Dona il tuo 5x1000

Inserisci nella dichiarazione 0930 138 1001

Iscrizione 2017

Iscriviti a CasaPound. Da quest'anno anche direttamente online! Perché alcuni italiani non si arrendono.

Basta UE!

A queste condizioni, vogliamo uscire dall'euro e da questa Unione Europea. Europei sì, schiavi no!

mercoledì 30 settembre 2015

Ostia, CasaPound: contestato sindaco Marino, "viene ad inaugurare quadri e 350 bambini disabili sono senza assistenza"

Ostia, CasaPound: contestato sindaco Marino, "viene ad inaugurare quadri e 350 bambini disabili sono senza assistenza"

Roma, 29 Settembre - Dura contestazione di CasaPound Italia all'arrivo del sindaco Marino ad Ostia questo pomeriggio durante l'inaugurazione al Teatro del Lido dell'esposizione di un quadro del Caravaggio. Il sindaco è riuscito ad entrare solo grazie all'intervento delle forze dell'ordine in tenuta antisommossa che hanno allontanato i contestatori. "E' inamissibile - spiega Luca Marsella, responsabile di CasaPound Italia sul litorale romano - che Marino venga ad Ostia soltanto per fare inaugurazioni e ignori qualsiasi problema del territorio. E' stato impedito ad i cittadini di entrare in un luogo pubblico e l'accesso è stato riservato solo agli invitati, agli esponenti del Pd ed ai giornalisti. Dopo aver gettato su Ostia una pesante etichetta di mafia con lo scioglimento del municipio questa sarà sempre l'accoglienza che riserveremo al sindaco".
"Nel X Municipio 350 bambini disabili sono senza assistenza nelle scuole - spiega Carlotta Chiaraluce, portavoce locale di CasaPound - le stesse scuole cadono a pezzi e le centinaia di buche nelle strade trascurate causano incidenti mortali, ogni area verde è abitata da rom e stranieri che la rendono inavvicinabile come del resto tante altre zone a partire da quelle limitrofe alle stazioni, abbiamo un ex presidente del Pd arrestato per Mafia Capitale e nonostante tutto governa ancora il Pd e non si va alle elezioni. In tutto questo - conclude Chiaraluce - il sindaco viene ad inagurare un quadro".




martedì 29 settembre 2015

Roma, CasaPound: venerdì fiaccolata contro il degrado dell' ex scuola Pegaso all'Axa

Roma, CasaPound: venerdì fiaccolata contro il degrado dell' ex scuola Pegaso all'Axa

Roma, 29 Settembre - "Venerdi 2 Ottobre alle ore 19 CasaPound Italia ha organizzato una fiaccolata davanti all' ex scuola materna comunale Pegaso, angolo tra via Euripide e via Emenesiatte zona Axa, per chiederne la demolizione e la ricostruzione immediata del plesso scolastico". Cosi recita la nota diffusa questa mattina dal movimento, dalla quale si legge ancora. "Questa scuola materna, unica materna pubblica di questo quadrante del X Municipio, è stata chiusa nel 2011 per motivi igienico-sanitari e gli 80 bambini che frequentavano l'istituto vennero smistati in altre strutture in attesa della costruzione di un altra struttura pubblica che ad oggi ancora non è stata costruita. Nel 2014 - prosegue la nota - il Comune di Roma stanzia un milone e mezzo di euro per la demolizione e la ricostruzione del plesso scolastico in questione. Ad oggi quei soldi risultano spariti ed oltre a non esserci una scuola pubblica per i residenti di Axa e Casal Palocco, l'ex scuola Pegaso versa in un totale stato di degrado e abbandono. È stata totalmente derubata al suo interno ed è divenuta un dormitorio per rom e senza fissa dimora. Questa situazione per i cittadini è divenuta insostenibile pertanto chiediamo - conclude la nota - con questa fiaccolata chiediamo di sapere che fine hanno fatto i soldi che erano stati stanziati per la demolizione e la ricostruzione del plesso scolastico affinché quanto prima queste risorse".

