martedì 3 marzo 2015

280 commenti:

  1. Grandiosiiiiiiiii ...!!!!
    Un intervento quello di Simone Di Stefano da vero leader politico degno di ricoprire un incarico di assoluto rilievo al governo nazionale.
    Salvini ha capito che Sovranità è un polo politico di tutto rilievo che ha già buoni numeri ma che può crescere anche nei consensi elettorali.
    Mi fa incazzare all'ennesima potenza la vigliacca decisione sia di Rai che di Mediaset di aver voluto ignorare volutamente l'intervento sul palco di Di Stefano ed anzi a Tgcom24 il conduttore della diretta dichiarava falsamente che nessuno di CPI avrebbe preso la parola e al momento giusto lanciava una lunga pubblicità e presentava altri reportage per boicottare lo stupendo intervento di Simone Di Stefano....
    Lo stesso hanno fatto a Rainews24......vigliacchi
    Bravo Simone e in bocca al lupo per una futura rappresentanza politica del Popolo della Destra radicale patriottica identitaria italiana.
    Rosichera' parecchio chi aveva predestinato un flop della manifestazione anche nel centrodestra ove parecchi sono attaccati alla poltrona con colla epossidica....!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Stupendo colpo d'occhio dell'arrivo in piazza di migliaia di italiani 0/80 anni che non si arrendono alla troika immonda che vuole il genocidio della razza italiana.
    Bello e commovente lo striscione colla foto dei due Marò di cui è mancato un cenno di saluto nell'intervento ma il tempo a disposizione era risicato e pertanto va bene così.
    Migliaia di italiani in piazza hanno salutato con ovazioni da stadio l'arrivo della delegazione di Sovranità con in testa Simone Di Stefano che ha fatto da apripista al corteo lunghissimo che si perdeva a vista d'occhio e composto da tutti i rappresentanti e militanti di Cpi provenienti da tutta Italia.
    Commovente tutto e fa ben sperare in un futuro migliore per noi italiani identitari da 500 generazioni.
    Buon lavoro.

    RispondiElimina
  3. Sovranità e Casapound FOREVER

    RispondiElimina
  4. http://www.linkiesta.it/casa-pound-lega

    03 Marzo 2015

    CasaPound fa paura, ma i suoi voti piacciono a tutti.

    Nel 2006 erano candidati dalla Fiamma con la Casa delle Libertà. A Verona eletti nelle liste Tosi.

    Marco Sarti

       
    I militanti di CasaPound fanno paura, ma solo se si alleano con la Lega Nord di Matteo Salvini. Dopo la manifestazione di Piazza del Popolo, nel centrodestra ormai nessuno nasconde i timori..... Strano che nessuno si era preoccupato quando CasaPound venne candidata assieme alla Casa delle Libertà..................................
    ...........................

    RispondiElimina
  5. Mi sa che Salvini comincia a fare paura al sinistrume. Temono che il loro regime sinistro non eletto dai cittadini imposto da eu/usa possa vacillare fino a cadere e quindi si attaccano a casapound....Beh, se i giovani di casapound condividono i programmi pro-italiani della Lega c'è solo da far loro i complimenti. Diversamente dagli estremisti antagonisti di sinistra, pro extracomunitari e rom.
    Salvini ha ragione. Fascisti e Comunisti sono materia da libri di storia, storie brutte entrambe. Personalmente sono ancor più ''rigoroso'' di Salvini, quindi per qualche cretino sarei... fascista. MA Non lo sono affatto perchè rispetto i Diritti individuali e soprattuto i DOVERI individuali. Se però Voterò LEGA mi Adatterò alle TEMATICHE di Salvini, e non pretenderò le Mie, ovviamente.
    i fascisti sono gli unici che hanno restito al cambiamento, sono tutti li belli sani altro che libri di storia! Intanto i vecchi comunisti si sono spostati a destra, vedi le manovre di renzi..

    RispondiElimina
  6. visto che siamo in democrazia ognuno può esprimersi come gli pare, visto che al senato siedono ex terroristi comunisti premiati per aver assassinato gente innocente io voglio urlare a squarciagola che sono fiero e orgoglioso di essere Fascista e Italiano, eterosessuale padre di famiglia e cristiano cattolico, capisco che per i sinistroidi essere cosi è un 'reato' ideologico' che va contro il loro modo di intendere i valori e la vita, ma tant'è io sono cosi, mi vorrete perdonare se non sono mussulmano,o zingaro o frocio perso, purtroppo sono nato eterosessuale e Italiano di religione Cristiana, che fare? dite che sarebbe meglio espatriare visto l'aria che tira in Italia? forse lo farò, o forse no, il punto è che la sinistra Italiana sta devastando 2000 anni di cultura e identità laico-religiosa che hanno fatto di questo paese quello che è stato fino all'avvento della metastasi comunista!!

    RispondiElimina
  7. Tempi maturi per abbandonare iniziative lodevoli ma improduttive locali di mera protesta per realizzare incontri politici ufficiali coi cittadini a cui presentare il programma di Sovranità..
    Bene bravi bis

    RispondiElimina
  8. Salvini Premier
    Iannone Ministro interno
    Di Stefano ministro esteri


    Evvivaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  9. pescatori siciliani e partite Iva di Cuneo, pensionati di Treviso e allevatori di Bracciano, volontarie di Italia Nuova e militanti di Casapound. Quello che Matteo Salvini definisce «un movimento di resistenza» contro i poteri forti rappresentati dal «servo sciocco»Matteo Renzi, il «fronte comune per la libertà e la sopravvivenza» evocato da Giorgia Meloni, è un insieme di individui e di movimenti che si ritrovano in una piazza del Popolo blindata sotto le insegne della Lega, nel nome di una unità ancora tutta da costruire. Un «popolo» che si esprime all’unisono con la rabbia dei «vaffa» urlati dal basso e amplificati dal palco, che liquida l’ex Cavaliere con lo striscione definitivo: «Berlusconi politicamente morto, meglio soli». «Siamo centomila» urlano gli organizzatori. C’è molta destra, attorno alla Fontana dei leoni: quella rappresentata da Casapound, partito anti-euro che chiede «il blocco dell’immigrazione», e quella di Fratelli d’Italia, che con Meloni definisce Renzi «figlio di Vanna Marchi» e tuona contro le tasse, le «vessazioni» dell’Agenzia delle entrate e gli sbarchi. C’è la Lega dura e pura, cresciuta con le parole di Umberto Bossi, ma con i piedi piantati nelle regioni del solidarismo bianco, come il Veneto, e rosso come l’Emilia Romagna, che sogna invece ancora «l’indipendenza». Gente arrivata a Roma sborsando 75 euro per pullman e maglietta “Renzi a casa”, che vuole per lo più tenersi a casa le sue tasse e spesso non sa neppure chi siano quelli di Casapound, che entrano in piazza in formazione militare scandendo «So-vra-ni-tà», preceduti dalle gigantografie dei due marò. «Dico no all’estremismo, ma non mi pare che siano estremisti: la battaglia è contro Roma» sentenzia Apollonio Segato, di Cimadolmo (Treviso). Il segretario del Carroccio, affiancato dai suoi predecessori, il fondatore Umberto Bossi e il governatore lombardo Roberto Maroni, e dal governatore del Veneto Luca Zaia, cerca nello scontento il collante necessario a far decollare il suo progetto di governo, dà voce a esodati e padri separati, agricoltori e poliziotti, giovani e medici. Indosso ha la maglietta “Io sto con Stacchio”, il benzinaio che ha ucciso un rapinatore nel vicentino. Saluta il videomessaggio di Marine Le Pen, annunciando un gruppo comune all’Europarlamento, ma cita don Luigi Sturzo, evocando il discorso ai «liberi e forti» e chiama a raccolta i delusi da Beppe Grillo e da Renzi. Il suo principale bersaglio è il premier, oggetto assieme ad Alfano e all’ex ministro Elsa Fornero dei «vaffa» della piazza. «Renzi è una pedina, servo sciocco di Bruxelles - dice - lui ha scelto Marchionne e Confindustria, noi i piccoli». È un discorso a tutto campo, quello di Salvini, che parte dai libri da leggere (da “La masseria delle allodole” di Antonia Arslan, sul genocidio armeno, a “Un uomo” di Oriana Fallaci), per poi tornare alle cose concrete: le accuse contro lo Stato «strozzino», la proposta di una aliquota unica al 15%. Liquida con una battuta le polemiche che accompagnano la partecipazione di Casapound: «È una piazza bella e contaminata. Io distinguo tra produttori e parassiti» dice. «La sinistra dice che non si possono toccare i vitalizi - attacca - perché sono diritti acquisiti, poi la Fornero cancella i diritti acquisiti. Noi cancelleremo la legge, e vaffa alla Fornero». Nell’Italia di Salvini «non c’è spazio per i campi rom». Gli immigrati vanno riportati a casa» perché, dice, per loro lo Stato spende oltre mille euro al mese contro i 300 euro per gli invalidi e perché, davanti al drammatico calo delle nascite «è in atto una sostituzione di popoli». Annuncia la richiesta di grazia per Antonio Monella, imprenditore bergamasco condannato per avere ucciso un ladro nel 2006 («Non esiste l’eccesso di legittima difesa»), chiede che la prostituzione sia regolamentata e tassata. Tra gli applausi e i fumogeni verdi, la manifestazione si scioglie.

    RispondiElimina
  10. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/03/una-mattanza-senza-fine-isis-uccide-gli-omosessuali-buttandoli-giu-dai-palazzi/1101195/



    VENDOLA AMICO DEGLI ISLAMICI??....BENE BENE

    RispondiElimina
  11. IL LEGHISTA EUROPARLAMENTARE BUONANNO PARLA LA MIA STESSA LINGUA E CREDO ANCHE DI
    CASAPOUND CREDO....!!!!!
    COMPLIMENTI AL NOSTRO AMICO LEGHISTA..





    http://tv.liberoquotidiano.it/video/11762531/Buonanno--Lega--a-Piazza.html

    Buonanno (Lega) a Piazza pulita contro i rom e il pubblico di Formigli.

    03 marzo 2015

    "Gli zingari sono la feccia della società".Gianluca Buonanno attacca i rom durante la puntata di Piazza pulita, andata in onda ieri sera lunedì 2 marzo su La7, e il pubblico di Corrado Formigli, a sorpresa, lo applaude con intensità fragorosa...
    In trasmissione va in onda il confronto tra il leghista e Dijana Pavlovic, presidente della Federazione rom e sinti. Lei accusa: "La Lega è fascista nel cuore, sceglie sempre il più debole". Buonanno ribatte: "Dimentica il comunismo..."; poi prosegue con il problema dei furti e di altri reati compiuti dai rom: "Purtroppo la maggior parte di voi è così. Portate pure in giro i bambini per fare certe cose..."; infine alza i toni: "Gli zingari sono la feccia della società". A quel punto il pubblico tradisce Formigli, con un vigoroso applauso al leghista.
    E Formigli, visibilmente irritato, li rimprovera e prende le distanze da tutti, da Buonanno ai seduti in studio....!!!!




    aquasimplex
    03 March 2015 - 15:03
    Formigli: si pensa, ma non si dice, E che diamine!



    Satanasso
    03 March 2015 - 15:03
    i RROM stanno bene solo in un posto...i Campi Di Sterminio...

    RispondiElimina
  12. Orgoglio nel pregiudizio stupido dei bigotti che scambiano lucciole per lanterne.
    Chi vuole vivere da italiano a casa sua senza rotture di coglioni di zingari e clandestini parassiti deve votare SOVRANITÀ e allora se si va al governo nazionale le cose cambieranno...

    RispondiElimina
  13. http://mobile.tgcom24.it/politica/alfano-l-accattonaggio-va-punito-verso-una-legge-per-sicurezza-citta_2098623-201502a.shtml





    Quel paraculo di al phaned cerca di farsi passare per un patriota nemico del degrado ma dimentica che il malessere della nazione è stato voluto da lui coi suoi provvedimenti antitaliani.
    I provvedimenti di cui parla a vanvera sono parte integrante del programma di Sovranità/Cpi quindi un pò di decenza prima di scopiazzare solo per propaganda politica acchiappapolli. Lui farà sempre quello che gli impongono i cattocomunisti........Amen

    RispondiElimina
  14. http://www.vvox.it/2015/03/03/diritti-lbgt-nipote-di-milk-a-vicenza/



    3.3.2015


    QUESTO TIZIO AMERICANO CHECCA È PRESENZA MOLTO SGRADITA E FAREBBE BENE AD ANDARE NEI PAESI ARABI ISLAMICI A SOSTENERE LE SUE BELLE IDEE E POI ANCHE IN ISIS COSÌ POTRÀ RICEVERE IL GIUSTO PLAUSO DA QUELLI.


    NOI ITALIANI PATRIOTI IDENTITARI NON LO VOGLIAMO E PUÒ FARE A MENO DI PROPAGANDARE UTOPIE INNATURALI DI FROCI IN ITALIA CHE HA 3000 ANNI DI REGOLE ANTIGAY . .....

    RispondiElimina
  15. http://www.ilvelino.it/it/article/2015/03/03/immigrati-guidoni-fi-giovani-lazio-stanziamento-27-mln-schiaffo-a-roma-e-provincia/dee48bcb-1666-45ad-af2f-2382278df175/


    3.3.2015


    MALEDETTI BASTARDI POLITICANTI FOTTI/ITALIA

    RispondiElimina
  16. Sovranità nazionale significa difendere la propria Patria dai nemici.

    RispondiElimina
  17. http://www.intelligonews.it/i-rom-sono-la-feccia-della-societa-per-buonanno-e-per-gli-italiani-twitter-shock/


    3.3.2015


    Commento

    gli zingari sono in Europa da secoli e non intendono affatto integrarsi. Colpa dei rassisti?


    RispondiElimina
  18. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/03/ora-salvini-zittisce-la-sinistra-lue-fa-peggio-di-mussolini/1101095/


    3 Marzo 2015

    Ora Salvini zittisce la sinistra: "L'Ue fa peggio di Mussolini".
    Salvini all'attacco: "Non hanno camicia nera o olio di ricino ma hanno spread e finanza". E lancia un opa sul Comune di Milano

    Sergio Rame





    Commenti

    Luci60
    sempre piu grande


    Memphis35
    Go, Salvini, go! Guarda e passa. Non t'inc....di loro.


    Giorgio5819
    La sinistra spieghi come può essere accettabile che vengano protetti gli assaltatori dei centri sociali a volto coperto. Spieghi quale valenza sociale possano avere gli spaccavetrine professionisti, i suoi imbrattatori, spieghi di cosa vive questa gente, come si mantengono, quale reddito hanno, cosa pagano al fisco...


    Efesto
    Per molti aspetti Salvini è attento e profeta. Fascismo e Comunismo vengono sbandierati come si fa ai bambini parlando dell'orco. Sono ambedue antistorici, come antistorica è la resistenza, il sindacato delle masse operaie, e tutti quei residui del XX secolo che ancora oggi vengono portati alla ribalta sensa senno. Il vero potere è nelle regole, nella burocrazia che ne controlla l'attuazione, e nell'informazione per condizionare il popolo. Ci stanno omologando e la passione che in vario modo è manifestata per Putin o altri soggetti autonomi (anche isis purtroppo) è di fatto una inconscia difesa dai sacerdoti del potere politico e finanziario.


    andrea da grosseto
    Con la Lega sempre. Sono gli unici che una volta caduto il governo sono sempre stati giustamente all'opposizione. E sono contento di vedere che Salvini se ne sbatte alla grande delle demagogie della sinistra e non ha alcun complesso di inferiorità.


    Sergio Sanguineti
    Mah!... Anche Salvini dovrebbe pensare un po' di più a quanto, effettivamente, ha lasciato uno statista come Mussolini, i cui regi decreti (seppur depurati di caratteristiche di Regime) sono tuttora vigenti, in totale assenza di effettiva legislazione in tutte le materie in essi contenute, raffazzonate malamente in leggi e leggiucchie emanate in 70 anni di malgoverno repubblicano! Affermando queste fesserie, Salvini fa il gioco di quelle sinistre che - da sempre - hanno remato (e remano tuttora) contro l'Italia! Si riesumano millantati "spettri" ma si dimentica l'oblio ultra-quarantennale delle foibe e dei massacri stalinisti (e non solo quelli)???


    Zizzigo
    I comunisti sono al potere... e, se la storia non fosse stata così travista, meglio i fascisti, da non confondere con i nazisti tedeschi!


    linoalo1
    Salvini,purtroppo è la realtà!Siamo in un Regime Comunista!Non è vero?Ditemi,tra i Posti di Comando,chi non è Comunista?Domani,con la Conquista anche di Raiuno,il cerchio si chiuderà!


    Rossana Rossi
    Ha perfettamente ragione. Ma alla UE e ai sinistr..zi è tutto permesso......

    RispondiElimina
  19. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/03/profughi-in-hotel-salvini-mette-su-facebook-il-numero-dellalbergatore/1101167/

    3 Marzo 2015

    "Profughi in hotel": Salvini mette su Facebook il numero dell'albergatore.
    Il leader del Carroccio mette online i dati di chi ospita i presunti profughi.

    Ivan Francese

    Quando sente parlare di profughi ospitati in albergo, a Matteo Salvini prudono le mani. In mattinata, il segretario della Lega Nord ha pubblicato sulla propria pagina Facebook uno status.
    "Vi piacerebbe fare qualche giorno di vacanza in montagna? Se siete "presunti profughi", potete! In Trentino, sul Monte Bondone, i gestori di un hotel (sulle piste da sci, con palestra e solarium) vi aspettano. Il signor Luca infatti dice "siamo in grado di ospitare 50 persone, abbiamo 26 stanze e 20 appartamenti grandi... saremmo in grado di fornire loro anche i pasti, dando a disposizione il personale". Che cuore d'oro... chi paga? Voi."
    Fin qui, nulla di nuovo. Le posizioni del segretario del Carroccio in tema di immigrazione e gestione dell'emergenza profughi sono note. A infiammare la rete è stata la decisione del politico leghista di pubblicare nome e numero di telefono della struttura alberghiera in questione.
    Tra i militanti leghisti, è inutile dirlo, la mossa del seretario ha raccolto solidarietà e indignazione: per il gestore dell'hotel trentino sono in arrivo, con ogni probabilità, migliaia di telefonate di protesta.




    Commenti


    Giano
    Altro che gogna, è giusto che gli italiani sappiano queste cose. In Sardegna, a Sadali, in un hotel 3 stelle con piscina, sono ospitati una cinquantina di immigrati, a spese nostre. E così in tante altre strutture alberghiere sul territorio. E' giusto che chi paga il conto (gli italiani) sappiano come vengono utilizzati i soldi. Anzi, bisognerebbe pubblicare l'elenco completo di queste strutture. Questa è informazione seria, altro che riempire ogni giorno le pagine con notizie gossipare.


    franco_DE
    io personalmente darei fuoco a quegli hotel che ospitano dei fuorilegge musulmani, io dico la mia idea personale quale barbone e clochard che sono.


    SanSilvioDaArcore
    Sarebbe giusto sapere quali alberghi offrono questi servizi per evitare di andarci...


    cgf
    OPS, i vetri di chi chiede trasparenza è sporco, ma guai a pulirli, potreste vedere che.... il re è nudo.


    aldolibero
    Abbiamo chiesto una settimana bianca a pagamento, ma non hanno piu' camere libere.SI VEDE CHE INCASANO DI PIU' CON GLI ALTRI "TURISTI".A QUESTO PUNTO, siamo italiani di nascita, QUALCHE HOTEL CI OSPITA GRATIS ANCHE PER 2\3 GIORNI? Gli sci li portiamo noi.Il cane e' nero.grazie mille


    FRANZJOSEFF
    SE CI SONO VECCHI ITALIANI E MALATI O GIOVANI DISPERATI CHE VIVONO IN MACCHINA E QUALCUNO E' STATO ANCHE ALLONTANATO DAL LUOGO DOVE VIVE IN MACCHINA. NAZIONALITA'? ITALIANA. SE QUESTA E' L'ITALIA DI OGGI ERA MEGLIO QUELLE DI PRIMA. SPACCIATORI EXTRACOMUNITARI LADRI AMMAZZANO RUBANO MINACCIONO HANNO TUTTO E DEVONO VEDERE DAI BALCONI MAGARI CON PIANTE E FIORI ITALIANI CHE SI SPARANO PER LA DISPERAZIONE. E POI CI SONO ....... CHE VONTANO SINISTRA. EBBENE SAPERE IN QUALI HOTEL CI SONO QUESTI COSI' NON SI VA PIU' E MAGARI CHIUDONO LI AIUTERANNO I LORO AMICI EXTRACOMUNITARI QUANDO SARANNO ASSUNTI SENZA CONCORSO DIRETTAMENTE IN BANCA MINISTERI ENTI LOCALI ASL SCUOLA MUSEI ETC


    CaptainHaddock
    Bravo Salvini! Non ti crucciare dei naviganti, sono solo miseri frustrati da web che credono di cambiare il mondo con un click!

    RispondiElimina
  20. http://www.secoloditalia.it/2015/03/cose-sovranita-movimento-si-unito-salvini/


    Ecco cos’è Sovranità, il nuovo movimento che si è unito a Salvini.

    di ANNAMARIA GRAVINO

    lunedì 2 marzo 2015

    In piazza sono entrati per ultimi. Non era voluto, ma il risultato è stato un ingresso di forte impatto scenografico: un corteo di oltre cinquemila persone, fitto di bandiere, sceso dalla collina del Pincio e apparso alle spalle del palco di Matteo Salvini, proprio un attimo prima che iniziassero gli interventi. Così Sovranità ha avuto quello che uno dei suoi promotori,Alberto Arrighi, definisce «il suo battesimo di piazza».

    Un movimento «da tenere d’occhio»

    Un battesimo che non è passato inosservato, tanto che alcuni analisti hanno parlato del movimento come di una sigla da tenere d’occhio. Il mandato che Sovranità si è data, del resto, è ambizioso: «Introduce un nuovo modo di leggere gli schieramenti politici: non più destra e sinistra, ma sovranisti e mondialisti», spiega Arrighi, aggiungendo che solo «dei commentatori prezzolati possono parlare della necessità di rivolgersi ai moderati, altrimenti si finisce con gli estremisti». Eppure, il movimento ha una sua identità molto definita, nella quale larga parte ha CasaPound Italia, che ne è stata tra i fondatori e che, non a caso, ha costituito la massa d’impatto dei cinquemila e più di piazza del Popolo.

    Il rapporto con CasaPound Italia.

    «Sovranità è il proseguimento, l’allargamento di un percorso che CasaPound sta compiendo, che altri soggetti condividono e che vede al centro, come dice il nome, il concetto di sovranità, a partire da quella nazionale emonetaria». Da qui anche “l’innamoramento” per Salvini, riconosciuto oggi «come leader naturale» di un percorso politico che si declina sui temi dell’euro, dell’immigrazione, delle politiche per il territorio, della visione nazionale. Quando questa propensione, per qualche motivo, dovesse venire meno, verrebbero meno anche le ragioni dello “stare insieme” in piazza e altrove.

    Quali alleanze?

    «Sovranità non ha nulla a che fare con la spartizioni di spazi di potere», chiarisce Arrighi, rispondendo sul rischio che il movimento possa diventare il trampolino per il carro del possibile vincitore. «Poi gli spazi di potere servono anche a costruire politica e non dirlo sarebbe ipocrita, ma questo è un altro ragionamento», prosegue Arrighi, che esclude la possibilità di «una ricomposizione della destra come era stata pensata negli ultimi vent’anni, dalla nascita di An in poi». «Quello che allora unì oggi è molto inferiore a quello che può dividere», prosegue l’ex esponente di An, sottolineando, per esempio, che «io non ho nulla a che spartire con chi vuole stare all’interno della Nato, dell’Ue, che vuole privilegiare i rapporti con gli Usa rispetto a quelli con la Russia di Putin». E il fatto che il palco di piazza del Popolo è stato condiviso con Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia? «In un grande movimento – conclude Arrighi – c’è spazio per tutti, dipende poi se si riesce a stare sul punto politico».

    RispondiElimina
  21. Complimenti dalla Francia ai ragazzi di Casapound, che difendono il loro bel paese, senza tuttavia cedere alle provocazioni delle bestie comuniste ! Continuate cosi' !

    Da noi, Marine Le Pen è ancora salita nei sondaggi, siamo a 33% ! La vittoria si avvicina :-)

    RispondiElimina
  22. Credo che sia cominciata la scalata del potere da parte della DESTRA RADICALE che con fatica ma abnegazione ha combattuto in questi 20 anni per farsi conoscere ed apprezzare e credo che dal 28 febbraio 2015 in poi SOVRANITÀ sarà la parola d'ordine di tutti coloro i quali tengono alla propria Nazione che dei mascalzoni al parlamento vogliono degradare....!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  23. https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1423298721302401&id=1374494492849491&refid=17&_ft_&__tn__=%2As


    Sovranità
    'Il Fatto' se la prende con Mario Vattani, ma il console dice cose sacrosante. L'antistato, di cui il quotidiano di Padellaro e Travaglio è uno dei volti, mira a disintegrare i tre pilastri su cui si fonda la sovranità nazionale, sicurezza interna, tutela dei confini, diplomazia. Facciamo fronte comune per arginare gli agenti del caos.


    Quando un movimento politico sceglie il nome Sovranità, è segno che ha le idee piuttosto chiare su quali sono oggi le priorità per il paese(Mario Vattani)


    Finalmente qualcuno l'ha capito e lo dice apertamente. Per anni la Sinistra ha praticato l'Antistato in modo da polverizzare le nostre vite.

     
    Un console italiano che si esprime in Giappone in giapponese, detto tutto. Massimo rispetto per Vattani.

    W Sovranità ed "il Fatto" Triplo VAFFA, radical chich del Caxxo!

     

    RispondiElimina
  24. http://www.ilprimatonazionale.it/editoriale/linea-politica-matteo-salvini-lega-18189/



    Ma quali moderati, la “Cosa” di Salvini è roba nuova.

    3 marzo 2015

    Adriano Scianca

    Roma--Un pazzo, un avventurista, un estremista. Tutti contro Matteo Salvini, che il patto con 
    Berlusconi, che sarebbe una scelta così logica e “responsabile”, proprio non lo vuol fare. O almeno non a qualsiasi costo: se alleanza ci dev’essere, sarà alle sue condizioni. Condizioni che sembrano essere al di là di un Rubicone che Berlusconi non pare aver intenzione di attraversare, almeno per ora.
    Questa testardaggine, questa ostinazione viene compresa poco e male da politici e analisti, che di fronte al fenomeno Salvini appaiono spiazzati e tutt’al più sanno inventarsi categorie come quelle del“rifondatore del centrodestra” etc.
    In realtà la parte migliore, più innovativa e forse anche un po’ rivoluzionaria del progetto salviniano è proprio quella di dar vita a un progetto post-ideologico, che vada alle cose stesse, che punti dritto ai problemi, che vada oltre le categorie di destra e sinistra.
    Il suo modello dichiarato è Marine Le Pen. La leader del Front national è oggi il primo partito di Francia, ma è soprattutto il primo partito operaio: sfonda nei sindacati di sinistra, nelle periferie, tra i “piccoli banchi” che non hanno rappresentanza in Parlamento o nei media. Il suo programma è un vero attacco alla globalizzazione, mentre nei confronti degli avversari (del sistema“Umps”, cioè Ump + Ps, destra moderata e socialisti) non fa concessioni.
    Salvini ha in testa una cosa del genere. In piazza del Popolo ha fatto parlare le categorie, gente normale, rappresentanti dell’Italia reale, non mediatica. Uniche eccezioni, la Meloni, che però rappresenta un’incognita (parla a nome di se stessa o del suo partito? Sta con Salvini o anche con Berlusconi?) e Sovranità, che però non è un partito nel senso classico del termine ed è un’esperienza che parte dalle lotte dei comitati di quartiere, nonché dall’esperienza militante e metapolitica di quello che è il principale soggetto al suo interno, ovvero CasaPound di Iannone e Di Stefano.
    La “Cosa” salviniana è un cantiere aperto, che non intende riproporre le solite ammucchiate, che se ne frega della “casa comune dei moderati” e altre formule simili. Il tentativo di basare la vita politica italiana su un bipolarismo all’anglosassone è fallito: ora esiste il partito unico renziano, che assorbe tutte le velleità “responsabili”, e al suo opposto il polo del popolo. Il successo di Salvini si misurerà sulla sua capacità di saper incarnare questa speranza.


    ©2014 Il Primato Nazionale

    RispondiElimina
  25. http://www.ilprimatonazionale.it/politica/intervista-simone-di-stefano-manifestazione-lega-casapound-18136/


    Di Stefano: “Siamo l’anima d’acciaio della nazione”

    marzo 2 2015
     

     
    Roma, “Sabato in piazza c’erano numeri esorbitanti, è nato un nuovo fronte politico anti-Renzi”. Simone Di Stefano, vicepresidente di CasaPound Italia, parla così della manifestazione di sabato, a cui Cpi ha partecipato sotto le insegne di Sovranità, un progetto in cui, dice, “la guerra civile è finita, non si parla di storia. Ma CasaPound resta l’anima d’acciaio di questa nazione”.
    Il bilancio quantitativo è formidabile. Noi, come sovranità, eravamo tantissimi, ci sono immagini in cui si vede che la coda del nostro corteo sta ancora al Pincio mentre la testa sta entrando in piazza del Popolo. E anche la piazza leghista aveva numeri esorbitanti.
    Il bilancio politico è che nasce un nuovo fronte politico che molto difficilmente potrà legarsi ancora con i vari Berlusconi, Fitto, Alfano, Passera etc. Peraltro la cosa non è neanche necessaria, legge elettorale alla mano, dato che l’Italicum assegna un premio di maggioranza alla lista che supera il 40%. Se nessun partito raggiunge tale percentuale, si svolge un secondo turno tra le due liste più votate per l’assegnazione del premio. Quindi Salvini può benissimo arrivare secondo e poi sfidare Renzi senza che sia necessario mettere insieme tutti i famosi “moderati”.

    I giornali hanno puntato molto sulla presenza di CasaPound e Sovranità, anche per mettere in difficoltà Salvini (che in verità non si è scomposto più di tanto)…

    CasaPound Italia partecipa in maniera forte a Sovranità, un progetto politico al cui interno la guerra civile è finita, nel senso che non si parla di storia, si tratta di un progetto aperto a qualsiasi identità sovranista. C’è la mia identità, che viene dalla Rsi e attraversa tutto ciò che è venuto dopo, dal Msi agli anni ’70, ma siamo aperti anche a chi venga da altre storie, a patto che non ci chieda di sputare sui nostri morti, cosa che finora nessuno ha fatto. Accanto a Sovranità, Cpi resta peraltro in piena attività come esperienza militante e metapolitica. CasaPound è l’anima d’acciaio della nazione.

    Il Fatto quotidiano ha pubblicato un video in cui si vede chiaramente che alcuni militanti leghisti vi fanno il saluto romano, anche se poi ha titolato al contrario, come se fosse Sovranità che ha salutato romanamente la folla leghista…

    È vero, come è vero che c’era, sì, un cartello con Mussolini, ma a tenerlo era un anziano militante leghista. Checché ne pensino il Fatto e Repubblica, nel popolo italiano resta un grande apprezzamento per l’opera di Mussolini. Le persone che vivono nelle città fondate dal Duce o che prendono il Tfr sapendo chi gliel’ha dato non possono che ricordare con affetto quell’epoca. Ovviamente voglio precisare che, appunto, noi non abbiamo fatto saluti romani, sono i leghisti che li hanno fatti a noi e la cosa non ci è certo dispiaciuta. Solo che per noi quel saluto ha un valore sacrale e preferiamo farlo solo in alcune occasioni rituali, come quando salutiamo i nostri caduti.



