lunedì 30 maggio 2016

Ostia, Associazione Mielolesi e CasaPound chiudono la strada contro il depotenziamento del CPO.

Ostia, Associazione Mielolesi e CasaPound chiudono la strada contro il depotenziamento del CPO
Roma, 30 maggio –“Questa mattina – inizia così la nota di CasaPound - abbiamo bloccato la strada e ci siamo incatenati, insieme ai pazienti, sotto al CPO contro la chiusura di un intero piano della struttura per mancanza di personale. E’ inammissibile che un ospedale come il CPO, che svolge un ruolo fondamentale non solo per Ostia ma per tutto il centro Italia, sia privato di fondi e di personale. Ancora una volta le istituzioni sono state latitanti e nessuno dalla regione è venuto per cercare di risolvere il problema ed ascoltare i cittadini che lavorano e usufruiscono della struttura. Stiamo aspettando l’arrivo di alcuni dirigenti dell’asl – conclude così la nota del movimento – per avere rassicurazioni sul futuro del CPO, se ciò non dovesse avvenire siamo pronti ad azioni ancora più eclatanti e decise”.

0 commenti:

Posta un commento