Catalogna, Iannone (CasaPound): "España una, grande, libre. Dalle crisi ci si salva tutti insieme"

Catalogna, Iannone (CasaPound): "España una, grande, libre. Dalle crisi ci si salva tutti insieme"
Roma, 29 set - “La tentazione indipendentista che riecheggia oggi in Catalogna rischia di indebolire ulteriormente la sovranità e la forza dei popoli europei, andando a incrementare spinte centrifughe di natura molto più economica che identitaria”. Lo afferma, in una nota, il presidente di CasaPound Italia, Gianluca Iannone, che aggiunge: “La nostra visione della politica e della nazione postula che dai momenti di crisi si esce tutti insieme. Le tradizioni locali e regionali sono certamente importanti, così come è giusto pensare a quote di autonomia che ne tengano conto, ma non è certo un miraggio di autosufficienza egoistica che potrà salvare le identità. Gli Stati europei – è il caso della Spagna, ma anche dell'Italia – hanno molti difetti, ma restano al momento l'unico presidio di sovranità in un mondo che vede il sovranismo come fumo negli occhi. Indebolirli per creare solo degli stati più piccoli e più insignificanti per mere ragioni fiscali e tributarie (perché di questo si tratta) significa fare il gioco dei nemici dei popoli tutti: dei catalani e degli altri spagnoli, così come degli italiani di tutte le regioni”.

lunedì 28 settembre 2015

Aosta: Azione di CasaPound contro l'aumento delle rette degli asili nido

Aosta: Azione di CasaPound contro l'aumento delle rette degli asili nido

Aosta, 27 settembre - "Se le culle sono vuote la nazione invecchia e decade", questo il testo dello striscione affisso nella notte di domenica insieme a dei passeggini vuoti, nei pressi del palazzo regionale. La protesta riguarda l'aumento delle rette degli asili nido sul territorio regionale.
"L'aumento del massimale delle rette degli asili nido - dichiara in una nota Casapound Italia - che salgono a 850 euro mensili, è un duro colpo per le famiglie che in questo momento, tra mille difficoltà, programmano di avere un figlio in un contesto sociale in cui entrambi i genitori sono obbligati a lavorare, dove possibile, per mantenere una famiglia".
"Troviamo dunque fuori dal tempo e dalla realtà - prosegue la nota - le parole dell'assessore Fosson che dichiara che il servizio degli asili nido 'non è indispensabile': negli ultimi anni sono stati operati tagli indiscriminati a tutti i servizi regionali a sostegno delle famiglie, senza invece risparmiare sulle voci realmente non essenziali. La regione dovrebbe al contrario incentivare le nascite potenziando e rendendo più accessibili questi servizi. "


domenica 27 settembre 2015

Lucca, CasaPound ripulisce cataratta ostruita da torrente

Lucca, CasaPound ripulisce cataratta ostruita da torrente

Un intervento per la sicurezza dei quartieri Giardino e San Concordio. CasaPound Lucca ripulisce la cataratta del torrente Piscilla ostruita dai rifiuti a causa della negligenza del Comune, il cui stato era stato denunciato in questi giorni.

"Abbiamo deciso di intervenire dopo le segnalazioni degli abitanti del quartiere Giardino -dichiara Lorenzo Del Barga - preoccupati per i rifiuti ammassati nella cataratta che ostruivano il corso d'acqua. Un rischio inaccettabile, un'amministrazione di incoscienti, che trova tempo e risorse per tutto tranne la sicurezza dei cittadini".

"Oggi consegnamo la cateratta ripulita dai rifiuti al Sindaco Tambellini - prosegue la nota - troppo impegnato nelle trovate pubblicitarie sul Serchio con i finti profughi. Venga a vedere ciò che sarebbe toccato all'amministrazione e che invece hanno fatto i nostri militanti armati di guanti, rastrelli e sacchi neri, e trovi le risorse per mettere in sicurezza i corsi d'acqua, che con l'autunno appena iniziato necessitano costante manutenzione".