    ©2014 Il Primato Nazionale

    RispondiElimina
  26. ECCO COSA CI ASPETTA COI FROCI E I MINORI.....
    E DIRE CHE LA NORVEGIA IN PASSATO ERA FAMOSA PER IL POPOLO DEI VICHINGHI MENTRE ADESSO SONO DIVENTATI TUTTI RICCHIONI......



    http://voxnews.info/2015/03/03/padre-stupra-figlio-di-due-mesi-e-condivide-filmato-con-gruppo-di-omo-pedofili/




    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gay tutti pedofili da fermare per sempre

      Elimina
  27. L'immigrazione selvaggia è il grande problema ora. Mi chiedo quanto possa reggere l'Italia l'urto di mille Africani al giorno, in un paese piccolo, montagnoso, sovrappopolato e in grave crisi economica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tempo è scaduto e siamo in piena invasione incontrollata gestita volutamente dal governo Renzi/Alfano.
      Prepariamoci al peggio che deve ancora arrivare e potrebbe essere una guerra civile anche tra italiani patrioti incazzati ed altri italidioti venduti al nemico.

      Elimina
    2. Le organizzazioni criminali sono in piena attività colluse coi piddini al governo.
      Loro sono 7 e cioè:

      COSA NOSTRA
      CAMORRA
      SACRA CORONA UNITA
      NDRANGHETA
      TRIADE CINESE
      ZINGARI
      COOP ROSSE MAFIOSE

      Elimina
  28. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/04/muore-in-diretta-il-buonismo-dei-radical-chic/1101419/

    4 Marzo 2015

    A Piazzapulita il leghista Buonanno attacca, il pubblico esulta in grande.Morte in diretta del politicamente corretto radicalchic.Salta il tappo dell'ipocrisia.

    Luigi Mascheroni
    ....
    Ieri sera la trasmissione Piazzapulita condotta su La7 da Formigli ha posto un problema politico non indifferente. Forse il «razzismo strisciante» che attraversa leghisti o «destra» ha contagiato il virtuoso popolo dell'area democratica e progressista. Ahia, ahia.
    Chi ha visto la puntata si sarà accorto che fin dall'inizio c'era qualcosa che non andava, uno strano cortocircuito, come se la trasmissione procedesse su due «piste» differenti, o col sonoro fuori sincro. Formigli, i suoi ospiti (accuratamente scelti secondo l'infallibile schema del più intelligente e simpatico di sinistra accanto al più stupido e insopportabile di destra), l'intera scaletta, i servizi esterni, tutto insomma suggeriva una certa cosa. Ma intanto il pubblico in studio reagiva in modo opposto.
    Era molto, molto strano. Formigli sottolineava l'inconsistenza e la volgarità della manifestazione di Salvini in piazza del Popolo sabato a Roma, i filmati trasformavano il leader leghista in una caricatura tra il mostruoso e l'ignorante, Vittorio Zucconi di Repubblica rincarava la dose col sarcasmo e il solito buonismo controproducente, due studentesse diciannovenni antifasciste (?!) ripetevano a memoria la lezioncina antirazzista e piddina, persino la ormai ex fascista Flavia Perina elargiva moderate opinioni di buon senso comune, eppure... Eppure gli applausi del pubblico in studio erano per l'esponente della Lega Massimiliano Fedriga che manifestava in modi contenuti le consuete perplessità su immigrazione e integrazione. Oppure - e lì è stata una standing ovation - per la dichiarazione anti-euro (!) di Stefano Fassina, economista eretico del Pd: «O cambiano le politiche europee, oppure l'euro si schianta».
    Ma ad aprire un vero dramma in diretta nella sinistra, la vera piazza di Piazzapulita , è stato lo show dell'eurodeputato leghista Gianluca Buonanno. In un faccia a faccia ad alta tensione con D.Pavlovic - serba rom, attrice(?) e attivista politica per Tsipras. Buonanno a un certo punto definisce rom e zingari «feccia della società». Strappando - ecco il punto che deve far riflettere - l'applauso da tutto il pubblico presente. Se si accetta il fatto che la claque della trasmissione di La7 è politicamente molto orientata,
    allora quello che si è visto è la rappresentazione, perfetta e inaspettata, del politicamente corretto che frana in diretta televisiva. Se il piccolo schermo è una finestra sul mondo, e il talk show ne è la portineria pettegola, ieri Piazzapulita ci ha detto che il multiculturalismo è statisticamente - per quanto il 3,1% non sia altamente significativo - poco più di una favola anche per la sx. Tanto che Formigli, già stizzito da altri interventi dissonanti della sua claque, è dovuto intervenire con rabbia malcelata per prendere le distanze....
    Se le persone di questo studio si sentono offese per quello che è stato detto, possono non tornare più».
    Di più. Poco dopo il conduttore tradisce un tentativo di auto-assoluzione giustificando la scelta di ospitare Gianluca Buonanno, e commenta a denti stretti: «Questi applausi sono indicativi di qualcosa che c'è nel Paese. Buonanno è qui perché riflette un pezzo di Paese che la pensa come lui». Appunto. Un pezzo molto vasto e politicamente trasversale.
    Per la cronaca, quando a fine trasmissione D.Pavlovic rifiuta di stringergli la mano, il politico leghista, per completare lo spettacolo, esce dallo studio gridando: «Avete visto? Questa è l'integrazione! Siete la feccia della società!». Portandosi via, oltre a qualche fisiologica disapprovazione, nuovi applausi scroscianti del pubblico. Anche Formigli a questo punto era troppo stanco per ribattere.

    Buonanno: "I rom? La feccia della società"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora...quando si comincerà a sabotare, rendere inutilizzabili o distruggere i barconi prima che partano e cacciare via dall'italia gli zingari? Se continuerà così deve essere chiaro a tutti che l'unico modo per salvare il nostro Paese sarà quello di votare un partito di destra che prometta la distruzione dei barconi e la fine dell'immigrazione selvaggia e la fine dei zingari criminali.

      Elimina
    2. I rom hanno un concetto tutto loro di vivere e fruttare la societa e questo non e' in discussione. Abbiamo sbagliato a gestire e valutare la situazione dei rom. Dobbiamo abolire i campi rom e trattarli come trattiamo un cittadino normale istituendo legalità punendo chi non la rispetta, anche quando non mandano i bambini a scuola per elemosinare....... tutto il resto e' propaganda inutile. I sinistrati si godano l'EX ministro Kyenge e non si lamentino se svaligeranno le loro case una volta al mese....La soluzione del problema non sta nelle mie parole o in quelle della Lega. La soluzione sta nelle leggi dello stato italiano: ai rom andrebbe comunicato un concetto semplice; vi attenete alle leggi italiane, SI o NO? ( la risposta la conosciamo...) in caso di reati dovrebbero essere rinchiusi IN GALERA. Nel caso palese che non accettino le regole espulsi PER SEMPRE dal territorio italiano. Succede così IN TUTTO IL MONDO, tranne che nell'italietta fallita. La proposta è di fornire ai rom (così come a tutti) gli strumenti e le possibilità di integrarsi e di uniformarsi alle regole italiane, punendo severamente chi invece lucra su questo business e danneggia questo processo. A quel punto, chi sbaglia DEVE PAGARE pesantemente, senza se e senza ma. Non mi risulta che "il leghista" rubi per vivere e abiti in una baracca. Io le pago le tasse fino all'ultimo cent. E se non voglio che i soldi dello stato vadano a mantenere gli zingari, ho diritto di dirlo.meno male che qualcuno dice la pura e sacrosanta VERITA'.

      Elimina
  29. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/04/queste-ragazze-sono-gemelle/1101458/


    4.3.2015

    Commento:

    La giornalista Rachele Nenzi dimostra di essere molto ignorante. Per me è un normale caso di gemelli eterozigoti. Bastava informarsi invece di fare una figura barbina. Se poi si tratta di gemelli omozigoti il discorso cambia ma in quest'ultimo caso le due ragazze sarebbero state pressoché identiche....senza possibilità di avere due femmine così differenti una dall'altra.
    Io ci vedo un tentativo di far passare per strano quello che è normale e volendo fare una marchetta agli ANTIRASSISTI di professione lucrosa e dando una bastonata in faccia ai cosiddetti RAZZISTI. Operazione deplorevole perché il razzismo è una costante nell'essere vivente di qualunque latitudine,etnia,colore di pelle,credenze religiose,etc.
    Infatti gli indiani d'asia sono supernazionalisti e razzisti tant'è che trattano i due Maro' italiani come fossero esseri inferiori. I negri d'America odiano i bianchi solo per il colore della pelle. Gli zingari deninquenti e parassiti definiscono GAGE' gli italiani con significato offensivo e razzista. Gli islamici odiano a morte chi non è arabo o coranico e non mi pare che abbiano fatto della tolleranza la loro bandiera positiva. Gli omosessuali odiano a morte chi è eterosessuale perché loro si considerano allegramente una razza superiore e quindi sono superazzisti del cacchio. Esempi ce n'è a bizzeffe ma chi è bianco occidentale cristiano etero è discriminato dalle minoranze che vorrebbero comandare loro fregandosene della maggioranza a loro ostile.
    Annassero a pijarla nder kiurlo....!!!!!!!

    RispondiElimina
  30. http://voxnews.info/2015/03/04/belgio-vietato-educare-i-figli-a-domicilio-li-vuole-lo-stato/


    4.3.2015


    SOVRANITÀ DOVRÀ COMBATTERE QUESTO SCHIFO DEI FROCI E DELLE LESBICHE CHE VORREBBERO RIDURRE IN PORCILE DEPRAVATO LA SOCIETÀ ITALIANA. LE FAMIGLIE SI DEVONO OPPORRE A QUESTI PAZZI PRIMA CHE POI CI PENSERANNO I JIHADISTI CORANICI SEMPRE PIÙ AGGRESSIVI.

    RispondiElimina
  31. http://voxnews.info/2015/03/04/john-il-jihadista-aveva-lo-status-di-rifugiato-politico-lui-e-famiglia-hanno-riscosso-643-000-euro-in-20-anni/


    4.3.2015


    VERGOGNA DI QUEI FROCI INGLESI CHE HANNO BARATTATO LA LORO DIGNITÀ CON I JIHADISTI CON CUI FANNO COMUNELLA DA DECENNI RIDUCENDO QUELLA GLORIOSA NAZIONE IN UN PORCILE...

    RispondiElimina
  32. LE DESTRE EUROPEE DEVONO DIALOGARE E FARE FRONTE COMUNE IN UE PER FAR APPROVARE POLITICHE ANTIMMIGRAZIONE.



    http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/04/farage-punta-a-westminster-ecco-la-ricetta-anti-immigrati/1101496/


    4 Marzo 2015

    Farage punta a Westminster: ecco la ricetta anti immigrati.
    Un sistema di visti "a punti" basato sul modello australiano, la riduzione del tetto degli ingressi e il rafforzamento del personale alle frontiere.

    Sergio Rame

    "Ecco la mia ricetta per contrastare l'immigrazione". La campagna elettorale in vista delle politiche del 7 maggio partirà nel Regno Unito il 30 marzo. Ma il leader dello UK Independence Party Nigel Farage ha già iniziato a scaldare i motori su uno dei temi portanti, quello dell’immigrazione. L'alleato del Movimento 5 Stelle all'Europarlamento ha già fatto sapere di non voler cedere sull'obiettivo di limitare gli immigrati lavoratori a 50mila unità all’anno.
    "Non adotteremo target arbitrari". Farage ha annunciato le proposte dell'Ukip in tema di immigrazione. Un sistema di visti "a punti" basato sul modello australiano, l’istituzione di una commissione parlamentare per ridurre l’immigrazione e il rafforzamento del personale alle frontiere, con l’assunzione di oltre 2.500 nuovi agenti. Parlando con la radio della Bbc, il leader dello Ukip ha detto di voler "riportare l’immigrazione alla normalità, come a prima del 2000, quando l’immigrazione netta verso la Gran Bretagna era fra le 20mila e le 50mila persone all’anno".
    Nel 2014 il governo conservatore/liberaldemocratico guidato dal Tory David Cameron non è riuscito a rispettare l'obiettivo di limitare il numero degli immigrati a 100mila arrivi all’anno. Le cifre fornite dall'ufficio nazionale di statistica parlano di circa 260mila arrivi nel 2014, quasi tre volte in più rispetto al target dei conservatori. Nell’intervista alla Bbc, Farage è stato duro soprattutto con l’Unione europea. "Come risultato dell’appartenenza all’Ue - ha detto - non abbiamo alcun controllo sul numero delle persone che arrivano, soprattutto considerando il fatto che abbiamo aperto le porte alla gente in arrivo da dieci Paesi ex comunisti". Obiettivo dichiarato di Farage è di arrivare a trattare immigrati comunitari ed extraeuropei "allo stesso modo". Tutti, secondo il leader euroscettico, dovrebbero fornirsi di un regolare visto, chiaramente dopo la Brexit, l’uscita del Regno Unito dal recinto comunitario.



    VIVA CPI
    VIVA SOVRANITÀ PRIMA GLI ITALIANI

    RispondiElimina
  33. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/04/muore-in-diretta-il-buonismo-dei-radical-chic/1101419/


    4.3.2015


    Commenti

    ammazzalupi
    Chi fa della DELINQUENZA la propria LEGGE di VITA ed in base a "quella legge" fa violenza alla società per 365 giorni l'anno... quello(zingari) è FECCIA DELLA SOCIETA'! Bravo Buonanno: le persone oneste sono con te.


    thunder
    Ha semplicemente detto quello che pensa il 99,9% degli italiani.........non sbaglio mica. ...


    franco.brezzi
    Approvare una frase di questo tipo, significa mentire spudoratamente. Da quando mai i "rom" hanno fatto parte della società?


    jaaaar
    esistono differenze fra popolazioni e differenze fra persone. Un rom per bene è meglio di un tedesco per male, ma troppi rom non sono compatibili con una società civile. Per questo si trovano bene in italia.



    hectorre
    non sopporto chi si dissocia!....da cosa?? dalle paole dette da un'altro???...e se le dice un'altro a formigoni cosa importa???...il falso buonismo è volto solo a catturare qualche voto in più, ipocrisia allo stato puro e ha fatto più danni della peste....un italiano può essere apostrofato con qualsiasi appellativo...evasore,ladro,imbroglione,maneggione,fascista,xenofobo...ma se solo si cambia etnia,sono guai!!...qualsiasi critica,anche lecita,viene considerata discriminazione.........sui rom solo leggende metropolitane o semplici verità???.....



    dbell56
    Il politicamente corretto ha rotto le scatole a tutti, evidentemente!


    Esigenteater
    Fassina economista è una forzatura. Ha preso la laurea con i punti del detersivo.....ahahahah. .!!!!!!


    elgar
    Buonanno ha avuto il coraggio di dire ciò che tutti pensano e che l'ipocrisia buonista pubblicamente nega. E un plauso anche a Fassina che ha finalmente ammesso che entrare nell'euro è stato un errore. Sintomatico l'applauso che veniva da un pubblico da sempre orientato a sinistra. Gli è uscito proprio spontaneo.... Incredibile!


    gluca72
    Non è più questione di destra o sinistra l'emergenza sicurezza che coinvolge rom e immigrazione stà raggiungendo livelli intollerabili e che non si dica che anche gli italiani delinquono gli articoli di giornale e i fatti che viviamo tutti i giorni parlano da soli.



    mariosirio
    Ma alla fine la mano gliel'ha letta o no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://www.liberoquotidiano.it/news/sfoglio/11758633/Gianluca-Buonanno--Lega-Nord-.html


      Gianluca Buonanno (Lega Nord): "Vado in Libia e sfido l'Isis".

      Comunicato dell’europarlamentare Gianluca Buonanno. Lega Nord. Annuncio solenne. «Sono pronto a partire per la Libia». Ci tuffiamo sul telefono.

      Pronto, onorevole. È uno scherzo, vero?
      «È tutto vero! Però non è semplice, sto aspettando il visto libico e mi sto informando alla loro ambasciata a Bruxelles. Poi sto cercando qualche volo passando per Istanbul o Tunisi. Se non trovassi nulla, dovrei rivolgermi a qualche privato ma nessuno sembra aver voglia di andare là».

      Si faccia qualche domanda…
      «Non sono uno che scappa, non voglio far parte dell’Italietta!».

      Onorevole, seriamente. Sarà mica impazzito?
      «Non sono un eunuco! D’altronde il nostro governo è di cagasotto. L’Europa pare la pensione Mariuccia».

      L’ha detto anche in Aula pochi giorni fa. Suonando una trombetta da stadio.
      «Appunto. Non fanno nulla».

      C’è una via di mezzo tra essere la pensione Mariuccia e fare un viaggio in Libia, non crede?
      «La Mogherini non serve a nulla, la Pinotti non è stata capace di vincere le primarie a Genova e poi c’è quell’altro, come si chiama?».

      Chi, il ministro Gentiloni?
      «Sì, ecco, lui! Fanno quello che dice il premier. E falliscono ovunque».

      Insomma, non ci arrivano Renzi, Mogherini, Gentiloni, neanche l’Ue. Quindi ci pensa Buonanno.
      «L’ambasciatore italiano è scappato ma altri italiani sono rimasti in Libia. Tra cui il vescovo. Voglio andare per vedere coi miei occhi».

      Ma si rende conto? Là c’è l’Isis!
      «È un rischio, lo so. La Farnesina mi ha sconsigliato».

      Ha presente Greta e Vanessa?
      «No no no, io lo dico prima. Non voglio che si paghino riscatti».

      Ripetiamo. Là c’è l’Isis.
      «Be’ ho strappato la loro bandiera due volte, bruciato la foto dei loro leader e dell’imam di Londra…».

      Appunto! Nel caso, non si faccia prendere vivo. Ci ha pensato?
      «Mah... So cosa rischio. Di sicuro voglio mandare un segnale. Io non sono un europarlamentare come gli altri, che stanno tutti col sedere al caldo».

      Lei è quello della trombetta. Della spigola in Aula. Delle battutacce sui gay. E ora vuole sfidare l’Isis. In trasferta. 
      «Io sono un genuino. Poi certo, qualcuno sarà contento se dovesse succedermi qualcosa ma tra una settimana spero di partire».

      E quanto si fermerà?
      «Qualche giorno».

      Dove dormirà?
      «Sto prendendo notizie. Una tv italiana vorrebbe seguirmi».

      La Libia non è uno scherzo.
      «Io non scappo. Dobbiamo distruggere i barconi prima che partano o farli tornare indietro. Invece buttiamo soldi e importiamo potenziali terroristi e malattie».

      Ecco il diplomatico Buonanno. 
      «Sto aspettando il visto, mica posso andare là a nuoto».

      Il paracadute lo esclude?
      «Guardi, di sicuro porterò la bandiera della Lega. Gli Usa hanno portato la loro sulla Luna. Io porterò la mia in Libia. Sarà la mia Luna».



      Commenti


      robertoberretta
      Unico nel suo genere, se ce ne fossero molti come lui ci sarebbero meno parole e più fatti.......


      Giumaz
      La Mogherini? Caro Buonanno, vista la caratura politica, la chiami pure Moscerini.


      Garrotato
      Buonanno mi è simpatico, se non dovessi lavorare per campare gli farei volentieri compagnia. Almeno è uno nelle cui vene scorre sangue, non sciacquatura di piatti come accade ai nostri ministri.

      Elimina
    2. http://voxnews.info/2015/03/04/facebook-censura-buonanno-rom-feccia-della-societa-video/


      4.3.2015



      Facebook è una piattaforma di merdaccia......

      Elimina
    3. http://www.lanuovaprimapagina.it/news/modena/11213/-I-rom-sono-feccia-.html


      4.3.2015


      Il punto

      «I rom sono feccia»: l’orgoglio razzista della Lega e il tifo di Menani.

      Giuseppe Leonelli


      «Grande Gianluca; hai un coraggio da vendere, quello che pochissimi politici hanno». Il segretario sassolese della Lega Nord Francesco Menani ieri sulla simpatica piattaforma-confessionale di facebook ha pensato bene di sottoscrivere le parole pronunciate lunedì sera su La7 dall’eurodeputato del Carroccio Gianluca Buonanno il quale, coi suoi occhialini, i capelli a spazzola, appollaiato su uno sgabello, ha definito ripetutamente i rom «la feccia della società». Già, proprio un «coraggio da vendere», parole eroiche quelle del deputato già distintosi in più occasioni per la sua veemente e coraggiosissima omofobia, con finocchi sventolati in Parlamento e «calci nei coglioni» ai gay.
      Eccolo qui il «coraggio» di definire «feccia della società» tutti gli uomini e le donne di una etnia. E gridarlo proprio in faccia a una rom allibita da cotanta irruenza. Tutti i «rom» sono feccia e anche gli «zingari» in genere come ha tenuto a precisare Buonanno sempre su facebook (dove si ritrae orgoglioso insieme al Papa). Più feccia per tutti. Nessuno escluso. Che quasi nella penosa rissa televisiva che ne è seguita (con strette di mano negate e risate grasse) è passato per simpatico il moralizzatore dalla voce roca Vittorio Zucconi: «Chiamate l’Isis» - ha detto il giornalista tuttofare riferendosi al prode Gianluca. Ma no. Ci sta. In fondo ha ragione Menani. Bravo Buonanno! Che basta tacciare di «buonismo» chi prova a non scivolare nel razzismo più bieco per essere giustificati a dire qualsiasi cosa. E ad andarne fieri. Che poi anche i «moderati» arrivano a comprendere tale ostentazione di forza verbale (come ha fatto lunedì sera lo stesso conduttore Formigli), perchè rispondere con un banale: «la feccia sarai tu, povero cristo» si rischia di passare per moralisti antiquati. Perbenisti ipocriti. 
      E allora, cari Francesco e Gianluca, avanti col coraggio, sdoganiamo ogni forma di razzismo. Coraggio urliamo tutti insieme che i «negri puzzano» e che «i froci sono malati pervertiti». Con una dose ulteriore di coraggio, «quello che pochissimi politici hanno», ci si può spingere anche ad insultare disabili, ebrei e albini, che con quei capelli bianchi non hanno mai convinto nessuno. Dai, leghisti duri e puri, ce la possiamo fare. La «gggente» è stanca e arrabbiata. Questo è il vostro tempo. Scatenatevi! Alla faccia dei buonisti.

      Elimina
  34. http://m.today.it/mondo/genitori-licenziano-insegnante-lesbica.html


    4.3.2015




    COMMENTO

    BASTEREBBE CHE TANTISSIMI EUROPEI FACESSERO LA STESSA COSA E ALLORA SI CHE I FROCI E LE LESBICHE ABBASSEREBBERO LA CRESTA E NON PRETENDEREBBERO NOZZE E ADOZIONI INNATURALI DI MINORI.
    APPROVO IN PIENO LA DECISIONE DI QUEI GENITORI INGLESI...




    Viva Cpi e sovranità/prima gli italiani..

    RispondiElimina
  35. http://voxnews.info/2015/03/04/napoli-cgil-e-regione-organizzano-corsi-per-disoccupati-ma-solo-se-immigrati/

    4.3.2015


    MASCALZONI VENDUTI SINDACALISTI DI CACCA CHE SI VENDONO LA DIGNITÀ PER FARE SOLDI SULLA PELLE DEI CONCITTADINI..... DA FUCILATE....

    RispondiElimina
  36. Sto ancora ridendo a crepapelle per la battutaccia comica del presunto premier nostrano che a Kiev invoca il ripristino della SOVRANITÀ UCRAINA da non si sa chi visto che la Russia del grande Putin non ha mai interferito sulle vicende interne ucraine.
    Renzi svende la nostra SOVRANITÀ senza scomporsi alla Troika UE/USA e poi parla di ripristinare sovranità altrui non compromessa da nessuno. Per prima cosa consiglierei al BOYSCOUT di farsi gli affari suoi e di non pappagallare nessuno e poi di pensare a difendere la SOVRANITÀ ITALIANA che non esiste più come nel caso della INVASIONE clandestina immensa che dura da 4 anni da Monti in poi ed inoltre pensasse a far rientrare in Patria i due valorosi Marò italiani che da 3 anni sono detenuti illegalmente in India in disprezzo di qualunque norma di legge italiana ed internazionale.
    La smettesse di parlare per non cadere nel ridicolo politico che a me fa accapponare la pelle vista la situazione di totale degrado inaccettabile dopo 3000 anni di gloriosa storia patria.

    RispondiElimina
  37. Preferisco perdere le elezioni con onore senza svendere la mia dignità italiana piuttosto che inciuciare con partitucoli di traditori.

    RispondiElimina
  38. http://www.blitzquotidiano.it/video/video-youtube-gianluca-buonanno-a-piazzapulita-rom-feccia-della-societa-2118193/



    BONANNO HA FATTO DELLE AFFERMAZIONI VERISSIME E CONDIVISIBILI AL 101% E LE HA FATTE SENZA IPOCRISIA E SENZA GIRARE ATTORNO E MOTIVANDO PERFETTAMENTE IL SENSO DI TUTTO. GLI ZINGARI DAL 1963 SÌ TROVANO STABILMENTE IN ITALIA E LA STRAGRANDISSIMA MAGGIORANZA DI LORO VIVE DI ATTIVITÀ CRIMINALI E SI POSSONO FARE MILIONI DI ESEMPI. BASTA SFOGLIARE LA CRONACA NERA DEI SITI:
    www.tuttiicriminidegliimmigrati.com
    www.voxnews.info
    Basta chiedere all'istat ed ai milioni di italiani e turisti derubati da sempre ovunque da orde di rom.
    Basta informarsi sui clan Casamonica e Di Silvio e sugli altri sparsi in Italia per rendersi conto che gli ZINGARI sono da considerarsi la 6^ mafia...!!!!!
    Non vorrei ricordare il PORRAJMOS cioè come Hitler trattò i rom e non per essere stato razzista nei loro confronti ma conscio della particolare etnia antisociale degli stessi..

    RispondiElimina
  39. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/04/sesso-per-una-notte-al-caldo-il-dramma-dei-giovani-lgbt-newyorkesi/1101603/



    CHE BELLO VEDERE LGTB MINORENNI PROSTITUIRSI NELLA OBAMIANA AMERICA DEL NORD......QUANTA IPOCRISIA...!!!!!!!!

    RispondiElimina
  40. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/04/la-strage-degli-armeni-un-popolo-cristiano-prigioniero-dellislam/1101366/



    RispondiElimina
  41. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/04/la-strage-degli-armeni-un-popolo-cristiano-prigioniero-dellislam/1101366/



    4 Marzo 2015

    La strage degli armeni. Un popolo cristiano prigioniero dell'islam.
    Al Vittoriano di Roma è possibile ammirare la cultura del "popolo dell'Arca" che è un bastione dell'Occidente Ma viene abbandonato a se stesso.

    Renato Farina

    - - - Al Vittoriano in Roma la mostra Armenia. Il popolo dell'Arca . Da venerdì 6 marzo al 3 maggio 2015.






    Commenti

    ammazzalupi
    ONORE a questo POPOLO! ONORE alla loro CRISTIANA SCHIENA DRITTA!


    Tobi
    articoli come questo rendono onore a Il Giornale.


    apasque
    Commovente questo articolo. La cultura armena, talvolta da me toccata tramite discendenti di profughi che vivono a Milano da molte generazioni, indica un popolo forte, orgoglioso, mai battuto dagli eventi. Gente dotata di uno spirito e un'anima forte, non ribelle, ma solida. Persone sempre pronte a riprendersi. La Turchia, omicida di ogni singolo armeno, come ogni altra realtà islamica non può entrare in Europa!


    alberto_his
    Vogliamo aggiungere che la più grande democrazia del pianeta e l'unica del Medio Oriente non riconoscono il genocidio armeno?

    RispondiElimina
  42. http://voxnews.info/2015/03/04/omicidio-nemtsov-telecamere-hanno-ripreso-ceceni/


    4.3.2015




    COMMENTO

    Se dovesse essere vera la pista cecena islamica allora sarà la prova provata che la UE ed il nostro governo illegale dovrebbero togliere il disturbo dopo avere accusato Putin di essere stato il mandante di questo omicidio......

    RispondiElimina
  43. http://voxnews.info/2015/03/04/profugo-stupra-operatrice-centro-accoglienza-svedese/



    4.3.2015


    STORIA EDIFICANTE TENUTA NASCOSTA DAI MASCALZONI SINISTRI DEL PIFFERO....!!!!!!

    RispondiElimina
  44. http://voxnews.info/2015/03/04/lesbica-islamica-tortura-a-morte-la-figlia-con-llamante/




    DA RESTARE SENZA PAROLE. ..


    VIVA CASAPOUND E SOVRANITÀ. ...

    RispondiElimina
  45. http://www.secoloditalia.it/2015/03/pen-replica-hollande-pericolo-lislam-fondamentalista-non-fn/



    Le Pen replica a Hollande: «Il pericolo è l’Islam fondamentalista non il Fn»



    mercoledì 4 marzo - 18:40


    Marine Le Pen passa al contrattacco, denunciando le parole del presidente socialista Francois Hollande, che in un’intervista al quotidiano Le Parisien ha detto che la sua priorità è «strappare elettori al Front national».Intervistata da Itélé la leader della destra francese, che vola nei sondaggi in vista del voto locale di fine marzo, bacchetta il capo dello Stato nonché leader della gauche francese. Per Le Pen, «il ruolo del presidente dev’essere quello di strappare i francesi alla miseria, alla disoccupazione, all’insicurezza, al pericolo dell’Islam fondamentalista». Non certo al Fronte nazionale. Più in generale, Le Pen ha quindi sottolineato che la critica del suo partito è diventata «un’ossessione compulsiva della classe politica francese (…), il programma comune UmPs (Ump,destra e Ps, socialisti)». Mentre Francois Hollande dovrebbe «essere il presidente di tutti i francesi» e non fare dichiarazioni da «capo di un partito».
    Ospite della redazione del quotidiano Le Parisien, Hollande ha detto: «Quando un partito di estrema destra è il primo partito di Francia è una sconfitta collettiva. Questo non vuol dire che chi vota per il Fn sia convinto delle sue tesi». Per il presidente socialista si tratta piuttosto di «rabbia di fronte alla crisi ma anche una forma di rigetto, di paura, di sentimento di abbandono». Le proposte del Front national, ha continuato, «sono un arretramento per il nostro Paese e per i suoi elettori. Uscire dall’euro? Le conseguenze le vediamo bene: anche la Grecia ha soltanto una richiesta, quella di restare dentro a ogni costo. Uscire significa non avere più regole, avere una moneta che può crollare».

    RispondiElimina
  46. Un incarico politico è un servizio da rendere alla collettività e pertanto il tournover è d'obbligo per evitare un carrierismo sfacciato personalistico. Vedere politicanti di centrodestra che fanno inciuci col Pd e poi gridano al lupo contro casapound fa cagare. Si togliessero dalle palle che si cambia capotreno. Siccome Forza Italia e Ncd sono appecorinati al Pd allora si tolgano dalle palle che adesso tocca alla DESTRA RADICALE dirigere la baracca perché alle prossime consultazioni politiche sarà un nostro successo visto che la Patria piange per le profonde ferite di cattivissima gestione.

