mercoledì 22 aprile 2015

Parma: CasaPound occupa la scuola di Castelnuovo per dire no al centro d'accoglienza

Parma: CasaPound occupa la scuola di Castelnuovo per dire no al centro d'accoglienza

Parma, 22aprile- Questa mattina i militanti di CasaPound hanno occupato la ex scuola di Castelnuovo in zona Baganzola, struttura che il comune vuole destinare a centro d'accoglienza per i profughi che quotidinamente sbarcano sulle nostre coste.
"Abbiamo messo in atto questa simbolica forma di manifestazione che durerà tutta la mattinata -afferma Luca Furlotti, responsabile locale di CasaPound Italia- per protestare contro la decisione del comune di concedere in comodato d' uso gratuito la ex scuola alla prefettura, la quale ne farà un centro d'accoglienza per i profughi dopo aver speso circa 50 mila euro di soldi dei contribuenti per la messa a norma della struttura, attualmente nemmeno ideonea alla destinazione d'uso"
"Tutto questo avviene -continua Furlotti- dopo che per anni l' attuale giunta ha promesso ai cittadini di Baganzola che avrebbe rimesso a posto la struttura e l' avrebbe restituita alla cittadinanza, promesse che non solo sono state smentite ma che dimostrano una volta di più come questa giunta privilegi gli extracomunitari rispetto agli Italiani, i quali sono utili solo quando devono aprire il portafoglio"
"Dopo questa ennesima figuraccia il sindaco farebbe bene a dimettersi -conclude Furlotti- perchè ha dimostrato di non sapere nemmeno mantenere una delle promesse fatte prima e dopo la campagna elettorale, noi dal canto nostro come CasaPound promettiamo invece che continueremo a scendere in piazza per fare in modo che vengano tutelati prima i diritti degli Italiani come del resto abbiamo sempre fatto in questi anni, e che questa simbolica forma di protesta è solo l' inizio."


143 commenti:

  1. Diciamo che è finita l'era delle proteste verbali e si debba passare ai fatti.
    Bravi eroi patrioti identitari che hanno un seguito enorme. .....questi sono i militanti di CPI. ..
    Si deve interrompere questo degrado sociale finalizzato al guadagno illegale delle coop mafiose alla Buzzi/Odevaine/Corato. ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ormai la gran parte degli italiani sono anestetizzati. I responsabili di questo schifo vanno processati per tradimento al popolo italiano. Ma lo devono fare i cittadini. dobbiamo essere in tanti. Basta con questi buonisti da strapazzo

      Elimina
    2. http://www.secoloditalia.it/2015/04/come-in-film-loren-rom-evitava-carcere-perche-incinta-poi/


      Come in un film con la Loren, una rom evitava il carcere perché incinta.

      di GINEVRA SORRENTINO

      giovedì 23 aprile 2015



      I Rom non finiscono mai di stupire. O meglio, lascia a bocca aperta quanto riescano ad aggirare acrobaticamente gli ostacoli e la legge. Così, si apprende in queste ore che una ventisettenne rom è finita in prigione anche se incinta e già madre di altri figli, di cui l’ultimo di soli quattro mesi. Ma non è questo, in realtà, a fare notizia, quanto semmai il curriculum penale – si fa per dire – della nomade in questione che, stando a quanto fin qui emerso del caso, avrebbe 90 alias, al suo attivo almeno 40 furti in flagranza di reato oltre a tre ordini di carcerazione e due condanne: una a 9 anni e 10 mesi e l’altra a 7 anni e due mesi.

      Rom, evitava il carcere perché incinta

      Una vera e propria ladra seriale che a soli 27 anni è riuscita ad inanellare diverse sentenze senza mai arrivare a farle rendere esecutive con la detenzione in carcere per via delle svariate gravidanze che – come la Sofia Loren, splendida contrabbandiera di uno degli episodi di Ieri, oggi e domani di Vittorio De Sica – le hanno fin qui evitato la prigione, permettendole di continuare a vivere nel campo allestito a San Giuseppe la Rena di Catania, e di delinquere liberamente. Fin qui, però: perché dopo l’ultimo colpo messo a segno, incinta o no, la Procura «vista l’eccezionale pericolosità della donna» ne ha disposto l’arresto, eseguito dalla polizia di Stato di Ragusa. Personale femminile della squadra mobile della città l’ha  dunque presa in consegna e condotta nell’istituto penitenziario di Catania dove stavolta si sonom aperte anche per lei le porte della cella. Nella struttura è stato portato anche il neonato che starà accanto alla madre. Con lei, in carcere su disposizione del Pm, anche una sua connazionale, altra donna Rom di 30 anni, anche lei incinta, madre di 4 figli.

      Rom, ancora finti poveri…

      E non è tutto: a proposito di sorprese che, ahinoi, non sorprendono più nessuno, sempre in materia di nomadi e “gesta” di nomadi, circola la notizia secondo cui durante gli sgomberi nel campo di via di Salone alla periferia di Roma, gli agenti della polizia municipale del Gruppo Spe (Sicurezza pubblica emergenziale), guidato dal comandante Antonio Di Maggio, hanno proceduto all’allontanamento di 10 nuclei familiari composti da 68 persone che vivevano abusivamente nei container del campo autorizzato. Sono 14 i moduli abitativi liberati e riconsegnati al Dipartimento politiche sociali. Durante l’operazione – la seconda tranche di quella iniziata a metà aprile – sono stati dunque disposti dall’assessorato politiche sociali guidato da Francesca Danese, gli allontanamenti di presunti «finti indigenti», ossia di persone che non hanno diritto a usufruire dell’assistenza dell’amministrazione capitolina. Sui conti correnti o depositi postali sarebbero stati trovati, infatti, centinaia di migliaia di euro. Ennessima conferma di come al danno del disagio dei campi nomadi dislocati nelle nostre periferie cittadine, si unisca anche la presa in giro del finanziamento comunale, inutile e beffardo…











      Elimina
    3. Sono perfettamente d'accordo ed è ora di agire.
      Basta volerlo. ..

      Elimina
    4. Mi vergogno di essere italiano e che il nostro paese sia arrivato a un tale punto.
      Noi come cittadini elettori non contiamo piu' nulla.
      Questa dittatura deve finire.

      Elimina
  2. Luca Furlotti dice cose giuste ed importanti
    Buon lavoro

    RispondiElimina

  3. http://www.gazzettadiparma.it/news/politica/267319/-No-al-centro-d-accoglienza.html


    "No al centro d'accoglienza". E CasaPound occupa la scuola.


    22/04/2015

    "Questa mattina i militanti di CasaPound hanno occupato la ex scuola di Castelnuovo in zona Baganzola, struttura che il comune vuole destinare a centro d' accoglienza per i profughi che quotidinamente sbarcano sulle nostre coste". Sono i militanti stessi di Casa Pound a annunciare la loro iniziativa con una nota.
    "Abbiamo messo in atto questa simbolica forma di manifestazione che durerà tutta la mattinata -afferma Luca Furlotti, responsabile locale di CasaPound Italia- per protestare contro la decisione del comune di concedere in comodato d' uso gratuito la ex scuola alla prefettura, la quale ne farà un centro d' accoglienza per i profughi dopo aver speso circa 50 mila euro di soldi dei contribuenti per la messa a norma della struttura, attualmente nemmeno ideonea alla destinazione d' uso"
    "Tutto questo avviene -continua Furlotti- dopo che per anni l' attuale giunta ha promesso ai cittadini di Baganzola che avrebbe rimesso a posto la struttura e l' avrebbe restituita alla cittadinanza, promesse che non solo sono state smentite ma che dimostrano una volta di più come questa giunta privilegi gli extracomunitari rispetto agli Italiani, i quali sono utili solo quando devono aprire il portafoglio"
    "Dopo questa ennesima figuraccia il sindaco farebbe bene a dimettersi -conclude Furlotti- perchè ha dimostrato di non sapere nemmeno mantenere una delle promesse fatte prima e dopo la campagna elettorale, noi dal canto nostro come CasaPound promettiamo invece che continueremo a scendere in piazza per fare in modo che vengano tutelati prima i diritti degli Italiani come del resto abbiamo sempre fatto in questi anni, e che questa simbolica forma di protesta è solo l' inizio."









    RispondiElimina
  4. Dov'è quel pirla di sindaciuccio pentastellato PIZZAROTTI che doveva cambiare in meglio la vivibilità della città e dei parmensi? ????
    Da quando c'è lui zingari e clandestini fanno quello che cazzo vogliono e le Coop mafiose alla Buzzi hanno un fedele alleato affaristico..!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. http://m.parmatoday.it/cronaca/casa-pound-occupa-scuola-castelnuovo-profughi.html



    CasaPound occupa la scuola di Castelnuovo: 'Il centro di accoglienza non lo vogliamo'.

    Questa mattina i militanti di CasaPound Parma hanno occupato la ex scuola di Castelnuovo in zona Baganzola, struttura che il Comune vuole destinare a centro d'accoglienza per i clandestini, nell'ambito del sistema di accoglienza attivato dallo Stato che fa riferimento alle Prefetture.


    22 aprile 2015

    Questa mattina i militanti di CasaPound Parma hanno occupato la ex scuola di Castelnuovo in zona Baganzola, struttura che il Comune vuole destinare a centro d'accoglienza per i profughi, nell'ambito del sistema di accoglienza attivato dallo Stato che fa riferimento alle Prefetture del territorio. Davanti all'ex scuola è stato esposto uno striscione con scritto 'Il centro di accoglienza non lo vogliamo' con la bandiera di Casa Pound e quella dell'Unione Europea barrata. 

    FURLOTTI: 'IL COMUNE PRIVILEGIA GLI EXTRACOMUNITARI' -

    "Abbiamo messo in atto questa simbolica forma di manifestazione che durerà tutta la mattinata -afferma Luca Furlotti, responsabile locale di CasaPou...nd Italia- per protestare contro la decisione del comune di concedere in comodato d' uso gratuito la ex scuola alla prefettura, la quale ne farà un centro d' accoglienza per i profughi dopo aver speso circa 50 mila euro di soldi dei contribuenti per la messa a norma della struttura, attualmente nemmeno ideonea alla destinazione d' uso. Tutto questo avviene -continua Furlotti- dopo che per anni l' attuale giunta ha promesso ai cittadini di Baganzola che avrebbe rimesso a posto la struttura e l' avrebbe restituita alla cittadinanza, promesse che non solo sono state smentite ma che dimostrano una volta di più come questa giunta privilegi gli extracomunitari rispetto agli Italiani, i quali sono utili solo quando devono aprire il portafoglio. Dopo questa ennesima figuraccia il sindaco farebbe bene a dimettersi -conclude Furlotti- perchè ha dimostrato di non sapere nemmeno mantenere una delle promesse fatte prima e dopo la campagna elettorale, noi dal canto nostro come CasaPound promettiamo invece che continueremo a scendere in piazza per fare in modo che vengano tutelati prima i diritti degli Italiani come del resto abbiamo sempre fatto in questi anni, e che questa simbolica forma di protesta è solo l'inizio."

    RispondiElimina
  6. http://www.ilmattinodiparma.it/?p=150490



    Casapound occupa l’ex scuola: “No al centro d’ accoglienza”.

    aprile - 22 - 2015

    Mercoledì mattina i neofascisti di Casapound hanno occupato “simbolicamente” l’ex scuola di Castelnuovo, sulla  provinciale di Baganzola verso Vicomero, che in un futuro prossimo ospiterà i profughi che arriveranno dalle coste africane. L’edificio è stato recentemente concesso in comodato gratuito alla Prefettura dalla giunta comunale: necessita di lavori di sistemazione per un costo di circa 50 mila euro che il Comune non ha e che potranno invece essere appaltati direttamente dalla Prefettura grazie afondi stanziati dal Governo per l’emergenza profughi. Di seguito la nota di Casapound che spiega i motivi dell’azione.

    “Abbiamo messo in atto questa simbolica forma di manifestazione che durerà tutta la mattinata – afferma Luca Furlotti, responsabile locale di CasaPound Italia- per protestare contro la decisione del comune di concedere in comodato d’uso gratuito la ex scuola alla prefettura, la quale ne farà un centro d’ accoglienza per i profughi dopo aver speso circa 50 mila euro di soldi dei contribuenti per la messa a norma della struttura, attualmente nemmeno idonea alla destinazione d’ uso. Tutto questo avviene – continua Furlotti – dopo che per anni l’ attuale giunta ha promesso ai cittadini di Baganzola che avrebbe rimesso a posto la struttura e l’ avrebbe restituita alla cittadinanza, promesse che non solo sono state smentite ma che dimostrano una volta di più come questa giunta privilegi gli extracomunitari rispetto agli Italiani, i quali sono utili solo quando devono aprire il portafoglio.

    Dopo questa ennesima figuraccia il sindaco farebbe bene a dimettersi – conclude Furlotti – perchè ha dimostrato di non sapere nemmeno mantenere una delle promesse fatte prima e dopo la campagna elettorale, noi dal canto nostro come CasaPound promettiamo invece che continueremo a scendere in piazza per fare in modo che vengano tutelati prima i diritti degli Italiani come del resto abbiamo sempre fatto in questi anni, e che questa simbolica forma di protesta è solo l’ inizio”.






    RispondiElimina
  7. http://voxnews.info/2015/04/21/governo-tripoli-ci-pensiamo-noi-ad-affondare-i-barconi/






    VOLERE È POTERE

    RispondiElimina
  8. http://m.ilgiornale.it/news/2015/04/22/isis-blitz-a-ravenna-bloccato-un-foreign-fighter/1119358/




    22 Aprile 2015

    Isis, blitz a Ravenna: bloccato un foreign fighter.
    Bloccato un foreign fighter a Ravenna. Da tempo era controllato dai servizi italiani: non è ancora noto se stesse per arruolarsi nelle milizie del Califfato o se abbia avuto già un ruolo attivo nei conflitti in corso in Africa e Medio Oriente.

    Sergio Rame

    Lo Stato islamico è arrivato in Italia. Mentre il ministro dell'Interno Angelino Alfano continua a minimizzare i rischi del terrorismo islamico, a Ravenna la Digos ha bloccato uno straniero fortemente indiziato di essere un foreign fighter. Da tempo era controllato dai servizi italiani, ma non è ancora noto se stesse per arruolarsi nelle milizie del califfo Abu Bakr al Baghdadi o se abbia avuto già un ruolo attivo nei conflitti in corso in Africa e Medio Oriente.








    Commenti

    fedeverità
    Su questa possibilità...solo ALFANO &c. erano dubbiosi,ora invece siamo sicuri che queste persone sfruttando il Vs buonismo ipocrita,possono entrare nel nostro Paese!!! Attenzione....se sono entrati la responsabilità è solo del governo!! SIETE UNA VERGOGNA!!! SIETE DEI TRADITORI!!! MA PIù CHE ALTRO VOI SIETE I RESPONSABILI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


    gesmund@
    Questi arrivano in Italia con tutte le carte in regola e le comodità, in aereo o nave (che, tra l'altro, costano molto meno del viaggio avventuroso in barcone o gommone).


    NON RASSEGNATO
    Che lo avete bloccato a fare? lasciate che vada a farsi ammazzare, l'importante è non riprendercelo indietro.


    alejob
    Non per niente i BENPENSANTI RAVENNATI, hanno lasciato fare sul loro territorio, la MOSCHEA più grande d'Italia, ne può contenere migliaia e migliaia di terroristi.

    RispondiElimina
  9. Fate molto bene a passare alle vie di fatto. Si deve interrompere questo razzismo verso gli Italiani frutto delle ideologie cattocomuniste e della nostra esterofilia. Il benessere degli Italiani deve venire per primo non per ultimo. BRAVI.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per i piddini tesserati invece gli italiani INFEDELI che sono patrioti ed ostili al degrado devono essere discriminati perché a loro dire OSTILI all'immigrazionismo mafioso alla Buzzi....

      COJOTES INDEGNI.....

      Elimina

  10. http://m.ilgiornale.it/news/2015/04/22/fondazione-migrantes-piano-ue-per-lemergenza-immigrati-e-vergognoso/1119437/










    La CEI rappresenta solo un gruppo di signorotti che non hanno mai lavorato in vita loro! Rappresentano solo loro stessi, quindi il loro parere e' ininfluente!!!!!!
    Mandiamoli a lavorare, facciamo i contro barconi per una missione di conversione di quelli dell'isis.

    la Cei di Bagnasco vuole risolvere il problema trasferendo l'africa in italia e in europa? non capiscono niente. Perché continuano a fregarsene del 99% della popolazione (loro si veri disperati) che rimangono nel loro paese? pensi piuttosto agli italiani. Per quanto mi riguarda da quando c'è bagnasco (fiancheggiatore delle sinistre) niente più 8 per mille alla chiesa.

    Per quando riguarda quel pirla furbone di quella associazione a delinquere denominata MIGRANTES e diretta indegnamente dal prelato Perego gli dico di ospitare i Migrantes Clandestines a sue spese a casa sua ed in alternativa di mandarli in Vaticano e presso le curie dei vari cardinali, ma prima di tutto CHIUDA la Fondazione Migrantes luogo mafioso.

    Non una parola di impegno da parte della CEI. A loro non va bene ciò che fanno gli altri, ma loro cosa fanno? Solo parole di critica.

    Sento puzza di ponte navale per far arrivare felicemente milioni di clandestini!
    Ma Cei è l'acronimo di che cosa? Covo per l'Egemonizzazione degl'Italiani?

    o la CEI sta zitta o se li prende e mantiene TUTTI questi islamici tagliagole a cominciare dalla citta' del Vaticano con papocchio FRANCESCHIELLO....

    Ecco allora vai tu Perego o Bagnasco e prendi e li ospitate vaticano. io ne ho abbastanza
    Ognuno è libero di esprimere la propria opinione. la CEI è contraria? Sta bene. Tutti gli extracomunitari in Vaticano! Cazzoniiiiiii. ...







    RispondiElimina
  11. http://m.ilgiornale.it/news/2015/04/22/emergenza-profughi-senza-fine-accoglieteli-nelle-vostre-case/1119531/

    22 Aprile 2015


    Emergenza profughi senza fine: "Accoglieteli nelle vostre case".
    In tutto il Triveneto le strutture di accoglienza sono da mesi al limite della capacità. La prefettura lancia l'allarme: "Ora tocca ad associazioni e privati. I clandestini in arrivo dalla Sicilia devono trovare una sistemazione". E per chi accetta sono pronti fino a 35 euro al giorno.










    Commenti

    mortimermouse
    si? e chi paga? il papa? o mattarella? ma per favore.... :-) ah, non dobbiamo prestarci a questi giochini: qualcuno (forse befera?) potrebbe accusarci di affittare in nero (in tutti i sensi) le case agli immigrati, con conseguenza evasione fiscale! ennò, noi non possiamo fare certe porcate, vero scemi di sinistra? :-) nooooo, ci mancherebbe.... :-)


    umbro80
    Bene! E' ora che i nostri amici di sinistra dimostrino la loro generosità ed accoglienza non solo a parole. Forza, che aspettate, ospitate un profugo!!!


    bobirons
    Ma che sta a dì, nun ce pensà proprio. Metteteli nelle caserme vuote, nei conventi, in casa della boldrina, a castel porziano, al bundestag ma in casa mia (in senso lato) proprio no ! Non sono io cittadino ad aver causato questo casotto, che i responsabili e fautori se la sfanghino senza pesare ulteriormente su di noi !


