lunedì 11 maggio 2015

Bolzano: Iannone (CasaPound), Bonazza consigliere comunale, è il più votato del centrodestra

Bolzano, 11 maggio - "L'elezione di Andrea Bonazza al consiglio comunale di Bolzano con la lista di CasaPound Italia a sostegno del candidato sindaco Giovanni Benussi è un risultato storico. Con Bonazza, da sempre coordinatore regionale in Trentino Alto Adige ed elemento di punta del movimento, Cpi conquista il primo eletto in un Comune con la lista che porta il simbolo della tartaruga frecciata: una vittoria in cui abbiamo creduto in ogni istante e che premia lo sforzo di chi coraggiosamente è sempre stato in prima linea sul territorio per occuparsi dei problemi dei cittadini". Così il leader di CasaPound Italia Gianluca Iannone commenta i risultati delle comunali nel capoluogo altoatesino.

"Bonazza è stato il candidato più votato tra tutti i partiti del Centrodestra, da Forza Italia alla Lega, mentre un altro candidato della lista di CasaPound Italia, Sandro Trigolo, risulta il secondo per numero di preferenze e Luigi Schiatti, iscritto a Cpi, è stato eletto eletto in consiglio comunale nella lista per Benussi sindaco", aggiunge Iannone, che sottolinea come Cpi abbia eletto anche "tra i tre e i cinque consiglieri circoscrizionali":

"La vittoria di Bolzano - conclude il leader di CasaPound - ci conferma che siamo sulla strada giusta e ci dà la certezza che cambiare si può, basta non indietreggiare mai".


77 commenti:

  1. Notizia STUPENDA

    RispondiElimina
  2. L'impegno sociale e politico di Casapound Sovranità non è in discussione.
    Una tartaruga è lenta nella velocità di marcia ma prima o poi arriva al traguardo ed è una testuggine longeva e caparbia.
    Il popolo patriottico premia chi ha proposto un programma che mette in prima fila le esigenze identitarie.
    3 oppure 5 consiglieri comunali è un risultato prevedibile vista la affluenza notevole di cittadini alle iniziative di Cpi e della Leganord.
    Buon lavoro

    RispondiElimina
  3. IN BOCCA AL LUPO AD

    ANDREA BONAZZA

    RispondiElimina

  4. http://www.intelligonews.it/articoli/11-maggio-2015/26336/parla-il-vicepresidente-di-stefano-casapound-approdata-a-bolzano-salvini-andr-a-garbatella-


    Parla il vicepresidente Simone Di Stefano: "CasaPound è approdata a Bolzano. Salvini andrà a Garbatella".


    11 maggio 2015

    Marco Guerra

    Matteo Salvini la visita alla Garbatella prevista la farà, ma salirà anche sul palco al Brancaccio con Sovranità, soggetto politico che è emanazione di CasaPound Italia.

    Con Simone Di Stefano, il vice presidente, 
    abbiamo parlato di questo ma anche della sorprendente vittoria di Cpi a Bolzano.

    “Per parlare di futuro e mettere le basi per una seria alternativa a Renzi. Dopo il 31 maggio (data delle elezioni regionali ndr) le cose cambieranno perché il consenso di Salvini travalica il tradizionale bacino elettorale della Lega Nord”. 

    Quindi l’asse portante dell’intesa tra Sovranità e la Lega si basa quindi sulla leadership di Salvini?

    “Certamente e vogliamo fare in modo che ci sia una convergenza di forze più ampia possibile intorno a questo asse, a patto che sia riconosciuta la centralità della leadership di Salvini”. 

    Salvini andrà alla Garbatella, per la felicità di molti cittadini del quartiere che se ne infischiano dei centri sociali. Stiamo parlando infatti di una zona di Roma ove ci sono nato e vissuto per diverso tempo. Ho iniziato la mia attività politica all’allora sezione del Movimento sociale italiano e ricordo che alle elezioni comunali del ’93 il l’Msi superò il 30% dei voti anche alla Garbatella. Un patrimonio di consenso che è stato disperso dall’esperienza di Alleanza nazionale e che ora dobbiamo recuperare”.

    Nel frattempo la Lega a Trento è il secondo partito e supera Forza Italia. Si riparte da qui? 

    “Io trovo più sorprendente il risultato di Bolzano, dove il candidato sindaco di CasaPound ha raccolto il 6,8 percento dei voti, conquistando un seggio in consiglio comunale. Un successo che se fosse stato sommato all’11% ottenuto della Lega avrebbe portato la coalizione al ballottaggio al posto di Forza Italia, ma purtroppo ci siamo presentati divisi. Ad ogni modo stiamo parlando di un’ottima base da cui ripartire”. 







    RispondiElimina
  5. Vediamo cosa succederà al ballottaggio per eleggere il sindaco...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se convergerete tutti i voti della destra sul candidato del ballottaggio,sicuramente Bolzano riavrà un sindaco di destra,occorre mettere da parte le remore e sentirsi uniti dalle stesse idee e principi.

      Elimina
  6.  
    http://www.affaritaliani.it/roma/salvini-casapound-onda-urto-gli-anti-renzi-al-brancaccio-366520.html



    Salvini-Casapound, onda d'urto. Gli anti Renzi al Brancaccio.

    Parte ufficialmente dal celebre teatro romano il progetto "Noi con Salvini". Al Brancaccio il segretario leghista presenta la piattaforma con il senatore Raffaele Volpi e Simone Di Stefano, leader del movimento Sovranità, nato il giorno della manifestazione unitaria di piazza del Popolo.

    Lunedì, 11 maggio 2015 - 08:25:00


    Salvini più Casapound: la notte dell'anti renzismo è servita. L'appuntamento è per le ore 21 di Lunedì, al teatro Brancaccio di via Merulana. E' qui che il leader leghista  Matteo Salvini incontrerà la cittadinanza romana per delineare le proposte da mettere in campo sul territorio.

    Insieme al leader leghista interverranno il senatore Raffaele Volpi, di “Noi con Salvini”, e Simone di Stefano, presidente di Sovranità. “Da questo incontro – spiega Di Stefano – parte ufficialmente il progetto di Noi con Salvini nella capitale. Si tratta quindi di un appuntamento cruciale per tutti i movimenti che sostengono il progetto di Matteo Salvini. Da Roma partirà la sfida al renzismo che si estenderà al resto della nazione”.
    Per chi non lo ricordasse, Sovranità è il nuovo movimento nato da una costola di Casapound che ha debuttato nel giorno della manifestazione leghista a piazza del Popolo.









    RispondiElimina
  7. SONO RAGGIANTE PER QUESTO SUCCESSO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tutta la destra è raggiante,ora più che mai occorre convergere i voti sul candidato che va al ballottaggio per poter dimostrare ai bolzanini che siamo diversi dalla sinistra.

      Elimina
  8. Cresce ogni giorno il numero degli italiani che apprezza le idee e i programmi di Matteo Salvini insieme a Casapound.

     

    RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU CAMPIDOGLIO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

    653 PERSONE GIÀ SI SONO ISCRITTE A QUESTA NEWSLETTER!

    Ho letto l'informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati ai sensi del D.Lgs. 196/2003

    GarbatellaLega NordMatteo SalviniPolitica

    LUNEDÌ 11 MAGGIO 2015, ORE 12:48

    | WALTER BIANCHI

    COMMENTI

    Atac, il manager Francesco Micheli alla direzione generale

    Mafia Capitale, Salvatore Buzzi parlerà di nuovo ai magistrati

    Mafia Capitale, parla l’avvocato di Carminati e non esclude altri arresti

    Roma, una famiglia nomade costa al comune 33mila euro l’anno

    TRAFFICO

    Scopri tutta la viabilità in tempo reale su Roma e provincia

    GUARDA LA MAPPA

    I PIÙ LETTI

    OGGISETTIMANAMESE

    Bmw contro moto, gravissimo 24enne

    Paura a Roma, due bimbi precipitano in un burrone

    Ti abbraccia e ti rapina: ecco chi è il ladro della movida romana

    Offerte di lavoro, Bmw cerca personale per la sede di Roma

    Calci pugni e bastonate contro 3 bambini: presi 10 ubriachi senza fissa dimora

    Rai, a “Velvet 2” è l’ora della verità. Ecco le anticipazioni

    I furbetti della Ztl: ecco come tanti romani evitano la multa

    Sigilli a noto locale di Cinecittà: chiuse le cucine tra le proteste

    Montesacro, scomparso uomo 70enne: il quartiere si mobilita

    Rai, Report fa un’altra vittima: l’olio di palma

    Venerdì sciopero metro, treni e bus. Ecco info e orari

    Concorso scuola per personale Ata: bidelli, amministrativi e tecnici

    Incidente ferroviario a Roma: un morto

    Velletri, 1.700 ragazzi fuori dalla scuola: malori e ambulanze

    Dove vivono i più ricchi della provincia di Roma? Ecco la classifica ufficiale

    IL VILLAGGIO

    Comunità ebraica, Pacifici: «Non abbiamo paura»

    IL VILLAGGIO GIULIANO LONGO

    MALEDETTA TV

    Rai, Elisa Isoardi smentisce in diretta di essere i...

    MALEDETTA TV LUCIGNOLO

    ULTIMI VIDEO

    POLITICA

    MALEDETTA TV CINQUERai, Carlo Conti muore dalle risate. La gaffe virale di un concorrente (VIDEO)

    SCATTA PER CINQUE

    Roma, rifiuti e degrado a due passi dal Muni...

     VEDI TUTTE LE FOTO

    POLITICACRONACATERRITORISPORTTEMPO LIBEROScatta per CinquePubblicitàPannello di controlloContatti

    Privacy Policy e Termini e Condizioni

    COPYRIGHT 2013-2015 CINQUE EDITORE S.R.L. | P. IVA 11270531004 
    CREATO DA SCOMUNICATION S.R.L.

    RispondiElimina


  9. http://www.ilprimatonazionale.it/politica/intervista-andrea-bonazza-casapound-elezioni-bolzano-23115/


    Eletto al consiglio comunale: parla Bonazza.

    Roberto Derta.

    maggio 11th, 2015


    Bolzano– Nelle elezioni comunali di Bolzano fa rumore il 6,8% conquistato dalla coalizione per Benussi sindaco, sostenuta da una lista civica e da CasaPound Italia. Desta scalpore, soprattutto, l’ingresso in consiglio comunale di Andrea Bonazza.