    RispondiElimina
  47. http://mobile.corriere.it/m/informazionelocale/notizie/corrieredelveneto/notizie/cronaca/2015/4-marzo-2015/i-residenti-sparano-ladri-fucili-facciamo-come-benzinaio-stacchio-2301061152137/1/

    4.3.2015


    CORRIERE DEL VENETO I residenti sparano ai ladri con i fucili «Facciamo come il benzinaio Stacchio»

    Improvvisamente ha sentito il vicino che lo chiamava urlando: «Sandro corri, ghe n’è i ladri da la Maria». Non ci ha pensato due volte, ha imbracciato il suo fucile da caccia ed è uscito in giardino premendo sul grilletto. «Ne ho visto uno che scappava nei campi, ho sparato per spaventarlo. Poco dopo anche il mio vicino è arrivato col suo fucile a pompa, e ha sparato anche lui. Abbiamo fatto un Far West ma almeno quelle persone sanno che accoglienza li aspetta se dovessero decidere di tornare. Perché qui non sono graditi». Magro è intervenuto in difesa della vicina, nella cui abitazione i malviventi erano riusciti a entrare arrampicandosi sulla grondaia dopo una vera e propria scorribanda in una decina di abitazioni. Furti in rapida sequenza che hanno seminato il panico nel piccolo borgo di campagna. Fino a quando l’imprenditore e il vicino non sono intervenuti a colpi di fucile mettendo in fuga i ladri: «Nella mia strada abitano alcune vedove anziane, sono sole e non hanno nessuno che le protegga. E poi c’è una famigliola giovane con i bambini piccoli. I carabinieri fanno quel che possono, ma non basta e allora io sparo, così il messaggio è chiaro ». Lo dice mostrando i bossoli caduti a terra dopo gli spari della sera prima. Sono almeno otto i colpi che ieri mattina ha recuperato nel giardino. Tutti sparati in aria, assicura.

    Un gesto s olo all’apparenza istintivo il suo, perché quel fucile da caccia che detiene regolarmente a uso sportivo, sembra essere ormai diventato la sua protezione: «Non c’è sistema d’allarme che tenga, perché quella gente riesce sempre a fare quello che si è prefissa. Per questo, se di notte sento il cane abbaiare, io apro la finestra e sparo in aria. A scopo preventivo. Perché così questi delinquenti sanno cosa li aspetta se non scappano e, soprattutto, se decidono di tornare ». Poi assicura: «Ad avere il fucile siamo in tanti nella mia via, e se ci mettiamo tutti a sparare è una guerra nella quale loro possono solo perdere». Sandro Magro e i suoi vicini non hanno dubbi: è giusto usare il fucile contro i ladri, emulando il gesto del benzinaio di Ponte di Nanto. Anche se Graziano Stacchio, imbracciando quel fucile e facendo fuoco il 3 febbraio ha ucciso uno dei banditi (il nomade 41enne Albano Cassol) e per questo ora è indagato per eccesso colposo di legittima difesa. «Non è colpa sua quel che è successo – lo difende Magro -. Questo è l’unico modo che abbiamo per proteggere noi stessi e le nostre case. Perché qua bisogna farsi giustizia da soli. Cosa dovrei fare altrimenti? Stare ad aspettare che mi portino via quello che ho faticosamente costruito con il mio lavoro. Non ci sto: io sparo».

    RispondiElimina
  48. REAGIRE COI MEZZI APPROPRIATI. ...LADRI VIA...



    http://m.leggo.it/NEWS/ITALIA/articolo/notizie/1217638.shtml


    4.3.2015


    "Attenti, arrivano i ladri": i residenti sparano coi fucili e li mettono in fuga.

    ODERZO - Una serata di furti. I ladri ci hanno provato in cinque abitazione in due vie di Faè di Oderzo. Ma quello che non si aspettavano è accaduto: i residenti dopo il passaparola si sono organizzati e li hanno messi in fuga sparando in aria con i fucili.

    Sandro Magro, imprenditore, è uno dei protagonisti della rivolta, in mano ha i bossoli dei colpi sparati poche ore prima: «Ogni volta che di notte sento il cane che abbaia esco col fucile in mano». L’altra sera però lui e i suoi vicini con i fucili hanno anche fatto fuoco.

    RispondiElimina
  49. http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-italia/oderzo-far-west-residenti-coi-fucili-sparano-ai-ladri-facciamo-come-stacchio-2119382/


    Oderzo Far West: residenti coi fucili sparano ai ladri. “Facciamo come Stacchio”.

    4 marzo 2015 11.14


    TREVISO – A Oderzo, in provincia di Treviso, è quasi Far West: i residenti si sono armati di fucili e sparano a vista d’occhio ai ladri. “Facciamo come Graziano Stacchio“, rivendicano esasperati. Hanno deciso di farsi giustizia da soli, come il benzinaio eroe di Ponte di Nanto che ha salvato il gioielliere Roberto Zancan e messo in fuga i rapinatori, armati di kalashnikov, sparando a sua volta col fucile. Uno lo ha ucciso: ora è indagato per eccesso di legittima difesa. 
    A Faè, frazione di Oderzo, pensano che il “metodo Stacchio”sia l’unico efficace per scoraggiare le bande di malviventi che da troppo tempo scorrazzano, quasi indisturbate, nella provincia veneta. “Solo così capiscono”, dicono ormai arrabbiati e non più impauriti. E lunedì sera la rivolta armata è cominciata: protagonista era Sandro Magro, imprenditore di 48 anni che all’ora di cena ha udito le grida della vicina e senza pensarci due volte, ha imbracciato il fucile ed è corso in strada. Poi nel buio ha sparato.
    “Ne ho visto uno che scappava nei campi – racconta al Corriere del Veneto - ho sparato per spaventarlo. Poco dopo anche il mio vicino è arrivato col suo fucile a pompa, e ha sparato anche lui. Abbiamo fatto un Far West ma almeno quelle persone sanno che accoglienza li aspetta se dovessero decidere di tornare. Perché qui non sono graditi”.
    I ladri si erano arrampicati a casa della vicina, arrampicandosi sulla grondaia. Era l’ennesimo tentativo di una serie di furti in rapida sequenza che da settimane avevano seminato il panico nel piccolo borgo di Faè.
    “Nella mia strada – spiega ancora Magro – abitano alcune vedove anziane, sono sole e non hanno nessuno che le protegga. E poi c’è una famigliola giovane con i bambini piccoli. I carabinieri fanno quel che possono, ma non basta e allora io sparo, così il messaggio è chiaro”.
    In terra ci sono almeno otto bossoli: “Tutti colpi sparati in aria”, assicura. Ma ora a fare paura sono le sue parole (oltre alle sue azioni):
    “Ad avere il fucile siamo in tanti nella mia via, e se ci mettiamo tutti a sparare è una guerra nella quale loro possono solo perdere. Non è colpa di Stacchio quel che è successo. Questo è l’unico modo che abbiamo per proteggere noi stessi e le nostre case. Perché qua bisogna farsi giustizia da soli. Cosa dovrei fare altrimenti? Stare ad aspettare che mi portino via quello che ho faticosamente costruito con il mio lavoro. Non ci sto: io sparo.

    RispondiElimina
  50. Meglio un brutto processo che un bel funerale.....
    Io sto con Stacchio e con Magro che si difendono...
    Chissà chi erano questa paranza di ladri!!!!!!!!!.boh.!!!



    http://tribunatreviso.gelocal.it/treviso/cronaca/2015/03/04/news/sparano-ai-ladri-noi-come-il-benzinaio-stacchio-1.10978107


    SPARANO AI LADRI: "NOI COME STACCHIO.

    Sparano ai ladri: "Noi come Stacchio".
    Indaga la Procura.

    I residenti di due vie di Faè hanno imbracciato i fucili dopo l'ennesimo raid messo a segno dai malviventi. Il procuratore: "Un fucile da caccia può essere usato soltanto per andare a caccia".

    04 marzo 2015

    ODERZO - "Noi come il benzinaio Stacchio". I residenti di Faè di Oderzo, esasperati dall'ennesimo raid dei ladri, in cinque abitazione in due vie, si sono organizzati e li hanno messi in fuga sparando in aria con i fucili a pompa.
    L'imprenditore Sandro Magro è stato uno dei protagonisti della rivolta è ha ancora in mano i bossoli dei colpi sparati poche ore prima: «Ogni volta che di notte sento il cane che abbaia esco col fucile in mano». L’altra sera però hanno anche fatto fuoco.
    Intanto la Procura ha aperto un fascicolo per "atti relativi" dopo l'episodio di "ribellione" contro la criminalità di alcuni cittadini di Oderzo, che l'altra sera hanno esploso alcuni colpi di fucile in aria per far fuggire dei presunti malviventi, nella frazione di Faè. I residenti avevano usato dei fucili da caccia, dopo essere stati avvisati della probabile presenza di un malvivente vicino ad una casa. Uno di essi aveva fatto esplicito riferimento all'azione di Graziano Stacchio, il benzinaio il Ponte di Nanto, indagato a Vicenza per aver esploso una fucilata che aveva provocato la morte di un bandito.
    "Occorre prima ricostruire i fatti", ha detto il procuratore di Treviso, Michele Dalla Costa, "perché fino a questo momento le informazioni che abbiamo derivano solo dalle notizie pervenute attraverso i mezzi di stampa". Al momento quindi il fascicolo non riporta una precisa ipotesi di reato, né vi sono indagati, anche se il magistrato ha ricordato che "un fucile da caccia può essere usato soltanto per andare a caccia".

    RispondiElimina
  51. SOVRANITÀ NAZIONALE CONTRO SFASCIA ITALIA.




    http://mattinopadova.gelocal.it/padova/cronaca/2015/03/04/news/oderzo-sparano-ai-ladri-noi-come-il-benzinaio-stacchio-1.10978319


    4.3.2015


    RispondiElimina
  52. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/04/un-consiglio-ad-alfano-legga-con-noi-il-corano/1101423/


    4.3.2015



    Commento:

    triglia
    perché Alfano sa leggere.??

    RispondiElimina
  53. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/04/buonanno-bloccato-da-facebook-per-le-frasi-sui-rom-zuckerberg-come-lisis/1101624/


    4 Marzo 2015

    Buonanno bloccato da Facebook per le frasi sui rom: "Zuckerberg come l'Isis".
    Dopo le parole sui rom, il leghista non può più accedere al suo account e grida alla fatwa: "Sospetto che Zuckerberg sia di origine rom"

    Sergio Rame

    "Facebook ha emesso una vera e propria fatwanei miei confronti. Hanno rimosso il video su quello che penso dei rom e degli zingari da piazza pulita e mi hanno impedito l'accesso per 24 ore". Nel paragonare Mark Zuckerberg al califfo Abu Bakr al-Baghdadi, Gianluca Buonanno ha annunciato la presentazione di un'interrogazione urgente all'Europarlamento. Nel mirino del social network
    sono finite le sue dichiarazioni sui rom che hanno scatenato gli applausi del pubblico di Piazzapulita.

    Facebook lo oscura e la sinistra vuole denunciarlo. Non sono certo cadute nel vuoto le dichiarazioni di Buonanno sui rom. Li ha definiti "feccia della società". Il video della trasmissione di Piazzapulita, che è stato subito condiviso su Facebook, è stato rimosso, bannato, cancellato. Un bavaglio senza precedenti che di fatto colpisce la libertà di espressione. "Zuckerberg è come il Califfo - ha accusato Buonanno - e la cosa è talmente ridicola e assurda che il video di Piazzapulita si può vedere praticamente su ogni sito di informazione. Mi viene il sospetto che Zuckerberg sia di origine rom". Intanto oltre trentamila follower non possono ricevere i post dell'eurodeputato leghista proprio mentre questo è in partenza per la Libia. "Non potrò comunicare attraverso un mezzo importante come Facebook - continua l'esuberante europarlamentare leghista- adesso le multinazionali decidono pure chi deve parlare e cosa deve dire".

    Mario Marazziti parla di antigitanismo".
    "Da Marazziti arriva la solita retorica buonista - ha replicato Buonanno - non c'è bisogno di tirare in ballo la storia o darsi alle ricostruzioni da professorino solo per suscitare consensi a proprio favore. Gli italiani sanno benissimo di cosa sono capaci i rom: delinquenza e sporcizia". Una dichiarazione lapidaria destinata a creare nuove polemiche.





    Commenti

    Miraldo
    Vai avanti Buonanno la maggioranza del popolo la pensa come te. Ma molti non hanno le palle per dirlo in pubblico per paura.


    do-ut-des
    però quelli dei centri sociali che fanno certi apprezzamenti su quelli della Lega e casapound, fin, lì liberi di dirlo? Siamo corretti ed obiettivi! Se mi invitano gli estremisti dei laziali contro romanisti, vuoi che non escono frasi del genere? Ma poi la tanta decantata libertà di espressione!!!!??? Senso unico.


    Legaiolo
    Questa è la democrazia a senso unico della rete. Bene, allora cominciamo anche noi a boicottare il Fecebucco!


    sempreforzasilvio#
    voi lo sapete cosa e' una fatwa...giusto? Mi vengono dei dubbi


    giusto1910
    No, Zuckerberg non é di origine Rom. E' ebreo.


    plaunad
    Ennesima dimostrazione di come Facebook sia una enorme porcata ipocrita. Ma come, li sopra se ne vedono fi tutti i colori: criminali, terroristi, stupratori, pedofili e tutto va bene. Buonanno no. Cosa si aspetta a mettere fuori legge Facebook ed il "furbissimo" e stramilionario capo cosca?


    lento
    Mille cento mila un milione di Buonanno.Uomini con le palle.. W la Lega Italia---


    Zagovian
    @Miraldo:concordo!@Legaiolo:....fatto,....da sempre!


    ego
    La rete, come buona parte dei media, è in mano alla sinistra. In Italia anni e anni di indottrinamento, a partire dalle scuole, hanno ideologicamente plasmato almeno due generazioni.


    Holmert
    Ma ancora avete capito che siamo in regime di sinistra? Avete ancora dei dubbi? Tutto ci viene imposto e zitti e mosca. Liberi di pensarla purchè la pensiate come noi, questo il loro motto. E quelli di destra si scannano tra di loro, una massa di voltagabbana.

    RispondiElimina
  54. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/04/veneto-lega-verso-spaccatura/1101629/


    4 Marzo 2015

    Veneto, Lega verso spaccatura.
    In Regione Veneto nasce "Impegno veneto": è formato da tre consiglieri del Carroccio che lasciano la Lega in dissenso con Salvini.

    Franco Grilli

    È nato un nuovo gruppo nel consiglio regionale del Veneto: ne fanno parte alcuni consiglieri leghisti vicini a Flavio Tosi che hanno deciso di lasciare il Carroccio e riunirsi sotto il nome di "Impegno veneto".
    Si tratta del presidente della Liga Veneta Luca Baggio, l'altro leghista Matteo Toscano e un consigliere del gruppo misto, Francesco Piccolo. "La deriva a destra di Matteo Salvini non mi piace. Sono con Flavio Tosi", ha spiegato Baggio, "Il gruppo vede la presenza di Francesco Piccolo- spiega Baggio - che apre a un ragionamento moderato. Il fatto di ragionare con consiglieri di area moderata assume un significato particolare in un momento in cui la Lega si sta posizionando verso destra, cosa che a me non piace. Ho un passato culturale e familiare che nulla ha a che vedere con l’estrema destra. E da oltre 20 anni sono un militante della Lega, sono entrato perché credevo nei valori del federalismo e dell’identità dei territori".
    Lunedì prossimo scade anche l'ultimatum che il leader della Lega ha lanciato a Tosi, che dovrà scegliere tra il movimento e la fondazione di cui lo stesso primo cittadino è a capo. "Mi auguro che tutti facciano la loro parte, non abbiamo bisogno di litigi. Ribadisco la mia stima per Tosi, non solo come sindaco, anche come dirigente politico", ha oggi detto Matteo Salvini, "Mi auguro che nessuno abbia voglia di litigare, rompere, polemizzare".



    Commenti

    Miraldo
    Allora sono 2 se uno era del gruppo misto o no? Faranno la fine di Fini e fra 3 mesi essendoci le nuove elezioni sarete trombati, tornatevene a casa e cercatevi un lavoro.


    Gianca59
    E vai ! I rompicoglioni sono dappertutto !


    Accademico
    Meglio così. Vince Salvini, non ci sono dubbi.


    gianrico45
    Un cazzone che non vuole rischiare di perdere la poltrona ci deve sempre stare.Ma credo che questi tempi siano arrivati al capolinea.


    Zagovian
    Fanno la fine di fini & company. Meglio fuori che dentro!


    alkt90
    bisogna stare uniti!!!!


    Legaiolo
    Nella Lega non vogliamo democristiani o futuri alleati della sinistra. Quindi se certi personaggi se ne vanno ci fanno solo un grande favore. Tosi, lei fará la fine di Fini!!!


    mark 61
    Chi esce dalla lega non va da nessuna parte osta che patacca non è che in Italia c’è solo la lega buffone.


    triglia
    purtroppo i cretini ci sono sempre......Salvini

    RispondiElimina



  55. SOVRANITÀ DI CASAPOUND PER SEMPRE...


    4.3.2015


    http://voxnews.info/2015/03/04/mafia-capitale-carabinieri-in-comune-per-business-immigrati/



    RispondiElimina
  56. http://www.atuttadestra.net/index.php/archives/277845


    Wednesday, March 04, 2015



    RAFFAELE BRUNO GUIDA LA PROTESTA CONTRO L’ABBANDONO DI NAPOLI E IL CONSOCIATIVISMO TRA CENTRO DESTRA E CENTRO SINISTRA A NAPOLI!

    Sotto la sede del Comune di Napoli (Palazzo San Giacomo) in piazza Municipio, il Segretario Nazionale del Movimento Idea Sociale Raffaele Bruno ha guidato una manifestazione di protesta con disoccupati della Lista di Lotta Lavoro e Dignità, le Associazioni Vento del Sud e Rinnovare Sud, e Comitati di cittadini, per protestare contro lo stato di abbandono in cui versa la città per colpa del consociativismo politico esistente tra il centro destra e il centro sinistra che si dividono la torta e mal governano Napoli.

    RispondiElimina
  57. http://www.termometropolitico.it/1163619_facebook-sospende-profilo-buonanno.html


    4 marzo 2015

    Anche Facebook ce l’ha con Buonanno: profilo sospeso.


    “Facebook ha emesso una vera e propria Fatwa nei miei confronti. Hanno rimosso il video su quello che penso dei rom e degli zingari da Piazzapulita e mi hanno impedito l’accesso per 24 ore”. Lo ha riferito Gianluca Buonanno, parlamentare europeo della Lega Nord a La Zanzara su Radio 24, annunciando la presentazione di un’interrogazione urgente a Bruxelles, al Parlamento Europeo.
    “Zuckerberg è come il Califfo – ha accusato Buonanno – e la cosa è talmente ridicola e assurda che il video di PiazzaPulita si può vedere praticamente su ogni sito di informazione. Mi viene il sospetto che Zuckerberg sia di origine rom. Intanto trentamila persone non possono ricevere i miei post mentre sono in partenza per la Libia, unico deputato europeo. E non posso comunicare nulla attraverso un mezzo importante come Facebook. Adesso – continua Buonanno- le multinazionali decidono pure chi deve parlare e cosa deve dire”. L’eurodeputato del Carroccio aveva definito i rom “feccia della società".

    RispondiElimina
  58. http://www.termometropolitico.it/1163382_buonanno-a-piazza-pulita-rom-feccia-della-societa.html


    3 marzo 2015

    Buonanno a Piazza Pulita: “Rom, feccia della società”.

    Erika Carpinella


    Nella puntata di ieri di Piazza Pulita la lente di ingrandimento è stata puntata sulla Lega Nord: nella prima ora è stato ospite Massimiliano Fedriga che ha detto la sua sulla manifestazione di sabato organizzata a Roma a Piazza del Popolo da Matteo Salvini; a fare da protagonista nella seconda parte della trasmissione è stato un altro deputato leghista, Gianluca Buonanno, che ha alzato l’audience di Piazza Pulita con un litigio nei confronti di una rom presente in studio.

    Buonanno: “Zingari feccia della società”

    “Gli zingari sono la feccia della società” ha urlato Buonanno in due occasioni, l’ultima proprio uscendo dallo studio quando si è accorto che la Pavlovic si è rifiutata di stringergli la mano; “basta andare nelle metropolitane di Roma per rendersi conto di quello che fanno gli zingari, rubano e basta. E gli adulti utilizzano i bambini, addestrandoli a rubare, proprio perché sanno che essendo minorenni non possono essere arrestati. Una persona onesta ammetterebbe di aver paura a vivere accanto ad una famiglia rom”. Il pubblico di Piazza Pulita ha applaudito vigorosamente a più frasi di Buonanno; a quel punto un Corrado Formigli, visibilmente irritato, ha preso le distanze sia dall’onorevole che dai seduti in studio.

    RispondiElimina
  59. http://www.radiofn.eu/?p=1577#sthash.QYXlRvis.dpbs


    Palermo, caso Helg, Provenzale:”L’antimafia di professione è una mafia”.



    Palermo 4 marzo 2015

    “L’arresto con le mani nel sacco, per estorsione, dell'”antimafioso” Roberto Helg, – presidente della Camera di Commercio di Palermo e vicepresidente per 13 anni della Gesap, società che gestisce lo scalo di Punta Raisi – costringe anche i suoi numerosi amici della viscida antimafia di professione a prendere le distanze da un uomo con cui fino a ieri andavano a braccetto”, è il commento alla notizia choc, esplosa ieri a Palermo, rilasciato da Giuseppe Provenzale, vicesegretario nazionale di Forza Nuova e responsabile siciliano del Movimento.
    “Il sindaco Orlando, il potente senatore Lumia, lo stesso Rosario Crocetta – che del professionismo antimafia sono tra i più noti esponenti in Sicilia – sono stati tra i primi a rilasciare dure, e alquanto imbarazzate, dichiarazioni di condanna, ma la realtà è sotto gli occhi di tutti: l’antimafia di professione è anch’essa una mafia, agisce nello stesso modo e pratica anche l’estorsione”.
    “Denunciamo da tempo questo stato di cose – prosegue l’esponente di FN – e riscontriamo quotidianamente l’esattezza della nostra analisi, dai livelli più alti, Antonello Montante, presidente di Confindustria e uomo di punta dell’antimafia di cartone, è indagato, lo accusano 5 pentiti, per concorso esterno, ai più bassi: la discoteca Goa di Palermo (chiusa dopo un omicidio, seguito ad una rissa, e gestita, in pratica, da cosa nostra) s’è scoperto appartenere al circuito antiracket AddioPizzo che si occupa della distribuzione di patenti antimafia, evidentemente rilasciate con molta superficialità”.
    “Molti altri potrebbero essere gli esempi – conclude Provenzale – e in vari settori: quella mafia che si diceva non esistesse ora c’è. E’ seduta nei consigli d’amministrazione e nelle riunioni di loggia, consiglia di indossare i panni dell’antimafia, che agevola le carriere e facilita il raggiungimento delle poltrone politiche più importanti, e ne distribuisce le patenti, condannando alla morte civile chi, penso a Gioacchino Basile, ne denuncia da tempo le trame”.

    Copyright ForzaNuova 2014

    RispondiElimina
  60. http://voxnews.info/2015/03/05/scoperto-il-vero-volto-di-jihadi-john/




    UNO SCHIFO TUTTO ITALIANO....

    RispondiElimina
  61. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/04/svolta-storica-a-new-york-le-festivita-musulmane-nel-calendario-scolastico/1101659/



    4.3.2015

    USA ABAMIANA ISLAMIZZATA. .?????

    RispondiElimina
  62. http://www.iltempo.it/mobile/roma-capitale/2015/03/04/mafia-capitale-ros-in-campidoglio-1.1386030




    04/03/2015 21:01

    Mafia Capitale, Ros in Campidoglio.

    INCHIESTA MONDO DI MEZZO.

    Acquisiti nuovi documenti sulla cooperativa 29 Giugno e relativi alla sede di Pomona. Il Comune: "Massima collaborazione".
    I carabinieri del Ros, il Raggruppamento operativo speciale dell'Arma che si occupa di criminalità organizzata e terrorismo, si sono presentati in Campidoglio per acquisire ulteriore materiale relativo alla cooperativa 29 Giugno, in particolare rispetto alla sede di via Pomona, in merito all'inchiesta della Procura di Roma ribattezzata "Mafia Capitale". Il Campidoglio ha spiegato che "come sempre c'è massima disponibilità a collaborare con le indagini".
    Da Palazzo Senatorio, poi, smentiscono le insistenti voci consiliari che erano circolate durante la giornata e che parlavano di un intervento mirato all'acquisizione di atti, trascrizioni stenografiche e verbali delle sedute in merito alla delibera 88/2013 sulla dismissione del patrimonio immobiliare in seguito ai numerosi esposti presentati alle autorità dai consiglieri dell'opposizione.

    RispondiElimina
  63. https://m.facebook.com/sovranita/photos/a.1379208265711447.1073741830.1374494492849491/1423599404605666/?type=1&source=48&refid=17&_ft_&__tn__=E


    Italiani ci si Nasce per SANGUE!!!!!!! Con i fogli della cittadinanza italiana x immigrati ci si deve pulire il culo!!!!!! è Italiano chi nasce in iItalia da genitori Italiani che a loro volta erano figli di Italiani!!!!!! Chi ha un'altra cultura,usanze non può essere mai italiano!!! Nella prima guerra mondiale i nostri avi si sono fatti amazzare per difendere una bandiera ... hanno versato sangue ! E ora il primo rifugiato arrivato ieri vuole la cittadinanza ! Siamo proprio una massa di fessi !
    quello ci manca....e poi bisognerebbe fare una legge in forza della quale l'elettorato passivo si ottiene alla terza generazione altrimenti tra un po' ci ritroviamo con la sharia al posto dei codici. A questa povera Italia i nostri politici( per fortuna non tutti) gli stanno facendo fare una misera fine, peccato perché è così bella!!!!!!

    RispondiElimina
  64. http://www.barbadillo.it/37505-la-provocazione-perche-la-destra-colonizzata-da-salvini-non-trova-le-chiavi-di-casa/


    La provocazione. Perché la destra colonizzata da Salvini non trova le chiavi di casa.

    3 marzo 2015

     Mario Bozzi Sentieri

    Più che dei commenti, certi articoli dedicati alla manifestazione “leghista” di sabato scorso, a Roma, sembrano dei necrologi: destra perduta, smarrita, vampirizzata, insomma destra finita nella fossa, dopo che, anche simbolicamente, è stata scippata dai vichinghi di Salvini, che sono arrivati a “violarne” la piazza storica. Mettiamoci una lapide sopra – sembrano dire molti dei commentatori, da destra, dell’evento, più impegnati a guardarsi allo specchio che a comprendere quanto sta accadendo – e facciamola finita.
    Certe prese di posizione sembrano evocare l’immagine che Abel Bonnard, raffinato intellettuale della Francia della prima metà del ‘900, dava dei “moderati”, membri di una borghesia agonizzante, figli di una società estinta, incapaci di comprendere la realtà e perciò sempre in ritardo sugli eventi e sui tempi. In quei “moderati” , con il torcicollo, non vogliamo riconoscerci.
    Non tanto – sia chiaro – per un senile innamoramento nei confronti di Matteo Salvini e della sua “onda verde”, rappresentata da questa “nuova destra”, mediatica e diretta, poco “strutturata” sui contenuti, ma certamente capace di recepire gli umori collettivi, sintetica nelle parole d’ordine, ma attenta alle domande della gente.
    Come tanti amici della “destra culturale” veniamo da altri percorsi. Il semplicismo non ci appartiene. Preferiamo l’approfondimento alla sintesi. Proviamo a declinare idee piuttosto che slogan.
    Non per questo però possiamo fuggire dalla realtà. Dobbiamo piuttosto tornare ad avere l’ardire di provare a cambiarla questa realtà, che non ci piace, se non altro offrendo prospettive inusuali e non conformi, armati di idee e di principi che preesistono a qualsiasi contenitore politico.
    Che la destra , strutturata o meno, ci sia ha poca importanza, se poi – come si sta tentando di fare attraverso tanti siti, riviste online, circoli culturali – ad esistere e a persistere sono quelle idee e quei valori che rappresentano il terreno di coltura essenziale per qualsiasi azione politica futura.
    Il problema piuttosto è: “da destra” abbiamo da “coltivare” ancora qualcosa che non sia solo sterile rancore (per le delusioni accumulate) o disillusone (per le occasioni mancate)? Vogliamo tornare a cimentarci sui grandi progetti ? Abbiamo ancora qualcosa da dire, che non sia solo il ricordo del beato-tempo-che-fu?
    Io credo di sì e non tanto sulla base di una pia illusione, quanto pensando proprio alle idee e ai valori che continuiamo a portarci dentro, che abbiamo “accatastato” in tanti anni di riflessioni, di dibattiti, di approfondimenti. Da lì si può partire per un’opera di reale ricostruzione nazionale, che non può tuttavia essere semplicemente una mera declinazioni di principi, ma deve essere capace di guardare alla realtà, alle ragioni profonde della crisi e al suo superamento. Senza temere di trovare sulla via del cambiamento inusuali compagni di viaggio, magari con le corna dei vichinghi “padani” ma anche con tanta voglia – come noi – di ritrovare le “chiavi di casa”.

    @barbadilloit


    RispondiElimina
  65. Salvini,Di Stefano e la Meloni hanno chiamato a raccolta la DESTRA VERA PATRIOTTICA IDENTITARIA.
    Chi non vuole perdere la cadrega all'ombra del Pd appecorinandosi ai suoi diktat dopo esere stato eletto da destra ha tolto o sta togliendo il disturbo e ciò è un fatto positivo perché essere di DESTRA significa avere le palle e combattere anche a sprezzo del pericolo per affermare i propri principi. Dopo il tradimento di Gianfranco Fini ci sono stati tanti altri voltagabbana che x 30 denari si sono venduti al nemico meritando la fucilazione per questo immondo tradimento. Fucilazione politica e pubblico disprezzo e ludibrio per l'eternità. Dopo il 28 febbraio è scoppiata la guerra della leadership all'interno della ex destra ove purtroppo ci sono troppi galli ma anche tante gallinella pronte a covare l'uovo avvelenato. Io disprezzo i traditori e li condanno senza riserve per la pugnalata alle spalle data agli elettori che li hanno votati in buona fede ma che adesso gli hanno sputato in faccia per davvero.
    Quel giorno è stato stabilito il principio che la Destra ha dei valori non negoziabili da affermare con forza e chi si riconoscerà in essi potrà senz'altro aderire al polo Lega/Sovranità prima gli italiani rafforzando anche numericamente la compagine che si trova ad intraprendere un cammino erto ma pieno di soddisfazioni e di traguardi da raggiungere per il bene della Patria.

    Viva leganord
    Viva casapound
    Viva Sovranità
    Viva FdI-AN

    RispondiElimina
  66. Quando il leghista Buonanotte parla di feccia della società riferito agli zingari mi viene voglia di fare una ricerca in rete ed ho subito individuati questo link:


    http://it.m.wikipedia.org/wiki/Clan_dei_Casamonica


    Leggendo mi viene la pelle d'oca nell'apprendere che numerose famiglie criminali si annoverano tra gli zingari. Clan di migliaia di individui dediti da decenni ad attività criminali e su cui i fari della società civile sono stati sempre accecati dalla paura di dover ammettere l'assoluta impotenza o peggio connivenza nell'arginare attività illecite del genere. Invece il leghista coraggioso e non ipocrita Gianluca Buonanno che solleva un serio problema di legalità e di sicurezza pubblica legata alle miriadi di reati commessi dagli zingari viene tacciato di razzista ed invece il presunto criminale che vive anche e non solo in roulotte passa per povera vittima. Integrarsi in una società civile significa diventare un cittadino di quella comunità rispettandone leggi ed anche usi e consuetudini. Dare del mafioso ad un Totò Riina e dire che il suo stile di vita si annovera tra la FECCIA DELLA SOCIETA non mi pare sia lontano dalla realtà. Buonanno ha spiegato che chi vive abitualmente e pericolosamente di crimini è senz'altro fuori dalla società civile e nessuno può dire che una aliquota elevata di zingari o rom o sinti o Camminanti non sia dedita a delitti di varia natura ed anche con ferocia. Non scordiamo che i clan degli zingari fanno affari con le mafie nostrane e le ultime inchieste giudiziarie 2014/2015 ci danno uno spaccato di vero allarme sicurezza nazionale. Altro che balle raccontate a piene mani. Io la trasmissione Piazzapulita non la vedo perché la considero becera ed offensiva per l'italiano patriota ma riguardando il breve video dello scambio di opinioni tra il Buonanno e la zingara (come si è definita lei stessa e come risulta dal sito internet di operanomadi) devo dire che se non arginiamo e stoppiamo questa che io definisco al pari di una mafia allora si che i fenomeni alla STACCHIO diventeranno sempre più numerosi ed allora sarà il farwest e non certo per colpa di chi usa un fucile per difendersi da rapinatori in kalashnikov. Quanta ipocrisia e appecorinamento pavido trasuda dai discorsi di tante anime belle radicalchic sinistrati che godono di protezione istituzionale ed allora non hanno mai avuto la sventura di essere vittima di orde di zingari o extracomunitari in genere od anche di veri italiani criminali e pertanto costoro minimizzano un fenomeno delinquenziale che ha assunto i connotati di una vera eversione contro lo Stato italiano il quale deve avere il coraggio di non guardare in faccia nessuno ed estirpare la gramigna molto diffusa sul terreno nostrano e che soffoca le coltivazioni buone.