    LANZI MAURIZIO BENITO
    SIGNOR CUTTAIA LI ACCOLGA LEI I MIGRANTI E SE LI MANTENGA. AVETE VOLUTO LA BICICLETTA, PEDALATE.


    robocop2000
    LA SOLUZIONE E' UNA SOLA. RIMORCHIARLI FIN DENTRO LE ACQUE LIBICHE E CHE TORNINO DA DOVE SONO PARTITI. OPPURE TUTTI A CASA DI ALFANO.


    robocop2000
    EVENTUALMENTE LI OSPITI IL PREFETTO A CASA SUA SE GLI PARE UNA BUONA IDEA. FINORA QUANTI NE HA ACCOLTI ?!


    cgfu
    potremmo mandarli a casa loro, costringere LORO [i funzionari dell'ONU] a viaggiare in economy ed alloggiare in 4 classe di hotel, mangiar in ristoranti NON stellati... et violà, trovati i fondi per DUE MILIONI DI PROFUGHI....


    FRANZJOSEFF
    INIZIA TU PER PRIMO. NON LO FACCIO NEANCHE SE VENGO ASSUNTO IN PREFETURA CON L 2 NEGLI ELABORATI DEL CONCORSO. DI AL TUO CAPO A ROMA DI NON ROMPERE I COGLIONI CON QUESTE CAZZATE. ...!!!!!!!


    flip
    E' MATTO O CI Fa?


    robocop2000
    VAI SALVINI. FORZA LEGA AVANTI TUTTAA !!!

    RispondiElimina
  12.  
    http://www.parmaquotidiano.info/2015/04/22/casapound-occupa-futuro-centro-accoglienza-di-baganzola/



    CasaPound occupa futuro centro accoglienza di Baganzola.


    22/04/2015

    Questa mattina CasaPound ha occupato la ex scuola di Castelnuovo, vicino a Baganzola, la struttura che il Comune di Parma destinerà a centro d’ accoglienza per i profughi sfuggiti da guerre e povertà dell’Africa e del Medio oriente. I militanti dell’associazione di estrema destra hanno affisso uno striscione e presidiato l’edificio per tutta la mattinata.
    La struttura di Castelnuovo è inutilizzata da molti anni. Il Comune l’ha concessa alla prefettura che con una spesa di 50mila euro la adatterà all’ospitalità di clandestini.
    “Noi dal canto nostro come CasaPound promettiamo – minaccia Luca Furlotti, responsabile locale di CasaPound Italia – che continueremo a scendere in piazza per fare in modo che vengano tutelati prima i diritti degli italiani come del resto abbiamo sempre fatto in questi anni, e che questa simbolica forma di protesta è solo l’ inizio”.



















    RedazioneEditoreNewsletterPQ ClubPubblicitàPrivacyContatti

    HOMEINCHIESTEPOLITICAECONOMIASOCIETÀLAVORO & DIRITTO

     

    CasaPound occupa futuro centro accoglienza di Baganzola

    Posted by Redazione on 22/04/2015 in Cronaca, NewsletterNessun Commento

    Questa mattina CasaPound ha occupato la ex scuola di Castelnuovo, vicino a Baganzola, la struttura che il Comune di Parma destinerà a centro d’ accoglienza per i profughi sfuggiti da guerre e povertà dell’Africa e del Medio oriente. I militanti dell’associazione di estrema destra hanno affisso uno striscione e presidiato l’edificio – ancora vuoto – per tutta la mattinata. Una manifestazione di chiusura e pregiudizio che ancora non sfocia nella violenza, ma dimostra metodi aggressivi di gruppi non capaci di confrontarsi sui problemi concreti del presente.

    La struttura di Castelnuovo è inutilizzata da molti anni. Il Comune l’ha concessa alla prefettura che con una spesa molto limitata – 50mila euro – la adatterà all’ospitalità di alcune persone sbarcate sulle coste italiane.

    “Noi dal canto nostro come CasaPound promettiamo – minaccia Luca Furlotti, responsabile locale di CasaPound Italia – che continueremo a scendere in piazza per fare in modo che vengano tutelati prima i diritti degli italiani come del resto abbiamo sempre fatto in questi anni, e che questa simbolica forma di protesta è solo l’ inizio”.

    RispondiElimina
  13. http://www.ilgiornaleditalia.org/news/primopiano/864683/La-Procura--preso-un-.html

    22 Aprile 2015



    il pericolo jihadista

    La Procura: preso un "Foreign fighter" a Ravenna.
    L'Isis è già qui: il tunisino, con permesso di soggiorno, aveva intensificato l'attività di spaccio per poter partire per la Siria.
    Intercettate telefonate con arruolatori. Qualche settimana fa aveva dato in escandescenze al consolato di Genova per problemi con il visto.


    Tunisino, di 27 anni, residente a Ravenna, anche se senza fissa dimora. Si chiama Louati Noussair ed è il primo foreign fighters ufficialmente individuato in Italia. Per il quale è scattato l’arresto delle Digos di Bologna e Ravenna. In un’operazione che conferma un dato: laddove Emilia e Romagna s’incrociano, tra le province di Ferrara, Bologna e Ravenna, c’è un terreno quanto mai fertile per gli esaltati che fanno la spola tra il nostro territorio e i fronti aperti dall’Isis. 
    Gli inquirenti, coordinati dal procuratore di Bologna Roberto Alfonso, a capo della Dda, avevano fatto partire le indagini su Noussair a febbraio. II fermo è scattato oggi perché il tunisino sarebbe dovuto partire per la Germania, per poi raggiungere il Medio Oriente. Un primo tentativo di partenza per la Siria, passando per la Turchia, era fallito il 26 marzo, data per la quale il tunisino aveva prenotato un biglietto di sola andata da Bergamo per Istanbul. L’uomo pero non era riuscito nel suo intento per i problemi legati al passaporto che aveva avuto con il consolato di Genova: Louati era stato addirittura fermato dalla polizia per resistenza per la sua insistenza ad ottenere il documento di espatrio. Il tunisino che aveva regolare carta di soggiorno in Italia, aveva intensificato l’attività di spacciatore nelle ultime settimane per poter raggranellare quanto gli serviva per abbracciare la “jihad”.
    Le indagini hanno accertato rapporti e contatti via Facebook in particolare con Abou "Jihad" Asba, un combattente palestinese che si trova in un accampamento a Yarmuk, il campo profughi alle porte di Damasco nel quale giusto due settimane fa c’è stata una sanguinosa battaglia tra diverse fazioni islamiste per il controllo dell’area. I due parlavano di organizzare il viaggio e della volontà del tunisino di partire. "Sto arrivando, se Allah lo vuole - si legge in uno dei messaggi - voglio fare la Jihad per Allah". Il tunisino è sposato ma pare che la moglie fosse ignara di quello che voleva fare. L’uomo frequentava un centro islamico a Ravenna e anche a Milano. Un vasto e acquatico mondo sul quale, evidentemente, le Procure hanno inteso far luce.

    RispondiElimina

  14. Solo di fronte a 700 morti le coscienze si scuotono. Settecento morti sono troppi anche per chi in questi anni ha fatto finta di non vedere. Perchè la tragedia va oltre questa cifra, ha proporzioni davvero enormi, in quello che è diventato un domino  della disperazione, che oggi ci fa dire: si stava meglio quando Saddam, Gheddafi, ovviamente Mubarak e Ben Ali. Meglio non solo noi occidentali, meglio innanzitutto decine di milioni di arabi e di africani a fuggire dalla guerra e dalle atrocità del fondamentalismo islamico più retrivo e violento. Prima c'erano delle ingiustizie e certi regimi (Gheddafi e Saddam) erano chiaramente dittatoriali, ma per quanto sanguinari fossero non provocavano devastazioni umanitarie paragonabili a quelle di oggi. E' un'ammissione dura, durissima, per certi sconvolgente, ma è la realtà. Oggi noi europei subiamo le conseguenze di una politica scriteriata, che ha portato gli americani dapprima a rovesciare Saddam senza aver previsto il dopo Saddam, poi a prolungare per oltre un decennio la guerra senza aver davvero debellato i talebani in Afghanistan e nemmeno le forze ribelli che hanno insanguianto l'Irak, trasformatesi, in parte nell'Isis. In Libia stesso errore: giù Gheddafi, senza un successore. Risultato: guerra civile tra tribù e Paese allo sbando. In Egitto c'è voluto l'esercito per riportare l'ordine e la Tunisia non può certo dirsi pacificata. Oltre a ciò, a lungo l'Occidente e i suoi amici del Golfo hanno sostenuto, con straordinario cinismo, proprio l'Isis  e organizzazioni affini che combattevano in Irak nella speranza che riuscissero a rovesciare Assad, con il risultato che l'Isis, ben armato e ben finanziato, ha iniziato a scorazzare in mezzo Medio Oriente e quando Obama ha detto basta era troppo tardi per porre rimedio all'ennesimo grave errore strategico. Oggi i disperati che partono sulle navi cercando di trovare una stabilità e una sicurezza che i loro Paesi d'origine non possono pìù garantire, cercano di sfuggire agli orrori e alle violenze dell'Islam fondamentalista, ma scappano in un'Europa che non può accogliere milioni di persone. Anzi, scappano in Italia, perché l'Europa, per questi poveracci è l'Italia. Ma l'Italia viene lasciata da sola a gestire una situazione immane da un'Unione europea che, sotto sotto, sembra quasi accogliere con favore. Versa qualche lacrimuccia ma poi impedisce ai Paesi confinanti, in primisa, all'Italia, di intervenire permettendo a migliaia di persone di riversarsi in mare. Questo signifca: continuate a partire. Ora, però, questa situazione non è più accettabile. Con le parole Renzi ci sa fare e cercherà, come sua abitudine, di risolvere tutto con qualche bella roboante dichiarazione, giusto il tempo di far dimenticare la tragedia all'opinione pubblica, mentre ci vorrebbe davvero, in questi frangenti, un leader con gli attributi. Un leader che abbia il coraggio di picchiare davvero i pugni sul tavolo. Come? Proclamando l'emergenza umanitaria, bloccando Schenghen e sospendo l'applicazione di un gran numero di accordi europei, invocando le clausole di salvaguardia che questi accordi prevedono ma che naturalmente un governo pavido e fondamentalmente vassallo come quello italiano non ha mai fatto valere. E con un permier evenascente come Renzi, temo, mai farà valere. E tutto continuerà come prima, in un orribile domino, di ingiustitia, di disperazione, di infelicità, di profonda ingiusta, preoccupante destabilizzazione delle società, sulle due sponde del Mediterraneo.

    RispondiElimina
  15. MI ASPETTO CHE TUTTI I PIDDINI IDIOTI E FURBASTRI MENEGHINI OSPITINO CIASCUNO DI LORO A PROPRIE SPESE ED A CASA LORO PER SEMPRE UN PAIO DI CLANDESTINI ISLAMICI TAGLIAGOLE RACCATTATI OVUNQUE NEL MEDITERRANEO...!!!!!!!!!









    http://www.imolaoggi.it/2015/04/22/emergenza-presunti-profughi-anche-a-milano-si-pensa-alla-tendopoli/


    mercoledì, 22, aprile, 2015

    Emergenza profughi: i centri di accoglienza di Milano sono pieni, si pensa alle tende.

     

    A Milano sono 57.752 i profughi passati nelle strutture del Comune in un anno e mezzo, 1.100 sono arrivati nelle ultime due settimane, 360 negli ultimi tre giorni. I centri di accoglienza sono di nuovo pieni con la presenza nella sola notte tra lunedì e martedì di circa 600 persone a fronte di 400 posti secondo la convenzione di inizio anno con la prefettura. Per accogliere tutti, nella struttura di via Aldini è stata riaperta la palestra allestita con delle brandine.

    Il Comune sta organizzando un ulteriore piano di accoglienza con l’aumento dei posti in via Corelli, l’ex Cie gestito dalla società Gepsa. Al momento sono accolti in quella sede anche un centinaio di richiedenti asilo. L’ipotesi è che alcuni tendoni della Protezione civile siano allestiti nel cortile per alleggerire la pressione sulle strutture cittadine e sui quartieri da Porta Venezia e Quarto Oggiaro.

    “In questi ultimi giorni – hanno detto gli assessori alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino, e alla Sicurezza, Marco Granelli – la pressione degli arrivi a Milano è stata altissima, al punto da rendere difficile l’accoglienza di numerose persone. Lunedì sera siamo stati costretti a lasciare fuori dalle strutture alcuni di loro. È una situazione per noi inaccettabile e chiediamo ancora una volta al ministero dell’Interno di intervenire in modo certo e immediato. La nostra città dall’ottobre 2013 ha visto il passaggio di oltre 57.000 persone arrivate in Stazione Centrale in treno, spontaneamente, autonomamente e senza alcun controllo dal sud dell’Italia: donne, uomini e bambini poi ripartiti per altre destinazioni”.

    “Chiediamo che a livello nazionale sia fatta una ripartizione dei migranti su tutte le città – hanno ribadito gli assessori – e che il flusso spontaneo sia controllato. Per affrontare questa nostra nuova emergenza siamo pronti ad allestire le tende della Protezione civile all’interno del centro di via Corelli, dove avviene lo smistamento delle persone arrivate in Stazione Centrale, chiediamo al ministero dell’Interno però di mettere a disposizione anche la struttura del Cara ancora chiusa e inutilizzata”.









    milanotoday.it

     

     

        

     

    RispondiElimina

  16. http://www.secolo-trentino.com/23460/politica/immigrazione-busin-ln-ad-alfano-veneto-dice-no-ad-accoglienza-forzata.html



    IMMIGRAZIONE, BUSIN (LN) AD ALFANO: “VENETO DICE NO AD ACCOGLIENZA FORZATA”.


    22 aprile 2015


    “I Veneti non accettano l’accoglienza forzata. Diciamo no all’invio unilaterale di altri 700 clandestini in assenza di adeguate strutture, risorse e presidi di polizia. Il sistema è saturo e le forzature del governo rischiano di provocare tensioni sociali ed enormi rischi sotto il profilo della sicurezza”.  Lo ha detto oggi a Montecitorio il deputato leghista Filippo Busin, rivolgendosi direttamente al ministro Alfano, nel corso dei question time del mercoledì.
    “Il Veneto è modello d’integrazione, ma oggi siamo preoccupati: non vogliamo che il governo con le sue politiche irrazionali di accoglienza indiscriminata comprometta quanto costruito fino ad oggi”, aggiunge Filippo Busin, che ricorda le parole di Luca Zaia, candidato alla presidenza in Regione Veneto per la Lega Nord, (“siamo indisponibili” all’accoglienza di nuovi immigrati, “aiutiamoli a casa loro, creando le condizioni affinché il popolo africano non scappi dall’Africa”).
    Busin ha sottolineato che “c’è esasperazione anche tra molti amministratori PD” e ha rimarcato “che tra gli stranieri accolti si possono celare potenziali assassini e terroristi, come dimostrato dalla barbara uccisione di 12 immigrati, la settimana scorsa, accoltellati brutalmente da islamici jihadisti tagliagole e gettati a mare solo perché cristiani".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E l'ONU, l'ex datore di lavoro della Boldrina, pronunzia dei Diktat?

      Nientepopopopopodimeno!

      E allora un diktatino all'India per i nostri Maro? O quelli non essendo né negri né mussulmani non possono aspirare a cotanto onore?

      Elimina
    2. Dov'è la DESTRA italiana patriottica identitaria? ???

      Rappresentata di fatto politicamente solo da:

      Sovranità Prima gli italiani di Di Stefano
      Lega di Salvini
      Forza nuova di Fiore

      Elimina
    3. Avendo ceduto la sovranità nazionale dal 1990 l'Italietta di fatto è colonia x stranieri.

      Elimina
    4. In tutto questo porcile immigratorio i froci si interessano solo delle loro porcate sodomitiche. ...........
      Limortacciloro. .....

      Elimina
  17. ENCOMIABILE QUELLO CHE FS CASAPOUND MA PURTROPPO È INSUFFICIENTE AD ARGINARE UNA INVASIONE DELL'ITALIA PROGRAMMATA A TAVOLINO DA RENZUSCONI SU MANDATO DELLE COOP ROSSE ALLA BUZZI CHE GESTISCONO UN BUSINESS GIGANTESCO FOTTENDOSI SOLDI PUBBLICI.
    IN TUTTO QUESTO UNA NOTEVOLE FETTA DI ITALIOTI CON GLI OCCHI FODERATI DI PROSCIUTTO NON SI ACCORGE DEL GENOCIDIO IN ATTO SULLA RAZZA ITALIANA DOC.
    GENOCIDIO SULLA PELLE DI TUTTI CHE NON RISPARMIERÀ NESSUNO.....ITALIOTI COMPRESI.
    NESSUNO IN ALTO È CAPACE O DISPOSTO A RIBELLARSI.
    PRESIDENTI DI REPUBBLICA E DEI RAMI DEL PARLAMENTO E DEL CONSIGLIO E DELLE ALTRE ISTITUZIONI STATALI SONO ASSERVITI ALLA SPECTRE DEL ""PIANO KALERGI ISLAMICO"".IL POPOLO NON HA ALCUNA POSSIBILITÀ DI RIBELLARSI VISTO CHE LE FORZE DI POLIZIA E QUELLE ARMATE SONO ADDOMESTICATE E ANCHE QUELLE GIUDIZIARIE.
    REPRIMONO SUBITO OGNI TENTATIVO DI RIBELLARSI COME FOSSIMO DI FATTO IN UNA DITTATURA PIDDINA IN CUI LA COSTITUZIONE DEMOCRATICA È STATA MOMENTANEAMENTE SOSPESA MA QUESTO HA AVUTO INIZIO GIA' NEL NOVEMBRE 2011.
    POVERA ITALIETTA PRIVATA DELLA SOVRANITÀ NAZIONALE GIÀ DAL 2003 CON L'ACCETTAZIONE DEGLI ASSURDI ACCORDI DI DUBLINO CHE HANNO IMPOSTO ALLE AUTORITÀ ITALIOTE DI NON RESPINGERE NESSUN CLANDESTINO ED ANZI DI ACCORDARE RICONGIUNGIMENTI FAMILIARI ANCHE FASULLI DA AFRICA ED ASIA CON TUTTE LE CONSEGUENZE IMMANI CHE SOPPORTIAMO NEL 2015.
    LASCIATE OGNI SPERANZA VOI ITALIANI A FAVORE DI CHI ENTRA IN BARCONE TRAGHETTATO QUI DA CARON DIMONIO...!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  18. http://voxnews.info/2015/04/18/prato-profughi-in-case-residenziali-con-servizi-di-lavanderia-e-ristorazione-compresa/




    PRATESI CONTENTI E CORNUTI E MAZZIATI.....

    RispondiElimina
  19. http://voxnews.info/2015/04/22/governo-avvisa-con-volantino-nel-vostro-condominio-in-arrivo-profughi/






    A PRATO REQUISITI ALLOGGI RESIDENZIALI PER MANTENERE GRATIS CLANDESTINI NON PAGANTI NULLA. ........CHE BELLOOOOOOO....!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciononostante votano sempre Pd quei coglioni elettori sinistrati. ...
      Masochismo gay OMOPEDOFILI

      Elimina
    2. ma gli italiani quando si svegliano. Boldrini, Renzi Alfano Mattarella processati dal popolo per tradimento agli italiani. E poi basta con questo tipo di vaticano che fa soldi sulla nostra pelle

      Elimina
    3. Prepariamoci al peggio ed a quel punto si passerà dalle parole ai fatti. ...garantito....

