su vari argomenti...se potete.
      Grazie.
      Non sono d'accordo col termine sfogatoio in quanto mi sembra che i post sono interessanti.
      Grazie comunque per quello che fate.
      Buon lavoro.

      Elimina
  6. Politicamente in Italia al momento esiste una Destra frammentata che se si federasse potrebbe raggiungere anche un 8-10% dei consensi elettorali.
    L'unione fa la forza.

    RispondiElimina
  7. Nella sicilia orientale dove siete presenti ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Contatta i referenti siciliani a questi recapiti:
      Tel: 3286054546
      Email: casapoundsicilia@gmail.com
      Facebook: CasaPound Sicilia
      www.casapoundsicilia.org

      Elimina
    2. GRAZIE TANTE.....

      Elimina
  8. Secondo me CPI deve proporre un POLO DELLA DESTRA PATRIOTTICA a cui possa aderire chi vuole.
    Non una fusione ma tipo una federazione che faccia delle primarie pubbliche ed anche online come fece M5S con cui eleggere un direttivo federale rappresentativo e contemporaneamente un leader del POLO.
    Si fa un programma elettorale comune di 10-15 punti programmatici votati nelle primarie anche con delegati ad hoc e da li presentarsi alle elezioni con un logo che sia accettato da tutti.
    La gente dovra' capire che la Destra non e' ne' eversiva ne' inconcludente ma anzi sa parlare alla pancia del popolo italiano.
    Solo cosi si evitera' di essere considerati dalla gente comune libera di pensare e che vota Destra come dei criminali travestiti da persone per bene.
    Dietro la bandiera del Polo di destra patriottico..... PDP.... ci siano ideali democratici non violenti rinati dalle macerie del passato che facciano zampillare di nuovo l'acqua limpida della politica per l'Italia sovrana cristiana e millenaria.
    Diamoci da fare a contattare i dirigenti delle altre formazioni di Destra e risorgiamo.
    Il logo potrebbe essere una FENICE oppure un'AQUILA REALE.

    L'Inno ci si pensa.
    Importante il programma del Polo che non sia attaccabile con facili etichette prevenute tipo:Filofascista o Filonazista.
    I 10-15 punti siano su base sociale-solidale ma preservanti la tradizione storica,cattolica,culturale,patriottica e naturale.anticomunista e antistalinista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra un ottima idea la tua, più che cattolico, io però parlerei di tradizione cristiana, calcolando che CPI è in fondo un movimento anche laico... l'importante è far passare l'idea che noi non imponiamo la nostra fede a nessuno, ma allo stesso tempo pretendiamo rispetto per le nostre tradizioni. Ciao amico camerata

      Elimina
  9. Ricapitolando

    Risultati elettorali

    politiche 2013

    CAMERA /SENATO

    Casapaound 47.691 / 40.688
    ForzaNuova 137.503 / 122.209
    Fratelli d'Italia 665.830 / 590.083
    M.S./Fiamma Tricolore 44.744 / 52.106
    La Destra di Storace 219.816 / 221.112
    M.I.S. Movimento Idea Sociale 3.178 / 2.717

    TOTALI.............................1.118.762 / 1.028.915


    Gli italiani aventi diritto di voto politiche 2013 % e % consensi rapporto tra voti totali ed aventi diritto entrambe camere parlamentari:

    Camera dei Deputati 47.011.309 4,21%
    Senato della Repubblica 43.071.494 4,19%



    SE NELLE POLITICHE 2013 I SUDDETTI PARTITI DI DESTRA SI FOSSERO COALIZZATI AVREBBERO AVUTO PIU' CONSENSI E SEGGI A FRONTE DI UN 4,2% DI UNA EVENTUALE COALIZIONE DI DESTRA.
    NELLO SCHIERAMENTO DI CENTODESTRA,CHE SAREBBE RISULTATO VINCENTE ALLE ELEZIONI, CI SAREBBE SCAPPATO QUALCHE INCARICO DI GOVERNO O SOTTOGOVERNO PER TUTTI I PARTITI DELLA COALIZIONE.

    RispondiElimina
  10. se TUTTI i partiti di DESTRA (COMPRESO LEGA NORD) alle elezioni politiche si coalizzassero in un ""POLO DELL'ITALIA PATRIOTTICA"" con un candidato premier condiviso con "FORZA ITALIA", sono sicuro che i consensi sarebbero superiori al 60%.

    RispondiElimina
  11. la vera Destra nazionale si deve coalizzare. Allora si che si può puntare a un 10-15% dell'elettorato. minimo.

    RispondiElimina
  12. Ciao ho letto il programma e sono interessato al vostro movimento, io abito a San benedetto del Tronto avete una sede d a queste parti per fare due chiacchiere e capire meglio, in passato ho fatto parte di una associazione rovinata da gente divenuta troppo estremista fuori dal tempo e dalla realtà storica del momento tanto da non identificarmici più

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A San Benedetto del Tronto abbiamo aperto una sede di recente in Via Montebello 51. Proprio oggi (sabato 5) è prevista un apertivo di inaugurazione a partire dalle ore 16.

      Elimina
  13. Anti europea e vincente: la lezione per la destra
    Marine Le Pen ha accantonato i rottami ideologici del padre, non ripudia i principi democratici ed espone programmi molto semplici, che intercettano gli interessi sia del proletariato sia del ceto medio
    Vittorio Feltri - Dom, 13/10/2013 -
    I sondaggi francesi danno Marine Le Pen al 24 per cento e i commentatori italiani si affannano a spiegarci i motivi di cotanto successo. Dobbiamo ammettere che alcuni di loro riescono ad avvicinarsi alla verità. Ma c'è un aspetto generalmente trascurato che, invece, se analizzato anche grossolanamente, aiuterebbe a capire: la consapevolezza del Front National che in politica non pagano più il razzismo esplicito e il fascismo becero.Roba vecchia, fastidiosa. Madame Le Pen ha accantonato i rottami ideologici del padre, non ripudia i principi democratici ed è addirittura moderata quando espone i propri programmi. Che sono molto semplici e intercettano gli interessi sia del proletariato (per usare un termine obsoleto, ma ancora valido) sia del cosiddetto ceto medio, ovvero gente a cui l'Europa non va a genio, perché l'Europa non c'è, è una funzione, uno scatolone pieno zeppo di carte burocratiche e di euro che finiscono nelle tasche di tutti tranne quelle dei lavoratori e dei pensionati.Una decina di anni orsono, quando l'Ue si dotò della moneta unica, sia i francesi sia gli italiani (e gli austriaci e gli olandesi) avevano grandi aspettative. Erano convinti - forse per effetto della propaganda - di ricevere soltanto benefici dalla nuova organizzazione continentale. Pensavano all'euro come alla manna. Hanno creduto fermamente nella possibilità che l'Europa diventasse - fosse già - un'immensa patria dispensatrice di buoni affari. Trascorsi un paio d'anni, la fede europeista cominciò a vacillare, ma non crollò. La frana era arginata dall'ipotesi che Bruxelles sarebbe riuscita a creare un comune denominatore tra gli Stati membri. Ipotesi che si è rivelata infondata alla prova dei fatti, cosicché oggi, a distanza di oltre un decennio, un numero cospicuo di cittadini si è lasciato prendere dalla sfiducia e dallo scoramento. Percepisce che la Germania recita la parte del leone e non si illude che la musica possa cambiare. Di qui la ribellione, quantomeno la disillusione.Qualsiasi movimento politico che cavalchi un sentimento negativo nei confronti della Ue, vissuta come una gabbia da cui fuggire il più presto possibile, ottiene consensi. Semplificando, uno slogan antiquato - stavamo meglio quando stavamo peggio - ha ripreso vigore perché sintetizza in modo efficace il pensiero della massa: sarebbe opportuno tornare agli Stati nazionali dove ciascuno comanda a casa propria.Giusto o sbagliato? Non è questo il punto. Il problema è che nei momenti di crisi economica la gente non si rassegna a essere più povera e cerca un colpevole contro cui scagliarsi, attribuendogli la responsabilità delle sue disgrazie. Poiché quando ogni Paese aveva la propria moneta se la cavava egregiamente, mentre ora con l'euro fatica a rimanere a galla, ovvio che italiani, francesi, olandesi, austriaci eccetera rimpiangano i tempi andati, ai quali pertanto tendono a ritornare.Marine Le Pen promette un passo indietro, vellica il nazionalismo mai completamente sopito degli elettori e guadagna voti su voti. Lo stesso fenomeno, in forma più contenuta, si verifica un po' ovunque ed è destinato a crescere, specialmente se i partiti ostili all'Europa usciranno allo scoperto e si struttureranno. Non è dato immaginare come andrà a finire, ma la sensazione è che l'egemonia degli europeisti verrà insidiata e non è escluso che sia a rischio....

    Per leggere tutto l'articolo:
    http://www.ilgiornale.it/news/interni/anti-europea-e-vincente-lezione-destra-958003.html

    RispondiElimina
  14. fondiamo ORDINE DEMOCRATICO una sigla che unisca tutte le varie identità della destra italiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anch'io avevo pensato a una sinergia di tutti i partiti di estrema destra : FIAMMA TRICOLORE , CASAPOUND , FORZA NUOVA , MFL-PSN ( MOVIMENO FASCISMO E LIBERTA ) .... ALTERNATIVA SOCIALE , CASA DELLA LIBERTA' , COMUNITA' POLITICA ALL'AVANGUARDIA,RIVOLUZIONE ITALIANA,FEDERAZIONE NAZIONALE COMBATTENTI RSI , FRONTE SOCIALE NAZIONALE , DESTRA NAZIONALE , AZIONE SOCIALE , CUORE NERO , SOCIALISMO NAZIONALE , MSI DESTRA NAZIONALE .....
      Il problema che la sinistra italiana quindi il governo ha in mano la polizia , l'esercito e lo spionaggio . Per cui quando solo una flangia di estrema destra si muove di brutto il governo all'erta subito la polizia . L'esercito ha persino una autorizzazione speciale di potersi muovere autonomamente per sopprimere qualsiasi manifestazione di origine fascista .
      Combattere lo stato con i mezzi convenzionali non serve a nulla . L'unico è fare leva sul popolo che soffre le ingiustizie di un governo illegittimo .
      Bisogna essere scaltri e furbi e aizzare il popolo stesso sul governo che ci stà portando alla rovina .
      Non è semplice risolvere il problema ... ma non bisogna tacere ... bisogna andare avanti ...
      andare nelle piazze e sensibilizzare i cittadini tutti insieme ... ma attenti perché lo stato ti pedina e quando si accorge che potresti diventare un pericolo per la sua stabilità e incolumità ti annienta immediatamente .
      Altra cosa a cui stare attenti e con chi si parla e dove si parla e poi attenti ai traditori . Su Youtube c'è un infame ex di casapound ( tale Cristiano Terranova ) che a fine dicembre 2013 ha fatto un bel filmato : Cambiamo Casapound .
      Bisogna essere coerenti , leali , fedeli e uniti alla causa .
      Dux Nobis .

      Elimina
    2. Lasciando perdere ogni tipo di analisi storica che va fatta e contestualizzata al momento, senza letture di tipo ideologico, dico, ma è così difficile fare arrivare la destra radicale almeno federata alle europee? Che sia il popolo alle urne a scegliere da che parte stare, se questo non si realizza potremo ancora stare qui a discutere praticamente per sempre, nessuno si preoccupa se un partito dello 0,2 trova la sua nicchia, la musica cambia invece se c'è un progetto politico più ampio e quindi più credibile, a mio avviso un buon numero di ex M5S potrebbero essere calamitati, è un'occasione. In modo frammentario non si va nessuna parte.

      Elimina
    3. concordo su tutto tranne che sulla casa delle libertà, forza italia e ncd li lascerei fuori, non sono vera destra, e sono europeisti. possiamo farcela anche senza di loro.

      Elimina
  15. SILENDO LIBERTATEM SERVO

    RispondiElimina
  16. Manca il patriottismo.....amo il tricolore e quando penso che il partito la lega voleva dividere l Italia in due ....mi ha schifato non tanto loro ma chi li ha voluti in coalizione......e poi ci lamentiamo di chi giunge in Italia a far fortuna........

    RispondiElimina
  17. Buon giorno ....nonostante siamo concettualmente domani su ideologie politiche il vostro movimento mi piace molto ed il fatto che voi trasversalmente potete abbracciare tutti credo che mi piacerebbe partecipare a qualche vostro convegno ...ieri sera durante la diretta di anno zero uno il vostro ragazzo ha messo in evidente difficoltà il famosissimo ministro kyenge che non ha mai risposto alle domande in modo giusto ma solo difendendosi dalle giuste accuse ...e devo dirvi che sebbene odio la lega nord ieri sera salvino e' stato molto simpatico ...ho letto il vostro programma e sebbene ci siano cose ovvie ....mi fa capire che forse il nostro paese ha ancora un piccolo fuoco ...e dobbiamo trasformarlo in un rogo di anime ....vi seguirò con molta attenzione e andate avanti nelle vostre lotte

    RispondiElimina
  18. FRONTE POPOLARE

    POPOLO,UNO, E SOVRANO


    Cari amici, di seguito andiamo ad “INVITARVI” per il raggiungimento in tempi brevi di una Rappresentanza Popolare dove è sancito a chiare lettere il nostro motto:

    POPOLO, UNO, E SOVRANO

    Invitare la LEGA NORD e tutta la “DESTRA POPOLARE” rappresentata dai CasaPound e dal Fronte Cristiano, e da tutti quei Movimenti e Partiti che si richiamano al POPOLO, UNO, E SOVRANO, per iniziare fin da oggi a percorrere la strada per arrivare alle prossime Elezioni Politiche “VINCITORI”, per riportare in Italia quella Pace, quel Benessere e quella Libertà essenziali per uno sviluppo armonioso ed orgogliosamente “Italiano”, quell’orgoglio che ci ha sempre contraddistinto, meravigliando tutti.
    Per riportare l’Italia e gli Italiani, “Culla del Mediterraneo”, culla di innovazione, di cultura, di sapienza e di diritto.

    Ed è il POPOLO, UNO, E SOVRANO a richiamarci all’…”Azione” che ci attende e che attendiamo, per una Italia non pensata da altri ma voluta da NOI, da uomini senza tempo che indomiti sanno affrontare per il “bene comune” ogni sfida ed ogni ostacolo, mettendo in gioco la propria vita.

    Quindi la costruzione concettuale di una Italia Unita e Coesa, ci aiuta a percepirci come una società compiuta, protesa nel “Nuovo Umanesimo” in quell’azione che tutto da, pur di dar vita ad una civiltà in Pace, Benessere e Libertà, una società che segue il ritmo del suo cuore e della ragione che dalle rive del suo mar Mediterraneo è pronta ad esportare quel bene inalienabile, intriso di storia e di profonda umanità.

    La divisione interna italiana è anche il risultato dell’intervento di forze esterne nel Mediterraneo, che mirano a “condizionare” e “colonizzare” il nostro paese.
    Ed è questa la sfida da sopportare affinché l’Italia ritorni ad essere il Centro del Mediterraneo culla della Civiltà Cristiana e non come presidio del «disfacimento organico del rapporto complementare fra il Nord Italia commerciale e industriale e il Sud agricolo [...] parimenti trasformati in riserve di materie prime per i mercati e la commercializzazione dell’Europa del nord e del litorale atlantico».

    Una Italia consapevole del suo ruolo Politico Mondiale, Centro di un “Nuovo Umanesimo” ove l’Azione è sempre in grado di produrre Pace, Benessere e Libertà, di intervenire sul reale, di interpretarlo e anche di costruirlo, nella Luce della Verità., e di legittimarlo.
    Questa …..Azione che ci attende e che attendiamo, avrà così il doppio potere di rendere presente ciò che è assente e di costruire legittimità di questa presenza esibendo qualificazioni, giustificazioni, e titoli.
    E sarà questa azione che renderà possibile una realtà nuova, un “Nuovo Umanesimo” ove la forza dell’uomo è chiamata a cimentarsi contro chi guarda al sottosviluppo ed alla divisione come un mezzo di conquista e di arricchimento.
    Ed è questa azione a richiamarci il giorno 7 giugno 2014 in Via XXIV Maggio, 169 in località Passo Corese (RI) alle ore 10.00.

    Mario Domanico
    Responsabile Scuola di Formazione Politica e Morale POLITICI CRISTIANI

    Alberto Maria
    Dirtettore Generale IM2 PROGETTO ANTICRISI

    Contatto: 338/2382006 - 393/91722449

    http://merycardpoliticicristiani.yolasite.com
    politicicristiani.com




    RispondiElimina
  19. Sabato 14.6.2014 si e' svolto il corteo pro-maro' a Roma e CPI e' stato una presenza cruciale e questo va messo in risalto.Gli slogans dei militanti sono stati energici e sentiti da tutti.
    Grazie a CPI......

    RispondiElimina
  20. Per tutti i semianafabeti che pontificano sulla materia: il servizio di Leva non è stato MAI soppresso, per farlo sarebbe servita una riforma costituzionale. E' stato solo SOSPESO, con legge ordinaria, nel 2005. Ma i comuni compilano ancora le liste di leva: reintrodurlo è un attimo. Il resto sono chiacchiere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. VOLERE E' POTERE.

      Elimina
    2. favorevole al ripristino della leva obbligatoria altrimenti quando necessario non saremo in grado di difenderci militarmente.

      Elimina
  21. http://www.cn24tv.it/news/96630/gianturco-casapound-al-diurno-di-nicastro-ennesimo-sperpero-di-denaro-pubblico.html



    Gianturco (CasaPound): “Al diurno di Nicastro ennesimo sperpero di denaro pubblico”

    13 SETTEMBRE 2014,

    “Dopo aver portato sull’orlo del dissesto finanziario il nostro comune, l’amministrazione vorrebbe svendere alcuni immobili di proprietà comunali per tentare di fare cassa e nascondere la loro cattiva gestione della cosa pubblica”. A dichiararlo è Mimmo Gianturco, portavoce di CasaPound Italia in Calabria.

    “Nella lista compaiono 24 immobili - continua il responsabile di CasaPound - che potrebbero far incassare 3.650.257,35 euro. Uno di questi è il locale sito in Piazza San Domenico a piano terra, ora in locazione al signor Sicilia Antonio per uso commerciale, dove all’interno dovrebbe esserci il servizio di diurno comunale. Proprio questo immobile, qualche anno fa è stato oggetto d’intervento da parte del comune per la ristrutturazione del diurno, che come spesso avviene nella nostra città, è rimasto chiuso”.
    “La nostra amministrazione –affonda Gianturco – continua a sperperare i soldi pubblici. La ristrutturazione del diurno di Nicastro, è costata circa 25mila euro e dopo anni la città aspetta ancora l’apertura. Stiamo parlando di un immobile di 55 metri quadri, che ora si svende per 15mila euro. Grazie alla giunta comunale, la città rischia di perdere un servizio per i cittadini meno abbienti, un avamposto di civiltà per le fasce deboli, un immobile pubblico dove potersi lavare. Per non parlare poi della minusvalenza, ossia della perdita del capitale investito, mentre decine di famiglie lametine fanno fatica a soddisfare le necessità primarie”.
    “L’amministrazione comunale – conclude il coordinatore regionale di CasaPound – sta dimostrando quotidianamente la sua incompetenza. In caso di reale vendita dell’immobile, almeno si dia priorità a chi è lì da 40 anni e che, a causa dei questa amministrazione, ha già subito notevoli danni economici”.

    RispondiElimina
  22. http://www.cn24tv.it/news/96361/lamezia-terme-berardelli-casapound-i-politici-ritornano-a-farsi-vedere-nel-rione-abbandonato.html


    Lamezia Terme, Berardelli (CasaPound):

    “I politici ritornano a farsi vedere nel rione abbandonato”

    10 SETTEMBRE 2014,

    “Da qualche giorno, alcuni consiglieri comunali, con in testa Teresa Benincasa, appartenenti a questa amministrazione da ben cinque anni, si fanno promotori dei disagi che i residenti del quartiere di Sant’Eufemia stanno denunciando ormai da diverso tempo. Peccato che sono le stesse persone che hanno tradito il loro elettorato abbandonando il rione al degrado”. L’afferma Marco Berardelli, esponente di CasaPound Lamezia.
    “Nel nostro quartiere l’amministrazione comunale è sempre stata assente, basti pensare all’inaugurazione di Piazza Italia. Solo ora che si respira aria di campagna elettorale – prosegue Berardelli - escono fuori i buoni propositi di questi consiglieri che dopo anni han deciso di ascoltare le denunce che arrivano dai residenti di Lamezia Sud”.
    “Dov’erano i nostri consiglieri quando i cittadini lamentavano e cercavano di segnalare a mezzo stampa le diverse situazioni venutesi a creare in questi anni? Dov’erano quando con il gruppo di Casapound il 06 febbraio abbiamo denunciato pubblicamente le situazioni di degrado urbano, prostituzione e sicurezza del quartiere? Dov’erano – continua a domandarsi l’esponente di CasaPound - il 19 maggio quando abbiamo segnalato il tutto attraverso la stampa e con una raccomandata indirizzata al sindaco e a tutta l’amministrazione comunale? Dov’erano quando dopo quella segnalazione si è deciso, ad opera degli stessi cittadini, di invitare una tv locale per denunciare e per attirare l’attenzione dando voce a tutti? Trovare la scusante secondo cui non eravate stati invitati è assurdo poiché prima della data in questione sul web e mediante affissioni è circolato un avviso pubblico dell’appuntamento. Ma forse i tempi non erano ancora maturi e la stagione della caccia al voto era ancora lontana”.
    “Ora, quando oramai la campagna elettorale è imminente, i politici tornano nel quartiere che hanno abbandonato. Spero che questa sia la volta buona che i residenti di Lamezia Sud capiscano chi hanno di fronte e non si facciano più fregare. Sant’Eufemia non deve essere abbandonata, non dimentichiamo – conclude Berardelli – che è la porta d’ingresso principale di Lamezia Terme e, allo stato attuale, non è di certo una bella presentazione per la nostra città”.

    RispondiElimina
  23. http://www.ilfaroonline.it/2014/09/11/ostia/casapound-allagamenti-sabato-la-manifestazione-48434.html


    Casapound: "Allagamenti, sabato la manifestazione"

    Chiaraluce:"Dopo le prime piogge caos all'Infernetto, strade chiuse e disagi, basta promesse"


    Il Faro on line - "E' finito il tempo delle parole e delle promesse, sabato 20 Settembre scenderemo in piazza coinvolgendo cittadini e comitati per mostrare la rabbia di questo territorio verso il totale abbandono delle istituzioni di fronte al problema degli allagamenti". Lo ha annunciato Carlotta Chiaraluce, portavoce di CasaPound Italia nel X Municipio dopo che le piogge di questa notte hanno creato non pochi disagi da Ostia all'Infernetto.
    "E' bastata la prima pioggia - ha dichiarato Chiaraluce - ed il copione è stato lo stesso degli anni scorsi, quello che ha causato tragedie ed ingenti danni economoci ai cittadini. L'entroterra, in particolare l'Infernetto è come al solito la zona più colpita dagli allagamenti ed intere famiglie questa mattina hanno dovuto pagare ancora una volta l'indifferenza delle istituzioni. Siamo stanchi di amministrazioni che si riempiono la bocca in campagna elettorale per poi dimenticarsi di questo forte disagio dal giorno dopo, si accertino le responsabilità e le competenze per porre fine ad una vera e propria emergenza che ha comportato la chiusura di tratti di strade come la via del Mare e grandi problemi su tutto il territorio".
    "CasaPound Italia ha più volte messo in azione i propri volontari per la pulizia dei canali di scolo all'Infernetto con i propri mezzi e le proprie braccia, oltre ad aver studiato da tempo un piano anti-allagamenti insieme a tecnici ed esperti del settore. Piano che prevede soluzioni concrete a partire dalla realizzazione di vere e proprie trincee drenanti, cioè degli scavi a profondità variabile, riempiti con materiale a granulometria idonea, per esempio una mistura di ghiaia con sabbia, lunghe anche diversi metri. Soluzioni ignorate dall'ex giunta di centrodestra targata Vizzani e dall'attuale amministrazione fallimentare di centrosinistra di Tassone che trova soldi solo per gli interessi della propria parte politica ed assurdità come la pedonalizzazione. Coinvolgeremo in questi giorni cittadini e comitati di quartiere e scenderemo in piazza per costringere le istituzioni ad intervenire una volta per tutte. E' solo la nostra rabbia, insieme a quella di tutti gli italiani che non si arrendono - ha concluso Chiaraluce - che potrà salvare questo territorio dal malaffare e da una classe politica disastrosa".

