venerdì 18 settembre 2015

Ostia, CasaPound impedisce sgombero famiglia italiana

X Municipio: CasaPound impedisce sgombero famiglia italiana all'Axa
Roma, 18 Settembre - Una ventina di militanti di CasaPound Italia si sono fatti trovare questa mattina davanti all'ingresso di un'abitazione all'Axa, nel X Municipio di Roma, evitando di fatto lo sgombero previsto per una famiglia italiana in difficoltà economiche. "Siamo riusciti per ora a rinviare lo sgombero di una donna invalida - spiega CasaPound in una nota - che vive in un immobile dell'ente Enasarco insieme ad una figlia appena maggiorenne disoccupata. Si tratta di una famiglia che già aiutiamo con la raccolta alimentare e che purtroppo è impossibilitata da qualche tempo a pagare l'affitto all'ente. Respinte da tutte le istituzioni che non hanno saputo trovare una soluzione dignitosa, madre e figlia rischiano una condizione disperata che per fortuna oggi siamo riusciti ad evitare. In un territorio dove spuntato centri profughi dal giorno alla notte non è accettabile che famiglie italiane vengano buttate in mezzo alla strada. Pretendiamo - conclude Cpi - che chi di dovere si faccia carico di questa tragedia e resteremo al fianco della famiglia dell'Axa finché non le saranno date garanzie di un alloggio alternativo".

4 commenti:

  1. Complimenti per il vostro impegno e la vostra solidarietà.
    Peccato che gli italiani non capiscano ormai più nulla, e azioni fantastiche come queste siano praticamente fuori tempo massimo, a causa di una politica nazionale che si muove in maniera totalmente opposta.
    Fosse per me vi darei le chiavi dell'Italia. Complimenti ancora.

    RispondiElimina
  2. Grazie ragazzi continuate così e la Vittoria sarà Nostra!

    RispondiElimina
  3. Gia che l ' Enasarco mi ha fottuto 100 milioni di lire dei primi anni novanta, oggi 'miseri' 52.000 euro, che ci interpellino a noi agenti scassaminchiati da equitalia, se siamo contenti della loro merdosa gestione. Almeno non rompete il cazzo agli invalidi, statali sub-sub-umani, ma ai pezzi di merda vostri parenti che avete imboscato nelle nostre case.

    RispondiElimina