martedì 13 gennaio 2015

Il sindaco di Bolzano parla di libertà di satira, ma denunciò una vignetta di CasaPound

Il sindaco di Bolzano parla di libertà di satira, ma denunciò una vignetta di CasaPound

Bolzano, 13 gennaio – In seguito alle manifestazioni di solidarietà per le vittime delle stragi parigine, CasaPound torna a criticare duramente il sindaco di Bolzano che nei giorni scorsi si era fatto intervistare con una matita in mano, rivendicando la libertà di espressione e di stampa.

“Sugli orribili attentati parigini ci siamo già espressi, condannando con fermezza i vili atti terroristici del Califfato, ma oggi interveniamo sugli strascichi delle manifestazioni a sostegno di Charlie Hebdo avvenute nella nostra città, perchè troviamo grottesco che sia proprio Luigi Spagnolli a ribadire una tanto decantata libertà di pensiero e di satira, quando lui per primo, nel marzo del 2011, aveva sporto denuncia per una vignetta di Casapound che lo ritraeva con le guance rosse ed il fumetto ‘levategli il vino’”.

Ad intervenire con una nota è il coordinatore regionale di Cpi Andrea Bonazza, tutt’ora sotto processo per essere stato l’artefice del manifestino incriminato, “la troviamo una scelta ipocrita quella di agitare una penna in nome di una non ben precisata libertà di satira, dopo che con la stessa si ha firmato una denuncia contro un volantino politico ed ironico. Consigliamo ancora una volta al sindaco di riflettere prima sul significato di coerenza e poi, una volta compreso il significato, potrà tornare a parlare di democrazia e libertà” conclude Bonazza.

casapoundbolzano@yahoo.it

(sotto, il manifesto di Cpi del 2011 finito in tribunale)

92 commenti:

  1. VIGNETTA STUPENDA DA INCORNICIARE.
    RICORDO 20 ANNI DI INGIURIE E CALUNNIE E DIFFAMAZIONI CONTRO GLI ELETTORI DI DESTRA RITENUTE "SATIRA"
    INOFFENSIVA.

    IO STO CON CASAPOUND

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che oggi dopo Parigi bisogna attaccare prima di essere attaccati. I terroristi non Devono entrare in Italia e chi è qui va cacciato. Loro con noi farebbero peggio

      Elimina
  2. Lo spagnolli è quel diplomato in scienze forestali che permette l'esistenza e la permanenza di discariche a cielo aperto.??

    Prima di smettere di bere potrebbe togliere il disturbo e lasciare ai Patrioti l'onere di difendere la regione e arrestare il degrado.

    RispondiElimina
  3. C'est la méme chose en France,ils disent défendre la liberté de la presse mais ils ne défendent que les journalistes de leur camp Frank

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Frank ha perfettamente ragione ma quelli di Charlie Hebdo superstiti non sanno che Hollande sta coi maomettani e pertanto i vignettisti stiano attenti a non sfottere Hollande altrimenti.........

      Elimina
    2. Stalinismo ed islamismo molto simili..

      Elimina
    3. http://www.dhnet.be/actu/faits/le-niveau-de-securite-releve-dans-les-commissariats-de-police-54b80cd73570c2c48ad64dca



      Le niveau de sécurité relevé dans les commissariats de police

       jeudi 15 janvier 2015 à 22h25

       Opération anti-terroristes en Belgique.

      La plupart des commissariats bruxellois ont été fermés. Ils n'ont pas été évacués mais les portes d'accès ont été bouclées.
      L'Organe de coordination pour l'analyse de la menace (OCAM) a relevé le niveau d'alerte pour la protection des policiers à un niveau de trois (sur une échelle de quatre), a annoncé le parquet fédéral jeudi soir. Des mesures ont immédiatement été prises par les chefs de corps sur le terrain.La plupart des commissariats bruxellois ont été fermés. Ils n'ont pas été évacués mais les portes d'accès ont été bouclées. "Le commissariat reste ouvert à la population mais le sas d'accès n'est plus accessible immédiatement. Il faut désormais sonner pour accéder aux locaux", a expliqué à Belga Vincent De Wolf, le bourgmestre d'Etterbeek.Des barrières nadar seront installées "en carré" devant le commissariat pour éviter tout stationnement d'un véhicule et le niveau d'armement des policiers a été modifié, a-t-il encore remarqué.Les effectifs qui patrouillent sont doublés mais les policiers qui circulaient seuls, comme ceux de la brigade canine ou les cyclistes,............%....continue...%....

