giovedì 10 marzo 2016

Napoli, grazie a CasaPound rimandato sgombero di famiglie italiane con minori e disabili

Napoli, grazie a CasaPound rimandato sgombero di famiglie italiane con minori e disabili
Napoli, 10 Marzo - "Stamattina siamo stati a via Pigna a Soccavo, dove era previsto lo sgombero di due famiglie napoletane con un disabile ed una donna incinta, causato da un contenzioso con la Regione Campania; solo grazie all'intervento di CasaPound Italia lo sgombero è stato evitato". Queste le parole di Giuseppe Savuto, portavoce napoletano di CasaPound Italia.
"Nonostante le rassicurazioni degli ufficiali giudiziari che avevano escluso totalmente la possibilità di uno sgombero - continua Savuto -, la parola fine a questa storia sembra ancora lontana. Abbiamo voluto lanciare un segnale forte a questa incompetente amministrazione, schierandoci al fianco di quei cittadini napoletani che vivono sulla propria pelle il dramma dell’esigenza abitativa; tutto questo mentre amministrazioni napoletane e campane stanziano fondi, tutelano e si schierano dalla parte di stranieri e rom: basti pensare al caso del ristorante gestito da questi ultimi a Scampia, o quello dell’ eco-villaggio a Giugliano in Campania”.
"Ci chiediamo come mai - conclude Savuto – le autorità locali abbiano interesse nell’affrontare solamente la questione abitativa di stranieri e rom, lasciando nel dimenticatoio famiglie di italiani che vivono una situazione di emergenza, e che andrebbero aiutati per primi. Le famiglie di via Pigna non si toccano, siamo pronti a scendere per strada con loro: prima gli italiani!".
Info :
mail casapoundnapoli@yahoo.it
cell 3338027033


3 commenti:

  1. Grazie Cpi.....
    C'è ancora qualcuno che ha a cuore il benessere italico

    RispondiElimina
  2. Vicende che sembrano incredibili.
    La pseudo cultura del liberismo che esclude totalmente l'agire di ogni stato Nazionale realizza queste perversioni.
    L'Italia agli Italiani (almeno prima degli altri) eppoi semmai si aiutano, attraverso normative chiare e trasparenti, tutti gli altri popoli (stanziali) che debbono partecipare della cosa Italica, obbligatoriamente.
    Bravissimi ragazzi

    RispondiElimina