    RispondiElimina
  24. http://www.ilgiornaleditalia.org/news/politica/858165/Ammenda-per-saluto-romano-e-.html



    Ammenda per saluto romano e 'Presente': la pagherà Il Giornale d'Italia
    Vicini, non solo economicamente, ai due militanti di CasaPound condannati per una legge di 60 anni fa.


    Il Giornale d’Italia ha deciso di aiutare economicamente i due giovani di CasaPound condannati ad una multa (in sostituzione di una condanna a quasi tre mesi di reclusione, in applicazione della legge Scelba del 1952) per aver salutato con braccio teso, gridando ‘Presente’ durante un raduno.
    Per quanto ci riguarda, la notizia potrebbe anche finire qui, da parte nostra senza alcuna demagogia (ma che nessuno s’azzardi neppure a farne attorno a questo gesto).
    Ma qualche altra parola va pur spesa, visto che la notizia della condanna dei due giovani è stata frettolosamente rimossa dai giornali (politicamente più impegnati a correre dietro svolazzanti ministre e mediaticamente più interessati alle vicende di una povera orsa).
    La Rete infatti – quel famoso ‘campo aperto’ che non può andar bene solo quando si sbertuccia questo o quello e poi trascurata se invece la maturità degli utenti porta a discutere anche su certe tematiche - gronda di indignazione per quanto deciso dai giudici della Cassazione, tanto che in queste ore il sito del Giornale d’Italia sta facendo registrare un boom di accessi e visualizzazioni proprio delle notizie e delle pagine che abbiamo dedicato alla vicenda.
    Non è possibile, e neppure può dirsi civile fino in fondo, che un Paese non riesca a liberarsi di certi retaggi del passato, che addirittura si debba ‘pagare’ per l’espressione di un’opinione. Pagare sì, anche economicamente. Qui non conta l’entità dell’ammenda comminata ai due militanti altoatesini di CasaPound: anche un centesimo sarebbe stato troppo. E anche quel centesimo avremmo pagato con la stessa, forte indignazione, che continua a farci gridare ‘vergogna!’.
    Ps: a proposito di soloni della prima e dell’ultima ora e di quella demagogia sempre in agguato cui facevamo riferimento prima, giova ricordare a lor signori che questa impresa editoriale del Giornale d’Italia vive di suo e non gode di finanziamenti pubblici, per cui i denari dell’ammenda li tireranno fuori quelli che in questa avventura continuano a credere, come nella possibilità che in Italia sia ancora possibile – nonostante tutto – parlare di determinate cose, senza paraocchi o vincoli legislativi di sessant’anni fa. Da questo punto di vista, potete scommetterci, noi saremo sempre presenti (sempre che si possa ancora dire).

    RispondiElimina
  25. http://www.latinapress.it/cronaca-latina-provincia/notizie-cronaca/cronaca-latina/13065-latina-data-alle-fiamme-l-auto-del-consigliere-gianni-chiarato

    Fiorin(Ugl):"Indagini facciano chiarezza su incendio auto Chiarato" Preoccupazione per possibile nuovo episodio di violenza.





    Auto a fuoco nella notte in via Cavata a Latina. La macchina è di proprietà della moglie del consigliere comunale Gianni Chiarato. Sono in corso gli accertamenti della Polizia scientifica per chiarire l'origine del rogo. "Ci auguriamo che le indagini facciano presto chiarezza sulla dinamica dell'incendio che ha distrutto nella notte l'auto del consigliere del Comune di Latina Gianni Chiarato".
    Lo dichiara il segretario provinciale dell'Ugl Latina, Eliseo Fiorin, evidenziando come "se fosse accertato il carattere intimidatorio dell'episodio, saremmo di fronte all'ennesimo atto di violenza che avviene nel nostro territorio, oltretutto a danno di un rappresentante istituzionale, al quale non possiamo che esprimere tutta la nostra vicinanza e preoccupazione per quanto accaduto".
    "Auspichiamo dunque che sia fatta luce al più presto sui fatti – conclude Fiorin – e che, in caso di dolo, le autorità facciano tutto il possibile per rafforzare il controllo del territorio, come abbiamo già sollecitato attraverso il nostro Coordinamento Sicurezza provinciale per il moltiplicarsi di episodi di violenza a livello locale".
    Anche il sindaco di Latina, Giovanni Di Giorgi, esprime solidarietà al consigliere comunale:
    "A nome personale e dell'intera amministrazione comunale, desidero esprimere solidarietà e vicinanza al consigliere Gianni Chiarato, a cui mi legano rapporti di profonda stima personale e politica, per il vile atto di cui è stato fatto oggetto nella notte. Nella sua attività consiliare Gianni ha sempre dimostrato grandi capacità e impegno, ricevendo stima e apprezzamento, ed ho avuto modo di constatare la sua attenzione ed attaccamento alle vicende della città, schierandosi sempre al fianco delle istanze dei cittadini di cui è attento e scrupoloso portavoce.
    Sono certo che l'atto di natura vandalica o intimidatoria di cui è stato fatto oggetto non scalfirà minimamente il suo impegno di politico e di amministratore, anzi saprà rafforzare il suo prezioso lavoro al servizio della città. Auspico che al più presto possa essere fatta piena luce su questo inquietante episodio, confidando nel lavoro delle forze dell'ordine".

    RispondiElimina
  26. paoletti emilio12 novembre 2014 19:17

    non proprio specificatamente "in argomento" vorrei se posso far notare quello che a mio avviso è un errore ideologico e identificativo.....spesso e da sempre almeno nella storia recente, per DESTRA e SINISTRA si intende nel primo caso riferito a partiti e movimenti che fanno riferimento ideologico e si ispirano al fascismo e in contrapposizione nel secondo caso"SINISTRA" a quelli che fanno riferimento al comunismo e generalmente al proletariato.....Come il fascismo fosse semplificando un movimento prima e un partito poi (il P.N.F.) schierato col capitale, appunto in contrapposizione al proletariato, al popolo.
    Niente di più errato il movimento delle camice nere e il fascismo poi, nasce dal popolo e per questo a pieno titolo è proletario. quindi sa mai più di sinistra che di destra.
    le definizioni nascono all'indomani della rivoluzione francese quando in parlamento a destra sedevano i filomonarchici conservatori e a sinistra i repubblicani, rinnovatori e al centro gli indecisi, centro definito allora in modo dispregiativo "palude"...
    Questa determinazione è servita al potere alla politica post 1945 per liquidare con BUONO perchè intellettuale la sinistra e CATTIVO perchè anti proletariato nazi-fascista, con tutte le altre implicazioni negative la destra, compreso naturalmente il razzismo un accozzaglia di gente solo assetata di potere, violenta e ottusa senza alcuna capacità intellettuale e filosofica se non quello della violenza.
    facciamo una riflessione su questo? sono iscritto e non mi nascondo dietro ad un anonimo..."ANONIMO" saluti

    RispondiElimina
  27. 1924-2014
    ISTITUTO LUCE

    UNIONE CINEMATOGRAFICA EDUCATIVA

    Potente strumento di diffusione cinematografica a scopo didattico ed informativo di cui quest'anno ricorre 80 anni
    dalla nascita romana.
    Ente morale per la diffusione della cultura popolare e della istruzione generale per mezzo delle proiezioni cinematografiche messe in commercio alle minime condizioni di vendita possibile e distribuite a scopo di beneficenza e propaganda nazionale e patriottica.
    Nel 1925 L'ISTITUTO LUCE diviene pubblico ente morale con r.d.l.n^1985 del 5 novembre.
    Nel 1927 viene creato il CINEGIORNALE GIORNALE LUCE destinato ad essere proiettato nei cinema prima del film normale x informare il popolo delle attività politiche del governo in carica.
    Mi capita di vedere su internet tanti cinegiornali dell'epoca e ne sono entusiasta.
    Diffondiamo la notizia e un saluto romano a tutti.
    ME NE FREGO!

    RispondiElimina
  28. http://m.cronachemaceratesi.it/2014/12/20/con-la-pantana-ce-anche-casapound-vogliamo-entrare-in-consiglio-comunale/605727/

    RispondiElimina
  29. http://voxnews.info/2014/12/20/nazionalisti-a-milano-la-grande-battaglia-per-la-civilta-e-cominciata/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/22/assaltato-lhotel-che-ha-ospitato-il-convegno-di-forza-nuova/1077776/

      LA RISPOSTA DEMOCRATICA CARA AI SINISTRI AL POTERE (INDEGNAMENTE) È CONTENUTA IN UN VIDEO DI 1 MINUTO PRESENTE NEL LINK SOPRA SCRITTO.
      LA DIMOSTRAZIONE DI COSA SIA IL CONCETTO DI LIBERTA' DI PENSIERO PER I SIGNORI PROGRESSISTI.
      NELLA TV DI STATO E NEMMENO IN QUELLA MEDIASET SI È DATO NOTIZIA DEL FATTO CRIMINALE DI QUESTI EVERSIVI MA SONO SPERANZOSO CHE LA POLIZIA SAPRÀ INDIVIDUARE I COLPEVOLI DI TANTA FOLLIA.
      COLPA DEI CATTIVI MAESTRI.

      Elimina
  30. LE PORCATE DELL'INDECENTE GOVERNO NAPOLITANO/RENZI VOLTE AD AZZERARE LE FORZE DELLA POLIZIA DI STATO PER FARE UN BEL FAVORE ALLA MAFIA.
    PREPARIAMOCI A DIFENDERCI DA SOLI DALL'ASSALTO DELLA CRIMINALITA'.




    http://www.iltempo.it/mobile/cronache/2014/12/22/addio-a-250-presidi-della-polizia-1.1360551

    22/12/2014

    Conto alla rovescia per Polizia Stradale, Polizia Ferroviaria, Polizia Postale e delle Telecomunicazioni, Polizia di Frontiera più alcuni Reparti Speciali, come Squadre Nautiche, Sommozzatori e Pattuglie a cavallo. Duecentocinquantuno presidi in tutta Italia si preparano a chiudere i battenti nel segno di una razionalizzazione dettata dalla crisi.
    «Una chiusura feroce e indiscriminata di uffici di fondamentale importanza per la sicurezza del Paese e dei cittadini – commentano indignati dal Sap -. Se la Sicurezza dell’Italia non è una priorità di questo governo, lo si dica chiaramente, ma che non si provi a mascherare un fendente letale con una carezza».Ma scendiamo un po’ più nel dettaglio.Tra i presidi sui quali si abbatterà la scure del governo c’è la Squadra Sommozzatori di Olbia, attualmente l’unico reparto subacqueo della Sardegna settentrionale, considerando che gli stessi reparti della Capitaneria di Porto e dei carabinieri sono a Cagliari, mentre quello dei Vigili del Fuoco – tra l’altro già ridotto – si trova a Sassari.Non costa nulla al ministero dell’Interno, occupando locali messi a disposizione gratuitamente dalla società di gestione dell’Aeroporto, eppure l’ufficio di Polizia di Frontiera Marittima/Aerea nello scalo internazionale di Pescara è nella stessa lista nera. Perfino le spese di manutenzione e i consumi sono a carico di un aeroporto con un traffico annuo di circa 5mila voli ed un transito passeggeri superiore al mezzo milione. Ma tant’è.Addio anche a 74 uffici di Polizia Postale e delle Telecomunicazioni. «Nell’era di internet, delle truffe e dei reati on line come la pedopornografia, si sguarnisce il territorio di reparti altamente specializzati nella tutela delle reti informatiche e della sicurezza dei dati – commenta Gianni Tonelli, segretario generale del Sap -. Si pensi che solamente nell’ultimo anno la Polizia Postale ha scoperto oltre 4mila transazioni bancarie informatiche sospette, per importi complessivi che sfiorano i 40 milioni di euro. Oltre 3mila operazioni sono state bloccate prima che il denaro venisse trafugato. Tutto questo con le spese di natura logistica e organizzativa interamente a carico di Poste italiane».Festa grande anche per gli automobilisti indisciplinati, per i banditi in circolazione sulle autostrade e nelle più importanti arterie del Paese: in Italia spariranno a breve ben 33 reparti della Polizia Stradale.Si chiude in rete, in cielo, in mare, in strada. Potevano mancare le rotaie? «Cinquantuno uffici di Polizia Ferroviaria saranno trasformati presto in "punti appoggio" – risponde sarcastico Tonelli -, uffici vuoti ai quali gli agenti in transito possono fare riferimento logistico per non più di qualche ora al giorno, riconsegnando così molte stazioni al degrado e alla criminalità».In uno dei porti commerciali più importanti del Mediterraneo, ambito e utilizzato dalla criminalità organizzata per i suoi affari, chiuderà l’ufficio di Polizia di Frontiera. Gioia Tauro, a Reggio Calabria, dove non si contano i sequestri di droga e di armi avrà un posto di polizia in meno. «E dire che la Commissione Antimafia ha ritenuto Gioia Tauro un punto di snodo degli interessi delle organizzazioni criminali italiane – fa notare Tonelli -. Anche noi vogliamo una spending review seria e ragionevole e da anni siamo promotori di un progetto di unificazione delle forze di polizia. Questo, però, è un colpo mortale all’apparato della sicurezza. Il nostro è un no secco e definitivo alla chiusura indiscriminata e selvaggia di presidi di vitale importanza per tutto il Paese, per scongiurare la quale il Sap sta distribuendo in tutta Italia, a cittadini e poliziotti, migliaia di cartoline da compilare e spedire al premier Renzi».

    Silvia Mancinelli

    RispondiElimina
  31. http://www.associazioneculturalekatyn.com/

    Ho letto quello che fa e pensa ideologicamente la associazione culturale KATYN e devo dire che è un peccato disperdere tante energie in mille rivoli organizzativi.
    Se Casapound e Ass.ne Katyn collaborassero sarebbe positivo.
    Buon lavoro ad entrambi.

    RispondiElimina
  32. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/22/deportare-tutti-gli-islamici-e-la-tv-licenzia-il-presentatore/1077761/


    Sono assolutamente d'accordo col giornalista licenziato.
    Noi europei ci dobbiamo difendere dai terroristi islamici che proliferano sempre più e sono intenzionati a uccidere tutti gli INFEDELI NON MAOMETTANI.
    Solamente gli islamici stanno creando problemi e gli ultimi gravi episodi di NYC,SIDNEY,FRANCIA devono costringere le autorità a correre ai ripari.
    Io non ho una soluzione magica ma bastano le cautele di un buon padre di famiglia per aprire finalmente gli occhi ad una realtà di omicidi commessi in nome di una fallace credenza pseudoreligiosa ma vera criminalità

    RispondiElimina
  33. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/22/soldi-e-giochi-di-societa-limpero-della-benigni-spa/1077717/


    Il kompagnuccio buffone toscano come quell'altro fa competizione all'altro giullare Grillo ed insieme sono la cartina di tornasole di una coglionaggine tutta italica.
    I poveri italioti applaudono lui così come il grullo genovese nella speranza di raccogliere qualche briciola che cada per caso.
    Idiozia e complicità nella imbecillita' tra elettori piddini.
    Io quando appare benigni lo sbruffone oppure Grillo il furbone cambio canale e gli mando col pensiero un vaffa.
    Comunque il ""PIANO KALERGI"" passa per questi fatti.
    20 terreni e 21 case,o viceversa,per 2 persone senza figli sa di accumulo patologico tipico del parvenue che viene dal nulla e che egoisticamente tiene per sé e non condivide.
    Mi pare che entrambe abbiano la residenza fiscale in un paradiso fiscale o in svizzera,come De benedetti, per pagare molto meno tasse rispetto ai cojotes italiani che le pagano tutte ed in Italia.

    RispondiElimina
  34. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/22/soldi-e-giochi-di-societa-limpero-della-benigni-spa/1077717/


    22 Dicembre 2014

    Soldi e "giochi" di società: l'impero della Benigni spaIl premio Oscar e la moglie Nicoletta Braschi solo con la "Melampo Cinematografica" fanno utili per 2,7 milioni. Ma collezionano anche proprietà: 20 terreni e 21 fabbricati. E si consolano vendendo latte in polvere: 1,5 milioni di euro.
    di M eno male che in tv Roberto Benigni non reciterà quello che per molti è l'undicesimo comandamento: «È più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entri nel regno dei cieli». Perché qualche difficoltà ad essere ammesso in Paradiso, se la previsione riportata nel Vangelo di Matteo dovesse rivelarsi esatta, il grande comico rischia di incontrarla. Roberto Benigni non è solo un artista di fama mondiale, giustamente e legittimamente arricchitosi col frutto del suo lavoro. È anche, in coppia con la moglie Nicoletta, un oculato investitore, un proprietario terriero, un imprenditore e un uomo d'affari. Alle sue spalle lo showman che piace a Papa Bergoglio ha un piccolo impero che testimonia un sano rispetto per i valori terreni oltre che per quelli spirituali.Qualunque sia il misterioso cachet che la Rai gli verserà per le serate (di enorme successo, va ricordato) sui Dieci Comandamenti , si può stare certi che Benigni non lo scialacquerà. Le cifre iperboliche circolate sulla stampa - si è parlato di quattro milioni di euro per ciclo - sono state smentite dall'agente del comico, Lucio Presta. Per capirci qualcosa ci si può affidare all'unico documento pubblico disponibile, ovvero il bilancio 2013 della Melampo Cinematografica srl, la società più importante della galassia benigniana, controllata al 50 per cento da Roberto e al 50 per cento dalla moglie e musa Nicoletta Braschi, attraverso la quale passano anche i contratti con la Rai. Nel bilancio 2013, chiuso con un utile di 2.741.828 euro (oltre il doppio del bilancio precedente) alla voce «ricavi delle vendite e prestazioni») compare l'importo di oltre sei milioni di euro (per l'esattezza, 6.077.047). Poiché, per quanto se ne sa, il lavoro per la Rai è stata di gran lunga la prestazione più importante realizzata dalla Melampo, se ne potrebbe dedurre che quelle indiscrezioni sul cachet pagato dalla tv di Stato al premio Oscar non fossero poi tanto lontane dal vero.Non è questa l'unica notizia interessante fornita dal bilancio della Melampo. Si scopre che non sempre la qualità viene premiata, e i «Tradimenti» di Harold Pinter messi in scena con la Braschi nel ruolo principale e prodotti dall'Onorevole Teatro Casertano hanno lasciato in bilancio un buco di oltre 200mila euro, ma su altre voci i coniugi Benigni hanno dimostrato indubbie capacità imprenditoriali. L'affare più consistente lo fanno - a leggere i bilanci - riuscendo a vendere alla Cinecittà Studios (titolare dei leggendari stabilimenti di posa romani, guidata oggi da Luigi Abete) una società che si chiama Spitfire. La Spitfire prima si chiamava Cinecittà Papigno, dal nome del borgo umbro dove, in una fabbrica dismessa, Benigni ambientò il lager di La vita è bella . Il progetto era di farne un centro di produzione cinematografica, una «Hollywood sul Nera» come venne pomposamente chiamata, che avrebbe attratto produzioni da tutto il mondo. Ma il progetto, finanziato con generosi stanziamenti degli enti locali, si è sgonfiato strada facendo. Oggi gli studios sono abbandonati. Nel 2005, la partecipazione della Melampo nella Papigno viene svalutata completamente. Eppure i Benigni riescono a uscire di scena vendendo le loro quote della società per 1.400.000 euro alla Cinecittà di Abete. Chapeau .E non è tutto..............................continua %..................

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ci fa il predicozzo in TV lucrando sui 10 Comandamenti e Papa Francesco gli telefona per congratularsi per questa che io definisco l'ennesima presa per i fondelli.
      Così come ha detto ai Cardinali in occasione degli auguri natalizi Papa Francesco avrebbe potuto RACCOMANDARE al guitto toscano Benigni che sarebbe consigliabile che lui e la moglie facessero una vita più conforme allo STILE FRANCESCANO poiché come leggiamo da S.Matteo (19,24) :
      "::E' PIÙ FACILE CHE UN CAMMELLO PASSI PER LA CRUNA DI UN AGO CHE UN RICCO ENTRI NEL REGNO DEI CIELI""""

      Ma si sa che il guitto ha imparato a memoria i 10 Comandamenti solo per LUCRO e non gliene importa di altro.
      Così fanno come le 3 scimmiette tutti gli spettatori che hanno sbavato nel vedere quella porcata di trasmissione che io considero l'ennesima offesa al Cattolicesimo ma pare che al Vaticano non fa più impressione che in nome della Fede Cristiana si uccida e continuino ad esserci mercanti nel Tempio
      E che dire della depravata LOBBY GAY dichiarata esserci all'interno del Vaticano e di cui non si parla più. .???
      Un altro tabù come è tabù per i cattocomunisti anche il solo parlare dei massacri in nome del corano che fanno i mussulmani nel Mondo.

      Elimina
  35. http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/11735703/Islam--il-manuale-dell-imam.html

    Leggere l'articolo per sapere e incazzarsi.

    RispondiElimina
  36. http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/11735703/Islam--il-manuale-dell-imam.html


    Ecco la prova provata che le nostre autorità ci devono tutelare da invasati pericolosi.
    Poi non dicano che non li abbiamo avvisati

    RispondiElimina
  37. http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/11735827/M5s--i-grillini-occupano-l.html


    I grillini paraculi contestano (per finta ) il governo massacraitaliani e poi per davvero lasciano il loro movimento per passare al nemico Pd.
    Buffoni traditori schifosi politicamente e degni di essere cacciati via dall'Italia.
    Al momento sono 26 i ""cittadini " pentastellati
    transfughi opportunisti fuoriusciti di cui parecchi entrati direttamente nel Pd stesso e gli altri nel gruppo misto e pare che altri 10 sono pronti a fare i Giuda per 30 denari.
    Povera Italia Negletta.

    RispondiElimina
  38. NOTIZIA NON APPARSA NEI TG NAZIONALI


    http://m.ilsecoloxix.it/p/genova/2014/12/22/ARntadxC-regione_indagato_capogruppo.shtml


    22 dicembre 2014

    Regione, anche il capogruppo del Pd indagato per le “spese pazze”

    Genova - Il capogruppo regionale ligure del Pd Nino Miceli risulta indagato per peculato nell’inchiesta sulle spese dei consiglieri regionali.Nel corso dell’ interrogatorio davanti al pm, al quale Miceli era stato convocato come persona informata dei fatti, gli sono state chieste informazioni dettagliate sulle rendicontazioni e le spese del partito da lui controfirmate in qualità di capogruppo.La procura ha chiesto spiegazioni sul metodo di pagamento delle spese adottato dal Pd per capire se quelle sostenute per ristoranti, bar, cancelleria, taxi e biglietti aerei, possano rientrare tra quelle rimborsabili dalla Regione, o se invece i consiglieri abbiano abusato e quindi speso denaro pubblico per spese personali. Miceli non sarebbe stato in grado di spiegare nel dettaglio alcune spese ed è per questo motivo che sarebbe indagato. Nei giorni scorsi era stato oggetto di comunicazione giudiziaria anche il tesoriere delgruppo Pd Mario Amelotti , dopo un interrogatorio di tre ore negli uffici della Guardia di finanza.Il periodo delle spese contestate sarebbe quello compreso tra il 2010 e il 2012.Nei mesi scorsi la procura di Genova ha indagato Raffaella Della Bianca (ex Pdl, ora Gruppo Misto), Nicolò Scialfa, Marylin Fusco, Maruska Piredda e Stefano Quaini (tutti ex Italia dei Valori), Luigi Morgillo e Franco Rocca (Forza Italia), Alessio Saso (ex Pdl, oggi Ncd) Aldo Siri (Lista Biasotti), Rosario Monteleone e Marco Limoncini (Udc).
    Miceli ha poi rilasciato una dichiarazione alla stampa:«In merito alla mia testimonianza alla Procura della Repubblica quest’oggi circa la gestione dei fondi regionali assegnati al Gruppo PD dichiaro che come Gruppo PD in Liguria non abbiamo, né abbiamo mai avuto, né carte di credito né bancomat del Gruppo. Le spese venivano rimborsate dal nostro responsabile contabile ai singoli consiglieri, dietro presentazione delle ricevute di spesa.
    Nessun consigliere ha mai ricevuto somme in contanti prima di effettuare le spese, ma ha sempre ricevuto rimborsi per spese già sostenute di tasca propria, a nome del Gruppo. Mi sento frustrato nel vedermi associato al capitolo delle cosiddette “spese pazze” che in Liguria e in tutta Italia ha rivelato episodi anche gravi, suscitando l’indignazione popolare. Un’inchiesta giusta, voglio sottolinearlo, perché la magistratura fa il suo mestiere ed è giusto che indaghi per chiarire ciò che sospetta essere nebuloso, specie quando ci sono di mezzo soldi pubblici».

    RispondiElimina
  39. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/22/nantes-lancia-il-camioncino-su-un-mercato-e-si-pugnala-undici-i-feriti/1077913/



    Digione e Nantes due città francesi protagoniste di due gravissimi episodi di criminalità islamica tollerata dalle autorità in quanto classificata come causata soltanto da disturbi psichici...!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  40. http://m.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/ESTERI/nantes_automobilista_investe_passanti_pugnala/notizie/1081996.shtml


    IL GRANDE PRESIDENTE HOLLANDE AMICO DEI MUSULMANI TERRORISTI CHE VOGLIONO UCCIDERE QUANTI PIÙ ""INFEDELI"" PER ANDARE SUBITO IN PARADISO OVE L'ASPETTEREBBE MAOMETTO CON 70 VERGINI AL COSPETTO DI ALLAH ...AHAHAHAH SHAH

    E IL NOSTRO PRODE BOYSCOUT RENZI-FONZY VORREBBE UNA LEGGE CHE DIA IMMEDIATAMENTE LA CITTADINANZA AI MILIONI TRA ARRIVATI E ARRIVANDI ISLAMICI DA MEZZO MONDO.
    TANTO VALE CHE CONSEGNAMO LE CHIAVI DELL'ITALIA SUBITO AD AL BAGHDADI E LA FACCIAMO FINITA PRIMA CHE CI FANNO SALTARE IN ARIA.
    3000 ANNI DI STORIA GRECO/ROMANA /CRISTIANI A BUTTATA ALLE ORTICHE DA DEI PEDERASTI VENDUTI E VIGLIACCHI CHE NON HANNO IL CORAGGIO DI AMMETTERE LA LORO IMPOTENZA.
    LA FRANCIA LA POTRA' SALVARE SOLO UN GOVERNO DI DESTRA FORTE COME QUELLO CHE SAREBBE CAPACE DI FORMARE MARINE LE PEN.
    L'ITALIA LA POTRA' SALVARE DAI JIHADISTI SOLO UN GOVERNO DI DESTRA RADICALE COMPOSTO DA LEGA NORD E CASAPOUND FORZANUOVA E TUTTE LE ALTRE COMPONENTI CHE SI RENDANO CONTO DEL PERICOLO INCOMBENTE SULLA NOSTRA NAZIONE CROCEVIA DI CLANDESTINI DELLA PEGGIORE SPECIE.
    LO HANNO GRIDATO AI 4 VENTI SIA ORIANA FALLACI SIA MAGDI CRISTIANO ALLAM IL PERICOLO ISLAM NEMICO DELL'OCCIDENTE.

    PER MAGGIORI APPROFONDIMENTI SI POSSONO CONSULTARE ALTRI SITI:

    www.nocrostianofobia.org
    www.voxnews.info
    www.tuttiicriminidegliimmigrati.com



    Buona lettura a tutti

    RispondiElimina
  41. http://m.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/CRONACA/treni_bologna_incendio_doloso_alta_velocita/notizie/1083385.shtml


    Assistiamo al cattivo teatrino della sporca politica piddina.
    Dopo la deprecabile sentenza con cui il Tribunale di Torino ha condannato a lievi pene NOTAV sfascia patria terroristi sovversivi,stamani leggiamo sul quotidiano in link sopra indicato che il premier Renzi - boyscout avrebbe stoppato il suo ministro Lupi che avrebbe etichettato giustamente come TERRORISMO EVERSIVO l'attentato consumato stanotte alla stazione di Bologna con conseguenze che fortuitamente non sono state gravissime.
    Il nostro premier ha parlato di sabotaggio e non di atti terroristici eversivi.
    È paradossale che un capo di governo sottovaluti e minimizzi attentati alla sicurezza ferroviaria che rientrano a pieno titolo tra quelli sovversivi ed insurrezionali e di attentato alla sicurezza dello Stato.
    Ma sappiamo che il bacino elettorale dei NOTAV è molto vicino a SEL e M5S che di questi tempi sono fedeli ed utili alleati politici per continuare l'opera di demolizione della Patria con benedizione Papale acclusa.

    RispondiElimina
  42. http://voxnews.info/2014/12/23/kyenge-si-candida-al-quirinale/


    Ahahahah ahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Obamina italiana abbronzata che ha la faccia tostina di proporsi...????
      Ma mi faccia il piacere.
      L'italia ha bisogno di un presidente tipo Iannone o Di Stefano oppure Salvini o Borghezio.....e allora si che si mettono le cose a posto una volta per sempre. .......

      Elimina
  43. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/23/tav-gli-anarchici-sfidano-lo-stato-sabotare-mille-chilometri-di-rete/1078165/


    in che cosa si assomigliano Renzi e Benigni??

    In 2 cose:
    Sparano Cazzate
    Sono guitti

    RispondiElimina

  44. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/23/tav-gli-anarchici-sfidano-lo-stato-sabotare-mille-chilometri-di-rete/1078165/

    Tav, gli anarchici sfidano lo Stato: "Sabotare mille chilometri di rete
    Dal 2 dicembre gli atti terroristici contro le strutture dell'Alta velocità sono aumentati esponenzialmente. Una vera e propria escalation di violenza che ha portato all'attacco di oggi.
    Renzi minimizza: "Non è terrorismo".
    Ma Alfano assicura: "Non ci faremo intimidire"

    23 Dicembre 2014

    Tav, gli anarchici sfidano lo Stato: "Sabotare mille chilometri di reteDal 2 dicembre gli atti terroristici contro le strutture dell'Alta velocità sono aumentati esponenzialmente. Una vera e propria escalation di violenza che ha portato all'attacco di oggi. Renzi minimizza: "Non è terrorismo". Ma Alfano assicura: "Non ci faremo intimidire"

    Andrea Riva

    L'allarme riguardante possibili attacchi No Tav contro strutture ferroviarie legate all'alta velocità è noto già da un mese. Lo scorso novembre, il prefetto Carlo De Stefano, come scrive l'Huffington Post, si era detto molto perlesso "di fronte alla decisione della Corte d'Assise di Torino di condannare i quattro militanti No Tav ma di non riconoscere alle loro azioni contro i cantieri dell'Alta velocità l'aggravante del vincolo e della finalità del terrorismo". L'incendio alla stazione centrale di Bologna rappresenta un vero e proprio cambio di passo degli antagonisti. Si sono organizzati e, soprattutto, si sono riuniti. Come racconta una voce dell'intelligence sentita dall'Huffington, "c'è stata una chiamata all'azione a tutti i comitati del No. No Tav ma anche No Muos e tutti quei comitati che dal sud al nord, al di là di ragioni e punti di vista anche legittimi, sono alibi perfetti per consentire a soggetti di area anarchica di fare massa critica intorno ad alcuni temi tipici dell'antagonismo, del ribellismo e della disobbedienza sociale".La modalità di attacco dei No Tav richiama la "Campagna Santa Klaus" del Natale 2003, quando gli anarchici spedirono buste cariche di esplosivo alle istituzioni da loro ritenute ostili: i vertici politici dell'Europa, la Bce e la commissione presieduta da Romano Prodi. Già nel 2003 la rete terrostica agì sfruttando la tratta Firenze-Bologna-Milano-Torino.Ed è proprio da Firenze che i No Tav hanno cominciato a sabotare la linea dell'Alta velocità. Il 2 dicembre scorso, in un cantiere nei pressi della stazione di Campo di Marte viene ritrovata una bottiglia incendiaria. Il 18, invece, vengono ritrovate due bottiglie incendiarie sulla linea Milano-Torino e il 21 due bottiglie piene di liquido infiammabile vengono sistemate fuori dalla galleria San Donato-Rovezzano, a 11 km da Firenze.
    Una vera e propria escalation di violenza, che è stata così bollata dal ministro degli interni Angelino Alfano: "Chi si oppone all'alta velocità sappia che non intimidirà lo Stato italiano. Il nostro governo e il nostro Paese non hanno paura, hanno deciso democraticamente di realizzare un'opera che sarà realizzata. Non ci faremo intimidire". Eppure il premier Matteo Renzi continua a dire che non si tratta di terrorismo...????????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NOTAV elettori di Pd Sel e M5S ...

      Elimina
  45. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/25/pd-un-anno-di-guai-giudiziari/1078144/

    Il Pd e i suoi guai giudiziari.

    RispondiElimina
  46. http://tuttoggi.info/pacchi-polemici-di-casapound-sotto-lalbero-di-piazza-matteotti/250641/


    PACCHI “POLEMICI” DI CASAPOUND SOTTO L’ALBERO DI PIAZZA MATTEOTTI A CITTÀ DI CASTELLO.

    Ognuno dei 5 "regali" simboleggia un problema che affligge la città.

    Il movimento punta il dito contro la gestione del sindaco.

     25 DICEMBRE 2014
    Cinque piccoli pacchi, ieri pomeriggio, sono apparsi sotto il mega albero luminoso di Piazza Matteotti a Città di Castello. Babbo Natale è forse passato in anticipo? Assolutamente no. I “doni” in questione, infatti, non sono che semplici “regali polemici” dei militanti di Casapound che, secondo quanto riportato dalle singole diciture, simboleggiavano ognuno un diverso problema della città: “degrado”, “scuola”, “sanità”, “lavoro” e “immigrazione”.

    “Dall’operazione Mare Nostrum - precisa Casapound in una nota - il sindaco ci regala per Natale un nuovo flusso di immigrati alloggiati a spese di una città che già soffre per via della crisi. Nella zona ci sono molte famiglie italiane senza dimora e in grave emergenza economica. La Val tiberina è famosa per l’alta concentrazione di giovani disoccupati e la zona non offre alcuna possibilità di accesso al lavoro, nemmeno ai laureati”.
    Tra le altre critiche c’è quella mossa ad un centro storico in cui “le attività stanno morendo una dopo l’altra” e dove “vengono organizzate poche manifestazioni solo in determinati mesi, lasciando la città abbandonata a se stessa per il resto dell’anno”.
    “Inoltre – conclude la nota del movimento –due giovani su tre sono a casa con i genitori non potendosi permettere una casa propria nemmeno in affitto. Le prestazioni sanitarie sono infine peggiorate drasticamente, lunghissime sono le attese per visite e pronto soccorso e totale la confusione all’arrivo del malato in ospedale.”


    Davide Baccarini
    castello@tuttoggi.info

    RispondiElimina
  47. http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/11736320/Il-sindaco-di-Padova-Bitonci-cancella.html


    BITONCI SINDACO CHE AIUTA GLI ITALIANI

    RispondiElimina
  48. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/13/padova-bitonci-raccoglie-soldi-per-rimpatriare-gli-immigrati/1075312/


    Idea parzialmente Buona visto che quelli possono sempre ritornare ed il loro impegno di non tornare non li vincolerebbe legalmente e potrebbero essere soldi buttati al vento.
    Apprezzo comunque la buona volontà di Bitonci che ha ereditato una amministrazione Zanonato che aveva fatto degradare la città del Santo Antonio da zingari predoni e da vucumpra' clandestini vendimerda cinese e spacciatori.
    Bravo il sindaco leghista in gamba.

    RispondiElimina
  49. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/24/le-bombe-dei-bravi-ragazzi/1078267/



    GUAI A PENSARE CHE LA MAGISTRATURA STRIZZI L'OCCHIO ALLA SINISTRA AL GOVERNO..!!!!!
    È SUFFICIENTE LEGGERE L'ARTICOLO DI CUI AL LINK PER AVERNE UN'IDEA.

    RispondiElimina
  50. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/26/sicilia-sardegna-e-campania-ci-costano-piu-del-resto-ditalia/1078444/


    E poi dicono che la Lega ha torto quando accusa le amministrazioni regionali da Lazio in giù di ruberie e parassitismo gigantesco.

    RispondiElimina
  51. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/26/il-liverpool-scarica-balotelli-non-e-adatto-al-nostro-gioco/1078439/


    E questo sarebbe il nuovo italiano che dà prestigio alla Nostra Nazione nel mondo.?????

    Ma vada a zappare che è meglio.
    Levargli la cittadinanza per indegnità! !!!!!!

    RispondiElimina
  52. http://www.liberoquotidiano.it/news/sfoglio/11736847/Ida-Magli---L-Europa.html

    L'ACCUSA DELL'ANTROPOLOGA

    Ida Magli: "L'Europa è un continente inventato, è il trionfo della massoneria"

    27 dicembre 2014
    Nel 2015 compirà 90 anni, gli ultimi 20 passati ad attaccare l'idea e la realizzazione dell'Europa unita. Lei è Ida Magli, la celebre antropologa che 17 anni fa, con il saggio Contro L'Europa,suscitò parecchio scalpore. Ora torna a ribadire le sue accuse in una lunga intervista concessa ad Italia Oggi. C'è chi considera la Maglia una Cassandra, chi invece - per mutuare un termine renziano - una sorta di gufo. Di sicuro, lei, le idee le ha chiare. Tempo fa la Magli chiedeva a gran voce lo stop all'unificazione, ma "oggi - spiega - è difficile. A causa dell'ignoranza tecnica dei politici che, mi creda, è brutale". Secondo l'antropologa, infatti, "c'è un'indifferenza a qualsiasi fatto che possa far ripensare a quello che hanno progettato. Sento citare di nuovo Romano Prodi", ossia "il responsabile del nostro ingresso nella moneta unica". E oggi, continua, "con l'euro siamo tutti più poveri".

    Progetti sbagliati - La Magli, prima ancora che contro la moneta unica, puntava il dito contro il concetto di Europa unita "perché era un progetto sbagliato. L'Europa è giunta a essere quella che è per la storia delle varie nazioni che la compongono". E ancora: "Il punto è che non esiste un'idea di Europa. Guardi, ho fatto tante ricerche ma non ho mai trovato il delinearsi di un popolo europeo". L'unificazione, insomma, è stata un errore poiché "non era possibile farla se non perdendo tutte le ricchezze europee". La Magli prosegue: "Si pensa di poter fare l'unità così. Così come si è pensato di fare lo stesso con la moneta unica, dimenticando che la moneta è lo strumento di un popolo e non la si può imporre fuori dall'economia dei singoli Stati".

    Massoneria - La Magli, quindi, nell'intervista ritorna su uno dei concetti che più le stanno a cuore, ossia l'idea che l'Europa unita altro non si che un progetto massonico. "Certo - rincara - e ora c'è un libro di un massone, Gioele Magaldi,che lo conferma. L'ho letto e riletto". L'antropologa spiega: "La tesi è la seguente: la massoneria ha vinto, tutti i suoi progetti sono stati realizzati, ora esca allo scoperto e lavori con trasparenza". Una massoneria che per la Magli passa da Romano Prodi e fino ad arrivare a Matteo Renzi e alle sue riforme, imposte dall'Europa e che si rivelano un male per l'Italia: "Le faccio un esempio, tratto dalla Legge di stabilità: la depenalizzazione di alcuni reati". Per la Magli "si vuole l'imbarbarimento degli italiani, dei belgi, degli inglesi".

    Pagelle ai politici - Nell'ultima parte della lunga intervista, dopo l'esplicita stroncatura del premier Renzi, l'antropologa anti-Europa unita dà le pagelle ai politici dell'Italia di oggi. Si parte da Silvio Berlusconi, che "vuole salvare se stesso e s'è messo a praticare le larghe intese, che sono la fine della democrazia". Quindi Beppe Grillo: "All'inizio ci contavo, e invece... Invece si barcamenta pure lui: oggi dice una cosa, domani un'altra. Ecco su di lui mi sono sbagliata". E Matteo Salvini? "Forse ha delle idee, forse. Ma ha anche una presunzione tale che realizzarle sarà difficile". Del tipo? "La conquista del Sud, l'uscita dall'euro. E poi di Salvini ho avuto la misura quando si è messo a nudo...".

    RispondiElimina
  53. http://www.notav.info/

    Il sito dei terroristi antagonisti eversivi tanto cari a M5s e Sel e sinistra Pd. ..
    Infatti possono scrivere liberamente le loro teorie sovversivi senza problemi.

    RispondiElimina
  54. http://www.notav.info/post/imposimato-sono-stretegia-della-tensione-per-criminalizzare-i-movimenti-no-tav/

    Un ex magistrato che prende le difese di terroristi condannati e ne esclude la responsabilità per addossarla ad altri..???????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://www.iltempo.it/mobile/cronache/2014/12/28/no-tav-scatenati-attentati-ovunque-1.1361924


      Imposimato faceva bene a non dire stronzate di piaggeria opportunista.
      Gli attentati a Firenze Bologna e altrove sono opera dei terroristi NOTAV protetti dalla sporca politica di sinistra.
      Si legga questo articolo il Sig. ex giudice così apprenderebbe che i suoi amici non demordono e preparano altri attentati terroristici.

      Elimina
    2. http://www.iltempo.it/mobile/cronache/2014/12/28/no-tav-scatenati-attentati-ovunque-1.1361924


      28/12/2014, 07:04

      No Tav scatenati:

      «Attentati ovunque»

      La Procura di Bologna indaga sui messaggi in rete dei gruppi anarchici. «Sabotare è facile e alla portata di tutti. Non occorre andare in Piemonte»

      Sabotare le linee ferroviarie dell’Alta velocità, ovunque essa si trovi, per uscire dai confini della Val di Susa e estendere lo scontro all’intero Paese. Dopo l’attentato alla stazione di Bologna, avvenuto martedì scorso, gli anarchici alzano il tiro.

      Sui siti d’area, secondo quanto rivelato dalla Procura del capoluogo emiliano, dopo il 23 dicembre è stato pubblicato un articolo in cui il fermento negli ambienti antagonisti, riconducibili appunto all’area anarchica, per gli attentati al Tav suona quasi come una rivendicazione. «Il Tav è ovunque, purtroppo. Chi vuole opporsi al Tav lo può fare dappertutto, non occorra che vada in Piemonte - si legge nel post - Il Tav è ovunque e lo è da molti anni ormai. E da molti anni e dappertutto è anche la possibilità di colpirlo - prosegue l’articolo - il Tav è ovunque e sabotarlo è facile e alla portata di tutti gli ardiri e gli ardori. Ciò che sta accadendo in questi ultimi giorni ne è l’ennesima riprova». Parole di fuoco, dunque, già annotate dalla Digos e che non lasciano sperare nulla di buono. «Per la qualificazione giuridica la Procura ha già fatto le sue valutazioni», ha detto il sostituto procuratore di Bologna Valter Giovannini.
      ....................... continua.......%....

      Elimina
    3. http://www.iltempo.it/mobile/cronache/2014/12/28/e-caselli-spara-a-zero-contro-i-collaborazionisti-1.1361846

      28/12/2014, 06:34

      E Caselli spara a zero contro i collaborazionisti
      È lui, il loro «nemico».
      Tanto più pericoloso perché inquadrato, in una certa letteratura, come una toga rossa. E per ciò visto come un traditore dell’Ideologia. L’ex procuratore di...È lui, il loro «nemico». Tanto più pericoloso perché inquadrato, in una certa letteratura, come una toga rossa. E per ciò visto come un traditore dell’Ideologia. L’ex procuratore di Torino, Gian Carlo Caselli, ha coordinato le indagini sugli attentati in Valsusa che, appena pochi giorni fa, hanno portato alla condanna a tre anni e sei mesi per quattro attivisti e all’assoluzione, però, dall’accusa più grave di terrorismo.
      Un’inchiesta che lo ha fatto finire in rotta di collisione con l’intera sinistra pensante che perdona e giustifica questi attacchi. «Vi sono pezzi consistenti della cultura, dell’informazione e della politica che trattano coloro che commettono illegalità e violenze... alla stregua di discoli o monelli un po' esuberanti che alla fine tutto sommato non commettono nulla di grave, per cui vanno capiti e perdonati», ha scritto il magistrato in un intervento sul «Fatto quotidiano» di ieri per ribadire ancora una volta il suo richiamo al rischio di un ritorno agli anni di piombo.
      Chi siano questi collaborazionisti non è difficile individuarli: sono coloro che, dopo gli arresti che hanno scoperchiato il pentolone delle violenze di piazza di matrice anarchica, si sono schierati dalla parte del popolo No Tav:
      1) dallo scrittore Erri De Luca (che ha appoggiato apertamente i sabotaggi come forma legittima di lotta, finendo sotto processo per istigazione a delinquere)
      2) alla comica Sabina Guzzanti,
      3) all’attore Valerio Mastandrea
      4) al filosofo Gianni Vattimo.

      I quattro raid contro le linee ferroviarie dell’ultimo mese (a Bologna è storia di qualche giorno fa) offrono l’occasione a Caselli di specificare che «non fare i conti con la realtà dei fatti e non avvertirne la pericolosità crescente» per «inseguire ambigue tesi giustificazioniste» significa solo «gettare benzina sul fuoco» col rischio di «attizzare azioni sempre più violente».

      «Praticare illegalità e violenza per impedire ciò che è stato deciso secondo le regole della comunità nazionale ed europea significa porsi fuori dalla democrazia - scrive ancora riferendosi alle opere in Piemonte bersagliate dai ribelli -Tanto più se si assalta un cantiere mettendo a repentaglio la sicurezza di onesti operai che vi lavorano per guadagnarsi la pagnotta. Se questa è democrazia, vanno riscritti i testi di diritto costituzionale».

      Se questa è la sinistra, insomma.

      Elimina
    4. http://www.iltempo.it/mobile/cronache/2014/12/28/e-caselli-spara-a-zero-contro-i-collaborazionisti-1.1361846

      .............................................................

      Chi siano questi collaborazionisti non è difficile individuarli: sono coloro che, dopo gli arresti che hanno scoperchiato il pentolone delle violenze di piazza di matrice anarchica, si sono schierati dalla parte del popolo No Tav:
      1) dallo scrittore (??) Erri De Luca (che ha appoggiato apertamente i sabotaggi come forma legittima di lotta, finendo sotto processo per istigazione a delinquere)
      2) alla comica(???) Sabina Guzzanti, 3) all’attore(???) Valerio Mastandrea
      4) al filosofo(???) Gianni Vattimo.



      TENIANO A MENTE QUESTI NOMI DI IDEOLOGI MORALI DEI TERRORISTI NOTAV ANTAGONISTI :

      1) DE LUCA Erri
      2) GUZZANTI Sabina
      3) MASTANDREA Valerio
      4) VATTIMO Gianni

      Individui dal pensiero morale discutibile che la SOCIETA' CIVILE dovrebbe mettere all'indice per sempre assieme a Saviano e Fo..!prrr

      Elimina
  55. http://www.loccidentale.it/node/136076


    Sabato 27 Dicembre 2014

    Giù le mani dal Presepe, simbolo della nostra identità.

    Come ogni Natale, si presenta il consueto dilemma: presepe sì, presepe no. Una questione a dir poco imbarazzante per chi la agita e che ricorda l'altra assurda controversia sulla presenza dei crocifissi nelle scuole. Ormai da molti anni, specialmente dagli ambiente di sinistra, il presepe viene giudicato infatti inopportuno in luoghi pubblici ed istituzionali, e tra questi, appunto, ci sono le scuole dove ormai si è aperta una vera e propria battaglia in difesa di simboli che rappresentano la nostra fede, storia e tradizione. Ci si vuole difendere cioè da un laicismo non sempre limpido che di fronte alle altre culture preferisce seppellire il proprio presente e la propria storia invece di condividerli.
    Il presepe, di per sé, può non rappresentare nulla per molti e incarnare tanto per altri, ma è un simbolo che contraddistingue la nostra terra, che spiega perché siamo tra i paesi più accoglienti al mondo, l'umanità del nostro popolo. Il presepe racconta la Sacra famiglia, cardine della società occidentale per secoli. Incarna la mitezza, la nascita della vita umana, della Misericordia e della Carità. Testimonia il Natale che di fatto, fino a prova contraria, festeggia la nascita di nostro Signore. E' un richiamo fortissimo alla tradizione umana e divina.
    Non si capiscono bene allora quali siano le motivazioni di chi vi si oppone, come certi giornalisti e politici accondiscendenti che amano cimentarsi in ardite elucubrazioni proponendo di chiudere il presepe "nelle case e nelle chiese", perché simbolo di un'identità che non rispetta le altre culture. Il presepe diviene quindi una sorta di affare di stato, un pericolo pubblico capace di turbare gli ignari bambini, ma è evidente che siamo nel regno della propaganda e che non si può rinunciare senza battere ciglio a uno dei nostri simboli di fede e culturali più importanti. Pertanto l'augurio rivolto ai contestatori è quello di fare una seria riflessione attorno ai pupi e alla capanna, in vista del Natale potrebbe portargli almeno un po' di pace e serenità.