    Bonazza, CasaPound mette a segno un risultato importante a Bolzano.

    Assolutamente sì. Abbiamo un consigliere comunale eletto con la lista di CasaPound, che sono io. In più dovremmo avere eletto tre consiglieri in tre circoscrizioni. Poi nella lista civica per Benussi sindaco abbiamo eletto il candidato sindaco e Luigi Schiatti, un altro ragazzo tesserato con CasaPound Bolzano. Aggiungo che per la prima volta ci siamo presentati staccati da Unitalia, che ha fatto altre scelte, ma uno dei loro eletti è un nostro caro amico, un ragazzo che è cresciuto con noi e che viene dalla scuola politica di CasaPound, quindi gli facciamo gli auguri.

    Un risultato superiore alle attese?

    No, anzi, ce lo aspettavamo, per il lavoro che facciamo da anni sulla città. Quello che ci ha sorpreso positivamente, semmai, è stato il fatto che io e Sandro Trigolo, sempre di CasaPound, siamo stati i consiglieri più votati di tutto il centrodestra.


    Ho ricevuto tantissimi attestati di congratulazioni da parte del nostro mondo politico ma anche da persone comuni, dagli abitanti del mio quartiere etc. Le crociate ideologiche non pagano. Anzi, per quel che ci riguarda possiamo dire che ci rafforzano.

    Ora a Bolzano si andrà al ballottaggio. Cosa farà CasaPound Bolzano?

    Non abbiamo ancora deciso, decideremo in base ai progetti per la città che saranno messi in campo.

    A Bolzano CasaPound è andata alle elezioni con il proprio simbolo. Nel resto d’Italia Cpi ha invece puntato sul progetto di Sovranità, a sostegno di Matteo Salvini. Perché questa differenza?

    Con i ragazzi della Lega, in realtà, abbiamo un ottimo rapporto e anche qui sta partendo il progetto di Sovranità, quindi nessuna eccezione rispetto al percorso nazionale. Se in queste elezioni non c’è stato il simbolo di Sovranità non è dipeso da noi né dai ragazzi della Lega di Bolzano, ma da altre circostanze su cui credo sia inutile tornare. Ora vogliamo solo portare nelle aule delle istituzioni locali il nostro progetto, le nostre idee e la nostra passione.











    RispondiElimina
  10. http://m.agi.it/politica/notizie/amministrative_bolzano_80_sezioni_su_80_e_ballottaggio-201505110940-pol-rt10061#.VVCmMRByzqA


    Amministrative: Bolzano, 80 sezioni su 80, e' ballottaggio.


    09:40 11 MAG 2015

    (AGI) - Sono servite oltre dodici ore per scrutinare le 80 sezioni nel comune di Bolzano. Adesso è ufficiale, domenica 24 maggio il ballottaggio sarà tra il candidato sindaco uscente del centrosinistra Luigi Spagnolli (41,58 % - 17.983 voti) e quello del centrodestra Alessandro Urzì (12,74 % - 5.508). Nel capoluogo altoatesino il terzo arrivato è Carlo Vettori della Lega Nord (10,67 % - 4.613), quindi Cecilia Stefanelli di Verdi-Sel (10,45 % - 4.521), Rudi Rieder del Movimento 5 Stelle (9,52 % - 4.119), Giovanni Benussi di Lista Benussi e Casapound (6,83 % - 2.952), Angelo Gennaccaro di Io Sto con Bolzano (3,39 % - 1.467), Pierangelo Duzzi di Nuova Città Pensionati (2,77 % - 1.196) e Maria Teresa Tomada di Fratelli d'Italia (2,05 % -887).

    RispondiElimina

  11. http://it.blastingnews.com/politica/2015/05/amministrative-bolzano-urne-aperte-dalle-7-alle-21-a-seguire-lo-spoglio-su-blasting-00386897.html


    11/05/2015

    Amministrative Bolzano: sarà ballottaggio tra Spagnolli e Urzì, i dati definitivi elezioni comunali a Bolzano: il 24 maggio ballottaggio tra centrosinistra e centrodestra per la carica di Sindaco.


    Sezioni scrutinate 100%.

    Luigi Spagnolli 41,6% (Partito Democratico, Svp, Psi e civiche)

    Alessandro Urzì 12,7% (Forza Italia e civiche)

    Carlo Vettori 10,7% (Lega Nord)

    Cecilia Stefanelli 10,4% (Verdi, Sel e civica)

    Rudi Rieder 9,5% (Movimento 5 Stelle)

    Ivan Benussi 6,8% (CasaPound e civica)

    Angelo Gennaccaro 3,4% (Io sto con Bolzano)

    Dado Duzzi 2,7% (Pensionati e civica)

    Maria Teresa Tomada 2% (Fratelli d'Italia)









    I candidati

    Si ricandida il primo cittadino uscente Luigi Spagnolli, l'esponente del Partito Democratico è sostenuto da 5 liste: Partito Democratico Demokratische Partei, SVP, Partito Socialista Italiano, Lista civica Burgerliste X Spagnolli Nuova Bolzano! Neues Bozen!, Projekt Bozen Noi Bolzano.

    Una parte del centrodestra sosterrà Alessandro Urzì, 49 anni, giornalista e attualmente consigliere regionale del Trentino Alto Adige; è sostenuto da tre liste: Forza Italia, L'Alto Adige nel cuore con Urzì e Unitalia Movimento Iniziativa Sociale.

    La Lega Nord propone alla carica di primo cittadino Carlo Vettori, queste le sue dichiarazioni nel giorno dell'annuncio ufficiale della candidatura: "Una città sicura è una città felice, in cui cittadini hanno voglia di vivere, lavorare e prosperare"; una sola la lista a suo sostegno.

    E' il cinquantenne Rudi Rieder il candidato del Movimento 5 Stelle, fioraio e papà di 4 figli. La sua candidatura è stata annunciata a metà febbraio dopo le primarie, l'obiettivo dichiarato è "arrivare al ballottaggio e vincere".

    La candidata della sinistra radicale è Cecilia Stefanelli, le sue parole durante la campagna elettorale: "Il motivo per il quale ho accettato questa mia candidatura è la necessità di dare un segnale di rottura con la legislatura passata"; Cecilia Stefanelli è supportata da tre liste: Verdi, sinistra ecologia Libertà links grun frei con Vendola, a sinistra per Bolzano die Linke fur Bozen con/mit Luigi Gallo.

    Il partito guidato da Giorgia Meloni, Fratelli d'Italia, si presenta a queste elezioni con la candidata Maria Teresa Tomada, attuale consigliere comunale e funzionaria provinciale.

    Prova ad entrare nel palazzo comunale come primo cittadino, Dado Duzzi, presidente dell'Azienda di soggiorno e vicepresidente dell'Unione Commercio, le liste che appoggiano la sua candidatura sono: Pensionati e Nuovacittà.

    Ci riprova a scalare la vetta della città Ivan Benussi, l'architetto era già stato eletto sindaco per soli sette voti di scarto nel 2005, però non riusci a trovare una maggioranza e si tornò al voto dopo soli 6 mesi; Benussi è sostenuto da 2 liste: CasaPound Italia e Lista Benussi Sindaco, lo slogan della campagna elettorale: "Eletto Sindaco nel 2005, il Sindaco dei Bolzanini".

    Chiudiamo la presentazione dei candidati a sindaco con Angelo Gennaccaro, attuale consigliere comunale, il motto della sua campagna elettorale è "...per un nuovo inizio"; la lista civica che lo appoggia è "Io sto con Bolzano".






    RispondiElimina
  12. Nonostante il continuo boicottaggio ed il continuo terrorismo mediatico devo constatare che il lavoro sul territorio fatto da Cpi comincia ad avere un giusto riconoscimento in termini di rappresentanza politica vera.

    Inizia un'epoca nuova e piena di di speranza per un futuro migliore per l'Italia.
    Gli eletti al comune di Bolzano sapranno farsi onore.

    RispondiElimina
  13. Aumenteranno i travasi di bile a sinistra....!!!

    Ahahahah Shah

    RispondiElimina
  14. Bona-zza sorte ad Andrea....

    RispondiElimina
  15. TARTARUGA FRECCIATA

    PRESENTE..!!!!!

    RispondiElimina
  16. Si dichiarano i
    FASCISTI DEL TERZO MILLENNIO
    Ebbene. ......hanno avuto assegnati incarichi istituzionali al comune di Bolzano....
    Evidentemente danno fiducia di più dei PERICOLOSI FASCISTI che degli innocui sovversivi antagonisti.
    Aspettiamo di conoscere le preferenze avute da Casapound coi propri candidati ma già ho letto che Bonazza e gli altri eletti devono avere avuto una standing ovation in termini di consensi e questo vuol dire che migliaia di cittadini di Bolzano sono stanchi di questo Spagnolli che non ne azzecca UNA...
    Sono emozionato nell'attesa che arrivi il momento in cui Bonazza siederà sugli scranni del consiglio comunale cittadino e anche per gli altri eletti.
    A tutti BUON LAVORO. ...

    RispondiElimina
  17. Inizia la scalata al Governo della Patria. ..

    Noi cittadini patrioti gridiamo


    PRESENTE PRESENTE PRESENTE

    RispondiElimina
  18. ORGOGLIO PATRIOTTISMO IMPEGNO TENACIA

    IN UNA PAROLA CASAPOUND

    RispondiElimina
  19. Bonazza il più votato del Centrodestra. ..
    I bolzanini hanno deciso così e credo BENE

    RispondiElimina
  20. http://roma.corriere.it/notizie/politica/15_maggio_11/salvini........


    Milano, 11 maggio 2015 - 19:18

    Salvini in serata al Brancaccio con Casapound.

    «Se siete stanchi del ‘sinistro’ Ignazio Marino, stanchi di degrado, illegalità e campi rom, stanchi di vivere in una città sporca e insicura, vi aspetto. Roma merita di meglio». È l’invito che Matteo Salvini, segretario della Lega Nord, lancia su Facebook a poche ore dall’evento in programma lunedì al Teatro Brancaccio. Una serata di grandi attese.

    La sfida al renzismo

    Sul palco del teatro Brancaccio andrà in scena un vero e proprio battesimo del progetto politico «Noi con Salvini» che vede il segretario della Lega a fianco di Simone Di Stefano (uno dei fondatori di CasaPound di cui è vicepresidente) per «lanciare da Roma una sfida al renzismo». Sono previste circa un migliaio di persone.