    RispondiElimina
  67. Gli zingari sono elettori della sinistra che li coccola...vedi casamonica a Roma Mafia Capitale che beccava 20.000 euro mese per fare il MEDIATORE CULTURALE.(???).... oppure le lunghe file di zingari davanti ai gazebo in occasione delle primarie piddine e senza che quei piddini stessi si scandalizzino anzi pare che girino soldi x compravendita di voti o consensi elettorali.

    3000 anni di storia buttati nella discarica in nome di un falso buonismo affaristico che ha già creato delle metastasi nel tessuto connettivo della nostra società e la morte e' prossima.
    In Calabria esiste un intero quartiere di una cittadina che è in mano agli zingari che spadroneggiano. Chiaro che la delinquenza annovera tantissimi italiani ma non abbiano certo bisogno di importarne altra da fuori...!!!!!!!
    Ciliegina sulla torta si spendono milioni di euro rubati alla fiscalità nazionale per mantenere individui che non si vogliono integrare tra di noi perché sarebbe un affronto, una vergogna per la loro etnia che impone loro rispetto delle loro usanze e di non integrarsi del tutto col pericilo di perdere così la loro identità. Infatti gli italiani sono definiti anche gage' dai rom come fossero stranieri per loro al pari dei sinti.

    RispondiElimina
  68. La SPECTRE Kalergi lavora a tutta birra ed Obamino si adegua ai propositi di quel famigerato piano genocidico mondiale che prevede due livelli sociali, RICCHI (pochissimi) e POVERI (miliardi di persone schiavizzate) che saranno sfruttati per il benessere esclusivo dei benestanti. Negli ultimi tempi io ritengo ci sia stato un mutamento di fatto in quella che dovrebbe essere la classe dominante e cioè i RICCHI.
    Non più gli ebrei in USA e nel mondo ma bensì gli islamici ed infatti il presidente USA è filo islamico al 100%.
    Milioni di cittadini sparsi nel mondo ignorano questo obbiettivo rendendosi complici inconsapevoli di questo cataclisma universale che da qui a qualche anno diventerà realtà ed allora saranno cazzi amari per chi non è islamico. Ecco spiegata la numerosa conversione all'islam da parte di opportunisti che sono già saliti sul carro di coloro i quali considerano VINCITORI.
    Si è adeguato il nostro premier che in visita a Washington si è portato al seguito solo un mussulmano parlamentare piddino di origine marocchina ed appunto a testimoniare la sua adesione al piano Kalergi. Tanto antisemitismo nel mondo è la conseguenza di questa attività genocidica che cancellerà ogni forma di società multiculturale e multi religiosa imponendo con la forza il CORANO e le sue liberticide ed intolleranti sure e AMEN. ..
    Ultima chicca la decisione del sindaco di NYC De Blasio di istituire tre festività cittadine islamiche accanto a quelle cattoliche senza prevederne di altrettante ebraiche. Senza dimenticare la sostituzione dei rappresentanti moderati con altrettanti fondamentalisti da parte del ministro Alfano nella Consulta ministeriale islamica al Viminale e poi il giorno dopo sono arrivati miliardi dal Qatar ultra islamico intollerante che ha comprato il 100% della proprietà di un nuovissimo quartiere di Milano rendendosi disponibile assieme ad Arabia Saudita a finanziare la costruzione in Italia di migliaia di moschee con minareto per potere successivamente islamizzare l'italia con buona pace di Papa Francesco che ancora crede all'islam moderato mettendoci esposti al pericolo del programmato genocidio del miscredente che è fuori dal CALIFFATO UNIVERSALE CORANICO.
    infatti le coop onlus rosse e bianche sono attive nella realizzazione del piano Kalergi incentivando arrivo e mantenimento di clandestini jihadisti potenziali e zingari parassiti allo scopo di meticciarci e creare quella enorme platea di popolo schiavizzato e di livello sociale degradato e a tutto vantaggio dei RICCHI nostrani inseriti nei posti chiave di comando statale pronti a mettere in pratica la islamizzazione italiana.
    Sono mie ipotesi e spero di sbagliarmi...

    RispondiElimina
  69. Laicismo ateo al servizio dell'islam che avanza. ..



    5.3.2015


    http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/05/bologna-no-alle-benedizioni-di-pasqua-a-scuola-prof-e-docenti-fanno-ricorso-al-tar/1101839/

    RispondiElimina
  70. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/05/mosca-renzi-porta-i-fiori-sul-ponte-dove-e-stato-ucciso-nemtsov/1101845/

    5.3.2015



    ilsaturato
    Fiori sull'ennesima vittima sacrificale spesa da USA e nazisti ucraini! Una strana genesi quella dei comunisti italici. Una volta chi si opponeva a regimi-dittature lo chiamavano "resistente", partigiano,oggi si allineano al maggiore mostro imperialista della storia umana (USA) e ai suoi collaborazionisti (UK, EU, ecc...) e approvano colpi di stato a ogni latitudine,cancellazione di governi legittimi-eletti (compreso il nostro 2011) definendo "terroristi" chi non accetta il regime imposto da un colpo di stato. Gli USA hanno speso miliardi, fornito "intelligence", martellano con falsa propaganda, per imporre al mondo un regime controllato da loro in un disegno teso a disgregare la Russia, favorire la cacciata di Putin, per eliminare l'unica nazione al mondo in grado di contrastare le mire di Neocon, speculazione internazionale, industria degli armamenti.
    Dall'alto della sua posizione di eletto-da-nessuno, Renzi e i suoi burattini hanno avallato sanzioni contro la Russia che, oltre a minare gli ottimi rapporti Italia-Russia, stanno pesantemente danneggiando la nostra economia. I resistenti dell'Est Ucraina, hanno commesso, dopo il colpo di stato, il tremendo crimine di dire "noi non accettiamo questo regime installato da USA-EU!". Non hanno messo autobomba a Kiev, non hanno fatto alcuna azione "terroristica" nelle regioni dell'Ovest... ma sono stati immediatamente bollati come TERRORISTI e presi a cannonate, bombardati, deportati, rapiti e torturati dall'esercito di Kiev affiancato da squadre di nazisti locali e stranieri. Oltre 6000 civili dell'Est sono stati macellati "a caso" direttamente nelle loro case o nelle strade, 1,5 milioni sono stati costretti a fuggire e 800mila sono ospitati in Russia. Kiev ha interrotto in quelle zone le forniture di acqua, elettricità, riscaldamento, il pagamento delle pensioni e degli stipendi pubblici, ha sospeso i servizi di trasporto, ha proibito l'uso di carte di credito e bloccato i bankomat; ha proibito le forniture di farmaci e ostacolato (trattenendoli per settimane al confine) i convogli umanitari che la Russia ha continuamente tentato di organizzare per ridurre gli effetti di quello che non può essere definito altro che un vero e proprio genocidio. Nel frattempo del volo MH17 non si sa più niente, USA e servi vari continuano a strillare per "l'invasione di migliaia di armi e truppe russe" (senza riuscire a portare 1-dico-1 prova) arrivando al punto, per la frustrazione, di presentare in pompa magna delle foto-prova che in 5 secondi sono state smascherate come fatte in Sud Ossezia nel 2008. Gli USA pensavano di "liquidare" la questione ucraina in 5 minuti e gli scoppia il fegato dover prendere atto che invece l'esercito demotivato di Kiev è stato contrastato e sconfitto da insorti che combattono per la loro "casa" e la loro sopravvivenza; che il popolo della Crimea ha VOTATO la propria secessione dal regime di Kiev e autodeterminato la propria annessione alla Russia; che i continui sforzi di Putin per promuovere gli incontri e gli accordi di Minsk hanno avuto successo così come il cessate il fuoco (continuamente minato da "incidenti" provocati ad arte dalle squadre naziste di Pravi Sektor e simili); che la mitragliata di sanzioni e l'affossamento guidato del prezzo del petrolio stanno ferendo mortalmente più l' "occidente" che la Russia. Obama, Nuland, Cameron e altri assassini dichiarati continuano ad attaccare per interesse geopolitico e economico la Russia... e intanto l'ISIS è a 350 km dall'Europa e impone il suo sanguinario integralismo in Siria, Iraq, Libia e buona parte dell'Africa. Ancora una volta, complimenti nano-Renzi! Sicuramente non rappresenti l'Italia vera.

    RispondiElimina
  71. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/05/mosca-renzi-porta-i-fiori-sul-ponte-dove-e-stato-ucciso-nemtsov/1101845/


    5.3.2015


    Commento

    albertzanna
    """Mosca, Renzi porta i fiori sul ponte dove è stato ucciso Nemtsov,..... ovvero,, da quel piazzista ed imbonitore che è, esercita l'arte "dell'apparire" comunque ed in tutte le occasioni. Può darsi che io mi sbagli, ma secondo me prima dell'assassinio di Nemstov, Renzi non sapeva neppure che l'oppositore di Putin esistesse. Caro Napolitano, adesso che finalmente si può dire di te quello che si pensa senza più essere accusati dell'orrido peccato di "diffamazione della tua sacra persona" (reato che in URSS esisteva per chi parlava male di Lenìn e della sua mummia), mi permetto di affermare che, come tu sei stato il peggior presidente della Repubblica italiana, in buona compagnia con Scalfavo e Ciampi, i tuoi tre governi d'imperio presidenziale, Monti, Letta e Renzi, sono stati, e purtroppo Renzi persiste, le tre peggiori sciagure che il povero stivalone italico ha subito. Con nessuna stima e pessimo ricordo mi firmo Albertzanna

    RispondiElimina
  72. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/05/mosca-renzi-porta-i-fiori-sul-ponte-dove-e-stato-ucciso-nemtsov/1101845/



    5 Marzo 2015


     






    Commenti

    gigi0000
    Abbiamo mai visto Putin venire in Italia a deporre corone di fiori per qualche personaggio ucciso dalla malavità?
    Renzi dovrebbe invece portare i fiori alle vittime di rom e clandestini, autorizzandoli a sparare a vista per difendere sé stessi, i propri cari, altre persone ed i propri beni: a prescindere, senza dover dimostrare alcunché, perché l'assoluta necessità è in re ipsa.




    grandeoceano
    cretino


    ContessaCV
    Perché il Signor Renzi non è venuto a portare un fiore a Genova e a Leivi quando con le due alluvioni di ottobre e novembre 2014 sono morte tre persone e migliaia di altre sono rimaste senza casa e con le attività distrutte?? Fossi in lui avrei vergogna.


    pc1966
    un cxxxxxo patentato, che poi va da Putin, io se fossi Putin gli sputerei in faccia e gli direi di andare a fare l'elemosina dal nero a stelle e strisce.

    RispondiElimina
  73. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/05/ecco-il-dossier-segreto-25-parlamentari-pronti-a-salire-sul-carroccio/1101778/

    5 Marzo 2015

    Ecco il dossier segreto: 25 parlamentari pronti a salire sul Carroccio.
    L'idea della segreteria è allargarsi in zone elettoralmente nuove. Le aree di provenienza sono tre: Ncd, Fi e M5S

    Paolo Bracalini

    Salto sul Carroccio (del vincitore). Un assedio, richieste che arrivano anche a parlamentari senza cariche, peones leghisti che d'improvviso, con Salvini a gonfie vele, diventano preziosi contatti per farsi raccomandare e sperare di essere ammessi nel gruppo Lega Nord. Le selezioni, molto scrupolose, sono in corso, e all'ultimo Consiglio federale è stata fatta una relazione al leader (che non è parlamentare) sui deputati e senatori di altri partiti che chiedono di entrare nella Lega. La cifre che girano sono notevoli: «Una decina al Senato e una quindicina alla Camera» assicura un parlamentare leghista a conoscenza della pratica. Va detto che i numeri oscillano secondo gli equilibri interni alla Lega. Per dire, un deputato vicino a Tosi, il ribelle veronese pronto a rompere, ridimensiona le cifre: «Venticinque? Nooo troppi! Saranno sei o sette alla Camera, al Senato non so». Ci sono le richieste formali che passano dai capigruppo, o da Calderoli, responsabile organizzativo del partito («C'è la fila per venire da noi!»), a cui si aggiungono però quelle che passano da onorevoli «semplici». «Solo io, che non ho ruoli di comando qui, sono stato avvicinato da due deputati che vorrebbero entrare nella Lega» racconta un altro onorevole padano.

    Non è una campagna acquisti finalizzata a pesare di più in Parlamento, obiettivo secondario. Il progetto, invece, è di presentarsi e raccogliere voti anche al Centro-Sud, dove la Lega non esiste o muove i primi passi. Ed è lì che qualche parlamentare preso da fuori, purché senza scheletri nell'armadio, potrebbe tornare utile. La linea è di respingere le richieste da parlamentari del Nord, per non creare tensioni con la militanza leghista delle sezioni, che si vedrebbe scavalcata da un ex avversario. Quindi, no ai settentrionali, sì ai centro-meridionali, ma con moltissima prudenza. Il segretario ha dato indicazione di studiare con grande attenzione ogni richiesta («Riciclati non ne vogliamo»), la valutazione sarà competenza del capogruppo, poi del segretario locale interessato (se a fare domanda è un parlamentare di Ancona, sarà il segretario della Lega di Ancona a fornire informazioni sulla persona) e poi da ultimo la parola sarà di Salvini.

    Interessante è anche la geografia dei «richiedenti asilo» nella Lega Nord. I partiti di provenienza sono tre. Forza Italia, Ncd e anche M5S, non solo ex ma anche Cinque stelle in carica. Il grosso però arriva dal centrodestra, gente che vuole mollare Forza Italia e il Ncd di Alfano. Proprio da lì, dagli alfaniani, proviene Barbara Saltamartini, la prima a fare outing e dichiarare ufficialmente di voler passare col Carroccio. Domanda che non sarà però facilmente accettata, visto che a Salvini è stato consegnato un dossier sulla deputata ex Ncd che sottolinea diverse criticità, legate al mondo di provenienza (la destra romana tendenza alemanniana), e a qualche problema giudiziario della famiglia. Anche suo marito, Pietro Di Paolo, consigliere regionale Ncd in Lazio, è dato in partenza verso la Lega. Alla lettura del «dossier Saltamartini» si dice, però, che Salvini abbia storto il naso.

    Dal Lazio, e dalla ex Roma ladrona, c'è molta richiesta. E se Ncd e Lega non si possono vedere, è proprio dal Ncd che provano il cambio casacca in tanti, com'è successo qualche mese fa quando sei consiglieri Ncd, tra Comune e consigli municipali di Roma, sono passati con la Lega.......


    ....continuare lettura direttamente sul link .....

    RispondiElimina
  74. La sinistra mafiosa e corrotta usa tutti i mezzi e specie quelli illegali per tentare di delegittimare un movimento popolare che dovrà necessariamente prendere le redini del potere legale in Italia per ribaltare il degrado socio politico avviato con forza 10 a novembre 2011 con napolitano presidente.


    Viva

    SOVRANITÀ/PRIMA GLI ITALIANI

    RispondiElimina
  75. SOVRANITÀ È ANCHE COMBATTERE LA CENSURA SOVIETICA PREDISPOSTA DAI PIDDINI D'ACCORDO COI DICCINI VATICANI IMMIGRAZIONISTI AFFARISTI.
    PER ME CHI ENTRA SENZA VISTO PREVENTIVO SI DEFINISCE ""CLANDESTINO"" COME SAREI CONSIDERATO IO SE ENTRASSI IN UNA QUALUNQUE NAZIONE EXTRACOMUNITARIA SENZA PREVENTIVA AUTORIZZAZIONE.
    NON MI ADEGUERO' AI DIKTAT DELLA ASSOCIAZIONE POLITICA DI SX DENOMINATA ""CARTA DI ROMA"" CHE CONSIDERO INCOSTITUZIONALE...E VIOLENTEMENTE ANTIDEMOCRATICA.



    5.3.2015


    http://voxnews.info/2015/03/05/ci-vuole-uninformazione-piu-corretta-sullimmigrazione-nuova-stretta-della-carta-di-roma-alla-liberta-di-stampa/



    RispondiElimina
  76. La codardia non appartiene a SOVRANITÀ. ...

    BUON LAVORO

    RispondiElimina
  77. Clandestino è chi non rispetta le leggi dello Stato vigenti per l'ingresso in Italia.
    Migrante è colui il quale si sposta da un posto ad un altro come un nomade ma sempre rispettando le leggi dello Stato in cui vuole entrare.
    In Italia arrivano a migliaia al giorno solo maschi arabi islamici che provengono da nazioni islamiche e quindi costoro sono INVASORI inviati da ISIS per avviare instaurazione CALIFFATO CORANICO.

    RispondiElimina
  78. http://www.intelligonews.it/il-sito-della-fiera-di-cremona-e-sotto-attacco-telematico-dellisis/


    5.3.2015


    LA SICUREZZA INFORMATICA DELLA RETE INTERNET IN ITALIA È UN COLABRODO E BASTA UN BEDUINO ISLAMICO PER VIOLARLA.

    PROVE TECNICHE DI ISLAMIZZAZIONE VIOLENTA??

    RispondiElimina
  79. http://www.intelligonews.it/aborto-online-adinolfi-europa-ha-banalizzato-laborto-non-si-lasci-solo-ai-credenti-la-difesa-della-vita/


    5.3.2015

    RispondiElimina
  80. http://voxnews.info/2015/03/05/viareggio-frati-sloggiano-vigili-per-darsi-al-business-dei-profughi/



    5.3.2015


    Questo si chiama CAVALLO DI TROIA.

    Sapere di frati cattolici che cacciano via i vigili urbani da un loro immobile per piazzarci CLANDESTINI ISLAMICI ANTICROSTIANI ricevendone soldi della collettività fa INFURIARE e grida vendetta. ..!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  81. http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/11763406/Msi--torna-la-Fiamma-tricolore.html


    Msi, torna la Fiamma tricolore: una nuova destra contro Salvini e CasaPound.

    05 marzo 2015


    Lega Nord, Fratelli d'Italia e CasaPound. La nuova destra che però, a destra, non piace a tutti quanti. E non si parla tanto dei "moderati" o dei centristi. Bensì di chi sta molto più a destra. Per esempio Roberto Fiore, leader e fondatore di Forza Nuova, che spiega: "Ci sono vasti ambienti su posizioni nazionalistiche e patriottiche che non si riconoscono nel progetto politico di Salvini. Il suo è un programma liberale, con la flat tax al 15% per tutti, pieno di contraddizioni. Anche sui diritti sociali non si riescono a capire le idee del segretario della Lega".
    Il nuovo Msi - Insomma, da Fiore e Forza Nuova arriva una bocciatura senza appello per Salvini, definito "inaffidabile". Ed è per questo, dunque, che Fiore mira a creare un nuovo movimento: "Stiamo lavorando per raccogliere quegli ambienti di destra che non si riconoscono nella Lega. L'assenza dei romani in piazza del Popolo (lo scorso sabato, ndr) è stata evidente, non puoi dire certi slogan per 25 anni ed essere credibile". Dunque Fiore annuncia: "A breve nascerà un soggetto politico dall'alleanza tra Forza Nuova e sezioni del Msi, come quella di Prati di Alfredo Iorio. Entro un mese ci sarà la prima importante iniziativa che faremo insieme".
    Anti-sistema - Torna la Fiamma tricolore, dunque. Tutto pronto per il ritorno del Msi. Un movimento che si schiera in contrapposizione a CasaPound, ora vicina alla Lega. Spiega sempre Fiore: "CasaPound ha rinunciato al suo posizionamento anti-sistema e ci è entrata (...). Lo dico senza malizia e senza polemica. Per noi è un fatto positivo perché ci lasciano uno spazio, quello nazionale-popolare, che siamo pronti ad accogliere". Insieme a Fiore nel nuovo Msi è pronto a schierarsi anche Adriano Tilgher, leader del Fronte sociale nazionale, che parimenti boccia Salvini: "Sostenerlo e corrergli dietro - spiega - è un errore politico perché non ha nessun progetto".




    Commenti all'articolo

    roberto19
    05 March 2015 - 13:01
    Oggi un nuovo MSI è un’idea come un’altra. Un’idea che sarà difficile far crescere ad un livello “importante”. Salvini è partito in anticipo e l’argomento dell’immigrazione selvaggia e della sicurezza dei cittadini italiani non se lo farà mai scippare da chi vuole ricominciare da zero! Questo è il suo cavallo di battaglia.....


    miraldo
    05 March 2015 - 13:01
    Ma dove volete andare? La storia è già stata scritta, arrendetevi ragionate e votate Salvini.


    Gios78
    05 March 2015 - 13:01
    Dividersi. Ecco quelli che a destra sappiamo fare molto bene. Anziché unirci per cancellare la sinistra dai libri di storia stiamo a fare i sofisti sulle cazzate. Caro Fiore, sono di destra come se non più di te e ti dico che faresti bene a smetterla di bastonare Salvini. Le cose che Bossi diceva su Roma ladrona erano riferite ai palazzi del potere, non ai romani. La destra deve essere mololitica.

    RispondiElimina
  82. http://www.barlettaviva.it/notizie/casapound-contro-i-litigi-e-la-stasi-amministrativa-della-maggioranza-casapound-contro-i-litigi-e-la-stasi-amministrativa-della-maggioranza/


    Casapound: «#Dimettetevitutti, amministrazione alla deriva».

    "Teatrino insopportabile che ha come vittima la città di BARLETTA".


    Giovedì 5 Marzo 2015

    Tweet #dimettetevitutti. Questo il testo-hashtag provocatorio contenuto nello striscione affisso nella notte da CasaPound Italia, come conseguenza della totale inefficienza politico-amministrativa dimostrata dalla giunta locale, impegnata, nelle ultime settimane, in futili diatribe sui social network mentre la città versa in uno stato di completo abbandono sociale.
    «Con rammarico assistiamo all'ennesima crisi in seno all'amministrazione locale - dichiara Andrea Cortellino referente locale di Cpi – andata in scena questa volta su twitter, e che vede come attori contrapposti il nostro primo cittadino e i membri della sua stessa maggioranza di centro-sinistra. Un teatrino insopportabile che ha come vittima la città di Barletta, oramai senza guida politica a causa della costante mancanza della maggioranza in Consiglio comunale, capace di ritrovare l'unità di intenti solo per imporre l'aliquota fiscale più alta prevista per la TASI. Tutto ciò mentre la cittadinanza aspetta ancora l'approvazione del Piano Urbanistico ed osserva, impotente, alle incessanti dimissioni di numerosi dirigenti comunali da importanti incarichi, come quello non ultimo ai lavori pubblici. Tutti segnali di una amministrazione completamente alla deriva».
    "È una situazione vergognosa, che ha come unica prospettiva le dimissioni immediate del Sindaco e della sua maggioranza - conclude Cortellino - incapace di assumersi le proprie responsabilità istituzionali e che si trascina solo per interessi di partito legati alle imminenti elezioni regionali".

    9

    RispondiElimina
  83. http://www.secoloditalia.it/2015/03/meloni-non-rapporti-casapound-salvini-leader/


      

    Meloni: non ho rapporti con CasaPound, è Salvini il loro leader


    giovedì 5 marzo 2015


    «Non ho rapporti con quelli di CasaPound che dicono che il loro leader è Matteo Salvini, forse bisognerebbe chiederlo a lui…». Così Giorgia Meloni, intervistata dal Mattino, risponde alle polemiche crescenti sui rapporti tra la Lega e la destra radicale culminati nella manifestazione di Piazza del Popolo.

    Meloni: noi e la Lega siamo diversi

    Con Salvini va tutto bene, dice ancora la leader di Fratelli d’Italia, «ma non abbiamo mica fondato un partito insieme. Collaboriamo condividendo alcuni temi. Ognuno di noi due è orgoglioso delle proprie differenze». A due giorni dalla grande manifestazione promossa dall’ex ministro della Gioventù a Venezia (“difendiamoci contro Renzi”), si conferma la strategia annunciata qualche settimana fa: fronte comune contro il governo Renzi ma nessuna fusione.

    «Non scimmiotto il Front National»

    Differenze profonde anche con il Front Nationaldi Marine Le Pen. «La destra lepenista è tipicamente francese e non ho alcuna intenzione di scimmiottare un modello d’Oltralpe», puntualizza la Meloni, «piuttosto penso a un modello nuovo che sia cucito sul tessuto di unicità della nostra Italia». Con ilCavaliere è addio per sempre? «Berlusconi – taglia corto –  non ha chiaro per niente cosa intende fare. Io voglio vincere. Voglio battere Renzi. Ma per farlo non ci vogliono i tatticismi, gli accordi di vertice, le alchimie di palazzo. Ecco credo che Forza Italia si sia incartata in un esasperato tatticismo».

    RispondiElimina
  84. http://www.atuttadestra.net/index.php/archives/278038



    Thursday, March 05, 2015


    Manao’ (Destra Storica), attacca i nuovi libricini Gay : ” basta porcherie dequalificanti”.

    “Sempre peggio, lo squallore imperversa nelle scuole.

    Dopo i libricini che spiegavano sesso gay nelle scuole voluti da talune lobby gay, ora altre persone vogliono l’introduzione di libricini che raccontano e promuovono la omogenitorialita’ .
    Non esiste, non accettiamo queste introduzioni, cosi’ come non riteniamo non idonee le adozioni  di minori a gay.
     Questi nuovi libri, qualora e laddove fossero in qualche scuola, vanno ritirati.
    Tutti hanno il dovere di vigilare acche’ queste porcherie dequalificanti non prendano piede. – il Ministero della Pubblica Istruzione intervenga .


    RispondiElimina
  85. http://www.secoloditalia.it/2015/03/nomadi-stop-ai-campi-illegali/

      

    Stop ai campi nomadi illegali. La città di Harlow dà l’esempio


    giovedì 5 marzo 2015



    La città inglese di Harlow, a est di Londra, è la prima della Gran Bretagna a introdurre un divieto completo alla creazione di campi nomadi illegali. Grazie a un verdetto dell’Alta Corte, il municipio ha potuto emettere una ingiunzione per tutelare una serie di zone pubbliche, dai parchi giochi, ai parcheggi fino alle piste ciclabili. Aree che spesso erano state usate per costruire campi improvvisati da parte di nomadi irlandesi, suscitando forti proteste fra la popolazione locale. La decisione ha scatenato le critiche dell’associazione che rappresenta i nomadi, il Gypsy Council, secondo cui così si crea uno “Stato di polizia”.

    Campi nomadi, lo sgombero del 2011

    Nel 2011 suscitò polemiche e dibattiti a non finire lo sgombero a Dale Farm, in Essex, del più grande campo nomadi della Gran Bretagna a pochi chilometri da Londra abitato da circa 400 persone tra cui 100 bambini. Lo sgombero vide gli agenti di polizia impegnati per un’intera giornata, con duri scontri che sono durati ore e ore.

    Le politiche sull’immigrazione di Cameron

    Lo scorso autunno il premier britannico David Cameron aveva annunciato l’intenzione di frenare i flussi migratori verso la Gran Bretagna modificando le norme Ue in merito. Fino al giugno 2014 gli immigrati presenti in Inghilterra erano 260 mila.

    RispondiElimina
  86. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/05/un-campo-rom-ci-costa-50mila-euro-lanno/1101893/





    http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/04/nomadi-con-auto-e-beni-di-lusso-per-il-fisco-erano-nullatenenti/1101566/

    RispondiElimina
  87. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/04/nomadi-con-auto-e-beni-di-lusso-per-il-fisco-erano-nullatenenti/1101566/


    4 Marzo 2015

    Nomadi con auto e beni di lusso: per il fisco erano "nullatenenti".
    A Bologna la Guardia di finanza ha sequestrato oltre un milione di euro a diciotto pregiudicati rom.

    Fabio Franchini

    Oltre un milione di euro di beni, tra cui auto di grossa cilindrata, moto, case, terreni, conti correnti e pure un bar nel centro di Bologna. È quanto la Guardia di Finanza felsinea ha sequestrato a diciotto nomadi, tutti pregiudicati e tutti nullatenenti per il fisco.
    Soggetti socialmenti pericolosi noti dalle forze dell'ordine per i precedenti penali commessi nel capoluogo emiliano e provincia: furti in abitazioni, rapine, borseggi, truffe ed appropriazioni indebite. Predoni capaci di accumulare, con le loro reiterare razzie, più di un milione di euro. Vivevano in alcuni campi rom di Bologna, nel lusso. Il sostituto procuratore, Massimiliano Rossi, coordinatore delle indagini, condividendo le proposte di misure di prevenzione formulate dal Gico della Guardia di finanza bolognese, ha richiesto e ottenuto dal Tribunale la confisca del lauto bottino.
    In più, nel corso delle operazioni, i finanzieri hanno accertato che una delle persone coinvolta nelle indagini ha percepito indebitamente per quattro anni una pensionenonostante la morte dell’avente diritto, con conseguente danno per le casse dell’Inps stimato in circa 34.000 euro. Sono tuttora in corso verifiche supplementari per constatare se i soggetti colpiti dalle misure patrimoniali abbiano fruito di agevolazioni a carico dei Comuni, quali l'erogazione gratuita di acqua, energia elettrica, gas.




    Commenti


    Franco_I
    Rimango in attesa di leggere un commento da parte di tutti quelli che appoggiano questo stato e vogliono smentire gli Italiani e quanti con loro affermano che questa "razza" vive per delinquere!! Avanti il primo.


    gzorzi
    Infatti sono beni che non appartengono a loro, ma a tanti sfortunati che hanno ricevuto visite.



    linoalo1
    Sarebbe un 'Repulisti' da fare in tutta Italia!O meglio,in tutti i campi Rom con Auto e Roulottes che noi,poveri lavoratori,ma lavoratori,ci sognamo!!Lino.


    Tristano
    Se 18 pregiudicati hanno frodato al fisco 1 milione debbono andare in galera senza se e senza ma. Purtroppo non ci andranno........


    maurizio50
    Mi auguro che qualche alto Ufficiale trasmetta per conoscenza le informazioni del caso a Madame MonDieu Boldrini, che è ansiosa di "valorizzare" questa feccia della nazione!!!!!!!!!


    RobyPer
    Attento, che poi Formigli e la sua amichetta Djana Pavlovic ti tolgono il saluto, si dissociano e non ti danno la mano.


    epc
    Sicuramente i poveri innocenti Rom erano dei prestanomi inconsapevoli di Berlusconi!!!!! (Anzi, no, di Salvini....)