      Elimina
    4. 75 anni di cattocomunismo stendono anche un mammhut figurarsi dei Mannoni italioti votati al suicidio razziale e religioso a favore del più spietato Islam

      Elimina
    5. L'italia assieme a tutte le nazioni deboli dell'occidente sono destinate alla capitolazione

      Elimina
    6. Durante il VENTENNIO FASCISTA l'italia era una superpotenza temuta e stimata.
      Adesso è una latina ove chiunque viene a pisciare senza essere cacciato via. ..ANZI..!!!!!

      Elimina
    7. Politicanti italiani, smidollati e dalle mani lunghe. Vergogna. Dimettetevi e sparite finché potete.

      Elimina
    8. L'UE andrà in pezzi. come giusto che sia...
      ....mi fa sorridere il "programma di rapido ritorno per chi non ottiene lo status di rifugiato...etc..." Valli a pescare da noi quelli spariti nel nulla dopo essere sbarcati o fuggiti dai centri......decine e decine di migliaia...e che vagano per il paese....

      Elimina
  20. http://voxnews.info/2015/04/22/torino-raccolta-firme-contro-i-profughi-spacciatori/




    SOLLEVAZIONE POPOLARE SACROSANTA DI TANTI

    RispondiElimina
  21. http://parma-comunica-stampa-parma.blogautore.repubblica.it/2015/04/22/casapound-occupa-lex-scuola-di-castelnuovo/



    22 Aprile 2015


    CasaPound occupa l'ex scuola di Castelnuovo.


    CasaPound continua ad attaccare le politiche di accoglienza nei confronti dei profughi.

    Ecco il comunicato che hanno diffuso stamattina:

    Questa mattina i militanti di CasaPound hanno occupato la ex scuola di Castelnuovo in zona Baganzola, struttura che il comune vuole destinare a centro d' accoglienza per i profughi che quotidinamente sbarcano sulle nostre coste.

    "Abbiamo messo in atto questa simbolica forma di manifestazione che durerà tutta la mattinata - afferma Luca Furlotti, responsabile locale di CasaPound Italia - per protestare contro la decisione del comune di concedere in comodato d' uso gratuito la ex scuola alla prefettura, la quale ne farà un centro d' accoglienza per i profughi dopo aver speso circa 50 mila euro di soldi dei contribuenti per la messa a norma della struttura, attualmente nemmeno ideonea alla destinazione d' uso".

    "Tutto questo avviene -continua Furlotti- dopo che per anni l'attuale giunta ha promesso ai cittadini di Baganzola che avrebbe rimesso a posto la struttura e l'avrebbe restituita alla cittadinanza, promesse che non solo sono state smentite ma che dimostrano una volta di più come questa giunta privilegi gli extracomunitari rispetto agli Italiani, i quali sono utili solo quando devono aprire il portafoglio".

    "Dopo questa ennesima figuraccia il sindaco Pizzarotti farebbe bene a dimettersi - conclude Furlotti - perché ha dimostrato di non sapere nemmeno mantenere una delle promesse fatte prima e dopo la campagna elettorale, noi dal canto nostro come CasaPound promettiamo invece che continueremo a scendere in piazza per fare in modo che vengano tutelati prima i diritti degli Italiani come del resto abbiamo sempre fatto in questi anni, e che questa simbolica forma di protesta è solo l'inizio."

    Scritto in CasaPound 





    COMMENTO

    Ugo 22 aprile 2015 alle 17:46
    "Nonostante la recente strage di migranti nel mar Mediterraneo e il presidio che si è tenuto in piazza per chiedere all'Europa di intervenire,ecc.ecc." Chiedo all'allarmato estensore della presentazione del comunicato di Casa Pound se è lecito o meno poter dissentire in maniera civile, senza violenze o pesanti okkupazioni su una decisione presa da una amministrazione su una discutibile destinazione d'uso di uno stabile pubblico che è costato tanti soldoni per la sua ristrutturazione. Per quanto riguarda il giudizio sulla politica sull'immigrazione di questo governo i risultati purtroppo sono sotto gli occhi di tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. M5S è imploso ed diventato un'altra stampella indecente dei traditori piddidioti..
      Pizzarotti è una pizza taroccata filo zingari e filoislam e nemico dichiarato dei parmensi Doc che lo hanno votato in tanti e ne sono evidentemente contenti e felici.
      Il resto dei cittadini è sotto scacco armato mafioso di una giunta maledettamente oscena.....!!!!!!!!!!
      Non scordiamo che l'Emilia Romagna è sede delle coop mafiose rosse che speculano su tutto da bravi parassiti criminali....!!!!

      Elimina

  22. Sono riuniti in seguito alla morte di quasi 1000 esseri umani. Mi domando allora perchè il nostro boy-scout è tanto sorridente. Felice di essere seduto ad un tavolo (Merkel, Hollande, Cameron) che finora lo aveva ignorato? E accusa Salvini di speculare sui morti.

    RispondiElimina
  23. Purtroppo noi abbiamo il PD, Renzi, Grasso, Boldrini &Co. ... quindi paghiamo e regaliamo territorio italiano......Maledetti traditori affaristi speculatori sulle chiappe altrui..

    RispondiElimina
  24. Boicottare tutti i negozi ed i marchi che sono dichiaratamente frocio friendly e clandestini friendly ed islam friendly....

    RispondiElimina
  25. http://voxnews.info/2015/04/23/centro-profughi-della-caritas-ospita-stupratori/









    OMOPEDOFILI AMICI DI STUPRATORI CHE PRIMA O POI AVRANNO QUELLO CHE MERITANO....

    RispondiElimina

  26. http://lavocedeltrentino.it/index.php/breaking-news-trentino/20003-casapound-basta-profughi-prima-gli-italiani


    Giovedì, 23 Aprile 2015

    Casapound: «basta profughi, prima gli italiani».

    Redazione Trento

    CasaPound torna sulla drammatica situazione dei profughi e sulla loro presenza in Trentino, che probabilmente aumenterà nei prossimi giorni visti i continui sbarchi nel mare di Sicilia che ormai non si contano più.

    Sono circa un migliaio al giorno le persone provenienti dalla Libia che arrivano a bordo di gommoni o carcasse del mare sulle coste della Sicilia, si prevede che sulle coste della Libia ci sia un milione di profughi pronti a partire per l'italia.

    "È sempre più evidente di come la Provincia di Trento non si stia dimostrando all'altezza dell'impegno preso per l'accoglienza dei profughi - dichiara in una nota Filippo Castaldini, responsabile di CasaPound Trento - ormai gli episodi che lo dimostrano sono sempre più frequenti, ragazzi lasciati morire in stabili abbandonati al degrado, diventati rifugi per i senza tetto, nella totale indifferenza della Provincia e del comune, indifferenza che lascia anche spazio a realtà criminali, di spaccio, furti e delinquenza, con i quali devono sempre fare i conti i residenti della nostra città».

    ACCOGLIENZA PROFUGHI GRAVA SUI CITTADINI -«L'attenzione dei nostri politici è sempre concentrata sulla volontà di accogliere altri profughi -prosegue la nota di Castaldini - salvo poi abbandonarli al loro destino, una continua imposizione che grava sulle spalle dei trentini ai quali viene chiesto tutto e reso niente. I problemi che deve affrontare la nostra comunità sono già gravi, l'interesse dovrebbe essere rivolto prima di ogni altra cosa ai cittadini, ai lavoratori, agli italiani che hanno bisogno, non possiamo continuare a permettere che le nostre energie vengano sempre rivolte altrove, che il futuro delle nostre città e della nostra gente venga sempre esposto per i fini politici di interesse del momento.

    Non potremo mai essere in grado di dare reale ospitalità a nessuno, fino a che a tutti i cittadini italiani non saranno garantiti i diritti di base e finché le istituzioni non smetteranno di usare il fenomeno migratorio come strategia politica".


    RispondiElimina
  27. http://m.ilgiornale.it/news/2015/04/23/minaccio-di-morte-il-giornale-islamista-espulso-da-alfano-fa-ricorso-per-tornare-in-italia/1119992/






    STO MERDOSO NEMICO DEGLI ITALIANI COCCOLATO DAI PIDDINI DI CACCA. .....

    RispondiElimina
  28. http://voxnews.info/2015/04/23/villa-morandi-quanti-profughi-puo-ospitare-secondo-voi-foto/





    IL BOLDRINI/ANO CHE FA LO SPLENDIDO MA NON A CASA SUA DOVE NON SONO OSPITABILI NÉ ZINGARI NÉ CLANDESTINI. ....PARACULOOOOOOO

    RispondiElimina
  29. http://m.ilgiornale.it/news/2015/04/21/gianni-morandi-difende-su-facebook-i-migranti-e-viene-insultato-dai-fan/1119086/


    21 Aprile 2015

    Gianni Morandi difende su Facebook i migranti e viene insultato dai fan.
    Pioggia di critiche al cantante bolognese reo di aver paragonato i clandestini africani ai migranti italiani dei primi del '900.


    Francesco Curridori

    "A proposito di migranti ed emigranti, non dobbiamo mai dimenticare che migliaia e migliaia di italiani, nel secolo scorso, sono partiti dalla loro Patria verso l'America, la Germania, l'Australia, il Canada... con la speranza di trovare lavoro, un futuro migliore per i propri figli, visto che nel loro Paese non riuscivano ad ottenerlo, con le umiliazioni, le angherie, i soprusi e le violenze, che hanno dovuto sopportare! Non è passato poi così tanto tempo...". A scriverlo è Gianni Morandi su Facebook a corredo di una foto che aveva postato mettendo a confronto due navi: sopra quella degli italiani di inizio secolo e più in basso una carretta del mare dei nostri giorni piena di immigrati provenienti dall'Africa.

    Il seguitissimo Morandi, però, stavolta non riceve la sfilza di commenti positivi ma tra i suoi fan si scatena un acceso dibattito. C'è chi polemicamente gli risponde: "Sì, Gianni, però ricordati che ai nostri immigrati non davano alberghi sussidi case popolari telefoni ecc ecc" e chi entra più nello specifico della vita dei nostri emigranti: "Per entrare negli Stati Uniti dovevano avere un invito da qualcuno che garantisse per loro. Dovevano stare in quarantena ad Ellis Island e facevano i lavori peggiori. Leggetevi VITA di Melania Mazzucco ed avete una chiara idea di come era la situazione. E guai a infrangere le leggi". Altri, invece, gli pregano di non confendere le cose: "Anche nella mia famiglia ci sono stati dei migranti, ma quando sono arrivati sul posto, si sono dovuti adattare, hanno lavorato come muli per avere qualche cosa. Qui invece parliamo di persone che arrivano piene di pretese, che gli vengono forniti schede telefoniche, cellulari di ultima generazione, soldi, connessioni wi-fi. Senza contare gli alberghi con piscina dove sono ospitati e il cibo che buttano perché non è di loro gradimento. Come i nostri italiani? Non diciamo cazzate". Anche un figlio di un emigrato italiano rifiuta l'accostamento tra i due tipi di migrazione in una maniera non molto educata: "Ma vaffanculo con questa storia degli italiani. Mio padre ha lavorato all'estero ed era un migrante. Non è andato da clandestino, non gli hanno dato una lira, non lo hanno alloggiato da nessuna parte, lo hanno rinchiuso una settimana per fare tutti gli esami di idoneità fisica e sanitaria. Non mi pare sia la stessa cosa. Poi gli italiani sono andati in tutto il mondo che è tanto grande, invece gli africani vengono tutti in Italia che è tanto piccola!!!!!!!!!!".

    RispondiElimina
  30. http://m.ilgiornale.it/news/2015/04/21/gianni-morandi-difende-su-facebook-i-migranti-e-viene-insultato-dai-fan/1119086/



    23 Aprile 2015

    Gianni Morandi difende su Facebook i clandestini e viene insultato dai fan.
    Pioggia di critiche al cantante bolognese reo di aver paragonato gli africani ai migranti italiani dei primi del '900.









    Commenti

    giovanni951
    ma sparati anche te insieme alla mannoia....cantate e non esternate che é meglio. Per chi vi segue ancora.


    gianniverde
    I soliti komunistoidi col portafoglio a destra.!!


    HEINZVONMARKEN
    ma i nostri avevano documenti regolari, senno' ti saluto quando arrivavano alle dogane, e non pretendevano certo, vitto, alloggio, abiti, soldarelli e carta telefonica.


    gianky53
    Un altro che ripete a pappagallo la storiella che anche i nostri nonni emigravano. Embé? I nostri nonni erano chiamati e si imbarcavano sui bastimenti dopo aver pagato il biglietto di terza classe. Che razza di paragone stai facendo, imbecille.


    eloi
    Gianni Morandi non sa o crede che noi non sappiamo che per emigrare nei paesi da egli indiacati se non esisteva una esplicita richiesta di un parente colà cittadino non avrebbe mai ottenuto il visto del consolato. Sappi inoltre che su le persone possibili emigranti venivano fatte delle ricerche di non aver fatto parte del partito fascista ne di quello comunista. Prima di battere su la tastiera accendi il computer ossia il cervello.


    centocinque
    GLi emigranti italiani andavano nei Paesi in cui esistevano oggettive possibilità di lavoro e ne accettavano le regole, senza cercare di imporre le proprie. La vogliamo capire?


    elgar
    Guarda tu come si stanno a mobilitare i cantanti. Ieri Mannoia, oggi Morandi domani chissà. Avranno ricevuto qualche input? Sfruttano la loro popolarità per fare propaganda politica. Perchè dalla politica hanno ricevuto tanto. E, quando serve, loro stanno là in prima linea. Peccato che non parli anche Gino Paoli...anche lui ha ricevuto tanto ma per ora preferisce tacere. Ma che i politici di sinistra hanno paura a parlare? Mandano avanti i cantanti e i cardinali? Più sale il consenso per Salvini e più si preoccupano. Anzi si scatenano. Meno male che qualcuno gli risponde. Segno che non tutti sono cervelli all'ammasso...


    filder
    A prescindere che il tizio in questione non mi appassiona più da molti anni a questa parte ma avrebbe fatto bella figura se lui come tesserato comunista non si sarebbe pronunciato per niente e visto che le sue ricchezze li ha investiti sicuramente in immobili oppure in qualche banca con ancora il segreto bancario avrebbe fatto cosa gradita se almeno una decina di quei clandestini che difende se li avrebbe portati a casa sua dando così l'esempio senza passare per quello che predica bene ma razzola male.


    maurizio50
    Non c'è da meravigliarsi. Il predetto Morandi Gianni da settant'anni sente le solite tiritere dei compagni amici del popolo e dei fascisti assassini; una gran capacità critica non ha mai dimostrato di possederla! E' normale che ripeta come un pappagallo la lezioncina imparata alla sezione PCI-PDS-PD dal compagno Peppone Bottazzi di turno! Mica abbiamo a che fare con un politologo: E' solo uno che cantava piacevoli canzonette al Festival dell'Unità!!!!!!!

    RispondiElimina
  31. http://voxnews.info/2015/04/23/prefetto-bologna-su-profughi-possibile-requisizione-case-private/





    GIANNI MORANDI HA FATTO SAPERE DI POTER OSPITARE A CASUCCIA SUA IN VIA CARLO JUSSI A SAN LAZZARO DI SAVENA ANCHE 200 AFROASIATICI. SARANNO INTERAMENTE A CARICO SUO FOREVER. SPECIE MUSSULMANI MASCHI NIENTE FEMMINE CHE QUELLE RIMANGONO IN AFRICA A FARE LE FATTRICI.
    IL PREFETTO DI BOLOGNA PUÒ MANDARGLIELI SUBITO CHE È TUTTO PRONTO.
    GLI ALTRI ARTISTOIDI COME LUI POSSONO FARSI AVANTI E CONTRIBUIRE.
    OVVIO CHE QUESTI AFRO ISLAMICI NON DEBBONO SCORAZZARE PER STRADA A ROMPERE I COGLIONI ALLE PERSONE PER BENE MA RIMANERE RINTANATI A VILLA MORANDI OVE POTRANNO ISLAMIZZARE SENZA FRENI MA RIGOROSAMENTE DENTRO CASA.
    LA FACCIA DA CULO DI QUESTI STRIMBELLATORI CHE SI FANNO PUBBLICITÀ SULLE TASCHE DEGLI ALTRI E POI COL CAZZO CHE A CASA LORO ENTRA QUALCUNO SE NON PER RUBARE COM'È SUCCESSO DI RECENTE A VILLA MORANDI CON SUO SOMMO GAUDIO ESSENDO STATI ZINGARI O CLANDESTINI CHE LUI TANTO ADORA.....
    LI MORTACCI SUA. ..

    RispondiElimina
  32. Stanno banchettando con la carne di un popolo come il nostro che a forza di bersi le cazzate di fottuti buonisti ,comunisti con la villa sui colli,e' ormai esangue.Possibile camerati che non si riesca a raggiungere una massa critica per cambiare le cose? Un saluto a tutti i camerati,e comunque viva la PATRIA cazzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://www.intelligonews.it/articoli/24-aprile-2015/25807/salvini-vs-morandi-atto-ii-vuole-andare-a-prendere-gli-immigrati-al-posto-del-latte




      Salvini Vs Morandi, atto II: "Vuole andare a prendere gli immigrati al posto del latte".

      24 aprile 2015

      Marta Moriconi

      Già il leader della Lega Nord Matteo Salvini si era scagliato contro Gianni Morandi, che aveva "osato" paragonare i migranti di oggi agli emigrati italiani di inizi ‘900. 


      “Se è così attento alle esigenze degli immigrati, visto che non gli mancano soldi e case dia il buon esempio: accolga, ospiti, mantenga e paghi di tasca sua”, aveva scritto sul suo profilo Facebook Salvini. 


      E oggi continua Salvini: "A me personalmente Gianni Morandi piaceva di più quando cantava 'fatti mandare dalla mamma a prendere il latte'. Avevo anche le sue cassettine. Ora, invece, vuole andare a prendere gli immigrati al posto del latte, ma ognuno va a prendere quello che vuole". 


      Il leader della Lega Nord, a margine di un evento in ricordo del genocidio armeno, torna sulle polemiche dei giorni scorsi scatenatesi su Facebook per un post di Gianni Morandi sul fenomeno dell'immigrazione. 


       "Io -sottolinea Salvini- mi permetto di pensarla diversamente da lui, da chi cioè equipara l'immigrazione che sta subendo l'Italia di adesso alla emigrazione degli italiani che andavano a popolare un continente che era vuoto per la metá. Secondo me -conclude- Morandi non ha capito niente". 

      Elimina
    2. Sempre Viva! Alla faccia di quei traditori, impostori sinistronzi che stanno al governo. Siano maledetti loro e tutti quelli che permettono e impongono lo sfacelo culturale , suicidio etnico e l'invasione del nostro Paese

      Elimina
  33. http://www.ansa.it/lombardia/notizie/2015/04/24/casapound-protesta-per-arrivo-profughi_f0481446-09a0-432d-80ce-2bc2743387ee.html


    Casapound, protesta per arrivo profughi.
    Associazione protesta per 'Emergenza profughi' a Milano.


    24 aprile 2015


    (ANSA) - MILANO-- Una serie di striscioni contro l'immigrazione sono stati affissi nella notte da CasaPound, che protesta per "i 1.700 nuovi arrivi". "A Milano ormai c'è una vera e propria emergenza profughi - si legge in una nota - Infatti, negli ultimi giorni sono giunti circa 1000 migranti non censiti attraverso le procedure d'identificazione ai quali si devono sommare i 400 profughi inviati dal Viminale e gli altri 300 che arriveranno prossimamente".

    RispondiElimina
  34. http://www.intelligonews.it/articoli/23-aprile-2015/25774/migranti-di-stefano-casapound-l-africa-meglio-col-colonialismo-ci-mancano-le-palle


    Migranti clandestini...
    Di Stefano (CasaPound): "L'Africa meglio col colonialismo. Ci mancano le palle".

    23 aprile 2015

     Adriano Scianca

    "L'Africa? Dovrebbe tornare ai tempi del colonialismo". La provocazione arriva da Simone Di Stefano, vicepresidente di CasaPound Italia, che a IntelligoNews spiega: "L’Italia deve prendere possesso delle coste libiche. Ma per farlo ci mancano le palle. I veri sciacalli sono i soliti noti dell'accoglienza".


    L'Ue pensa di affondare i barconi. È un'idea sensata? 


    «Iniziative come quella di affondare i barconi potrebbero anche avere un senso, ma ritardano solo i problemi. Sulle coste libiche c’è un milione di disperati: quanti barconi dobbiamo affondare? Alla fine troveranno il modo di arrivare, proprio come diceva Jean Raspail nel romanzo “Il campo dei santi”». 


    E quindi come se ne esce? 


    «L’Italia deve prendere possesso delle coste libiche, magari alleandosi col governo laico di Tobruk. Ma per fare questo serve un cambio di mentalità di 180 gradi». 


    In che senso? 


    «Cosa si fa se andiamo ad affondare i barconi e ci scappa il morto civile per sbaglio? E se ci prendiamo una bazookata? Cosa diranno i parrucconi europei? E poi chi ci va? Noi abbiamo i droni, ma sono disarmati e per averli armati dobbiamo aspettare l’assenso degli Usa, dato che abbiamo avuto la bella idea di comprarli da loro». 


    Insomma, prima ancora dei problemi tecnici c’è un problema di strumenti culturali che ci mancano per essere all’altezza di questa epoca così feroce, giusto? 


    «Sì, se vogliamo chiamare “strumenti culturali” le palle. Perché è quello che ci manca: le palle. Quel baraccone geriatrico che è l’Unione europea non ne ha di certo». 


    Quindi la strada è intervenire militarmente? 


    «L’Europa deve tornare in Africa. Lì deve ritornare il benessere che c’era, spiace dirlo, al tempo del colonialismo. Dopo che gli europei se ne sono andati sono arrivate le multinazionali e uno sfruttamento ben peggiore». 


    Quindi CasaPound rivuole le colonie? 


    «C’è colonialismo e colonialismo. Quello italiano ha fondato scuole e costruito strade, ha inquadrato i giovani autoctoni in organizzazioni statali. Oggi quel modello non è più proponibile in quanto tale, ma certo si può riproporre un interesse illuminato, chiamiamolo così, dell’Europa nei confronti dell’Africa, che possibilmente non ricalchi il colonialismo sfruttatore di marca anglosassone». 


    Renzi e il Pd hanno polemizzato contro gli “sciacalli”, cioè, secondo loro, i leghisti e chi contesta l’immigrazione. 


    «Giorni fa ho visto su facebook che una nota giornalista, che fa parte proprio di questi buonisti, metteva sulla sua bacheca la foto di una bambina immigrata annegata. Avrei voluto dirgli: “Ma quella bambina l'avete chiamata noi! Voi, dal vostro salotto di casa in centro, l’avete chiamata e gli avete detto di venire, che non c’era problema, che l’avremmo accolta a braccia aperte”. Ecco chi sono gli sciacalli. Sono le associazioni che propongono il corridoio umanitario per farli venire qui tutti perché mangiano i soldi pubblici destinati alla "accoglienza". Cominciamo a dare zero euro per "i soliti noti dell'accoglienza". Fatelo coi soldi vostri, poi vediamo quanto siete buoni...». 
















    RispondiElimina
  35. Ora si scopre che da noi esistono le reti dei terroristi islamici. E' da anni che se ne parla, CasaPound prima fila, sempre sbeffeggiata da quelli di largo "Fichetti" e dai talk show di sant'oro abbastanza travagliato. Forse non aveva ragione la Oriana Fallaci? Già ma in Italia sono troppo presi a pensare alla resistenza ed a tutto il bene che essa fece. Anni ed anni fa, che si perdono nel tempo, mentre l'attualità viene trascurata. Verrà un giorno che l'Italia ne pagherà le conseguenze e sarà allora troppo tardi-

    RispondiElimina
  36. Complimenti vivissimi a chi vigila sulla nostra sicurezza. Nella prospettiva di un attentato stragista su obiettivi altamente simbolici, quali ad esempio il Vaticano, al Qaeda rappresenta, a mio avviso, un pericolo maggiore di Isis e potrebbe venire spinta a ciò proprio in concorrenza con lo Stato islamico al fine di acquisire "benemerenze" volte ad affermare la sua supremazia "morale", politica e determinazione nell'affermazione sanguinaria dell'islam.
    E cosi' per anni i nostri buonisti komunisti non ci hanno voluto sentire ed hanno dormito profondamente !!!!!! VERGOGNA

    RispondiElimina
  37. I mussulmani sono molto pericolosi e dobbiamo difenderci prima che prendano piede stabilmente in Italia. Via i diritti civili a chi crede in questa religione di sangue e di schiavitù finché siamo in tempo.

    RispondiElimina
  38. Strano, i nostri ministri al.phano e boldrina in testa, hanno sempre sostenuto che qui in Italia non esistevano segnali di potenziali minacce terroristiche. Forse il problema è che all'unico neurone di cui sono dotati questi segnali non riescono ad arrivare.

    RispondiElimina
  39. http://www.iltempo.it/cronache/2015/04/24/ma-le-proposte-di-renzi-e-mogherini-assomigliano-a-quelle-di-salvini-1.1407959


    24/04/2015

    L'INTERVENTO.
    Ma le proposte di Renzi e Mogherini assomigliano a quelle di Salvini.
    Schedare i migranti prendendogli le impronte, distruggere le navi della morte, rimandare indietro chi arriva. Una strategia molto di destra.


    Ieri si è riunito il Consiglio Ue straordinario, convocato per affrontare con la massima urgenza la questione "mediterranea". Il Consiglio è partito da una bozza di lavoro in 10 punti, stilata da Federica Mogherini, Alto Rappresentante per la Politica Estera dell’Ue e vicepresidente della Commissione, e da Dimitris Avramopulos, Commissario europeo per l’immigrazione.

    Tradizionalmente, la Commissione europea ha sempre avuto posizioni pro-migranti rispetto a quelle degli Stati membri. Viceversa, il Consiglio Ue - rappresentando l’insieme dei capi di governo degli Stati membri - ha sempre tenuto posizioni più "difensive", anche per custodire la prerogativa nazionale sul decidere chi far entrare, a chi dare la cittadinanza, a chi concedere asilo politico, ecc.

    Ciononostante, il piano di 10 punti presentato ieri dai Commissari europei si presenta come una strategia molto difensiva. Potremmo affermare che si tratti di un piano "di destra", non lontano dalle posizioni esposte in diverse occasioni da Salvini, Meloni, Santanché, ecc.

    Il piano, ad esempio, prevede che gli Stati membri prendano le impronte digitali di tutti i migranti. Una proposta che qualche anno fa, quando fu inserita nella legge Bossi-Fini, fece gridare al razzismo e alla discriminazione. Prevede inoltre che ci sia «uno sforzo sistematico per catturare e distruggere le imbarcazioni usate dai trafficanti». Un’operazione, questa, già attuata anni fa in seguito a un accordo bilaterale con l’Albania, dall’allora governo Amato, ma che, quando recentemente è stata proposta da Daniela Santanché, ha fatto "sbellicare" tanti ben pensanti a sinistra. Ancora, il decalogo della Commissione Ue prevede l’ipotesi di un meccanismo di ricollocazione d’emergenza dei richiedenti asilo, in deroga all’ormai famigerato Regolamento di Dublino. Anche questa proposta è un cavallo di battaglia della destra italiana ed europea. E ancora, si afferma che verrà istituito «un programma per rimandare rapidamente indietro i migranti irregolari», posizione tipica di tutte le destre italiane, e soluzione costantemente contrastata a sinistra. Ricordate la querelle tra espulsioni e respingimenti? E tra espulsioni con accompagnamento alla frontiera e "foglio di via"?

    Ora, dato che è da scartarsi l’ipotesi per cui Federica Mogherini e Matteo Renzi siano diventati di colpo più "fascisti e populisti" di Salvini, forse occorrerebbe spiegare queste soluzioni convergenti in modo diverso. E soprattutto dovremmo chiederci perché le stesse proposte ottengono un tipo di reazione generalizzata se sono fatte da Salvini e una di tutt’altra natura se sono fatte dal Presidente del Consiglio e dalla Commissione Ue. Sul primo punto, ossia sulla convergenza delle soluzioni, è evidente che pesa molto la situazione emergenziale. Realismo e idealismo si fronteggiano da sempre. Ma quando la realtà esplode e ti mette spalle al muro, l’idealismo va a farsi benedire.................

    RispondiElimina
  40. http://voxnews.info/2015/04/24/terrorista-islamico-si-nascondeva-in-edificio-occupato-da-immigrati-e-centri-sociali/




    PD + ISIS +SEL + CENTRIASOCIALI

    QUESTA È LA SINISTRA SINISTRATA ITALIOTA

    RispondiElimina
  41. MASSIMO TREFILETTI È IN GAMBA. .....




    http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/15_aprile_24/casapound-striscioni-muri-9-consigli-zona-stop-immigrai-a109f3c0-eaa7-11e4-850d-dfc1f9b6f2f5.shtml


    BLITZ NELLA NOTTE

    Milano, 24 aprile 2015 19:40

    CasaPound, striscioni sui 9 consigli di zona: «Stop immigrati».

    Nove striscioni contro l’immigrazione, uno per ogni zona di Milano, sono stati affissi nella notte tra giovedì e venerdì dal gruppo neofascista CasaPound, che protesta per «i 1.700 nuovi arrivi». E sulla pagina Facebook di CasaPound Italia Milano sono state postate le immagini degli striscioni affissi sulle facciate di tutti e nove i consigli di zona: via Dogana (Zona 1), viale Zara (Zona 2), via Sansovino (Zona 3), via Oglio (Zona 4), viale Tibaldi (Zona 5), via Legioni Romane (Zona 6), via Anselmo da Baggio (Zona 7), via Quarenghi (Zona 8) e via Guerzoni (Zona 9).


    «A Milano ormai c’è una vera e propria emergenza profughi - si legge in una nota -. Infatti, negli ultimi giorni sono giunti circa mille migranti non censiti attraverso le procedure d’identificazione ai quali si devono sommare i 400 profughi inviati dal Viminale e gli altri 300 che arriveranno prossimamente». «L’idea del Comune è di aumentare i posti presso l’ex centro di identificazione e di espulsione di via Corelli, allestendo nel cortile delle tende della Protezione Civile - dichiara Massimo Trefiletti, responsabile milanese del Movimento - ma trasferire i profughi da un luogo all’altro o auspicarne una ripartizione su tutte le città non sono soluzioni. In una città e in una provincia in cui gli enti locali fanno fatica a garantire i servizi sociali e scolastici e in cui il diritto al lavoro e alla casa non sono garantiti neanche ai più deboli, servono amministratori coraggiosi»............




    COMMENTI:


    Lettore_8678800 24 aprile 2015 | 21:24
    Ottima iniziativa!! È ora che le persone oneste inizino a far sentire la loro voce, contro l'ipocrisia e la stupidità che uccidono il Paese....



    Flying Dutchman 24 aprile 2015 | 20:09
    Questa volta la penso come loro di CasaPound che dicono e fanno cose utili per gli italiani....

    RispondiElimina
  42. Il terrorismo in Europa degli anni ’80 seguì il baby boom post bellico; in questo caso però, la tenuta dei sistemi democratici e la crescita economica in tutto il continente, hanno consentito che il fenomeno non degenerasse. Lo youth bulge è una causa necessaria ma non sufficiente a spiegare conflitti e crisi. Ad esso vanno aggiunti processi sociali e culturali complessi (urbanizzazione, sistema produttivo, ruolo dei media, livello di istruzione, evoluzione dei modelli familiari, ecc). In alcuni casi lo “youth bulge” può avere anche sviluppi positivi (come è avvenuto con le economie delle Tigri asiatiche) e trasformarsi in quello che i demografi chiamano “dividendo demografico”, ma solo se si verificano specifiche condizioni: Istituzioni politiche solide e sistemi di governo stabili Cicli economici in espansione In assenza di queste, cioè con governi corrotti o sistemi troppo rigidi (dittature), nazioni destabilizzate e crisi economiche, lo youth bulge diventa portatore sano di sconvolgimenti sociali, guerre e terrorismo emigrazione di massa. Esattamente quello che sta avvenendo in Medio Oriente e Nord Africa.Attualmente, le aree soggette allo youth bulge sono Medio Oriente, Africa sub-Sahariana e Asia meridionale. Di queste, due interessano direttamente l’Europa sui suoi confini meridionali. La recente ricerca del Pew Research Center sul futuro della popolazione globale, suddivisa per appartenenza religiosa, prevede che in Europa la popolazione musulmana aumenterà del 63% entro il 2050. I musulmani nelle nostre società passeranno dai 43 milioni attuali (6% della popolazione) a 71 milioni (più del 10%). Alla base del mutamento demografico influirebbero due fattori: fertilità e immigrazione.L’Europa, sarà l’unica regione del pianeta che vedrà la sua popolazione diminuire drasticamente. Attualmente il tasso di fertilità dei Musulmani in Europa è di 2,1 figli per donna. Il tasso medio europeo è di 1,6 figli per donna (1,4 in Italia), ben al di sotto del livello di sostituzione demografica. In altre parole già ora, a perimetro costante (senza contare i flussi migratori incontrollabili in atto e il rischio di conflitti sul suolo europeo), i musulmani saranno l’unico gruppo religioso a riprodursi naturalmente.Il tema immigrazione è il più delicato perché soggetto a molte variabili solo in parte prevedibili: eventi internazionali (guerre, carestie), politiche governative (restrittive o aperte), crisi economiche (poiché i flussi migratori seguono gli spazi di opportunità). Di certo, come affermano i ricercatori, l’immigrazione avrà un “impatto sostanziale sulla composizione religiosa di molti paesi in Europa”. Se lo youth bulge non sembra un fenomeno trasferibile in Europa nei prossimi trent’anni, suoi effetti devastanti la aggrediranno dall’esterno. Heinsohn l'aveva previsto 10 anni fa: "nei paesi islamici ci sono 300 milioni di giovani maschi sotto i 15 anni. Non è una previsione, sono già nati. Nei prossimi 15 anni essi avranno tra i 15 e i 30 anni. Di questi, nel migliore dei casi, solo 100 milioni troveranno una sistemazione nei propri paesi; i restanti 200 milioni costituiranno un potenziale di violenza: molto probabilmente per quei paesi, ma anche per il resto del mondo". In questi anni, noi occidentali abbiamo continuato  le nostre politiche irresponsabili: con il buonismo, a sottovalutare il problema immigrazione ed il suo impatto sulle nostre società; con le bombe umanitarie a destabilizzare il Medio Oriente e il Nord Africa. Il risultato è quello che stiamo vedendo sotto i nostri occhi. Quanto ci metteremo a svegliarci prima di essere travolti dalla nostra stessa stupidità?

    RispondiElimina
  43. http://www.secolo-trentino.com/23581/politicatrentina/profughi-fn-trentino-dice-stop-allaccoglienza-ad-oltranza.html



    PROFUGHI, FN TRENTINO DICE “STOP” ALL’ACCOGLIENZA AD OLTRANZA.


    25 aprile 2015

    “Dopo le decisioni arbitrarie sulla destinazione del provvisorio campo profughi, allestito a Marco, presso il Centro della Protezione Civile, la sezione di Forza Nuova Trentino prende atto, insieme alla comunità marcolina, delle non mantenute promesse della giunta roveretana, in particolare dell’Assessore Miorandi che, sull’onda emotiva del momento, l’anno scorso promise la chiusura del Centro poiché non idoneo all’accoglienza di disperati. Si sa, spesso in Italia ciò che è provvisorio diventa definitivo e viceversa; le due manifestazioni dei forzanovisti non incontrarono grossa partecipazione della comunità locale, forse la gente credette che si trattava di una situazione temporanea, invece il Centro Protezione Civile è diventato stabilmente una piccola Lampedusa. Con la rassegnazione generale che si respira in Provincia, sul tema immigrati, tutto il territorio trentino sta divenendo una Lampedusa del Nord”. E’ quanto dichiara Forza Nuova Trentino in una sua nota.
    “Forza Nuova invita chiunque a rendersi conto dell’entità del fenomeno immigratorio, osservando magari – prosegue la nota – il giro d’affari mosso dagli stanziamenti pubblici in merito e dalla proporzione  fra abitanti della Provinca (appena più di 600mila) ed i il numero di Africani e Mediorientali che mirano a beneficiare dell’accoglienza italiana”.
    “Tanto per rendere l’idea, per chi non lo sapesse, la sola Africa conta un miliardo e duecento milioni di persone, la maggior parte desiderose di emigrare… Si comprende facilmente che la soluzione non è l’accoglienza ad oltranza, ma bensì la non accoglienza e l’aiuto allo sviluppo nelle zone represse del Sud del Mondo”, conclude Forza Nuova Trentino.

    [Photocredit www.trentotoday.it]

    redazione secolo

    RispondiElimina
  44. http://m.ilgiornale.it/news/2015/04/25/immigrazione-ucoi-ricorsi-in-italia-e-ue-contro-lespulsione-degli-islamici/1120714/





    IO LI AVREI FUCILATI SUL POSTO COM'È USO E COSTUME IN ISIS A QUESTI ISLAMICI JIHADISTI...

    PURTROPPO I NOSTRI BASTARDI EUNUCHI GOVERNANTI CATTOCOMUNISTI ROTTI IN CxxxO LI FANNO ENTRARE COME FOSSERO AIRONI MIGRATORI.
    CHISSÀ CHE QUALCHE GIUDICE CONVERTITO NON TROVI UN CAVILLO GIUDIZIARIO PER ANNULLARE LA ESPULSIONE.
    IO CREDO CHE QUESTE ESPULSIONI SONO STATE FATTE MALE PER POTER ESSERE ANNULLATE E COSÌ ISTITUZIONALIZZARE L'ISLAM IN ITALIA.
    C'È IN ATTO UNA RESA ALL'ISLAM DA PARTE DI CHI GOVERNA CHE STA TRADENDO IL DETTATO COSTITUZIONALE PER PAVIDITA ED INTERESSE..
    ALLA FORCA I TRADITORI DELLA PATRIA...SUBITO.!!


    RispondiElimina
  45. http://www.contattonews.it/2015/04/26/immigrati-zaia-a-fassino-no-alle-caserme-dismesse/452825/


    Immigrati, Zaia a Fassino: no alle caserme dismesse


    26 aprile 2015


    Venezia, Ancora un fermo ‘no’ di Luca Zaia, presidente del Veneto, ai profughi in regione, rivolto in particolare al presidente del’Anci, Piero Fassino, che ha proposto l’utilizzo di caserme dismesse. “Chi, ad ogni aggravarsi della prevedibilissima e sottovalutata crisi dei migranti, torna a ipotizzare le caserme dismesse come soluzione, non ne ha mai vista una”, protesta Zaia, perchè, come spiega, “sono discariche a cielo aperto dove prima di tutto verrebbe calpestata la dignità delle persone. In Veneto abbiamo controllato con una task force tecnico-sanitaria le condizioni igieniche, sanitarie e ambientali di tutti e 5 i siti ipotizzati dal Governo già nell’estate scorsa e il risultato è stato l’assoluta impossibilità di utilizzarli per fatiscenza, sporcizia, assenza di infissi, presenza di animali, deiezioni, detriti all’interno e all’esterno. Ancora una volta dico no, ed è un no tecnico motivato da tecnici. La politica non c’entra, c’entra la salute e la dignità dei migranti e quella dei residenti”.