    Lega: Salvini alla Garbatella annuncia l’adesione della Saltamartini.

    L’alleanza con Casapound

    In realtà, le due forze politiche hanno già stretto un’intesa per le regionali in Puglia. E Di Stefano era sul palco con Salvini già lo scorso febbraio a piazza del Popolo: in quell’occasione aveva debuttato il nuovo movimento Sovranità, nato da una costola di Casapound.

    « La migliore risposta all’arroganza dei centri sociali e ai vip buonisti che ti fanno la morale, è far straripare di gente il Teatro Brancaccio» replica su Facebook Di Stefano che è nato proprio a Garbatella. Le contestazioni non sono comunque una novità per Salvini che proprio domenica scorsa, a Lecce, è stato infastidito da uno sparuto groppuscolo.

    RispondiElimina
  21. Grandissimi!! Avanti così e complimenti a tutti!! NOBIS

    RispondiElimina
  22. SALVINI PREMIER
    IANNONE MINISTRO INTERNO
    DI STEFANO MINISTRO ESTERI

    RispondiElimina
  23. http://www.ilprimatonazionale.it/primo-piano/matteo-salvini-roma-intervista-simone-di-stefano-23125/


    Di Stefano: “Ma chi ha eletto Amendola re di Garbatella?”

    Giorgio Nigra

    maggio 11th, 2015

    Roma, Stasera, alle ore 21, presso il Teatro Brancaccio, in via Merulana 244, Matteo Salvini incontrerà la cittadinanza romana per delineare le proposte da mettere in campo sul territorio. Insieme al leader leghista interverranno il senatore Raffaele Volpi, di “Noi con Salvini”, eSimone di Stefano, presidente di Sovranità. Ma in queste ore fa discutere anche la levata di scudi della sinistra in vista di una possibile visita del leader leghista al quartiere della Garbatella. Il quartiere in cui è cresciuto proprio Simone Di Stefano, che al Primato Nazionale dice: “Ma chi ha eletto Amendola re del quartiere? Questa finta romanità non ha nulla a che vedere con la città reale”.

    Cosa possiamo dire dell’incontro del Brancaccio, con te, Salvini e il senatore Volpi?

    L’incontro di stasera ha un forte valore politico e fa parte di un progetto volto a cacciare Marino da Roma, ma anche in senso più ampio a costruire un’alternativa al renzismo.

    Si consolida il rapporto fra Sovranità e Matteo Salvini, quindi. Eppure non in tutte le elezioni locali siete riusciti a trovare un accordo politico. Perché?

    È vero, non siamo riusciti a fare un’alleanza in tutti i territori. Credo che nella Lega alcuni debbano ancora recepire le indicazioni fatte a livello nazionale da Salvini. Il consenso del segretario leghista travalica quello della Lega stessa. Penso a Bolzano, dove alcuni dirigenti regionali non hanno voluto l’accordo con CasaPound, con il quale oggi al ballottaggio ci sarebbe stato il nostro candidato anziché quello del centrodestra.

    Forse in alcuni casi c’è la paura di perdere il voto moderato…??

    Ma Salvini in questi mesi ha fatto l’esatto contrario che cercare il voto moderato. Del resto chi sono oggi i moderati? Lupi, Alfano, è la gente delle conventicole, vicina ai partiti di potere. Nel popolo, invece, c’è tanta esasperazione. Salvini punta proprio a questa rabbia, magari a quella di chi non è andato a votare.

    Torniamo a Roma. Oggi arriva Salvini e in questi giorni è parlato molto, oltre che dell’evento del Brancaccio, del veto che ha posto Amendola alla eventuale visita alla Garbatella. Chiederete il permesso dell’attore prima di andare in quel quartiere?

    Sarebbe innanzitutto interessante scoprire chi ha incoronato Amendola “re della Garbatella”. È uno che alla Garbatella non si è mai visto, se non in un set cinematografico. È solo una operazione di marketing politico fatta dai centri sociali. Ultimamente va di moda fra di loro questa retorica della romanità strascicata e caciarona che è quella tipica di chi romano non è o lo è solo da poco. Questo finto accento popolaresco è tipico dei non romani, come spesso sono i buffoni dei centri sociali, per metà studenti fuori sede e per metà gente che viene da altre zone a fare l’alternativo in un quartiere costruito da Mussolini. Io che alla Garbatella sono nato e cresciuto, mi ricordo che nel 1993 il Movimento Sociale Italiano prese quasi il 30%. Altro che quartiere rosso.

    Ma Salvini andrà davvero alla Garbatella? L’aria, in quel caso, si farebbe pesante…

    Questo non lo so, io so solo che è impensabile che un eurodeputato venga minacciato pubblicamente e non abbia agibilità in qualsiasi quartiere della capitale d’Italia. Nessuno Stato serio può accettare una cosa del genere. Ma questo accade perché chiunque critica i centri sociali poi si vede bersagliato di interrogazioni parlamentari di vari parlamentari del Pd che difendono questa gente, che poi è la stessa che si veste di nero e va a sfasciare le vetrine.

    RispondiElimina
  24. Una folla di migliaia di persone ha atteso fuori dall'ingresso del teatro Brancaccio a Roma stasera alle 22 circa l'arrivo di Salvini e la zona intorno al teatro è presidiata anche dalle forze dell'ordine.
    All'ingresso nel teatro un'ovazione generale ed entusiasta ha salutato l'arrivo di Matteo Salvini.
    Il segretario Federale della Lega, prima di salire sul palco, ha voluto indossare una maglietta nera con la scritta in giallo "Maró Liberi".
    Prima di iniziare il comizio, Salvini ha postato su Facebook un ultimo messaggio: "Uno spettacolare teatro Brancaccio strapieno a Roma: 2500 persone circa per preparare un Futuro più tranquillo e sicuro, con più lavoro e meno clandestini, con più speranza e meno paura".
    Presente come padrone di casa Simone Di Stefano di Casapound che proprio nel rione Esquilino ha la prestigiosa Sede Nazionale a via napoleone 3° n.8-
    Il resoconto della serata a domani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si respirava aria pulita e patriottica con tanta gioia per un futuro di impegni sociali e politici di livello locale e nazionale.
      Inizia un cammino di speranza. ..
      EJA

      Elimina
  25. Città libera Bolzano a presto.
    Cacciare via i maledetti comunistoidi dai confini comunali sarebbe cosa buona e giusta.
    Eja
    SALUTO ROMANO

    RispondiElimina
  26. La Lega di estrema destra di Salvini sarà la vera sorpresa delle Regionali e molti si dovranno ricredere. Unico partito assieme a Sovranità che difende gli Italiani e questo basta per dargli il voto. Chi vota il M5S è un voto perso essendo loro solo dei cialtroni senza testa ne coda alla pari dei loro compagni fetecchiosi del Pd.

    RispondiElimina
  27. Risultato storico e splendido.


    Casapound. .......

    FACCI SOGNARE......!!!!!!!!

    RispondiElimina
  28. Bisogna riconquistare la piazza che la sinistra vorrebbe strumentalizzare a suo uso e consumo.
    Svolta epocale da parte di Cpi che farà bene alla buona politica.

    RispondiElimina
  29. A Bolzano la Lega con l'appoggio importante di Sovranità ha raddoppiato i voti, unico partito insieme al M5S a vedere aumentare i propri elettori. Casa Pound ha un proprio consigliere. Il PD ha perso una marea di voti, tutto questo in luoghi dove la Lega era praticamente inesistente...penso che ne vedremo delle belle a queste amministrative. E' proprio vero, chi si accontenta gode...
    I traditori comunistelli al governo hanno paura delle politiche, ci saremmo divertiti ancor di più.

    RispondiElimina
  30. Il dato più significativo, oltre al calo dell'affluenza, è la quasi scomparsa di Forza Italia i cui voti sono andati alla politica patriottica della vera destra di Salvini che ha fatto una alleanza intelligente con Casapound Italia e Sovranità.

    RispondiElimina
  31. GRANDE RISULTATO DELLA LEGA CHE RADDOPPIA, I CITTADINI COMINCIANO AD AVERNE LE PALLE PIENE DEI BUONISTI, L'ULTIMA GOCCIA I CLANDESTINI RIFILATI DA ALFANO E SISTEMATI IN ALBERGO PRETENDONO L'ACCOMPAGNAMENTO CON VETTURE ALLA MENSA.
    ESORDISCE COL BOTTO CASAPOUND ITALIA CHE PORTA A CASA UN RESPONSO DELLE URNE MOLTO POSITIVO.

    RispondiElimina
  32. http://www.iltempo.it/politica/2015/05/11/la-bomba-salvini-e-arrivata-a-roma-1.1413238

    RispondiElimina
  33. Ormai il centrodestra con forza Italia e compagni è imploso per cui solo Salvini e Di Stefano possono rappresentare politicamente una DESTRA PATRIOTTICA ED IDENTITARIA.
    ERA ORA CHE CROLLASSE L'IPOCRISIA DI TANTI PARLAMENTARI CHE SONO PASSATI DI FATTO AL SERVIZIO DELLA MAFIOSA POLITICA PIDDINA.

    RispondiElimina
  34. Sono nato nel 1925 e dal 1945, a noi nati in un periodo ""dittatoriale"", hanno gonfiato la testa e sgonfiato le palle urlandoci nelle orecchie che la dittatura era cessata e che dovevamo abituarci a pensare e a vivere democraticamente. Fu così che conoscemmo il nuovo democraticismo che vietava si il saluto romano ma introduceva quello a braccio sinistro e pugno chiuso e ci indicava gli stati dove vigeva la vera democrazia, per installare la quale si rendeva necessario in media l’eliminazione del 10’% della popolazione non allineabile alle nuove radiose conquiste (es. i portatori di occhiali in Cambogia, i piccoli contadini Ucraini, i maestri di scuola in Viet Nam ecc. ecc. figuriamoci poi chi fa il saluto romano). Vengono chiamati Comunisti anche se si manifestano con altre fantasiose denominazioni. Bisogna riconoscere che sono i veri depositari di una cultura superiore....??????!!!!!. ...prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr

    RispondiElimina
  35. Che strana nazione la nostra, permettiamo che stranieri calpestino i nostri usi e costumi, senza essere capaci di farli rispettare o per lo meno, accettarli, e abbiamo il terrore di una mano alzata!!