    RispondiElimina
  56. http://www.ilcorrieredelleregioni.it/index.php?option=com_content&view=article&id=5103:bambini-uccisi-da-nuovi-erode&catid=70:chiesa-cattolica&Itemid=96


    BAMBINI UCCISI DA NUOVI ERODE

    Troppi bambini perseguitati e uccisi dai nuovi Erode. Il mio pensiero ha detto Francesco va a tutti i bambini oggi uccisi e maltrattati che lo sono prima di vedere la luce seppelliti nell’egoismo di una cultura che non ama la vita.In questi giorni di festa di Natale, non ci sono solo i regali, o i doni, ma anche le lacrime. Lo ricorda in tre momenti, il Santo Padre, Papa Francesco, facendo esplicito riferimento ai vari conflitti nel mondo, ma in particolare, ai tanti, troppi cristiani discriminati, perseguitati e uccisi. Il 1° momento di riflessione lo troviamo nella lettera ai cristiani del Medio Oriente del 21 dicembre, dove “alle note dei canti natalizi si mescoleranno le lacrime e i sospiri”. Tribolazioni e afflizioni si sono rinnovate in questi giorni a causa di quella organizzazione terroristica, di dimensioni inimmaginabili, il califfato dell’Isis, che non risparmia neppure i bambini. Il 2° momento è il 25, giorno di Natale, nel Massaggio Urbi et Orbi, il Papa insiste sulle  “tante lacrime che ci sono in questo Natale insieme con le lacrime di Gesù», a causa di tanti Erode che ancora perseguitano i bambini, cominciando da prima che nascano. Il Papa ha ripetuto che“sono le persone umili, piene di speranza nella bontà di Dio, che accolgono Gesù e lo riconoscono”, mentre tra i potenti di questo mondo spesso prevalgono “l’indifferenza, il rifiuto”. Il rifiuto di Dio e la violenza, tragicamente, colpiscono anche i bambini. “Il mio pensiero”, ha detto Francesco, “va a tutti i bambini oggi uccisi e maltrattati, sia a quelli che lo sono prima di vedere la luce, privati dell’amore generoso dei loro genitori e seppelliti nell’egoismo di una cultura che non ama la vita; sia a quei bambini sfollati a motivo delle guerre e delle persecuzioni, abusati e sfruttati sotto i nostri occhi e il nostro silenzio complice; e ai bambini massacrati sotto i bombardamenti, anche là dove il figlio di Dio è nato”.Il Papa paragona esplicitamente i bambini perseguitati e uccisi alle vittime di Erode:“Ancora oggi il loro silenzio impotente grida sotto la spada di tanti Erode. Sopra il loro sangue campeggia oggi l’ombra degli attuali Erode”. E la denuncia diventa anche preghiera: “Gesù salvi i troppi fanciulli vittime di violenza, fatti oggettodi mercimonio e della tratta delle persone, oppure costretti a diventare soldati; bambini, tanti bambini abusati. Dia conforto alle famiglie dei bambini uccisi in Pakistan la settimana scorsa”.Il Papa è preciso e così fa riferimento ai Paesi dove i bambini - e non solo loro - soffrono: ricorda la “brutale persecuzione”dei cristiani e di altre minoranze religiose in Iraq,Siria,Nigeria “dove altro sangue viene versato e troppe persone sono ingiustamente sottratte ai propri affetti e tenute in ostaggio o massacrate”. Il Papa insiste, Erode c'è ancora dove si uccide, ma c'è anche dove si volta la testa dall'altra parte e si rifiuta di guardare le vittime. Di fronte al Bambino Gesù, Papa Francesco prega perché“con la sua mansuetudine questo potere divino tolga la durezza dai cuori di tanti uomini e donne immersi nella mondanità e nell’indifferenza, nella globalizzazione dell’indifferenza. Che la sua forza redentrice trasformi le armi in aratri, la distruzione in creatività, l’odio in amore e tenerezza”.
    Pertanto occorre rifiutare il modello Erode, in tutte le sue declinazioni e travestimenti, e“riconoscere nel Bambino Gesù, la salvezza donata da Dio a ogni uomo”. Il 3 momento di riflessione papa Francesco lo offre all’Angelus del 26, per la festa di Santo Stefano, il proto-martire. Al martirio fa riferimento il Vangelo di oggi: «Sarete odiati da tutti a causa del mio nome. Ma chi avrà perseverato fino alla fine sarà salvato» (Mt 10,22). Queste parole del Signore non turbano la celebrazione del Natale, - ha osservato il Papa - ma la spogliano di quel falso rivestimento dolciastro che non le appartiene.

    RispondiElimina
  57. http://www.antoniosocci.com/2014/12/lo-strano-natale-2014-con-i-martiri-ignorati-e-abbandonati-e-benigni-come-papa/


    Quel buffone di Benigni a prendere in giro la nostra festa principale Cattolica...!!!!!!
    E Papa Francesco che viene indotto a telefonare per congratularsi..!!!!!!!!!!!!!!
    A quando una serata allegra e scherzosa con maometto e le sue 70 vergini in attesa nel paradiso islamico di ogni buon jahadista. ????

    RispondiElimina
  58. INTERESSANTE LEGGERE L'ARTICOLO

    http://www.antoniosocci.com/libri/non-e-francesco/


    Non è Francesco

    Mentre la Chiesa vive un periodo storico drammatico, di crisi interna e di violento attacco ai cattolici nel mondo, in Vaticano continua un’inedita «convivenza di due Papi» su cui nessuno ha avuto ancora il coraggio di riflettere.
    Lo fa, in questo libro, Antonio Socci, chiedendosi quali sono i motivi tuttora sconosciuti della storica rinuncia di Benedetto XVI e se si tratta di vera rinuncia al Papato, dato che i canonisti cominciano a sollevare gravi dubbi.
    Domande che adesso s’intrecciano con quelle relative al Conclave del 13 marzo 2013 che, secondo la clamorosa ricostruzione dell’autore, si sarebbe svolto in violazione di alcune norme della Costituzione apostolica Universi Dominici Gregis, cosa che automaticamente rende nulla e invalida l’elezione stessa del cardinale Jorge Mario Bergoglio.
    L’interrogativo su chi è il vero Papa (ovvero se c’è bisogno di un nuovo Conclave) irrompe in un momento in cui nella Chiesa si stanno verificando fratture drammatiche e si annunciano eventi clamorosi. Chi può tenere il timone?
    Era piaciuto a tanti l’esordio di Francesco. Sembrava un ritorno alla semplicità evangelica. Purtroppo oggi i fedeli delusi sono moltissimi. Ci si aspettava una ventata di rigore morale nei confronti della «sporcizia» (anche del ceto ecclesiastico) denunciata e combattuta da Ratzinger.
    Ma come va interpretato il segnale dato dal nuovo Pontificato al mondo, di lassismo e di resa sui principi morali? E l’arrendevolezza nei confronti di ideologie e forze anticristiane, anche persecutrici? E le traumatiche rotture con la tradizione della Chiesa?
    Molti fatti soprannaturali, dalle apparizioni di Fatima alla visione di Leone XIII, alle profezie della beata Anna Caterina Emmerich sull’epoca dei «due Papi», sembrano concentrarsi sui giorni nostri annunciando eventi catastrofici per il Papato, per la Chiesa e per il mondo. Sono ineluttabili o si può ancora imboccare un’altra strada? E con quale Papa.

    RispondiElimina
  59. http://m.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/VATICANO/ali_agca_tomba_giovanni_paolo_ii_fiori_espulso/notizie/1087770.shtml

    UN CRIMINALE ATTENTATORE GRAZIATO DA CIAMPI PUÒ IMPUNEMENTE RIENTRARE
    CLANDESTINAMENTE IN ITALIA ED ENTRARE IN VATICANO E DEPORRE DEI FIORI ALLA TOMBA DI PAPA WOITYLA CON ACCANTO QUALCUNO CHE LO FILMA E POI SUCCESSIVAMENTE FARSI INTERVISTARE IN VIDEO A PIAZZA SAN PIETRO DA ADNKRONOS CON FARE RILASSATO SENZA CHE ALCUNA TELECAMERA DI FINTA/SORVEGLIANZA LO IMMORTALI E FAR SCATTARE BLITZ DI POLIZIA.
    SE POI ALI' AGCA VIENE IDENTIFICATO SOLO PERCHE SI RIVOLGE AI GENDARMI VATICANI PER CHIEDERE DI PARLARE CON PAPA FRANCESCO ALTRIMENTI SAREBBE RIMASTO A ROMA PER TUTTO IL TEMPO CHE CAZZO GLI PAREVA.
    PREMESSO TUTTO CIO' APPARE EVIDENTE CHE LE NORME DI SICUREZZA NAZIONALI FANNO CAGARE E IN CASO DI ATTENTATO JIHADISTA DOBBIAMO AFFIDARCI ALLA PIETA' DEL NOSTRO DIO CATTOLICO PER EVITARE STRAGI UMANE E DANNI INCALCOLABILI.
    ECCO PERCHE' PIAN PIANO SI STA DIFFONDENDO IL TERRORE E QUALCUNO POTREBBE GIÀ AVERE PENSATO DI ARMARSI PER DIFENDERE LA PELLACCIA DA QUEI CRIMINALI SEGUACI DI MAOMETTO E DEL CALIFFO AL/BAGHDADI.
    MA ALLA TV NESSUNO DEI VIP POLITICI DELL'ERA ANTIBERLUSCONIANA HA SENTITO IL DOVERE DI INTERVENIRE POICHÉ TUTTI PRESI DALLE FIORENTI ATTIVITA' DEL BUZZI DI QUARTIERE COME DA DECENNI A QUESTA PARTE...!!!!!!!!

    MALEDETTI TRADITORI E INCAPACI EUNUCHI. .......SI FOTTANO...!!!!!!!

    RispondiElimina
  60. http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/10/14/oligarchi-rossi-che-giocano-in-borsa-con-soldi-della-coop/738290/

    RispondiElimina
  61. http://m.ilmessaggero.it/foto/fiumicino_celebrate_le_prime_nozze_gay_foto_ippoliti_86140.shtml#1

    ILLEGALITA'ANTICOSTITUZIONALE AL COMUNE DI FIUMICINO COL SINDACO ESTERINO MONTINO.
    COME MAI IL PREFETTO PECORARO NON INTERVIENE A INVALIDARE QUESTA PAGLIACCIATA TIPO GAYPRIDE? ??
    IL SINDACO ALL'EPOCA ERA VICE DEL DEPRAVATO MARRAZZO E LO DIFESE A SPADA TRATTA.
    EVIDENTEMENTE A QUESTO TIPO LE COSE NATURALI FANNO SCHIFO!!!!!!
    FINIRA' PRIMA O POI QUESTO DEGRADO DEI COSTUMI DI QUESTA SOCIETA' E SPERIAMO NON DEBBANO ESSERE GLI INTOLLERANTI E TAGLIAGOLE ISLAMICI NOTORIAMENTE ""SUPEROMOFOBI"".....!!!!!!!

    RispondiElimina
  62. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/28/non-mandate-al-colle-lennesimo-servo-di-bruxelles/1078950/


    ARTICOLO MAGNIFICO DELLA MITICA IDA MAGLI. ..
    DA LEGGERE PER FORZA E POI BATTERLE LE MANI.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. STUPENDO ARTICOLO. ..
      STUPENDA PATRIOTA

      Elimina
  63. http://www.iltempo.it/mobile/esteri/2014/12/29/fumata-nera-atene-verso-le-elezioni-anticipate-1.1362349


    SE IN GRECIA VINCE LA SINISTRA IL POPOLO SARÀ FOTTUTO E MASSACRATO COME CAPITANDO IN ITALIA.
    IL LUPO PERDE IL PELO MA NON IL VIZIO E I COMUNISTI NELLA STORIA DEI POPOLI È SEMPRE STATO UN FLAGELLO DEL DEMONIO.
    LA ESTREMA SINISTRA IN GRECIA FA FINITA DI STARE DALLA PARTE DELLA GENTE INVECE IN CASO DI VITTORIA INIZIALMENTE FARA' PROCLAMI ROBOANTI COME FECE DA NOI BEPPE GRILLO CON M5S SALVO POI FARE LA STAMPA L LA INGNOBILE AI PIDDINI VENDUTI ALLA MERKULONA.
    TRADIRE VERGOGNOSAMENTE I CITTADINI ELETTORI È NEL DNA DEI COMUNISTI E DA NOI SEL STA DALLA PARTE DEL PD IN CUI LA CORRUZIONE POLITICA È NORMALE.

    SOLO UN GOVERNO DI DESTRA E NAZIONALISTA PUÒ RISOLLEVARE LE SORTI DELLA GRECIA E DELL'ITALIA.

    RispondiElimina
  64. http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/02/17enne-transgender-suicida-lettera-daddio-contro-i-genitori-vi-prego-cambiate-la-societa/1079794/


    I genitori hanno agito secondo coscienza e potestà genitoriale e io non li condanno.
    Il ragazzo ha dimostrato debolezza caratteriale tipica dei DIVERSI che non sono né carne né pesce ma non vogliono essere curati per essere sessualmente quelli che sono fisicamente.
    Al di là di questo episodio triste c'è da registrare in Italia un comportamento ideologico deprecabile della lobbie gay che vorrebbe il moltiplicarsi degli omosessuali mediante pratiche violente contronatura sui bambini in crescita per sconvolgere la loro sessualità e renderli delle future larve manopolabili.

    RispondiElimina
  65. http://www.liberoquotidiano.it/news/esteri/11738540/Pegida-di-Bachmann-sfida-la-Merkel.html


    I PATRIOTI TEDESCHI CHE SI BATTONO CONTRO LA ISLAMIZZAZIONE DELLA GERMANIA E DELLA EUROPA IN GENERALE SONO DEGLI IDENTITARI DI CUI ANDARE FIERI.
    IL LORO LEADER BACHMANN SFIDA LA MERKULONA FORTE DEL 30% DI CONSENSI NAZIONALI.
    IL LAVORO DI DIFESA PATRIOTTICA ED IDENTITARIA SVOLTO DAL ""PEGIDA"" È IDENTICO A QUELLO SVOLTO DA CASAPOUND CHE È RIUSCITA A CONVINCERE LA LEGA DI SALVINI E DI BORGHEZIO A INTRAPRENDERE LA STRADA DELLA DIFESA PATRIOTTICA AD OLTRANZA COMUNICANDO AGLI ITALIANI CHE ALLA LUNGA LA POLITICA DELLA SINISTRA PIDDINA PORTERA' LA NAZIONE ALLA ROVINA.

    RispondiElimina
  66. http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/02/lisis-regala-alle-madri-un-manuale-per-crescere-il-terrorista-perfetto/1079769/


    ANCHE NOI DOVREMMO EDUCARE I NOSTRI RAGAZZI ALLE ARTI MARZIALI E ALLA DISCIPLINA COME SI FACEVA IN PASSATO CON OBBIETTIVI PATRIOTTICI.....

    VOLERE È POTERE

    RispondiElimina
  67. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2015/01/03/lussemburgo-primo-matrimonio-gay_9623017d-f3b3-4031-8472-7cafe722e022.html



    Il premier del Lussemburgo ricchione significa che i cittadini di quello stato si sono "nfrociati" e questo è un fatto assolutamente negativo in quanto la Storia e la cronaca di tutti i giorni insegnano che i proci ritengo fondatamente che siano capaci di nefandezze perché soggetti ad attacchi compulsivi di natura omosessuale.
    Sottovalutare questo gravissimo rischio fa il paio con coloro i quali sostengono che le droghe ""leggere"" non fanno male alla salute ed invece non è così.
    Junker d'altronde è uno psicopatico antinazionalista che non sta certo facendo cose egregie considerato che predica bene e razzola male sollecitando correttezza e rispetto delle norme statuali europee da parte di quegli Stati stupidi che hanno aderito in modo supino alla UE e poi il Lussemburgo stesso è un paradiso fiscale e adesso omosessuale.
    Purtroppo ritenere ""normale" il matrimonio tra checche e la possibilità per loro di adottare bambini significa andare CONTRONATURA e sfidare le leggi della biologia animale con risultati disastrosi.
    Il tempo è galantuomo e saprà mettere le cose secondo legge naturale nel rispetto della famiglia tradizionale.

    RispondiElimina
  68. Lobby gay che non fa presagire nulla di buono per il futuro di questa disastrata europa.


    http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2015/01/03/lussemburgo-primo-matrimonio-gay_9623017d-f3b3-4031-8472-7cafe722e022.html


    Lussemburgo: primo matrimonio gay
    E' il 12esimo paese europeo dopo ok legge a giugno


    03 gennaio 2015

    Al via le nozze omosessuali in Lussemburgo. Due uomini sulla sessantina sono stati i primi ad unirsi in matrimonio, nel comune di Differdange, il primo gennaio, data dell'entrata in vigore della legge. Il Lussemburgo è diventato il dodicesimo Paese europeo in cui si può celebrare il matrimonio gay dopo l'ok in parlamento a giugno che autorizza anche le adozioni di minori. Di tradizione profondamente cattolica, e' guidato da un premier liberale, Xavier Bettel, dichiaratamente omosessuale.
       

    RispondiElimina
  69. http://www.iltempo.it/mobile/economia/2015/01/03/der-spiegel-quot-si-di-berlino-alla-grecia-fuori-dall-euro-quot-1.1363750


    GATTA CI COVA.
    CHISSÀ QUALI SONO GLI SCOPI RECONDITI DELLA TROIKA MERKELIANA A SEGUITO DI QUESTA DICHIARAZIONI UFFICIALE.
    FINO A QUALCHE SETTIMANA ADDIETRO SI DICEVANO COSE DIFFERENTI E NON ESCLUDO CHE ABBIA IL FINE DI CREARE CONFUSIONE TRA L'ELETTORATO GRECO PER INDURLO A FARE ALTRE SCELTE.
    STAREMO A VEDERE COME EVOLVERANNO GLI EVENTI.

    RispondiElimina
  70. http://www.lastampa.it/2015/01/04/italia/politica/lespulso-dal-ms-disponibile-a-votare-il-successore-di-napolitano-insieme-al-pd-b8nNCnWlKY2loF7LOkDIQP/pagina.html




    QUEL BUFFONE DI GRILLO I COMPONENTI DEL SUO PORCILAIO LI VOLEVA CON QUESTE CARATTERISTICHE:

    1) LECCACULO
    2) VOLTAGABBANA
    3) INCOERENTI
    4) ARRIVISTI
    5) STRAFOTTENTI
    6) ESTREMISTI DI SINISTRA
    7) INCOMPETENTI
    8) ANTITALIANI
    9) AMICI DI NOTAV/ZINGARI/CLANDESTINI/
    FILOISLAMICI/3SCIMMIETTE. ..

    SI STANNO RIVELANDO TUTTI COSÌ E PIANO PIANO STANNO ABBANDONANDO I L MOVIMENTO CHE È SERVITO SOLO PER INGANNARE GLI ELETTORI E RACCOGLIERE QUANTI PIÙ PARLAMENTARI POSSIBILI DA FARE TRANSITARE NEL PD O NEL GRUPPO MISTO PRONTI A SALIRE SUL CARRO DEI VINCITORI ANCHE SE NEL PD L'ALIQUOTA DI CORROTTI È ABBASTANZA ELEVATA. ...MA NON IMPORTA ......CONSIDERATO CHE LA MAFIA È UN PARTNER CON CUI SI FA UN BEL BUSINESS.
    QUEI COJOTES CHE HANNO DATO ALLE POLITICHE IL VOTO A M5S SONO STATI DOPPIAMENTE MOLTO INGENUI IN QUANTO LO HANNO CONFERMATO ALLE EUROPEE SUCCESSIVE CREANDO DI FATTO UNA MAGGIORANZA INCOSTITUZIONALE.
    IL PARLAMENTO DEVE ESSERE COMPOSTO DA MAGGIORANZA E MINORANZA E QUANDO LA OPPOSIZIONE SI SCHIERA CON LA MAGGIORANZA NON FA ALTRO CHE TRADIRE IL VOTO DEGLI ELETTORI E PERTANTO LE CAMERE PARLAMENTARI ANDREBBERO SCIOLTE DA UN VERO ED IMPARZIALE E DEMOCRATICO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PER CONSENTIRE AL POPOLO TRADITO DI CACCIARE VIA I VOLTAGABBANA ED E LEGGERE GENTE ONESTA E COERENTE.
    CHE I PARLAMENTARI NON ABBIANO VINCOLO DI MANDATO E POSSANO FARE DI FATTO IL COMODO LORO È SCORRETTO ED ILLEGALE.

    RispondiElimina
  71. http://www.zoomsud.it/index.php/flash-news/76172-lamezia-gianturco-casapound-calo-demografico-preoccupante.html


    LUNEDI', 5 GENNAIO 2015

    LAMEZIA. Gianturco (CasaPound): calo demografico preoccupante.

    03 Gennaio 2015


    “Dati Istat preoccupanti. A Lamezia insiste un forte calo demografico a causa di un’amministrazione lontana dalle reali necessità delle famiglie. Nell’ultimo anno sono nati ben 164 bambini in meno. Dal secondo mandato di Giunta Speranza, abbiamo perso lo 0,3% di nascite. Questi dati certificano il fallimento del centrosinistra lametino e di tutto il consiglio comunale. Per fermare questo trend negativo e invertire la rotta, urge incentivo alle famiglie”. A dichiararlo è Mimmo Gianturco, coordinatore regionale di CasaPound Italia.

    “I dati Istat riguardanti le nascite negli ultimi anni – afferma Mimmo Gianturco - hanno evidenziato un tragico trend negativo nella nostra città. Infatti dal 2013 abbiamo oltre 160 nascite in meno. Un calo demografico preoccupante, causato dalla lontananza della Giunta Speranza dalle reali necessità e dai bisogni delle famiglie lametine. Urge un immediato incentivo alle famiglie”.

    “Dal 2005 a oggi – continua il responsabile di CasaPound – anno in cui Gianni Speranza è diventato sindaco, perdiamo circa 200 nascite l’anno. Questi dati certificano il fallimento del centrosinistra lametino e di tutto il consiglio comunale, impegnati a elargire fondi alle solite cooperative dei loro amici, e a dare continuamente sostegno all’immigrazione incontrollata, dimenticandosi delle famiglie e dei giovani lametini che sono privati del loro futuro”.

    “A questo calo di nascite – conclude Gianturco – si aggiunge un aumento di residenti provenienti dall’estero, principalmente da zone extracomunitarie. Denunciamo da tempo che la politica di centrosinistra, vuole privilegiare gli immigrati per speculare sui fondi comunitari, e l’operazione ‘Mafia Capitale’ ne è la prova, ed è arrivato il momento di dire basta a questo sfacelo sociale. I lametini si sveglino prima che sia troppo tardi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottima analisi politica e sociologica da parte del Gianturco che vive in una regione ove il connubio mafia e politica è molto forte.

      Elimina
    2. Veramente basta a questo sfacelo sociale e non soltanto i lametini si devono svegliare.
      Basta disdire il contratto col Pd che si è dimostrato un gestore di servizi mafiosi antisociali e svenduto alla Troika sfasciaitalia.
      Casapound è una organizzazione politico/sociale che ha i mezzi e la preparazione per ben rappresentare i tanti elettori che gli vorranno dare fiducia.
      Hanno dato il voto a quel cantastorie di Grilloxgrulloni...!!!!!!!!!

      Elimina
  72. http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/05/reati-fiscali-caos-sulla-norma-di-battista-tuona-contro-renzi-palazzo-chigi-come-la-camorra/1080319/


    I PENTASTELLATI come questo farloccone del DI BATTISTA tuonano quando possa esserci qualcosa a favore di Berlusconi ma stanno come le 3 scimmiette se malaffare e favoritismi ad personam coinvolgono Pd e Sel come nella inchiesta MONDO DI MEZZO romana......
    Di Battista è quello che doveva andare in Medioriente a dialogare con Al Baghdadi dell'Isis e che difende a spada tratta il Pizzarotti sindaco di Parma che ha sempre dedicato la sua attività di giunta comunale a risolvere i problemi di zingari e clandestini delinquenti e terroristi mandati per fare attentati con bombe se l'italia resisterà alla islamizzazione.
    Questo ultimo pericolo lo hanno prospettato più volte la Fallaci e Cristiano M.Allam e i fatti di questi ultimi mesi hanno dato loro ragione.

    M5s costola del Pd pronto a sostenerlo nella spartizione di poltrone di potere. ....altro che rivoltare il Parlamento come un pedalino......tutte frasi ad effetto per fregare i gonzi nelle urne elettorali...

    RispondiElimina
  73. http://m.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/CRONACA/facebook_gruppo_contro_italiane_rapite_siria_vanessa_greta/notizie/1100334.shtml


    Due FETECCHIOSE indegne vendute ideologicamente ai nemici islamici che a volte non apprezzano e tagliano la gola a questi SMIDOLLATI europei che si annoiano e fanno queste porcate senza rendersene conto.
    Fosse per me avrei già stracciato la scheda anagrafica di nascita italiana di queste due meldose.
    Approvo questa iniziativa su Facebook visto che è palese che si tratta di un falso rapimento concordato per fottere soldi agli italiani con l'aiuto di basisti politici nostrani.
    Spero che un moto di orgoglio faccia naufragare questa estorsione abominevole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io gli manderei a Di Battista e tutti quelli che tifano per i terroristi islamici. ....compresi tanti finti cattolici traditori prezzolati e cagasotto.