      Elimina
  4. A parte l'omicidio di tanti innocenti europei da parte di jihadisti islamici devo dire che Hollande e la caviar gauche francese si stanno sperticando in atteggiamenti di solidarietà coi sopravvissuti del settimanale Charlie Hebdo solo perché di ispirazione troskista altrimenti chissà? ??

    I sopravvissuti saranno costretti ad evitare di inserire vignette di sfotto' nei confronti di Hollande altrimenti quello telefonerebbe ad Al Baghdadi...!!!!!!!

    Spagnolli si è adeguato. .

    RispondiElimina
  5. Andrea Grandi scrive cose condivisibili

    RispondiElimina
  6. Par condicio che tanti sconoscono

    RispondiElimina
  7. http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/11741930/-Ritocca--il-volto-della.html


    "Ritocca" il volto della Kyenge su Facebook: leghista condannato a un anno e 150mila euro

    13 gennaio 2015
    E' costato carissimo, al segretario emiliano della Lega Nord Fabio Ranieri, il "ritocco" della foto dell'ex ministro Cecile Kyenge fatto sul suo profilo Facebook. Ranieri, nei giorni in cui Roberto Calderoli aveva accostato l'aspetto della Kyenge a quella di un orando scherzando con alcuni militanti a un festa del Carroccio, aveva "modificato" il volto dell'allora ministro dell'Integrazione e attuale europarlamentare Pd in modo da apparire una scimmia.  E il tribunale di Roma lo ha condannato a un anno e tre mesi di reclusione, oltre che al pagamento di un risarcimento di 150mila euro.

    "Alla faccia della Libertà di Satira! Neanche a un ladro o a uno spacciatore danno una condanna così, pazzesco", è stato il commento alla sentenza su Facebook da parte del segretario della Lega Nord Matteo Salvini, con un post che in poche ore si è guadagnato 14mila 'Mi piace' e 1.500 condivisioni. A stretto giro, su twitter è arrivata la replica dell'europarlamentare Pd: "Caro Matteo Salvini, dire che i neri sono animali non è uno scherzone, alias satira, è reato ed è per questo che ne rispondete in tribunale".


    routier
    13 January 2015
    Si può fare impunemente satira sul Papa, su Prodi, su Berlusconi, su Calderoli, sui cattolici, ecc. Ma guai a toccare l'islam, i negri, i rom, i gay. Di fronte agli sberleffi dei vignettisti siamo tutti uguali o c'è qualcuno che è più "uguale" degli altri ?

    paolone67
    13 January 2015
    Perché Bossi non fa ridere, dicendo molte meno cretinate della Kyenge (che in media ne dice una ogni frase di senso compiuto).


    paolone67
    13 January 2015
    In Italia pure i terroristi dell'ISIS che puniscono la libertà di espressione sarebbero disoccupati.


    In appello la condanna verrà annullata ed anche in cassazione....



    Allora i jihadisti hanno avuto ragione a fare quella mattanza visto che lo aveva deciso il tribunale dell'Isis...?????!!!!!!

    Spagnolli si dovrà ricredere...!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  8. http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2015/01/13/5.000-fighter-europei-possono-colpire_f4cb978b-3037-474f-9e2b-2409d4ce1bb5.html


    CHISSA' COSA PENSERA' SPAGNOLLI DI QUESTA AFFERMAZIONE CHE FA INORRIDIRE AL SOLO PENSARLO.
    MA FORSE LUI È TUTTO PRESO DAL FILO ISLAMISMO CONTINUATO E CRONICO TIPICO DEI PIDDINI E NON GLIENE FOTTE UNA MAZZA.

    RispondiElimina
  9. Je Suis avec Andrea Bonazza

    RispondiElimina
  10. A Spagnolli levategli la chiave del Municipio cosi smette di fare atti amministrativi risibili.