    SALUTO ROMANO....EJA..

    ONORE AI CAMERATI CADUTI NELLA DIFESA DELLA PATRIA.

    RispondiElimina
  36. http://www.iltempo.it/politica/2015/05/12/e-a-bolzano-casapound-fa-il-pieno-di-voti-1.1413529


    12/05/2015 06:03


    E a Bolzano Casapound fa il pieno di voti.

    Il consigliere Andrea Bonazza è il più votato nel centrodestra con il 6,85% di preferenze.

    Il segretario del Carroccio, che con il suo intervento proprio nella piazza di Bolzano, sembra essere riuscito a spostare i voti in modo decisivo, sul suo profilo Facebook ha parlato di «risultato storico» aggiungendo: «Che dite? La gente si sta svegliando? Con il 13% e l'11% dei voti, percentuali mai toccate in passato, la Lega diventa secondo e terzo partito nelle due città. Grazie, ora subito al lavoro».

    Soddisfatto anche il leader di Casapound, Gianluca Iannone: «La vittoria di Bolzano ci conferma...




    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bonazza gli ha fatto un mazzo così a quei traditori leccaculo della finta destra di Farsa Italia e compagni di merenda.
      Bonazza evidentemente ispira più fiducia di vecchi Brontosauri della politica di professione e non di servizio.
      Buon lavoro ad Andrea e ancora Congratulazioni per il risultato strabiliante...

      Elimina
    2. Rivoluzione
      NOBIS!

      Elimina
    3. Bolzano s'è DESTA. ....

      Elimina
  37. http://noiconsalvini.org/



    SALVINI E DI STEFANO


    FATECI SOGNARE

    RispondiElimina

  38. http://m.altoadige.gelocal.it/bolzano/cronaca/2015/05/14/news/viaggio-nel-cuore-nero-di-casapound-1.11417760



    IL FENOMENO

    Viaggio nel cuore nero di Casapound.

    di Alan Conti

    14 Maggio 2015

    L'elezione di Andrea Bonazza diventa un caso nazionale. A Bolzano 300 giovani attivisti. "Siamo radicati nel sociale, nello sport e anche tra gli animalisti".


    BOLZANO. Il movimento di CasaPound apre per la prima volta la porta di un consiglio comunale e lo fa proprio a Bolzano. Mai, in Italia, la tartaruga aveva centrato una rappresentanza istituzionale esplicitamente con il suo marchio. Una consigliera è stata eletta nel Comune di Novate Milanese, ma tra le fila di un partito e non pescando direttamente da una lista targata “Casapound”. Una forza politica arrivata a Bolzano nel 2008 (primi contatti nel 2003), sviluppatasi al bar Otto di via Dalmazia, poi al Rockaforte in via Visitazione e oggi in un grande locale in via Cesare Battisti. Andrea Bonazza, dunque, è diventato oggetto di interesse mediatico nazionale e vale la pena capire come guardare a quelli che si autodefiniscono “fascisti del terzo millennio” all’interno di un organo democratico, determinati come arieti.
    «L’unica cosa che mi preoccupa è entrare in consiglio e vedere le nostre idee bloccate per prevenzione ideologica».
    I richiami al Ventennio fascista, di sicuro, non favoriranno il dialogo con le altre forze. «Io ho una buona opinione di quel periodo. Non lo nascondo. Poi non sono un nostalgico perché certi ideali vanno coniugati con quello che è il nostro momento storico. Che è fatto di istanze sociali che arrivano dalla gente e non da un estremismo avulso».
    È da sempre la strategia di Casapound: una penetrazione capillare nella società negli ambiti più disparati, dall’ambiente allo sport. Nel campo animalista fa breccia l’associazione La Foresta che Avanza «che vede moltissime ragazze attive e impegnate. Seguono orientamenti di tutto rispetto che sottoscriviamo». Nel campo della protezione civile, invece, ecco spuntare La Salamandra. «Abbiamo seguito vari terremoti ed emergenze portando concretamente un aiuto con le nostre mani alla nostra gente che soffriva». La musica? Coperta con una sala prove per le band. Passando allo sport ecco che molti di questi ragazzi frequentano la curva Nene Michi dell’Hockey Club Bolzano. «Qui la distinzione è netta - ribatte Bonazza - perchè è vero che ci siamo, ma la politica rimane fuori dai palazzetti. Tra gli ultras abbiamo tanti giovani di sinistra a cui ci lega forte amicizia e una passione che va oltre». Intanto ci sono e anche così si fa gruppo. Perchè quello di CasaPound - discusso e che non rinnega la reazione violenta come strumento di difesa - di sicuro è un gruppo. Bonazza e Sandro Trigolo (impegnato in Croce rossa) sono i candidati che hanno ottenuto più preferenze nel centrodestra. Gli elettori hanno votato gli uomini, oltre al movimento. «Abbiamo più di 300 ragazzi che ruotano attorno alle attività che organizziamo. La nostra è una comunità che crede in se stessa». Hanno portato i loro giovani in blocco nella cabina elettorale: quanti altri partiti ce l’hanno fatta?


    RispondiElimina
  39. http://www.salto.bz/article/11052015/lascesa-dellestrema-destra-bolzano



    Comunali. L’ascesa dell’estrema destra a Bolzano.

    Andrea Bonazza, eletto nella lista di CasaPound, entra in consiglio comunale e avverte: “non sono l’unico”.

    Sarah Franzosini  

    11.5.2015

    Un componente di Casapound in consiglio comunale a Bolzano? Non è tutta qui la storia, riferisce il neoeletto bolzanino Andrea Bonazza, simpatizzante del movimento di estrema destra, al portale 
    ilprimatonazionale.it.

    “Nella lista civica per Benussi sindaco abbiamo eletto il candidato sindaco e Luigi Schiatti, un altro ragazzo tesserato con CasaPound Bolzano. Aggiungo che per la prima volta ci siamo presentati staccati da Unitalia, che ha fatto altre scelte, ma uno dei loro eletti è un nostro caro amico [Marco Caruso, ndr], un ragazzo che è cresciuto con noi e che viene dalla scuola politica di CasaPound, quindi gli facciamo gli auguri”. 

    Conta i colpi in canna, Bonazza, dopo un notevole 6,83% ottenuto dalla mini-coalizione lista Benussi e Casapound, e rivendica: “io e Sandro Trigolo, sempre di Casapound, siamo stati i consiglieri più votati del centrodestra”. E ora? Ora si andrà al ballottaggio, ma con quali “sodalizi”, per Casapound, è ancora tutto da definire.

    Bonazza, già condannato per apologia di fascismo per aver fatto il saluto romano in occasione della deposizione di una corona davanti alla lapide che ricorda le vittime delle foibe, spiega infine perché Casapound a Bolzano ha deciso di presentarsi con il proprio simbolo a differenza del resto d’Italia dove ha puntato su “Sovranità”, una formazione politica che vorrebbe suggellare la storia d’amore fra i fascisti del terzo millennio e la Lega Nord:

    "Con i ragazzi della Lega, in realtà, abbiamo un ottimo rapporto e anche qui sta partendo il progetto di Sovranità, quindi nessuna eccezione rispetto al percorso nazionale. Se in queste elezioni non c’è stato il simbolo di Sovranità non è dipeso da noi né dai ragazzi della Lega di Bolzano, ma da altre circostanze su cui credo sia inutile tornare. Ora vogliamo solo portare nelle aule delle istituzioni locali il nostro progetto, le nostre idee e la nostra passione".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://m.altoadige.gelocal.it/bolzano/cronaca/2015/05/17/news/comunita-ebraiche-sos-per-casapound-1.11439896






      COMMENTI:

      Gianpaolo Bonelli
      Se Bonazza è stato eletto significa che aveva i voti per esserlo e i voti sono espressione popolare ovvero l'essenza, il cuore della DEMOCRAZIA.


      Luca Marchetto
      Io mi ritendo di estrema destra e sono il primo a dire che non devono esserci persecuzioni di nessun tipo a differenza di tanti imbecilli di sinistra o centro.Gente ignorante che inneggia alla Palestina, Hamas o peggio!
      Adesso ditemi solo una cosa; perchè con gente così a piede libero da sempre e purtroppo libera di respirare ed esprimersi in democrazia, vi sentite (anche voi giornalisti pagati e di parte) minacciati da un singolo consigliere di Casapuond...????
      E di queste altre Merdacce non avete mai detto niente!?
      Chi è poco democratico ora..............???


      Ciro Ciaramella
      Se siamo ridotti ad avere paura di un consigliere comunale eletto democraticamente in consiglio comunale conterà poco e niente. Significa che sti 4 comunistelli della Repubblica sono proprio messi male!

      Elimina

  40. http://unitalia-movimento.it/no-a-lezioni-a-scuola-sullomofobia


    NO A LEZIONI A SCUOLA SULL’OMOFOBIA.

    Si apprende che organizzazioni di gay starebbero muovendosi all’interno delle istituzioni scolastiche per vedere introdotte nei programmi progetti specifici per promuovere incontri con omosessuali.
    Fin d’ora manifestiamo profondo dissenso verso questa forma costrittoria che vorrebbe imporre ai giovani l’obbligo di soggiacere a contatti o incontri non sempre voluti o cercati.
    Invece che portare i giovani verso l’apprendimento e la capacità di costruire modelli comportamentali e morali, che contraddistinguono peraltro la stragrande parte del vivere comune – quelli del saper costruire una famiglia, del saper rapportarsi col prossimo, del rispetto e del senso civico – si vuol imporre loro riferimenti e scelte di vita che per fortuna riguardano solo una ristretta minoranza.
    La scuola è e deve restare deputata a impartire istruzione e formare uomini e donne secondo principi cardine della nostra società, in primis, e restare immune dalle pressioni dei gruppi di interesse, soprattutto quando in gioco si mettono aspetti che toccano sensibilità diverse.
    Invitiamo quindi le famiglie a esprimere il proprio dissenso verso l’arroganza con la quale si vuole portare gay, lesbiche, transessuali e quant’altro nelle scuole facendo disertare a propri figli da qualsiasi audizione, incontro o assemblea promossa in tale senso.
    Alla Sovrintendenza scolastica rivolgiamo invito a non recepire iniziative di tal genere che altro non provocano se non l’ennesima perdita di tempo nei già sacrificati programmi scolastici.