    Cobra31
    Mi sa tanto che le risorse siamo noi (per loro).


    stenos
    Che monelli i fratelli di Niki.


    gabryvi
    Se cominciassero a sequestrare tutte le macchine ai rom, sparirebbero dalla circolazione! Ma questo caso di Bologna è una rarità!!|

    RispondiElimina
  88. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/04/profughi-lidea-di-marino-ospitiamoli-nei-quartieri-bene-e-stanzia-27-milioni-per-accoglierli/1101634/



    4 Marzo 2015

    Profughi, l'idea di Marino: "Ospitiamoli nei quartieri bene". E stanzia 27 milioni per accoglierli.
    Sindaco e Prefettura lanciano l'appalto milionario per ospitare i rifugiati a Prati, Parioli e centro storico.

    Fabio Franchini

    A fronte delle continue tensioni tra i profughi e gli abitanti della periferia di Roma - dove hanno sede numerosi centri d'accoglienza (Corcolle e Tor Sapienza le zone più calde) - IgnazioMarino ha annunciato il cambio di strategia, sbandierando l'intenzione di destinare i nuovirifugiati in arrivo anche nei quartieri centrali della Capitale. "Credo quindi si debba fare una distribuzione più equa, coinvolgendo anchequartieri non periferici che oggi non ospitano immigrati. Un esempio? I Parioli" le parole del primo cittadino a RadioRadio.
    Parioli, Prati, centro storico e zone ad alto reddito sono dunque allertate. L'emergenzaimmigrazione non si arresta, anzi: si devono trovare nuovi spazi ed alleggerire i quartieri ad alto rischio di ordine pubblico e farlo nel più breve tempo possibile, perché le strutture periferiche sono al collasso e i cittadini sono esasperati. Ecco quindi il nuovo piano. Sul sito della Prefettura di Roma è stato pubblicato unbando di gara per un appalto di 27 milioni di euro finalizzato ad "assicurare i servizi di accoglienza a cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale e la gestione dei servizi connessi”. Iscrizioni aperte dal primo maggio fino al 31 dicembre 2015.
    In cerca di sistemazione gli oltre 3000 profughi stimati in arrivo nel corso dell'anno. Il territorio capitolino, righello alla mano, è stato diviso in lotti di aggiudicazione e ciascuno sarà finanziato lautamente, per uno stanziamento totale, come detto, di 27 milioni di euro. “Attesa la necessità di garantire l’equilibrata distribuzione degli ospiti su tutto il territorio provinciale, anche in relazione alle esigenze di ordine e sicurezza pubblica e al fine di evitare impatti eccessivamente problematici sul tessuto sociale, l’appalto è suddiviso in 7 lotti territoriali, nell’ambito dei quali sono stati ripartiti il numero complessivo presunto di ospiti, tenendo conto delle attuali presenze sul territorio provinciale, della popolazione residente, nonché della competenza territoriale delle AA.SS.LL. di zona" si legge nell'avviso.



    Commenti

    eolo121
    pazzescoo nuovi ghettopoli...


    Gfrank54
    Romani l'avete votato. tenetevelo.


    NON RASSEGNATO
    Il vaticano quanti se ne accollerebbe?


    AdrianoAG
    Pazzesco! Ma questo genovese invece di rompere perchè non torna a Genova? Non basta il degrado nelle periferie......anche nei centri storici ed in quelli più tranquilli! Ma mannatelo a Monte Mario!


    robertofo
    Perché non li ospita a casa sua?


    leserin
    Chissà che non sia la volta buona che tanti elettori di sinistra con portafoglio a destra imparino
    a subire le conseguenze del loro voto dissennato.


    19gig50
    Sinistri dementi, continuate a comportarvi così, vedrete alle prossime elezioni quanti calci nel cxxo prenderete.


    magnum357
    Ennesima deficienza komunista alla n-esima potenza !!!!!!!!!


    Antonio43
    Ma ai romani per fargli sentire il bruciore quanto deve essere grosso?


    eglanthyne
    PRATI, PARIOLI, MONTE MARIO e via Della COCILIAZIONE, hanno voluto ops votato la BICICLETTA e ora pedalano! Nevvero??????????

    RispondiElimina
  89. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/05/il-ticino-vieta-il-velo-via-libera-di-berna-mettetelo-al-bando/1101917/

    5 Marzo 2015

    Il Ticino vieta il velo, via libera di Berna: "Mettetelo al bando".
    Le autorità federali svizzere danno l'ok al divieto di indossare burqa e niqab nei luoghi pubblici. Che saranno vietati quindi già a pochi chilometri da Milano.

    Ivan Francese

    Lugano chiama, Berna risponde. E l'argomento della chiamata è tra i più scottanti, non solo in Svizzera ma in tutta Europa. Si parla infatti del divieto di indossare il burqa e il niqab (il velo che lascia scoperti solo gli occhi, ndr) nei luoghi pubblici.
    Il Ticino era stato il primo cantone della Confederazione Elvetica a vietarli, con legge popolare, nel 2013. Ora la camera alta svizzera, la Camera dei cantoni, ha decretato la conformità della disposizione ticinese al diritto federale. Ora la palla passa alla camera bassa, la Camera Nazionale.
    La legge varata dalle autorità cantonali ticinesi si ispira a quella francese già giudicata compatibile con la Convenzione europea dei diritti dell'uomo da parte dei giudici dell'Unione.
    Nel concedere il proprio placet alla proposta ticinese, però, il Consiglio federale elvetico ha specificato di ritenere "non opportuni" simili divieti. "In Svizzera - aveva indicato in novembre - sono poche le persone a portare un velo integrale per motivi religiosi e finora non hanno creato problemi. Inoltre, chi costringe una donna a portare un velo è punibile per coazione in base all'articolo 181 del Codice Penale.




    Commenti

    aresfin
    Questo è il sistema pacifico per limitare l'invasione Islamica ed affermare il rispetto delle regole, degli usi e dei costumi di un Paese occidentale. Chi non è d'accordo torni pure a casa propria. L'Italia deve imparare molto dalla civilissima Svizzera!


    Zagovian
    Basta queste carnevalate da Basso Medioevo..A casa vostra,continuate pure con un carnevale che dura 365 giorni,e se ci piace,veniamo a vederlo!


    rugoso
    Che si abbia il coraggio di farlo anche in Italia. Che il nostro coniglio dell'interno si faccia promotore di una legge come questa..


    ORCHIDEABLU
    SE LA LEGA LO AVESSE CHIESTO CON CORTESIA OGGI NON CI SAREBBE BISOGNO DI CORRERE AI RIPARI IN LIBIA.QUINDI FATE MENTE LOCALE E' NON MOTATEVI LA TESTA CARI LEGHISTI IN FUTURO.NON SI AGREDISCE LA GENTE DIVERSA DA NOI,MA SI CHIEDE CON EDUCAZIONE COME PER TUTTI NEL MONDO.


    MARKOSS
    ORCHIDEABLU OLTRE CHE HAI SCRITTO UNA CAxxTA INCOMPRENSIBILE , ERRORI DI SINTASSI E ORTOGRAFIA ...CONTINUA PURE CON LA CANNABIS E LA BANANA CHE VAI BENE COMPAGNO.


    magnum357
    OTTIMO !!!!!! COSI' SI DEVE DIFENDERE LA PROPRIA TRADIZIONE !!!


    Carboni oreste
    orchideablu sei pregata di scrivere minuscolo e poi andare a concimare i campi del sud. Un sardo da Hong Kong


    MIKI59
    Prendetelo come esempio.Ora c'è qualcuno che dirà che gli svizzeri sono incivili?


    gianky53
    Prima l'Austria, ora il Ticino... ognuno si regola come crede e va per la sua strada, quando invece da parte del mondo occidentale ci vorrebbe un regolamento unico, secondo il quale gli islamici che non si attengono alle regole occidentali se ne devono tornare al loro mondo medievale. Come prima cosa bisognerebbe far loco accettare e controfirmare la Dichiariazione Universale dei diritti dell'uomo, non una variante islamizzata come pretendono a motivo della loro ideologia. Non accettano? Restino nei loro pascoli.


    java
    "sono poche le persone a portare un velo integrale per motivi religiosi e finora non hanno creato problemi" - che ragionamento idiota! allora sono anche poche le persone che ammazzano, rubano etc. Una legge e' legge (tipo la nostra del 1930 che vieta circolare a volto coperto) non importa che a farlo siano in 3 o in 3 milioni.

    RispondiElimina
  90. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/05/clandestino-si-mette-in-regola-e-da-badante-diventa-pusher/1101899/

    5 Marzo 2015

    Clandestino si mette in regola e da badante diventa pusher.
    L'immigrato ex clandestibo dopo aver ottenuto il permesso di soggiorno, si è inventato spacciatore ed è stato arrestato.

    Fabio Franchini

    Ottenuto il permesso di soggiorno, un 31enne marocchino ha lasciato il vecchio lavoro di badante per una più remunerativa carriera da spacciatore. Carriera che è durata comunque poco: i carabinieri di Casalbuttano - in un'operazione congiunta con il comando di Cremona - lo hanno arrestato.
    Il Giorno racconta che E.J., dopo anni di clandestinità era riuscito a mettersi in regola ed essere assunto come badante da una famiglia di Soncino. Un'impegno però faticoso e troppo poco redditizio. Ecco qui l'idea: buttarsi nel mercato degli stupefacenti, reinventandosipusher. E ci è riuscito anche bene, grazie alla complicità di qualche connazionale.
    Le forze dell'ordine parlano di una cerchia di circa cinquanta clienti e di un chilo di hashih a settimana smerciato sul mercato. Il maghrebino riforniva l'area del nord-oves cremonese, ovvero i comuni di Soresina, Annicco, Castelleone, Soncino e Paderno Ponchielli. Il blitz è arrivo dopo un anno di indagini: gli agenti hanno arrestato l'extracomunitario in un appartamento di Soresina, dove l'uomo ha cercato di
    nascondersi.



    Commenti

    cgf
    ora sono tutti @zz tuoi, sei in regola e quindi vai in galera, rimpiangerai quando eri clandestino....
    maghrebino spacciatore di cacca .!!!!!

    RispondiElimina
  91. http://www.vvox.it/2015/03/05/conte-lega-referendum-su-nuove-moschee/

     5 marzo 2015


    Conte (Lega): «referendum su nuove moschee».

    Il consigliere regionale della Lega Nord, Maurizio Conte, ha presentato la sua nuova proposta per regolamentare la costruzione di nuove moschee.  La sua proposta di legge prevede l’obbligo da parte delle amministrazioni comunali di consultare i cittadini con un referendum prima di concedere nuove autorizzazioni.
    La proposta di legge stabilisce anche quali siano le attrezzature comunali da destinarsi alla realizzazione di edifici di culto, stabilendo che siano gli uffici urbanistici comunali ad accertare se ci siano lecondizioni per realizzare luoghi di culto, strade di collegamento adeguate, opere di urbanizzazione e spazi da destinare a parcheggio pubblico, oltre alle telecamere per la sicurezza.
    "Simili accorgimenti, dopo gli ultimi tragici fatti di Parigi, non devono essere visti come una restrizione delle libertà personale – ha commentato Conte – ma come un fattore di sicurezzaper tutti i cittadini".




    Commento
    Non fatelo sapere a Bergoglio Boldrini Alfano Vendola altrimenti daranno del razzista islamofobo al nostro amico leghista.

    RispondiElimina
  92. http://voxnews.info/2015/03/05/direttiva-ue-promuove-lezioni-di-islam/


    No Cristianofobia

    Lezioni di catechismo islamico ai corsi Elco per figli di immigrati.

    mar 5th, 2015

    Mauro Faverzani

    Voleva essere un rapporto confidenziale ed, in effetti, per un anno e mezzo è rimasto tale. Ora, però, grazie anche all’ampio servizio ad esso dedicato da Le Journal du Dimanche, è emerso alla luce del sole. Si tratta dello studio messo a punto dall’Hci-Alto Consiglio per l’Integrazione francese. Già nel secondo semestre 2013 è stato trasmesso agli uffici del Primo Ministro, dove sarebbe dovuto restare top secret, chiuso in qualche cassetto, stanti i contenuti assolutamente esplosivi. Invece no.
    Ad esser rimesso in discussione, qui, è un vecchio dispositivo degli Anni Settanta: si chiama Elco ed è stato pensato per insegnare le lingue e le culture d’origine agli alunni di cittadini immigrati, così da consentir loro di mantenere i legami con la propria terra natale, specie nell’eventualità, prima o poi, di un loro rientro in Patria. Tutto questo, almeno, nelle intenzioni del suo ideatore, Lionel Stoléru. La cui idea piacque, al punto da esser recepita e tradotta, nel 1977, in un’apposita direttiva europea.
    Dal 2006, invece, i corsi Elco, assolutamente facoltativi, sono stati aperti sostanzialmente a tutti gli studenti, senza distinzioni. Per questo, la maggior parte di loro è francese. Nove Paesi hanno, in ogni caso, sottoscritto l’accordo con la Francia. Si tratta di Algeria, Croazia, Spagna, Italia, Marocco, Portogallo, Serbia, Tunisia e Turchia.
    Oggi l’Elco è una materia extracurricolare, che si svolge tuttavia all’interno dell’istituto scolastico. Sono 92.500 gli allievi iscritti. Di questi, 87.000 frequentano la scuola primaria, secondo gli ultimi dati forniti dal ministero della Pubblica Istruzione d’Oltralpe. L’Elco ha registrato una costante e significativa crescita, +16% negli ultimi cinque anni, coinvolgendo specialmente arabi (57.145) e turchi (16.555).
    Eppure, c’è qualcosa che non va. Secondo quanto denunciato nel rapporto, certi corsi rassomiglierebbero tremendamente ad una sorta di «catechismo islamico». Un esempio per capirsi: diversi insegnanti seguono una guida, edita nel 2010 dal ministero dell’Educazione turco. Al capitolo V, quello intitolato «Fede, islam e morale», si insiste sull’importanza di credere in Allah e sulla “necessità” di conoscere bene la vita di Maometto. Non solo: pare che l’insegnamento del turco viaggi secondo binari propri, poiché Ankara, «oltre a farsi carico dell’organizzazione dell’Elco, non rifiuta il proprio sostegno alle associazioni islamiche presenti in Francia». Si è lontani anni luce dall’estremo opposto ovvero dall’esasperato concetto di «laicità» – ovvero laicismo – alla francese…
    Ora il rapporto cerca di correre ai ripari e suggerisce di «sopprimere» sic et simpliciter questi corsi, capovolgendo la prospettiva: la vera integrazione, cioè, per questi ragazzi, si è scoperto consistere nel padroneggiare bene il francese. Ma la strada è lunga e, a quanto si legge, di danni ne sono già stati prodotti in abbondanza…



    All content Copyright No Cristianofobia


    http://www.nocristianofobia.org/lezioni-di-catechismo-islamico-ai-corsi-elco-per-figli-di-immigrati/

    RispondiElimina
  93. VENDOLA NON LO SAPPIA ALTRIMENTI SONO CAZZI AMARI PER QUEI BEDUINI...!!!!!!!



    http://edition.cnn.com/2015/03/05/middleeast/isis-lgbt-persecution/index.html


    Amid brazen, deadly attacks, gay Syrians tell of fear of ISIS persecution

    By Arwa Damon and Zeynep Bilginsoy, CNN

    March 5, 2015

    Story highlights "LGBT people in Syria need help, and they need to be supported," says Nour, a Syrian gay rights activist now living in Turkey. "We tried to reach out to some groups, international entities, and they said that LGBT people in Syria are not our priority," he says The International Gay and Lesbian Human Rights Commission is calling for action to protect LGBT Syrians and Iraqis from ISIS.

    (CNN)The photographs released by ISIS in its stronghold of Raqqa are dated March 2015. The first ones show a large crowd, mostly men, but also among them a handful of women and children, all looking up.

    Three men on top of a building, faces covered in black balaclavas, stand on either side of their victim, while a fourth seems to be taking a photo or video.

    Their victim is thrown off the building. In the last photograph, he is seen face down, surrounded by a small crowd of men, most carrying weapons, some with rocks in their hands. The caption reads "stoned to death."

    The victim brutally killed because he was accused of being gay.

    There are at least half a dozen documented cases of men being similarly killed by ISIS. What's even more sickening for Nour, a gay Syrian man, is the onlookers' reaction.

    One gay couple CNN spoke to said they fled Syria after a car tried to run them over.

    "It's too much to watch, and people are just standing there in these images and watching, and they are not doing anything, and their facial expressions are really scary because they are not even scared of what is going on," says Nour, who's also an LGBT rights activist. "They might be a little bit excited or maybe happy to get rid of homosexuals in the city."

    Though in Istanbul, fear of persecution continues to haunt Nour, who asked us to conceal his identity as he waits and hopes for asylum in America and continues to campaign for rights for people who are LGBT -- lesbian, gay, bisexual and trans.

    A history of abuse

    As a teenager, over a decade ago, Nour suffered because of his sexuality.

    "The worst bullying was at school," he remembers. "I was approached in the street a number of times, verbally abused and sometimes physically abused."

    There was no one to protect him. His family rejected his sexual orientation, his country criminalized it.

    Article 520 of the Syrian Penal Code of 1949 states: "Any unnatural sexual intercourse shall be punished with a term of imprisonment of up to three years."

    Nour left Syria in 2012, before ISIS took over huge swaths of the country, after seeing a video of two men being beheaded. According to the voice on the clip, they are accused of being spies. Then toward the end, the voice speaks about "shaking the throne of God."

    "Whenever we hear this in video or audio, we know that this is exactly meant for gay people," he says. "It was the moment of clarity, the moment of understanding; this place is not safe anymore."

    The pictures released by ISIS and other videos refer to gay men as the tribe of Lot, who, according to readings of the Quran and the hadith, or prophetic traditions, sinned by refusing Prophet Lot's call to cease their homosexual activity and led to the destruction of Sodom. One hadith states, "When a man mounts another man, the throne of God shakes."

    Since the revolution turned war in Syria, the situation for the nation's LGBT community has become even more dire.

    "LGBT people in Syria need help, and they need to be supported. We tried to reach out to some groups, international entities, and they said that LGBT people in Syria are not our priority, and that would mean that our lives are not worthy for them to rescue," Nour says....

    RispondiElimina
  94. SOVRANITÀ PRIMA GLI ITALIANI
    SOVRANITÀ PRIMA GLI INGLESI


    https://www.britainfirst.org/policies/


    5.3.2015


    CONSIGLIO DI LEGGERE IL PROGRAMMA DI ""BRITAIN FIRST"" PERCHÉ RICALCA BENISSIMO QUELLO DI CASAPOUND.

    RispondiElimina
  95. https://m.facebook.com/riprendiamoci.roma/posts/10153153450559696?locale2=it_IT&__tn__=%2As

    5.3.2015

    Ieri alle 7.20 · 

    Ospiti in casa nostra. Cittadini costretti a scappare via.
    La Testimonianza.
    Ginevra Carmignani

    Ciao, volevo raccontare il mio episodio di oggi, stavo al centro di Roma a mangiare da Burger King, è entrata una ragazzina zingara di neanche 8 anni che si è avvicinata al tavolo dei miei amici , in particolar modo al mio ragazzo, quella bambina facendo finta di chiedere indicazioni con una mappa ma in realtà la indicava solamente e non diceva nulla, gli ha rubato il cellulare che aveva sul vassoio, appena se n'è andata lui se n'è accorto, l'ha rincorsa e ritornando in possesso del proprio cellulare. Ho raccontato tutto questo per avvertire che se mangiate fuori e vi mettono una cartina davanti è solo uno sporco trucco per nascondere l altra mano che vi prende il cellulare. Fate attenzione, e non fate troppo i prepotenti con questa gente perché dopo neanche un minuto che ha ripreso il cellulare sono entrati in 7 uomini zingari a cercarci e noi ce ne siamo andati via di corsa...



    Stefano D'Ottavi.
    Ecco perché vorrei il porto d'armi. Poi la gente dice che sò violento e razzista. Ma vaffanculo.


    Ieri alle 7.29
    Vincenza Marani.
    Perché i cittadini italiani non sono protetti dalle istituzioni.????


    Ieri alle 7.34
    Mauro Alberico.
    41bis anche per le associazioni criminali di rom e zingari.


     Ieri alle 8.33
    Nero Edoardo.
    Ringraziamo chi sappiamo di questo schifo.


     Ieri alle 7.27
    Antonio Frá Diavolo Labruna.
    Quindi la colpa é di quello che ha lasciato il cellulare sul vassoio ...


    Ieri alle 9.14
    Enza Carlini.
    bastardi delinquenti! Paghiamo le tasse e nessuno ci difende...che bella città!


    Ieri alle 9.05
    Stefano Palombi.
    Paese di fessi


    Ieri alle 8.11
    Mariella Tessitore.
    E poi se gli spari rischi pure la galera roba da non crederci, sarebbe il caso di prenderli a fucilate a prescindere.


    Ieri alle 9.57
    Gil Barren.
    Bravi bravi votate PD


    Ieri alle 14.20
    Andrea La Corte.
    Pena di morte. Ma si vota Renzi e Marino...


    Ieri alle 12.31
    Giulia Drummond Johnson.
    Una botta in testa non fa mai male. Almeno hai la sicurezza che non chiama nessuno a darti fastidio.



    Ieri alle 8.31
    Irene Cipriani.
    Purtroppo ci tocca girare con una mano davanti e una di dietro...


    Ieri alle 7.27
    Anna Rau.
    E c'è ancora chi li difende e li protegge!!!


    Ieri alle 13.00
    Marco De Angelis.
    Il cellulare sul vassoio?Metterselo in tasca no eh?


    Ieri alle 7.59
    Francesco Lo Verso.
    A fuoco.


    Ieri alle 9.34
    Daniela Palmisani.
    Non se può a più


     Ieri alle 11.00
    Antonio Petrocelli.
    Non si puo piu tollerare .. Bucarest fanno la smart city e noi ci inviano i barbari.. Hanno rotto i coglioni con queste cooperative di merda.


     Ieri alle 10.48
    Riccardo Coma.
    Ste cose ti fanno scoppiare il fegato dalla rabbia.


    Ieri alle 9.13
    Fabio Durastanti.
    l'amica berretta non ti delude mai.

    Ieri alle 8.26
    Cristian Mastronardi.
    non tocca farci intimidire dobbiamo guardarci le spalle.


    Ieri alle 7.28
    Alessandra Errani.
    Non ho più parole....ma se po' anna' avanti cosi'!!?


    Ieri alle 12.46
    Tabita Frollini.
    Sono infestanti come le zecche. Che schifo. Bisognerebbe usare un insetticida.



    Ieri alle 19.38
    Fabio Rizzo
    La prima cosa quando si avvicina gentaglia di quella risma è mettere al sicuro i vostri oggetti di valore. Ignorate qualsiasi cosa vi chiedano o dicano, fate finta che non esistano.



    Ieri alle 15.46
    Alessia Regali.
    L'hanno fatto anche a me....ma me ne sono accorta in tempo! Io dovrei tollerarli ancora? No grazie prima imparassero a campare...

    · Nascondi · 6 ore fa

    RispondiElimina

  96. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/05/gentiloni-getta-la-spugna-limmigrazione-non-puo-essere-cancellata/1101965/


    5 Marzo 2015

    Gentiloni getta la spugna: "L'immigrazione non può essere cancellata ma va gestita". Il 2015 rischia di essere peggio dell'anno scorso: in due mesi sono sbarcati 9mila clandestini. Ed è boom di domande d'asilo: +140%.

    Sergio Rame

    "Non possiamo illuderci e tanto meno possiamo illudere i nostri cittadini, sulla possibilità che il fenomeno dell’immigrazione possa essere cancellato. Non può essere cancellato, è un fenomeno con il quale dobbiamo fare i conti". Il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni getta la spugna. ...................................CONTINUA NEL LINK. ...........




    Commenti

    bingo bongo
    Dobbiamo NOI avere più coraggio,respingerli in acque internazionali se sprovvisti di documenti valido per entrare nel nostro paese,con visto valido e quntaltro previsto.Il tutto supportato con i militari,gli stessi abbandonati in India.

    Giano
    Gentiloni non deve gettare la spugna; bisogna gettare via direttamente Gentiloni (e gli altri appresso).


    Loudness
    Gentiloni, non dica vaccate. L'immigrazione può essere fermata nel giro di mezza giornata. Basta cominciare a silurare le bagnarole sotto la linea di galleggiamento. Dieci ne arrivano e dieci se ne silurano... e vedrà che l'immigrazione clandestina svanisce nel giro di una settimana. Se poi invece avete convenienza a far passare la grande truffa, dove è giusto invadere un popolo, ma non è giusto che questo popolo si difenda, altrimenti è razzismo, xenofobia ecc ecc... allora l'immigrazione non si ferma. Dovete finirla di raccontare palle alla gente... ormai non vi crede più nessuno... o meglio, solo gli idioti di sinistra.


    Altaju
    Osservando la foto e paragonandola alle scene delle navi negriere dell´ 800, non si nota alcuna differenza se non che chi compra il carico non sono i piantatori di cotone, ma i mafiosi alla Buzzi lucrando sui soldi sottratti al popolo italiano.


    Giano
    Ma davvero c'è qualche persona normale, con un briciolo di buon senso, convinta che l'Italia possa accogliere e assistere altri 200.000 africani? Ma siamo rincoglioniti a questo punto?


    alfredido2
    E' difficile capire che qualunque recipiente,per quanto grande,può contenere un dato volume e poi tracima. Nessuno capisce che anche per gli immigrati è la stessa cosa. In Africa ce ne sono centinaia di milioni e se nessuno organizza qualche cosa cercheranno tutti di venire in Europa,tramite l'Italia (ventre debole). Poi ?


    nopolcorrect
    La resa di questo governo imbelle di imbelli non mi meraviglia. Ora tutti i veri Italiani, quelli con gli attributi, quelli che amano il proprio Paese, sanno che solo votando per un partito di destra tipo Forza Italia si potrà in futuro, speriamo il prima possibile, chiudere questa pagina vergognosa della nostra storia.


    vince50_19
    Che non possa essere cancellata mi pare ovvio, però può essere "incanalata e scremata" a seconda delle esigenze in "patria". "Caro" ministro ma lo sa che così ragionando consente ad Al Qaeda e Is di "reperire fondi per le loro personali guerre contro gli infedeli"? Ci arriva a questo oppure il calamento di braghe è totale e indegno, al cento per cento? Lo sa che abbiamo oltre 2100 miliardi di debito e che garantire diritti a questi disgraziati significa togliere qualcosa ai nostri poveri? Faccia la cortesia, una sola: se ne vada, visto che dimostra di essere impotente a fronte di una situazione che porterà l'Italia a peggiorare il proprio livello di vita, specie per i più poveri. Coraggio, lo faccia e sarà molto apprezzato questo suo gesto. Non come il giovane semipelato che si è attaccato alla poltrona e non la molla neanche sotto tortura..

    RispondiElimina
  97. http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/11763536/Carlo-De-Benedetti-riceve-la-Legion.html

    5.3.2015



    COMMENTI


    Luciano Scandelli
    una tale bestialità fa facilmente capire come è ridotta la Francia stessa che passa da in magliaro allaSarkozy (fa fuori Gheddafi perché ai francesi non passa più un contratto) ad un idiota socialista all'Hollande. Per forza pensano di premiare un in credibile mantenuto di stato alla De Benedetti (vedi pure l'ultimo salvataggio di stato degli 1,8 miliardi di € per il fallimento Sorgenia dalle banche con i nostri soldi come deciso dall'ultimo Consiglio dei Ministri da parte del presidente Renzi segretario PD alla tessera n°1 del PD).



    Mario Fucini
    Holland ha conferito la Legion d'Onore a De Benedetti, l'affossatore dell'Olivetti.

    In questa circostanza, direi che la seguente locuzione latina calzi a pennello: << Canis canem non est !>>
    Del resto, altri hanno fatto di peggio, come il Premio Nobel per la Letteratura conferito nientepopodimeno a Dario Fò, di professione "guitto"!
    Oppure il medesimo premio, ma per la Pace, conferiti ad Arafat ed Obama, rispettivamente Terrorista e Nullità!


    54 minuti fa
    Colombini Tullo
    il nobel a Fo è stato il massimo dei minimi d'altronde il periodo era quello giusto per i dementi.

    RispondiElimina
  98. http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/11763536/Carlo-De-Benedetti-riceve-la-Legion.html


    5.3.2015




    Commenti all'articolo

    fofetto
    05 March 2015 - 17:05
    Io, modesti a parte, avrei fatto molto meglio dell'Ingegnere. Ma poi, scusate, ingegnere di che? La laurea dove l'ha comprata?

    Tritamarroni
    05 March 2015 - 17:05
    Penso che la daranno pure a Cesare Battisti.

    marcomasiero
    05 March 2015 - 17:05
    per forza lo premiano !!! ha distrutto un concorrente pericoloso per l' industria d' oltralpe !!! sto ladrone incapace !!! TUTTO quello che ha toccato si è trasformato in aziende decotte a differenza del sia pure poco santo berlusca che almeno le tasse le paga TUTTE in Italia !!!


    sgnacalapata
    05 March 2015 - 17:05
    Ma questa è scema o ha bevuto l'acqua di "sorgenia"? Lo vada a raccontare agli ex dipendenti Olivetti e si faccia un giro dalle parti di Crema, Pozzuoli, Barcellona, Belgrado, Bugojno, Calò, Brasilia, Singapore ed altri posti che mi sfuggono, ma soprattutto si faccia un giro ad Ivrea!

    RispondiElimina
  99. http://www.055firenze.it/art/119929/pedopornografia-arresti-perquisizioni


    Pedopornografia, arrestati due uomini.

    04/03/2015

    Oltre a scambiarsi immagini pedopornografiche sul web adescavano minori.

    Nella mattinata del 26 febbraio 2015 sono state 13 le perquisizioni domiciliari, personali e informatiche eseguite contro la pedopornografia.


    Le indagini sono partite da una denuncia della madre di un minore della provincia senese. Il piccolo aveva confidato al genitore di aver ricevuto attenzioni di carattere sessuale da un uomo, prevalentemente tramite sms.
    Nel corso dell'attività investigativa l'uomo, un 55enne residente in un comune dell’agro senese, è stato identificato.
    L'uomo scambiava materiale pedopornografico, video e foto, tramite social network con numerosi altri pedofili ed organizzava incontri omosessuali con soggetti minorenni dopo averli adescati.
    I carabinieri hanno proceduto all'arresto in flagranza di reato di due indagati e al deferimento in stato di libertà di tutti i restanti soggetti per i reati di detenzione e divulgazione con mezzi informatici di materiale pedopornografico.






    COMMENTO

    La pedopornografia maschile essendo strettamente connessa alla omosessualità fa ritenere che pertanto quest'ultima e' da considerarsi senza ombra di dubbio una devianza patologica da curare e comunque da scoprire in tempo da parte di chi ha autorità medica per farlo per tenerla a bada.
    Se poi qualche criminale pensa di regolarizzare le unioni tra due potenziali pedofili e affidare loro dei bambini ci rendiamo conto che siamo in pieno decadimento sociale...SODOMA E GOMORRA..!!!!!!!
    Checché ne dica Bergoglio che si è piegato alla lobby gay che aveva minacciato Papa Benedetto 16° costringendolo a dimettersi e su cui Papa Francesco ha dichiarato CHI SONO IO PER GIUDICARE I GAY. ??
    Eppure Papa Ratzinger gli aveva consegnato una corposa relazione di una inchiesta interna all'esito della quale era emerso senza ombra di dubbio che la losca lobby omosessuale presente in Vaticano si sarebbe resa responsabile di porcherie indicibili.
    Il male demoniaco si cela dietro ad eventi apparentemente naturali ed invece la storia insegna che là dove la NATURA viene sconvolta e violentata con scelte zozze ecco che poi accadono eventi meldosi.