    RispondiElimina
  11. Purtroppo gli elettori bolzanini sono recidivi e autolesionistici e anche poco MASCHI visto che hanno paura di votare DESTRA in quanto si troverebbero a cacciare dalle strade zingari/jihadisti islamici/cinesi e clandestini vucumpra' come suggeriscono di fare al più presto tutti i patrioti identitari.
    I progressisti hanno la strizza dei CAINO e preferiscono mettere la testa sotto la sabbia facendo finta che il vero problema sia chi in italia si ribella ai mafiosi politicanti ed all'islam criminale.
    Poveri cojones che si troveranno i tagliagole sotto casa e saranno sgozzati come agnelli sacrificali della loro stupidità.
    Io sto tranquillo visto che c'è il mediatore culturale per gli zingari (Casamonica) e immagino che ci sia anche per gli jihadisti islamici....

    RispondiElimina
  12. http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2015/01/13/europol-peggiore-minaccia-da-119_cd1eeb12-9927-47ef-a34d-089f662b4ff9.html


    Europol, peggiore minaccia da 11/9.
    5mila fighter europei possono colpire



    13 gennaio 2015 20:23

    (ANSA) - LONDRA, 13 GEN - Secondo Rob Wainwright, il direttore di Europol, l'Europa ha di fronte ''la più grave minaccia terroristica dall'11 settembre''. Lo ha detto parlando ad un commissione del parlamento britannico. Ci sono fra i 3mila e i 5mila 'fighters' europei in Medio Oriente che potrebbero compiere attentati terroristici una volta tornati in patria, ha aggiunto.
       






    L'opinione di Spagnolli sul fatto grave..????

    RispondiElimina
  13. http://m.firenzetoday.it/cronaca/coverciano-preoccupazione-apertura-casapound.html




    A COVERCIANO TEMONO:

    ZINGARI LADRONI ----------------------------------> NO
    CINESI VENDIMERDA ------------------------------> NO
    VUCUMPRA' A GOGO' CLANDESTINI-------> NO
    JIHADISTI ISLAMICI TAGLIAGOLE-----------> NO
    CENTRIASOCIALI COVI DI EVERSIVI--------->NO
    PERVERTITI SFASCIA FAMIGLIA -------------> NO
    POLITICI DI SINISTRA CORROTTI-------------> NO
    STRADE SPORCHE E PIENE DI LADRI------->NO
    ASILI PER BAMBINI ITALIANI OFF------------>NO
    CHIESE CATTOLICHE ZOZZATE---------------->NO
    DISOCCUPAZIONE GIOVANI ALTISSIMA-->NO
    ANZIANI/HANDICAPPATI TRASCURATI--->NO
    NEGOZI ITALIANI IN FORTE CALO------------>NO
    DEGRADO SOCIALE DIFFUSO------------------->NO
    FUTURO INCERTO PER TUTTI------------------>NO


    APERTURA SEDE CASAPOUND--------------> SI


    IN EFFETTI UN CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE E POLITICO DI PATRIOTTICI IDENTITARI COME CASAPOUND CREA GRAVISSIMI PROBLEMI DI ORDINE PUBBLICO E DI SICUREZZA SOCIALE PIÙ CHE LE AZIONI CRIMINALI DEI MAOMETTANI...

    HANNO PAURA???.....POSSONO SEMPRE CAMBIARE CITTÀ.....!!!!!!


    VIVA CASAPOUND EVERYWHERE....

    RispondiElimina
  14. Ha la faccia di uno che ha letto tanti libri in vita sua quindi è un ac-cul-turato....e sarà stato come renzi un assiduo consultatore dei celebri RIASSUNTI BIGNAMI molto in voga tra i 68ini per conquistare il 18 politico.

    RispondiElimina
  15. Domani qualcuno si toglie dalle palle ed era ora che avvenisse.
    Speriamo vada bene ai due bravi marò.

    RispondiElimina
  16. Spagnolli sarà contento che il suo collega di Rotterdam islamico possa rappresentare i cittadini cristiani che nel Corano sono annoverati tra gli infedeli da combattere. Entrambi i sindaci rappresentano il degrado storico e ideologico di un Continente che sta abdicando dal suo potere statuale di sempre per trasformarsi in qualcosa che dal punto di vista sociale sarà rivoluzionario ma in senso negativo in quanto chi si dichiara pubblicamente islamico nell'esercizio di una carica statale(in occidente) lo fa per prendere le distanze dal passato . I cittadini di Rotterdam evidentemente sono in maggioranza filo islamici e questo è frutto della deprecabile politica immigrazionista incontrollata tollerata da chi doveva opporsi e non lo ha fatto a dovere e questi sono i risultati . Se nei Paesi islamici è tollerato solo la religione di maometto è sicuro che piano piano lo stesso avverrà nelle comunità occidentali che accettano l'abbraccio mortale del nemico maomettano.


