domenica 15 novembre 2015

Roma: centinaia in piazza Irnerio con CasaPound per mandare a casa il presidente Pd del XIII Municipio

Roma: centinaia in piazza Irnerio con CasaPound per mandare a casa il presidente Pd del XIII Municipio

Roma, 14 novembre – Centinaia di persone stanno protestando in piazza Irnerio, a Roma, per ‘mandare a casa’ il presidente Dem del XIII Municipio Valentino Mancinelli. “Alcuni italiani non si arrendano” e “Immigrazione, degrado e malaffare: basta Pd e vecchia politica”, si legge sugli striscioni che aprono la manifestazione, organizzata da CasaPound Italia per “mettere fine all’amministrazione fallimentare targata Pd e chiedere che si torni al voto”.

“Non è la prima volta che i cittadini di Boccea scendono in piazza per dare la ‘sveglia’ a Mancinelli – sottolinea Simone Montagna, di Cpi - ma il minisindaco, sulle orme di Marino, non ne vuole proprio sapere di liberare il quartiere. Eppure tra immigrazione senza controllo, insediamenti abusivi, spreco di denaro pubblico, il Partito democratico non ha fatto mancare proprio nulla ai residenti. Un caso su tutti, la vergogna del Centro Enea, la struttura per sedicenti rifugiati che ha portato nel quartiere solo disagi a fronte di una spesa per il Comune di Roma di 6 milioni di euro. Periferia non vuol dire discarica – conclude Montagna -, e se questi signori non lo vogliono capire da soli, glielo faranno capire i cittadini”.

“I cittadini di Roma sono stanchi di essere ostaggio di mafia, cooperative risse e vecchia politica – aggiunge Davide Di Stefano –  Vogliono riprendersi i loro quartieri e decidere delle loro vite e sono disposti a scendere in piazza e ad urlarlo finché la politica con la p minuscola non sarà disposta ad ascoltarli. Elezioni subito”.




0 commenti:

Posta un commento