      Elimina
  74. http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/06/i-cristiani-dellindia-convertiti-a-forza/1080425/


    IN FUTURO SOPRAVVIVERANNO SOLO GOVERNI NAZIONALISTI E TEOCRATICI COME INDIA/PAESI ARABI/CINA/ I CUI GOVERNANTI SARANNO ESSERE SPIETATI NEI CONFRONTI DEI DIVERSI.
    L'ITALIA SI AVVIA A DIVENTARE UNA COLONIA CHE SARÀ SPARTITA TRA CINA INDIA E PAESI ISLAMICI.
    NON CI DIFENDERANNO I ""DIVERSI"" CHE CONTRONATURA PRETENDONO DI INCARNARE IL NUOVO CHE AVANZA.
    PURTROPPO LA DECADENZA DELLA NOSTRA CIVILTA' È FRUTTO DI FOLLI PROPOSITI DEMONIACI AVVALLATI ANCHE DALLE ATTUALI AUTORITA' CATTOLICHE CHE SEMBRANO CIECHE E INCAPACI DI ARRESTARE LA LOBBY GAY INTERNA CHE BRIGA PER DISTRUGGERE LA NORMALITA' MILLENARIA.

    RispondiElimina
  75. http://it.euronews.com/2015/01/05/germania-il-movimento-anti-islam-pegida-fa-sempre-piu-adepti/


    PEGIDA SIGNIFICA NO ALL'ISLAM CHE È TERRORISTICO OVUNQUE. ....CHECCHE' NE DICANO AUTORITA' CATTOLICHE EUROPEE SCIOCCHE ED INCAPACI DI CAPIRE E ACCETTARE CHE I MAOMETTANI SONO TAGLIAGOLE E INTOLLERANTI PERCHE' VIENE LORO INCULCATO DA BAMBINI CHE SOLO CHI È MUSSULMANO HA DIRITTO DI COMANDARE MENTRE GLI INFEDELI PER SOPRAVVIVERE DEVONO PAGARE DAZIO O CONVERTIRSI...
    SAPRANNO APRIRE GLI OCCHI PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI...????
    TROVO INDECENTE ED ILLEGALE ED ANTIPATRIOTTICO CHE UN VESCOVO DI UNA CITTÀ TEDESCA (CREDO COLONIA O DRESDA ) ABBIA FATTO SPEGNERE LE LUCI DELLA CATTEDRALE AL PASSAGGIO DI UN CORTEO DI PEGIDA RITENUTO RAZZISTA.

    CAZZO.!!!!!..........GLI ISLAMICI UCCIDONO CRISTIANI A MIGLIAIA NEL MONDO E QUEL CAGASOTTO DI ECCLESIASTICO SE LA PRENDE COI TEDESCHI CHE NON VOGLIONO PIÙ ISLAMICI TERRORISTI IN PATRIA. ...
    MA VADA RAMENGO....!!!!!!

    RispondiElimina
  76. http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/06/la-frase-choc-di-giarrusso-bisognerebbe-impiccare-renzi/1080517/


    LA SOLITA MANFRINA PENTASTELLATA CONCORDATA PREVENTIVAMENTE COI PIDDINI SODALI E CHE SERVE A GETTARE FUMO AGLI OCCHI DEGLI ELETTORI GRILLINI CHE ARRETRANO NEI LORO CONSENSI.
    COME AL SOLITO SARÀ DIMENTICATA UFFICIALMENTE IN 48 ORE ANCHE SE CI SAREBBERO GLI ESTREMI PER UNA DENUNCIA PENALE PER MINACCE AD ORGANO DELLO STATO MA VEDRETE CHE NEL PD NESSUNO FARA' NULLA DI CONCRETO.
    IN SEGUITO ASSISTEREMO ALLA VOTAZIONE GRILLINA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA COL VOTO A FAVORE DI UN CANDIDATO PIDDINO COME E' SUCCESSO GIÀ.
    LA SMETTESSERO I CINQUESTELLE DI PRENDERE PER I FONDELLI.

    RispondiElimina
  77. http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/07/i-barconi-vanno-affondati-prima-che-prendano-il-mare/1080603/

    IL FURBASTRO "CICCIOBELLO RUTELLI" A FURIA DI LEGGERE LE INIZIATIVE E LE IDEE DI CASAPOUND E DEI SUOI TANTISSIMI SOSTENITORI HA CAPITO CHE STA CAMBIANDO IL VENTO ED ALLORA CERCA DI ACCREDITARSI COME PALADINO DIFENSORE DELLA PATRIA.
    IL SOLITO BLUFF PAROLAIO CHE NON PRODURRA' NULLA DI CONCRETO IN QUANTO LE SUE AMICHE COOP ROSSE CI CAMPANO COL MALAFFARE DELL'IMMIGRAZIONISMO E PERTANTO SE NON VUOLE RICEVERE ANCHE LUI UN PIZZINO DI AVVERTIMENTO MAFIOSO FAREBBE BENE A RITORNARE NEL DIMENTICATOIO OVE GIACE DALLA BRUTTISSIMA STORIA DEL LADRONE "LUSI" CHE L'AVEVA INUTILMENTE CHIAMATO IN CORREITA' NELLE SUE MILIONARIE RUBERIE MOBILIARI ED IMMOBILIARI.
    MI FA SPECIE CHE QUESTA SCOPIAZZATA ALLA SAVIANO DI RAGIONAMENTI SIANO PUBBLICATI DAL QUOTIDIANO DI BERLUSCONI CHE NON È CERTO DELLA STESSA AREA POLITICA MA SONO ANNI CHE IL RUTELLI GODE DELLA SIMPATIA DEL CAV. TANT'E' CHE LA MOGLIE BARBARA PALOMBELLI PRESENZIA COSTANTEMENTE IN TRASMISSIONI ''MEDIASET''.
    LARGHISSIME INTESE ALLA FACCIA DEGLI ELETTORI ITALIANI ANCORA MOTIVATI DA IDEALI CHE SEMBRANO APPARTENERE ALLA ARCHEOLOGIA DELLA POLITICA..?????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://www.iltempo.it/esteri/2015/01/07/le-nazioni-unite-riscaricano-i-maro-1.1364906


      ITALIETTA NEGLETTA


      SI SENTE SEMPRE PIÙ NOSTALGIA DI QUEL VENTENNIO STORICO IN CUI LA NAZIONE ERA UNA POTENZA STIMATA A LIVELLO INTERNAZIONALE.
      ADESSO È TRATTATA COME UNA COLONIA DA INVADERE E SBEFFEGGIARE PER COLPA DI SCHIFOSI POLITICANTI TRADITORI.

      Elimina
  78. http://www.iltempo.it/mobile/economia/2015/01/07/la-grecia-puo-cambiare-la-storia-europa-ed-euro-rischiano-la-fine-1.1364886

    MI TROVO COSTRETTO A TIFARE PER LA SINISTRA GRECA ANTIEUROPA VISTO CHE LA COALIZIONE DI CENTRODESTRA È FILO EUROPA E QUESTO LO TROVO ASSURDO IN QUANTO TRA GLI IDEALI DI DESTRA CAMPEGGIA LA SOVRANITA' NAZIONALE MA PARE CHE SIA UNA COPIA CONFORME DELLA SCHIFOSA LARGA INTESA ITALIANA PER SCHIAVIZZARE LA PATRIA E SOTTOMETTERLA PER SEMPRE AI VOLERI DELLA TROIKA GUIDATA DA MERKULONA.

    RispondiElimina
  79. Invece di attaccare ferocemente la NULLITA' DEL SUO AMICO SINDACIUCCIO DE MAGISTRIS questo essere senza cuore né dignità si permette di offendere Napoli e la sua storia melodica e la canzone partenopea.
    Non aggiungo altro se non invitare a leggere i commenti dei lettori all'articolo che segue.

    Ringrazio Casapound che mi dà questa opportunità e invio ai militanti impavidi un BUON LAVORO NEL 2015 APPENA INIZIATO.


    http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/06/pino-daniele-tweet-scivoloso-di-gad-lerner/1080476/


    6 Gennaio 2015

    Pino Daniele, tweet scivoloso di Gad Lerner preso di mira per un tweet in cui prende di mira la "retorica della napoletanità"

    Raffaello Binelli

    Per sua stessa ammissione la canzone più bella che aveva scritto era "Napul'è mille culure". Ovviamente al centro c'era lei, Napoli, la sua città. Dove non vive più da anni, questo è vero, ma che così importante era stata per la sua musica e per lui stesso. Oggi, sull'onda dell'emozione che ha attraversato, da Nord a Sud, tutto il Paese, per la prematura scomparsa del grande cantautore, scoppia una polemica che non ha alcun senso ma che trova spazio sui social network. Vediamo subito di cosa si tratta. "La napoletanità - scrive Gad Lerner su Twitter - tracima spesso in una retorica da cui una persona intelligente come Pino Daniele non a caso ha scelto di prender le distanze". Una frase secca, senza troppi giri di parole, che ha scatenato la reazione dei fan di Pino Daniele. Il giornalista punta il dito contro la retorica della "napoletanità". Qualcuno approva, altri (la maggior parte) si scagliano contro Lerner. "Difatti le sue più belle canzoni - ironizza una donna - parlano di Napoli e traboccano di napoletanità. Ma lei che ne può sapere". Un altro follower di Lerner prende le distanze: "La stimo @gadlernertweet, ma il suo modo di lodare Pino Daniele unendosi agli stereotipi antinapoletani, mi risulta offensivo". Qualcuno apprezza e retwitta.



    Commenti

    eras
    Almeno in questo momento poteva stare zitto........

    DIAPASON
    Questo individuo untuoso, ormai dimenticato anche dal suo cane con la retorica e l'ipocrisia se l'e' cavata sino adesso.

    miladicodro
    Brutto presuntuoso personaggio,ogni qualvolta parla o scrive merita calcioni nel deretano. D'altronde dimenticato da tutti coglie queste occasioni per dirci che esiste ancora. Grande cialtrone.

    mina2612
    Concordo con le parole di biasmo di Eras, Diapason e Miladicodro nei confronti di Gad Lerner, e potrei aggiungerne altre. Però il senso di ciò che ha scritto è esatto, anche se avrebbe potuto esprimerlo in un altro momento.

    marione1944
    Questo è convinto di essere l'intelligenza assoluta della sinistra, mentre è solo un'idiota patentato e questo lo dimostra ampiamente.

    mortimermouse
    tipico esempio del ragionamento storto di un PSICOSINISTRONZO....

    antipodo
    Questo individuo bavoso, veramente espressione del brutto, antipatico e nullo,lo pensavo definitivamente nel deminticatoio, che venga sommerso dalle feci di tutti gli umani che in questo momento stanno defecando!

    mortimermouse
    ANTIPODO, eccezionale commento! è quello che ci vuole per quei pezzi di mxxxa della sinistra, come ersola, totonno58, andrea segaiolo, ed altri....

    Ausonio18 ore fa
    non ha tutti i torti ...anche se detto da lui...

    ellebor0
    Povero Gad, le proprie radici non si dimenticano mai, anche quando a volte si critica la propria terra, PER AMORE e non per prenderne le distanze. Lerner, alla fine, per criticare una retorica ne ha usata un'altra, ha sprecato l'ennesima occasione per tacere. Che pena.

    RispondiElimina
  80. L'attentato omicida a Parigi avvenuto alle ore 12,45 odierne circa con decine di morti dentro la sede del settimanale ""CHARLIE HEBDO"" è la dimostrazione della matrice TERRORISTICA DELL'ISLAM che deve essere dichiarato ILLEGALE e bandito dall'occidente e tutti i mussulmani cacciati via dalla Comunità Europea.....Italia in primis .......nonché stracciate tutte le copie di quel libraccio guerriero chiamato corano che va bandito da tutti i luoghi pubblici occidentali.

    RispondiElimina
  81. http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/07/lultima-vignetta-criticava-al-baghdadi/1080673/


    QUEL BASTARDO DEL CAPO TERRORISTA AL BAGHDADI CON CUI VOLEVA ANDARE A DIALOGARE IL PENTASTELLATO DEMENTE DI BATTISTA.....

    RispondiElimina
  82. Tra le diversità di vedute che ho spesso messo in risalto in questo blog è quella relativa all'accettazione in suolo occidentale di ogni forma di islam che è sinonimo di violenza disumana e antidemocratica.

    RispondiElimina
  83. http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/07/lultima-vignetta-criticava-al-baghdadi/1080673/

    7 Gennaio 2015

    L'ultima vignetta criticava al Baghdadi.

    Era contro il leader dello Stato islamico l'ultima immagine postata dal settimanale satirico francese Charlie Hebdo la cui redazione è stata assalita oggi a colpi di kalashnikov

    Giovanni Masini

    Charlie Hebdo è un settimanale satirico francese noto per la sua irriverenza nei confronti della religione e anche dell'Islam. Dando un'occhiata al profilo Twitter della testata, che conta oltre 80000 follower, si nota come l'ultima immagine pubblicata sia una vignetta satirica che sbeffeggia il sedicente Califfo Abu-Bakr Al-Baghdadi, leader dello Stato islamico.Nella vignetta si vede Al Baghdadi che predica dal pulpito in moschea pronunciando la frase: "La salute prima di tutto", mentre la didascalia recita "I migliori auguri" per il nuovo anno. Nel 2006 la rivista era già finita nell'occhio del ciclone (e al centro delle polemiche degli islamici) per aver pubblicato alcune vignette ritenute irriguardose nei confronti del profeta Maometto. Queste caricature erano state riprese dal quotidiano danese Jyllands-Posten. Nel 2011 la sede del giornale venne attaccata con alcune bombe molotov.La redazione parigina di Charlie Hebdo è stata presa d'assalto questa mattina, mercoledì - il giorno di pubblicazione del settimanale - da due uomini vestiti di nero e incappucciati che hanno aperto il fuoco con un kalashnikov, facendo almeno undici morti.




    ESISTE SOLO ISLAM TERRORISTICO..AMEN

    RispondiElimina
  84. http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/07/mille-euro-di-scarpe-in-contanti-rom-arrestate-per-riciclaggio/1080645/


    BRAVE LE ZINGARELLE CHE TENGONO ALTO IL LIVELLO DI SPESA DEL LUSSO.
    DA RINGRAZIARLE E FARLE BENEMERITE.

    RispondiElimina
  85. http://www.liberoquotidiano.it/news/esteri/1277346/Charlie-Hebdo--nuova-vignetta-anti-Islam---Il-Corano-e-una-m----.html


    INFATTI IL CORANUCCIO È UNA MERDATA. .

    RispondiElimina
  86. http://www.liberoquotidiano.it/gallery/11739741/Mia-Khalifa--l-esplosiva-pornostar.html

    PORNOSTAR CHE RISCUOTE IL MIO PLAUSO.

    RispondiElimina
  87. http://m.youtube.com/watch?v=StSIOO5wxf4&feature=youtu.be



    ATTENTATO A CHARLIE HEBDO A PARIGI

    RispondiElimina
  88. http://m.youtube.com/watch?feature=youtu.be&v=wGxYAF8daaU



    VIGNETTE SATIRICHE SU MAOMETTUCCIO...

    RispondiElimina
  89. http://www.corriere.it/cronache/09_novembre_08/santanche-maometto-pedofilo_5d43cddc-cc94-11de-b450-00144f02aabc.shtml


    Dopo l'attentato odierno a Parigi con molti assassinati bisogna dire la verità e rinchiudere in un porcile tutti i coranici e bruciare i loro libri pubblicamente. ..

    RispondiElimina
  90. Come dice esplicitamente Magdi Cristiano Allam, obbiettivo dell'Islsm è sottomettere occidente e uccidere tutti gli infedeli.....

    RispondiElimina
  91. http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/07/terrorismo-islamico-a-parigi-massacro-al-giornale-satirico/1080664/

    GRAVISSIMO ATTENTATO CHE CI OBBLIGA A PORRE FINE ALLA TOLLERANZA DI QUESTO ISLAM TOTALMENTE TERRORISTICO PRIMA CHE QUESTI ATTENTATI DIVENTINO NORMALITA' NELLE NOSTRE CITTÀ ITALIANE

    RispondiElimina
  92. http://www.iltempo.it/esteri/2015/01/07/quot-parlavano-un-ottimo-francese-dicevano-di-essere-di-al-qaeda-quot-1.1365065


    SONO AMICI DELLA SINISTRA ISLAMOFILA....

    RispondiElimina
  93. http://www.liberoquotidiano.it/news/esteri/11739859/Charlie-Hebdo--nell-ultimo-numero.html


    Islam da mettere al bando per TERRORISMO

    RispondiElimina
  94. http://m.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/ESTERI/charlie_hebdo_video_poliziotto/notizie/1106133.shtml#


    Video attentato Parigi 7.1.2015 islamista...

    RispondiElimina
  95. http://voxnews.info/2015/01/06/europarlamentari-contro-convegno-famiglia-e-omofoba/

    M5S PEGGIO DEI TERRORISTI ATTENTATORI A PARIGI.
    L'HO SEMPRE SOSTENUTO IN QUESTO BLOG CHE I PENTASTELLATI SONO SODALI DELLE PORCHERIE PIDDINE IN ITALIA.
    SECONDO QUESTI BASTARDI GRILLINI LA REGIONE LOMBARDIA NON DOVREBBE POTER SPONSORIZZARE UN CONVEGNO SULLA FAMIGLIA TRADIZIONALE (DA DIFENDERE) PERCHE' SECONDO LA LORO MENTE BACATA SI TRATTEREBBE DI OMOFOBIA.
    MALEDETTI TRADITORI DEI LORO ELETTORI.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grillo si mise d'accordo coi piddini e fece finta di scegliere a caso online i futuri parlamentari pentastellati. Invece essi provengono dalla galassia della peggiore sinistra e si comportano artatamente come opposizione al Pd. Ufficialmente si fanno vedere come feroci dissenzienti delle scelte piddine salvo poi accodarsi a loro nei momenti cruciali tipo provvedimenti a favore di zingari e di clandestini da far amministrare mafiosamente da Buzzi. Sono solidali coi terroristi notav e strizzano l'occhio al presunto islam moderato ed invece sono nemici dichiarati della famiglia e coppie tradizionali.
      E tanti parlamentari grillini sono già transitati tra le fila dei piddini per rendere lo schifo politico ancora più evidente.

      Elimina
  96. http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/07/fondamentalismo-islamico-la-minaccia-si-cela-in-europa/1080704/

    Okkio alle vere intenzioni dei terroristi maomettano/coranici che non sono solo quella di uccidere a caso ma di ammazzare dieci per educarne milioni.
    I mussulmani vogliono restaurare il CALIFFATO UNIVERSALE ANCHE E SOPRATTUTTO CON LA VIOLENZA NEL NOME DEL LORO FETECCHIOSO PSEUDO/PROFETA CHE RAPPRESENTEREBBE UN DIO (ALLAH) CHE INCITEREBBE A CONVERTIRE GLI INFEDELI ALL'ISLAM ANCHE CON MEZZI ARMATI.

    RispondiElimina
  97. http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/07/fondamentalismo-islamico-la-minaccia-si-cela-in-europa/1080704/


    jahidisti che fanno attentati anche kamikaze è il segno del continuo proselitismo alla violenza islamica araba spacciato per un VOLERE DI ALLAH ineluttabile....

    RispondiElimina
  98. http://www.liberoquotidiano.it/news/esteri/11739822/Charlie-Hebdo--mezzo-secolo-di.html

    LIBERTA' DI PENSIERO E DI SATIRA....

    RispondiElimina
  99. http://www.nocristianofobia.org/bologna-alla-scuola-bombicci-fuori-il-crocifisso-dallaula/

    IN ITALIA FORSE NON CI SARÀ BISOGNO DI ATTENTATI TERRORISTICI DI MATRICE ISLAMICA VISTO CHE CI PENSANO GLI INDEGNAMENTE DIS/INSEGNANTI A FARE TABULA RASA ALL'AVANZATA MAOMETTANA. ..

    RispondiElimina
  100. http://www.iltempo.it/mobile/cronache/2015/01/07/mitra-e-killer-zoppo-i-misteri-di-acca-larentia-1.1364808


    UN OMAGGIO A TRE GIOVANI MASSACRATI VIGLIACCAMENTE E CHE AVEVANO UN FUTURO DAVANTI...

    RispondiElimina
  101. http://voxnews.info/2015/01/07/boldrini-non-sporcate-nome-dellislam/

    BOLDRINI DIFENDE CARNEFICI:
    “NON SPORCATE NOME DELL’ISLAM”

    GENNAIO 7, 2015 

    Difronte al sangue ancora caldo dei liberi giornalisti di Charlie Hebdo, Il primo pensiero di Laura Boldrini è per i ‘poveri’ migranti islamici: “È importante che, pur di fronte a una strage di queste proporzioni, teniamo sempre ferma la distinzione tra i terroristi assassini che sporcano il nome dell’Islam e la grandissima maggioranza di musulmani che professa in modo pacifico la propria religione, in Francia come in Italia come in tutta Europa”.Ma vai a fare in kyenge. Difficile commentare una dichiarazione simile, non fanno freddare nemmeno i cadaveri, pensano subito a difendere il business.

    Anche le sue mani, signora Boldrini, sono sporche del sangue di vittime....

    RispondiElimina
  102. CONDIVIDO IDEA AMICI DI FORZA NUOVA.


    http://voxnews.info/2015/01/07/forza-nuova-chiuedere-ambasciate-qatar-e-arabia-saudita/


    FORZA NUOVA: “CHIUEDERE AMBASCIATE QATAR E ARABIA SAUDITA”

    GENNAIO 7, 2015 

    “La strage di Parigi è un atto di guerra aperta all’Europa, è quindi necessario rispondere adeguatamente”, in qualità di presidente del partito europeo APF e di segretario nazionale di Forza Nuova, Roberto Fiore delinea un chiaro piano operativo:
    “(1: Chiusura immediata delle ambasciate di Arabia Saudita e Qatar in Europa, altro che centri culturali islamici e moschee; per mezzo di TV, banche, aziende sono tra i principali finanziatori dei terroristi Isis e, grazie alla libertà di movimento di cui godono i loro Servizi Segreti, costituiscono vere e proprie teste di ponte nemiche sul territorio europeo;
    (2: Censimento urgente dei mussulmani in Europa, attraverso le moschee e i centri islamici; chi non è regolare va espulso con procedura d’urgenza, gli altri vanno sottoposti a scrupolosi controlli, in attesa di analoghi provvedimenti di immediata espulsione, stessa sorte va riservata agli imam che si rifiutassero di collaborare”.
    “Auspichiamo anche negli altri Paesi europei – ha concluso – la formazione di movimenti popolari antifondamentalismo, così come avviene con Pegida in Germania, i giorni delle chiacchiere buoniste sono finiti”.

    Apprendiamo con sconcerto della strage che ha colpito la redazione parigina del giornale satirico francese Charlie Hebdo; 12 morti e 40 feriti, di cui 5 molto gravi, è il tragico bilancio fino a questo momento.
    Tradizionali bersagli della satira del periodico transalpino l’islamismo e le sue maggiori storture, che ne rendono impossibile una reale integrazione in Europa; ma stamattina, quindici minuti prima dell’attacco con kalashnikov e lanciarazzi, il settimanale satirico aveva pubblicato sul proprio profilo Twitter una vignetta su Abu Bakr al-Baghdadi, l’autoproclamatosi califfo dello Stato islamico (Isis) massacratore di cristiani.
    “In Europa non si vuol capire, le dichiarazioni di Hollande che ha parlato di generico “terrorismo” lo confermano – ha dichiarato a caldo Roberto Fiore, segretario nazionale di Forza Nuova – che l’Isis non è un pericolo gravissimo solo per i cristiani in Irak, Siria, Libia e Libano, l’infezione del fondamentalismo islamico assassino è già presente in Europa e punta a Roma, come promesso proprio da Al Baghdadi.
    Non un politico, non un generale, non un vescovo d’Occidente, tutti pronti a giustificare ogni sacrilega profanazione contro il Cristianesimo, ha sollevato in modo vigoroso la questione.
    La storia si ripete, ma non necessariamente si ripeteranno i miracoli di Lepanto o Vienna, il nemico non è più alle porte, è già tragicamente operativo a casa nostra. L’Europa deve emergere dal torpore e prepararsi alla difesa o rischia di fare la fine dei poveri redattori di Charlie Hebdo, alle cui famiglie va il cordoglio mio, di tutta Forza Nuova e del partito europeo APF di cui sono presidente”.

