sabato 16 aprile 2016

Striscioni e sit-in di CasaPound in tutta la Puglia contro l‘importazione di olio tunisino

Striscioni e sit-in di CasaPound in tutta la Puglia contro l‘importazione di olio tunisino
“UE e PD nemici della nazione”, “Dall’olio tunisino alla Xylella state distruggendo la nostra terra”, questi i testi degli striscioni affissi nella notte da CasaPound Italia in tutta la regione, per protestare contro la decisione del Parlamento europeo di importare senza dazi 35mila tonnellate di olio di oliva tunisino. La misura, proposta dall’Alto rappresentante per gli Affari esteri, Federica Mogherini, ha incontrato il voto favorevole di dodici euro parlamentari italiani, tutti provenienti dalle fila del Partito Democratico. Gli striscioni sono stati esposti presso aeroporti, porti e centri commerciali delle province pugliesi. La protesta è proseguita nella mattinata di oggi con sit-in a Foggia, Bari e Lecce, presso le sedi della Regione Puglia dislocate nelle rispettive province. Durante i sit-in sono stati esposti striscioni riportanti il testo: “Olio tunisino senza dazio, agricoltura pugliese in ginocchio”.
“A differenza della quasi totalità del panorama politico italiano, che svende giorno dopo giorno la nostra sovranità nazionale in ogni suo comparto noi non rimarremo fermi e in silenzio a subire passivamente le scellerate scelte dell’Unione Europea, ma difenderemo con ogni mezzo l’economia italiana e i nostri agricoltori”.



1 commento: