giovedì 3 agosto 2017

Trepuzzi (LE): si aprono le porte del Consiglio comunale per un militante di CasaPound

Trepuzzi: si aprono le porte del Consiglio comunale per un militante di CasaPound


Si tratta di Francesco Pezzuto, primo dei non eletti lo scorso giugno con 313 preferenze

Trepuzzi (Le), 3 ago – Anche in Puglia CasaPound avrà un suo rappresentante all’interno di un Consiglio comunale. A Trepuzzi Francesco Pezzuto, primo dei non eletti alle amministrative dello scorso giugno e candidato all’interno di una lista civica, subentrerà al Dr Antonio Miglietta, candidato sindaco della lista On-Accendi Trepuzzi, il quale ha rassegnato le dimissioni da consigliere lo scorso 31 luglio per motivi familiari.

“Si tratta di un altro passo nella crescita del movimento in tutta Italia – si legge in una nota diffusa da CasaPound - un processo irreversibile che ci premia con l'aumento di consensi e che siamo certi, nel tempo, ci porterà fino al Parlamento. La costanza del nostro impegno sociale e politico è premiata, le mistificazioni che per anni hanno cercato di diffondere un messaggio distorto riguardo a Cpi oggi si sciolgono come neve al sole di fronte all’evidente realtà delle cose. Le persone hanno imparato a conoscerci e valutare il nostro operato, senza condizionamenti da parte di terzi: apprezzano le nostre idee e il nostro essere sempre in prima linea, senza risparmio, che si tratti di diritto alla casa, lavoro, salute, ambiente, disabilità. Trepuzzi è il primo paese in Puglia ad aprire le porte del Consiglio comunale a un militante di CasaPound ma ne seguiranno certamente altri, è solo questione di tempo”.


2 commenti:

  1. Sono felicissimo di questa notizia. Speriamo che alle prossime elezioni, che ormai sembrano imminenti, Casapound riesca ad entrare in
    Parlamento, in modo da creare un governo di centrodestra che finalmente
    metta fine ai disastri commessi dal centrosinistra.
    Distruggere i barconi carichi di clandestini, distruggere le navi
    delle ONG criminali, espellere negri, zingari, islamici,
    legge sul diritto alla legittima difesa.

    RispondiElimina
  2. i barconi andrebbero disintegrate tutte prima che salgono!

    ONG,fermate,

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.