    RispondiElimina
  100. http://www.fanpage.it/taranto-presidente-dell-arcigay-picchiato-pedofilo-ti-uccidiamo/




    5.3.2015

    RispondiElimina
  101. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/05/ecco-il-mujaheddin-dellisis-che-parla-italiano/1102050/

    5 Marzo 2015

    Ecco il mujaheddin dell'Isis che parla italiano.
    Il video mostra la manovra per spostare un blindato imbottito di esplosivo. Una voce fuori campo ripete più volte al guidatore in lingua italiana: "Piano, piano, piano...". È l'ulteriore conferma della presenza di foreign fighter italiani in Siria e Iraq. Sostieni il reportage

    Sergio Rame

    "Yalla, yalla, yalla, piano, piano...". Per la prima volta in un video diffuso dallo Stato islamico si sente chiramente uno dei tagliagole parlare in italiano. Il video, scoperto e pubblicato daGlobalist.it, è stato postato nei giorni scorsi dagli stessi miliziani dell'Isis e mostra la preparazione di un attacco suicida con un’autobomba contro una postazione del Pkk.
    Che tra le schiere dello Stato islamico ci fossero anche foreign fighter italiani era già stato confermato dai servizi segreti. Ora, però, c'è un filmato di un paio di minuti che lo prova. Ve lo riproponiamo: nel video si sente una voce fuori campo che, durante la manovra per spostare un blindato imbottito di esplosivo, ripete più volte al guidatore in lingua italiana: "Piano, piano, piano...". "L'autenticità del video - sottolinea il direttore di Globalist, Gianni Cipriani - è stata confermata dall’intelligence italiana".
    Il filmato diffuso dai jihadisti dello Stato islamico è una ulteriore conferma della presenza di foreign fighter italiani in Siria e Iraq. Molti di questi jihadisti, come probabilmente in questo caso, non sono nativi italiani, ma stranieri che hanno a lungo soggiornato nel nostro Paese.





    Commenti

    Legaiolo
    Per quelli che oggi sono adolescenti la vedo veramente nera. Non hanno un bel futuro davanti a loro purtroppo.


    HEINZVONMARKEN
    io so chi è: è OMAR EL MUKHTAR


    Gelsyred
    Solo sentire il canto in sottofondo mi viene da vomitare.

    RispondiElimina
  102. http://www.italiachiamaitalia.it/articoli/detalles/26381/Fdi%20OMeloni%20OnessunOrapportoOconOCasaPound%20OloroOtifanoOSalvini.html


     giovedì 05 marzo 2015


    7 marzo manifestazione a Venezia.
    Fdi, Meloni: nessun rapporto con CasaPound, loro tifano Salvini.

    ‘Difendiamoci dal governo troppo interessato solo alle grandi lobby per occuparsi dei drammi dell'economia reale’.

    Creare un nuovo modello di destra dal retrogusto francese, ma tipicamente made in Italy. Un progetto che Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, rilancerà anche il 7 marzo in occasione della manifestazione di Venezia, e che la vedrà, come alla protesta di Roma in piazza del Popolo, ancora al fianco della Lega Nord (con Salvini, precisa, "collaboriamo condividendo alcuni temi" ma "ognuno di noi due è orgoglioso delle proprie differenze"). 
    "Il titolo dice tutto: difendiamoci - afferma Meloni -. Dal governo troppo interessato solo alle grandi lobby per occuparsi dei drammi dell'economia reale. Dal caro tasse, dall'impossibilità delle famiglie di arrivare a fine mese". E precisa: “Noi non abbiamo rapporti con quelli di Casa Pound che dicono che il loro leader è Salvini", "la verità è che quando si comincia a far qualcosa che funziona davvero allora si inizia a dare fastidio. E si mandano in piazza quattro poveracci dei centri sociali che giocano a fare i figli di papà e i rivoluzionari. Per fortuna gli italiani hanno la testa che funziona. E sanno su chi puntare". 

    RispondiElimina
  103. http://voxnews.info/2015/03/05/genocidio-bianchi-minoranza-negli-usa-dal-2020/



    5.3.2015




    RispondiElimina
  104. Andrebbero cacciate tutte le sgualdrine della sporca politica

    RispondiElimina





  105. Gentiloni, non dica vaccate. L'immigrazione può essere fermata nel giro di mezza giornata. Basta cominciare a silurare le bagnarole sotto la linea di galleggiamento. Dieci ne arrivano e dieci se ne silurano... e vedrà che l'immigrazione clandestina svanisce nel giro di una settimana. Se poi invece avete convenienza a far passare la grande truffa, dove è giusto invadere un popolo, ma non è giusto che questo popolo si difenda, altrimenti è razzismo, xenofobia ecc ecc... allora l'immigrazione non si ferma. Dovete finirla di raccontare palle alla gente... ormai non vi crede più nessuno... o meglio, solo gli idioti di sinistra.
    Osservando la foto degli sbarchi continui e paragonandola alle scene delle navi negriere dell´ 800, non si nota alcuna differenza se non che chi compra il carico non sono i piantatori di cotone, ma i mafiosi alla Buzzi lucrando sui soldi sottratti al popolo italiano.

    RispondiElimina
  106. http://www.vvox.it/2015/03/05/albettone-vi-sindaco-ladri-vanno-uccisi/

     5 marzo 2015


    Albettone (Vi), sindaco: «ladri vanno uccisi»

    «A Oderzo hanno fatto benissimo. Se mi trovassi in casa un ladro io sparerei ad altezza uomo, immediatamente. Ho tre figli piccoli, dentro casa mia non deve venire nessuno». Lo ha detto Joe Formaggio, sindaco di Albettone (Vicenza), particolarmente scatenato a “La Zanzara” su Radio 24 a proposito dei colpi di fucile sparati da alcuni residenti di Oderzo per far scappare i ladri.
    «Ho una pistola e un fucile a pompa – ha osservato Formaggio che risiede a pochi chilometri da Ponte di Nanto dove il 3 febbraio un bandito è rimasto ucciso nel tentativo di rapinare una gioielleria – e dormo col fucile sotto il cuscino. Lo farò fino a quando non mi sentirò sicuro a casa mia. Non mi piace dormire con la tensione, ho quattro porte blindate, inferriate ovunque, ma se vogliono entrano lo stesso. Nel mio ristorante i ladri sono stati tre volte e hanno portato via tutto, non si può più vivere, bisogna che le cose cambino».
    «A casa mia  faccio quello che mi pare - ha aggiunto – , ho un porto d’armi regolare e la fedina penale pulita. Quelli che vanno in giro per le case a rubare e a picchiare donne di 90 anni per portare via le fedi,questi vanno ammazzati, basta con questo buonismo». Poi ha attaccato i rom. «Tanti rom sono ladri, bisogna iniziare a schedarli. Cosa fate? Dove abitate? Come vi mantenete? I campi rom sono covi di delinquenza, non ho mai visto nessun rom con la voglia di lavorare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi ha le palle ed è sano di mente difende coi denti e con le armi la sua famiglia minacciata da banditi col kalashnikov provenienti da insediamenti abusivi maleodoranti ma tollerati inspiegabilmente dalle autorità della sinistra antitaliana.

      Elimina
  107. http://www.arezzoweb.it/2015/lega-polemiche-in-francia-per-partecipazione-le-pen-a-manifestazione-290222.html


    5 MARZO 2015



    ADESSO TROPPI HANNO PAURA DI MOVIMENTI DI DESTRA RADICALE MA DEMOCRATICA COME CASAPOUND E PERCIÒ SI È SCATENATO UN PUTIFERIO DEGNO DI UN REALITY SHOW TIPO "GRANDE FRATELLO".
    LA PATRIA NON SI BARATTA COLLA CARRIERA POLITICA NÉ CON LA SVENDITA DELLA PROPRIA DIGNITÀ.
    IL 28 FEBBRAIO 2015 C'ERANO A PIAZZA DEL POPOLO A ROMA MIGLIAIA DI PATRIOTI CHE DA 4
    ANNI A QUESTA PARTE ASSISTONO AD UN GENOCIDIO DI RAZZA E DI RELIGIONE E ALLA DISTRUZIONE DELLA SPERANZA IN UN FUTURO PER SÉ ED I PROPRI FIGLI IDENTITARI CRISTIANO/GIUDAICI.

    RispondiElimina
  108. http://www.golfotv.it/notizie/minturno-sovranita-prima-gli-italiani-emergenza-sicurezza-al-comune-di-minturno/

    Minturno – “Sovranità-Prima gli italiani” Emergenza sicurezza al Comune di Minturno.

    Coordinamento Sovranità-Prima gli Italiani Sud Pontino

    Marzo 03, 2015


    Minturno 3 marzo 2015 – Il coordinatore di Sovranità-Prima gli italiani, Marco Moccia, dopo essere stato contattato da numerosi cittadini imbufaliti per la raffica di furti avvenuti in queste settimane sul territorio minturnese, dalle frazioni di Scauri e Tremensuoli fino al centro storico del Comune, interviene in maniera decisa sulla questione chiedendo un incontro urgente al Sindaco “Morfeo” Graziano, ” dopo che numerose abitazioni sono state svaligiate da bande criminali che sul territorio hanno piena libertà d’azione a causa dei controlli inadeguati delle Forze dell’ Ordine e del menefreghismo del Sindaco e dei suoi sodali, la misura per i cittadini è colma, mi chiedo cosa aspetta il Sindaco ad intervenire, forse sta aspettando che svaligino casa sua prima di prendere i dovuti provvedimenti e sollecitare le Forze dell’Ordine ad intervenire?
    Oppure è troppo impegnato a corteggiare l’opposizione per concludere indenne la legislatura? In questi giorni sono stato contattato da moltissimi cittadini esasperati per la negligenza che governa questo Comune, esigo un incontro con il Sindaco, non c’è più tempo per aspettare, Paolo Graziano deve prendere provvedimenti seri ed assumere le sue responsabilità, altrimenti se non è nemmeno in grado di elaborare un piano comunale per la sicurezza vada a casa e liberi i cittadini da questo governo fallimentare”.
    Conclude Moccia ” Se il Sindaco non dovesse rispondere a questa richiesta d’incontro, ho già pronta una interrogazione da inoltrare al gruppo parlamentare della Lega Nord, un vero e proprio dossier su Minturno, il paese dove governa l’ignavia”

    RispondiElimina
  109. http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2015/03/05/iraq-isis-devasta-sito-assiro-di-nimrud_001408f4-fe20-4d46-8e7c-a2bb98a11365.html




    Iraq, Isis devasta sito assiro di Nimrud.
    Lo denuncia ministero. Nuovo misfatto dopo scempio museo Mosul



    05 marzo 2015

    (ANSA) - BAGHDAD. Il ministero iracheno del Turismo e delle Antichità, con un post sulla sua pagina Facebook, ha affermato che l'Isis ha "raso al suolo" con dei bulldozer l'antico sito archeologico assiro di Nimrudm, nei pressi di Mosul. I jihadisti avevano già minacciato il sito, ritenendo alcune vestigia offensive per la fede islamica. Tra i loro misfatti analoghi recenti si conta anche la devastazione delle statue del museo archeologico di Mosul, identificata come l'antica Ninive pre musulmana.


    5.3.2015





    COMMENTO

    SE NON FOSSIMO IMBECILLI BOMBARDEREMMO TUTTE LE MOSCHEE ISLAMICHE CHE OFFENDONO LA RELIGIONE CATTOLICA E SPEZZEREMMO LE RENI A QUESTI BEDUINI MALFATTORI SCHIFOSI.....

    RispondiElimina
  110. E il bello è che lo faranno davvero. Il mondo politicamente corretto troverà un modo per giustificarli, sotto l'ombrello delle "altre culture" e così distruggendo le Piramidi antiche dopo ci penseranno gli emiri beduini del qatar e degli altri emirati arabi a costruire bei palazzoni di cemento armato e vetro come hanno fatto nel golfo persico e così altri merdosi di architetti ed ingegneri occidentali andranno a prostituirsi agli islamici jihadisti che diventeranno ben presto padroni del mondo instaurando il CALIFFATO UNIVERSALE.
    Con Bergoglio in rigoroso vestiyo nero che sarà l'imam del Vaticano dopo che subirà la furia iconoclasta degli amici maomettani in barraccano.

    RispondiElimina
  111. http://www.secoloditalia.it/2015/03/chieste-26-condanne-per-black-bloc-global-devastarono-roma/


    6.3.2015



    POTREMMO CONSEGNARLI A QUELLI DELL'ISIS DICENDO LORO CHE HANNO "PENSATO" MALE DI MAOMETTO ED ALLORA AVREBBERO LA GIUSTA CONDANNA CORANICA. ALTRO CHE PROCESSO DEMOCRATICO IN ITALIETTA.!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  112. http://www.ansa.it/veneto/notizie/2015/03/05/legabitoncigrave-comportamento-di-tosi_a65247ed-e9ed-4c0d-8f9a-037df383c9d0.html

    Lega:Bitonci,grave comportamento di Tosi.

    Per sindaco di Padova, collega di Verona è fuori dal movimento

    05 marzo 2015

    (ANSA) - PADOVA, "Tosi si sta comportando come una persona che è fuori dal movimento". Lo ha detto Massimo Bitonci, esponente della Lega Nord e sindaco di Padova. "E' estremamente grave - ha spiegato Bitonci - quando il segretario della Liga Veneta va a trattare con altri partiti e movimenti politici per candidare se stesso. Questa fondazione che lui ha creato 'Ricostruiamo il Paese', fa tesseramento quindi non è una fondazione ma si presenterà alle elezioni amministrative come simbolo di partito".






    COMMENTO PERSONALE

    SONO ASSOLUTAMENTE D'ACCORDO CON BITONCI E SPERO CHE TOSI NON SPUTI NEL PIATTO IN CUI MANGIA PER NON OFFENDERE LA SENSIBILITÀ DI CHI LOTTA QUOTIDIANAMENTE PER UN LAVORO E UNA CASA ED UN TOZZO DI PANE SENZA RUBARE NÉ QUESTUARE COSÌ COME FANNO CON MAESTRIA GLI ZINGARI DELINQUENTI...!!!!!!!
    L'UNIONE FA LA FORZA ED IL PROTAGONISMO OSSESSIVO PER CARRIETISMO DÀ MOLTO FASTIDIO AGLI ELETTORI.

    RispondiElimina
  113. http://m.padovaoggi.it/cronaca/centro-ingrosso-cina-padova-multe-vendita-dettaglio.html

    4 marzo 2015


    RispondiElimina
  114. Hanno rotto il cazzo tutti questi extracomunitari clandestini che arrivano in Italia pretendendo di essere mantenuti senza fare un cazzo e dopo avere pagato migliaia di euro agli scafisti. Che ci sta a fare la Marina Militare italiana nel canale di Sicilia se poi fa passare le bagnarole cogli invasori da noi non graditi..!!!!!!!!!!!!!!!?????????

    RispondiElimina
  115. Alle prossime consultazioni elettorali spero che SOVRANITÀ PRIMA GLI ITALIANI sia presente nelle liste da votare.
    Datevi da fare e non ci deludete che abbiamo bisogno di ARIA NUOVA PATRIOTTICA e di relegare all'angolo dell'infanzia quei traditori sinistrati.
    Buon lavoro a Cpi.

    RispondiElimina
  116. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/06/la-sinistra-che-tifa-per-lisis-illegali-le-benedizioni-di-pasqua/1102215/


    6.3.2015



    Commento:

    Pubblicate nome cognome e foto di questi gaglioffi e poi si vedrà. ....
    Mascalzoni senza ideali ma posseduti dal demone islamico jihadista antitaliano e anticristiano.

    RispondiElimina
  117. http://www.iltempo.it/mobile/cronache/2015/03/06/neonati-stuprati-e-torturati-dai-pedofili-1.1386717



    06/03/2015 07:02

    Neonati stuprati e torturati dai pedofili.

    Lo choccante rapporto Meter 2014: l’Europa guadagna la maglia nera. Foto di bimbi da 0 a tre anni abusati messe in rete dai pedopornografi DON DI NOTO: «È un crimine contro l’umanità

    Da zero a tre anni. Sì, avete letto bene: zero significa neonati. Anche loro erano (e sono) tra le vittime di pedofili e pedopornografi. E l’Europa supera l’Africa nella turpe classifica, aggiudicandosi per la prima volta la «maglia» nera planetaria.

    Lo rivela l’associazione fondata da don Fortunato Di Noto, che ha individuato quasi 600mila foto e 100mila video. Un orrore senza fine dipinto dai dati dell'ultimo rapporto di Meter sui «Crimini contro l'infanzia». Una mappatura mondiale del fenomeno online nel 2014, che fa luce sulla drammatica realtà di abusi sessuali e maltrattamento sui bambini.

     

    STUPRATI E TORTURATI

    Meter ha individuato 574.116 foto di bambini dai tre ai tredici anni divulgate in rete da pedofili, 95.882 video per la stessa fascia d’età e 621 tra foto e video di bambini da 0 a 3 anni. Dietro i numeri, spiegano all’associazione fondata da don Di Noto, ci sono «bambini stuprati, in molti casi anche sodomizzati e torturati» e le foto «rappresentano un campione delle crudeltà che subiscono». «L’abuso virtuale è un abuso reale», scandisce a chiare lettere Meter, mettendo in guardia dal rischio di una distorta percezione del fenomeno. I dati hanno permesso di avviare indagini in Italia e nel mondo portando a numerosi indagati e arresti per detenzione, divulgazione e sfruttamento sessuale dei minori.

     

    LE DENUNCE

    L'associazione, che nel 2008 ha siglato una convenzione con la Polizia Postale ancora in vigore, dispone di un osservatorio (l’«Os.mo.co.p»), altamente specializzato per la ricerca e l’elaborazione dati all'interno della rete internet, che ha dimostrato la sua capacità intervenendo nella rilevazione e nell’individuazione di siti a contenuto pedopornografico in costante sinergia con le autorità competenti. L’analisi dettagliata di ogni segnalazione, sottolinea Meter, ha permesso di verificarne l’attendibilità e inoltrare la denuncia alle figure dell’ordine preposte italiane e straniere.

     

    EUROPA RECORD

    L’analisi dei dati indica, «sulla base delle nostre segnalazioni - spiegano all’associazione - come l'Europa sia il continente col record negativo. Il 37,34% delle segnalazioni pone il Vecchio Continente in testa alla classifica, seguito da Africa (24,67%), America (23,25%), Asia (12,93%), Oceania (1,8%). È da notare che il primo posto, nel 2013, era occupato dall'Africa». Scorrendo i dati del Report 2014, si scopre che il numero di siti segnalati alle autorità competenti dalla sezione monitoraggio Meter è cresciuto. Dal 2003 al 2014 i siti segnalati sono 115.493, ma dopo il boom 2011 con 20.390 siti segnalati, il 2012 ha visto quota 15.946 e nel 2013 erano 6.389. Quest’anno si è toccata quota 7.712. «Questo è il punto di partenza e non la fine - evidenzia l’associazione - perché l’offertà pedofila ha scoperto un nuovo modo di comunicarsi rappresentato da altri canali che non sono necessariamente i siti. Oggi ci sono, infatti, i social network e gli archivi telematici». La diffusione di siti pedofili su domini di primo livello offre questa hit parade della vergogna: Slovacchia (764), Libia (701), Colombia (492), Giappone (287), Georgia del Sud (198), Russia (117), India (113), Montenegro (96), Mauritius (77), Lettonia (69). In Germania 44, in Italia 14...........................CONTINUA DAL LINK...........

     

     

    RispondiElimina
  118. http://www.iltempo.it/mobile/cronache/2015/03/06/neonati-stuprati-e-torturati-dai-pedofili-1.1386717


    6 marzo 2015



    CHI HA POCO RISPETTO PER LA NATURA UMANA TRADIZIONALE ED ETEROSESSUALE OPPURE NON ISLAMICA SUBISCE LA VIOLENZA DI UNA LOBBY GAY/ISLAM CHE IN INGHILTERRA ED ALTRI PAESI EUROPEI GESTISCE TRANQUILLAMENTE UN BUSINESS PEDOFILO AFFARISTICO NOTEVOLE.
    SI SA CHE OMOSESSUALI DEVIATI E ISLAMICI VIOLENTATI E VIOLENTATORI NON SI FANNO SCRUPOLI NEL GESTIRE ASSIEME QUESTO SPORCO MERCIMONIO. LA CRONACA GIUDIZIARIA INTERNAZIONALE È PIENA DI INCHIESTE DI QUESTI IMMONDI TRAFFICI AI DANNI DI NEONATI E BAMBINI INDIFESI CON LA COMPLICITÀ DI ESERCENTI LA PATRIA POTESTÀ AFFETTI DA GRAVI TURBE PSICHICHE MA MAGARI RISPETTATI NEL LORO AMBIENTE DI VITA E LAVORO PERCHE BEN DISSIMULATI E PRUDENTI A NON FARSI SCOPRIRE.
    IL DEMONIO IN PERSONA GESTISCE QUESTO ORRENDO SUPPLIZIO UMANO E L'INFERNO CRISTIANO ACCOGLIERÀ QUESTI ESSERI ABBIETTI NON APPENA SARÀ SCOCCATA LA LORO ORA. SPERO CHE IL PADRETERNO CATTOLICO FACCIA RIVIVERE A QUESTE ANIME POSSEDUTE LO STESSO DOLORE PROVOCATO AI MINORI.

    RispondiElimina
  119. http://www.iltempo.it/cronache/2015/03/06/e-un-crimine-contro-l-umanita-1.1386633

    RispondiElimina
  120. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/06/cacciato-per-incompetenza-il-maestrino-norvegese-che-diede-il-nobel-a-obama/1102280/


    6.3.2015


    Commento personale all'articolo giornalistico:

    ESSERE ABOMINEVOLE E PERVERTITO IL MAESTRINO NORVEGESE CHE PER SOLDI E CARRIERISMO HA RESO RIDICOLA UNA ISTITUZIONE CHE ERA NATA PER FARE DEL BENE ED INVECE TRA STOCCOLMA ED OSLO NEGLI ULTIMI ANNI HA DATO PATENTI DI NOBILTÀ CULTURALE E SOCIALE AD INDIVIDUI DEL TIPO DARIO FO IL GUITTO GIULLARE OPPURE L'ISLAMICO NATURALIZZATO U.S.A. BARACK OBAMA HUSSEIN ANTICRISTIANO. ...
    IL MELDOSO CHE HA AVUTO QUELLO CHE SI MERITAVA...........PRRRRRRRRRRRRRRRR

    RispondiElimina
  121. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/06/cacciato-per-incompetenza-il-maestrino-norvegese-che-diede-il-nobel-a-obama/1102280/





    MI RICORDA LA CARICA DI SENATORE A VITA CONFERITA INDEGNAMENTE AD UN MARIO MONTI VENDUTO ALLA TROIKA AFFARISTICA INTERNAZIONALE CHE IN 4 ANNI HA SFASCIATO L'ITALIA...

    RispondiElimina
  122. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/06/la-base-leghista-vuole-lalleanza-con-casapound/1102318


    6 Marzo 2015

    La base leghista vuole l'alleanza con CasaPound.
    Renzi attacca: "La piazza di Salvini è impressionante". Ma i militanti del Carroccio plaudono all'asse con l'estrema destra.

    Sergio Rame

    La sinistra lo critica, la base lo applaude. E Matteo Salvini tira dritto per la sua strada. Più della metà dei militanti del Carroccio ha, infatti, condiviso la scelta del leader leghista di aprire la manifestazione di sabato scorso in piazza del Popolo a Roma anche a CasaPound.
    "Mi ha impressionato la piazza di Salvini - ha detto Matteo Renzi intervistato dall'Espresso - è una destra inedita: Le Pen, Casa Pound e i leghisti delle valli bergamasche tutti insieme. Non la temo, ma non la sottovaluto. E il Pd deve riflettere: fuori da noi non c’è sinistra Dem, c’è questa roba qua". Le parole del premier riflettono il pregiudizio della sinistra nei confronti della Lega Nord e, più in generale, dell'estrema destra. Ma la scelta di Salvini di stringere un patto all'Europarlamento con la leader del Front National Marine Le Pen o di scendere in piazza con CasaPound "piace" ai militanti leghisti. Secondo un sondaggio fatto da Ixè per la trasmissione Agorà, il 53% della base è, infatti, favorevole alla scelta del leader. Non approva l’iniziativa il 35%, mentre non si esprime il 12%.






    Commenti

    02121940
    L'abbraccio con la destra estrema servirà forse a raggiungere una percentuale di votanti in grado di garantire a Salvini l'ingresso in parlamento, salvando la pagnotta, ma politicamente sarà un peso per le sue ambizioni di sfondare. Non conosco Casa Paund e non ho elementi per esprimere valutazioni negative, ma nel bel paese, a governo sempre più spostato a sinistra, con una stampa in gran parte schierata con gli ex(?) comunisti e la RAI condizionata dalla politica e sulla strada di essere fagocitata da Renzi, le nuove simpatie di Salvini diventeranno per lui un peso, non un aiuto.


    Abraracourcix
    Insomma, vi sorprendete ancora?

    RispondiElimina
  123. http://www.secoloditalia.it/2015/03/casapound-salvini-per-gli-elettori-leghisti-lalleanza-si-puo/
      

    CasaPound con Salvini?
    Per gli elettori leghisti l’alleanza si può fare.

    di GUGLIELMO FEDERICI

    venerdì 6 marzo 2015 13:46



    Più della metà degli elettori della Lega, esattamente il 53 per cento, ha condiviso la scelta di Matteo Salvini di aprire la manifestazione di sabato scorso a Roma anche a CasaPound. Lo dice Ixè, in un sondaggio fatto per Agorà (Raitre). Non approva l’iniziativa il 35%, non si esprime il 12%. Sulla manifestazione composita di piazza del Popolo è intervenuto anche Matteo Renzi. «Mi ha impressionato la piazza di Salvini – ha detto il premier in un’intervista a L’Espresso – È una destra inedita: Marine Le Pen, CasaPound e i leghisti delle valli bergamasche tutti insieme. Non la temo, ma non la sottovaluto. E il Pd deve riflettere: fuori da noi non c’è sinistra Dem, c’è questa roba qua».

    «CasaPound con la Lega? La piazza è di tutti»

    In difesa di Salvini e dei partecipanti alla manifestazione di sabato scorso è intervenuto anche il presidente di Regione Lombardia,Roberto Maroni. «La piazza è di tutti» così Maroni ha commentato le polemiche scoppiate dopo la partecipazione di alcuni movimenti di estrema destra, tra cui CasaPound, alla manifestazione di sabato organizzata dalla Lega Nord a Roma. Maroni ha aggiunto che dell’argomento «se ne è parlato anche in Consiglio federale, se ne è discusso, senza grossi problemi». Quello che conta secondo il governatore lombardo «è il confronto su quello che la Lega dice, che non può essere catalogato come di destra, estrema destra, o di sinistra. Sono categorie del passato e noi poniamo una piattaforma politica per il futuro. Su questo ci vogliamo confrontare». «Bene – ha concluso – se riusciamo ad aggregare intorno a questi contenuti quello che ci stanno, e creiamo consenso, una forza tale da sconfiggere Renzi».

    RispondiElimina
  124. http://m.huffpost.com/it/entry/6814340



    Sondaggi politici: per Matteo Salvini niente effetto piazza, la Lega Nord non guadagna consensi. Per la maggioranza degli elettori nessun problema con CasaPound.

    6/03/15 10:05

    La piazza non spinge la Lega Nord. Secondo un sondaggio Ixè-Agorà, il movimento di Matteo Salvini non cresce nei consensi dopo la manifestazione a Roma del 28 febbraio scorso e rimane stabile al 14,2 per cento. Intanto più della metà degli elettori del Carroccio, esattamente il 53 per cento, ha condiviso la scelta del segretario leghista di aprire la manifestazione nella Capitale anche a CasaPound. Non approva l’iniziativa il 35 per cento, non si esprime il 12 per cento.
    Per quanto riguarda le altre forze politiche, il Partito Democratico perde lo 0,2 per cento, passando dal 38,5 per cento al 38,3 per cento. Mentre il Movimento 5 Stelle e Forza Italia crescono rispettivamente dello 0,2 e 0,3 per cento (attestandosi al 18,5% per cento e 12,9 per cento). Il dato sull’affluenza alle urne segna, invece, una flessione dal 61,2 per cento al 59,8 per cento.
    In una recente intervista il neo-presidente dell’Inps, Tito Boeri, ha lanciato la proposta di un reddito minimo per contrastare la povertà. L’idea piace al 61 per cento degli italiani.


    RispondiElimina
  125. http://www.ilvelino.it/it/article/2015/03/06/partiti-ixe-pd-al-383-salgono-m5s-e-fi/8ca5b12c-2290-4be7-a9b3-e53252ef33ae/


    Ixè: Pd al 38,3%, salgono M5S e FI.

    Ok da elettori Lega a Salvini-Casapound in piazza.

    06 marzo 2015 10:18



    Lieve calo del Pd e leggero aumento per M5S e Forza Italia. Secondo le intenzioni di voto di Ixè, in esclusiva per Agorà (Raitre), il Partito Democratico perde lo 0,2%, passando dal 38,5% al 38,3%. Mentre il Movimento 5 Stelle e Forza Italia crescono rispettivamente dello 0,2 e 0,3 per cento (attestandosi al 18,5%% e 12,9%), la Lega Nord rimane stabile al 14,2%. Il dato sull’affluenza alle urne segna una flessione dal 61,2% al 59,8%.


    Più della metà degli elettori della Lega, invece, esattamente il 53%, ha condiviso la scelta di Matteo Salvini di aprire la manifestazione di sabato scorso a Roma anche a Casapound.


    Non approva l’iniziativa il 35%, non si esprime il 12%. La proposta di un reddito minimo per contrastare la povertà, lanciata in una recente intervista dal neo-presidente dell’Inps, Tito Boeri, piace invece al 61% degli italiani.

    RispondiElimina
  126. http://www.polisblog.it/post/302466/sondaggi-politici-2015-lega-nord-matteo-salvini





    Sondaggi politici 2015: la Lega Nord si ferma.

    Andrea Signorelli 
    venerdì 6 marzo 2015


    I sondaggi politici non registrano una nuova avanzata del partito di Matteo Salvini. Che forse ha raggiunto l'apice.

    Non tutti i sondaggi politici sono concordi, ma stando a quelli Ixè trasmessi oggi ad Agorà la Lega Nord ha smesso di crescere. Non sarebbe una gran notizia, se non fosse che arriva a pochi giorni di distanza dalla manifestazione di Roma che doveva sancire una volta per tutte l'ascesa della Lega Nord e l'incoronazione di Matteo Salvini come nuovo leader della destra (estrema) italiana. E invece, il Carroccio si ferma, stabile al 14,2%. Com'è possibile? Forse è proprio la connotazione estrema che la Lega si è data a essere un'arma a doppio taglio, che le ha consentito di crescere impetuosamente negli ultimi mesi, ma che rappresenta anche un limite all'espansione del partito. In tanti - sicuramente tra gli elettori moderati del centrodestra, probabilmente anche tra gli elettori leghisti - non vedono di buon occhio l'apparentamento con i neofascisti di CasaPound.


    A questo proposito, una risposta la dà lo stesso sondaggio Ixè, secondo il quale il 53% dei leghisti è d'accordo con la presenza di CasaPound in piazza a Roma con il Carroccio. Un dato che si può interpretare in due modi: la maggior parte dei leghisti è d'accordo con Salvini, ma è pur sempre solo la metà di un partito solitamente molto compatto a vedere di buon occhio l'alleanza.


    A dirsi contrari, infatti, è ben il 35% degli elettori della Lega. Per avere un quadro generale della situazione, bisogna anche vedere l'indice di gradimento diFratelli d'Italia, terza testa del Front National italiano che si appresta a nascere. Il partito di Giorgia Meloni guadagna qualcosa e arriva al 3,3%. Il che significa che FdI e Lega assieme hanno consensi pari al 17,5%. Un margine di crescita, per un partito di estrema destra, può ancora esserci, ma è molto difficile immaginare che si possa superare quota 20%.