    Luigi Schiatti

    RispondiElimina
  41. http://tv.ilfattoquotidiano.it/2015/05/17/casapound-bonazza-fascismo-oppositori-uccisi-stronzate-lunico-fu-matteotti/372517/




    Casapound, Bonazza: “Fascismo? Oppositori uccisi? Stronzate, l’unico fu Matteotti”.


    17 maggio 2015

    “Sono fascista, perché no? Non c’è niente di male”. Sono le parole di Andrea Bonazza, primo consigliere comunale di Casapound eletto alle ultime amministrative a Bolzano e membro di un partito alleato della Lega Nord di Salvini. Intervistato da Giuseppe Cruciani a La Zanzara(Radio24), il politico si rende protagonista di un alterco vivace con David Parenzo. “Ancora oggi” – afferma Bonazza – “ci sono leggi e strutture del fascismo che funzionano sicuramente meglio delle castronerie fatte oggi. Se ci fosse Mussolini in Italia le cose andrebbero assolutamente molto meglio e alla grande. Lo pensa la maggioranza del popolo italiano. Ho un busto del duce in casa, lo conservo con estremo orgoglio, ma sono anche pieno di poster di Laura Angel e di altre ragazze simpatiche“. E aggiunge: “Oppositori del fascismo uccisi o incarcerati? Ma quando mai. L’8 settembre 1943 c’erano al massimo 20 persone al confino.Signori, anziché leggervi le stronzate di Camilleri e di altri storiografi di parte, leggetevi i libri di Pansa,ad esempio. Ma basta con queste stronzate, l’unico a essere ammazzato fu Matteotti“. E ancora: “I gay? Esiste indubbiamente una lobby nel mondo e in Italia............
    Critico sul premier (“Renzi è una testa di cazzo, come altri che governano il mondo oggi”), Bonazza si pronuncia anche su Hitler: “Nel bene e nel male è riuscito a governare un Paese.Per il popolo dei lavoratori tedeschi ha fatto indubbiamente tante cose positive. Fece la Volkswagen, la macchina del popolo. E poi era vegetariano, come me”.

    Gisella Ruccia






    RispondiElimina
  42. Buon lavoro al neoeletto consigliere comunale di Bolzano Andrea Bonazza. ...
    Evviva sovranità casapound

    RispondiElimina
  43. Come rosicano i cani a sx....
    Ahahahah

    Sovranità prima gli italiani

    EJA

    RispondiElimina
  44. http://www.ansa.it/trentino/notizie/2015/05/17/comunita-ebraiche-allarme-per-casapound_b3657708-9ed3-4d6d-94c9-b007ef0a8631.html








    LE COMUNITÀ EBRAICHE TRENTINE SI DOVREBBERO PREOCCUPARE DEI LORO NEMICI NATURALI CHE SONO GLI ISLAMICI IL CUI CREATORE ALL'EPOCA E PARLO DI MAOMETTO TAGLIAVA LORO LA TESTA COME SUA OCCUPAZIONE GIORNALIERA.
    CASAPOUND È UN MOVIMENTO PATRIOTTICO IDENTITARIO NON RAZZISTA MA CHE METTE GLI ITALIANI AL PRIMO POSTO PERCHE SONO LORO I CREATORI ED EREDI NATURALI DELLA PATRIA.
    FUORI TUTTI I DELINQUENTI ABITUALI PARASSITI E TRA QUESTI CI METTO ZINGARI CLANDESTINI MAGRHEBINI ISLAMICI CINESI E PIDDINI E SODOMITI.

    SE BONAZZA HA FATTO IL PIENO DI VOTI UN MOTIVO C'È. ....!!!!!

    RispondiElimina
  45. http://www.laperfettaletizia.com/2015/05/andrea-bonazza-di-casa-pound-la-zanzara.html?m=1



    giovedì 14 maggio 2015

    Andrea Bonazza di Casa Pound, a La Zanzara su Radio 24: “Sono fascista, con Mussolini Italia funzionerebbe meglio”.

    Andrea Bonazza (Casa Pound, consigliere comunale a Bolzano): “Oppositori uccisi? Tutte stronzate, unico fu Matteotti”. “Al confino c‘erano solo 20 persone”. ”Hitler? Ha fatto cose positive per lavoratori tedeschi”. “Renzi? Una testa di c..”.


    “Sono fascista, perché no? Non c’è niente di male”. Lo dice Andrea Bonazza, primo consigliere comunale di Casa Pound (eletto a Bolzano) a La Zanzara su Radio 24. “Ancora oggi – dice Bonazza, membro di un partito alleato della Lega Nord di Salvini – ci sono leggi del fascismo e strutture del fascismo che funzionano meglio di quelle fatte adesso. Se ci fosse Mussolini in Italia le cose funzionerebbero molto meglio, questo è sicuro. Le cose andrebbero alla grande e lo pensa la maggioranza degli italiani. A casa ho anche un busto del Duce che mi ha regalato mio padre, lo custodisco con orgoglio”.

    Ma durante il fascismo gli oppositori venivano o uccisi o incarcerati, dicono i conduttori: 
    “Ma quando mai! L’8 settembre 1943 c’erano solo venti persone al confino. Ma basta con queste stronzate, l’unico a essere ammazzato fu Matteotti”.

    E le leggi razziali?: “Fu una parentesi del fascismo, ci furono imposte dalla Germania”.

    E di Hitler che ne pensi?: “Nel bene e nel male è riuscito a governare un Paese. Per i lavoratori tedeschi ha fatto tante cose positive come fece Stalin in Russia. Fece la Volkswagen, la macchina del popolo”.

    E Renzi come lo giudichi?: “Renzi è una testa di cazzo come altri che comandano il mondo oggi”




    RispondiElimina
  46. http://m.altoadige.gelocal.it/bolzano/cronaca/2015/05/18/news/spagnolli-al-muro-del-lager-bolzano-isoli-casapound-1.11447345





    SPAGNOLLI DOVREBBE RECARSI AL MURO DELLA SUA VERGOGNA E PIANGERE LE VITTIME DELLE FOIBE CARSICHE E LA SUA SCELLERATA POLITICA ANTITALIANA.
    ANCHE LUI FA I SELFIES ALLA RENZI FONZIE PER APPARIRE QUELLO CHE NON È. .
    MA SI VERGOGNI PER UNA CITTÀ CONSEGNATA A DELINQUENZA DILAGANTE E A ZINGARI CRIMINALI ED ISLAMICI NEMICI DEI CRISTIANI.
    A BOLZANO MIGLIAIA DI CITTADINI HANNO VOLTATO LE SPALLE AL SUO INDEGNO PD E PERTANTO LA SMETTESSE DI FRIGNARE E DI AIZZARE I SUOI MASNADIERI PREZZOLATI DEI CENTRI ASOCIALI VISTO CHE IL RESPONSO POPOLARE È SOVRANO E NON SOLO QUANDO CONVIENE A LUI.
    SPERO CHE IL 24 VINCA IL CDX E CHE LUI SI TOLGA DALLE PALLE. .....AMEN

    RispondiElimina
  47. Meglio il fascismo che il comunismo x l'italia. ...

    RispondiElimina
  48. https://secure.avaaz.org/it/petition/AL_GOVERNO_ITALIANO_UN_REFERENDUM_CHE_PERMETTA_AGLI_ITALIANI_DI_DIRE_SI_O_NO_AI_MIGRANTI/edit/
    DOPO 6 GIORNI DI PETIZIONE SIAMO SOLO A 411 SOSTENITORI: VUOL DIRE CHE I CLANDESTINI CE LI VOLETE. E SE LA RISPOSTA E': NON CE NE FREGA NIENTE,IL RISULTATO E' LO STESSO: QUANDO DOVRETE CHIEDERE PERMESSO AGLI AFRIKANI PER GESTIRE LA VOSTRA VITA, L'AVRETE VOLUTO VOI.

    RispondiElimina
  49. http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2015/05/18/anpi-preoccupazione-per-casapound_fd5ba34d-bd80-4c78-b444-3f1f209331ad.html








    ALTRO CHE LEGGE MANCINO. ...A QUESTI PIRLA APPLICHEREI LA LEGGE ""MAGNONI"".
    I CITTADINI BOLZANINI HANNO ELETTO DEMOCRATICAMENTE ANDREA BONAZZA QUALE LORO RAPPRESENTANTE COMUNALE PER LA DIFESA DEI LORO INTERESSI.
    ANPI CHE CAZZO C'ENTRA CHE È UNA ASSOCIAZIONE PRIVATA CHE NON HA POTERE DI VETO SULLA LIBERA E DEMOCRATICA ESPRESSIONE POPOLARE? ??????
    È FORSE FINITA LA PACCHIA DEGLI INCIUCI? ????
    ADESSO BONAZZA CONTROLLERÀ L'OPERATO DELLA GIUNTA E DEL CONSIGLIO APPUNTO SU MANDATO POPOLARE E PERTANTO CHI NON HA TITOLO A PARLARE A VANVERA. ...TACCIA. .!!!!!!!
    CASAPOUND HA AVUTO ELETTO DAL POPOLO UN SUO RAPPRESENTANTE IN SENO AL CONSIGLIO COMUNALE DI BOLZANO ED EVIDENTEMENTE QUESTO METTE UN SACCO DI PAURA A CHI MAGARI HA LA COSCIENZA SPORCA E TEME CHE BONAZZA METTA NASO SU PROVVEDIMENTI CORRUTTIVI E MAFIOSI. ..?????
    STAREMO A VEDERE. . !!!!!

    RispondiElimina
  50. http://www.imolaoggi.it/2015/05/19/centri-sociali-devastano-litalia-partigiani-attenzione-a-casapound/


    Centri sociali devastano l’Italia.
    Partigiani: attenzione a Casapound.

    martedì, 19, maggio, 2015

     

    Mentre centri sociali e antagonisti devastano l’Italia indisturbati, i partigiani si preoccupano di casapound.

    “Il fatto che Bolzano sia la prima città italiana con una presenza istituzionale di un movimento di estrema destra, come Casapound, ci preoccupa oltremodo”. Lo afferma il presidente di Anpi Bolzano, Orfeo Donatini, in riferimento all‘elezione di un esponente di Casapound in consiglio comunale.