    RispondiElimina
  46. LA REGIONE LOMBARDIA DI MARONI NON CONTROLLAVA? ????????

    TRA DIRE E FARE C'ERA DI MEZZO IL MARE? ???






    http://www.imolaoggi.it/2015/04/26/al-jihadista-arrestato-contributi-regionali-per-fitto-di-casa-e-libri-di-scuola/


    Al jihadista arrestato contributi regionali per fitto di casa e libri di scuola.

    domenica, 26, aprile, 2015

     

    Arrestato con l’accusa di terrorismo internazionale, dopo otto anni vissuti a Verdellino, in provincia di Bergamo, l’imam di Zingonia, Hafiz Muhammad Zulkifal, voleva sì adoperarsi per colpire il Paese in cui risiedeva e nel suo luogo d’origine, ma non per questo intendeva rinunciare alle comodità offerte dallo Stato italiano.

    È il Corriere della Sera a rivelare che l’uomo da tempo era il destinatario di una serie di contributi della Regione Lombardia, per l’affitto della casa all’ultimo piano di una vecchia palazzina e per pagare le spese scolastiche degli otto figli, che richiedeva regolarmente.

    “Era sempre molto preparato su quelli che erano i suoi diritti“, ha detto al quotidiano di via Solferino il sindaco del paese, Giuseppe Maci. E sono le carte a dimostrare che per almeno due anni, nel 2011 e nel 2012, aveva ricevuto tra i mille e i millecinquecento euro di contributi e risparmiato circa 400 euro l’anno per libri e corredi scolastici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono 25 anni che milioni di italiani Doc vivono male ma i cattocomunisti non fanno mancare nulla a:


      Zingari
      Clandestini
      Islamici
      Cinesi
      Mafiosi delle coop

      Elimina
  47. http://m.ilgiornale.it/news/2015/04/26/noi-accogliamo-tutti-gli-usa-riportano-indietro-i-barconi-trovati-in-mare/1120876/


    26 Aprile 2015


    Noi accogliamo tutti, gli Usa riportano indietro i barconi trovati in mare.
    Per evitare gli sbarchi da Cuba, la guardia costiera perlustra quotidianamente l'ocenao tra L'Havana e Miami.


    Andrea Indiano

    Se dopo l'ultima terribile strage del Mediterraneo in Italia si discute in primo luogo su cosa fare con gli immigrati e poi quale programma di sicurezza sia meglio fra Mare Nostrum e Triton, negli Stati Uniti le politiche semplici e risolute del governo di Washington non lasciano adito a dubbi né tanto meno a polemiche.
    Il metodo degli USA è talmente chiaro da essere conosciuto con il suo soprannome, ovvero “Wet feet, dry feet”, traducibile in “Piedi bagnati, piedi asciutti”.









    Commenti

    FRANZJOSEFF
    BENISSIMO ORA SENTIAMO COSA DICONO GLI AMICI ITALIANI DEL NERO BUFFONE IMBELLE PAGHIACCIO PRESIDENTE AMERICANO.


    mario.leone
    Renzi, impara tutto dagli Stati Uniti non solo quello che ti fa comodo!


    Blueray
    Ad Obama evidentemente riesce ciò che noi non possiamo fare, minacciati come siamo dall'UE e dall'ONU che spadroneggiano, e ci interdiscono ogni azione adducendo la scusa che violeremmo le convenzioni internazionali. E Obama non le vìola? Ecco dunque ciò che sto dicendo da mesi, i forti fanno quel che gli pare e poi si vedrà (vedi Obama, Netanyahu ecc). Per noi invece vale il principio opposto, prima parlarne, convincere tutti, raggiungere la condivisione, poi quando il brodo s'è annacquato semmai agire. Perché? Perché siamo uno Stato, non più sovrano, di politici rammolliti, EURO-ONU-DIPENDENTI, pavidi, vigliacchi, imbelli, smidollati e cacasotto. Mi fermo


    Razdecaz
    Vorrei che il governo rispondesse alla mia domanda, che è quella di moltissimi italiani. Esisterà un limite per l'Italia all'accoglienza di migliaia e migliaia di persone? Di certo non può venire tutta l'Africa.


    Memphis35
    E,allora, vogliamo continuare con la fola che non si possono fare respingimenti in mare?


    mortimermouse
    in america obama è di sinistra, ma questo non ha impedito alla guardia costiera americana di fare il suo lavoro con molta serietà! mica come in italia, dove il presidente renzi e mattarella fanno i scemi a spese degli italiani!!


    vince50
    Se vengono da queste parti ci sarà pure una ragione,sanno chi siamo dei perdenti segna dignità.


    giovaneitalia
    Veramente non é una notiziona, lo fanno un pó tutti e non solo gli USA. Ad esempio lo fa la Spagna, il Portogallo, Malta e addirittura la Grecia, oltre ovviamente alla Francia all´Inghilterra e all´Austria, ma nessuno dice nulla. Lo fa l´Italia e tutti gridano che siamo razzisti. Valli a capire!


    mila
    L'America e' molto piu' forte di Cuba. Magari anche l'Italia ha qualche arma in piu' della Tunisia o degli attuali governi libici, ma non ha sovranita'.



    RispondiElimina
  48. http://www.linkiesta.it/operazione-al-qaeda-sardegna-arresti

    26 aprile 2015


    CAGLIARI - Olbia sarebbe stata per anni la cabina di regia di Al Qaida e dell’ala stragista del movimento talebano pakistano. Una località scelta per organizzare attentati in Asia, in Italia e finanziare i combattenti attivi nelle province più impervie del Pakistan. La procura distrettuale di Cagliari e la Digos della questura di Sassari hanno eseguito nelle prime ore della mattinata del 24 aprile venti ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di cittadini con passaporto pakistano e afgano. I magistrati sardi hanno indagato leader e affiliati dell’organizzazione per i reati di terrorismo internazionale, strage e associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento dell’immigrazione clandestina. Le persone coinvolte nel sodalizio criminale erano attive su tutto il territorio nazionale. A testimoniarlo i luoghi in cui sono stati rintracciati i destinatari del provvedimento firmato dal giudice delle indagini preliminari di Cagliari. Tre sono stati arrestati a Olbia, due a Civitanova Marche, uno a Bergamo, uno a Sora, uno a Foggia e uno a Roma. Tre risultano ancora ricercati e altri avrebbero abbandonato il territorio nazionale durante l’attività investigativa.
    La Sardegna e la Gallura erano diventate delle vere e proprie centrali operative del terrore. Come emerso in anni di intercettazioni telefoniche, telematiche e ambientali, gli islamisti residenti a Olbia organizzavano vere e proprie collette tra gli appartenenti alla comunità musulmana. Mauro Mura, procuratore di Cagliari, ha sottolineato la presenza di numerose prove circa lo svolgimento di viaggi tra l’Italia e il Pakistan in cui venivano trasportati sino a 40mila euro in contanti. Gli scambi di denaro avvenivano poi anche attraverso l’impiego di fiduciari residenti in Italia: operazioni svolte a livello professionale per evitare la tracciabilità del denaro. L’organizzazione terroristica aveva inoltre messo le mani sulla gestione dell’immigrazione clandestina. Un metodo di finanziamento particolarmente redditizio. La procura di Cagliari ha infatti spiegato che si poteva arrivare a richiedere sino a 7mila euro per garantire un ingresso illegale sul territorio nazionale o la produzione di documenti utili al rilascio del permesso di soggiorno. Durante le attività investigative sono stati raccolti anche indizi relativi a legami con le organizzazioni attive nello spaccio internazionale della droga prodotta in Afghanistan.

    Il “kamikaze”
    Durante le indagini, precisamente nel marzo del 2010, è stato possibile accorgersi dello sbarco all’aeroporto di Fiumicino di un cittadino pakistano qualificato come“kamikaze” nelle comunicazioni dei suoi complici. Persona che sarebbe stata intenzionata a farsi esplodere in un luogo particolarmente affollato d’Italia, senza escludere un’azione all’interno della Città del Vaticano. I suoi propositi sono però stati vanificati da una serie di perquisizioni a carico di persone a lui vicine che lo hanno spinto a non portare a termine i suoi piani.

    La “vocazione al martirio”
    Le indagini della magistratura sarda e dei vertici della Polizia di Stato sono partite nell’estate del 2005 e si sono concluse nel 2012. La scintilla è scattata durante un controllo su alcuni pakistani che si stavano imbarcando sul traghetto Olbia-Civitavecchia. Persone che attirarono l’attenzione dei cani antiesplosivo della Polizia. Le successive perquisizioni nei loro domicili permisero di fotocopiare un foglietto in cui era riportata una sorta di “vocazione al martirio” del combattente. Parole che misero in allarme la Digos di Sassari.

    Molti degli arrestati potevano tranquillamente essere qualificati come degli “insospettabili”. Uno dei tre arrestati a Olbia era un imprenditore molto conosciuto, titolare di diversi esercizi commerciali in Sardegna e nel Lazio. Negozi che, grazie a diverse operazioni fuori contabilità, garantivano un importante flusso di cassa per il finanziamento delle attività terroristiche.











    RispondiElimina
  49. http://voxnews.info/2015/04/27/taranto-tra-poche-ore-scafisti-marina-sbarcano-274-clandestini/





    GRANDI SCAFISTI QUELLI DELLA MMI CHE CI PORTANO ALTRI 275 MUSSULMANI DALL'AFRICA NEGRA NEL CASO DOVESSERO ESSERE ANCORA POCHI QUELLI CHE ZOZZANO LA NOSTRA PATRIA CATTOLICA..!!!!
    LA CITTÀ DI TARANTO È GIÀ IN FESTA E PER L'OCCASIONE SARANNO CHIUSE TUTTE LE CHIESE DELLA CITTÀ PER NON OFFENDERE LA POVERA SENSIBILITÀ DEI NOSTRI FRATELLI TAGLIAGOLE CHE SARANNO POVERI IN CANNA MA GUAI A TOCCARGLI IL CORANO E LE MINGHIATE SOPRA SCRITTE. ..!!!!!!!!!!!!!!!!!
    E LÌ C'È SCRITTO CHE È OBBLIGO DEL FEDELE MUSSULMANO COLONIZZARE IL MONDO E RESTAURARE IL CALIFFATO UNIVERSALE PREVEDENDO ANCHE LA MORTE DI MILIARDI DI INFEDELI NEMICI. ....
    PER LA BUONA CAUSA QUESTO E ALTRO .!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  50. http://voxnews.info/2015/04/26/stato-islamico-bulldozer-abbattono-santuari-foto/






    E RENZI ALFANO MATTARELLA LI ACCOLGONO.!!!!!!

    RispondiElimina

  51. http://m.ilgiornale.it/news/2015/04/27/tunisia-nuovo-video-al-qaeda-continueremo-a-combattere-il-governo-cadra-con-il-jihad/1121041/




    27 aprile 2015


    Bene. Credo che ormai sia palese l'intreccio islam, jihad, terrorismo politico nazislamista. Quale altra balla si inventeranno gli occidentali per mentire a se stessi? Aspettiamo le boldrinate sinistroidi caricate a mitraglia.

    RispondiElimina
  52. http://voxnews.info/2015/04/27/immigrati-e-centri-sociali-assaltano-gazebo-lega-foto/




    MALEDETTI CULATTONI FROCI APPECORINATI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://voxnews.info/2015/04/28/assalto-centri-sociali-e-immigrati-a-salvini-procura-apre-inchiesta-su-polizia/





      FARANNO UNA INCHIESTA SERIA OPPURE CONDANNERANNO QUEI POLIZIOTTI CHE HANNO GIUSTAMENTE MANGANELLATO QUEL BASTARDO ANTAGONISTA CHE HA VIOLATO LA LEGGE PER 5/6 MOTIVI? ????

      Elimina
  53. http://voxnews.info/2015/04/28/padova-prete-e-prefetto-piazzano-clandestine-in-due-villette/







    IL SOLITO FROCIO SATANISTA CHE SI FA PRETE SOLO PER DIVERTIMENTO PERSONALE E PER DISTRUGGERE LA CHIESA CATTOLICA CHE STA DIVENTANDO UNA BARZELLETTA PER QUESTE ZOZZE INIZIATIVE DI MERDA INDICIBILI E SCHIFOSE

    RispondiElimina
  54. http://voxnews.info/2015/04/22/trieste-governo-affitta-intero-stabile-di-lusso-per-ospitare-africani/





    DA RIMANERE ALLIBITI CHE PALAZZI AL CENTRO DELLE NOSTRE CITTÀ SIANO USATI PER MANTENERE GRATIS CLANDESTINI MERDOSI. ...!!!!

    RispondiElimina
  55. http://www.ioamolitalia.it/video/l%e2%80%99europa-usa-i-nostri-soldi-per-ingrassare-i-burocrati-anziche-risolvere-l%e2%80%99emergenza-immigrazione.html





    MALEDETTI TRADITORI CHE IN GIORNO AVRANNO QUELLO CHE MERITANO...!!!!

    RispondiElimina
  56. http://www.lanuovabq.it/mobile/articoli-cari-monsignori-buonisti-andate-a-lezione-da-biffi-12476.htm#.VT-jrhByzqA



    26-04-2015

    Cari monsignori buonisti, andate a lezione da Biffi.

    Rino Cammilleri

    Leggo (in un boxino sul Giornale del 23 u.s.) che il direttore della Fondazione Migrantes, monsignor Perego, ha definito «vergognoso» il piano approvato dalla Ue sull’emergenza emigrazione. Perché? Perché detto piano pensa solo a contrastare i trafficanti anziché a tutelare i migranti. Il capo dell’organismo emanazione della Conferenza episcopale italiana, ai microfoni di Radio InBlu, se l’è presa anche col ministro dell’interno Alfano, che vorrebbe affondare i barconi degli scafisti: «Parole come affondare, distruggere, respingere, senza che siano accompagnate da parole come tutelare, salvare, accogliere, non hanno prospettiva». 

    Qualunque cosa ciò voglia dire. Siamo l’unico Paese europeo rivierasco che non usa muri elettrificati (v. Spagna) o spara sui barconi (v. Grecia) ma a certuni (v. Boldrini) non basta ancora. Vabbe’, mons. Perego è pur sempre un prete e su certi temi i preti devono fare il loro mestiere. Ma forse i pope ortodossi sono meno caritatevoli dei preti cattolici, visto che in Grecia, per esempio, l’ortodossia è religione di Stato (a differenza dell’Italia) e l’appartenenza religiosa è obbligatoria pure sulla carta d’identità; ma non risulta che il clero greco faccia tante storie sulla politica statale di chiusura al migrante. Forse si rende conto che il Paese è alla canna del gas e non è il momento di pungolare l’asino stracarico in salita (traduco un antico proverbio siciliano). Pure la Spagna ha un clero nutrito, e il Paese sta economicamente meglio del nostro. Per giunta, ha un premier di centrodestra, mica di ultrasinistra come Tsipras. Ma, anche lì, prudenza e basso profilo. 

    Be’, non divaghiamo. Dicevamo che, in fondo, un prete è un prete e samaritaneggiare fa parte del suo ruolo. Va pur detto, en passant, che a volere essere puntigliosi il Samaritano evangelico scucì parecchio denaro per alloggiare, curare e assistere il poveraccio. Segno che ne aveva. Ma non sottilizziamo. Oggi come oggi una morale francescana sembra aver contagiato la dirigenza italiana, dai comunisti fino ai preti. Non era un prete il protagonista della commedia musicale Aggiungi un posto a tavola in cui Garinei&Giovannini cantavano «…se sposti un po’ la seggiola stai (s)comodo anche tu»? Chi sa qualcosa di storia direbbe che, tuttavia, anche Richelieu era un prete e che lo stesso san Francesco, che pur prete non era, incoraggiava i crociati. É vero, questa è acqua passata. 

    Ma c’è un prete, anzi un vescovo, anzi un cardinale, che è ancora tra noi, Giacomo Biffi. A suo tempo parlò da pastore e maestro dei cristiani, cioè con realismo, sul tema immigrazione e disse una cosa di assoluto buonsenso: l’immigrazione va governata. Cioè, niente barriere ma nemmeno oves et boves. La carità deve essere quella dei Santi, concreta e possibile, sennò è demagogia ideologica o stoltezza (quando non –Dio non voglia- furbizia interessata). E disse, il cardinale, che gli immigrati di cultura cristiana sono meglio integrabili dei musulmani. Fu subissato dalla canea dei farisei, buonisti o clericali, col solito argomento-fesseria di «quando i migranti eravamo  noi». Fesseria perché, quando i migranti eravamo noi italiani, chi ci accoglieva usava proprio i criteri indicati da Biffi: contingentamento e selezione etnica. 

    Personalmente, provengo da una famiglia siciliana rimasta spaccata, metà qui e metà là, perché gliamericani respinsero mia zia, una bambina a cui il viaggio aveva causato una congiuntivite che a Ellis Island scambiarono per tracoma. Risultato: mio nonno e i figli più grandi sì, mia nonna e i piccoli no. Mio padre conobbe i suoi fratelli “americani” solo a quarant’anni. Altri tempi? No, perché ancora oggi gli Usa usano criteri rigidissimi con chi vuole mettere piede nel loro territorio............

    RispondiElimina
  57. Sauditi, kuwaitiani, qatarini eccetera hanno redditi procapite da capogiro e davvero, anche se spostassero la seggiola per aggiungere un posto a tavola all’amico in più, starebbero comodi. Invece, costruiscono muri, mica ponti. Non vogliono poveri tra i piedi, nemmeno correligionari. E i poveri, anche se correligionari, da loro non ci vogliono andare. Preferiscono vivere tra gli atei post-cristiani che sotto la sharìa. La miglior prova che le «culture» non sono tutte uguali. Meditate, gente.  Quando cadde la dittatura comunista di Menghistu, gli israeliani misero in piedi l’Operazione Mosè, un gigantesco ponte aereo per portarsi via i falashà, etiopi di religione ebraica. Lasciarono tutti gli altri nel caos politico e militare, ma almeno dei correligionari ebbero compassione.

    RispondiElimina
  58. http://www.lanuovabq.it/mobile/articoli-immigrati-la-follia-dellaccoglienza-a-tutti-i-costi-12462.htm?bckUri=%2Fmobile%2FarticoliTematici-cronaca-299.htm%3F#.VT-nvxByzqA


    24-04-2015


    Immigrati, la follia dell'accoglienza a tutti i costi.

    Riccardo Cascioli e Robi Ronza

    Dopo la più grave tragedia avvenuta nel Mediterraneo e nel vuoto politico dell'Unione Europea, s'alza la voce degli ideologi dell'accoglienza, che immaginano di risolvere i problemi garantendo l'ingresso a chiunque. Il demografo Blangiardo: «Non sanno cosa dicono, è un fiume in piena, ci sono 100 milioni di giovani nell'Africa subsahariana che potrebbero arrivare nei prossimi dieci anni. Non si deve costruire illusioni, si deve guardare la realtà». Distruggere i barconi è una prima misura, ma va inserita in una strategia che preveda una conferenza internazionale con tutti i paesi coinvolti: di origine, di transito, di arrivo.

    GLI IDEOLOGI DELL'ACCOGLIENZA PREPARANO IL DISASTRO
    di Riccardo Cascioli

    Porte aperte a tutti i clandestini?