    RispondiElimina
  103. http://voxnews.info/2015/01/07/strage-parigi-immigrati-islamici-festeggiano-sul-web/


    STRAGE PARIGI:
    IMMIGRATI ISLAMICI FESTEGGIANO SU WEB

    GENNAIO 7, 2015
    Dopo la diffusione della notizia dell’assalto islamico al giornale satirico Charlie Hebdo, i social network si sono riempiti sì, di solidarietà – molta, a dire il vero, ipocrita, visto che viene da chi, fino all’attimo prima, voleva chiudere il giornale per ‘razzismo’ – ma anche di messaggi d’odio da parte di immigrati islamici. Anche in Italia.

    Ecco due esempi tra tanti.

    E’ il caso di una marocchina che vive a Genova, fan del deputato marocchino del PD e che frequenta le pagine FB della comunità marocchina in Italia:

    Ma anche i cosiddetti islamici ‘moderati’ albanesi non sono da meno:

    Altri ‘migranti’ lanciano alcune teorie bizzarre e complottarde:

    Notare come in tutti questi messaggi, prevalga l’idea che chi fa satira sull’Islam “se la sia cercata”…Evidenza questa, di come la visione “un po'” restrittiva della libertà di parola presente nelle società islamiche, vada a braccetto con quella dell’Occidente ‘progressista’, per cui fare satira sull’Islam, ad esempio, è “islamofobia”. Si ricordi che, non per nulla, il giornale vittima dell’agguato terroristico, era stato denunciato per ‘odio razziale’.
    Cosa accaduta in Italia anche a VOX o al sito www.tuttiicriminidegliimmigrati.com, per non parlare della persecuzione andata in scena contro alcuni forumisti di Stormfront Italia.








    MALEDETTI BASTARDI AMICI DI INDEGNI PSEUDODEPUTATI NATURALIZZATI ITALIANI CHE CAMPANO PARASSITI LA ""NOSTRA PATRIA"".
    QUANDO SARÀ AMMAZZATO QUEL MASCALZONE DI FETECCHIOSO E STRAMALEDETTO ISLAMICO DI MERDA CAPO ISIS FAREMO FESTE PER 48 ORE PER LE STRADE ITALIANE....

    RispondiElimina
  104. http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/07/lo-sdegno-sui-social-per-lattentato-jesuischarlie/1080736/




    7 Gennaio 2015

    Lo sdegno sui social per l'attentato:

    #JeSuisCharlie

    Su Twitter impazza l'hashtag che solidarizza con il giornale satirico francese vittima dell'attentato
    Sui social network circola a ritmo vorticoso lo sdegno per il terribile attentato che ha sconvolto Parigi, causando la morte di dodici persone. Dopo l’assalto al giornale satirico "Charlie Hebdo" c’è chi rilancia alcune vignette pubblicate dal giornale, in segno di solidarietà e chi invece scrive "Je suis Charlie" ("io sono Charlie"). Molti hanno cambiato l'icona su Twitter mettendo una scritta bianca e grigia su sfondo nero: #JeSuisCharlie.
    Lo ha fatto anche l'ambasciata degli Stati Uniti a Parigi. Molti, nella capitale francese, sono scesi in piazza con in mano questo cartello:

    #JeSuisCharlie


    RispondiElimina
  105. http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/07/dopo-lattentato-a-charlie-hebdo-sale-lallerta-anche-a-roma/1080727/

    7 Gennaio 2015

    Dopo l'attentato a Charlie Hebdo sale l'allerta anche a Roma
    Alfano ha visto nel pomeriggio gli esperti dell'anti-terrorismo. A Roma allerta per obiettivi sensibili e redazioni

    Lucio Di Marzo

    Servizi di vigilanza potenziati e un'attenzione particolare alle redazioni giornalistiche romane e agli obiettivi più sensibili, ma anche un invito a una maggiore attezione inviato dal Viminale a tutte le questure e preture d'Italia,È salito il livello di allerta, dopo l'attacco al giornale satirico francese Charlie Hebdo, nel quale tre attentatori hanno aperto il fuoco contro la redazione, uccidendo almeno dodici persone e ferendone altre otto, tra le quali quattro che sono attualmente in condizioni gravissime.Alle 16.30 il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, vedrà gli esperti dell'anti-terrorismo di forze dell'ordine e intelligence in una riunione del Comitato di analisi strategica.Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, andrà invece all'ambasciata di Francia alle diciotto di piazza Farnese.Parlando all'aula del Senato, il ministro Elena Boschi ha detto che "di fronte a questo atto di barbarie non può che essere ferma" la risposta e definito "blasfemia" la giustificazione di simili gesti con la religione. Palazzo Madama ha poi osservato un minuto di silenzio chiesto dal presidente Pietro Grasso, in ricordo delle vittime di Parigi.





    ADESSO CHE FARANNO LE NOSTRE ALLEGRE AUTORITA' ITALIANE RESPONSABILI MORALI DI QUESTO ECCIDIO????
    SONO ANNI CHE GLI ISLAMICI VENGONO ACCOLTI A BRACCIA ""IN ALTO"" COME AMICI PORTATORI DI NUOVE IDEE CIVILI..!!!!
    COSA RISPONDERANNO AGLI IMMIGRAZIONISTI MAFIOSI CHE CHIEDONO
    MIGLIAIA DI CLANDESTINI AL GIORNO PER FOTTERE SOLDI ALLA FISCALITA' NAZIONALE ANCHE SE IL 90% DI COSTORO SONO MAOMETTANI PROBABILI TERRORISTI...!!!!!!!!!!!! ???????

    RispondiElimina
  106. http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/07/dopo-lattacco-sale-lallerta-a-roma-renzi-attentato-contro-la-liberta/1080727/


    7 Gennaio 2015

    Dopo l'attacco sale l'allerta a Roma. Renzi: "Attentato contro la libertà"Alfano ha visto nel pomeriggio gli esperti dell'anti-terrorismo. A Roma allerta per obiettivi sensibili e redazioni

    Lucio Di Marzo

    Servizi di vigilanza potenziati e un'attenzione particolare alle redazioni giornalistiche romane e agli obiettivi più sensibili, ma anche un invito a una maggiore attezione inviato dal Viminale a tutte le questure e preture d'Italia,È salito il livello di allerta, dopo l'attacco al giornale satirico francese Charlie Hebdo, nel quale tre attentatori hanno aperto il fuoco contro la redazione, uccidendo almeno dodici persone e ferendone altre otto, tra le quali quattro che sono attualmente in condizioni gravissime.Alle 16.30 il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, ha visto gli esperti dell'anti-terrorismo di forze dell'ordine e intelligence in una riunione del Comitato di analisi strategica. Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, andrà invece all'ambasciata di Francia alle diciotto di piazza Farnese.Parlando all'aula del Senato, il ministro Elena Boschi ha detto che "di fronte a questo atto di barbarie non può che essere ferma" la risposta e definito "blasfemia" la giustificazione di simili gesti con la religione. Palazzo Madama ha poi osservato un minuto di silenzio chiesto dal presidente Pietro Grasso, in ricordo delle vittime di Parigi.(Ipocrita)....


    maurizio50
    Accidenti! Si è svegliato Alfano!! Soluzione subito trovata:diventiamo tutti musulmani!!!!!!!

    Zizzigo
    Siamo qui, tutti pronti ed armati con gli elastici (tesi tra pollici ed indici) ed i proiettili di carta, che ci hanno liberamente lasciato (chi? il Ministero degli Interni?)... difendiamoci!

    ilbarzo
    Prendessero quel verme di Alfano e ne facciano quel che che si merita, visto che proprio lui, quale ministro dell'interno,ha fatto entrare in italia assieme agli immigrati,anche molti terroristi,magari chiudendo la porta quando ormai era gia' tardi.Non merita alcuna pietà,ne' compassione.

    Mechwarrior
    State sereni, noi siamo amici di tutti ;-P

    stenos
    Half ano chi? Quello che fa entrare terroristi a barconi?

    Loudness
    Perché sale l'allerta? Di cosa dobbiamo temere noi? Li abbiamo accolti, rifocillati, viziati, coccolati... che abbiamo da temere per elevare il grado di allerta? Ci si deve difendere dai cattivi, ma questi mica sono cattivi... o no? Papa Francesco, Boldrini, Vendola, Pisapia ecc ecc...

    Gigliese
    Kompagno alf-nano adesso cosa dici per aver tolto la BOSSI-FINI????? cosa dirai se disgraziatamente succederà anche in Italia ti ritirerai per incompetenza o reocolpevole?????????

    rosa522
    se Alfano prende il controllo della situazione si puo'stare tranquilli...un attentato ci sara'sicuramente...

    eolo1212
    ma fate ridere con mare mostrum e triton ne importiamo migliaia e non sappiamo neanche chi c..o sono...basta neanche per scatenare un ecatombe

    profpietromelis@gmail.com
    Maledetta ignorante della Boschi che ha definito Blasfemia contro la religione l'attentato. A contrario, è blasfemo chi da ignorante non conosce il Corano, ispiratore di tutti gli attentati. Non lo si vuole capire affatto. Sempre per rispettare i principi di una falsa sinistra cavallo di Troia dell'invasione islamica.

    RispondiElimina
  107. http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/07/parigi-massacro-a-charlie-hebdo-localizzati-i-tre-sospetti-killer/1080664/


    TRE BRAVI E FEDELI ISLAMICI CHE AL GRIDO DEL PROFETA PEDOFILO E POLIGAMO UCCIDONO DECINE DI INNOCENTI FRANCESI
    PERCHE' INDOTTRINATI ALLO STERMINIO DEGLI INFEDELI.
    SPERIAMO CHE I TRE MALEDETTI COME MALEDETTI SONO ISLAM E PROSELITI FINISCANO UCCISI DALLA POLIZIA COME MERITANO. ....
    CHE IL DEMONIO LI ATTENDA ALL'INFERNO DOVE SI TROVA MAOMETTUCCIO COME ESATTAMENTE HA DESCRITTO IL GRANDE POETA DANTE ALIGHIERI.
    LE UNICHE VERE RELIGIONI SONO L'EBRAICA E LA CRISTIANA E LE ALTRE SONO SEMPLICI INVENZIONI DELL'UOMO CHE VUOLE SOTTOMETTERE IL COABITANTE PER DOMINARLO.
    COME PIÙ VOLTE RIPETUTO DA ORIANA FALLACI E DA MAGDI CRISTIANO ALLAM I L CORANO È UN TRATTATO DI GUERRA SCRITTO DA ARABI CRIMINALI PER
    DOMINARE I VICINI E POI PIANO PIANO PER DOMINARE IL MONDO.
    UNA BALLA CHE QUESTO MAOMETTO SIA UN PROFETA.....MA PER NIENTE. ..
    PER ME HANNO RAGIONE FALLACI E ALLAM CHE RIPETONO OSSESSIVAMENTE NEL RITENERE QUELLE CREDENZE SOLO PERICOLOSE AZIONI DI VIOLENZA UMANA E ANTIDEMOCRATICA.
    UNA GUERRA INIZIATA NEL 7° SECOLO D.C. E MAI TERMINATA.
    FINO A QUANDO A COMANDARE LE NAZIONI OCCIDENTALI CI SONO STATI GRANDI UOMINI CON LE PALLE I TURCOMANNI ISLAMICI SONO STATI TENUTI A BADA.
    DALLA FINE DELLA 2^ GUERRA MONDIALE E CON LA FINE DEL FASCISMO IN ITALIA È COMINCIATO IL DECLINO DELLA STORIA DELLE NAZIONI OCCIDENTALI CHE HANNO RITENUTO DI POTERE ARCHIVIARE LA LORO STORIA RITENUTA OBSOLETA E FUORI MODA E UN PO' DA SMIDOLLATI PER ACCOGLIERE DEI TAGLIAGOLE ANTICRISTIANI ED ANTIOCCIDENTALI.

    RispondiElimina
  108. http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/07/ecco-chi-sono-i-tre-terroristi-del-blitz-a-charlie-hebdo/1080805/

    7 Gennaio 2015

    Ecco chi sono i tre terroristi del blitz a Charlie Hebdo
    Il commando formato da due franco-algerini legati alla rete terroristica yemenita. Il terzo è un 18enne

    Sergio Rame

    La carneficina al settimanale francese Charlie Hebdo ha un volto. Il commando che ha assaltato la redazione parigina è formato da Said e Chérif Kouachi, due fratelli franco-algerini di 34 e 32 anni. Ad aiutarli è stato il 18enne Hamyd Mourad che ha fatto loro da autista. I tre hanno precedenti per collaborazioni con reti jihadiste.
    Secondo fonti vicine all'intelligence i due fratelli Kouachi, da poco rientrati dalla Siria, sarebbero legati alla rete terroristica yemetica. Chérif fu condannato nel 2005 per aver preso parte a una cellula che inviava persone a combattere in Iraq. Il più giovane, invece, era iscritto fino all'anno scorso a un istituto scolastico secondario a Reims.



    NIENTE PROCESSI MA OCCHIO PER OCCHIO

    RispondiElimina
  109. http://m.youtube.com/watch?v=hP_UsW_v18g&feature=youtu.be

    Video interessante sul pedofilo maometto così definito da un deputato italiano Daniela Santanchè durante trasmissione tv.

    RispondiElimina
  110. Macellai islamici

    Io sto con CHARLIE HEBDO. ...

    RispondiElimina
  111. http://www.liberoquotidiano.it/gallery/11740091/Il-passaporto-di-uno-degli-attentatori.html


    Islamici catturati da squartare in piazza ed i resti dati in pasto a maiali e cani....AMEN. .

    RispondiElimina
  112. Oriana Fallaci avvertiva sul pericolo islamico ma non le hanno voluto crederle......
    Adesso che succederà...?????

    RispondiElimina
  113. http://www.liberoquotidiano.it/gallery/11740091/Il-passaporto-di-uno-degli-attentatori.html


    07 gennaio 2015

    Sono stati identificati i tre attentatori del settimanale "Charlie Hebdo". Si tratterebbe di due fratelli franco algerini, Said e Sheirf Kouachi, di 32 e 34 anni. Dopo aver combattuto in Siria al fianco dell'Isis, sarebbero rientrati in Francia nella scorsa estate. Sui sociaal network sono comparsi anche i loro documenti di identità. Il terzo terrorista risponderebbe al nome di Hamid Mourad e sarebbe un giovane "senza fissa dimora" che li avrebbe aiutati nell'azione.



    birels
    07 January 2015
    Al muro 10 di "loro" x ogni 1 dei nostri.. Una raffica e avanti i prossimi...! No processi, no giudici, no soldi per mantenerli una vita in galera.


    miacis
    07 January 2015
    Niente pena di morte, ma lavori forzati pesanti a vita senza possibilità di riduzione della la pena. Proporrei Lipari dove c'è tanta pomice da scavare e una livecam collegata in diretta streaming 24/H perchè tutti possano vedere cosa succede ai terroristi assassini.



    Gios78
    07 January 2015
    Maledetti porci islamici, li scannino subito senza farli arrivare vivi in nessun cazzo di tribunale. Basta coi complimenti, è ora di sparare

    filen
    07 January 2015
    Squartateli in piazza come fanno i loro amici caproni quando li stanerete..

    "L'Italia bancomat di terroristi islamici"

    RispondiElimina
  114. http://tv.liberoquotidiano.it/video/11739880/Charlie-Hendo--i-terroristi-islamici.html

    07 gennaio 2015
    Individuati al termine di lunghissima giornata di ricerche, posti di blocco e perquisizioni, i 3 uomini della strage nella sede del settimanale satirico "Charlie Hebdo".Documento identità rinvenuto nella Citroen C3 usata per la fuga ove lo smarrisce Said Kouachi, nato Parigi 34 anni fa,origini algerine. Fratello è Cherif Kouachi, 32 anni.Partecipano a combattimenti in Siria con Isis e rientrano in Francia scorsa estate. Hamid Mourad, 19enne clandestino aiuta nell'azione i 2 fratelli.Uno dei 2 era già stato processato nel 2008 in operazione contro jihadisti a Parigi. Teste di cuoio della polizia sono in azione a Reims,capitale della regione Champagne, dove i 3 sarebbero circondati.Ministero Interno smentisce arresto annunciato da media francesi.A metà mattinata i 3 terroristi incappucciati,armati con kalashnikov e spara-granate irrompono nella redazione del settimanale e sparano sui giornalisti in riunione: 12 morti, tra cui il direttore Stephan "Charb"Charbonnier e 3 colleghi vignettisti, 
    Cabu e Wolinski, e altri 4 feriti gravi.Massacro di "ferocia inaudita" al grido di "Allah Akbar" e "Vendicheremo il Profeta".Uno ha ammesso: "Siamo di Al Qaeda" in "perfetto francese". Poi la fuga, ripresa da giornalisti da finestre dell'edificio:2 terroristi, vestiti di nero,sparano in strada contro agenti di polizia, finendoli a sangue freddo con colpo a distanza ravvicinata. I 2 assassini sono poi saliti a bordo di una Citroen ritrovata abbandonata circa un'ora.Il giornale "Charlie Hebdo", noto per il suo stile ironico e provocatorio bollato come "anti-islamico", già aveva subito un attentato incendiario nel novembre 2011 e una serie di attacchi informatici dopo le sue vignette ritenute blasfeme dall'Islam. Quindici minuti prima dell'attacco, il profilo twitter del giornale aveva pubblicato un'altra vignetta satirica sulCaliffo Al Baghdadi, leader dello Stato islamico. Dalla parte della Fallaci - Nel 2002, quando uscì il libro La rabbia e l'orgoglio la testata si schierò a difesa di Oriana Fallaci divenuta oggetto di minacce da parte degli integralisti islamici. Ma è nel 2006 che l'Hebdo divenne noto al pubblico internazionale con la scelta di ripubblicare le dodici controverse vignette su Maometto del giornale danese Jyllands-Posten. Le vendite balzarono in un giorno dalle 140mila alle 400mila copie, facendo adirare il mondo islamico e spingendo il Consiglio francese del culto musulmano a chiedere il ritiro delle copie dalle edicole. Incriminato per razzismo, l'allora direttore Philippe Val fu assolto l'anno dopo da un tribunale francese. Come ultima provocazione sui tabu dell'estremismo islamico il numero speciale dedicato alla vittoria degli islamisti in Tunisia. In copertina si vede una sacrilega immagine di Maometto che promette "cento frustate se non morite dal ridere". Fu subito dopo l'uscita di quel numero che la sede della rivista venne distrutta da un incendio provocato da un lancio di molotov."Nessuno può pensare di agire in Francia contro i principi della Repubblica. E' un attentato alla nostra libertà, alla libertà di stama. Reagiremo con fermezza", il presidente Hollande è intervenuto sul posto ed ha subito avuto parole di condanna durissima contro quello che, senza esitare, ha definito "attentato terroristico", un "atto di barbarie eccezionale".  
    marari
    Si dice che le teste di cuoio francesi li stanno assediando a Reims, spero che li tolgano dalla faccia della terra . Per questi andrebbe ripristinata la ghigliottina a P.Repubblica.

    blu_ing
    La Francia e' il paese che da' appoggio e tutela ai terroristi ed agli assassini vedasi battisti. Chi la fa la aspetti. Prima o poi con tutti sti beduini che sbarcano in italia accadra anche a noi..Speriamo partano dai politici!

    primus
    profughi siriani in Italia arrivano a vagonate

    RispondiElimina
  115. http://m.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/POLITICA/beppe_grillo_fotografato_vacanza_kenya_resort_flavio_briatore/notizie/1106354.shtml


    I GRULLINI PRESI X I FONDELLI DAL GRILLO PARLANTE CHE SE NE FOTTE DEGLI ITALIANI INDIGENTI E PASSA LE VACANZE IN KENIA DAL RICCASTRO BRIATORE.
    CHE PIRLONI I SIMPATIZZANTI GRILLINI.!!!!!!

    RispondiElimina
  116. Ripristinare la Religione Cattolica come Religione di Stato e vietare le altre.
    Non vedo altra soluzione per sterminsre gli islamici terroristi contronatura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aggiungo che dovrebbe essere tolto dalle librerie mondiali la consultazione del corano che è fonte di violenza e di sottomissione.

      Elimina
  117. www.ilgiornale.it

    8 Gennaio 2015

    Il Financial Times fa la morale ai giornalisti ammazzati: "Non provocate i musulmani"
    Ieri l'attacco ai giornalisti di Charlie Hebdo appena uccisi: "Siete stati stupidi".
    Oggi il consiglio a tutti gli occidentali: "Non provocate i musulmani"...
    Sergio Rame
    Ieri il Financial Times ha insultato i giornalisti e i vignettisti di Charlie Hebdo appena ammazzati dai jihadisti. Li ha definiti "stupidi". Un commento agghiacciante a poche ore dal massacro. Oggi Tony Barber, direttore dell’edizione europea, ha deciso di fare il bis accusando il settimanale satirico di "deridere, stuzzicare e punzecchiare i musulmani" da troppo tempo..................................................

    plaunad
    VERGOGNA AI GIORNALI E GIORNALISTI INGLESI !!!! CAGASOTTO !!! FANNO TANTO I BULLI NEI LORO FILMETTI HOLLYWOODIANI E POI CALANO LE BRAGHE NELLA REALTA'..

    DIAPASON
    Ovvio, per i spregievoli individui che il financial time reppresenta,la democrazia e' un optional, un inutile perdita di tempo che potrebbe infastidire o compromettere quello che e' il loro disegno mercantile.Un disegno che vede i cittadini europei semplici clienti consumatori.ABERRANTE.

    matteo844
    La morale...questa poi !!! Per una vignetta si fa una carneficina e noi cristiani che dobbiamo vedere tutti i giorni in televisione gente crocefissa e torturata dobbiamo stare fermi zitti e buoni e meno male!!!

    Zagovian
    Ecco il CANCRO,che avanza!
    Perchè non scrive,che,dopo 2000 anni,con tanti martiri,bruciati,scuoiati,bolliti,e "protestanti" vari,i "Cristiani"hanno aperto gli occhi,ed OGGI,possono permettersi,di scrivere,IN TUTTA LIBERTA',che tutta questa "storia",è una "storia",e nessuno viene più arso vivo,bollito,stiracchiato,etc.etc.(per fortuna)....mentre l'ISLAM,è ancora indietro di 500 anni....non lo capisce??!!!Sono passati 500 anni!!!....loro si "offendono",li dobbiamo "comprendere",....per questo SPARANO,AMMAZZANO,e noi dobbiamo stare attenti,come ai tempi della Santa Inquisizione!!!.....su,sveglia!!!SVEGLIAMOLI,invece di assecondarli,e se non si vogliono svegliare,che rimangano nei loro PAESI....fra 500 anni ne riparliamo!!

    stock47
    Sono senza parole a leggere che un Quotidiano occidentale ammaina la bandiera della Libertà e cede di fronte alla paura di gente che è venuta da noi per INTEGRARSI e non PER INTEGRARCI alle loro credenze. A casa nostra ci sentiamo liberi di criticare chiunque sia a casa nostra o fuori di casa nostra. Quanto scritto da quel giornale inglese è un ammaina bandiera, un alzata di bandiera bianca. Se fossi un inglese mi vergognerei profondamente. La nazione che ha resistito a una guerra micidiale, come l'ultima, che calano le brache, in maniera vergognosa, di fronte a dei beduini. Al posto degli inglesi quel giornale lo boicotterei, non difende la libertà ma la schiavitù e la sottomissione.

    aresfin
    Tony Barber, direttore dell’edizione europea del Financial Times, o sei un mussulmano, perciò complice, ma se non sei mussulmano, sei un'infedele, perciò anche tu (secondo il credo degli islamici) devi essere colpito ed annientato. Mi auguro vivamente che tu venga pesantemente punito, se non altro per le stronzate che scrivi. Povero idiota!!!!

    Memphis35
    I musulmani non devono essere provocati. Mai. Bisogna solamente subirli. In silenzio. O, tutt'alpiù, col "dialogo". Come ancora oggi ha ribadito Francesco da Buenos Aires. Stupisce soltanto il fatto che il galateo del buon cattocomunista sia sbarcato anche nella perfida Albione. Già vittima di un "rigurgito di indignazione" da parte dei bravi musulmani là residenti.

    HEINZVONMARKEN
    non offendiamoli...non perchè abbiano ragione...ma perchè sono pazzi...bella considerazione del cavolo

    NON RASSEGNATO
    Ci raccomandiamo che si mettano tutti a 90 gradi, via il crocefisso, vietato il presepe, siano subito eliminati cani e maiali, obbligo del velo e pregare pubblicamente 10 volte al giorno.