    http://m.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/ESTERI/sindaco_rotterdam_contro_integralisti_islamici_andatevene/notizie/1118163.shtml


    Se Rotterdam ha scelto un sindaco mussulmano (incredibile ma vero! !!!!!!) vuol dire che Eurabia è già una realtà e che i cittadini europei hanno volutamente scelto che si creasse. Io non distinguo tra Islam moderato e integralista perché per me islam è nemico della Cristianità e vedere una città Europea abbracciare l'islam e abbandonare il cristianesimo come religione STORICA e preminente è segno che ci si avvia alla islamizzazione dell'europa in modo irreversibile e ci tocca subire. La dichiarazione di questo sindaco mussulmano di Rotterdam la trovo falsa ed ipocrita in quanto sottintende che comunque il coranesimo comanda a Rotterdam e che quanto prima la shari'a si insinuera' nella vita della città ma lentamente ed inesorabilmente in un abbraccio mortale.
    Che brutta fine sta facendo l'Europa giudaico/cristiana. ...!!!!!!!!!!!!!?????!!!

    RispondiElimina
  17. http://www.ilprimatonazionale.it/esteri/movimento-pegida-germania-intervista-12678/


    Pegida e casapound vogliono il bene della europa non sottomessa all'Islam.

    RispondiElimina
  18. La realtà è che la sinistra politica europea e americana si sta rivelando un formidabile CAVALLO DI TROIA del quale stanno massicciamente approfittando i mussulmani per islamizzarci ed imporci la LEGGE CORANICA cosiddetta 'shari'a' e la guerra santa che stanno combattendo contro di noi è facilitata da coloro che avendo smarrito il CAMMINO DELLA PROPRIA IDENTITA' sono diventati facile preda degli sciacalli islamici.
    La conquista dell'europa è iniziata 20 anni fa allorquando carovane di islamici afroasiatici approdarono nel nord scandinavo ed inglese ove piano piano sono riusciti a strappare fette sempre più consistenti di territorio ove imporre le loro leggi coraniche e le loro usanze in cui spicca prepotentemente la sottomissione della donna che è considerata essere inferiore all'uomo con buona pace delle scatenate femministe europee che saranno costrette ad indossare il burqa e ad essere discriminate proprio da quegli immigrati che per loro in passato erano portatori di una ventata di novità che in effetti sono arrivate.!!!!!!!!!!!

    Spagnolli appartiene a quel Pd sfascia italia e cavallo di TROIA proislam.

    RispondiElimina
  19. Non si possono tenere due piedi in una staffa e cioè condannare gli stragisti e contemporaneamente difendere ed agevolare una fede politica come l'islam che è smaccatamente antidemocratica e antioccidentale.
    Una scelta va fatta visto che la maggioranza degli italidioti non sa che ci troviamo tra l'incudine ed il martello.
    Siamo in pericolo e la patria va tutelata dai criminali che uccidono in nome di un dio che ci vorrebbe tutti islamici e le donne sottomesse e infibulate....nemmeno nelle caverne esistevano ominidi con queste folli idee. Eppure l'italia è spaccata in due. ...tra chi denuncia questo pericolo di islamizzazione violenta dell'occidente e chi invece e follemente li scambia per persone bene intenzionate. È colpa di un '68 di stupide ed inutili contestazioni ed anche di un Concilio Vaticano II^ che sta distruggendo la chiesa cattolica consegnandola ai carnefici anticristiani.
    Ma luigi spagnolli se ne frega perché è pagato per fare il cavallo di TROIA assieme a tutto il Pd e si accoda al belare dei trinariciuti nostrani.

    RispondiElimina
  20. I TALEBANI SONO LA FECCIA DELL'UMANITA' PER ESSERE STATI I DISTRUTTORI DEI CENTENARI BUDDHA DI PIETRA ED ALTRE ANTICHITA' NON ISLAMICHE E PER ESSERE PRODUTTORI ED ESPORTATORI DI MORFINA ED EROINA ED ALTRE SCHIFEZZE DEL GENERE NONCHE' PER AVERE OSPITATO OSAMA BIN LADEN PRIMO CAPO DI AL QAEDA. I TALEBANI SONO FERMI AL PERIODO PALEOZOICO IN TERMINI DI TIPO DI SOCIETA' (BASATA SUL TERRORE ALLO STATO PURO ) CHE È PROPRIO ARCAICA E DISUMANA. COI PROVENTI DELLE DROGHE ACQUISTANO ARMI MILITARI ANCHE PER ALTRE FAZIONI ISLAMICHE JIHADISTE