    Un'Europa che si preoccupa solo di accogliere tutte le persone che arrivano con i barconi in nome del diritto umanitario? È quanto chiedono ecclesiastici e intellettuali. «Sono tesi folli» ci dice il demografo Blangiardo, «ci sono 100 milioni di giovani lavoratori che nei prossimi dieci anni potrebbero partire dall'Africa subsahariana alla volta dell'Europa».





    CI VUOLE UNA CONFERENZA INTERNAZIONALE

    Robi Ronza

    Il Consiglio Europeo convocato su richiesta dell'Italia ha di fatto sancito la mancanza di volontà da parte della UE di affrontare seriamente il problema dei clandestini nel Mediterraneo. L'unica cosa possibile è chiedere in sede ONU la convocazione di una conferenza che coinvolga paesi di partenza e di arrivo, sul modello di quanto già avvenuto negli anni '70 per i boat-people vietnamiti.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cerco di immaginare quali perversioni potrebbero spingere uno che può dire e scrivere e leggere ciò che vuole, andare alle partite, in discoteca, mangiare e bere ciò che vuole, vestirsi come gli pare, studiare e lavorare anche se donna, andarsene a un museo, cinema, teatro e anche a p....ne, votare per chi vuole, pregare o essere ateo... Quale perversione può fargli rinunciare a queste cose per dedicarsi ad una vita di odio e di oscurantismo islamico solo perché sta scritto su quel libracccio il corano? ????

      Elimina
    2. A proposito di minacce jihadiste contro l'italia io non mi preoccuperei...... tanto abbiamo i partigiani...no vabbeh, se la storia insegna qualcosa si stanno organizzando a liberare l'italia in nome del buon calippo...!!!!!!

      Elimina
    3. Buonasera!! ho 60 anni , mi sono rotto i coglioni di voler sentire del loro terrorismo MEDIATICO
      ...vi dico solo questo , smettetela di dargli spazio. INOLTRE RICORDO AI SIMPATIZZANTI DELL'ISIS CHE NOI EUROPEI ABBIAMO LA BOMBA ATOMICA, ABBIAMO I DRONI E BASTA UN TELECOMANDO PER SPAZZARE TUTTI STI IGNORANTI RAZZISTI ..OK, E VISTO CHE SIAMO IN GUERRA I PIU FORTI VINCONO...ISIS VI CONVIENE FERMARVI, VI CONVIENE LA PAZIENZA E AL LIMITE SOPRATUTTO LA MIA, MANDATEGLI I VIDEO DI HIROSHIMA...

      Elimina
    4. Riguardo alla propaganda pro Isis. ....Che vadano pure a combattere in Siria ed Iraq. ... noi non li tratteniamo,anzi se fosse per me,li si dovrebbe caricare su un bel barchino con kerosene acqua e cibo a base di carne di maiale per tre giorni ed una carta nautica con le indicazioni per raggiungere le coste libiche e tanti saluti.....se ci arriveranno bene altrimenti se affondano...inshallah...!!!!!

      Elimina
    5. I jihadisti che fanno propaganda per gli islamici europei di 2^ e 3^ generazione per mandarli a combattere in Siria ed Iraq.....c'e' chi in italia li definisce cosí:
      """carini, avanzati, progressisti, illuminati, colti""...!!!!!
      fare attenzione a non sottovalutare e cosi forti lo sono a causa dei nostri cagasotto politicanti Pd Sel Ncd M5S.

      Elimina
    6. Ma vadano pure a combattere in siria per
      l'isis tanto nessuno li tratterrà,magari darete un dispiacere alla boldrini ma riusciremo a sopravvivere.Anzi già che siete sulla strada portatevi pure i rom.

      Elimina
  59. http://voxnews.info/2014/04/24/da-lampedusa-con-la-scabbia-suore-respingono-i-clandestini/







    QUESTE SUORE DI CHIETI CHE HANNO RESPINTO I CLANDESTINI CON LA SCABBIA PER OVVIA PAURA DI CONTAGIO HANNO DIMOSTRATO DI AVERE QUELLE PALLE CHE LE MADAMIGELLE DELLA MARINA MILITARE E DELLA GUARDIA COSTIERA NON HANNO PIÙ IMBARCANDO CANI E PORCI PUR DI BECCARE INDENNITÀ VARIE PERCEPITE NELLO STIPENDIO. ...FREGANDOSENE SE QUESTI CLANDESTINI POSSANO ESSERE UN SERIO PROBLEMA PER GLI ITALIANI.......
    GRAZIE DI CUORE A SUOR ADA DI CHIETI A CUI NON FREGA NULLA DI QUELLO CHE FARFUGLIA QUESTO PAPOCCHIO BERGOGLIO RIMBAMBITO DA IENE VORACI CHE TUTTI I GIORNI CONTANO EURO SU EURI PER OGNI CLANDESTINO CHE METTE PIEDE IN ITALIA.

    RispondiElimina
  60. http://voxnews.info/2014/04/26/suor-ada-contro-alfano-basta-italia-non-puo-accogliere-altri-immigrati/






    SUOR ADA MINISTRO DELL'INTERNO AL POSTO DI ALFANO CHE È UN INCAPACE DI DIFENDERCI DALL'INVASIONE DEL NEMICO ISLAMICO.

    RispondiElimina
  61. http://voxnews.info/2015/04/28/arrivano-profughi-popolazione-assalta-centro-e-li-mette-in-fuga-foto/





    GLI ITALIANI COMINCIANO A DIRE


    BASTAAAAAAAAAAA

    RispondiElimina
  62. http://www.quartocanaleweb.com/2015/pozzuoli-protesta-anti-immigrati-licola-mare-parla-lassociazione-unala-di-riserva/#


    POZZUOLI, PROTESTA ANTI IMMIGRATI LICOLA MARE. PARLA L’ASSOCIAZIONE UN’ALA DI RISERVA

    27 Aprile 2015

    Dopo la protesta anti-immigrati sfociata nel tentativo di entrare con forza nella struttura di prima accoglienza di Licola Mare da parte di residenti, parla il presidente dell’associazione “Un’ala di riserva” che avrebbe dovuto accogliere immigrati in attesa dello status di rifugiati politici......


    Sentiamo cosa dice questo affarista camorrista..!!!!

    RispondiElimina
  63. http://www.parmaquotidiano.info/2015/04/28/casa-pound-che-occupa-a-baganzola-un-esempio-di-insensibilita-civile/








    ARTICOLO MINACCIOSO CHE NON MI FA CHE RIDERE. IL CLANDESTINO RACCATTATO NEL MEDITERRANEO DAL PD E COOP ROSSE MAFIOSE ALLA BUZZI È AL 99% ISLAMICO DI SESSO MASCHILE IN MOLTISSIMI CASI AFFETTO DA SCABBIA O ALTRE PATOLOGIE INFETTIVE E CHE LASCIA IL PROPRIO PAESE O PERCHÉ RAPITO E COSTRETTO A IMBARCARSI DA SODALI MAFIOSI DELLE COOP A CUI FORNISCONO RISERVATAMENTE COORDINATE DI VIAGGIO OPPURE TRATTASI DI DETENUTI LIBERATI DALLE AUTORITÀ PER CACCIARLI VERSO L'ITALIA OPPURE DI ISLAMICI TERRORISTI IN ERBA O GIÀ ISTRUITI A COMPIERE ATTENTATI. NOI SUPPORTERS ANONIMI DI CASAPOUND NON DOVREMMO NEMMENO MANIFESTARE IL NOSTRO DISAPPUNTO PER QUESTO FAVOREGGIAMENTO ALLA IMMIGRAZIONE CLANDESTINA ATTUATA DOLOSAMENTE DAI VALOROSI SUPPORTERS ANTIFASCISTI..??????

    MA FATEMI IL FAVORE CHE L'OCCUPAZIONE ABUSIVA ED ILLEGALE È QUELLA REALIZZATA DAL GOVERNO RENZI SU EDIFICI CHE DOVREBBERO ESSERE MESSI A DISPOSIZIONE DELLA CITTADINANZA DOC ITALIANA E NON A SPESE NOSTRE PER ACCOGLIERE MAGARI CHI SCAPPA DALLA PROPRIA TERRA SENZA COMBATTERE IL NEMICO IN ARMI. LA COSTITUZIONE ITALIANA ANCHE SE NON CONDIVISIBILE IN TUTTO QUELLO CHE RECITA COMUNQUE TUTELA IL DIRITTO ALLA PAROLA ED AL PENSIERO ""LIBERO"" E NON SOVIETIZZATO DAL PD NEI CONFRONTI DEI PROPRI ELETTORI CHE SONO ORMAI LOBOTIMIZZATI ED INCAPACI DI TUTELARE I PROPRI INTERESSI DI NATIVI ITALIANI E QUINDI DI STIGMATIZZARE LE INIZIATIVE ASOCIALI DEL PD.
    RESPINGO CON SDEGNO LA DICHIARAZIONE CONGIUNTA DEI DUE PIDDINI A CUI RICORDO CHE NEL RAPPRESENTARE POLITICAMENTE I PROPRI ELETTORI HANNO L'OBBLIGO DI RISPETTARE IL GIURAMENTO DI FEDELTÀ ALLE LEGGI ITALIANE IN MATERIA DI TUTELA DELLA COSA PUBBLICA LA QUALE NON DEVE ESSERE USATA A SCOPI PERSONALI E DI LUCRO CONSIDERATO CHE LA IMMIGRAZIONE INCONTROLLATA STA COSTANDO MILIARDI DI EURO SOTTRATTI AL BENESSERE DEGLI ITALIANI CHE LAVORANO E PAGANO LE TASSE.
    SOVRANITÀ PRIMA GLI ITALIANI SIGNIFICA DARE A CESARE QUEL CHE È DI CESARE E I BENI MOBILI ED IMMOBILI DEL BELPAESE SONO INALIENABILI E DI ESCLUSIVA PERTINENZA DEI CITTADINI ITALIANI. SE IL PD VUOLE MANTENERE FANKAZZISTI FALSI PROFUGHI RACCATTATI VOLUTAMENTE PER SCOPI INCONFESSABILI LO FACCIA DI TASCA PROPRIA E SAPPIA CHE LA CORDA PRIMA O POI SI ROMPE SE TIRATA TROPPO E CHE LA PAZIENZA DEI PATRIOTI SUPPORTERS ANONIMI DI CASAPOUND È AL LIMITE. LA SMETTANO CON QUESTO ANTIFASCISMO PELOSO DI CUI NON CONOSCONO NULLA SE NON GLI OMICIDI PERPETRATI DA QUEI PSEUDOPARTIGIANI CON LE FOIBE O LE CENTINAIA DI ESECUZIONI SOMMARIE COMMESSE VIGLIACCAMENTE ANCHE NEI CONFRONTI DI DONNE INERMI E PRETI CATTOLICI CHE NON VOLLERO PIEGARSI ALLA BRUTALE TRAGEDIA COMUNISTA.
    IO DA SUPPORTERS ANONIMO CONTINUERÒ IMPERTERRITO AD APPOGGIARE QUELLE INIZIATIVE PATRIOTTICHE CHE CASAPOUND REALIZZERÀ PER OPPORSI AL DEGRADO PIDDINO.

    RispondiElimina
  64. http://m.parmatoday.it/cronaca/scuola-castelnuovo-casa-pound-pd-polemiche.html



    A QUESTA MINACCIOSA DICHIARAZIONE PELOSA PIDDINA RISPONDO COME AVREBBE FATTO IL MITICO ""BOMBOLO""...


    PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR. ..!!!!!!!

    RispondiElimina
  65. NO AL CENTRO DI ACCOGLIENZA DI FINTI PROFUGHI IN UNA SCUOLA PUBBLICA A BAGANZOLO DI PARMA SPONSORIZZATA DAL LOCALE PD....


    ANTONINO DA ROMA

    RispondiElimina
  66. no alle losche attività mafiose delle coop alla Buzzi

    RispondiElimina
  67. Sovranità
    Prima
    Gli
    Italiani

    RispondiElimina
  68. VIVA CASAPOUND
    ABBASSO IL PD TRADITORE DELLA PATRIA

    RispondiElimina
  69. Anche Buzzi dichiarò al telefono intercettato che il business della finta accoglienza e sussistenza di zingari e clandestini rende alle sue cooperative più del traffico illegale di droga.
    Cooperative inserite nella Lega coop. ..!!!!!!!!!
    Chissà cosa ne pensano di ciò i signorotti piddini parmensi che vivono con le attività di lucro di queste associazioni alla Buzzi...??????

    RispondiElimina
  70. La convenzione di Dublino la rispetta solo l'italietta piddina mentre gli altri Stati europei respingono i clandestini senza tanti complimenti...!!!!!!!!

    RispondiElimina
  71. Vedo che anche i piddini leggono sul sito nazionale di Casapound e gli rode nel leggere tanti commenti contrari alla stolta politica di immigrazionismo incontrollato ed affaristico.
    La insensibilità civile di cui parlano i due tipi del Pd parmense è quella di chi fomenta e agevola questo ESODO BIBLICO che fa arricchire tanti parassiti tra cui chi gestisce le associazioni che beccano da 35 a 100 euro a raccattato salvo poi mandarlo per strada ad elemosinare oppure a rubare oppure a vendere la merda cinese taroccata oppure a spacciare oppure ad occupare edifici pubblici assieme ai centri asociali e pretendendo che la popolazione mantenga questi sconosciuti non invitati.
    Ma mi faccia il piacere (copyright TOTÒ).

    RispondiElimina
  72. Risposte
    1. Basterebbe analizzare oggettivamente le politiche economiche e sociali realizzate finora da indegni governi Monti Letta Renzi per svegliarsi dal torpore narcolettico in cui sono caduti milioni di italiani che continuano a dare voto elettorale e plauso a Pd Sel Ncd M5S.
      Siamo sull'orlo del baratro per dolose scelte antitaliane ed antisociali ed antisovrane poste in essere da 4 anni a questa parte dai suddetti loschi figuri politici eppure i nostri beneamati concittadini italioti stanno lì a plaudire Renzi e compari che ci hanno massacrato senza pietà ed hanno pure pesantemente penalizzato una fetta molto consistente di utili idioti che hanno votato Pd Sel M5S.
      Che dire? ???!!!!!
      Che fare si sa. ...continuare nella battaglia per mandare a casa questi burocrati corrotti vestiti da politicanti fintamente al servizio del popolo.

      Viva Sovranità prima gliitaliani.

      Elimina
  73. assolutamente! Sempre. L'Italia agli ITALIANI!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando finiranno i soldi ci sarà da ridere nel vedere i cornuti piddidioti doversi nascondere non potendo confessare ai clandestini illusi e sfruttati che se ne devono tornare a casa. Per chi ha la coscienza a posto e non ha mai partecipato a questo zozzo immigrazionismo....è facile stare alla finestra e contare i morti....

      Elimina
    2. Tutti ai banchetti di Casapound o leganord per sostenere i militanti al lavoro.
      La patria ha bisogno di tutti nessuno escluso per ricacciare nelle fogne della sporca storia i comunistoidi.

      Elimina
  74. ma dai! l'immigrazione puo` essere cosa buona per la PATRIA! e poi non si puo` fermare: cosa facciamo, costruiamo la muraglia cinese? adeguatevi ai tempi!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vai a cagare nella pila cojotes ché tu non sai nemmeno cosa sia la Patria....non è il modello dell'ultimo smartphone....


      Mi riferisco all'anonimo delle 17:28....

      Elimina
    2. Ammazza che cosa intelligente hai scritto..!!
      Siccome gli zingari sono usi rubare 24/h allora tanto vale fargli trovare fuori casa davanti l'uscio il sacchetto coi monili e non se ne parla più. ......

      Elimina
    3. Io una sola cosa buona dall'immigrazione incontrollata come questa non la vedo.
      È un esodo biblico che ci sta Impoverendo sempre più e che sta facendo saltare qualunque livello di salvaguardia. Non è accettabile che l'italia diventi un enorme CAMPO PROFUGHI.
      Chi paga tutto questo? Ci stiamo indebitando in modo assurdo ed insostenibile e ci stiamo togliendo il pane dalla nostra bocca e da quelle dei nostri figli per mantenere orde di veri o presunti disperati ma a tutto c'è un limite Il debito pubblico aumenta sempre più; le aziende chiudono per l'impoverimento generale del popolo i cui figli non hanno più un futuro certo; le pensioni minime sono al di sotto di quel livello che era stato costruito in anni di sacrifici. I giudici civili e penali emettono sentenze contro gli interessi italiani e ci obbligano a spendere anche i risparmi del futuro in nome di una presunta ed immotivata solidarietà verso il clandestino che a questo punto aumenterà sempre di più perché si è sparsa la voce che arrivando comunque in Italia si avrà diritto ad essere mantenuti al 100% vita natural durante anche senza lavorare anche perché la disoccupazione è al 15% e quella giovanile al 45%.
      Ma dico!!!!!!!!
      Pensiamo di far arrivare in Italia tutta quell'Africa composta da milioni di affamati e sfruttati da organizzazioni mondialiste tipo FAO e ONU ed UE che di fatto sono parassite ed autoreferenziali e basta.? ????
      Come mai queste popolazioni africane e mediorientali """presunte affamate""" riescono tranquillamente a riprodursi senza sosta?? Le nostre donne italiane non riescono a fare figli per non perdere il peso forma e femmine semianalfabete e affamate e malate riescono a sfornare figli nella totale miseria ed a farli crescere come se niente fosse???? C'è qualcosa che non va..!!!!!!!!
      Donne presunte debilitate che sono di contro formidabili fattrici??
      Non viene il dubbio che la FAME in questo caso sia un finto espediente per attuare un genocidio della razza europea progredito da secoli di cultura e di scoperte scientifiche e di miglioramenti sociali?? Io è da 4 anni che vedo l'intento malefico di questi criminali riuniti nel Pd di voler meticciare la razza italiana e di renderla una massa informe e docile da sottomettere e sfruttare a piacimento. Quel livello di benessere collettivo che doveva essere l'obiettivo
      programmatico da raggiungere entro il 2010 è svanito nel nulla.! !!!!
      Ci sono al momento due livelli sociali che si stanno costruendo:

      Patrizi
      Plebei

      Come nell'antica Roma ci saranno in un futuro non molto lontano un immenso popolo povero e schiavizzato ed una Elite di ricchi che camperanno alla grande sulla pelle di milioni di poveri sfruttati e destinati a soccombere oppure a ribellarsi violentemente contro tutto ciò.

      Elimina
    4. Sarà cosa buona per te che forse vivi in svizzera come De Benedetti col gruzzoletto arraffato sulla pelle altrui e te ne freghi.!!!!!!!!

      Elimina
    5. A questo punto costruiamo un ponte tra la Sicilia e l'Africa e non se ne parla più.
      Due corsie in cui Noi italiani andiamo via dalle nostre terre e gli africani che prendono il nostro posto e sapranno come fare per non morire di fame visto che arrivano milioni di presunti affamati da luoghi in cui la carestia sarebbe la normalità. .!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
    6. Sta saltando il banco e tra non molto arriverà il fatidico

      SI SALVI CHI PUÒ

      Elimina
  75. Se entrassero solo donne mulatte tutte gnocche da sballo non avrei nulla da ridire così da togliere dalle palle tante racchie in circolazione ....così come fece Mussolini in Abissinia dove seleziono'......
    La Patria maschile Doc ringrazierebbe. ....

    RispondiElimina
  76. CHE ASPETTIAMO A FARE QUALCOSA? ???




    http://voxnews.info/?p=63266

    INVASIONE, LOMBARDIA
    METTONO A FERRO E FUOCO BRESCIA: GOVERNO LI REGOLARIZZA.

