domenica 1 novembre 2015

CasaPound Italia celebra a Venezia il 43° anniversario della morte di Ezra Pound

CasaPound Italia celebra a Venezia il 43° anniversario della morte di Ezra Pound
Militanti da tutto il Nord Est hanno partecipato alla commemorazione al cimitero di San Michele
Venezia, 1 novembre – Nel 43° anniversario della scomparsa di Ezra Pound, questa mattina cinquanta militanti di CasaPound Italia provenienti da tutto il Nord Est hanno partecipato alla cerimonia di commemorazione organizzata al cimitero di San Michele, a Venezia, dove il poeta statunitense è sepolto. 
Cinquanta rose rosse sono state lasciate sulla sua tomba in segno d'omaggio.
Universalmente riconosciuto come uno dei più grandi artisti del '900, Ezra Pound scrisse liriche portentose e profetiche, capaci di mostrare attraverso la forma poetica una colossale visione d'insieme delle dinamiche economiche della modernità.
“Come ogni anno – spiega CasaPound Italia – abbiamo voluto porgere il nostro omaggio a uno dei più grandi poeti del secolo scorso. La sua denuncia radicale delle storture del capitalismo rappresenta ancora oggi un faro per il nostro movimento. Ma ancora più importante è l'insegnamento di coraggiosa libertà dato dalla sua vicenda personale: per la sua sola adesione intellettuale al fascismo, visto da lui come antidoto alle violenze dei capitali e dell'usura finanziaria, egli venne rinchiuso dal governo degli Stati Uniti in una gabbia all'aperto, illuminata con fari 24 ore su 24, e successivamente fu internato per 12 anni in un istituto psichiatrico. La commemorazione odierna vuole essere il modo con cui CasaPound Italia lo ringrazia per i due immensi doni che ha fatto a tutti noi: la verità, e l'esempio del coraggio nell'affermarla".

0 commenti:

Posta un commento