    Donatini fa appello “a tutte le istituzioni affinché vengano mantenute alte l’attenzione e la vigilanza, dando concreta attuazione e riservando puntale rispetto alle norme della legge Mancino”.

     

     

        

     







    RispondiElimina
  51. http://www.imolaoggi.it/2015/05/19/centri-sociali-devastano-litalia-partigiani-attenzione-a-casapound/







    TANTE VOLTE ANPI E CENTRI ASOCIALI EVERSIVI TERRORISTI SFILANO ASSIEME PER LE CITTÀ ITALIANE OVE IMMANCABILMENTE SUCCEDONO CRIMINI INDICIBILI....!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sfilano coi sovversivi antagonisti di sx che inneggiano al terrorismo palestinese contro gli ebrei. ...
      Non se ne sono accorti? ?????

      Elimina
  52. http://m.altoadige.gelocal.it/bolzano/cronaca/2015/05/17/news/comunita-ebraiche-sos-per-casapound-1.11439896





    COMMENTI:

    Gianpaolo Bonelli
    Se BONAZZA è stato eletto significa che aveva i voti per esserlo e i voti sono espressione popolare ovvero l'essenza, il cuore della DEMOCRAZIA.



    Zorricc Zorricc
    Gentile sig.ra Innerhofer..mi rivolgo direttamente a Lei nella speranza che Lei possa o voglia leggere questo mio modesto intervento.
    Lei ha a cuore i valori di questa nostra Repubblica o di quello che resta...mi chiedo se con lo stesso vigore e passione non difenda la nostra Repubblica dalla corruzione , dalla pedofilia, dalla crisi che sta uccidendo le ns. Famiglie, da una islamizzazione che nulla nulla dovrebbe preoccuparvi non poco , e potrei purtroppo andare avanti ancora sui gravi, concreti e drammatici problemi di questa nostra Repubblica. 
    Il sig.Bonazza che peraltro conosco e non trovo cosi spaventoso è stato eletto democraticamente in questa Repubblica di cui lei difende i valori..e uno di questi è anche l'elezione del sig. Bonazza.
    mi piacerebbe in futuro che argomento di discussione nelle comunità ebraiche a cui riconosco grande cultura e accademia siano anche questi gli argomenti di discussione. ..come ultimo ma non meno importante è l'argomento extracomunitari. ..tema spinoso e politicamente delicato..o teme di esporsi troppo sig.ra innerhofer? O è solo il sig. Bonazza che difende i valori di questa Repubblica visto che quest'ultimo nel metterci la faccia, dice ciò che è in bocca a tutti e che nessuno ha il coraggio di dire in piazza? Facile sparare sul sig. Bonazza...piu difficile vero criticare apertamente chi questa nostra Repubblica la sta facendo diventare un campo profughi ..
    suvvia sig.ra Innerhofer..un briciolo di onestà intellettuale ci starebbe no?
    Cordialità. ...




    Luca Marchetto
    .....non devono esserci persecuzioni di nessun tipo .....a differenza di tanti imbecilli di sinistra o centro che inneggiano alla Palestina, Hamas Isis o peggio!




    Lorenzo Debaso
    Le comunità ebraiche dovrebbero guardarsi più verso i centri sociali e la sinistra che attaccano un giorno si e l'altro pure sia israele che gli ebrei. vedi manifestazione del 1° maggio, altro che avere paura di CasaPound che mi sembra non abbia mai mosso un dito contro le comunità ebraiche!




    Ciro Ciaramella
    Se siamo ridotti ad avere paura di un consigliere comunale eletto democraticamente in consiglio comunale conterà poco e niente. Significa che sti 4 comunistelli della Repubblica sono proprio messi male!!!



    Lorenzo Debaso
    ma perchè non sparite sempre la solita minestra; dagli al fascista di turno quando non sapete che dire. Una domanda: "ma il 1° maggio a milano in piazza chi inneggiava contro gli ebrei ed israele in favore dei terroristi palestinesi casapound o la sinistra e i centri sociali? Buffone taci che è meglio e vergognati!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È dal 2011 che la politica mafiosa italiana fa porcate ed allora il popolo reagisce con scelte controcorrente. ..
      Normale. ....

      Elimina
  53. http://www.ilprimatonazionale.it/politica/intervista-la-zanzara-andrea-bonazza-casapound-23671/



    Bolzano, parla Bonazza (CasaPound): “I cittadini sono con me".

    Roma – Sta facendo molto discutere l’intervista alla Zanzara di Andrea Bonazza, il primo consigliere comunale in Italia eletto sotto al simbolo di CasaPound Italia. Il Primato Nazionale lo ha intervistato per sapere che aria tira a Bolzano dopo questa sorprendente elezione comunale.

    Andrea, ci spieghi come è andata questa intervista alla Zanzara?

    L’intervista, che ovviamente all’inizio non mi è stata presentata come tale, è durata 20 minuti di cui solo 8 sono andati in onda. Per la maggior parte del tempo abbiamo parlato di campi nomadi, di immigrazione, dei problemi dell’attualità politica insomma. Anzi, eravamo partiti proprio da quelli. Ma di tutto questo non è stato mandato in onda nulla.

    Sta di fatto che le tue parole hanno suscitato molte polemiche.

    Sì, oggi addirittura il sindaco è andato a mettere un mazzo di fiori al muro del lager di via Resia “alla memoria dei deportati e di tutte le vittime del nazifascismo”, presentando il tutto come una sorta di gesto riparatore per le mie dichiarazioni. In realtà voleva solo farsi pubblicità in vista del ballottaggio.

    Anche la comunità ebraica ti ha attaccato.

    Guarda, ognuno può commentare le mie prese di posizione come meglio crede. Chi si dichiara sconvolto per la mia elezione e poi vuole darmi lezioni di democrazia dovrebbe però decidersi. Io sono stato eletto democraticamente, da cittadini di Bolzano che evidentemente apprezzano le mie azioni nel sociale e le mie proposte. Fino a prova contraria sono i cittadini di Bolzano che decidono chi deve sedere in consiglio comunale, non autoproclamatesi autorità morali non elette da nessuno. Io risponderò solo alla cittadinanza e a nessun altro.

    A proposito, girando per la città credi che l’indignazione del sindaco sia condivisa dai cittadini di Bolzano?

    Macché, io in questo momento sono in affissione, insieme a un altro militante che peraltro è stato eletto anche lui in una circoscrizione. Posso tranquillamente dire che da quel che vedo l’indignazione riguarda solo la casta politico-culturale, i bravi e buoni messi a custodia delle verità ufficiali. Dal popolo, al contrario, ho ricevuto solo tanta solidarietà. Non fanno che ripetermi: “Questi stronzi vogliono parlare solo di cose successe 70 anni fa quando noi non arriviamo a fine mese”.

    Quali saranno i valori che orienteranno il tuo operato in consiglio comunale?

    Valori che hanno a che fare con il presente, di sicuro non mi occuperò di storia, che lascio agli specialisti, anche se mi farebbe piacere che si avesse il coraggio di lanciare un dibattito libero e senza pregiudizi anche sui fatti recenti della storia d’Italia e dell’Europa. Ma, ripeto, questo non ha nulla che fare con la mia presenza in consiglio comunale, che invece sarà improntata esclusivamente all’amore per il popolo italiano. Cercherò di agire, di aiutare concretamente le famiglie, gli artigiani, i padri separati, tutte quelle categorie in difficoltà ma che non sono gratificate dell’etichetta di “risorse” da una politica che pensa solo all’ultimo arrivato clandestino straniero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://www.iltempo.it/politica/2015/05/12/e-a-bolzano-casapound-fa-il-pieno-di-voti-1.1413529


      Le amministrative in Trentino Alto Adige consegnano molte conferme e qualche sorpresa. Tra le prime sono da annoverare l'ormai fin troppo prevedibile crollo dell'affluenza: alla chiusura dei seggi il calo, rispetto a cinque anni fa, era di circa sei punti percentuali e il crollo annunciato di Forza Italia, sprofondata sotto il 5%, in un contesto generale di perdita di consensi da parte di tutte le forze politiche, eccezion fatta e qui arriviamo alle sorprese, per la Lega di Matteo Salvini che triplica il risultato degli azzurri. Altra sorpresa, proprio il giorno dopo in cui Silvio Berlusconi si era dimostrato scettico circa l'efficacia della partnership con la destra estrema, il risultato di Bolzano, dove il consigliere più votato nel centrodestra è stato Andrea Bonazza, coordinatore regionale di Casapound con il suo 6,86%. Il segretario del Carroccio, che con il suo intervento proprio nella piazza di Bolzano, sembra essere riuscito a spostare i voti in modo decisivo, sul suo profilo Facebook ha parlato di «risultato storico» aggiungendo: «Che dite? La gente si sta svegliando? Con il 13% e l'11% dei voti, percentuali mai toccate in passato, la Lega diventa secondo e terzo partito nelle due città. Grazie, ora subito al lavoro». Soddisfatto anche il leader di Casapound, Gianluca Iannone: «La vittoria di Bolzano ci conferma che siamo sulla strada giusta e ci dà la certezza che cambiare si può, basta non indietreggiare mai». Le prossime tornate elettorali confermeranno o smentiranno il modello altoatesino che il Cavaliere non sembra ritenere quello giusto per tornare competitivi. L'ex Premier ventiquattro ore prima era tornato sulla necessità di non frammentare il voto con i piccoli partiti e di puntare su un soggetto unitario in grado di vincere: «Non è la destra estrema a poter battere la sinistra - ha spiegato - ma è soltanto il centrodestra che può opporsi vittoriosamente alla sinistra». L'ottimo stato di salute sia della Lega che di Casapound, se passerà anche attraverso le forche caudine delle regionali, costituirà un altro ostacolo nel percorso, già lastricato di rifiuti e disaccordi, che, secondo i desiderata berlusconiani, dovrebbe condurre ad un Partito Repubblicano in salsa italiana. Galvanizzato dal responso delle urne Salvini si è precipitato davanti a taccuini e microfoni per ripetere di non essere interessato a «marmellate» e che «solo la Lega è in grado di guidare il centrodestra», aggiungendo: «Diciamolo sottovoce... c'è un problema in Forza Italia». In casa Democratica, si grida ovviamente al trionfo, senza dare troppa importanza alla flessione dei consensi che, nonostante l'impegno diretto «sul campo» dell'altro Matteo, Renzi, ha riguardato anche il partito di maggioranza relativa, che a Bolzano è al 17,71 per cento con 4953 voti, mentre nel 2010 era al 17,26% con 7826 preferenze; mentre a Trento ottiene il 29,58 (13.666 voti) contro il 29,80 per cento del 2009 (14.460 voti). Secondo la vicesegretaria Debora Serrachiani il Pd è «in ottima salute» aggiungendo che «sono fuori luogo i proclami euforici di Salvini, che vampirizza una Forza Italia irriconoscibile. A cominciare dai territori, si pone il problema di un'opposizione sfrangiata, astratta e spesso estremista». Buona la performance anche dei grillini che entrano per la prima volta in consiglio comunale a Trento con l'8,69 per cento (4017 voti), mentre a Bolzano crescono rispetto al 2010: dal 4,10 per cento al 9,33, anche se l'aumento è ridotto in termine di voti assoluti (da 1.858 a 2.609).