    Per quanto riguarda gli altri partiti, continua il momento di forma del Partito Democratico, che non guadagna ma rimane su livelli altissimi: 38,3%. Stabile anche il Movimento 5 Stelle, al 18,5% e che quindi riesce, nonostante la competizione serrata sul tema "no-euro", a tenere a debita distanza proprio il partito di Salvini. Stabile, infine, anche Forza Italia, al 12,9%.

    Tra i partiti minori, si segnala il 3,9% di Sel, che sta gradualmente riassestandosi su livelli abbastanza importanti e che probabilmente si giova (ma non quanto ci si aspetterebbe) dello spostamento del Pd su posizione sempre più liberali di centro. Fermo anche il Nuovo Centrodestra (2,7%) al quale va però aggiunto lo 0,7% dell'Udc, il totale è comunque un deludente 3,4%. Torna a farsi vedere, invece, Rifondazione Comunista, all'1,3%.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. paoletti emilio7 marzo 2015 11:57

      le carte le ha scoperte la lega di salvini che si è presentato al cospetto di cav. Silvio con il carnet di voti...(compresoC.P.I.) cercando un alleanza.....AMBE' ANNAMO BENE LA CARRIERA DELLA CODA DEL MAIALE ....GIRA GIRA SEMPRE INTORNO AL BUCO DEL "CAVALIERE" L'ENNESIMA OPERAZIONE DI RICONDOTTA ALL'OVILE...AL COSPETTO DELLA POLITICA ISTITUZIONALE CHE TANTO CONTESTIAMO???????....IL RESTO E' ARIA FRITTA.CHI SEGUE GLI ALTRI MAI ARRIVERA' PÈRIMO......

      Elimina
  127. http://it.ibtimes.com/articles/76649/20150306/sondaggi-elelttorali-lega.htm



    Sondaggi elettorali, la Lega in piazza fa crescere gli alleati.

    06.03.2015 12:58

    La manifestazione di piazza del Popolo e le polemiche ruotate attorno all'evento leghista non si traducono in una impennata di consensi per il partito di Matteo Salvini, stando all'ultima rilevazione Ixè sulle intenzioni di voto degli italiani.


    Gli elettori della Lega si dividono sull'alleanza con Casapound, con i favorevoli in maggioranza (53%) rispetto a chi si dice contrario (35%) o indeciso (12%).

    Veneto, Lega Nord compatta con Zaia.
    Che farà ora Tosi?
    Sondaggi elettorali. Salvini vola al sud
    Sondaggi elettorali. Nuovo record per la Lega.
    Sondaggi elettorali, la Lega al suo massimo storico. Giù i Cinque Stelle.
    Sondaggi elettorali, il Pd guadagna terreno. Ma la coalizione di centrodestra è avanti di un punto.
    Curiosamente sono gli altri partiti di centrodestra a far segnare tutti una leggera risalita, soprattutto Fratelli d'Italia, il cui aumento dei consensi che sfiora il mezzo punto è significativo per un partito che viaggia intorno al 3%. Sale anche Forza Italia dopo settimane in cui il calo è stato lento ma costante. Il Carroccio resta comunque il primo partito dell'area di centrodestra, in attesa che Berlusconi torni a fare politica attiva e 'mediatica', dopo la conclusione dell'affidamento ai servizi sociali.

    Ad influire sullo 'stop' alla scalata leghista iniziata mesi fa potrebbe essere stato lo scontro in atto fra le due anime del Carroccio (i veneti di Tosi da una parte, i lombardi di Salvini dall'altra) e che sembra in procinto di creare una scissione in vista delle Regionali. O, più semplicemente, la Lega ha raggiunto la capienza massima del suo bacino elettorale.

    Il Partito Democratico e il MoVimento Cinque Stelle si mantengono pressochè stabili, mentre torna a crescere l'astensionismo, ora di nuovo sopra la soglia del 40%.

     

    Il riepilogo (tra parentesi la differenza rispetto alla rilevazione del 27 febbraio)


    PD 38.3% (- 0.2)M5S 18.5% (+ 0.2)Lega Nord 14.2% (0.0)Forza Italia 12.9% (+ 0.3)Sinistra Ecologia e Libertà 3.9% (+ 0.2)Fratelli d'Italia 3.3% (+ 0.3)Nuovo Centro Destra 2.9% (+ 0.2)Rifondazione Comunista 1.3% (+ 0.2)UDC 0.7%  (0.0)

    RispondiElimina
  128. http://www.clandestinoweb.com/sondaggi-da-tutto-il-mondo/170927-sondaggio-ixe-per-agora-leffetto-piazza-non-impenna-i-consensi-lega-ferma-al-142/

    6.3.2015

    Sondaggio Ixé per Agorà: l’effetto piazza non impenna i consensi. Lega ferma al 14,2%.

    venerdì 6 marzo 2015
    ................................

    GIUSTO ESSERE IN PIAZZA A ROMA CON CASAPOUND? –

    Questo l’interrogativo del sondaggio al campione intervistato.

    Per il 53% la risposta è affermativa, contro un 35% che si dichiara invece contrario. Il 12% non sa.

    RispondiElimina
  129. http://m.parmatoday.it/cronaca/immigrati-presidio-prefettura-casa-pound-lega-nord.html

    RispondiElimina
  130. http://voxnews.info/2015/03/06/centro-sociale-minaccia-salvini-ti-cacceremo-da-genova/



    6.3.2015


    FETECCHIA UMANOIDE DA NAPALM/INONDARE....

    RispondiElimina
  131. http://voxnews.info/2015/03/06/centro-sociale-minaccia-salvini-ti-cacceremo-da-genova/



    6 marzo 2015

    Li piazzerei volentieri come avanguardia anti Isis......
    a questi quattro pirla cagoni fankazzisti....

    RispondiElimina
  132. Buzzi e le Caritas hanno bisogno continuamente di clandestini per specularci sopra alla faccia degli italidioti che pagano e penano mentre i vip pasteggiano a caviale e champagne.....


     

    Immigrati, Cir su allarme Frontex: "Un milione in arrivo? Non spariamo cifre".

    06/03/2015

    "Frontex farebbe bene a non alimentare allarmismi. E' inutile sparare cifre -500mila, un milione in arrivo dalla Libia- e fare previsioni, molto più opportuno pensare concretamente ai disperati che arrivano sulle coste europee. Prima di diffondere numeri sulla base di qualche studio, sarebbe il caso di pensare a come creare corridoi umanitari per consentire un approdo in sicurezza a quanti lasciano il Nord Africa". Christopher Hein, direttore del Cir (Consiglio Italiano per i Rifugiati), commenta così all'Adnkronos i dati Frontex secondo cui tra 500mila e un milione di immigrati sarebbero pronti a partire dalla Libia alla volta dell'Europa.
    "Non è detto -aggiunge Hein- che tutti coloro che provengono dall'Africa subsahariana siano effettivamente in procinto di imbarcarsi dalle coste del Nord Africa. Anziché diffondere cifre allarmistiche sarebbe preferibile valutare effettivamente le necessità delle persone più vulnerabiliche proprio in Libia sono sottoposte ad ogni tipo di violenza e di abuso. Bisogna pensare a dei canali umanitari per assicurare a chi si trova ad affrontare il Mediterraneo un arrivo in condizioni di sicurezza..



    Commenti


    06 / 03 - 20:19
    Roberto Colombo
    che siano un milione o 500mila è comunque evidente che sia in corso un'invasione o comunque è chiaro che dietro gli sbarchi c'è un'operazione economica la quale non c'entra niente con l'umano aiuto che in questo caso è costruito ad arte.

    RispondiElimina
  133. http://www.blitzquotidiano.it/opinioni/alessandro-camilli-opinioni/casapound-alba-dorata-pegida-piazza-del-popolo-marin-le-pen-matteo-salvini-2123038/



    RispondiElimina
  134. http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/11764143/Bologna--professori-e-genitori-contro.html

    6.3.2015




    Commenti

    Michelangelo Coelo
    Come al solito questi pidioti non si smentiscono mai. Vogliono essere chiamati "democratici" ma della democrazia non ne conoscono nemmeno l'odore... ed infatti ritenendosi superiori pensano di imporre le loro bieche stantie e rosse idee alla maggioranza, e in odore di DITTATURA, sanno che se gli va bene qualche giudice schierato politicamente a sinistra accoglierà, imponendo alla maggioranza, i loro dogmi laicisti illiberali e vessatori!



    Giuseppe Torassa
    il problema è se i giudici di sinistra nei tar sono la maggioranza oppure no, non tanto i fanatici del politicamente corretto.

    RispondiElimina
  135. http://www.ilsovranista.it/accattoni-di-poltrone-ignavi-o-propositivi-le-destre-e-salvini/#more-5205




    6 marzo 2015

    RispondiElimina
  136. Mio caro Alfano, fai parte di quel gruppo di fenomeni che pensano di potere ribaltare le frittate come meglio pare e piace ! peccato che gente come me non la convincerai MAI !!! sei pari a coloro che l' 8 settembre di 70 anni fa lasciarono il Paese in balia di stranieri e bande armate della peggior risma !!! fai semplicemente schifo e MAI ti voterò ! e nel mio microscopico mondo farò di tutto per farti propaganda CONTRO !!!

    RispondiElimina
  137. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/07/pestare-un-leghista-non-e-reato/1102575/


    7.3.2015

    RispondiElimina
  138. Più della metà degli elettori della Lega Nord, esattamente il 53%, ha condiviso la scelta del segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, di aprire la manifestazione di sabato 28 febbraio a Roma anche a Casapound, che era presente in Piazza del Popolo con una nutrita delegazione di mogliaia di attivisti arrivati da tutta Italia.
    Sul palco Simone Di Stefano ha lanciato il progetto politico “Sovranità-Prima gli italiani”, che sostiene la leadership a livello nazionale di Matteo Salvini. Di Stefano ha spiegato ai manifestanti di Piazza del Popolo: “Noi condividiamo ogni singola parola del  programma di Salvini. No euro, perché vogliamo la nostra moneta; stop immigrazione/basta , in una nazione in cui si vedono anziani rovistare nei cassonetti e bambini morire di malasantà; il terzo punto prima gli italiani, lo Stato rimetta gli italiani al centro di tutto. Vengono prima i nipoti e i pronipoti di chi è morto per questa nazione. Non ci sono leader se non Matteo Salvini e uniti arriveremo presto alla vittoria”.
    Nelle scorse settimane, in un’intervista, Simone Di Stefano ha così descritto “Sovranità”: “E’ un contenitore che vuole sostanzialmente portare il mondo della Destra all’interno del progetto salviniano in maniera chiara e pulita. E’ un soggetto accreditato all’interno di quanto si sta muovendo intorno a Salvini, non è sicuramente ‘Noi con Salvini’, ma un’altra formula che raccoglie persone che hanno già una storia politica, che hanno una propria cultura e che quindi vogliono stare con Salvini da Destra senza tentennamenti, come si vede altrove”.

    RispondiElimina
  139. http://www.globalist.it/Detail_News_Display?ID=70338&typeb=0&Nemtsov-in-Russia-arrestati-due-sospetti

    7.3.2015




    Commento personale all'articolo giornalistico.

    COMINCIA A DELINEARSI LA PISTA CECENA ISLAMICA NELL'OMICIDIO DEL POLITICO RUSSO OPPOSITORE DI PUTIN.
    ERA PREVEDIBILE MA GLI IDIOTI APPECORINATI AD OBAMINO NEGRETTO ISLAMICO U.S.A. AVEVANO SUBITO STRILLATO LA COLPEVOLEZZA DI VLADIMIR COME MANDANTE DELL'ASSASSINIO.
    HANNO FATTO UNA FIGURA DI MERDA ED HANNO AVALLATO SANZIONI CONTRO PUTIN CHE SONO STATI UN BOOMERANG PER LE ECONOMIE EUROPEE CON DANNI NOTEVOLI ALL'INTERSCAMBIO. INFATTI QUELLA VOLPE DEL MINESTRONE GENTILONI GIÀ PARLA DI ERRORE GRAVE E LUI E IL BOYSCOUT RENZUCCIO GIÀ TESSONO LA TELA DELLA RICONCILIAZIONE COLL'ORSO SIBERIANO VLADIMIR CHE IN QUESTI MESI HA GODUTO DEL TRACOLLO ITALIANO E HA CONTINUATO IMPERTERRITO LE SUE MANOVRE MILITARI PER LA SALVAGUARDIA DELLA INDIPENDENZA DELLA CRIMEA E DELLA PORZIONE UCRAINA FILO RUSSA. CHI HA LE PALLE QUADRATE SA COME COMPORTARSI. UN GOVERNICCHIO DI EUNUCHI IL NOSTRO CHE NON È CAPACE DI DIFENDERE LA SOVRANITÀ TERRITORIALE ED ANZI LA FA ZOZZARE DA ISLAMICI TAGLIAGOLE RACCATTATI IN AFRICA E MEDIORIENTE, SPECIE TRA SIMPATIZZANTI ISIS. OBAMA COMANDA E RENZI ESEGUE PER GLI INTERESSI DI OLTREOCEANO MA NON I NOSTRI.

    RispondiElimina
  140. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/07/nemtsov-fermati-due-sospetti/1102621/




    Pista cecena prevedibile

    RispondiElimina
  141. Tosi come Fini ???

    RispondiElimina
  142. http://cpicampania.altervista.org/festa-tesseramento-in-penisola-sorrentina/

    4 Marzo 2015






    9 marzo 2015 festa tesseramento Cpi Campania
    Buon lavoro.

    RispondiElimina
  143. http://www.adnkronos.com/fatti/esteri/2015/03/07/russia-arrestati-due-sospetti-per-omicidio-nemtsov_IdQYIdQfZOmZWQI1zJg3jK.html





    UN MAZZO COSÌ A DUE CECENI ISLAMICI NEMICI

    RispondiElimina
  144. http://m.agi.it/politica/notizie/salvini-dispiace-per-tosi-ma-zaia-non-si-tocca.-corteo-degli-antagonistibr-#.VPsY-RAuLqA



    Salvini, "dispiace per Tosi ma Zaia non si tocca".

    11:41 07 MAR 2015

    (AGI) - Genova- "Sono sempre dispiaciuto se c'e' un leghista insoddisfatto, ma Zaia non si tocca". Cosi' il segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini, a margine di una iniziativa elettorale a Genova, e' intervenuto sulle polemiche interne al Carroccio in Veneto tra il sindaco di Verona, Tosi, e il candidato alla presidenza della Regione, Zaia. "In Veneto - ha aggiunto Salvini - io sono da ieri al lavoro con Luca Zaia per confermare il buon governo di questi cinque anni. Non ho piu' tempo per le polemiche interne, per i litigi e per le beghe. Ognuno e' adulto e vaccinato. Luca Zaia e' un patrimonio che e' mio dovere tutelare e rioffrire ai veneti che sceglieranno se votare lui o la Moretti, tra quello che Zaia ha fatto e - ha concluso - quello che "l'amica degli estetisti" sta promettendo". "Non ci sono problemi di numeri per i gruppi in Parlamento. Non e' una questione che ci preoccupa", ha detto Salvini circa un'eventuale uscita di parlamentari del Carroccio dai gruppi alla Camera e al Senato a seguito di una rottura con il sindaco di Verona, Flavio Tosi.
    "Non siamo una caserma - ha aggiunto Salvini - non spingo nessuno a fare qualcosa contro voglia. Non faccio come Renzi che va a cercare Tizio, Caio o Sempronio e si esalta se fa campagna acquisti. Non ho un problema di questa natura. Chi mette in discussione o in difficolta' Luca Zaia si accomoda fuori dalla Lega, il mondo e' grande".
      "Ognuno e' libero di manifestare come vuole basta che non rompano le scatole a cittadini e poliziotti. Io pero' sono stufo di fare comizi blindati, non e' democrazia. Uno manifesta con le idee, non con la violenza. Questa non e' Genova, e' un'altra roba", ha poi detto Salvini commentando la manifestazione degli antagonisti organizzata questa mattina a Genova in occasione del suo intervento al Teatro della Gioventu' per sostenere la candidatura a presidente della regione Liguria di Edoardo Rixi. "La democrazia - ha aggiunto Salvini - prevede che ci sia gente che non la pensa come me e esponga le sue idee pacificamente. Non e' democrazia cercare di impedire di sfasciare e rompere le scatole a decine di poliziotti e carabinieri che, invece di fare il loro lavoro, devono proteggere mamme, papa' e nonni che vengono a sentire un dibattito sulla Liguria. Questa - ha concluso - non e' contestazione ma e' delinquenza e basta".

    RispondiElimina
  145. http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2015/03/06/lega-salvini-a-genova-contestato-dai-centri-sociali_129df4fc-1ed5-47e4-94c8-3bf6a1003d6a.html



    7.3.2015


    Una decina di fankazzisti del menga possono essere manganellati dalla polizia e poi arrestati per adunata sediziosa sovversiva e attentato terroristico e processo in 24 ore e 5 anni di lavori forzati con catena alla caviglia senza appello. Allora si che viene assicurata la democrazia italiana e difesa dai delinquenti dei centri asociali e AMEN....

    RispondiElimina
  146. http://voxnews.info/2015/03/07/nuove-frontiere-arrivano-le-nozze-gay-a-tre/

    7.3.2015



    Vendola si sta leccando i baffi e altro. ..all'idea di.......

    RispondiElimina
  147. http://voxnews.info/2015/03/07/tornatene-a-casa-piccola-salvini-docente-minaccia-ragazzina-italiana/


    7.3.2015


    Domanda stupida di pseudo/insegnante stupido. Io al posto dei genitori avrei già denunciato la zozza cojona a Cles e messo in piazza il nome e cognome della violenta/trucida. Al posto di Salvini mi sentirei onorato di tanta considerazione. Mi auguro che i genitori della innocente ragazzina non diano il voto più ai piddini responsabili di tali misfatti genocidici e vadano alle convention di Salvini leganord per smerdare quella sciocca e ignorante che un provveditore normale avrebbe già licenziato..!!!!!!!

    RispondiElimina
  148. http://voxnews.info/2015/03/07/isis-allitalia-stiamo-venendo-a-versare-il-vostro-sangue/

    7.3.2015





    Io rispondo a questi pirlotti islamici del cazzo......

    PRRRRRRRRRRRRRRRR
    PRRRRRRRRRRRRRRRR
    PRRRRRRRRRRRRRRRR
    PRRRRRRRRRRRRRRRR
    PRRRRRRRRRRRRRRRR
    PRRRRRRRRRRRRRRRR
    PRRRRRRRRRRRRRRRR
    PRRRRRRRRRRRRRRRR
    PRRRRRRRRRRRRRRRR
    PRRRRRRRRRRRRRRRR
    PRRRRRRRRRRRRRRRR

    RispondiElimina
  149. INVITERÀ PURE QUALCHE ISLAMICA PER FARE SALOTTO ED AMICIZIA CON QUEL MONDO DEMOCRATICO DOVE IL RUOLO DELLE DONNE È ESEMPLARE CON PARITÀ TRA SESSI..???
    LA CERIMONIA DEL 10 FEBBRAIO DI COMMEMORAZIONE CADUTI NELLE FOIBE COMUNISTE INVECE DI FARLA AL QUIRINALE L’HA SPOSTATA ALLA CAMERA NONOSTANTE LA LEGGE ISTITUTIVA PREVEDA CERIMONIA QUIRINALIZIA. QUESTA FESTA COMMERCIALE DAL NESSUN SIGNIFICATO SOCIALE NÉ CULTURALE INVECE SI TIENE AL COLLE MASSIMO PERCHE L'APPUNTAMENTO È STATO IDEOLOGIZZATO DALLE FETECCHIOSE FEMMINISTE PIDDINE PER INTERESSI DI BOTTEGA. CHE SQUALLORE ITALIA. .!!


    7 Marzo 2015

    Nel discorso al Quirinale un elogio di quante riescono a conciliare lavoro e famiglia. "Senza di voi un'Italia povera e ingiusta".

    Lucio Di Marzo

    È sulle italiane che grava "il peso maggiore della crisi economica" e delle italiane che parla oggi il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che in occasione della Festa della Donna ha tenuto un discorso al Quirinale.
    "Una società non bene organizzata - ha detto - affida il compito, delicato e fondamentale, di provvedere in maniera prevalente all'educazione dei figli e alla cura degli anziani e dei portatori di invalidità", lodando la capacità di trovare "una compatibilità tra lavoro e famiglia" e che "le donne, con la loro capacità di visione e sensibilità, insegnano che la prevenzione dei disastri ambientali è una cultura che va radicata all’interno della società e delle istituzioni italiane e che, nel medio e lungo periodo, salva vite,produce risparmi e genera ricchezza".
    "Senza le donne, senza di voi, l'Italia sarebbe più povera e più ingiusta. Siete il volto prevalente della solidarietà. Il volto della coesione sociale", ha concluso Mattarella. "Dovremmo ricordarlo costantemente e non dovremmo smettere mai di ringraziarvi. E dunque auguri. È la vostra festa, la festa delle donne. Ed è bene che, anche quest'anno, la cerimonia si svolga qui, al Quirinale".



    Commenti

    moshe
    In quanto a frasi che lasceranno un'impronta nella storia d'Italia, sta già facendo una spietata concorrenza all'indegno.


    marinaio
    Che banalità. Perchè? l'Italia senza gli uomini sarebbe più ricca e più giusta? Ma mi faccia il piacere!!!


    ragioniere mario
    Caro Presidente, nonostante l'Italia abbia le migliori donne al mondo, resta una nazione povera e ingiusta. Questo anche per colpa sua, che è il "capo" della Magistratura.


    Euterpe
    L'elogio di Mattarella comprende anche donne come la sboldrina, la kienga e compagnia bella? Se devo essere accomunata a questi personaggi femminili rifiuto le parole del presidente.


    Agostinob
    Credo che quando si debba scegliere un Presidente facciano un po' di test in cui non si deve superare un certo limite di quoziente. Poi vengono analizzate le dichiarazioni fatte in una vita e solo se queste fanno cadere i c...oni in terra, la persona è pronta. L'esame è superato. Questo presidente sino ad oggi ha parlato poco ma è riuscito comunque a sommare in questo poco una serie di banalità impressionanti. Il nulla anche nelle dichiarazioni; tanto che vien da domandarsi se mentre le dice sa ciò che dice o se non capisce. Siamo ancora fermi ai discorsi tanto inutili sulle donne, falsi e banali come se i problemi dell'Italia fossero questi. Importante è girare alla larga dai problemi veri.


    Legaiolo
    Il discorso politically correct di un democristiano. Non ci si poteva aspettare altro che questo.


    Luigi.Morettini
    Il retorico discorsetto di Mattarella: Risposta delle donne: Senza di te (visto che sei un Presidente nominato, non eletto) e di tutta la faraonica corte dei miracoli al tuo seguito, l'Italia sarebbe di sicuro meno povera, ma soprattutto più giusta.

    RispondiElimina
  150. http://voxnews.info/2015/03/07/africani-bloccano-strada-cgil-li-difende-sono-bravi-ragazzi/


    7 Marzo 2015



    TRA BANDITI PARASSITI SI AIUTANO...ZOZZONI..!!!!!

    RispondiElimina
  151. http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/padova-controlli-nei-campi-nomadi-staccati-40-allacci-abusivi/

    7.3.2015


    Padova: controlli nei campi nomadi, staccati 40 allacci abusivi.


    Con il mese di febbraio si sono chiusi i controlli, effettuati dagli agenti della Ses con personale dell’Enel, in 14 campi nomadi di Padova, finalizzati a verificare eventuali manomissioni o furti di energia elettrica a danno della società erogatrice. Dagli accertamenti non sono emerse manomissioni ai contatori di energia elettrica, tuttavia sono stati riscontrati prelievi di energia su fornitura straordinaria priva di contratto, nonché morosità. La polizia locale ha quindi provveduto a staccare 40 allacciamenti abusivi.

    I CAMPI NOMADI CONTROLLATI. Di seguito i provvedimenti: in via Cascino, stacco di un’utenza priva di contratto; in via Ceron, stacco di un’utenza priva di contratto; in via Querini, stacco di 2 utenze prive di contratto; in via Madonnina, stacco di 7 utenze e contestuale ripristino di 4 utenze previo pagamento; in via Bassette, stacco di 4 utenze e contestuale ripristino di un’utenza previo pagamento; in via Cà Manzoni, stacco di 14 utenze prive di contratto; in via Rispoli, stacco di 3 utenze prive di contratto; in via San Giacomo, stacco di un’utenza priva di contratto; in via Polveriera (2 campi), stacco di 3 utenze prive di contratto: un’utenza non è stata staccata, nonostante la scadenza del contratto, in quanto all’interno di una roulotte vi era una persona in età avanzata collegata ad apparecchi elettromedicali; in via Chioggia, stacco di un’utenza priva di contratto; in via Mincio (2 campi), stacco di 3 utenze prive di contratto; in via Ferrero, nessuna anomalia.

    SAIA. “Abbiamo voluto controllare nuovamente tutti gli allacciamenti dei campi nomadi – spiega l’assessore alla Sicurezza Maurizio Saia – per verificare eventuali manomissioni o furti di energia elettrica a danno della società erogatrice. Non abbiamo rilevato manomissioni, ma molti prelievi di energia privi di contratto e alcuni casi di morosità per i quali l’ente ha provveduto a sospendere l’erogazione. Chi riceve un servizio deve pagarlo, non sono concesse deroghe né privilegi”.

    L’OPERAZIONE PRECEDENTE. Lo scorso dicembre gli agenti della polizia locale avevano staccato venti allacciamenti alla rete elettrica: cinque in via Bassette, undici in via Ca’ Manzoni, una in via Ceron, una in via Cascino e due in via Querini. Gli abusivi avevano stipulato contratti a nome di inesistenti cantieri edili. Una volta pagata l’installazione, le successive bollette erano state “cestinate”.


    http://www.padovaoggi.it/cronaca/campi-nomadi-padova-staccati-allacciamenti-abusivi-enel-febbraio-2015.html

    RispondiElimina
  152. http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/padova-polizia-locale-chiude-negozio-etnico-era-abusivo/

    6.3.2015



    Padova: Polizia locale chiude negozio etnico, era abusivo


    PADOVA – Gli scaffali colmi di alcolici posti sotto sequestro dalla polizia locale insieme a tutto il negozio. Il negozio di vicinato all’Arcella il suo bel giro di clienti lo aveva. Peccato che fosse abusivo. Di qui il sequestro dell’esercizio commerciale e dei prodotti in vendita e la multa di 5mila euro al titolare per apertura abusiva di esercizio di vicinato. L’altro pomeriggio i clienti abituali erano giunti al negozio puntuali per “l’ora di apertura”. Ma davanti alla saracinesca ancora abbassata hanno trovato gli agenti della polizia amministrativa della polizia locale, coordinata dal commissario Monica Cotar. Il giorno prima proprio a quel negozio etnico era stato notificato un provvedimento di chiusura immediata dell’attività emesso dal Settore Commercio, dopo aver accertato che l’impresa pur essendo stata cancellata d’ufficio dal Registro della Camera di Commercio per fallimento, continuava ad operare abusivamente. Gli agenti durante l’accertamento avevano trovato il negozio chiuso. Ma non convinti, hanno deciso di aspettare un po’. E dopo un’oretta, hanno visto che un piccolo gruppo di extracomunitari si stava radunando davanti al negozio presumibilmente in attesa dell’apertura. Infatti, di lì a poco, giungeva sul posto ad aprire il negozio una donna, successivamente identificata come la moglie del titolare. Immediato l’intervento degli agenti che prima identificavano i clienti del negozio (tutti in possesso di regolari documenti, e perciò subito allontanati) e poi procedevano al sequestro amministrativo del locale e dei prodotti in vendita, soprattutto bottiglie di alcolici (alcune centinaia esposte sugli scaffali o conservate nel vano magazzino) ponendo i sigilli a porte e serrande.



    http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/PADOVA/padova_negozio_etnico_abusivo_sequestro/notizie/1222143.shtml

    RispondiElimina
  153. http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/07/la-direzione-nazionale-antimafia-chiede-la-liberalizzazione-delle-droghe-leggere/1102719/


    7 Marzo 2015



    SMETTESSERO FARSI LE CANNE.NO SCIOCCHEZZE


    LO SANNO TUTTI CHE LE DROGHE LEGGERE HANNO UN IMPATTO GRAVE E NEGATIVO SULLA SALUTE DEI CONSUMATORI CON DANNI CEREBRALI IRREVERSIBILI...
    ISIS FA COMMERCIO DI DROGHE LEGGERE ED ANCHE TALEBANI E MAGHREBINI TUNISINI E MAROCCHINI. INOLTRE LE MAFIE NOSTRANE HANNO NEL BUSINESS DELLO SMERCIO DI DROGHE LEGGERE UNA VOCE IMPORTANTE DI INTROITI. INOLTRE NEL MONDO DEI CENTRI ASOCIALI È DIFFUSISSIMO IL CONSUMO DI DROGHE LEGGERE TANTO CARE A PANNELLA MARCO! !!!!
    CHI GUIDA QUESTA LOBBY PRO/DROGHE LEGGERE.??????????
    INIZIATIVA INDECENTE DI UNA STRUTTURA GIUDIZIARIA DEPUTATA AL CONTRASTO DELLO SPACCIO E CONSUMO DI DROGHE LEGGERE E NON.
    SIAMO ARRIVATI AD UN LIVELLO TALE DI DEGRADO SOCIALE CHE OGNI GIORNO IL FEGATO INGROSSA PER LE TANTE SCIOCCHEZZE CHE SI DICONO E SI FANNO NELLE ISTITUZIONI STATALI. !!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  154. http://www.nocristianofobia.org/incredibile-negli-usa-soldi-cattolici-a-enti-pro-nozze-gay-e-pro-aborto/



    7.3.2015



    SOLITO CAVALLO DI TROIA

    RispondiElimina
  155. http://www.lastampa.it/2015/03/07/esteri/omicidio-nemzov-arrestati-due-sospetti-esYJhJnWHBYjIeIMRmAegI/pagina.html


    7 marzo 2015


    ADESSO I NOSTRI PIRLA AL GOVERNO CHIEDERANNO SCUSA AL MONDO PER AVERE MOSSO PUBBLICAMENTE ACCUSE DI RESPONSABILITÀ RUSSA DEL GOVERNO CIRCA MANDANTI ED ESECUTORI OMICIDIO NEMTSOV.???

    L'AVEVANO CAPITO PURE LE PAPERE CHE SI TRATTAVA DI OMICIDIO INTERNO ALL'ALA ANTIPUTIN OPPURE DI ISLAMICI CON LO SCOPO DI SCREDITARE IL CRISTIANO VLADIMIR PUTIN IL QUALE NON SE L'È CAGATI I COYOTE NOSTRANI APPECORINATI A MUHAMED OBAMA HUSSEIN NEGRO ISLAMICO...!!!!
    I DUE ARRESTATI SONO CECENI E NEMICI SPIETATI DEI RUSSI ANTISLAM.
    SE AVESSIMO UN PUTIN IN UNO STATO SUPERNAZIONALISTA SAREMMO UNA PICCOLA SUOERPOTESTA COSÌ COME ERA AI TEMPI DI BENITO MUSSOLINI......