    MAGGIO 1, 2015 

    Mettere a ferro e fuoco una città rende quando sei clandestino. Il Consiglio di Stato ha, infatti, espresso il proprio parere sulla richiesta del Dipartimento per l’Immigrazione del Ministero degli Interni, in relazione alla sanatoria dei clandestini del 2012.

    Si è pronunciato sulla validità della prova della presenza in Italia, almeno al 31 dicembre 2011, senza fissare limiti temporali, e sulla natura degli “organismi pubblici” in grado di produrre documentazione attestante tale presenza, soffermandosi sulla documentazione dei medici. Dunque, di fatto, dà il via libera alla riapertura delle pratiche rigettate – giustamente – dalla Prefettura di Brescia. Vergognoso. L’unico Prefetto che in Italia ha fatto rispettare la legge è stato rimosso da Al Fano, poi, lui in combutta con alcuni sedicenti magistrati pagati a peso d’oro ha partorito questo ennesimo schiaffo ai disoccupati italiani.


    Già festeggiano i vandali e i loro protetti. Nella giornata di giovedì 30 aprile si è tenuta una prima riunione dei legali (quelli che curano i ricorsi per i Kabobo di turno) degli sportelli sull’immigrazione, che avevano partecipato all’incontro al Ministero dell’8 aprile.

    “La riunione”, ha commentato l’assessore del comune di Brescia, il fanatico Marco Fenaroli, che ha seguito per conto della Loggia la questione clandestini, “si è svolta nel salone Savoldi in Piazza Repubblica, alla mia presenza e del Viceprefetto vicario Salvatore Pasquariello. Si è concordato che venga al più presto inviata una nota al Dipartimento, curata dai legali, per chiedere che la circolare ministeriale, annunciata con l’invio del testo del Consiglio di Stato, dia chiare indicazioni del percorso necessario alla riapertura del riesame delle pratiche controverse”.
    Tutti contro gli italiani e a favore dei clandestini.




    COMMENTO:
    rokydum
    MAGGIO 1, 2015 ALLE 1:58 PM
    Ormai non mi meraviglio più di nulla, gli italiani ormai sono solo dei sudditi a cui estorcere gli ultimi soldi rimasti … poi il caos.

    RispondiElimina
  77. http://m.ilgiornale.it/news/2015/05/06/immigrati-tra-ville-verde-e-piscine-a-roma-scoppia-la-rivolta/1124964/


    6 Maggio 2015


    Sergio Rame

    "I richiedenti asilo qui non li vogliamo". Sale la tensione a Casale San Nicola, quartiere residenziale della Roma bene a pochi passi dall'Olgiata, contro l'apertura di un nuovo centro di accoglienza per richiedenti asilo. A scendere in piazza contro il sindaco Ignazio Marino e il ministro dell'Interno Angelino Alfano sono i residenti dell’elegante comprensorio a cavallo dei municipi XIV e XV.

    Ieri, durante un'affollata e tesa assemblea al circolo del tennis delle "Molette", i residenti hanno ribadito davanti agli amministratori dei due municipi, tra cui il presidente del XV Daniele Torquati, i timori per l’arrivo di un centinaio di rifugiati nel comprensorio di ville immerse nel verde abitato da professionisti, nobili e diplomatici. "Abbiamo timori per la nostra sicurezza anche perché sullo status e l’identità di queste persone non ci sono certezze", ha detto l'avvocato Gloria Conti, presidente del comitato cittadini di San Nicola, invitando la Prefettura ad assicurare che la struttura scelta, ossia la ex scuola "Socrate", possieda i requisiti per ospitare un centro del genere. "C’è l’acqua potabile? - ha chiesto - le fogne sono adeguate?". In un settore segnato dalle inchieste di Mafia capitale, la cooperativa che gestirà il centro, la "Isola Verde onlus", ha, infatti, già iniziato i lavori pur inassenza di un’assegnazione definitiva del bando.

    All’incontro erano presenti anche i rappresentanti della "Isola Verde onlus". Che, però, sono stati duramente contestati. "Metteteli a casa vostra - hanno gridato in molti durante l’assembla - noi non li vogliamo". "A metà aprile abbiamo avuto una riunione in prefettura - ha assicurato la rappresentante della onlus, Michela Fagiolari - delle strutture che concorrevano per i 250 posti contenuti nel lotto 4 previsto dal bando, una è stata esclusa. Siamo sicuri di esserci per una questione numerica, per questo abbiamo cominciato i lavori di preparazione del centro". La Fagiolari ha assicurato di non trascurare la questione sicurezza: "Predisporremo telecamere e una navetta dal centro alla stazione". Ma i cittadini hanno annunciato l’attivazione di un presidio fisso per impedire che arrivino i rifugiati: "È una strada privata a uso pubblico, qui non entreranno".
    "Quest’area appare totalmente inadeguata. Inoltre il municipio ha già strutture di questo genere con evidenti problematiche, e non se ne possono immaginare altre", ha commentato il consigliere comunale di Fratelli d'Italia, Lavinia Mennuni, annunciando interrogazioni in Campidoglio perché i cittadini vengano ascoltati. "Sono disposto a portare qualsiasi istanza sollevata dai cittadini all’attenzione del prefetto Gabrielli - ha detto il presidente del XV Municipio Torquati - ma sappiate che qualunque questione di tipo pseudo-razzista non sarà appoggiata per nulla".









    Commenti


    Rossana Rossi
    Comunque penso che tanti dei protestanti hanno votato Marinuccio somarello perciò!


    Loudness
    Evvai... si comincia a fare sul serio... Certo, quando gli immigrati finiscono a Quarto Oggiaro, frega niente a nessuno... ma quando si comincia ad assegnarli nei quartieri a 5 stelle, beh allora il discorso cambia e tutti diventano meno buonisti. D'altronde gli inglesi dicono "not in my garden" e la logica la si può estendere anche qui... ognuno di noi vuole 5 tacche sul cellulare anche in cantina, ma il ripetitore deve essere a casa di qualcun'altro.


    lupo1963
    Finalmente !!!Questi quartieri in genere sono pieni di radical-chic .Vediamo se adesso i clandestini danno noia anche a loro.Fintanto che stavano in periferia alzavano il ciglio davanti ai razzisti xenofobi.

    stenos
    L'unico modo per farsi sentire è portare il pd dal 35 al 10%. Purtroppo non avverrà e quindi beccatevi i parassiti mantenuti con i nostri soldi.

    RispondiElimina
  78. http://voxnews.info/2015/05/06/bitonci-guida-marcia-di-protesta-contro-linvasione-dei-profughi-di-lusso/



    6 Maggio 2015

    RispondiElimina


  79. http://mattinopadova.gelocal.it/padova/cronaca/2015/05/06/news/bitonci-aderisco-anch-io-alla-fiaccolata-contro-i-profughi-1.11368073


    Fiaccolata contro i profughi, Bitonci:
    "Aderisco anche io".

    Il sindaco incontra un gruppo di cittadini che propongono di sfilare silenziosamente per il centro. Raccolte già mille firme contro la presenza di profughi nelle case private della città.


    06 maggio 2015


    PADOVA. I commercianti e residenti del centro che hanno raccolto mille firme contro l'accoglienza dei profughi consegnate ieri al sindaco sono tornati oggi a Palazzo Moroni per chiedere l'adesione del sindaco a una fiaccolata silenziosa che stanno organizzando venerdì 15 maggio per le strade del centro. "Vogliamo sensibilizzare le istituzioni, in primis la prefettura, a farsi portavoce con il governo del disagio che vive la città di Padova, che è sempre stata aperta e accogliente ma che non può più sopportare il peso di un'immigrazione che sta diventando un'invasione. Riceviamo chiamate da parte di anziani che hanno paura a girare in centro la sera. Non possiamo permettere la morte di questa città", spiega Filippo Sadocco, uno dei promotori dell'iniziativa. Il corteo, il 15 maggio, si snoderà per le vie del centro e arriverà in prefettura.

    Il sindaco Bitonci: "Aderisco per dare un segnale". “Nella giornata di oggi un gruppo di cittadini padovani, riunitisi in comitato, dopo aver raccolto già mille firme contro la dislocazione di cosiddetti profughi, provenienti dal Nord Africa in case private, ha richiesto al Comune di poter effettuare una fiaccolata silenziosa, apartitica, per le vie della città, contro quella che a tutti gli effetti si profila come un'invasione di persone di cui non si conoscono storia e intenzioni".
    Lo ha dichiarato il sindaco Massimo Bitonci, aggiungendo: "Aderirò a questa manifestazione e spero lo faranno anche molti i padovani, di qualsiasi fede politica, per dare un segnale tangibile del disagio che finisce per creare un'accoglienza disordinata e pericolosa, capace solo di alimentare il business delle cooperative. In città abbiamo già dato: la nostra priorità è aiutare giovani coppie, disoccupati e pensionati padovani”.

    RispondiElimina
  80. http://mattinopadova.gelocal.it/padova/cronaca/2015/05/05/news/profughi-gia-raccolte-800-firme-oggi-trenta-nuovi-arrivi-in-citta-1.11360516



    Profughi, trenta nuovi arrivi in città. Bitonci: "Sto pensando a un'ordinanza"

    Il leader dei commercianti Pellizzari denuncia: «Disponibili altre case in via Savonarola e in Ghetto». L'incontro del sindaco con i cittadini: "Ci sono violazioni di legge nell'ospitalità delle cooperative".


    Claudio Malfitano


    05 maggio 2015


    PADOVA. Ottocento firme raccolte e consegnate al sindaco Massimo Bitonci durante l'incontro con i residenti del centro. La questione profughi nelle case private continua ad essere al centro dell’azione politica di Palazzo Moroni. Anche in vista dei 30 nuovi arrivi delle prossime ore e degli annunciati 80 “fuori quota”.
    Ordinanza anti-accoglienza. "Mi ritengo un esperto in materia di ordinanze per motivi sanitari. Sto valutando seriamente di emettere un provvedimento in cui all'interno ci sono una serie di norme che io ritengo vengano violate quando si mettono delle persone come i profughi all'interno di alloggi privati". E' quanto ha detto il sindaco Massimo Bitonci dopo aver ricevuto le 800 firme raccolte in pochi giorni da Massimiliano Pellizzari.

    L'atto dunque sarebbe allo studio dei tecnici di Palazzo Moroni e potrebbe essere firmato dal sindaco nei prossimi giorni.

    Bitonci: "Farò un'ordinanza contro i profughi nelle case private".
    Incontri e arrivi. La questione profughi continua a essere la prima preoccupazione anche per la Prefettura. Un gruppo di 120 immigrati arriverà oggi da Ragusa a Marghera, per essere poi “smistati” in tutta la regione: nel Padovano ne sono previsti una trentina.

    Ieri mattina all’alzabandiera nella caserma Piave per l’anniversario dell’esercito, il sindaco Bitonci e il prefetto Impresa hanno dialogato per diversi minuti, scambiandosi le impressioni sull’emergenza.

    Bitonci: "Verificheremo se accogliere profughi in casa è legale".

    I commercianti del centro. «Abbiamo saputo con certezza che altri privati hanno dato disponibilità alla cooperativa Percorso Vita di don Luca Favarin per affittare il proprio appartamento per i profughi. Si tratta di case in via Savonarola e in Ghetto», è l’annuncio di Pellizzari, che ha chiesto alcuni giorni fa udienza al prefetto.

    «Vogliamo sapere se si tratta di casi isolati oppure se c’è un piano ben preciso. Molti commercianti stanno facendo investimenti per plateatici e arredo urbano. Temiamo un’invasione del centro storico».

    Il caso della casa Don Gallo. Pellizzari punta il dito anche contro la casa Don Gallo, la struttura occupata da «Razzismo stop» che ospita alcuni profughi in via Tommaseo. «L’altra notte c’è stata una rissa violenta. E tra pochi giorni inaugura la Fiera Campionaria. È proprio di fronte. Ci chiediamo se non sia il caso di intervenire».




    RispondiElimina
  81. http://video.gelocal.it/mattinopadova/locale/bitonci-lancia-la-raccolta-firme-no-ai-profughi-negli-appartamenti/41438/41555

    RispondiElimina
  82. Bitonci se va avanti cosi' ricordarsi che va benissimo ed è giusto che i clandestini vadano altrove ovvero a casa loro che stanno inquinando la nostra citta'. E se qualche persona non gli va di quello che sta facendo il sindaco di Padova, non stia a criticar che fino ad ora qui in città non si e mai visto tutte le cose cambiate e si spera che farà dell'altro. 

    RispondiElimina
  83. http://www.ilgiornaleditalia.org/news/cronaca/865107/La-Valle-d-Aosta--rifiuta.html


    6 Maggio 2015


    La Valle d'Aosta 'rifiuta' gli immigrati.

    E' scontro tra Governo e Regione. E il Presidente giustifica la sua scelta: 'Non abbiamo i requisiti per accogliere altre persone'.


    La Valle d’Aosta si rifiuta di accogliere gli immigrati. Ed è subito scontro tra la Regione autonoma e il Governo. 

    Nei giorni scorsi infatti era stata trasmessa dal Viminale una nuova circolare che chiedeva all’Ente di ospitare 79 stranieri nell’ambito dei 499 destinati anche alla Liguria e al Piemonte, che sarebbero dovuti arrivare nei giorni avvenire da La Spezia.

    Ma la Regione si è immediatamente opposta. Nella risposta del Governatore, Augusto Rollandin, nelle sue funzioni prefettizie, inviata martedì alla direzione centrale dei servizi civili per l’immigrazione e l’asilo e alla Prefettura di La Spezia, si legge “l’assoluta impossibilità” a “garantire posti di accoglienza temporanea che rispondano a criteri di sostenibilità e dignità, oltre ai 62 posti già occupati”. Il Presidente ha inoltre ribadito di aver “effettuato una ricerca di eventuali altri posti presso i 74 comuni della Regione, ma che tale ricerca ha sortito esito negativo”.

    Un rifiuto che è stato duramente contestato dal prefetto Mario Morcone, capo dipartimento del ministero per la Cooperazione internazionale e l’Integrazione. “Questo è un caso emblematico. Abbiamo chiesto di accogliere 79 persone in Valle d’Aosta, su 74 Comuni. Significa una persona per Comune e tre ad Aosta. Non c’è stato niente da fare. Abbiamo avuto una mail assolutamente di chiusura. Credo – ha concluso Morcone – che questo sia profondamente sbagliato e che dia anche segnali sbagliati ai nostri cittadini”.

    Ma il Presidente Rollandin ha giustificato le ragioni della sua scelta.  “Perché si possano accogliere queste persone esistono determinati requisiti – ha spiegato – Noi abbiamo fatto sapere al governo che questi requisiti non ci sono”. Il Governatore punta poi il dito contro l’Europa. “Questo problema a nostro avviso dovrebbe essere affrontato a livello europeo, perché quanto ci sono urgenze l’Europa non c’è, mentre c’è per dirci come deve essere l’etichetta dell’olio.

    RispondiElimina
  84. http://www.secolo-trentino.com/23684/pensieri-in-liberta/fermare-linvasione-no-cacciare-gli-italioti.html



    FERMARE L’INVASIONE?
    NO, CACCIARE GLI ITALIOTI.

    Augusto Grandi 

    28 aprile 2015

    Fermare l’invasione! Lo urla Salvini, lo ripete Del Debbio, lo sperano in tanti. Ma perché mai bisognerebbe fermarla? Per garantire la sopravvivenza della stirpe italica? Questa stirpe di questa Italia? Forse sarebbe meglio favorirla, questa invasione. Per distruggere completamente ogni idea di questa Italietta senza idee, senza coraggio, senza senso. Questa Italietta che si commuove per uno stupratore, purché clandestino, e se ne frega di una vecchietta indigena che fruga nell’immondizia alla ricerca del cibo. Questa Italietta dove i sindaci trovano i soldi per far ospitare i clandestini ma non hanno risorse per ospitare i senza tetto locali. Questa Italietta che aumenta le tasse sugli indigeni per la sanità per poterla offrire gratis ai clandestini. Questa Italietta che taglia le pensioni agli indigeni per poterle regalare ai parenti dei clandestini. Ed allora è inutile arrabbiarsi, indignarsi, protestare. Perché quelli che protestano sono gli stessi che non vanno a votare e consegnano il Paese al bugiardissimo che lo governa con il 20% dei consensi reali. Va bene così. D’altronde due guitti strapagati da Mediaset possono ironizzare sul mega plebiscito ottenuto dal presidente kazako. Rieletto con un’affluenza alle urne superiore al 90%. Meglio l’italietta, dove non vota nessuno e il bugiardissimo fa quel che vuole. Questa e’ la vera democrazia. Ma chi protesta contro l’invasione teme che i nuovi padroni si comportino come i tagliagole dell’Isis e distruggano tutto nel nome dell’Islam. A parte il fatto che gli invasori non son tutti islamici, a parte il fatto che ci sono islamici come Buttafuoco con una cultura leggermente superiore a quella della stragrande maggioranza degli indigeni dell’Italietta e che distruggerebbero le bellezze del Paese molto meno di quanto abbiano fatto gli italioti del dopoguerra, ma poi perché conservare le memorie di qualcosa che non c’è più e che non ci meritiamo? La Riviera ligure distrutta dai palazzinari, le periferie lerce dal Nord al Sud, strade a pezzi, monumenti che crollano, parchi abbandonati perché non ci sono soldi. Ecco, anche su questo l’idiozia dell’Italietta e’ evidente e totale. Investire sul turismo, con la tutela dei monumenti e dei paesaggi, garantirebbe quei guadagni che potrebbero essere utilizzati anche per aiutare i clandestini. Aiutare i clandestini significa invece togliere risorse per la crescita e ridurre, giorno dopo giorno, anche le risorse per gli aiuti. E gli italioti che svendono industrie e marchi agli stranieri perché in Italia non si può lavorare? Hanno tagliato gli stipendi, hanno ridotto i diritti e le tutele, e poi si sono lamentati perché gli sfruttati non compravano più. Così han venduto a chi sa ancora lavorare. A chi sa ancora investire. E allora, perché fermare l’invasione? Lasciamo che arrivino tutti, che distruggano o tutelino a loro discrezione. Non saranno peggio degli italioti che hanno distrutto questo Paese e che sono pronti a svenderlo.

    RispondiElimina
  85. http://voxnews.info/2015/05/07/vescovo-democrazia-mette-a-rischio-diritti-immigrati/






    IL FAMIGERATO MONS. PEREGO FAMOSO BUSINESS MAN PER CONTO DI BERGOGLIO STRILLA ALL'IDEA CHE L'IMMIGRAZIONISMO LUCROSO POSSA ARRESTARSI PER COLPA DI CITTADINI ITALIANI DA LUI CHIAMATI A DISSANGUARSI PER MANTENERE SENZA FIATARE MILIONI DI CLANDESTINI AL 99% PURE ISLAMICI NEMICI DICHIARATI DEI CATTOLICI COME IL PEREGO.
    ANCHE LA MAFIA PIDDINA SI DÀ DA FARE PER GARANTIRE ENTRATE QUOTIDIANE DI CLANDESTINI CON CUI SI GUADAGNA PIÙ CHE CON IL TRAFFICO DELLA DROGA (COPYRIGHT BUZZI ).