    PROPRIO LORO CI VENGONO A FARE IL PREDICOZZO SULLA LIBERTA' DI PENSIERO.!!!!!!!!.....MA VADANO A C..........E CHE TUTTI I LEADERS E CITTADINI DEL MONDO GLI FACCIANO UNA BELLA PERNACCHIA A QUESTI MALEDETTI ISLAMICI.


    http://m.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/ESTERI/talebani_afghani_vignettisti_hebdo_amp_laquo_nemici_dell_amp_39_umanit_amp_agrave_amp_raquo/notizie/1121963.shtml



    Charlie, talebani afghani:
    vignettisti Hebdo «nemici dell'umanità»

    giovedì 15 gennaio 2015

    08:38

    I Talebani afghani hanno condannato la pubblicazione da parte del settimanale satirico francese Charlie Hebdo di nuove vignette sull'Islam a una settimana dalla strage nella redazione di Parigi costata la vita a 12 persone.In un comunicato, i Talebani afghani dicono infatti di «condannare con forza questa azione ripugnante e disumana e di considerare i suoi autori, chi ha permesso (la pubblicazione, ndr) e chi li sostiene come nemici dell'umanità».
    Nel testo, diffuso in inglese, si salutano anche i fratelli Said e Cherif Kouachi autori della strage a Charlie Hebdo e si invitano i leader mondiali a impedire la pubblicazione di simili vignette per evitare «un ulteriore ostacolo alla pace nel mondo». Permettere la diffusione di queste caricature, dicono i Talebani, significherebbe «dissacrare la fede di oltre un miliardi di persone e spingere ulteriormente il mondo nel fuoco dell'odio e della guerra».

    RispondiElimina
  21. ECCO COME SI ESPRIME IL PRIMO MINISTRO DELLA TURCHIA CHE NAPOLITANO HA CALDAMENTE SUPPORTATO CIRCA UN SUO INGRESSO IN UE.....
    IO LA TURCHIA LA CACCEREI ANCHE DALL'ONU PERCHE' IN QUESTO MOMENTO STA AIUTANDO I JIHADISTI DELL'ISIS CHE STANNO IN GUERRA COI CURDI CHE SONO NEMICI STORICI DEI TURCHI.



    http://www.adnkronos.com/fatti/esteri/2015/01/15/davutoglu-paragona-netanyahu-terroristi-parigi-hanno-commesso-crimini-simili-contro-umanita_APt4dwxKjaPvuuJAdJGDMP.html?refresh_ce


    Davutoglu paragona Netanyahu ai terroristi di Parigi, hanno commesso crimini simili contro l'umanità.

    15/01/2015

    Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha commesso crimini contro l'umanità paragonabili a quelli compiuti la scorsa settimana da tre terroristi a Parigi e costati la vita a 17 persone. A sostenerlo è il primo ministro turco Ahmet Davutoglu riferendosi agli attentati compiuti dai fratelli Said e Cherif Kouachi contro il settimanale francese Charlie Hebdo e da Amedy Coulibaly nel supermercato kosher di Parigi."Netanyahu ha commesso crimini contro l'umanità allo stesso modo dei terroristi che hanno compiuto il massacro di Parigi'', ha detto citato dalle televisioni turche. Davutoglu si riferisce all'assalto condotto nel maggio 2010 dalla marina militare israeliana contro la nave turca Mavi Marmara che portava aiuti alla Striscia di Gaza e ai 51 giorni di guerra di questa estate tra Israele e il movimento palestinese di Hamas che controlla l'enclave palestinese.Il primo ministro turco ha quindi detto che la libertà di espressione non porta con sé la licenza all'insulto, descrivendo la pubblicazione delle vignette che ritraggono il profeta Maometto come una ''grave provocazione''.''La libertà di stampa non significa libertà di insultare'', ha detto Davutoglu ai giornalisti ad Ankara. ''Non possiamo insultare il profeta. Pubblicare la vignetta (che lo ritrae, ndr) è una grave mancanza. (???)...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. TAUBIRA HA IL MIO PLAUSO. ..E DI SPAGNOLLI. ..?????