    RispondiElimina
  156. http://www.lastampa.it/2015/03/07/esteri/omicidio-nemzov-arrestati-due-sospetti-esYJhJnWHBYjIeIMRmAegI/pagina.html


    Omicidio Nemtsov, pista cecena: due arresti
    I nomi dei sospetti killer sono caucasici. «Identificati grazie alle telecamere»



    07/03/2015

    ANNA ZAFESOVA

    Appena una settimana dopo l’omicidio di Boris Nemtsov i servizi segreti russi annunciano la cattura di due sospetti killer. Si tratta di due cugini di 32 e 33 anni. Il capo dell’Fsb (Servizio federale per la sicurezza, l’ex Kgb) Alexandr Bortnikov ha reso pubblici anche i nomi: Anzor Gubashev e Zaur Dadaev. Due nomi del Caucaso, anche se le autorità non hanno precisato la provenienza esatta dei due sospettati, il cui fermo dovrà essere convalidato in arresto nei prossimi giorni. Ma la “pista cecena” a questo punto appare predominante. 
    Una celerità senza precedenti. Mai, in centinaia di delitti con uso dei sicari, politici e mafiosi, i killer erano stati catturati dopo pochi giorni. È vero che in questo delitto compiuto sotto le mura del Cremlino gli elementi per l’indagine erano numerosi, dalle telecamere piazzate a grappoli nei dintorni alla presenza di testimoni, tra cui la fidanzata del politico Anna Durizkaya. La modella è tornata di corsa a Kiev e il suo avvocato dice che per ora non è stata convocata per un’indentificazione, anche perché sostiene di non aver visto il killer in faccia e di non ricordare nulla per lo shock. Fonti della polizia hanno detto ai media russi che nella cattura dei killer sono stati fondamentali i video delle diverse telecamere, che hanno permesso di identificare l’auto degli assassini. Ritrovata, la vettura ha fornito campioni di “materiale biologico” che ha permesso l’identificazione dei killer. 
    Un’efficienza mai vista, che si potrebbe spiegare con gli errori dei criminali e la loro decisione di optare per un omicidio spettacolare invece che per il “classico” dell’esecuzione nell’androne di casa, al riparo da testimoni. Oppure dalla fretta dei servizi di presentare all’opinione pubblica e a Vladimir Putin, messo in imbarazzo dell’esecuzione di un oppositore sotto le sue finestre, un risultato. I primi commenti dei sostenitori dell’opposizione ucciso il 28 febbraio con quattro colpi di pistola sul ponte davanti al Cremlino riguardano infatti l’appartenenza etnica dei due presunti killer. I sospettati ceceni saltano fuori con regolarità nelle indagini sui delitti clamorosi russi, e nel caso di Anna Politkovskaya sono stati anche condannati. Ma se la giornalista uccisa denunciava la guerra nel Caucaso e si era fatta molti nemici in Cecenia, nel caso di Nemtsov il legame non appare molto chiaro, a meno di non avvallare l’ipotesi di una vendetta degli islamisti caucasici per il suo sostegno a Charlie Hebdo.  
    Ovviamente i due uomini - dei quali per ora si sanno solo i nomi, e Gubashev suona come un cognome poco ceceno - potrebbero anche essere soltanto gli esecutori di un piano criminale concepito altrove, parte di quella manovalanza criminale della quale le diverse etnie caucasiche sono una componente cospicua. Il tabloid Lifenews parla di altri quattro ricercati individuati come gli assistenti dei killer, che avevano pedinato il politico nel giorno della sua morte e guidato le auto degli assassini. Resta il problema del mandante, che finora in omicidi del genere non è mai stato individuato anche quando sono stati presi gli esecutori del delitto.  

    RispondiElimina
  157. http://voxnews.info/2015/03/07/emergenza-rassismo-a-napoli-hanno-scritto-nomadi-su-carta-identita-siamo-sconvolti/


    7.3.2015


    INFATTI AVREBBERO DOVUTO SCRIVERE "" LADRONI"".
    E DIRE CHE QUESTI PARASSITI GODONO DI PRIVILEGI EUROPEI CHE NOI MISERI ITALIOTI CI SCORDIAMO.
    GRAZIE AL PD CHE SI APPECORINA AL DEGRADO..

    RispondiElimina
  158. http://it.m.wikipedia.org/wiki/Repubblica_Popolare_di_Doneck

    RispondiElimina
  159. http://www.iltempo.it/mobile/cronache/2015/03/07/siae-andrea-purgatori-sostiuisce-gino-paoli-1.1387339



    IL CIELO IN UNA STANZA BLINDATA IN SVIZZERA.
    VORREI IN GALERA TUTTI I SINISTRI LADRONI...
    INTANTO GODIAMO DELLA CACCIATA DI QUESTO SCHIFOSO EVASORE DI 800MILA EURO..!!!!!!!

    RispondiElimina
  160. https://m.facebook.com/events/797163270380569?acontext=%7B%22ref%22%3A98%7D&aref=98&refid=17&__tn__=H


    7 marzo 2015

    Britannia Ball - South of England.
    Organizzato da Britain First 
    Britannia Ball - South of England.



    Sabato 28 marzo dalle ore 19.30 alle ore 23.00 in UTC
    Bexleyheath, United Kingdom

    www.britainfirst.org

    RispondiElimina
  161. NOI I PERVERTITI CE LI ABBIAMO IN PARLAMENTO



    http://m.leggo.it/NEWS/ESTERI/pedofilo_molesta_bimba_ucciso_video/notizie/1223910.shtml#


    7 marzo 2015

    Il 23enne pedofilo ha prima molestato una bimba di 11 anni, inviandole messaggi espliciti e immagini hard su WhatsApp, e poi ha tentato di violentare la piccola. Ecco come l'ha ridotto il padre della giovanissima vittima.


    Accade nello stato di Goias in Brasile.
    All'incontro organizzato dal 23enne non si è presentata la bambina, bensì il padre della piccola che ha massacrato di botte il giovane pedofilo, fino ad ucciderlo.
    Il corpo del ragazzo è stato ritrovato tre giorni dopo in mezzo ad un boschetto dove è avvenuto il pestaggio.

    RispondiElimina

  162. http://www.si24.it/2015/03/07/omicidio-nemtsov-due-arresti-in-russia-per-ordine-di-putin-linchiesta-continua/83035/


    Omicidio Nemtsov, due arresti in Russia per ordine di Putin l’inchiesta continua.

    7 marzo 2015


    Due persone cecene forse islamiche sospettate dell’omicidio dell’oppositore russo Boris Nemtsov sono stati arrestate. Lo ha detto il capo del servizio di sicurezza russo (Fsb) Alexander Bortnikov.
    “Come risultato del lavoro svolto, abbiamo arrestato oggi due persone sospettate di aver commesso questo crimine”. Si chiamano Anzor Gubashev e Zaur Dadayev. “Abbiamo informato il presidente“, ha aggiumto Bortnikov.
    L’inchiesta continua, ha aggiunto. “Per ordine del presidente Putin, l’Fsb, il ministero dell’Interno e la commissione d’inchiesta hanno organizzato un gruppo congiunto di indagine per far luce sull’omicidio di Boris Nemtsov.”
    Nemtsov, leader del partito RPR-Parnas, oppositore del presidente Putin, è stato ucciso su un ponte nel centro di Mosca con alcuni colpi di pistola Makarov sparati a bruciapelo venerdì scorso, mentre passeggiava con la fidanzata ucraina. Gli investigatori stanno perseguendo diverse linee di indagine, tra cui un omicidio su commissione. Il 3 marzo, Nemtsov è stato sepolto al cimitero Troyekurovo di Mosca.......

    RispondiElimina
  163.   
    http://www.secoloditalia.it/2015/03/incubo-facebook-per-ignazio-marino-raffica-di-insulti-ironie-e-sfotto/



    Incubo Facebook per Ignazio Marino: raffica di insulti, ironie e sfottò

    di GIROLAMO FRAGALÀ

    sabato 7 marzo 2015 13:59


    È il sindaco meno amato d’Italia, Ignazio Marino, un record non da poco. Lui sorride beato, si guarda intorno e si pavoneggia come una star. Ma ogni volta che dice qualcosa, viene travolto dalle critiche, specie sul web. Molte ironie sulla pagina Facebook “Io sto con Ignazio Marino”. Aperta e forse abbandonata, conta solo 30 “mi piace”, un dato da profondo rosso che gli anti-Marino colgono al volo: «Ma nun ve fate schifo, questo ce sta a demolì la città più bella del mondo e c’avete er coraggio de mette mi piace a st’essere», uno dei commenti meno pesanti. Poi c’è la pagina Facebook “Mandiamo a casa Ignazio Marino”, che in poco tempo ha raccolto quasi 17mila “mi piace” a suon di «’A Marino, stai a rovinà Roma, vattene». Ecco la sua pagina Facebook ufficiale e qui sono dolori perché sotto ogni post del sindaco c’è una sfilza di sfottò o insulti.

    Su Facebook una valanga di critiche e un coro: «Marino vattene»

    Un esempio. Marino scrive: «Chiediamo ai migliori manager della cultura del nostro Paese e del resto del mondo di presentarsi con le loro capacità, i loro talenti e le idee per far crescere Musica per Roma. Parte oggi la call internazionale». Ecco alcune delle reazioni (quelle pubblicabili, s’intende, mettendo da parte l’esercito dei vaffa scritti in qualsiasi modo):

    Luca C: «Una città allo sfascio e si pensa alle minchiate». Attilio L: «Basta che prendi la metro.. è piena di ottimi musicisti zingari». Adalgisa M: «Ma ti rendi conto come è ridotta Roma, è una grattugia pensi di sistemare le strade buf…!!». Laura D: «Ma problemi più importanti da risolvere a Roma non li vede proprio ? Mah». Enrico B: «Come se la famo la musica, alla carbonara?»; Andrea T: «Io intanto chiedo al Comune di Roma di sbrigarsi a risarcire i cittadini ingiustamente vessati dalle tariffe Ztl appena bocciate dal Tar e suggerisco a tutta la giunta e al sindaco di andare a casa perché nessuno ne può più, a parte quattro gatti pagati per fare la claque su questa pagina». Roberto P, sempre indirizzato a Marino: «Come cantante/musicante per Roma basti te!». Gianluca C: «La tua vergogna non ha limiti». Daniele C: «Aridaje… questo pensa di essere Lorenzo il Magnifico invece che Sindaco di Roma!». Luciano I: «Ci vuole un esorcista, vade retro Satana».

    RispondiElimina
  164. http://en.m.wikipedia.org/wiki/Britain_First

    RispondiElimina
  165. http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2015/03/08/omicidio-nemtsov-altri-due-arresti_7ae201a8-af65-4cd3-bd7e-9e2043a0f1c4.html


    Omicidio Nemtsov: altri due arresti.
    Lo scrive la Cnn online, riportando annuncio di media russi.

    08 marzo 20150 4:13

    (ANSA) - ROMA-- Altre due persone sospettate di essere coinvolte nell'assassinio dell'oppositore russo Boris Nemtsov sono state arrestate dalla polizia russa. Lo scrive la Cnn online, che riprende l'annuncio di alcuni media russi. Salgono così a quattro le persone arrestate per l'omicidio dell'ex vicepremier ieltsiniano diventato uno dei principali oppositori di Putin.Ieri i servizi segreti russi hanno fermato due cugini di origine caucasica(ceceni islamici ndr).

    RispondiElimina
  166. http://m.repubblica.it/mobile/r/locali/parma/cronaca/2015/03/07/news/presidio_lega-casapound_e_protesta_artlab_sfiorata_la_rissa-109002589/

     
    ore 18.22 del 7 marzo 2015


    Corteo in via Repubblica a Parma con Rainieri, segretario regionale del Carroccio e Casapound Parma.

    ...... in via della Repubblica, vicino alla Prefettura, c'è il luogo scelto da Lega Nord-Casapound per dire no all’arrivo in città di 350 nuovi migranti e chiedere investimenti in sicurezza.
    Sotto a Palazzo Rangoni, Lega Nord (con CPI) spiegava le ragioni della manifestazione: "Protestiamo - ha detto Rainieri, che ha chiesto appuntamento al prefetto - perché non vorremmo che l'arrivo di queste persone comprometta la precarietà in cui già vivono i nostri cittadini: i Comuni fanno fatica a dare una mano a chi vive qui, il lavoro manca, perché si devono spendere 3,5 milioni di euro, 10mila per ciascuno di loro, invece che darli alle nostre famiglie. Senza contare i problemi che possono crearsi sulla sicurezza. Noi - ha aggiunto - siamo d'accordo a dare una mano a chi ha lo status di rifugiato politico, che però sono solo il 3%". Rainieri ha inviato alla stampa un comunicato parlando di "scontri in centro tra forze dell'ordine e centri sociali tanto cari alla sinistra e al Movimento 5 Stelle".
    Lungo via Repubblica, durante lo svolgimento della protesta, polizia municipale al lavoro per dare indicazioni di viabilità alternativa e direzioni da prendere con i mezzi. Diversi parmigiani scocciati per l'inaspettato "blocco del traffico".

    RispondiElimina
  167. http://www.ilmattinodiparma.it/?p=147772

    8 marzo 2015

    Lega e Casapound in presidio contro l’arrivo di 350 profughi a Parma.

    Sabato 7 marzo in strada della Repubblica Lega Nord, in un sodalizio che pare ormai consolidato con Casapound, era davanti alla Prefettura in presidio per “dire no all’arrivo di 350 profughi in città e chiedere maggiore sicurezza”.........

    Presente sotto la Prefettura Fabio Rainieri, segretario regionale della Lega Nord, che ha dichiarato: “Non siamo d’accordo sull’arrivo di queste persone perché non sappiamo dove metterle, non è che non siamo ospitali. Addirittura in previsione del loro arrivo c’è un bando da 3,5 milioni, 10mila euro a persona, mentre i nostri cittadini sono in gravi difficoltà”.

    RispondiElimina
  168. http://www.parmaquotidiano.info/2015/03/07/lega-e-casa-pound-in-piazza-basta-profughi-contromanifestazione-dei-centri-sociali/

    RispondiElimina
  169. http://m.parmatoday.it/cronaca/lega-nord-tensioni-antirazzisti-casa-pound.html

    RispondiElimina
  170. L'elettorato di Forza Italia ! Oh, le verginelle moderate ! Orrore, i fascisti di Casa Pound ! La destra moderata non esiste ! Esiste la destra e basta ! Destra di popolo, destra sociale ! Non i fighetti che sperano nell'elezione di un leader che non gli faccia pagare le tasse !






    RispondiElimina
  171. CECENIA SIGNIFICA ISLAM. ...È TUTTO DIRE....!!!!!!!


    http://www.si24.it/2015/03/07/omicidio-nemtsov-si-segue-la-pista-cecena-cinque-arrestati-un-sesto-si-e-ucciso/83035/


    Omicidio Nemtsov, si segue la pista cecena 
    Cinque arrestati, un sesto si è ucciso.

    7 marzo 2015



    La pista cecena è ormai quella seguita dagli investigatori russi per l’omicidio di Boris Nemtsov. Altre due persone sono state arrestate nella Repubblica meridionale dell’Inguscezia. Sale così a quattro il numero dei presunti esecutori materiali dell’assassinio del leader dell’opposizione. I fermati sarebbero collegati ai due uomini fermati venerdì: anche loro ceceni, uno dei due è il fratello minore di Gubashev.
    Sono quattro le persone arrestate: Anzor Gubashev, dipendente di una società per la sicurezza privata a Mosca, Zaur Dadaev, per dieci anni vice comandante del battaglione “Sever” del ministero degli interni ceceno, Rustam Yusupov, anche lui un membro dello stesso battaglione e un fratello minore di Gubarev, Shagid.
    Un altro ceceno sospettato per l’omicidio si è fatto esplodere a Grozny prima di essere catturato dalla polizia. L’uomo ha utilizzato una granata dopo essere stato accerchiato in un appartamento della capitale cecena. Secondo fonti investigative, il ceceno prima ha lanciato una bomba contro gli agenti, senza causare feriti, poi ne ha fatta esplodere un’altra per uccidersi.
    Due persone sospettate dell’omicidio dell’oppositore russo Boris Nemtsov sono stati arrestate. Lo ha detto il capo del servizio di sicurezza russo (Fsb) Alexander Bortnikov.
    “Come risultato del lavoro svolto, abbiamo arrestato oggi due persone sospettate di aver commesso questo crimine”. Si chiamano Anzor Gubashev e Zaur Dadayev. “Abbiamo informato il presidente“, ha aggiumto Bortnikov.
    Secondo fonti investigative Dadayev è un poliziotto che ha lavorato in Cecenia ed avrebbe prestato servizio, per circa 10 anni, nelle forze di sicurezza del ministero dell’Interno del paese russo.
    Uno dei sospetti ha “confessato” al giudice Natalia Mouchnikova di aver partecipato all’omicidio di Nemtsov. Si tratta di Zaur Dadayev, l’ex poliziotto è stato incriminato dell’omicidio insieme ad Anzor Gubashev, anche lui ceceno. Gli altri si sono dichiarati innocenti. Gli altri due sono stati identificati con il solo cognome, Bakhayev ed Eskerkhanov.
    Per i giudici l’omicidio sarebbe stato commesso per motivi di denaro, connesso con la rapina, l’estorsione o il banditismo: con questa accusa, che prevede l’ergastolo, è stata annunciata la convalida degli arresti dei cinque sospetti per la morte di Nemtsov.
    Nemtsov, leader del partito RPR-Parnas, oppositore del presidente Putin, è stato ucciso su un ponte nel centro di Mosca con alcuni colpi di pistola Makarov sparati a bruciapelo punto venerdì scorso, mentre passeggiava con la fidanzata ucraina. Gli investigatori stanno perseguendo diverse linee di indagine, tra cui un omicidio su commissione. Il 3 marzo, Nemtsov è stato sepolto al cimitero Troyekurovo di Mosca; al suo funerale hanno assistito migliaia di moscoviti. Sul luogo dell’omicidio anche il presidente del consiglio italiano, Matteo Renzi ha deposto dei fiori, durante la sua visita nella capitale russa.

    RispondiElimina
  172. http://www.atuttadestra.net/index.php/archives/278257

    Sunday, March 08 2015

    Lamezia (Cz) – CasaPound annuncia manifestazione contro la chiusura del reparto di pediatria.
    La segreteria politica di CasaPound Lamezia rende noto che nella giornata di domani il movimento politico alle ore 10, sarà all’ingresso dell’ospedale per un sit-in di protesta contro la chiusura del reparto di Pediatria del nosocomio lametino. “Non possiamo rimanere indifferenti e far sì che la nostra sanità venga smantellata. La politica dovrebbe essere a servizio dei cittadini e tutelarne i diritti non permettendo che vengano attuate scelte così scellerate come la chiusura del reparto di pediatria. Assicurare assistenza ai bambini dovrebbe essere una delle priorità dell’agenda dei nostri politici”.

    RispondiElimina
  173. http://www.barbadillo.it/37790-lintervista-buttafuoco-tosi-veneto-ladylike-meloni-sindaco-di-roma/

    8 Marzo 2015

    RispondiElimina
  174. http://voxnews.info/2015/03/08/roma-6-villette-per-i-profughi-condizionatori-letti-ortopedici-e-satellitare-foto/

    RispondiElimina
  175. GLI ITALIANI SOTTO I PONTI......
    CLANDESTINI NELLE VILLETTE ACCESSORIATE.....
    BELLA DECISIONE PATRIOTTICA CHE PIACE.!!!!!!!!!!!!!



    http://www.ilgranchio.it/index.php/cronaca/anzio/2-cronaca-anzio/1433-sono-arrivati-i-44-richiedenti-asilo-politico


    Domenica, 08 Marzo 2015

    Sono arrivati i 44 clandestini africani ospitati.

    Scritto da  Katia Farina

    Sono arrivati probabilmente tra stanotte e stamattina i 44 clandestini che la Prefettura di Roma ha assegnato al comune di Anzio.
    Dopo che i lavori di adeguamento e sistemazione degli spazi all'interno dei sei villini sono andate avanti fino a tarda notte, stamattina nei giardini di via dell'Armellino n. 72 hanno iniziato a vedersi i primi africani, sbarcati a Lampedusa e assegnati dalla Prefettura di Roma al comune di Anzio. Per ora, secondo quanto si è appreso sarebbero quarantaquattro e non sessantasei come annunciato dal sindaco Bruschini. Alcuni di loro, per lo più giovani uomini secondo quanto è stato possibile vedere, sono usciti e sono stati visti nelle vie situate nelle vicinanze di via dell'Armellino, tra la Nettunense e via del Cinema. Nelle prossime ore ulteriori approfondimenti.




    COMMENTO

    Domenica, 08 Marzo 2015 18:20
    inviato da alessandro69

    Che schifo diventerà un ghetto tra immondizia e droga.!!!
    Razzisti TRADITORI le case vanno date prima agli italiani........



    Via Bainsizza, 11 Nettuno RM 
    Tel. 06 9806100

    http://www.ilgranchio.it/index.php/cronaca/anzio/2-cronaca-anzio/1433-sono-arrivati-i-44-richiedenti-asilo-politico

    RispondiElimina
  176. http://voxnews.info/2015/03/08/profughi-protestano-non-ci-fanno-andare-in-discoteca/

    RispondiElimina
  177. http://voxnews.info/2015/03/08/questa-donna-e-affetta-da-porno-dipendenza/

    RispondiElimina
  178. http://voxnews.info/2015/03/08/pistoia-agenti-in-edificio-pericolante-profughi-in-hotel-foto/

    RispondiElimina
  179. http://voxnews.info/2015/03/08/parma-centri-sociali-manifestano-a-favore-arrivo-350-clandestini-hanno-bisogno-di-spacciatori/

    RispondiElimina
  180. http://voxnews.info/2015/03/08/omicidio-nemtsov-islamico-si-fa-saltare-in-aria/

    RispondiElimina
  181. http://voxnews.info/2015/03/08/gay-violenta-amico-con-mazza-da-baseball/

    RispondiElimina
  182. http://voxnews.info/2015/03/08/tsipras-in-ritirata-no-referendum-sulleuro/

    RispondiElimina
  183. http://www.adnkronos.com/fatti/esteri/2015/03/08/russia-salgono-quattro-sospetti-arrestati-per-omicidio-nemtsov_07qHOp5I5aEBNEszgiyrzL.html




    Commento personale:

    ECCO I KILLER INVIATI DA PUTIN!!!!!!!!!!
    TUTTI ZITTI AD OCCIDENTE DOPO LE PRIME IMPROVVIDE DICHIARAZIONI DI SOSPETTI DI RESPONSABILITÀ DI PUTIN NELL'OMICIDIO.
    HO RILETTO LE DICHIARAZIONI DEI NOSTRI MINISTRELLI DA 4 CENT AL SOLDO DI UN OBAMA CHE È UN FLAGELLO PEGGIORE DELLE CAVALLETTE. ADESSO TUTTI ZITTI E MOSCA MA SICCOME HANNO LA FACCIA COME IL CULO COSTORO DIRANNO CHE COMUNQUE LORO AVEVANO PENSATO AI TERRORISTI ISLAMICI CECENI MA ERANO RIMASTI ZITTI PER NON COMPROMETTERE L'ESITO DELLE INDAGINI.
    CHE MERDE DI UMANOIDI ABBIAMO AL GOVERNO DI QUESTA ITALIETTA COLONIZZATA ED UMILIATA.

    RispondiElimina
  184. http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/03/08/saluto-romano-stadio-non-reato-cosi-sentenza-sugli-scontri-livorno-hellas-verona/1487738/




    SE LA SONO PRESA IN QUEL POSTO GLI ANTIFASSISTI IN SERVIZIO PERMANENTE FANKAZZISTI..............PRRRRRRRRRRRRRRRR

    RispondiElimina
  185. SOLITI SONDAGGI FARLOCCHI PER SCASSARE LA MINGHIA ALLA DESTRA E DISORIENTARE GLI ELETTORI DEBOLI DI CUORE E DI INTELLETTO..



    http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/11764530/Matteo-Salvini--la-manifestazione-con.html


    Matteo Salvini, la manifestazione con CasaPound fa calare la fiducia nel leader tra gli elettori di Forza Italia..???????

    08 marzo 2015


    I sondaggi premiano Matteo Salvini. Ma c'è un sondaggio per il leader della Lega Nord: è quello di Nando Pagnoncelli pubblicato sul Corriere della Sera. Fari puntati sulla manifestazione organizzata dal Carroccio sabato scorso a Roma, in piazza insieme a CasaPound. Un evento che, almeno nella percezione popolare, sembra aver spostato molto la Lega e Salvini verso destra; tra gli elettori di Forza Italia (a cui il leader leghista guarda con grandissimo interesse), dopo la manifestazione è calata forse la percezione di Salvini come papabile leader a livello nazionale. Se prima dell'evento, infatti, 9 su 10 tra gli elettori azzurri si dichiaravano favorevoli alla leadership di Salvini, all'indomani il consenso sarebbe diminuito: un 53% è ancora favorevole alla sua leadership, un 35% è contrario e un 12% si astiene. Un dato di cui il segretario del Carroccio dovrà tenere conto. Sempre sulla manifestazione capitolina, il sondaggio di Pagnoncelli offre altri dati interessanti. Per il 58% del campione intervistato pur ritenendo che sarebbe stato meglio evitare, non si devono sopravvalutare le conseguenze della "sfilata" con CasaPound. Per il 22% si è però trattato di un fatto pericoloso (ma il 18% giudica positivamente l'iniziativa). L'evento potrebbe aver dato ulteriore linfa al movimento di Giorgia Meloni, da sempre più "a destra" della Lega Nord.




    Commenti all'articolo

    fiorgio
    08 March 2015
    Pagnoncelli tu non sei credibile, i sondaggi gli sbagli tutti, sei solo un fazioso di parte SX, non penso proprio che gli elettori di Forza Italia, si indignino per l'alleanza di Casa Pound con la lega, per 2 semplici motivi, il primo, CasaPound non è violenta come i centri sociali, secondo non penso che gli elettori di Fi, siano dei coglioni da perdere le elezioni così stupidamente, sei patetico...!!!!!!!!!!!


    claudiotortora
    08 March 2015
    siano tranquilli fdi e lega .......quando parla pagnoncelli non ne azzecca una ..........quando fa telefonre per i sondaggi sbaglia sempre paese.!!!!!!

    mab
    08 March 2015
    Forza italia è zeppa di DEMOCRISTIANI-SOCIALISTI capaci solamente di farsi i propri interessi!!!!!!!!!!!!!! Poi, l'unico allarme nero è quello che arriva dall'immonda africa!!!!

    RispondiElimina
  186. http://www.loschermo.it/articoli/view/70252

    La Lega e CasaPound: Salvini lancia la sua sfida a Renzi.

    08-03-2015 


    Matteo Salvini e Cada Pound hanno marciato su Roma.Una manifestazione annunciata, attesa e organizzata nell’intento di mobilitare l’opinione pubblica intorno alla nuova proposta politica della Lega. I numeri confermano che l’obiettivo sembra centrato: i sondaggi di lunedì scorso del telegiornale de La 7 davano la Lega al 16%, due punti sopra Forza Italia................
    L'operazione di Salvini riguarda la trasformazione della Lega in un soggetto politico diverso da quello lanciato nel 1997 da Umberto Bossi. Allora il partito nacque dalla fusione di alcuni movimenti indipendentisti del Nord Italia tra cui la Liga Veneta. Questa trasformazione del Carroccio pesa particolarmente nel Veneto...........

    Quindi una nuova Lega: il segretario lancia qualche messaggio a Forza Italia, chiude con NCD, ma trova un appoggio e un indiscutibile sostegno in Casapound e nei movimenti di estrema destra come Fdi. Meloni plaude dal palco riconoscendo in Matteo Salvini una valida alternativa a Renzi e pensa ad una prossima iniziativa comune tra FDI e Lega con la presenza di Marine Le Pen e Cpi. Una chiara scelta di campo. Una manifestazione in cui Salvini utilizza le stesse parole e si scaglia contro l’euro, l’immigrazione, l’Islam, la prostituzione e le tasse, ricorda i Marò, gli esodati, e sostiene la legittima difesa. Una piazza dove non parla più di “Roma ladrona”, ma in cui dichiara “che il primo ladro è lo Stato”, dove si rivolge ai delusi di Grillo e del PD e che vede apparire la foto di Mussolini con la scritta “Salvini ti aspettavo”. Quindi sul palco con il sostegno di casa Pound, degli anti-Islamici tedeschi di Pegida e di FDI. Una chiarissima scelta di parte. Allo stesso tempo però, vengono lanciati messaggi indirizzati ad un elettorato meno inquadrato politicamente in cui covano rabbia e tensione e si coltivano rivendicazioni e rancori. Da venti anni a questa parte si cerca di alzare il tono: i precari contro chi ha un lavoro stabile, il Nord contro il Sud, gli Italiani contro gli immigrati, i ricchi contro i poveri.......................

    Uno scenario politico in trasformazione. La Lega che scende in piazza e tenta di subentrare a Grillo che, proprio in questi giorni, dalle pagine del Corriere della Sera, dichiara, che “le piazze non funzionano più” e inizia un percorso di dialogo e confronto su RAI e reddito di cittadinanza con le forze politiche parlamentari. Si è reso conto che se se si vogliono cambiare le cose non basta gridare in piazza.

    Matteo Salvini lancia la sfida a Renzi, vuole conquistare il paese cavalcando l’onda del dissenso e rivolgendosi particolarmente a coloro che, delusi, non vanno più a votare. Queste persone cercano fatti, risposte concrete e rispetto delle regole e, quindi, la buona politica che Salvini offre.

    Alcuni hanno tentato di bloccare l’iniziativa di Salvini partendo da piazzale Flaminio, ma senza esito. Ovviamente tutto questo ha fatto aumentare il livello di allarme delle forze dell’ordine. Circa quattromila unità impegnate a mantenere l’ordine pubblico in una giornata a rischio, iniziata la mattina con un sit-in all'Esquilino organizzato da CasaPound davanti alla loro sede da cui, accompagnati dallo slogan Prima gli italiani, si sono spostati per unirsi alla piazza del Carroccio.

    Comunque lo spiegamento di forze e di mezzi insieme alla volontà e il controllo degli organizzatori, hanno fatto si che la giornata si chiudesse senza grossi problemi quindi la città di Roma non ha subito danni o disagi particolari. Ed è un grande traguardo.

    RispondiElimina
  187. http://www.umbriajournal.com/economia/casapound-politica-economica-e-sovranita-monetaria-come-agire-sulle-leve-del-potere-152132/


    CasaPound, “Politica economica e sovranità monetaria, come agire sulle leve del potere”.

    La conferenza organizzata da CasaPound Italia Perugia.

    8 marzo 2015

    da CasaPound Perugia

    “Oltre 100 persone presenti alla conferenza sulle politiche economiche odierne e sulla sovranità monetaria, segno che oggi più che mai tematiche del genere sono sempre più all’attenzione della gente e necessarie per un riscatto nazionale della sovranità”.
    Lo afferma Antonio Ribecco, responsabile di Cpi Perugia, che aggiunge: “In un periodo in cui le politiche economiche delle nazioni vengono imposte dai soliti gruppi di potere che decidono le sorti delle nazioni e delle aziende pubbliche strategiche, sono state analizzate delle alternative valide per poter rilanciare l’economia italiana puntando proprio su queste ultime.
    Relatori della conferenza sono stati Filippo Burla, economista di Cpi, Alessandro Trinca, che ha esaminato e parlato della ‘truffa’, ovvero la crisi economica creata appositamente per lucrare sulla disperazione, e Marco Nicoletti, giornalista e scrittore perugino che ha parlato della sacralità e della storia della moneta portando testimonianze dirette su Ezra Pound. Moderatore della serata Cristiano Coccanari de ‘Il Primato Nazionale’.

    RispondiElimina
  188. PAZZESCO CHE IL COMMERCIO ABUSIVO DI ISLAMICI DEBBA ESSERE TOLLERATO A DISCAPITO DEGLI ITALIANI CHE PAGANO LE TASSE....!!!!!!!!!


    http://www.vvox.it/2015/03/08/jesolo-ve-sequestro-di-mimose-agli-ambulanti/




    RispondiElimina
  189. http://www.strettoweb.com/2015/03/reggio-i-consiglieri-comunali-rappresentati-reggio-futura-ribadiscono-lunione-lintegrita-coalizione/254535/


    8.3.2015

    RispondiElimina