domenica 3 aprile 2016

Stupro a Pineta Sacchetti, CasaPound in piazza: "E' il parco degli orrori, basta degrado"

Stupro a Pineta Sacchetti, CasaPound in piazza: "E' il parco degli orrori, basta degrado"

Roma, 2 apr. - Al grido di 'Riprendiamoci la Pineta Sacchetti', questo pomeriggio residenti del XIII Municipio e militanti di CasaPound Italia sono scesi in piazza con striscione e tricolori per dire basta al degrado e pretendere più sicurezza nel parco, sempre più spesso al centro di fatti di cronaca. L'ultimo eclatante episodio giovedì scorso, quando una 26enne, mentre riprendeva l'auto da un parcheggio, è stata aggredita e stuprata da un uomo ubriaco a volto scoperto che ha anche tentato di rapinarla.

"Omicidi, furti, stupri e violenze di ogni genere: il Pineto è divenuto oramai 'il Parco degli orrori' - dice Simone Montagna, candidato presidente di Cpi in XIII Municipio, presente al sit in - Quanto ancora dovremmo vedere questa 'Riserva Naturale' ridotta in questa maniera? Oggi siamo qui davanti all'Auditorium abbandonato di via Tardini per chiedere una maggiore illuminazione, sorveglianza h24 e l'immediato sgombero degli accampamenti abusivi presenti nell'area. Siamo qui da sempre e non molleremo: ci riprenderemo la Pineta Sacchetti".


0 commenti:

Posta un commento