Dona il tuo 5x1000

Inserisci nella dichiarazione 0930 138 1001

Iscrizione 2017

Iscriviti a CasaPound. Da quest'anno anche direttamente online! Perché alcuni italiani non si arrendono.

Basta UE!

A queste condizioni, vogliamo uscire dall'euro e da questa Unione Europea. Europei sì, schiavi no!

sabato 29 ottobre 2016

Siena, CasaPound organizza ripetizioni gratuite e doposcuola

Siena, CasaPound organizza ripetizioni gratuite e doposcuola
«A partire da novembre sarà attivo il Doposcuola sociale per i bambini delle elementari e delle medie animato dai militanti dell’associazione di promozione sociale CasaPound Italia presso la sede di via Santa Caterina 54».
Lo annuncia in una nota Marzio Fucito, portavoce di CasaPound Italia Siena.
«CasaPound – spiega Fucito – mette a disposizione un gruppo di giovani laureati e laureandi per le ripetizioni scolastiche, in maniera totalmente gratuita. Il nostro doposcuola è aperto a tutti i bambini che necessitano di aiuti per i compiti a casa e di ripetizioni per specifiche materie. Le attività si svolgeranno il giovedì ed il venerdì, dalle ore 15:30 alle 19. Il doposcuola dopo la distribuzione di generi alimentari alle famiglie italiane in difficoltà è solo una delle iniziative sociali che attiveremo nei prossimi giorni.»
Con questa iniziativa vogliamo solidarizzare ed aiutare concretamente i giovani studenti e le loro famiglie - dichiara Marzio Fucito responsabile di CasaPound - che per approfondire particolari materie, al fine di conseguire risultati buoni o sufficienti, devono spesso ricorrere a ripetizioni private a pagamento. Queste prestazioni sono molto onerose, da un minimo di 20 euro ad ora fino ai 30/35 euro per le materie più 'difficili.
Con la riforma della buona scuola, messa in atto dall'attuale governo Renzi a marchio PD- continua Fucito - si tende a trasformare la scuola pubblica in fonte di interessi per privati, a discapito della formazione e dell'istruzione. Di conseguenza sempre più famiglie dovranno ricorrere a mezzi alternativi alla scuola per costruire il bagaglio culturale dei propri figli. Non possiamo accettare che una buona istruzione sia legata alle possibilità economiche della propria famiglia, per questo abbiamo dato vita a questa iniziativa sociale".
Per i cittadini e le famiglie che volessero ricevere ulteriori informazioni mettiamo a disposizione il numero 3463253501 o contattarci alla mail casapound.siena@yahoo.it

giovedì 27 ottobre 2016

Basta Criminalità: CasaPound La Spezia in piazza insieme ai cittadini per chiedere risposte

Basta Criminalità: CasaPound La Spezia in piazza insieme ai cittadini per chiedere risposte 
La Spezia, mercoledì 26 ottobre - "Difendiamo i nostri quartieri": questa la frase riportata sullo striscione esposto al presidio di questo pomeriggio a Fossitermi, al quale hanno partecipato diversi cittadini, per cercare di smuovere le autorità competenti in merito a degrado, furti e negligenza dell'amministrazione nella cura del quartiere stesso.
"Ormai siamo arrivati ad un punto in cui ci sentiamo prigionieri in casa nostra - spiegano i militanti e i cittadini - La maggior parte delle persone che abitano al primo piano sono state costrette a porre delle inferriate alle finestre. Per non parlare delle continue spese per istallazioni di allarmi e altri apparecchi che scoraggino i malintenzionati. Nessuno si sente al sicuro."
Casapound La Spezia, che da più di un anno ha contatti con i cittadini del quartiere, ha già raccolto diverse lamentele e proposte dei cittadini: "Nessuna di queste proposte comporterebbe all'amministrazione uno sforzo economico, o di chissà quale tipo, al di fuori delle proprie possibilità. Tutto sta nella volontà di risolvere il problema. Noi stessi abbiamo visto la situazione di Fossitermi, e basterebbe davvero poco per dare più sicurezza ai cittadini: un illuminazione notturna corretta e la pulizia dell'area verde (via di fuga utilizzata continuamente da ogni tipo di criminale) sarebbero già un ottimo inizio."
"Il nostro impegno - concludono i militanti - è quello di portare le problematiche rilevate a chi di dovere, dando una scadenza precisa per la risoluzione dei vari problemi. Se le scadenze non saranno rispettate siamo pronti a continuare con la nostra battaglia. Perché Spezia è la nostra città, ed è nostro compito difenderla".