      http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2015/01/15/ministro-francia-diritto-ironia-su-fedi_00aa6f94-9947-480f-b1c7-ff74c9358126.html


      Ministro Francia, diritto ironia su fedi.
      Taubira, "paese di Voltaire, possiamo disegnare anche Profeta"


      15 gennaio 2015 16:36

      (ANSA) - PARIGI, 15 GEN - La Francia è il Paese "di Voltaire e dell'irriverenza, abbiamo il diritto di ironizzare su tutte le religioni": lo ha detto la ministra francese della Giustizia, Christiane Taubira, a Parigi per la cerimonia d'addio a uno dei vignettisti di Charlie Hebdo. "Possiamo disegnare tutto, incluso il Profeta", ha detto ancora Taubira.
         

      Elimina
  22. DOVREBBE LEGGERLO SPAGNOLLI DEL PD FILOISLAMICO. LE DICHIARAZIONI DEL PENTITO JIHADISTA DANNO RAGIONE A CASAPOUND CHE SI BATTE CONTRO L'IMMIGRAZIONISMO ISLAMICO FONTE DI GUADAGNO PER COOP ROSSE MAFIOSE.

    http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/15/la-confessione-di-un-miliziano-rientrato-in-italia-cosi-veniamo-addestrati/1083004/

    Come vive un jihadista che dopo essere andato a combattere all'estero rientra in Italia e si muove nell'ombra, in attesa di compiere una strage? Fa una vita "quasi" normale, come rivela un miliziano pentito al Ros dei carabinieri. "Il terrorista - scrive il Corriere della sera citando le parole di Jelassi Rihad - fa una vita di doppio senso. Fa la vita del terrorista e un'altra vita, diciamo normale, va al lavoro se ha il lavoro in regola. Anzi è preferibile avere un lavoro in regola come copertura, perché l'extracomunitario che lavora e contribuisce allo Stato è apprezzato". Cerca di stare nell'ombra e confondersi con gli altri, apparire normale, anzi più che normale: lavora, guadagna, paga l'affitto e non dà problemi. Farsi notare come un esagitato sarebbe controproducente. Facile capirlo. Rihad è stato reclutato e addestrato nel 2010 con altri due tunisini. Grazie alle sue confessioni è stata sgominata una cellula terroristica in Puglia, e gli uomini dell'Arma hanno potuto ricostruire con minuzia i legami che questa aveva con altri gruppi, sia in Italia (Roma e MIlano) sia all'estero (Belgio e Francia). Si parte dal "lavaggio del cervello". Questa è la prima operazione: entrare nella testa dei fondamentalisti e renderli ancora più estremisti, pronti a tutto. "I gruppi da quattro o sei persone - rivela Rihad - hanno un legame con altri ma non si incontrano in un appartamento". I contatti avvengono in moschea, dove di solito c'è un capo spirituale che comanda 4 o 5 gruppi. A reclutare i potenziali terroristi sono, a differenza dei militanti, persone abbastanza agiate. Provengono da contesti socio-familiari elitari, hanno una ottima cultura universitaria e di solito hanno viaggiato all'estero e si sono formati dal punto di vista militare. Sono loro, i "reclutatori" a preparare il programma della giornata, basata sull'esaltazione della jihad. Che può avvenire (anzi avviene prevalentemente) a distanza, tramite filmati su internet visionati nei call center o nelle moschee, dove i futuri terroristi passano ore ed ore.  Le guide insistono ossessivamente su un punto: parlano della morte, da cui non si può sfuggire. Non esiste altra via di uscita che quella. La vita, quella vera, viene odiata. L'addestramento avviene direttamente in Europa. Lì si impara a colpire i bersagli, preferibilmente civili. La cosa che più attira i terroristi è questa: seminare la paura tra la popolazione. Più che i risultati in senso stretto, in termini di morti e di danni arrecati, conta soprattutto il senso di inquietudine che le loro azioni riescono a seminare. Qui sta la loro più grande vittoria. Il materiale di propaganda e di studio viene preso da internet: lì si trova tutto (ma bisogna stare attenti a non farsi beccare dalla polizia, per questo esistono mille trucchi). Alla fine, quando il "corso di formazione" è ultimato, il terrorista è pronto per l'addestramento finale: lasciano il lavoro, prendono tutti i risparmi, lasciano la loro casa e spariscono. Vanno nel luogo prescelto per imparare le ultime cose. Lì c'è l'ultimo gradino da superare: bisogna dimostrare di avere grande pazienza e di sopportare ogni tipo di sacrificio. Se uno sopporta tutto e non esplode, significa che è pronto. Altrimenti non c'è spazio per lui, o deve aspettare ancora. A volte mesi, oppure anni. Si devono imparare molte cose, addirittura come camminare: "Perché tu devi viaggiare come un pachistano. C'era il barbiere, il parrucchiere, ti fanno tutto per assomigliare al pachistano, non puoi partire con un aspetto così". Si parte da Roma, o da Milano, con documenti falsi, si arriva a Peshawar, in Pakistan.