    RispondiElimina
  118. http://m.romatoday.it/politica/unioni-civili-discussione-martedi-13-gennaio.html


    I PEDERASTI CONTRONATURA PENSANO DI POTERE AZZERARE LA STORIA DELL'UOMO CON LA ENNESIMA PAGLIACCIATA ALLA GAYPRIDE/GAYVILLAGE .

    MA È TEMPO PERSO PERCHE' LE UNIONI CIVILI SONO REGOLATE DALLA COSTITUZIONE E DAL CODICE CIVILE.

    SOLO MASCHIO E FEMMINA POSSONO SPOSARSI LEGALMENTE E SOLO LORO POSSONO ADOTTARE ED EDUCARE FIGLI SECONDO NATURA.

    SPORCHI DEPRAVATI PEDOFILI SFASCIA FAMIGLIA NON HANNO DIRITTO DI CITTADINANZA DISEDUCATIVA E CONTRONATURA.

    RispondiElimina
  119. Io sono contro islam e maometto e sono con Charlie Hebdo

    RispondiElimina
  120. http://www.iltempo.it/mobile/economia/2015/01/10/addio-artigiani-italiani-il-40-e-cinese-e-dell-est-1.1366294


    GRAZIE A
    NAPOLITANO
    MONTI
    LETTA
    RENZI
    ETC
    ETC



    L'ITALIA STA PERDENDO LA SUA IDENTITA' A FAVORE DEGLI STRANIERI IN PARTICOLARE CINESI E ROMENI

    RispondiElimina
  121. http://www.lastampa.it/2015/01/10/italia/politica/noi-con-salvini-la-lega-alla-conquista-del-sud-grillo-una-parentesi-nei-sondaggi-siamo-al-xYii99PUi4kIrPfb0PmiLO/pagina.html



    FINALMENTE CASAPOUND AL CENTRO DELLA POLITICA ATTIVA E POSITIVA



    Ex Mpa, attivisti di Casapound e politici locali. Ecco le truppe di Salvini per lo sbarco in Sicilia

    L’ex Pdl Attaguile lancia la campagna da Palermo: «Basta professionisti della politica»


    10/01/2015



    Doveva essere una “prova di entusiasmo”. Ma i tanti rimasti in piedi nella sala dell’hotel delle Palme, nel giorno della morte del regista Francesco Rosi che qui ambientò “Dimenticare Palermo” fanno sperare in risultati ancora migliori per “Noi con Salvini” il gruppo di sostegno alla Lega nord nato non sulle Alpi ma nella terra del fico d’india. «I nostri sondaggi ci davano al 15 per cento. Ma io oggi dico che saremo molti di più», ritiene Angelo Attaguile, il deputato Pdl ex lombardiano e presidente onorario del Catania calcio, chiamato a coordinare la discesa in Sicilia del segretario. Perché, spiega, è ormai tempo di superare la stizza per le boutade anti-meridionaliste di un tempo: d’altronde Salvini ha anche chiesto scusa e ha visitato la tomba di Don Luigi Sturzo, «uno che di autonomia se ne intendeva». 
    Nei capannelli in sala si concorda che il grillismo in Sicilia, quello che premiato alle scorse regionali doveva essere parte integrante di un “modello valido” anche a livello nazionale, «è stato una parentesi». Si tratterà dell’ennesima corsa a salire sul carro, anzi sul “carroccio”, del vincitore? «Nossignore, non vogliamo professionisti della politica, assicura ancora Attaguile. Ho avuto diverse richieste ma ho detto loro di non mettermi in difficoltà. Se ne vedete qualcuno oggi (Pippo Arena, ex deputato regionale eletto con Mpa) è perché ho chiesto a qualche amico di darmi una mano..».  
    Tra i tanti sostenitori («Salvini nudo? Ha fatto bene, è proprio un bell’uomo...» dice una delle organizzatrici), molti curiosi e tanto, tanto passaparola. «Mio fratello mi ha pregata. “E vieni e vieni”, mi ha detto. E io sono venuta. D’altronde Renzi non ha fatto niente, lo chieda alla mia amica qui, che è un’animalista». Un altro si definisce un simpatizzante. «Salvini ha preso le difese del Made in Sicily, come per il pomodoro Pachino». Ma dice anche no all’euro, non è pericoloso per la nostra economia? «Siamo seri – spiega una donna - la verità è una sola. Prima una brioche col gelato costava 1500 lire. Ora un euro e cinquanta. Ma mica lo stipendio è raddoppiato». Poi ci sono gli attivisti. «Abbiamo fondato un circolo di sostegno alla Lega. Non se ne può più, ci sono troppi immigrati, troppe bancarelle... Prima Palermo era diversa. Prima Palermo era una città tranquilla...». 

     

    RispondiElimina
  122. http://www.ilprimatonazionale.it/primo-piano/maro-doppio-presidio-di-casapound-in-puglia-e-lombardia-13629/


    Marò, doppio presidio di CasaPound in Puglia e Lombardia

    gen 10 2015 - 6:44pm
    Giorgio Nigra
    Milano, 10 gen – Mentre gli indiani non demordono e rilanciano sulla colpevolezza dei nostri marò – sono recentissime le nuove accuse del quotidiano The Economic Times – un sempre più vasto fronte d’opinione pubblica reclama a gran voce una soluzione della vicenda che vede protagonisti 
    Massimiliano Latorre e Salvatore Girone.

    Se qualche giorno fa, a Roma, l’ex ministro Terzi ha lanciato un pesante j’accuse contro le istituzioni italiane nel corso di un convegno dell’associazione Sovranità, oggi invece è stata CasaPound Italia a farsi sentire con un doppio presidio in Lombardia e in Puglia per chiedere la liberazione dei due fucilieri di Marina.

    A Milano Cpi ha organizzato una manifestazione sotto l‘Istituto neurologico Carlo Besta, dove è attualmente ricoverato Massimiliano Latorre: oltre un centinaio i militanti presenti sotto lo striscione “Governo traditore, libertà per Latorre e Girone” per esprimere solidarietà al militare e urlare “marò liberi”.
    A Torre a Mare, invece, in provincia di Bari, sit in sotto casa di Salvatore Girone, per chiedere l’immediato rientro in Italia del soldato,
     trattenuto in India dal febbraio del 2012, al quale quest’anno è stata negata anche la licenza natalizia.

    “CasaPound non dimentica i marò e continuerà a battersi senza tregua e con tutti i mezzi possibili per il loro definitivo rientro in Italia – sottolinea Cpi in una nota – Nonostante la vigliaccheria con la quale il governo Renzi ha affrontato e continua ad affrontare la vicenda, gli italiani non possono arrendersi all’inerzia della politica e restare immobili di fronte ai soprusi e alle ripetute umiliazioni inflitte dall’India al nostro Paese, tanto meno possono accettare che interessi primari della Nazione cedano il passo di fronte alle ‘esigenze’ occulte dell’economia. Soprattutto, gli italiani non possono restare impassibili di fronte alla perdita di sovranità della Nazione, e proprio il ripristino della sovranità ferita dell’Italia è la prima battaglia di CasaPound.

    RispondiElimina
  123. Sono contento che i consensi della DESTRA RADICALE siano in aumento perché è l'unico baluardo alla invasione islamica tagliagole.

    RispondiElimina
  124. http://voxnews.info/2015/01/12/lobby-gay-prete-sorpreso-con-minorenne/


    OMOSESSUALE POSSEDUTO DAL DEMONIO COME TUTTI QUELLI CON QUESTO VIZIETTO CHE SI FA PRETE SOLO PER UN PATTO CON SATANA CHE È DENTRO DI LUI.
    SONO AL 90% CON QUESTI VIZIETTI PEDOFILI E DI PERVERSIONE SESSUALE.

    RispondiElimina
  125. SUCCEDE AL CAMPO ROM VIA C.LOMBROSO


    http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/13/neonato-fa-il-bagno-nelle-banconote-succede-nei-campi-rom-di-roma/1082301/
    13 Gennaio 2015

    Neonato "fa il bagno" nelle banconote: succede nei campi rom di Roma
    Il blog Romafaschifo pubblica le foto choc scattate nel campo rom e attacca Marino: "Perché viene garantita l'impunità?"

    Sergio Rame

    C'è il neonato che fa il bagno tra le banconote da cinquanta euro. C'è una tavola imbandita con quattro enormi aragoste e due bottiglie di vino bianco. E, poi, ci sono ragazzi che impugnano sciabole, spade e pistole. C'è chi mostra con orgoglio la propria piantagione di marijuana. E chi, seduto sui sedili di un'auto ben disposti all'interno di una casa, fa vedere la propria "collezione" di borse firmate Louis Vuitton. Benvenuti nei campi rom di Roma. Le foto choc sono state postate su Facebook da un ragazzo e il blog Romafaschifo le ha subito diffuse scatenando l'indignazione dei romani. Il campo rom all'interno del quale sono state scattate è quello di via Cesare Lombroso. Le foto parlano da sole. Per queste le abbiamo raccolte nella gallery che trovate correlata a questo articolo. Adolescenti e ragazzini maneggiano armi come niente fosse: imbracciano fucili, impugnano pistole e le puntano contro l'obiettivo della macchina fotografica, si mettono in posa con le spade. E fanno vedere con orgogli il bottino dei propri furti. Tutto senza che nessuno muova un dito. "Cosa si aspetta?  - si chiede il celebre blog Romafaschifo - È accettabile? È accettabile che per mantenere decine di milioni di finanziamenti annui a questi personaggi il prossimo anno la città dovrà sopportare 300milioni di euro di tagli dal bilancio comunale con conseguenze gravissime, ad esempio, per servizi, scuola, cultura?".Il sindaco di Roma Ignazio Marino non ha ancora commentato le foto che da giorni stanno facendo il giro dei social network. Tanto che l'indigazione capitolina è diventata denuncia di un intero Paese.

    vince50

    "Perché viene garantita l'impunità?",perchè chi detta legge è della stessa razza,miserabilmente ignobile.

    Holmert
    Marino? Me lo immagino già il sindaco di Roma ,con quella faccia da straniero alla Moustaki, rispondere: "si va bene, però non bisogna rinunciare,come dice Cecco Beppe, all'accoglienza ed alla integrazione. Quei soldi servono loro per questo. Ecco perchè sottraggono ai ricchi,perché vogliono integrarsi". Capito l'antifona del sindaco con la faccia e la barba da straniero alla Moustaki?

    Rossana Rossi

    Non ci sono parole........spero che questi ragazzi di 'romafaschifo' vadano anche a vedere e documentare lo schifo che fa Ostia con i cassonetti della spazzatura sempre pieni, davanti ai portoni delle case. Roba da far una rivoluzione, mi meraviglio come i romani sopportino queste cose.........

    RispondiElimina
  126. http://www.romafaschifo.com/2015/01/il-neonato-che-fa-il-bagno-nelle.html?m=1

    LEGGERE ARTICOLO PER INKAZZARSI..!!!!!!

    RispondiElimina
  127. http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/13/ministro-indiano-choc-gay-da-curare-come-gli-alcolisti/1082475/


    LO PROPONGO A MINISTRO DELLE PARI OPPORTUNITA' ITALIANO.
    CONDIVIDO IN PIENO QUELLO CHE HA DICHIARATO E RISOLVEREBBE TANTI DI QUEI PROBLEMI CHE CREANO I PERVERTITI PEDOFILI.

    RispondiElimina
  128. http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2015/01/14/m5snapolitano-rinunci-a-senatore-a-vita_9b2a989a-c98f-4e7d-bbdb-7c1281773a8f.html



    Vorrei dire ai pentastellati che questa loro boutade è stata concordata col Pd per raccogliere consensi da concedere ai piddini al momento di eleggere il successore di napolitano.
    Vorrei ricordare che i pentastellati volevano far eleggere quello Stefano Rodotà che è stato strenuo mistificatore e nemico della europa identitaria figurando tra quelli che riuscirono ad imporre il pensiero becero di non includere le radici giudaico/cristiane nell'atto costitutivo della UE.
    Per molto meno altri sono stati condannati per vilipendio ed invece loro possono oltraggiare impunemente qualunque carica dello Stato e questo serve a gabbare i propri sostenitori che credono ingenuamente di appoggiare un partito popolare per il popolo....tutte balle...

    RispondiElimina
  129. http://www.ilvelino.it/it/article/2015/01/14/regione-lazio-question-time-alla-pisana-su-mafia-capitale/b7120453-4667-4b5f-8b5e-78ef98d898d6/




    Lazio/RomaCapitale

    Regione Lazio: “question time” alla Pisana su Mafia Capitale
    Interrogazione di Francesco Storace sui rapporti Buzzi-Zingaretti

    “Non ho nulla da nascondere, l’interlocuzione con Buzzi è stata sempre naturale e legittima, solo ed esclusivamente nella sua veste di presidente di una struttura considerata da molti esempio di recupero e di reinserimento per gli ex detenuti che desideravano tornare alla vita normale. Non ho mai avuto con lui ‘assidue frequentazioni’, come risulta dalle oltre 70 mila pagine dell’inchiesta. Personalmente non potevo immaginare neanche lontanamente le gravissime cose che sono emerse successivamente”. Così, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha risposto alla interrogazione urgente presentata dal vicepresidente del Consiglio regionale, Francesco Storace, per chiedere chiarimenti sui rapporti intercorsi tra lui e Salvatore Buzzi, presidente della cooperativa 29 giugno, arrestato nell’ambito dell’inchiesta denominata ‘Mafia Capitale’.
    In particolare, come si legge nella interrogazione, Storace ha chiesto di sapere se Zingaretti “era a conoscenza dei gravissimi precedenti penali di Buzzi; se lo ha mai conosciuto direttamente; e, nel caso, quando e se abbia eventualmente interrotto i rapporti con lo stesso”. In più, il vicepresidente del Consiglio regionale, ha ricordato in Aula come dall’inchiesta risulterebbe che Buzzi sia stato “grande elettore di Zingaretti nelle elezioni europee 2004, sostenuto con una lettera ai dipendenti di tre cooperative” e che abbia “esultato alla sua vittoria alle ultime elezioni regionali contro di me”, ha aggiunto Storace. In apertura di seduta, prima del ‘Question time’, il Consiglio regionale, presieduto da Daniele Leodori, ha osservato un minuto di silenzio per ricordare le vittime dell’attacco terroristico subito dalla Francia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti Buzzi era stato artatamente riabilitato con una grazia quirinalizia senza presupposti e realizzata solo per fargli fare i suoi porci comodi, cosa che ha poi fatto tranquillamente dietro protezione piddina a cui lui nel tempo ha saputo essere riconoscente, vedi MONDO DI MEZZO romana....

      Elimina
  130. http://www.fanpage.it/non-ci-mancherai-giorgio-napolitano/

     14 gennaio 2015

    Giorgio Napolitano sì è dimesso, finalmente. E non ci mancherà
    E’ stato forse uno dei peggiori Presidenti della Repubblica della storia d’Italia, Re Giorgio. E oggi, alle ore 10.35, ha finalmente lasciato il Quirinale. L’ormai ex Presidente della Repubblica di errori ne ha commessi tanti in questi quasi nove anni, travalicando costantemente i limiti imposti dal suo ruolo di Presidente della Repubblica, esercitando poteri e prerogative a cui non aveva diritto, intromettendosi costantemente nell’attività politica, legislativa ed esecutiva di Governo e Parlamento, calpestando la Costituzione Italiana spesso e volentieri, formando in continuazione Governi di suo gradimento politico, imponendo ai cittadini le sue preferenze ed esautorando di fatto i cittadini di ogni potere di scelta, trasformando la Repubblica Parlamentare in una specie di machiavellica Monarchia semi-presidenziale.
    Per niente garante e per nulla super partes, Giorgio Napolitano non ha mai fatto molto per nascondere la sua netta preferenza verso una certa parte politica e la sua pervicace ritrosia verso il cambiamento. Ha preferito difendere a tutti i costi i reazionari della politica, senza fermarsi un attimo a pensare che il populismo che ha sempre tanto criticato aveva semplicemente contribuito a farlo nascere e a rinfocolarlo, insieme alla classe politica intera, con le molte sue dichiarazioni inopportune che si scagliavano contro le prese di posizione e le manifestazioni dei cittadini, stanchi ed esasperati.Guardando le reazioni di gaudio e giubilo sul web alla notizia delle sue imminenti dimissioni, non credo mancherà molto agli italiani. Non è stato un Presidente apprezzato, Giorgio Napolitano, gli italiani hanno incassato con insoddisfazione la sua surreale rielezione nell’aprile 2013. Non c’era altra scelta, solo Giorgio Napolitano poteva salvare l’Italia dal pantano, diceva il Palazzo. I partiti non riuscivano a mettersi d’accordo sul nome del successore, lo stallo era evidente, la soluzione decisamente lontana. Per i partiti la ricandidatura di Giorgio Napolitano ha rappresentato la difesa dello status quo, la difesa delle prerogative, della politica interessata, la difesa dello Stato intesa come difesa del potere di Palazzo e non come popolo di cittadini.E con l’avvento politico dei Cinque Stelle, lo status quo strenuamente difeso era in pericolo. Solo Giorgio Napolitano avrebbe potuto mettere al riparo la Casta politica dal cambiamento. E così è stato. Ha avuto ben poco rispetto verso i suoi sudditi, Giorgio Napolitano, giudicandoli continuamente. Un po’ Re e un po’ professorino. Non che il popolo italiano sia perfetto, per carità, ma le continue critiche al crescente astensionismo e al sopravvento del populismo e alle legittime scelte degli italiani avrebbe potuto risparmiarsele, per esempio. Avrebbe dovuto analizzare seriamente la risposta degli italiani, non canzonarla. Avrebbe dovuto assumersi pienamente le sue responsabilità, non scansarle. Avrebbe dovuto ammettere che astensionismo e populismo dilagante altro non erano che le risposte ad anni di involuzione politica di cittadini che cercano di reagire, stufi di prese in giro, di continui scandali, di favoritismi, dell’assenza del più piccolo barlume di meritocrazia e di senso di responsabilità di una classe politica unicamente votata alla tutela di potere e privilegi. Sembrava averlo ammesso, il 22 aprile 2013, il giorno della sua rielezione. Ma non riuscì, come al solito, ad ammettere le gravi responsabilità della classe politica italiana fino in fondo. Tergiversò. Preferì dire che sì, degli errori erano stati commessi, ma che in questi anni era stata condotta una campagna denigratoria nei confronti della politica italiana che aveva contribuito ad agitare oltremodo gli animi dei cittadini.
    Insomma, non è stato un grande difensore del Popolo, il bis-Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.Verrà rimpianto dalla classe politica, sicuramente. Ma i cittadini no, non credo lo rimpiangeranno molto.

    RispondiElimina
  131. http://www.gonews.it/2015/01/15/casapound-quando-apriremo-la-nuova-sede-in-citta-la-rivendicheremo-con-forza/


    15 gennaio 2015 19:05
    CasaPound: “Quando apriremo la nuova sede in città, la rivendicheremo con forza”

    “Premettendo che questo sarà l’ultimo comunicato che scriveremo in merito, perchè abbiamo cose decisamente più importanti da fare per l’Italia rispetto a perdere tempo dietro alle deliranti polemiche di qualche decerebrato antifascista, ci preme precisare che CasaPound non ha bisogno di “camuffare” alcunchè. CasaPound Firenze esiste e lavora da quasi 7 anni, durante i quali ha avuto due sedi (la seconda più grande della prima), ha organizzato circa 30 conferenze di rilievo, 6 grandi concerti musicali, decine di feste, dibattiti e iniziative di aggregazione, ha fondato una redazione radio e un giornale online, ha dato i natali ad un motoclub e ad altri gruppi sportivi, un gruppo di protezione civile, un gruppo ambientalista, un sindacato, un’associazione culturale, un gruppo solidarista che compie missioni all’estero a sostegno di popoli identitari in difficoltà. Centinaia sono le tessere sottoscritte in questi anni, come centinaia sono i partecipanti ai nostri cortei, presidi e commemorazioni. Sono anche tanti i consiglieri eletti e fatti eleggere in provincia di Firenze e altrove e tante le iniziative in ambito scolastico svolte con il Blocco Studentesco. E potremmo continuare ancora… Tutto questo non per autocelebrarci, ma perchè vorremmo che la libreria di Via Gabriele D’Annunzio rimanesse quello che è ovvero uno spazio culturale, collegato a CasaPound attraverso l’Associazione Culturale Il Bargello come abbiamo già ampiamente confermato, ma che di CasaPound non è e non sarà nè “sede” né “centro sociale” come qualche disadattato antifascista dice, forse speranzoso che il nostro fabbisogno di spazio sia diminuito da 200 metri quadrati a 25. Quando CasaPound Firenze aprirà la sua nuova vera e propria sede in città – ovvero dopo le elezioni di maggio – lo rivendicherà con forza e tranquillità così come ha fatto per le precedenti sedi di Via Lorenzo Il Magnifico e di Via Sant’Anna. Concludiamo cogliendo l’occasione per invitare tutta la cittadinanza, e in particolare quella di Coverciano, al nostro evento musicale che si terrà sabato 17 e del quale alleghiamo il manifesto e che riteniamo sia molto più interessante della strumentale polemica in atto.”

    RispondiElimina
  132. http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/16/imbarazzo-nel-pd-ligure-il-portavoce-della-paita-ospitato-da-casapound/1083366/

    16 Gennaio 2015

    Imbarazzo nel Pd ligure: il portavoce della Paita ospitato da Casapound.
    Il braccio destro della candidata governatore è finito nel mirino della sinistra del partito anche per alcune frasi sul terrorismo: "I colpevoli vanno eliminati, non arrestati"

    Ivan Francese

    Nel Pd ligure l'imbarazzo è palpabile. E non solo per l'ennesima polemica legata a presunte irregolarità nelle primarie per il candidato governatore. Questa volta la questione è a destra. Molto più a destra.Nel mirino delle critiche della base del partito è finito Simone Regazzoni, portavoce della vincitrice delle tanto contestate primarie, Raffaella Paita. Il motivo? Un imperdonabile precedente: Regazzoni ha presentato un suo libro presso la sede di CasaPound Italia a Roma, e anche in streaming su Radio Bandiera Nera. L'episodio "incriminato" risale al 14 dicembre 2013, quando CasaPound annunciava su Facebook la presentazione del libro di Regazzoni "Sfortunato il Paese che non ha eroi", con tanto di foto di Bruce Willis in bella vista sulla locandina dell'evento.Apriti cielo. Immediata la levata di scudi dentro e a sinistra del Pd, dove sono furibondi anche per alcune frasi di Regazzoni sul terrorismo. Al portavoce della Paita sono rimproverati alcuni vecchi commenti in cui afferma che i terroristi vanno "eliminati, non certo arrestati" ed esprime ammirazione per gli Usa......................


    Luigi.Morettini

    L'unico rinnovamento possibile e credibile il PD potrà ottenerlo soltanto se gli iscritti chiameranno a dirigerlo Wanna Marchi. L'incontrastata Regina Italiana nel proporre e portare a compimento le bufale più colossali. Accontentarsi di ridicoli dilettanti quale Fonzie Renzi, fa solo perdere voti. Agli imbecilli sinistrati italiani deve essere offerto il meglio. D'ACCORDO?????

    02121940

    Leggo che per il reprobo PD i terroristi vanno "eliminati, non certo arrestati". Purtroppo, però, la nostra legislazione non lo permette. Però è significativo che il parere nasce proprio dentro il partito che a suo tempo, sotto altra sigla, ma con le medesime persone (con in testa l'ex presidente Napoletano), condivise l'impresa dei carri armati sovietici in Ungheria e che ora dice di essere contro la pena di morte, anche se qualche tempo fa le sue frange estreme l'hanno somministrata più volte.

    02121940

    Correggo. Leggo che per il reprobo del PD i terroristi vanno "eliminati, non certo arrestati". Purtroppo, però, la nostra legislazione non lo permette. Però è significativo che il parere nasce proprio dentro il partito che a suo tempo, sotto altra sigla, ma con le medesime persone (con in testa l'ex presidente Napoletano), condivise l'impresa dei carri armati sovietici in Ungheria e che ora dice di essere contro la pena di morte, anche se qualche tempo fa le sue frange estreme l'hanno somministrata più volte.

    vince50
    Essere ribattezzato "fascio" non è un'onta ma un grande onore,e per quanto mi riguarda non è affatto necessario ribattezzarmi,se era già capito a suo tempo.Per quanto riguarda Casapound,ragazzotti molto in gamba.

    RispondiElimina

  133. http://www.latinapress.it/cronaca-latina-provincia/notizie-cronaca/cronaca-latina/14076-latina-striscioni-di-casapound-in-piazza-del-popolo-contro-il-comune



    Latina, striscioni di CasaPound in Piazza del Popolo contro il Comune

    Tre piccoli striscioni con il nome delle tasse più odiose per i cittadini: Tari, Tasi ed Imu, affissi sulla facciata del Comune ed uno striscione con la frase "Tasse in alta quota, servizi in alto mare".