mercoledì 26 ottobre 2016

Sgombero Colosseo, striscioni CasaPound in 100 città: "Difendere gli italiani non è reato. Simone Di Stefano libero"

Roma, 26 ottobre - "Difendere gli italiani non è reato. Simone Di Stefano libero". Questi gli striscioni affissi questa notte in cento città italiane in solidarietà a Simone Di Stefano, il vicepresidente di CasaPound Italia ai domiciliari dal 29 settembre scorso per essersi pacificamente opposto al brutale sgombero di due famiglie italiane in stato di grave disagio sociale dalla palazzina di via del Colosseo che occupavano da 30 anni, pagando peraltro una indennità di occupazione al Comune.
"Simone Di Stefano è ai domiciliari da quasi un mese per avere difeso due famiglie italiane con anziani e disabili dalla violenza inumana di uno sgombero senza alternative - sottolinea il leader di CasaPound Gianluca Iannone - E da quasi un mese quelle stesse famiglie sono costrette a vivere dell'ospitalità di chi le ha accolte, senza nessuna prospettiva per il futuro. Il Campidoglio, infatti, dopo averle messe in mezzo a una strada, non solo non ha trovato per loro nessuna soluzione nemmeno temporanea ma in questi 27 giorni non si è mai degnato di contattarle o riceverle. A prescindere da quale sia il prezzo da pagare, CasaPound continuerà ad essere al loro fianco e al fianco di tutti gli italiani di cui Pd e M5S pensano di poter fare carne da macello perché non hanno padrini a cui votarsi".



domenica 23 ottobre 2016

Inaugurata nuova sede di CasaPound a Montecarlo (LU)

Oltre cento persone hanno partecipato ieri sera all'apertura della nuova sede di CasaPound Italia, a San Salvatore (Montecarlo). Inaugurata anche la nuova sezione Piana di Lucca.
"Siamo molto soddisfatti per questo nuovo traguardo – spiega Fabio Barsanti, coordinatore provinciale del movimento – che sancisce la crescita di CasaPound sul territorio provinciale lucchese. Il nostro obiettivo è quello di continuare a radicarci sul territorio, dando la possibilità agli italiani delusi e stufi della politica di avere un'alternativa credibile e concreta."
"Le tantissime persone giunte a San Salvatore per l'inaugurazione della nostra nuova sezione – dichiara Fabrizio Fantozzi, responsabile di CPI Piana di Lucca – sono il segnale di come la strada intrapresa sia quella giusta. Per i cittadini della Piana di Lucca è attivo da oggi il "Dillo a CasaPound": un numero di riferimento per ottenere un contributo economico grazie alla raccolta alimentare per le famiglie in difficoltà; l'assistenza legale gratuita civile e anche per far fronte ai contenziosi con le banche, e lo sportello anti-degrado, con il quale raccoglieremo le situazioni di disagio e rischio delle frazioni maggiormente colpite da problemi come l'immigrazione clandestina."
Durante l'evento sono intervenuti anche Eugenio Palazzini e Andrea Antonini, rispettivamente coordinatore regionale e vice-presidente nazionale di CasaPound Italia.


mercoledì 19 ottobre 2016

Raccolta straordinaria di sangue in ricordo dei piccoli martiri di Gorla: CasaPound promuove "Io ho quel che ho donato"

Raccolta straordinaria di sangue in ricordo dei piccoli martiri di Gorla: CasaPound promuove "Io ho quel che ho donato"

Una raccolta straordinaria di sangue in ricordo della strage di Gorla. Anche quest’anno CasaPound Italia promuove, a partire da giovedì 20 ottobre, una campagna per la donazione di sangue con una serie di appuntamenti in tutta Italia.“Io ho quel che ho donato’’, questo il nome dell’iniziativa, porterà i volontari in piazze, ospedali e centri Avis delle città italiane, per compiere un concreto gesto di solidarietà e per non dimenticare i 184 piccoli martiri del bombardamento alleato che si abbatté il 20 ottobre del 1944 sulla scuola elementare 'Francesco Crispi' nel quartiere Gorla a Milano.L'iniziativa, arrivata al sesto anno, è organizzata in collaborazione con il Grimes, Gruppo intervento medicina sociale di CasaPound Italia, un'associazione che vede impegnati medici e infermieri volontari su azioni concrete, a partire proprio dalla raccolta del sangue. 