"Abbiamo raccolto più di trenta sacchi pieni di rifiuti che faremo smaltire d'accordo con Sistema Ambiente. La nostra azione vuole essere una denuncia nei confronti dell'amministrazione comunale - conclude la nota - e della sua negligenza. Una negligenza che dimostra come le esondazioni e le alluvioni che spesso accadono sul nostro territorio siano molto spesso causate dalle responsabilità delle amministrazioni pubbliche".

CasaPound distribuisce generi alimentari a Genova nel quartiere Quezzi

CasaPound distribuisce generi alimentari a Genova nel quartiere Quezzi
"Questa mattina i militanti di CasaPound hanno distribuito generi alimentari ad alcune famiglie italiane in difficoltà nel quartiere genovese di Quezzi.
Oltre alle distribuzioni effettuate nei mesi scorsi nel quartiere di Borgoratti, che hanno consentito di aiutare una ventina di famiglie in difficoltà, da oggi i militanti di CasaPound hanno cominciato a distribuire anche a Quezzi pasta, riso e altri generi alimentari.
Le distribuzioni di CasaPound Liguria sono rivolte a tutte quelle famiglie italiane che non possono reggere il peso della crisi, i cui effetti continuano a ripercuotersi sulle condizioni economiche dei cittadini italiani, abbandonati dallo Stato, dalle istituzioni e dalle varie associazioni e onlus che preferiscono aiutare masse di stranieri immigrati senza controllo.
Per CasaPound Italia invece vengono sempre prima gli italiani. CasaPound è dove lo Stato è assente, è al fianco degli Italiani, e sempre dalla loro parte.”

CasaPound Trento, valigie di cartone sotto la sede della Provincia, "trentini dimenticati"

Questa notte a ‪Trento‬ i militanti di CasaPound‬ hanno lasciato davanti alla sede della Provincia‬ delle valigie di cartone, simboleggianti i troppi italiani abbandonati dalle attuali politiche istituzionali.
"Vogliamo ricordare a tutti coloro che parlano di accoglienza e solidarietà, descrivendo spesso realtà lontane dalla verità, che ci sono sempre più famiglie costrette a chiedere aiuto per avere un tetto sopra la testa, giovani madri senza un lavoro, padri separati senza un pasto caldo".



giovedì 24 settembre 2015

Lamezia Terme: protesta di CasaPound per scarsi servizi a sostegno famiglie

Lamezia Terme: protesta di CasaPound per scarsi servizi a sostegno famiglie

Lamezia Terme - “Tagli alla disabilità, aumento sull'abbonamento bus per gli studenti, incremento dei ticket per la mensa scolastica". Per queste motivazioni CasaPound Lamezia ha organizzato questa mattina un presidio di protesta davanti al comune di Via Perugini, prima che iniziasse una nuova seduta del consiglio comunale per discutere del bilancio di previsione 2015. "Ci stanno togliendo tutto, almeno giù le mani dai nostri figli" ha dichiarato il leader di CasaPound Mimmo Gianturco, esigendo spiegazioni dall'amministrazione comunale. Presenti anche alcuni genitori decisi a non andar via finché non riceveranno garanzie dal l'assessore competente.
Il gruppo di protestanti ha chiesto poi di entrare in sala consiliare, a lavori appena aperti. Il consigliere Mimmo Gianturco, promotore del presidio, si rivolge a consiglieri e giunta, in particolare all’assessore Gullo, chiedendo spiegazioni sugli aumenti.  Il sindaco Mascaro però definisce irreali i dati esposti dal consigliere Gianturco.  “Il trasporto scolastico è disciplinato tramite il rapporto con la Lamezia multiservizi" - si giustifica il Sindaco.  In aula i genitori però, continuano a protestare, bloccando il proseguimento del consiglio comunale.

