sabato 26 marzo 2016

Lanciano: CasaPound consegna uova di Pasqua ai bambini dell’Ospedale

Lanciano: CasaPound consegna uova di Pasqua ai bambini dell’Ospedale

Lanciano, 26 Marzo – Pasqua all’insegna di solidarietà per CasaPound Italia a Lanciano. Volontari del movimento si sono recati questa mattina presso il reparto di pediatria dell’ospedale ‘Renzetti’ della città frentana, per consegnare uova di Pasqua ai piccoli pazienti.
“E’ stata una sincera soddisfazione per noi poter regalare un sorriso ai piccoli ospiti del reparto di pediatria – afferma Nico Barone, responsabile lancianese CasaPound – In questi giorni di festa, tanto amati dai bambini, riteniamo fosse doveroso pensare a quanti tra loro non hanno la fortuna di festeggiare a fianco dei propri cari. Ringraziamo quindi i cittadini di Lanciano, che con il loro supporto costante hanno permesso alla nostra associazione di realizzare anche questa iniziativa”.


6 commenti:

  1. Momenti come questi fanno bene al cuore e fanno ben sperare x futuro.
    Grazie Cpi

    RispondiElimina
  2. http://www.secoloditalia.it/2016/03/antagonisti-aggrediscono-militanti-casapound-poliziotto-ferito/




    La sinistra antagonista criminale festeggia così la Pasqua.
    Ma i militanti di Cpi si difendono come si conviene e quei mascalzoni fuggono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ragazzi io invito tutti a leggervi questo scritti di Caudan sui cosiddetti "antagonisti":
      http://prometheus.greatnow.com/zecche.htm
      http://prometheus.greatnow.com/psicopat.html

      Elimina
    2. Gli antagonisti sono il braccio armato di Pd,Sel,M5S e Ncd e vaticano.
      Chi la pensa diversamente da questo governo di banditi viene segnalato e......botte da orbi..poi la magistratura militante assolve..

      Elimina




  3. http://www.redazioneitalia.it/politica/2-politica-italiana/1028-scrive-qbuona-pasquaq-su-facebook-fanatico-musulmano-lo-uccide.html

    26 marzo 2016


    Scrive "Buona Pasqua" su Facebook. Fanatico musulmano lo uccide


     ''Good Friday and a very Happy Easter, especially to my beloved Christian nation'', in italiano il post che Asad Shah ha pubblicato su facebook è solamente un felice augurio pasquale ''Un buon venerdì e una molto felice Pasqua, specialmente alla mia adorata nazione cristiana''.  Un gesto di tolleranza confessionale, un messaggio di augurio rivolto a cristiani e musulmani. Il venerdì è il giorno sacro dell'Islam e poi c'è la Pasqua cristiana, in una frase dunque un abbraccio agli amici e ai parenti di due fedi religiose. Nulla di più che una scritta fraterna ma che invece per Asad, il cittadino di origini pachistane che viveva e lavorava a Glasgow di fede islamica e autore del post, è stata la sua condanna a morte.

    Venerdì, Shah, che gestiva un piccolo negozio nella città scozzese alle 19 ha esternato sul social network il suo augurio di buone feste, poi, due ore dopo la tragedia. Nel quartiere di Shawlands il quarantenne pachistano è stato trovato riverso in una pozza di sangue a causa di numerose coltellate che gli sono state inflitte. Orrore, incomprensione e sconcerto per quello che di primo acchito è risultato un omicidio inspiegabile. Poi le indagini, ed è così che gli agenti della polizia scozzese hanno arrestato un uomo di 32 anni, musulmano pure lui, e primo indiziato per l'omicidio. E stando a quanto riportato dalla polizia il movente potrebbe essere dovuto al fanatismo religioso e sarebbe proprio il post della vittima ad aver fatto scattare le ire del fanatico che, ascoltando quanto hanno dichiarato i testimoni, non sembra aver agito da solo.

    Sotto shock l'intero quartiere e la famiglia di Asad Shah, ma non solo, anche la Scozia è rimasta paralizzata per l'efferato gesto, tanto che il primo ministro Nicola Sturgeon ha manifestato il suo dolore recandosi a deporre una corona di fiori fuori dal negozio dell'uomo e partecipando al minuto di silenzio nazionale.

    RispondiElimina
  4. semplicemente grandi Grazie

    RispondiElimina