    RispondiElimina
  86. Sono piu' che mai convinta che un solo reato commesso dai clandestini extracomunitari (ma anche irregolari intra-UE) sia gia' troppo. Purtroppo i casi di omicidio, lesioni e violenze sessuali sono migliaia a partire dalla fine degli anni (19)80. Pare che la clandestinita'/irregolarita' non sia un'aggravante per la "politica" e la "giustizia" italiane!!! Io non posso uscire o far uscire i figli, le donne in certi orari e in certe zone per il rischio troppo alto. E' questo che vogliamo?? Teniamolo bene a mente al prossimo voto e no lamentiamoci se poi succede quello che la cronaca nera registra ogni due minuti in Italia ad opera di zingari criminali e di clandestini spacciatori e rapinatori e di extracomunitari banditi di professione.

    RispondiElimina
  87. http://voxnews.info/2015/05/07/gad-lerner-boicotta-la-val-daosta-perche-e-profughi-free/




    Un saluto affettuoso a Lerner. ..Gard. .fetecchioso..


    PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR
    PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR
    PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR
    PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR
    PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR
    PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR
    PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR
    PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR
    PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR
    PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR
    PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR
    PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR
    PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR
    PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR

    RispondiElimina
  88. http://voxnews.info/2015/05/07/arrivano-i-rom-sindaco-li-sgombera-immediatamente/







    QUALCHE SINDACO PATRIOTA NON SI ARRENDE...

    RispondiElimina
  89. http://voxnews.info/2015/05/06/svezia-paesino-alleva-maiali-per-impedire-costruzione-centro-profughi/







    SOLUZIONE ESATTA CONTRO I CANI MAOMETTANI

    RispondiElimina
  90. http://voxnews.info/2015/05/06/ucciso-uno-dei-decapitatori-di-isis/







    ALLA NOTIZIA APPENA APPRESA HO GRIDATO.


    HIP HIP URRA' URRA' URRA' URRA' URRA' URRA'....

    RispondiElimina
  91. Siccome tra questi clandestini ci sono donne incinte il numero degli arrivi di invasione italica aumenta sensibilmente! Dall'Europa riceviamo la "mancetta" affinché li teniamo qui e le coop, caritas etc ci fanno la cresta mentre tutte le spese sanitarie tipo ricoveri visite specialistiche etc restano a carico nostro, ovvero del servizio sanitario nazionale. Tra l'altro dal servizio del tg dell'altra sera una furbetta che ha partorito una bimba in barcone era ricoverata in una bella stanza singola (non ho visto altri pazienti) con medici e infermieri a disposizione ...
    chissà se anche i pazienti siciliani hanno lo stesso trattamento! Come disse qualcuno ...e io pago !!!

    RispondiElimina
  92. http://www.fanpage.it/padova-donna-di-90-anni-cede-la-sua-villetta-a-10-profughi/

    7 maggio 2015


    AGLI ITALIANI INDIGENTI NO? ????
    LA NOVANTENNE AVRÀ VISTO O SENTITO IN TV DI ITALIANI INDIGENTI MA LA CIRCOSTANZA L'HA LASCIATA INDIFFERENTE. ...INVECE È ARRIVATO IL SOLITO PRETONZOLO DELLA ONLUS IMMIGRAZIO/AFFARISTICA E L'HA PLAGIATA E CONVINTA A LASCIARE CASA SUA. ..??????
    MAH! !!!!
    FARE DEL BENE È ENCOMIABILE MA BISOGNA DARE LA PRECEDENZA AL VICINO DI CASA O DI QUARTIERE ALTRIMENTI È UNA CARITÀ CHE PUÒ ESSERE VIZIATA DA COSE STRANE NASCOSTE! !!!!!
    SPERIAMO CHE LA ONLUS AFFITTUARIA NON METTA DENTRO ISLAMICI E CRISTIANI ALTRIMENTI SONO DOLORI DI TESTA. ......X I CRISTIANI..!!!!!!!!

    CHE ITALIA DECADENTE CHE CONOSCIAMO ORA. !!!

    RispondiElimina
  93. http://m.ilgiornale.it/news/2015/05/07/immigrati-le-regioni-contro-alfano-basta-piu-arrivi-incontrollati/1125578/







    Commenti

    Italia Nostra
    Sarebbe anche ora!!


    FRANZJOSEFF
    COME SI VEDE CHE C'E' ARIA DI ELEZIONI. E GLI ELETTORI DI SINISTRA SONO SEMPRE PIU' INCAVOLATI VEDI POVERTA' E FAVORITISMI DATI AI CLANDESTINI E STRANIERI PER COLPA DEL PD SEL E ACCOZZAGALIA VARIA...


    nonmollare
    non ci sono più parole per definire questo infame di Alfano (come ha fatto Silvio a prenderselo sottobraccio...mah!). Questa gente NON lavora a casa propria...e qui dovrebbero lavorare gratis??? E se si rifiutano di lavorare cosa devono fare i sindaci? usare la forza???? ma allora usa la "forza" per tenerli nei loro paesi, la "equa distribuzione" falla nei loro paesi non qui. Pazzo pazzo pazzo...


    Zagovian
    Bene!...Le probabilità di incontrare Gad Lerner in qualche risort turistico in Italia,si assotigliano.....il poverino,sarà costretto(contento) a farsi le vacanze in qualche villaggio Africano....


    tomari
    Scappano dalle guerre? Anche dove guerra non c'è? Dalla fame...non si direbbe, vedendoli così in forma. Solo la Laira e la Carlotta, possono credere alle fandonie che ci raccontano...


    maurizio50
    I Sindaci sono i rappresentanti dei cittadini Italiani che li hanno eletti : era ora che mandassero a quel paese le dissennate direttive dei burocrati che , seduti al Viminale, dislocano Africani a destra e manca quasi fossero sacchi di patate! L'invasione degli Africani ha già portato al disastro numerose città (vedere Milano per credere) e non è francamente più tollerabile che si continui a far arrivare gente che bighellona nelle strade , pure ricorrendo a maniere forti per averla, o che in ogni caso si fa mantenere dal popolo italiano a tempo indeterminato!L'invasione deve cessare che piaccia o no alla sinistra e pur anche al Papa!!!!!!!!!


    Zagovian
    La volete smettere di usare la parola "disperati"??!!


    bingo bongo
    "Sono una risorsa" è vero.Portateli a Flora Firenze, parco delle Cascine, produranno tanto concime.Con quello che ci costa per farli mangiare,dormire e fargli fare il ruttino..


    mortimermouse
    ripeto, qualche spazio lo si trova! basta aprire le porte dei circoli del PD, e dei loro alleati, le fabbriche che finanziano il PD, le case degli iscritti al PD, gli enti pubblici che applicano orientamenti politici di sinistra, e i 500 parlamentari e senatori di sinistra potranno ospitare 5 clandestini a testa, per non parlare degli attori e cantanti di sinistra..... :-)

    RispondiElimina
  94. http://voxnews.info/2015/05/07/arrivano-i-profughi-vandalizzata-cappella-w-islam/







    PRETONZOLO CHE ACCOGLIE MERDOSI MAOMETTANI DI CACCA E SI FA OFFENDERE LA SUA RELIGIONE IMPUNEMENTE. ..!!!!!!
    IL DEMONIO IN ABITO TALARE? ?????!!!!

    RispondiElimina
  95. Ma questi cosiddetti Rom non lavorano, è acclarato : ergo, campano sulle nostre spalle oppure, diciamolo chiaramente, rubano: per quale motivo vanno sopportati, nutriti, alloggiati e non vanno accompagnati alla frontiera? Sarei proprio curioso di saperlo in via ufficiale. Perché lo stesso trattamento non è riservato ai nostri connazionali?

    RispondiElimina
  96. http://voxnews.info/2015/05/08/genova-al-posto-dei-malati-i-profughi-africani-foto/






    GRAZIE

    PD SEL M5S NCD

    RispondiElimina
  97. http://voxnews.info/2015/05/08/bitonci-prepara-ordinanza-contro-le-casei-ai-profughi-firma-salvini/





    SINDACO PATRIOTA CHE NON SI ARRENDE....

    RispondiElimina

  98. http://m.ilgiornale.it/news/2015/05/04/bitonci-a-casa-dei-profughi-la-coop-vuole-denunciarlo-per-violazione-della-privacy/1123791/


    8 maggio 2015


    Bitonci a casa dei profughi: la coop vuole denunciarlo per violazione della privacy.
    Il sindaco fotografato davanti alle abitazioni che ospitano i profughi. Ora le coop vicine al "prete degli ultimi" don Favarin vogliono portarlo in tribunale.

    Ivan Francese

    A Padova c'è un sindaco, Massimo Bitonci, che ha giurato guerra all'immigrazione selvaggia. Di ospitare clandestini e profughi nella propria città proprio non ne vuole sentir parlare. Tanto che la settimana scorsa ha fatto un giro per le vie del centro con l'assessore all'Edilizia Fabrizio Boron, facendosi fotografare davanti a una delle case private destinate all'alloggio dei profughi.

    Le immagini sono poi state pubblicate sul profilo Facebook di Boron, che le ha accompagnate con l'ironica didascalia "Citofonare profughi". L'iniziativa, per quanto priva di conseguenze concrete, ha suscitato però le ire della cooperativa "Percorso vita" di Don Luca Favarin, da sempre considerato il "prete degli ultimi". I legali della coop starebbero addirittura valutando un'azione legale contro il sindaco per violazione della privacy.

    Il Mattino di Padova, attaccando frontalmente sindaco e assessore, spiega che i profughi avrebbero preso il gesto del sindaco "come un'intimidazione". Al vaglio degli avvocati ci sarebbero diverse denunce, per violazione della privacy ma anche per procurato allarme o per istigazione al razzismo.

    Bitonci dal canto suo avrebbe già minacciato di querelare don Favarin dopo che il religioso aveva attaccato i leghisti come "persone nere e razziste".







    Commenti

    killkoms
    i solerti sinistri ipocriti..!


    lettore57
    Catto-comunisti di merda;. ..non si smentiscono mai

    Tuvok
    Ma basta con questa lagna del ""razzismo" ...sembra di sentire un disco rotto. Se i buonisti se la fanno sotto al pensiero di vedersi togliere l'unica loro fonte di reddito, si comprino un pannolone.


    fritz1996
    Il prete dovrebbe essere onorato di ricevere una visita del sindaco! Comunque, se Padova non gli piace, potrebbe farsi una visita turistica nel califfato: lì, senza troppe difficoltà (devono portare vestiti speciali), potrebbe davvero incontrare gli ultimi, cioè gli ULTIMI CRISTIANI rimasti in vita.


    Zagovian
    Bitonci,vai avanti così!!Sono solo una massa informe di ipocriti!!!


    Beaufou
    Il Mattino...spiega che i profughi avrebbero preso il gesto del sindaco "come un'intimidazione". Come come? Li ha intimiditi? Perché s'è fatto fotografare in una via di Padova? Quelli del Mattino devono essersi bevuti il cervello. Altro che Mattino, direi piuttosto notte fonda, buia e tempestosa per giunta, adatta all'incipit di un romanzo di Linus...


    maurizio50
    Poi i preti si meravigliano se la gente ne ha piene le tasche di loro. Questo prete ultrasciagurato vada a cercar di portare nella sua chiesa gli africani che arrivano a frotte!!!!!


    steacanessa
    Il solito falso prete.



    Kupo
    Si incazzano perchè gli sta portando via il boccone di bocca

    RispondiElimina
  99. http://voxnews.info/2015/05/09/parma-servono-altri-313-mila-euro-fuori-bilancio-per-fare-le-casette-ai-rom/








    PARMENSI SVEGLIATEVI CHE PIZZAROTTI VI STA DEPREDANDO PER CONSEGNARE VALIGETTE DI SOLDI VOSTRI ALLE COOP MAFIOSE ALLA BUZZI.
    313.000 EURO FUORI BILANCIO SONO UNA RAPINA A PD ARMATO. AGLI ZINGARI SARÀ GARANTITA L'ASSOLUTA IMPUNITÀ NELLE LORO SCORRIBANDE CRIMINALI IN CAMBIO DELLA DISPONIBILITÀ ALLA FALSA ASSISTENZA SOCIALE.
    CHE MERDA QUESTO AMMINISTRATORE CEREBROSTELLATO. ...!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  100. http://voxnews.info/2015/05/09/si-incatena-a-prefettura-contro-larrivo-di-clandestini/


    CPI LEGANORD SOVRANITÀ NON SI ARRENDONO. ......

    BRAVI. ..!!!!!!

    RispondiElimina
  101. https://m.facebook.com/permalink.php?story_fbid=426654384182037&id=127190204128458&substory_index=0&locale2=it_IT&__tn__=%2As



    Andrea Barabotti

    Questa sera passerò la notte qui, incatenato alla Prefettura.
    STOP ai clandestini in Toscana e soprattutto a Firenze: non mi muovo da qua senza un colloquio col Prefetto.
    Grazie a Bruno Nigro e Leonardo Batistini per essermi venuti a trovare! ‪

    #‎InsiemeperFirenze
    ‬‪#‎STOPinvasione‬


    Piace a Matteo Riguccini e altre 112 persone.

    Arianna Raffaelli
    il paese é ormai al collasso e se non ci sono più sussidi per gli italiani perché dovremmo darne agli stranieri?



    Federica Fusinato
    Spero in questo incontro.

     

    Giorgio Dino Tomaselli
    Un grande in bocca al lupo da Brescia!! Mai molà! RUSPAAAAA!!!


     

    Luca Aldebaràn Bartolozzi
    Nemmeno Gandhi aveva tutti questi sostenitori.
    Sei il nuovo Cesare.




    Luca Mattioli
    9000 x 1000€ al giorno che gli danno. Vitto e alloggio nei migliori alberghi a 6 - 7 stelle, Ferrari e Rolls che guidano i clandestini, cappio quanta gente ci marcia...... o non è vero??????



    Paolo Carbone
    Niente presidio Lega? Solo contro tutti?

     

    Angelo Artuso
    Vorrei venire anche io, ma son troppo lontano mannaggia!


    RispondiElimina
  102. ISLAMICI 2^E 3^ GENERAZIONE CRESCIUTA COME LA GRAMIGNA CHE VA ESTIRPATA PRIMA CHE SOFFOCHI LE PIANTE SANE.
    ISLAM=MORTE E PERTANTO VA ISOLATO NEL GHETTO DELLA STORIA DELL'UOMO E BASTA..!!!!



    http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2015/05/09/australiasventati-attentati-a-melbourne_d6db9a5c-44e3-4390-9634-de70b0dc5edd.html


    Australia:sventati attentati a Melbourne.
    Diciassettenne arrestato, sarà processato per terrorismo.


    09 maggio 2015

    (ANSA) - CANBERRA--La polizia australiana ha sventato un piano per far scoppiare tre bombe a Melbourne e ha arrestato un ragazzo di 17 anni che sarà processato lunedì prossimo con l'accusa di terrorismo. Il commissario della polizia federale australiana Mike Phelan ha detto che il giovane è stato arrestato ieri pomeriggio nella sua casa nei sobborghi di Melbourne, dove sono stati trovati tre ordigni artigianali, distrutti dagli artificieri. Ha poi aggiunto di ritenere cessato il pericolo.
       






    RispondiElimina
  103. http://voxnews.info/2015/05/09/prete-fa-rimuovere-striscione-lega-vietato-scrivere-clandestini/





    QUESTO PRETACCIO AFFARISTA BERGOGLIANO ANDREBBE RIMOSSO DAL PIANETA ITALIA E IMBARCATO SU UN BARCONE DIREZIONE ISIS..!!!!!

    RispondiElimina
  104. http://voxnews.info/2015/05/09/siena-protesta-sotto-prefettura-contro-arrivo-profughi/










    MALEDETTI TRADITORI DELLA PATRIA QUESTI PIDDINI DI MERDA CHE NON HANNO DIGNITÀ.!!!!!

    RispondiElimina
  105. http://m.ilgiornale.it/news/2015/05/10/la-chiesa-diventa-moschea-lartista-lascia-i-calzini-sporchi-nella-vasca-dellacqua-santa/1126617/



    10 Maggio 2015

    La chiesa diventa moschea: l'artista lascia i calzini sporchi nella vasca dell'acqua santa.
    A Venezia l'installazione della Biennale aveva trasformato una chiesa in moschea: ora si scopre che l'artista ha lasciato due calzini a mollo nell'acquasantiera.

    Giovanni Masini

    Un pugno allo stomaco. L'acquasantiera della chiesa di Santa Maria della Misericordia - la chiesa veneziana trasformata in moschea per la Biennale - trasformata in lavabo, con tanto di calzini (sporchi?) che penzolano dal marmo.
    Dopo le polemiche esplose per la trasformazione della chiesa in moschea, la sezione cittadina di Fratelli d'Italia ha organizzato un presidio di protesta davanti a Santa Maria della Misercordia, ottenendo di entrare in visita nel tempio degli islamici. Ieri pomeriggio, la scoperta che ha lasciato tutti basiti.
    A fianco della bussola d'ingresso, due calzini che penzolavano dall'acquasantiera, dove i cristiani conservano l'acqua benedetta per segnarsi con il segno della Croce all'atto di entrare in chiesa. Una provocazione bella e buona, spiega il capogruppo di Fdi in consiglio comunale, Sebastiano Costalonga: "Sembra che a lasciare lì i calzini non siano stati gli islamici ma l'artista che ha realizzato l'installazione".
    Sul luogo ha effettuato un sopralluogo il questore Angelo Sanna, che ha voluto verificare di persona la situazione. Inoltre il comune lagunare ha concesso dieci giorni di tempo per provare che la chiesa non sia più un luogo di culto, pena la sospensione di tutta l'iniziativa.
    Al telefono con il Giornale.it, il presidente della comunità islamica di Venezia e provincia, Muhamed Amin Al Adhab, spiega che si tratta di una provocazione e ipotizza anche che la foto possa essere stata scattata da una persona che ha lasciato i calzini nell'acquasantiera solo per poter poi gridare allo scandalo.
    Al netto delle considerazioni sul buon gusto e sulla sensibilità religiosa di cristiani e musulmani, proviamo a porci una semplice domanda. Che succederebbe se in una moschea da tempo chiusa al culto - poniamo per esempio Aghia Sophia ad Istanbul, che pure per lunghi secoli fu una chiesa - venisse installata una cappella cattolica? Che succederebbe se un artista in vena di provocare decidesse di installare un wc automatico nella nicchia che indica la direzione della Mecca, il mihrab?
    La domanda è rivolta soprattutto agli islamici di Venezia.Non perché cessino di pregare, ma perché siano loro, per primi, a togliere quegli indecenti calzini dall'acquasantiera. L'arte giustamente, si muove all'interno di una zona franca in cui la provocazione ha pieno diritto di cittadinanza. Ma quando si decide di fare arte utilizzando l'anelito di ogni uomo verso il divino, bisognerebbe rispettare ed onorare il senso del sacro di tutti.


     




    Commenti

    Gianenrico
    Oh Papa Ciccio, ma a lui un "papagno" non lo tiri? ???


    killkoms
    e i preti pensano alle donnette di silvio..!


    primair
    la terza guerra mondiale cambierebbe molte cose !


    primair
    la terza guerra mondiale cambierebbe molte cose !


    simonemartini
    Evitiamo di chiamarlo artista, si chiama anima gretta,ignorante e intollerante, venderebbe sua madre pur di attirare l'attenzione. Non bisognerebbe dedicargli altri articoli perhè è quello che desidera! Un consiglio: perchè non attacca crocefissi in una moschea?...Vigliacco conformista...


    Nonmimandanessuno
    Ma cosa c'è più da chiedersi. Siamo finiti, ripeto FINITI.


    robocop2000
    VERMI REIETTI VI PASSEREI A FILO DI BAIONETTA !!


    mario.leone
    Artista? Ho seri dubbi. Cazzone forse, anzi senza forse!


    Jimisong007
    un Cesso di artista

    RispondiElimina