Varese: torna la raccolta alimentare di CasaPound per gli italiani in difficoltà

Varese: torna la raccolta alimentare di CasaPound per gli italiani in difficoltà, “Un aiuto concreto del nostro popolo”

Varese, 23 settembre – Riparte domani, giovedì 24 settembre, la raccolta alimentare in favore delle famiglie italiane in difficoltà promossa da CasaPound Italia Varese. 
“L’anno scorso – spiega il responsabile provinciale di Cpi Varese, Gabriele Bardelli - sono state seguite con continuità diverse famiglie, molte delle quali monoparentali con figli minori a carico.
Inoltre, sempre più italiani ci contattano, riconoscendoci di fatto come unico baluardo a difesa dei nostri concittadini colpiti dalla crisi. Da qui – chiarisce Bardelli - la scelta di proseguire il nostro impegno di solidarietà attiva, rilanciandolo con slancio ancora maggiore”.
Il centro di raccolta e distribuzione è allestito presso la sede dell'associazione culturale Il Veltro, in viale Borri 17/a. I giorni di raccolta sono tutti i mercoledì e giovedì dalle 21.45 in poi. La distribuzione, invece, avverrà, nello stesso orario, ogni terzo giovedì del mese. I generi alimentari con cui si può contribuire sono pasta, riso, conserve e, in generale, tutti gli alimenti a lunga scadenza.
“Abbiamo bisogno del tuo aiuto, aiutaci ad aiutare: dimostra con i fatti – è lo slogan dell’iniziativa – la solidarietà ai tuoi concittadini, l’amore per la tua nazione e l’impegno per il tuo popolo”
Per contatti e ulteriori informazioni sulla raccolta: 338 4291012 o casapoundvarese@yahoo.it


sabato 19 settembre 2015

Inaugurazione nuova sede di CasaPound a Gorizia con Gianluca Iannone


venerdì 18 settembre 2015

Ostia, CasaPound impedisce sgombero famiglia italiana

X Municipio: CasaPound impedisce sgombero famiglia italiana all'Axa
Roma, 18 Settembre - Una ventina di militanti di CasaPound Italia si sono fatti trovare questa mattina davanti all'ingresso di un'abitazione all'Axa, nel X Municipio di Roma, evitando di fatto lo sgombero previsto per una famiglia italiana in difficoltà economiche. "Siamo riusciti per ora a rinviare lo sgombero di una donna invalida - spiega CasaPound in una nota - che vive in un immobile dell'ente Enasarco insieme ad una figlia appena maggiorenne disoccupata. Si tratta di una famiglia che già aiutiamo con la raccolta alimentare e che purtroppo è impossibilitata da qualche tempo a pagare l'affitto all'ente. Respinte da tutte le istituzioni che non hanno saputo trovare una soluzione dignitosa, madre e figlia rischiano una condizione disperata che per fortuna oggi siamo riusciti ad evitare. In un territorio dove spuntato centri profughi dal giorno alla notte non è accettabile che famiglie italiane vengano buttate in mezzo alla strada. Pretendiamo - conclude Cpi - che chi di dovere si faccia carico di questa tragedia e resteremo al fianco della famiglia dell'Axa finché non le saranno date garanzie di un alloggio alternativo".

Parma: CasaPound in aiuto a una famiglia italiana in emergenza abitativa, alloggio temporaneo fino a nuova casa

Parma: CasaPound in aiuto a una famiglia italiana in emergenza abitativa, alloggio temporaneo fino a nuova casa
Parma, 18 settembre- C' è voluta CasaPound per trovare un alloggio alternativo alla macchina per una famiglia italiana in difficoltà, messa in ginocchio dalla crisi e snobbata dalle istituzioni. I militanti di CPI nelle scorse settimane li hanno sistemati gratuitamente in una struttura del movimento facendosi carico della situazione fino al raggiungimento di una situazione definitiva.