ELENCO DI DOVE SI SVOLGERA' L'INIZIATIVA:

LAZIO
Latina: 22 ottobre presso avis Latina via Matteotti 238 ore 8
Rieti: Centro Avis presso Ospedale S.Camillo de Lellis viale Kennedy 1 - giovedì 20 ottobre ore 8
Frosinone: Centro trasfusionale ospedale 'Fabrizio Spaziani'Via Armando Fabi (Palazzina Q) Giovedì 20 ottobre ore 8/10
Grottaferrata: Avis di Grottaferrata via giuseppe verdi 12 domenica 23 ottobre dalle 7:30 alle 10:30

SICILIA
Palermo: AVIS Sezione Comunale Via Antonio Salinas, 68 Sabato 22 ottobre dalle 9.00 alle 12.00

Siracusa: Avis, via Augusto Von Platen, Sabato 22 Ottobre ore 10.00

VALLE D'AOSTA
Aosta: Centro trasfusionale Viale Ginevra 3 Giovedi 20 ottobre dalle 7:30 alle 11:30

LIGURIA
Genova: Monoblocco osp. San Martino 20 ott h 9,00

FRIULI VENEZIA GIULIA
Gorizia: Centro trasfusionale presso Ospedale Civile in via Fatebenefratelli. Sabato 22 ottobre alle ore 8:00
Udine: Centro trasfusionale presso Ospedale Civile, piazzale Santa Maria della Misericordia 15. Venerdì 21 ottobre dalle ore 9.00
Pordenone: Centro trasfusionale presso Ospedale Civile in via Montereale 27. Martedì 25 ottobre dalle ore 8.00

PIEMONTE
Torino: Autoemoteca Corso Einaudi 23 (Fronte chiesa) Martedì 25/10 dalle ore 7.30 alle 11
Asti: Avis Asti Corso Dante 202 c/o Ospedale Cardinal Massaia Sabato 22 ottobre 7,30 - 10,30
Novara: Avis Comunale Novara c/o A.O.U. Maggiore della Carità (pad. H)C.so Mazzini, 18 - 20 ottobre - dalle 9 alle 12
Cuneo: ospedale S. Croce Via Michele Coppino 26 Sabato 22 ottobre dalle h. 8.00 alle 10.00

UMBRIA
Perugia: Sabato 22 Ottobre,dalle 8:00 alle 11:00, c/o Avis comunale Ospedale di Perugia, piazza Menghini 1
Terni: Sabato 22 Ottobre, dalle 7,30 alle 11,00 presso Ospedale Santa Maria, Viale di Tristano Joannuccio, 1
Foligno: Sabato 22 dalle 7:00 alle 11:00, Ospedale San Giovanni Battista,via Massimo Arcamone
Todi: Sabato 22 Ottobre, dalle ore 07:00 alle ore 09:30, presso Ospesale Media Valle del Tevere,via del Buda

PUGLIA
Bari: 29 ottobre. Policlinico di Bari, presso Banca del sangue ingresso Piazza Giulio Cesare 11
Lecce: Giovedi 20 Ottobre. Centro Immunotrasfusionale, Ospedale Vito Fazzi, Piazza Muratore dalle ore 8.00 alle 12.30
Brindisi: Ospedale Di Summa - Antonio Perrino di Brindisi, centro trasfusionale situato sulla Strada Statale 7 per Mesagne 22 ottobre dalle ore 10
Foggia: sabato 22 ottobre Centro Immunotrasfusionale Ospedale Riuniti di Foggia, Viale L. Pinto n.1 dalle ore 8 alle 12

CAMPANIA
Napoli: Centro trasfusionale Ospedale Pausilipon, via Posillipo 226 Giovedì 20 ore 09.00

TRENTINO ALTO ADIGE
Bolzano: Rockaforte, via Cesare Battisti 8 Giovedì 20 ottobre dalle 17:00 alle 20:00

TOSCANA
Firenze: 20 ottobre presso Ospedale I.O.T., via Michelangelo Buonarroti 41, ore 7.40

SARDEGNA
Sassari: lunedì 24 Ott. Presso via Monte Grappa 82 delle ore 8 alle 13

CALABRIA
Lamezia Terme: domenica 23 ottobre c/o AVIS COMUNALE via S. Miceli, 121 dalle ore 9:00 alle ore 12:00