      Elimina
  54. http://www.ilprimatonazionale.it/primo-piano/iannone-casapound-gorizia-23756/




    IL PRIMATO NAZIONALE

    “A Gorizia per gli eroi delle trincee, contro i talebani della porta accanto”.

    maggio 20th, 2015


    Sabato 23 maggio CasaPound Italia scenderà in piazza a Gorizia, per celebrare il centenario dell’entrata in guerra dell’Italia nel primo conflitto mondiale. La manifestazione, che ha come motto “Risorgi combatti e vinci”, sta suscitando il solito contorno di petizioni, richieste di annullamento, interrogazioni parlamentari.

    Abbiamo intervistato il presidente di Cpi, Gianluca Iannone, per sapere il suo pensiero su queste polemiche.

    La manifestazione di CasaPound Italia a Gorizia sta scatenando molte polemiche.

    Non è una novità. Si è di nuovo mosso il fronte dei quaccheri dell’antifascismo. È destino che chi vuole fare del bene a questa nazione debba subire il fastidio di questo ronzio bigotto.

    Basta guardare la caccia alle streghe innescata a Bolzano contro il nostro consigliere eletto, Andrea Bonazza. Ma non è un problema. Non lo è mai stato.

    A Gorizia stanno terrorizzando tutti, si parla di negozi che chiudono, famiglie chiuse in casa…

    È una tattica piuttosto subdola di terrorismo psicologico a cui sono sicuro che la cittadinanza di Gorizia non abboccherà. Del resto basta documentarsi: nelle manifestazioni grandi o piccole di CasaPound, nei nostri cortei nazionali a Bolzano, Roma, Napoli non è stata rotta una vetrina o toccata una macchina. Tutto si è svolto in ordine e nel rispetto della città che ci ha ospitato. A Gorizia sarà lo stesso, noi non siamo mica come questi mafiosetti impuniti, questi talebani della porta accanto dei centri sociali, che devastano le città per incompostezza di spirito e narcisismo da social network. È di loro che le persone perbene di Gorizia dovrebbero preoccuparsi. E anche dei loro protettori nelle istituzioni.

    Contro la manifestazione si sono schierati anche una serie di personaggi della cultura.

    Chi, Bebo Storti e Pieraccioni? Se la cultura italiana è rappresentata dal Conte Uguccione e dagli altri pagliacci siamo a cavallo. Peraltro sono tutti personaggi finiti, che sopravvivono grazie a una concezione della cultura parassitaria, sovvenzionata. Si dicono comunisti e metà di loro ha lavorato per Berlusconi, si dicono ribelli e firmano petizioni per comprimere le libertà altrui. Ma quale deserto devi avere nell’anima per firmare una petizione per impedire ad altri di manifestare? Io, in ogni caso, quando penso alla cultura italiana ho in mente Marinetti, D’Annunzio, gli scrittori che si misuravano con le trincee. Ve lo immaginate Pieraccioni in trincea? ???...........

    RispondiElimina
  55. http://www.secolo-trentino.com/24562/politicatrentina/l-unione-delle-comunita-ebraiche-italiane-ucei-si-schiera-contro-bonazza.html

    20 maggio 2015

    ...............................Omissis........................................

    Non è coerente e nemmeno intelligente negare che la Seconda guerra ha portato l’Europa alla rovina, come non sarebbe intelligente e nemmeno coerente negare che il ventennio fascista ci ha portato innegabili progressi culturali, strutturali ed economici. La democrazia e il periodo di pace ci hanno portato ad una maturità politica e culturale che ci permette di ragionare e di esprimerci in maniera imparziale. La democrazia matura permette la possibilità di dialogo e confronto, senza paura di esporre quello che è stato fatto di positivo nel ventennio fascista.

    Ma come ha reagito Andrea Bonazza? Il neo consigliere è rimasto sereno e non ha alimentato le polemiche.

    Su Ilprimatonazionale.it ha affermato in merito alla sua elezione:
    “Io sono stato eletto democraticamente, da cittadini di Bolzano che evidentemente apprezzano le mie azioni nel sociale e le mie proposte. Fino a prova contraria sono i cittadini di Bolzano che decidono chi deve sedere in consiglio comunale, non autoproclamatesi autorità morali non elette da nessuno. Io risponderò solo alla cittadinanza e a nessun altro.”
    Il dovere del Consiglio comunale lo aspetta e, polemiche a parte, gli auguriamo un buon lavoro.

    Marco Taufer

    RispondiElimina
  56. VALUTAZIONI STORICHE DI BONAZZA E BASTA. .
    IL RESTO SONO CHIACCHIERE DA BETTOLA. .!!!!!


    VIVA SOVRANITÀ PRIMA GLI ITALIANI









    http://m.altoadige.gelocal.it/bolzano/cronaca/2015/05/19/news/rispoli-apologia-del-fascismo-valuteremo-1.11456336



    Rispoli: apologia del fascismo, valuteremo.

    19 Maggio 2015

    Per ora in Procura nessuna segnalazione. Per contestare il reato non bastano solo le dichiarazioni.


    BOLZANO. Al momento le dichiarazioni di Andrea Bonazza, esponente di CasaPound, su Mussolini e Hitler non hanno provocato l’intervento d’ufficio della Procura della Repubblica. Ovviamente se vi sarà il deposito di un esposto penale per apologia di fascismo (così come annunciato ieri dal consigliere comunale di Sel Guido Margheri) l’apertura di un’inchiesta sarà inevitabile e saranno attentamente valutate le reali dichiarazioni di Bonazza a Radio 24.

    La conferma è giunta ieri direttamente del procuratore capo della Repubblica il quale ha anche ricordato quelle che sono le indicazioni della Corte Costituzionale e della Corte di Cassazione in relazione sia all’articolo 414 del codice penale (istigazione a delinquere) che all’articolo 4 della legge Scelba (apologia di fascismo). A tal proposito ci sono stati due pronunciamenti importanti dapprima da parte della Corte Costituzionale nel 1970 e successivamente dalla Corte di Cassazione.

    «Dalla giurisprudenza - puntualizza il procuratore capo Guido Rispoli - viene ritenuto che ci debba essere una concreta idoneità della condotta al fine di arrivare alla ricostituzione del partito fascista perchè si possa configurare il reato». In sostanza una semplice valutazione di carattere storico anche positiva ad esempio su alcune leggi del periodo fascista può essere non condivisibile ma non integra il reato di apologia..........................

    RispondiElimina
  57. http://m.altoadige.gelocal.it/bolzano/cronaca/2015/05/22/news/spesa-per-i-profughi-casapound-contro-la-coop-1.11472933



    CasaPound lancia una raccolta di generi alimentari "solo per italiani".


    22 Maggio 2015

    Il movimento di estrema destra contro la Coop di Bolzano............

    Bolzano. Sta raccogliendo molte adesioni l'iniziativa di CasaPound al grido di "prima gli italiani".............
    Casapound Bolzano lancia una contro-raccolta di viveri in aperta contrapposizione con la campagna di Koncoop.

    "In risposta all'iniziativa della Coop - si legge in una nota di Sandro Trigolo, consigliere di quartiere a Europa Novacella-, continua la raccolta alimentare, promossa da CasaPound Italia, in favore delle famiglie bolzanine più bisognose e dei padri separati. In un momento in cui le istituzioni e le varie associazioni caritatevoli ingrassano trovando fondi e aiuti per i clandestini che stanno intasando i C.I.E. italiani. CasaPound ribadisce ancora una volta lo slogan "Prima gli italiani".
    Invitiamo i cittadini, nelle loro possibilità, a partecipare con donazioni di beni alimentari (pasta, farina, sale, zucchero, latte a lunga conservazione, omogeneizzati per neonati etc.) consegnandole direttamente presso la nostra sede in via Cesare Battisti 8 a Bolzano"...................







     

    RispondiElimina
  58. http://voxnews.info/2015/05/24/clamoroso-lega-strappa-comune-alto-adige-a-pd/




    EVVIVVVVVVAAAAAAA ...

    RispondiElimina
  59. A Bolzano i tedeschi bolzanini hanno fatto vincere Spagnolli testa d'ariete contro gli italiani doc. .!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dall'impero austro/ungarico alle cloache di zingari e clandestini islamici anti-italiani.
      Questo è il futuro della Bolzano di Spagnolli.

      Elimina
  60. https://www.stol.it/Artikel/Gemeinderatswahlen-2015/Heimatbund-geht-gegen-Casapound-Funktionaer-vor


    Gemeinderatswahlen 2015

    27. Mai 2015

    Heimatbund geht gegen Casapound-Funktionär vor Der Obmann des Südtiroler Heimatbundes (SHB) Roland Lang hat, begleitet von Eva Klotz, am Mittwoch bei der Staatsanwaltschaft am Landesgericht Bozen, Strafanzeige gegen Gemeinderatsmitglied Andrea Bonazza eingereicht.

    Roland Lang und Eva Klotz reichen Strafanzeige gegen Andrea Bonazza ein.