"Ci siamo trovati difronte a una situazione incredibile -afferma Luca Furlotti, responsabile locale di CasaPound-  una famiglia di Monticelli Terme con padre, madre e figlia di 12 anni, sfrattata per il mancato pagamento dei canoni d' affitto, che aveva come unica alternativa vivere in macchina. Nonostante le ripetute richieste d' aiuto e gli incontri con il sindaco e gli assistenti sociali non hanno avuto nessuna risposta se non quella di dividersi, con la madre e la figlia ospiti temporanee di una casa famiglia e il padre in mezzo a una strada."

"Abbiamo deciso quindi di farci carico della situazione com' è nel nostro stile -continua Furlotti- e abbiamo messo gratuitamente a disposizione della famiglia un alloggio temporaneo, ovvero una seconda struttura del movimento aperta da più di un anno, in attesa di una sistemazione definitiva che è poi arrivata anche senza l' aiuto del comune assente ingiustificato, ma grazie al passaparola tra gli amici della famiglia, i militanti e i simpatizzanti di CasaPound."

"Ovviamente non ci fermiamo qui -conclude Furlotti- abbiamo già inserito la famiglia nel programma degli aiuti alimentari agli italiani in difficoltà e continueremo ad essere a loro disposizione finchè ce ne sarà bisogno, consapevoli di essere gli unici dalla parte del nostro popolo e gli unici a difendere i diritti degli italiani"

martedì 15 settembre 2015

Blocco Studentesco: Blitz e sit-in in tutta Italia contro la "Buona scuola" di Renzi

Blocco Studentesco: Blitz e sit-in in tutta Italia contro la "Buona scuola" di Renzi

A Roma protesta davanti al Ministero dell'Istruzione con maschere di Renzi pagliaccio

Roma, 15 sett - Questa mattina in decine di città italiane, in occasione dell'inizio dell'anno scolastico, i militanti del Blocco Studentesco hanno organizzato manifestazioni, blitz e sit-in al grido di "Questa buona scuola è una pagliacciata".

"In un paese in cui il 45% delle scuole in cui oggi iniziano le lezioni non rispetta le norme sull'edilizia, in cui da anni mancano i fondi per sviluppare l'offerta formativa, in cui la percentuale di abbandono scolastico ha toccato il 20% superando la media europea - spiega in una nota il Blocco Studentesco - non possiamo tollerare che la riforma della scuola venga fatta passare come il fiore all'occhiello del governo Renzi".

"Dalla lettura del Ddl approvato nel luglio scorso - continua la nota - emerge ancora una volta la volontà di finanziare gli istituti privati mentre per le scuole pubbliche la capacità di trovare finanziamenti da parte di "sponsor" e investitori privati darà la possibilità alla nuova figura del "preside-manager" di programmare un piano d'offerta formativo vincolato e disomogeneo. Quello che poi risulta evidente e inaccettabile - conclude il Blocco Studentesco - è l'ideologia che si cela dietro questa riforma: Bisogna ragionare da consumatori già da ragazzi, la formazione culturale deve passare in secondo piano. Il metro di giudizio è l'utilità, come si fosse un azienda. Per noi l'Istruzione è ben altra cosa, ben più seria. Non è roba per pagliacci."


Roma
AostaAosta
ApriliaAprilia
AscoliAscoli
GenovaGenova
ChietiChieti
FolignoFoligno
L'aquilaL'Aquila
LancianoLanciano
LatinaLatina
LecceLecce
Massa
Massa
MilanoMilano
NapoliNapoli
OstiaOstia
PadovaPadova
PescaraPescara
PordenonePordenone
PratoPrato
San Benedetto del TrontoSan Benedetto del Tronto
TivoliTivoli
TrentoTrento
VelletriVelletri
ViterboViterbo

FrosinoneFrosinone

domenica 13 settembre 2015

CasaPound: chiusa festa a Castano Primo. Iannone: un'altra vittoria, i ciarlatani della politica si mettano l'anima in pace

CasaPound: chiusa festa a Castano Primo. Iannone: un'altra vittoria, i ciarlatani della politica si mettano l'anima in pace