VENETO
Vicenza: Fidas, Viale Rodolfì,37,36100 dalle 8:00 alle 12:00 Padova - Avis, Via Trasea 10/12 - 35131 dalle 8:00 alle 10:30
San dona' di Piave - Centro trasfusionale Ospedale Civile - 30027 via Nazario Sauro 24 dalle 08:00 alle 9:30
Conegliano - Ospedale Civile di Conegliano (TV) 31015 ,via Brigata Bisagno,6 dalle 8:00 alle 9:30
Verona - Ospedale Borgo Trento -Piazzale Aristide Stefani,1,37126 Verona dalle 08:00 alle 11:00

sabato 15 ottobre 2016

Immigrazione: Blitz di CasaPound sotto la prefettura di Sassari

Immigrazione: Blitz di CasaPound sotto la prefettura di Sassari

Sassari, 15 Ott- Fumogeni tricolore e uno striscione recante la scritta “Difendi la tua terra, Difendi Sassari”. Questa l’azione di protesta di CasaPound Italia contro la gestione dell’immigrazione in Provincia.

“Riteniamo giusto denunciare la scellerata gestione dell’immigrazione nel nostro territorio – afferma CasaPound Italia in una nota – soprattutto alla luce dei recenti fatti del Monte Rosello, con 160 immigrati alloggiati in una palazzina pericolante in uno dei quartieri più poveri della citta, che hanno messo in luce forti tensioni sociali con i residenti”.

“In Sardegna si è venuta a creare una situazione paradossale, – continua CasaPound – con circa 6000 giovani Sardi che emigrano ogni anni in cerca di lavoro e altrettanti immigrati clandestini che vengono accolti, a nostre spese, sul nostro territorio”.

“A questo si aggiunga che la nostra provincia è afflitta da una forte crisi economica e che nella sola Sassari sono 1200 le famiglie in emergenza abitativa – prosegue CasaPound – e quindi questi immigrati vengono inviati per essere accolti in territori che non hanno le risorse per dare loro un futuro, né alcun tipo di integrazione economica e sociale”.

“Chiediamo l’immediato rimpatrio dei non aventi diritto all’accoglienza -conclude CasaPound- e l’utilizzo di tutti i fondi regionali e comunali destinati agli immigrati per il sostegno alle famiglie italiane in stato di emergenza abitativa e estrema povertà”.

giovedì 13 ottobre 2016

Ostia, CasaPound: incontro con Alba Dorata e nostri consiglieri Bolzano e Lamezia

Ostia, CasaPound: incontro con Alba Dorata e nostri consiglieri Bolzano e Lamezia

Un evento di portata europea per festeggiare i 5 anni del circolo Idrovolante che vedrà anche la partecipazione del partito greco di Alba Dorata. Ad organizzarlo ad Ostia sabato 15 ottobre è CasaPound Italia. Oltre a Kostantinos Boviatsos, rappresentante di Alba Dorata, ci saranno anche i consiglieri comunali di Bolzano, Andrea Bonazza e di Lamezia Terme, Mimmo Gianturco oltre al vicepresidente di CasaPound Andrea Antonini ed i responsabili locali del movimento, Luca Marsella e Carlotta Chiaraluce, che introdurranno l'evento. «Sarà un giorno molto importante - spiega Marsella - perché porteremo sul nostro territorio, in vista delle elezioni nel X municipio romano ancora commissariato, degli esempi vincenti. Alba Dorata in Grecia - ha continuato Marsella - con decine di parlamentari eletti ed i risultati eccezionali di CasaPound a Bolzano e Lamezia ci accompagneranno verso il voto di Ostia dove puntiamo ad ottenere lo stesso risultato e c'è la concreta possibilità finalmente di avere rappresentanti istituzionali».
«Con Alba Dorata - ha aggiunto Chiaraluce - le similitudini sono tante a partire dalla repressione di un sistema che si accanisce contro movimenti come i nostri e che ha visto provvedimenti assurdi verso il partito greco, con moltissimi dirigenti arrestati soltanto perché rappresentano una minaccia per i giochi di potere di Bruxelles, che ci ricordano molto l'arresto recente del nostro vicepresidente Simone Di Stefano, ora agli arresti domiciliari, e degli altri militanti che difendevano due famiglie romane da uno sfratto. Con i greci abbiamo inoltre in comune numerose battaglie politiche, dalla lotta all'immigrazione a quella delle folli logiche dell'Unione Europea». L'incontro pubblico si terrà dalle 18 fino a tarda serata in via Pucci Boncambi 63, l'intervento di Alba Dorata è previsto per le 22.