mercoledì 7 dicembre 2016

San Basilio, Di Stefano (CasaPound): Raggi incontra famiglia marocchina? È come la Boldrini

San Basilio, Di Stefano (CasaPound): Raggi incontra famiglia marocchina? È come la Boldrini
Roma, 7 dicembre - “È ignobile che Virginia Raggi porti la sua solidarietà piagnucolosa ad una famiglia di stranieri, mentre quando sono gli stranieri e i rom ad occupare le case degli italiani nessuno piange e tutti girano la testa dall'altra parte, a partire dall'inquilina del Campidoglio”. Lo afferma il vicepresidente di CasaPound Italia, Simone Di Stefano in merito ai fatti di San Basilio. “La Raggi – spiega il dirigente di Cpi – si è detta disponibile a incontrare la famiglia marocchina che doveva ricevere una casa popolare nella borgata romana. Strano, perché dal Campidoglio mai un incontro è stato concesso a Emmanuel Mariani, sotto sfratto con la figlia invalida al 100 per cento, o alle famiglie sgomberate da via del Colosseo, che per giorni hanno chiesto un faccia a faccia senza che nessun esponente dell’amministrazione a 5 Stelle si degnasse di riceverle”. Per Di Stefano “è ormai evidente che la Raggi ha l'obbiettivo di superare Laura Boldrini nella classifica del politico più anti-italiano e politicamente corretto del Paese. CasaPound non può che ribadire la sua critica più radicale all'operato della giunta e una solidarietà incondizionata a quegli italiani che non si arrendono nei quartieri”.