Milano, 13 settembre - Si è chiusa questa mattina a Castano Primo Direzione Rivoluzione, la festa nazionale di CasaPound Italia. Circa tremila i partecipanti alla tre giorni di conferenze, sport e musica organizzata dal movimento delle Tartarughe frecciate, arrivato all'ottava edizione. Tra gli ospiti, il vicepresidente di Noi con Salvini Raffaele Volpi,l'eurodeputato della Lega Gianluca Buonanno, il sottosegretario ai Rapporti con la Città metropolitana della Regione Lombardia Giulio Gallera (Fi), il commissario della Lega Lombarda Paolo Grimoldi. Spazio alle associazioni, che hanno presentato le loro attività: dalla solidarietà internazionale alla protezione civile, dal gruppo escursionistico all'impegno a favore dei disabili.
"Nonostante l'indegna cagnara fatta dai professionisti della censura e la pantomima messa in piedi dal sindaco - sottolinea il leader di CasaPound Italia Gianluca Iannone - a Castano Primo abbiamo avuto una vittoria: tre giorni all'insegna della cultura, dello sport e dell'approfondimento politico, con ospiti di primo piano e un clima aperto e sereno".
"Un ringraziamento particolare va ai cittadini di Castano e non solo, che non si sono lasciati intimidire e che sono venuti a conoscerci per quello che siamo davvero. A tutti i ciarlatani della politica, invece - conclude Iannone - un saluto: alla prossima, tanto dovrete continuare a fare i conti con noi".


venerdì 11 settembre 2015

Al via a Castano Primo la Festa di CasaPound Italia. Iannone: "Grazie a Belpietro per aver deciso di intervenire"

Al via a Castano Primo la Festa di CasaPound Italia. Iannone: "Grazie a Belpietro per aver deciso di intervenire"

Iannone: "Grazie a Belpietro per aver deciso di intervenire. Da noi sempre spazio per gli uomini liberi"

Milano, 11 settembre - Si apre oggi, presso la Tensostruttura di Castano Primo, la festa nazionale di CasaPound ItaliaDirezione Rivoluzione 2015. L'associazione sportiva La Focosa, che avrebbe dovuto ospitare l'evento all'interno delle proprie attività, invece ha deciso di annullare qualsiasi iniziativa in segno di protesta dopo gli ostacoli posti dall'amministrazione comunale, verso la quale si riserva azioni legali. Alle 18 il primo appuntamento in programma: "Italia, Europa, quale sovranità?", con il vicepresidente di Cpi Simone Di Stefano e il senatore della Lega Nord Raffaele Volpi. L'incontro sarà moderato dal giornalista di Libero Francesco Borgonovo. Seguiranno uno spettacolo di burlesque, un concerto di musica acustica e un dj set.

 "La festa nazionale di CasaPound Italia - spiega il presidente nazionale Gianluca Iannone- si svolgerà regolarmente, chi ne ha dubitato o chi ha cercato di impedirlo con intimidazioni e metodi mafiosi non ha capito nulla del movimento e del nostro modo di fare politica".

 "Mi ha fatto molto piacere leggere oggi su Libero - prosegue Iannone - che il direttore Maurizio Belpietro ci verrà a trovare in questa giornata inaugurale. Il suo gesto, come la partecipazione di Vittorio Feltri alla nostra conferenza stampa, conferma che in questo Paese esistono ancora uomini liberi, italiani che non si arrendono, per i quali i nostri spazi sono sempre aperti. Un ringraziamento però lo vogliamo rivolgere anche a chi, pur essendo ostile al confronto aperto, ha contribuito a dare visibilità a Direzione Rivoluzione 2015. Fra tutti, voglio ricordare il sindaco di Castano Primo e alcuni illuminati esponenti del Pd, che si sono rivelati i nostri migliori alleati dal punto di vista mediatico. Se vogliono, anche per loro l'invito resta valido: venite a trovarci, CasaPound - conclude Iannone - è sempre felice di essere d'esempio".

info: 3478057510