    RispondiElimina
  23. NELLA MODENA PIDDINA SI CONSUMA IL SEGREGAZIONISMO ISLAMICO DELLA DONNA E PORTATO A TERMINE ALL'INTERNO DI STRUTTURA PUBBLICA ITALIANA.......CHE BELLO. ..!!!!!!
    IN EFFETTI LE DONNE MALTRATTATE IN ITALIA PROVOCANO LA REAZIONE VIOLENTA DI BOLDRINIANE E KYENGIANE MA SE LO SCHIAVISMO E LA SOTTOMISSIONE È DI STAMPO "MAFIOSO/ISLAMICO" ALLORA RICEVE IL PLAUSO DELLE FEMMINISTE PIDDINE CHE NE SONO ENTUSIASTE E NON VEDONO L'ORA DI POTERCI STARE ANCHE LORO IN QUEL RECINTO DI BESTIAME FEMMINILE.
    E TUTTO QUESTO SUCCEDE MENTRE FESTEGGIANO IL VITUPERATO MAOMETTUCCIO DIFFUSORE DI DEMOCRATICITA' E DI PARITA' DI SESSI...!!!!!!
    INFATTI LA DIFFERENZA TRA MODERATO E FANATICO ISLAM STA SOLO NELLA FANTASIA DEI PIDDINI.....!!!!!!!


    http://voxnews.info/2015/01/15/e-festa-per-i-musulmani-e-le-donne-finiscono-nel-recinto/


    E’ FESTA PER I MUSULMANI: E LE DONNE FINISCONO NEL RECINTO

    GENNAIO 15, 2015 

    Sessismo politicamente corretto, perché fatto da “diversamente bianchi”

    In questi giorni la ‘umma’ ( la comunità islamica) festeggia il cosiddetto “Natale di Maometto”. Direte voi:” che ci frega?”. Ci frega perché, per ‘gran fortuna’, per via del riversamento in Europa del terzo mondo, abbiamo anche nel nostro paese una crescente presenza islamica. E una crescente voglia di certuni dementi di concedere spazio.
    Così, ecco che dalla Modena piddina non ci si è pensato un attimo a dare in ‘prestito’ il circolo Graziosi di via Sigonio, a Carpi, per la suddetta evenienza.I musulmani vi hanno organizzato un convegno, e qui abbiamo una foto dell’evento:Le donne, come si può constatare, sono state ‘gentilmente’ confinate all’angolo della stanza, dietro recinto.Ecco il ‘vero Islam’ di cui parla Boldrini, tra un hijab e l’altro.E questo non è più di un particolare che mette in risalto la “discutibile” visione delle donne, presente nelle società islamiche.L’aspetto più assurdo è che non ci si ponga il problema di importare questa visione, anzi.
    E’ la confusione che alimenta l’ideologia immigrazionista: si vuole che i musulmani vivano come stessero a casa loro, pensando così che i precetti della Costituzione cui (a parole) tanto ci si tiene, non vengano calpestati; poi escono fuori le stragi oppure i vari musulmani: che non vogliono essere curati da una donna, che non vogliono essere premiati da una donna, eccetera eccetera. Senza contare ( se la dobbiamo ricordare proprio tutta) che più “si va avanti”, e più si sostiene che anche cambiare direttamente le leggi per far felici gli immigrati, sia segno di “progresso” ( si guardi all’Inghilterra).E non è meno assurdo, che poi ci si affanni per andare a portare la parità dei sessi in giro per il mondo, mentre ci si entusiasma nell’impiantare culture non paritarie in casa propria. E’ un atteggiamento schizofrenico.