    Stein des Anstoßes: ein Radiointerview, in dem Bonazza laut Heimatbund „den Faschismus und den Nationalsozialismus verharmloste und sogar verherrlichte“.
    Andrea Bonazza gehört der Organisation Casapound an und bezeichnete sich in besagtem Interview selbst als „Faschist“.
    Nun schritt der Heimatbund ein: Die Vereinigung reichte bei der Staatsanwaltschaft am Bozner Landesgericht Strafanzeige gegen Bonazza ein.
    „Die Anzeige umfasst 7 Seiten und wurde von Rechtsanwalt Nicola Canestrini anhand der zur Verfügung stehenden Unterlagen abgefasst. Die faschistoide Einstellung von Bonazza kommt auch im Internet und in den sozialen Netzwerken immer wieder klar zum Vorschein“, schreibt der Heimatbund.
    Bonazza ist einschlägig vorbestraft. Bei den Gemeinderatswahlen Mitte Mai wurde Bonazza in den Bozner Gemeinderat gewählt. „Es ist traurig und erschreckend zugleich, dass in Bozen der Faschismus heute noch salonfähig ist“, so der Obmann des Südtiroler Heimatbunds, Rolang Lang dazu.

    RispondiElimina
  61. Alle recentissime comunali di Bolzano il candidato sindaco di CasaPound Andrea Bonazza ha ottenuto il 7%, la lista il 2,4% e nella circoscrizione sono stati eletti tre consiglieri. Questo vuol dire democrazia partecipativa.

    RispondiElimina
  62. 1^PARTE.....


    http://www.ilprimatonazionale.it/politica/andrea-bonazza-casapound-denunciato-intervista-24762/



    Bonazza (CasaPound): “Io, denunciato quattro volte per un’intervista”.

    Roberto Derta

    Giugno 4th, 2015


    Bolzano, Si può essere denunciati per un’intervista? Capita, in effetti. Ma ricevere quattro esposti per una singola intervista di otto minuti è senz’altro un record. Il titolare del primato è Andrea Bonazza, consigliere comunale di CasaPound Italia a Bolzano. La sua intervista a La Zanzara di Radio24 ha fatto molto discutere. Il risultato sono stati 4 esposti depositati in Procura da Sel, Heimatbund (lega dei patrioti sudtirolesi), comunità ebraica e Suedtiroler Freiheit (partito secessionista pantirolese), più svariate denunce e segnalazioni mosse da Anpi, Verdi, Partito Democratico. Il Primato Nazionale lo ha intervistato.

    Ci spieghi come ti senti ad essere continuamente attaccato da stampa e da esponenti politici che continuano a denunciarti con esposti in Procura?

    Ma questi sono completamente scemi (ride – ndr)! Io mi sento benissimo a differenza loro che stanno impazzendo. Vedi, il punto è che la loro tanto decantata “democrazia” gli si sta rigirando contro; essendo sempre più lontani dal popolo, sia la sinistra che i partiti secessionisti locali continuano a perdere terreno ovunque e, colpevoli del loro stesso disastro e nel disordine mentale che solo loro riescono ad avere, si barricano dietro l’unica certezza che ancora gli rimane: il vecchio spauracchio dell’antifascismo, tanto noioso quanto distante dai reali problemi che affliggono la nostra società. Poveracci! Direi che loro stanno decisamente peggio di me, sì.

    Fino a poco prima della tua elezione ti trovavi agli arresti domiciliari per aver fatto un saluto romano durante una commemorazione per i martiri delle foibe; come hai trascorso questo periodo?

    Nei due mesi di domiciliari ho iniziato a scrivere un romanzo sulla Grande Guerra e ho letto molto. In particolare ho riletto Riprendersi Tutto di Adriano Scianca… forse il libro più esaustivo per comprendere la rivoluzione di CasaPound. Un libro proiettato nel futuro ma allo stesso tempo straripante di nozioni storiche che la storiografia ufficiale tenta in tutti i modi di eclissare. Devo quindi ringraziare la magistratura per avermi concesso questi 2 mesi di condanna tra le mura domestiche, in cui ho avuto la possibilità di concentrarmi ancor di più nello studio di quel periodo colmo di idee all’avanguardia che, ribadisco, ancora oggi risolverebbero moltissimi problemi che trascinano verso il baratro la nostra nazione.

    Ti sei mai pentito di aver fatto questo gesto?

    Come posso pentirmi di un saluto che rappresentava le leggi della civiltà occidentale, oltre duemila anni prima che un branco di rubagalline indossasse delle toghe per tradirla?

    Secondo te perché le tue frasi pronunciate alla Zanzara hanno creato il panico nel mondo politico provinciale e non solo?

    Perché sono un cazzotto sul muso al politicamente corretto! Del fascismo è vietato parlare positivamente perché custodisce quello stesso dna che ha condotto il nostro popolo nelle grandi conquiste della storia dell’uomo. Quel dna che dal dopoguerra stanno infettando, trasformandoci in simpatici zombie denominati “italiano medio”, senza più arte né parte, così da non poter nuocere agli interessi dei poteri sovranazionali. Se questi “saccenti soggetti” ammettessero che il fascismo ha fatto del bene, automaticamente si autoproclamerebbero imbecilli, perditempo e la maggior parte di loro si troverebbe senza lavoro.

    Uno degli esposti depositati alla Procura della Repubblica è stato consegnato dal responsabile locale di Sel, Guido Margheri. Lo conosci?

    Certo che conosco lo zio Guido, è forse lo stalker più irriducibile che CasaPound Italia abbia trovato in città; lui sembra passare le sue giornate a spiare le nostre iniziative, per poi provare a negarci sale comunali per conferenze culturali,

    RispondiElimina
  63. 2^PARTE. ....



    http://www.ilprimatonazionale.it/politica/andrea-bonazza-casapound-denunciato-intervista-24762/



    .......
    prova a vietare lo svolgersi delle nostre feste e dei nostri concerti, va su tutte le furie perfino quando otteniamo gli stand per le svariate attività di volontariato che coinvolgono le nostre associazioni di solidarietà internazionale. Lui combatte il nemico che si è creato a suon di esposti, comunicati e lettere sui giornali… Poveretto, tutto questo rancore contro di noi secondo me è dovuto al fatto che è una persona sola e con pochi amici, che nel buio della sua cameretta non capisce come mai i ragazzi di CasaPound riescono ad attirare sempre più giovani svolgendo tutte queste attività senza un centesimo di fondi pubblici, mentre a lui, le uniche persone che se lo filano sono quattro vecchi logorroici con al collo il fazzoletto dell’Anpi per i festival delle resistenze. Forse è perché si è integrato male in città quando è stato spedito quassù “al confino” dal suo partito, così da tenerlo buono… si vede che era pesante pure per loro.

    Il primo esposto è stato depositato dalla comunità ebraica, perché?

    Il perché bisognerebbe chiederlo direttamente alla signora Unterkircher. Nel corso dell’intervista non ho pronunciato una sola parola riguardo alla sua comunità e anzi, nel momento in cui Cruciani mi ha chiesto se secondo me il mondo è comandato dagli ebrei, ho risposto che a governare il mondo ci sono delle teste di cazzo; se poi sono ebrei, cristiani o rettiliani questo è affar loro… fatto sta che stanno strangolando i popoli con il cappio della globalizzazione. Non vedo cosa centri questa signora in questo discorso, probabilmente è un altro caso di solitudine in cui, come i bambini viziati, si piange e si grida per attirare a sé l’attenzione.

    C’è un esposto depositato dalla Suedtiroler Freiheit, il partito secessionista della passionaria Eva Klotz. Che rapporto avete con loro? Com’è la situazione tra i patriottismi italiani e tedeschi in Alto Adige?

    Il rapporto con la maggior parte dei patrioti sudtirolesi è buono, nel senso che oggi si rispettano sia le identità, sia i rispettivi ruoli volti alla difesa della terra in cui viviamo e fondamentalmente c’è una volontà di convergere su temi comuni come immigrazione o uscita da questa Unione Europea. Nella sezione locale di CasaPound ci sono due bravissimi ragazzi che fanno parte del corpo degli Schuetzen e credo che non ci sia esempio più bello per mostrare ai retrogradi che non sempre il nazionalismo divide, anzi

    Gli estremisti della Klotz invece, per fortuna rappresentano solo una minima parte della popolazione di madrelingua tedesca che ancora gli dà retta. Questi infatti, sono frustrati perché non se li caga nessuno né a nord né a sud e allora continuano a calpestare il tricolore vomitando gli slogan più beceri contro istituzioni, alpini e cittadini italiani. Qualcuno narra si tratti di soggetti che vivendo nei masi chiusi delle bellissime valli della provincia, non si accorgono della situazione di degrado in cui sono ridotte le nostre città, e così continuano a vivere in una sorta di orologio a cucù rimasto fermo ad anni in cui il pericolo maggiore della Heimat era l’invasore fascista italiano, che come ai tempi dell’Impero romano bussava alla porta dei barbari per conquistare le donne e riscuotere le tasse. Si, ok, è vero… le donne se le fanno fregare ancora, ma le tasse hanno imparato a rubarsele pure loro. A questo punto potrei rispettare di più i compari del padre della Klotz, patrioti dinamitardi che vitalizi e soldi da Roma non ne hanno mai presi, quantomeno loro erano coerenti.

    E la Suedtiroler Heimatbund? Anche il suo rappresentante Roland Lang ha depositato un esposto simile contro le tue dichiarazioni e “il ritorno del fascismo in Alto Adige”…

    Ma lo hai visto in faccia Lang? È cupo, triste, pallido, divorato dall’odio… ha certamente bisogno di una vacanza in una delle nostre stupende spiagge per farsi baciare dal sole Mediterraneo e rinfrescarsi le idee con un tuffo in mare.

    RispondiElimina
  64. 3^PARTE....



    http://www.ilprimatonazionale.it/politica/andrea-bonazza-casapound-denunciato-intervista-24762/










    ..............
    Pochi giorni fa è arrivato addirittura ad addossare la colpa a CasaPound per l’aggressione ad opera di alcuni nordafricani a danno di due ragazzi sudtirolesi vestiti con abiti tradizionali. L’esposto lo facesse contro chi sta trasformando la provincia di Bolzano in un gigantesco campo profughi, non contro chi lotta per difendere anche la sua gente.

    Tra pochi giorni dovresti iniziare il tuo lavoro in consiglio comunale, come ti comporterai?

    Mi comporterò come sempre: sarò scudo e spada per il mio popolo, sarò fedele alla mia comunità militante e alle idee che rispecchia, sarò combattivo come lo sono sempre stato per strada e soprattutto sarò diverso dalla loro politica ipocrita, grigia e sorda.

    RispondiElimina