    Questa l'azione nella notte di CasaPound Latina per protestare contro l'aumento incondizionato delle tasse comunali. "I cittadini non ce la fanno più; la disoccupazione in aumento, le famiglie costrette a tagliare le spese essenziali, come quelle alimentari e sulla salute, imprenditori alla canna del gas, strozzati da tasse e dall'usura (legale e non) .", riportano i militanti di CasaPound, "Questo è il quadro della situazione, ma il Comune, incurante di tutto ciò ha alzato le aliquote delle imposte ai livelli massimi. Nonostante il flusso di denaro proveniente da tali entrate, si scoprono buchi nel bilancio (per ultima Ipogeo che avanza 13 milioni di euro), sprechi nelle consulenze esterne e servizi al livello di terzo mondo".
    "Non si possono addossare le colpe esclusivamente ai tagli e alla crisi", continua CasaPound, "non c'è programmazione, manca un piano di sviluppo economico, un serio progetto di edilizia popolare, manca un piano per accogliere le pressanti richieste di aiuto ai servizi sociali da parte delle famiglie disagiate e sfrattate. L'impressione, così come per la politica del governo nazionale, e che si navighi a vista in attesa che l'economia riparta da sola e che la crisi si allontani. Nel frattempo, la politica locale, ha speso tempo ed energia per litigarsi gli assessorati". "La gente è stanca", concludono i militanti dell'associazione," la politica rimane distante dalla realtà e non si accorge del disastro nel tessuto sociale cittadino. Per questo CasaPound, ora come sempre, rimarrà al fianco dei cittadini e degli italiani".

    RispondiElimina
  134. http://m.foggiatoday.it/politica/protesta-casa-pound-lucera-167-peep.html






    RispondiElimina
  135. CI SONO I PRESUPPOSTI PER SOSPENDERE LO SCIAGURATO SINDACO DI MILANO DAL SUO INCARICO DI CUI ABUSA PER COMMETTERE REATI GRAVI.POI VEDERE IN TV UNO CHE RICOPRE UN INCARICO PUBBLICO COME SCALFAROTTO PROTESTARE DA EVERSIVO ANTAGONISTA A MILANO CONTRO IL BELLISSIMO CONVEGNO SULLA FAMIGLIA TRADIZIONALE.!!!!!!!!!!!!!
    SINDACO E SINDACATI E PD UNITI NELLA PERVERSIONE..!!!!!!!!

    http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/18/nella-giornata-sulla-famiglia-pisapia-indagato-per-nozze-gay/1083839/

    18 Gennaio 2015

    Nella giornata sulla famiglia Pisapia indagato per nozze gay


    Alberto Giannoni

    Milano -Il sindaco di Milano Pisapia ha rivelato di essere indagato per omissione in atti d'ufficio, per aver rifiutato di cancellare dall'anagrafe comunale le trascrizioni delle «nozze» contratte in altri Paesi. Lo ha fatto sapere ieri e non ha scelto una data qualsiasi, ma il giorno che ormai da giorni la sinistra attende per contestare (bollandolo come «omofobo») il convegno della Regione dedicato alla famiglia.La vicenda delle trascrizioni nelle ultime settimane ha suscitato grandi discussioni. Tutto parte dall'iniziativa dei Comuni che - per promuovere la causa dei diritti rivendicati da coppie omosessuali - hanno deciso di puntare sulle unioni riconosciute da alcuni Paesi stranieri. Pisapia aveva teorizzato il tutto a giugno, partecipando alla sfilata del Gay Pride. Quel giorno parlò dei funzionari comunali che si erano opposti alla trascrizione - spiegando che avevano «applicato la legge» - e annunciò l'intenzione di «trovare una soluzione». È un «grimaldello per introdurre il matrimonio omosessuale senza passare dal Parlamento» avvertì uno degli esponenti del fronte opposto. Quando l'idea di Pisapia è stata concretamente tradotta in atti formali, la trascrizione comunale ha prodotto effetti kafkiani, come denunciato da una coppia che vedeva riconosciute le nozze in un ufficio comunale e nell'altro no. Per stoppare tutto a ottobre è intervenuto con una circolare il ministro dell'Interno Angelino Alfano, ricordando che la «diversità di sesso dei nubendi» per la legge italiana è ancora un requisito del matrimonio, almeno finché il Parlamento - e non i Comuni - non decida di cambiare le norme. Forte della circolare il prefetto di Milano ha chiesto, e poi ordinato al sindaco, di cancellare le trascrizioni. Pisapia a dicembre è stato ben lieto di trascrivere le nozze numero 14 - dopo aver sfidato il governo e sbandierato le sue «convinzioni». Inevitabile l'epilogo di ieri.La sinistra milanese ora ovviamente fa delle indagini un vanto, utile anche per far dimenticare una fase di marcato appannamento che coincide con l'ormai imbarazzante riluttanza del sindaco, che sembra tentato dall'idea di non ricandidarsi per proporsi invece alla ribalta nazionale. Pisapia cavalca il caso. «Continuo con quello in cui credo» dice. Poi chiama in causa il premier Matteo Renzi. Lo invita a «tirare le orecchie al ministro» e parla di una circolare «blasfema» dal punto di visto giuridico e «sciagurata» da quello politico. Parole pesanti. Parole da leader politico più che da sindaco. Gli arriva subito la solidarietà di Nichi Vendola: «Grazie a Giuiano Pisapia perché non accetta che la Milano del 2015 debba essere ricacciata nel medioevo» dice il presidente di Sel. «L'assurdità - rincara il sindaco - è che in un governo a maggioranza Pd ci sia un ministro che si possa permettere di fare una circolare che non ha nessuna logica da nessun punto di vista».Mentre Pisapia dava notizia dell'iscrizione nel registro degli indagati («obbligatoria») nella sede della Regione Lombardia, una sala piena seguiva il convegno «Difendere la famiglia per difendere la comunità». In prima fila c'era il ministro Maurizio Lupi accanto al governatore Roberto Maroni, che ha rilanciato promettendo un evento bis durante Expo. Uno studente, presentatosi come cattolico, veniva allontanato dalla sala per alcune domande sulle terapie per l'omosessualità. Fuori un migliaio di persone protestava con l'Arcigay, il sindacato e il Pd.

    RispondiElimina
  136. http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/18/crolla-lalibi-pacifista-ecco-tutte-le-prove-delle-amicizie-jihadiste/1083856/







    LEGGERE ARTICOLO E COMMENTI PERCHE' SI HA LA MISURA COMPLETA DEL GRAVE FATTO COMMESSO AI DANNI DELLA COLLETTIVITA' CON LA COMPLICITA' DEL PD.

    RispondiElimina
  137. CONDIVIDO LA OPINIONE DELLA LE PEN


    http://m.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/ESTERI/marine_le_pen_terrorismo_pena_di_morte/notizie/1124542.shtml

    Marine Le Pen: «Terrorismo? La pena di morte è necessaria»



    venerdì 16 gennaio 2015

    La pena di morte è «uno strumento necessario nell'arsenale giuridico di un Paese». Lo ha detto il leader del Front National Marine Le Pen nel corso di una conferenza stampa a Nanterre. 
    «Personalmente, come avvocato, penso che la pena di morte sia uno strumento necessario nell'arsenale giuridico di un Paese», ha spiegato Le Pen, che già nei giorni scorsi aveva proposto un referendum sul ripristino della pena capitale. 

    E per far fronte alla minaccia terrorista, oltre alla pena di morte serve una «brigata speciale antiterrorismo» della gendarmeria per «andare a disarmare le banlieue». «Ma servono più mezzi, bisogna restituire i mezzi necessari» alle forze dell'ordine, ha continuato.

    RispondiElimina
  138. COMPRORO SONO GESTITI DALLE MAFIE ED I MIGLIORI CLIENTI NON POSSONO CHE ESSERE QUEI BENEMERITI DI ZINGARI RUBA/ORI. ....


    http://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2015/01/18/arrestato-titolare-compro-oro-roma-accusato-ricettazione-video_Qb5j8mDzBTfeIpwLZzCrXM.html?refresh_ce

    Arrestato il titolare di un compro oro a Roma, è accusato di ricettazione

    18/01/2015

    Il titolare di un Compro Oro e una coppia di nomadi sono stati arrestati nella periferia di Roma dai carabinieri della stazione di Grottaferrata con la collaborazione dei Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Frascati. Secondo quanto accertato nel corso delle indagini, i due nomadi si erano rivolti al titolare dell'attività fornendogli oro e preziosi proventi di furti in abitazione per fondere l’oro e farne perdere le tracce.I militari, intervenuti dopo aver notato la coppia di romeni mentre entrava all’interno del negozio con una busta, hanno accertato che i due erano in attesa che il proprietario dell’attività e altri tre suoi collaboratori, tutti denunciati, ultimassero le operazioni di fusione degli oggetti in oro recuperando due lingotti in oro, per un peso complessivo di circa 3 kg, quattro 'sterline' in oro zecchino, 1,5 Kg di oggetti in oro e pietre preziose, 8.000 euro.

    Il Compro Oro, privo tra l’altro di regolare documentazione, è stato sequestrato. I carabinieri della stazione di Grottaferrata con la collaborazione dei Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Frascati stanno indagando per risalire ai legittimi proprietari degli oggetti in oro rinvenuti, il cui valore, all’ingrosso, è stato stimato in circa 115.000 euro. La coppia e il titolare del Compro oro sono stati arrestati e accompagnati in carcere con l’accusa, contestata dalla Procura della Repubblica di Roma, di concorso in riciclaggio.

     

    RispondiElimina
  139. PEDERASTI E JIHADISTI SONO SIMILI ED ENTRAMBI FANNO SCHIFO E FARANNO UNA BRUTTA FINE........AMEN
    VIVA LA FAMIGLIA TRADIZIONALE......



    http://www.tempi.it/grazie-a-tutti-per-la-solidarieta-ma-noi-non-siamo-charlie-e-non-siamo-merde-omofobe

    RispondiElimina
  140. I PEDERASTI CONSIDERANO AMICHETTI GLI ISLAMICI CHE RICAMBIANO CON AFFETTO....


    http://www.tempi.it/iraq-lo-stato-islamico-ammazza-due-omosessuali-lanciandoli-da-un-palazzo

    RispondiElimina
  141. INIZIATIVA PATRIOTTICA CHE FA ONORE




    http://m.vicenzatoday.it/politica/thiene-tema-anti-lega-striscioni-di-forza-nuova-e-casa-pound.html

    RispondiElimina
  142. http://www.varesereport.it/2015/01/15/varese-patria-o-muerte-giornata-di-cultura-e-musica-con-casa-pound/


    Varese, “Patria o muerte”, giornata di cultura e musica per CasaPound.

    15 gennaio 2015

    Questa notte sono apparse ovunque a Varese le locandine di Casapound che presentano una serie di iniziative e di proposte che prenderanno vita presso la sede varesina del movimento, inaugurata recentemente, che si trova in viale Borri 17A. Appuntamento per sabato 24 gennaio.

    Si parte alle ore 18 dalla presentazione del volume “Patria o muerte” (sottotitolo “Castro, Guevara e le origini nazionaliste della rivoluzione”), una serata di musiche e parole con l’autore del libro Federico Skoll Goglio.

    Si prosegue alle ore 20 con un’apericena comunitaria. Alle ore 21 si svolgerà un concerto con lo stesso Skoll. Una giornata di iniziative che segna la vera partenza delle attività promosse presso il centro di Casa Pound aperto a Varese.

    RispondiElimina
  143. http://www.molisenetwork.net/2015/01/13/monteroduni-rivolta-degli-immigrati-casapound-chiudere-centri-di-accoglienza/

    domenica, 18 gennaio 2015

    MONTERODUNI – Rivolta degli immigrati, CasaPound: “Chiudere centri di accoglienza”


    MONTERODUNI - “I centri di accoglienza della valle del Volturno vanno chiusi”. E’ la presa di posizione di CasaPound Italia dopo la protesta inscenata da decine di immigrati ospitati nel centro di accoglienza di Monteroduni, che hanno bloccato ieri la statale 85 paralizzando il traffico allo scopo di promuovere la loro richiesta di concessione del permesso di soggiorno, minacciando inoltre ulteriori proteste qualora questo non venga concesso in tempi rapidi.

    “Non è la prima volta che la popolazione della valle del Volturno si trova a subire questi disagi e a convivere con la paura di una situazione che è ormai fuori controllo. CasaPound aveva segnalato fin dall’inizio quali sarebbero state le conseguenze derivanti dallo stanziamento di un così cospicuo numero di immigrati in un’area totalmente priva delle risorse per sostenere un’accoglienza che ormai va protraendosi ben oltre i tempi inizialmente previsti – sottolinea Agostino Di Giacomo, responsabile isernino CasaPound, in una nota – I fatti di Monteroduni, che vanno a sommarsi ai tanti episodi di cronaca con protagonisti extracomunitari delle settimane passate, dimostrano il totale fallimento della gestione del fenomeno immigrazione tanto da parte del governo centrale, quanto delle amministrazioni locali. Nell’immediato, visto il deterioramento ormai irreversibile del rapporto di convivenza, la soluzione non può essere che la chiusura delle strutture di accoglienza presenti nella valle del Volturno, con buona pace di quelle forze politiche che in maniera del tutto irresponsabile avrebbero istigato gli immigrati alla rivolta, sacrificando la tranquillità dei residenti a squallidi calcoli di tornaconto politico”.

    “I fatti di Monteroduni – conclude Di Giacomo – dovrebbero far riflettere bene le autorità sulle possibili conseguenze del progetto di stanziare altri immigrati in regione, e in particolare sulla folle idea di creare un gigantesco ‘hub’ con centinaia di extracomunitari nell’ex villaggio sismico di San Giuliano.

    RispondiElimina
  144. CASAPOUND INCUBATORE DI CULTURA E PATRIOTTISMO.
    QUANDO E SE L'ISLAM DOVESSE ESSERE PERICOLOSO IN ITALIA POI VORRO' SENTIR PARLARE DI ANTI/XENOFOBIA NEI CONFRONTI DEI CORANICI CHE SONO SUPER RAZZISTI.....
    PROPRIO IMBECILLI E TRAFFICHINI MAFIOSI OVUNQUE QUESTI STRUNZ PIDDINI...


    http://www.gonews.it/2015/01/15/casapound-nel-q2-il-pd-metropolitano-e-locale-condividiamo-le-preoccupazioni-del-capogruppo-bassi/

    RispondiElimina



  145. saggia e pungente e intelligente la Magli. ..




    http://www.informarexresistere.fr/2015/01/17/ida-magli-napolitano-ha-tradito-la-costituzione-e-autore-di-un-colpo-di-stato/

    RispondiElimina
  146. http://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2015/01/19/mafia-capitale-riesame-buzzi-concreta-minaccia-per-istituzioni_YZ7MT5DQlP68ZYaVwUMPyI.html



    Buzzi ritenuto pericolosissimo mafioso che all'epoca godette illecitamente di una grazia pilotata per farlo diventare quello che fu per decenni con la connivenza della sinistra politica sodale.

    RispondiElimina
  147. http://www.agensir.it/sir/documenti/2015/01/00303508_nel_servizio_civile_per_i_giovani_il_vent.html


    SI SPENDONO SOLDI NON PER ISTRUIRE I GIOVANI AD IMPARARE A FARE IL SOLDATO PERCHE' IL FUTURO È INCERTO PER LA MINACCIA JIHADISTA

    MIGLIAIA DI GIOVANI CHE COL SERVIZIO CIVILE SOSTITUTIVO FINIRANNO AL MASSIMO AD IMPARARE A FARE GLI SCHIAVETTI NELLE COOP ROSSE MAFIOSE ALLA BUZZI.
    SONO PER IL RIPRISTINO PER IL SRRVIZIO MILITARE DI LEVA PER EVITARE CHE QUALCUNO VADA AD ARRUOLARSI NELL'ISIS OVE LA MASCOLINITA' È MESSA IN RISALTO ED AVVINCE.
    CON QUESTA POLITICA DI "INFROCIAMENTO" SI ANDRA' VERSO LA SOTTOMISSIONE DA PARTE DEGLI ISLAMICI CHE SONO SUPERRAZZISTI SPIETATI.
    I NOSTRI GIOVANI VENGONO INDOTTI AD ADDESTRARSI NEI GAY VILLAGE....!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  148. http://voxnews.info/2015/01/20/sabato-protesta-contro-i-clandestini-mantenuti-in-hotel/


    OTTIMA INIZIATIVA

    RispondiElimina
  149. http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2015/01/21/fisco-pm-chiede-processo-per-nannini_fc728047-c32f-4d64-9b21-b106f244ebf8.html


    Fisco: pm chiede processo per Nannini
    Secondo l'accusa ha evaso oltre 3 mln euro, udienza il 3 marzo 2015.

    21 gennaio 2015 13:49

    (ANSA) - MILANO, 21 GEN - La Procura di Milano ha chiesto il processo per Gianna Nannini, la cantante accusata di un'evasione fiscale di 3mln e 750mila euro.L'udienza preliminare si aprirà davanti al gup di Milano il prossimo 3 marzo.La richiesta di rinvio a giudizio per la rockstar è stata avanzata il mese scorso dal pm di Milano Adriano Scudieri,titolare di un'indagine che lo scorso aprile ha portato anche i militari del nucleo di Polizia Tributaria della GdF di Milano a sequestrare la villa della cantante nel senese.


    LA LESBICA DICHIARATA TUTTA "COMPAGNA" ED "EVASIONE FISCALE".....
    SANTA SUBITO...!!!!!!!!

    RispondiElimina
  150. Il blog Romafaschifo sta ignorando totalmente le richieste di informazioni di chi ha donato soldi che erano stati richiesti dai gestori del blog per affrontare le spese giudiziarie di un fantomatico processo contro il vostro movimento.

    Purtroppo i commenti sul blog e i post su FB vengono cancellati, le email ignorate.

    Per cui a nome dei delusi di Romafaschifo vorremmo sapere da voi se è mai esistito questo processo e se è vero che avete denunciato il blog per diffamazione e qual'è stata la conclusione dell'ultima udienza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Romafaschifo è un blog di TROLL che frega tutti facendo credere ed invece sta dalla parte di soMarino......Okkio.....!!!!!!!!

      Elimina
  151. http://tuttoggi.info/casapound-in-piazza-matteotti-prc-altotevere-insorge/254413/


    LA COSTITUZIONE RICONOSCE IL DIRITTO AL LIBERO PENSIERO.
    I COMUNISTOIDI SI SONO ILLECITAMENTE APPROPRIATI DI UN ''GIORNO DELLA MEMORIA'' CHE APPARTIENE AL POPOLO EBRAICO E NON AI FILOPALESTINESI COME SONO QUEI 4 GATTI DI STALINISTI ITALIANI.
    SI DESSERO UNA CALMATA CHE' NON METTONO PAURA A NESSUNO CON LE LORO MINACCE

    RispondiElimina
  152. http://voxnews.info/2015/01/27/truppe-russe-bruciano-corani-per-vendicare-i-bambini-uccisi-a-beslan-foto/

    TRUPPE RUSSE BRUCIANO CORANI PER VENDICARE I BAMBINI UCCISI A BESLAN

    GENNAIO 27, 2015

    Le truppe russe, dopo avere compiuto un raid contro terroristi islamici nel villaggio di Vremmeny, nel Daghestan, noto per essere stato il covo degli islamici della strage di Beslan:
    Hanno, secondo testimoni locali, ‘profanato’ i corani: facendoli a pezzi con le asce e bruciandoli.

    E’ cosa buona. Chi non rispetta, non merita rispetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente giusto nei confronto di chi si ispira a quel maledetto libraccio per uccidere. ......vaffa ....!!!!

      Elimina
  153. Dall'inizio dell'anno 2015 la Destra Radicale europea vive un momento di crescita in positivo con risultati lusinghieri. Bisogna battere il ferro quando è caldo e con ""Sovranità-Prima gli Italiani"" casapound mi auguro che abbia quella visibilità e quegli incarichi di governo sia nazionale che locale tali da incidere sulla vita del Paese. ...

    RispondiElimina
  154. buongiorno, credo che voi abbiate un grande futuro, pero credo anche che dobbiate avere pazienza, e in questo il simbolo della tartaruga e' pienamente azzeccato.
    Però, manifestare con la lega a mio parere porta confusione, la lega ha rubato e non poco la lega del trota, troppo scemo per studiare in italia e si comprava la laurea in albania!
    idem per forza italia berlusconi e' un evasore ha tolto risorse all italia! voi siete giovani non avete bisogno di questi vecchi parrucconi opportunisti!
    ve lo dico da ex comunista, ora non sono piu niente perchè mi hanno tolto tutto,e il mio ideale non solo e' tramontato ma forse e' stata una fiamma di pochi attimi.
    In ultimo non scendete a provocazioni di tipo fascista e antifascista guardate al futuro ma con onore !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci si può alleare sulla base di programmi ben precisi e ritengo che tre quarti punti con la Lega si possono realizzare con Sovranità.
      D'altronde l'italiano è malato di protagonismo ed egoismo ed arriviamo ed opportunismo per cui da soli è un pò difficile avere notevoli consensi.

      Elimina
    2. """Sovranità prima gli italiani"""

      credo sia una giusta piattaforma politica capace di realizzare qualcosa di buono su pochi ma chiari punti programmatici.....

      Elimina
  155. Chi mai delegherebbe le decisioni ultime sulla propria sicurezza a un organismo (ONU) dal quale è “permanentemente” escluso? Un organismo frutto di equilibri lontani, figlio di un mondo che non c’è più da tempo. Lo compongono di diritto e per sempre i soli vincitori della Seconda guerra mondiale: gli Stati Uniti, la Gran Bretagna, la Francia, la Russia, la Cina. È stato deciso così settant’anni fa e nessuno ha più messo sul serio in discussione tale decisione. Poiché allora si veniva da una guerra e se ne intravedeva già un’altra, signori come Churchill, Stalin e Roosevelt decisero che l’uso della forza da parte di uno Stato è legittimo solo col consenso di tutti. Occorre l’unanimità dei cinque membri permanenti del Consiglio di sicurezza dell’Onu. Dunque, l’unico potere era ed è quello di veto. Ne consegue lo stallo, gli stati sono disarmati e il decisore non decide. Settant’anni fa era questo l’obiettivo; oggi l’obiettivo è opposto. Oggi, bisogna poter decidere e occorre farlo in ragione delle esigenze e degli equilibri internazionali odierni. Non di quelli del secondo dopoguerra. Se la sicurezza nazionale è minacciata non possiamo difenderci, né prendere iniziative. A decidere quel che possiamo o non possiamo fare sono i cinque membri permanenti del Consiglio di sicurezza dell’Onu, organismo dal quale l’Italia è “permanentemente” esclusa perché settant’anni fa ha perso la guerra. Aver fatto finta di vincerla evidentemente non è bastato. Ne consegue che da settant’anni l’Italia accetta passivamente di sottostare a un sistema di regole e vincoli internazionali inattuale e ingiusto. Una follia ancorata a una follia, un disco rotto della Storia. E fa davvero stringere il cuore il fatto che, con tutta la forza di cui è capace, il governo italiano sia impegnato a conquistare, tra un anno, il diritto di sedere nel Consiglio generale dell’Onu come membro non permanente. Non permanente e a scadenza breve: due soli anni. Ci accontentiamo di poco. E per meglio vendere la nostra merce avariata ci vantiamo anche del fatto che siamo «il primo contributore di caschi blu tra i Paesi occidentali e settimo contributore al bilancio ordinario e del peacekeeping delle Nazioni Unite». Almeno ci dicessero grazie. Del diritto alla pari dignità con la Francia e con gli altri quattro Sommi Permanenti non ci azzardiamo nemmeno a parlare. Tanto non ci si filano. Ne consegue l’azione di corteggiamento del premier Renzi nei confronti del segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon, ben sapendo che qualora il Consiglio di sicurezza dell’Onu dovesse valutare la richiesta di un’azione di polizia internazionale sulle coste libiche, la Russia porrebbe probabilmente il veto. Si tende a sottovalutare le implicazioni di questo arzigogolato meccanismo. Sul monopolio pubblico del potere di usare legittimamente la forza dentro e fuori i confini nazionali è nato lo Stato moderno, e la rinuncia a quel potere, a quella sovranità, lo sta facendo lentamente morire. Abbiamo l’Onu, e non sappiamo che farcene. Abbiamo lo Stato, e non possiamo farci niente.
    Renzi comunque come al solito fa solo cazzate e si è messo contro la Russia che per vendicarsi metterà sempre il veto contro di noi italiani.


    RispondiElimina