mercoledì 13 gennaio 2016

Bolzano, Bonazza (CasaPound) vince su ex-sindaco Spagnolli nel processo sulla libertà di satira

Bolzano, 13 gen - Il coordinatore regionale di CasaPound Andrea Bonazza è stato assolto dall’accusa di diffamazione mossa dall’ex sindaco di Bolzano Luigi Spagnolli.


Il fatto riguardava una vignetta pubblicata su facebook, in cui l’ex primo cittadino veniva dipinto ironicamente con le gote rosse e la dicitura “Levategli il vino”, antico detto romano - levateje er vino - usato per sbugiardare le affermazioni di terzi.
La Procura della Repubblica, aveva chiesto il non luogo a procedere, in aula ha modificato la posizione. Il sostituto procuratore ha infatti chiesto la condanna ad una multa di 500 euro. Il giudice ha però disposto l'assoluzione accogliendo le argomentazioni sostenute dall'avvocato di Bonazza, il difensore Alessandro Osler.
“Finalmente ha vinto la giustizia - dichiara in una nota il coordinatore regionale di Cpi finito sul banco degli imputati - Ha vinto il diritto di critica, troppo spesso abusato nei dialoghi che animano la politica locale e nazionale. Troppo facile sventolare matite e invocare alla libertà di satira, quando per primi ci si macchia di democratica censura, addirittura portando simili sciocchezze nelle già intasate aule dei tribunali, con lo sperpero di denaro pubblico che ne comporta” conclude Bonazza.


1 commento:

  1. Ma chi crede di essere Bonazza una delle scimmiette di sinistra alla Vauro a cui tutto è permesso?
    Se non sei appecoronato alla sinistra sei fritto radiografato, schedato perchè compi reato di lesa maestà

    RispondiElimina