    RispondiElimina
  24. QUESTE SONO LE NOTIZIE CHE MI RASSERENANO IN QUANTO MI FANNO VEDERE CON CERTEZZA CHE I CRIMINALI JIHADISTI SONO LONTANISSIMI DA NOI. !!!!!



    http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/15/fra-le-donne-coperte-dal-velo-che-aiutano-i-jihadisti-ditalia/1082960/


    15 Gennaio 2015

    Fra le donne coperte dal velo che aiutano i jihadisti d'Italia
    Non siamo in un covo del Jihad, ma a Scansano un centro della Maremma in provincia di Grosseto con 4300 abitanti. Ed una comunità albanese di un centinaio di anime

    Fausto Biloslavo

    «Non ho niente da dire. Se vuoi sapere qualcosa vai in Siria» è il senso del battibecco con la donna coperta dal niqab fino ai piedi, che le lascia libero solo il volto. La sua famiglia ha ospitato lo scorso anno il nipote albanese, Aldo Kobuzi, marito di Maria Giulia Sergio convertita all'islam con il nome di Fatima, la prima jihadista italiana. Nel settembre scorso sono partiti entrambi verso la Siria per arruolarsi nel Califfato sfruttando una rete di volontari della guerra santa albanese.Non siamo in un covo del Jihad, ma a Scansano un centro della Maremma in provincia di Grosseto con 4300 abitanti. Ed una comunità albanese di un centinaio di anime. Proprio ieri il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, è volato a Tirana per annunciare la formazione di squadre congiunte di polizia per contrastare il fenomeno del terrorismo. «I Balcani occidentali sono un'area che può essere considerata dai terroristi una zona importantissima di attraversamento per recarsi nei teatri di guerra - ha dichiarato Alfano - Dove si può immaginare che possano formarsi ed addestrarsi terroristi che vanno poi a combattere in Siria».A Scansano la donna con il niqab marrone, tutti la chiamano Nila, camminava avanti e indietro parlando al telefono e salutando l'interlocutore all'islamica con salam al eikum (la pace sia con te) davanti a casa, in via 20 settembre. In un primo momento era disponibile e ha chiamato al cellulare il fratello, Coku Baki, che lavora a Grosseto. Quando hanno capito che sono un giornalista si sono chiusi a riccio. Il fratello farfugliava di non voler parlare e alla fine ha buttato giù il telefono..........%continua.


    Rossana Rossi
    Fatevene una ragione..oramai col buonismo sinistronzo ce li siamo trapiantati in casa......e 'mo son cavoli nostri........

    Kommissar
    E mo' che facciamo, boicottiamo il Morellino?

    claudio faleri
    che squallore vedere tanti schiavi attuali e futuri....è frutto dell'ignoranza che arricchisce altri.

    Mario Galaverna
    Ecco i risultati del grande Baffetto e del nostro intervento contro i serbi. Ben ci sta. Visto chi sono quelli dell'UCK?

    ContessaCV
    Non pubblicate più foto di donne velate, messaggi dei terroristi, minacce e video spaventosi e sostituite tutto con immagini dei nostri bei monumenti, dei nostri tramonti e dei nostri bambini felici.Praticamente non date più spago a queste persone: non c'è cosa peggiore al mondo che il non essere considerati,specialmente per chi crede di poter conquistare il potere con la violenza.

    briegel70

    @Rosanna Rossi mi spiega perché quando si parla del mondo arabo, quelli come Lei tirano sempre in ballo il buonismo della sinistra ? Forse che "a destra" non si intrattengono rapporti con il mondo arabo ??? Vada a vedere da quale COMPAGNIA AEREA ARABA è sponsorizzato il Milan. Vada a vedere come si chiama la COMPAGNIA AEREA ARABA che sta salvando la nostra compagnia di bandiera. Mi spiega come mai gli Arabi ci vanno bene (o male) "a targhe alterne" ??? Quando si tratta di immigranti, sono "brutti" e "cattivi" (e sostenuti "dalla sinistra"), quando si tratta di fare affari allora, IN QUEL CASO, ci vanno bene... Che strano... Non Le pare ???

    RispondiElimina









  25. SOLTANDO CASAPOUND E LEGA NORD HANNO LE IDEE CHIARE.....GLI ALTRI. .????
    IO PERSONALMENTE DEVO DIRE CHE L'ISLAM NON LA CONSIDERO UNA VERA RELIGIONE E SAREI FELICE SE GLI ISLAMICI FOSSERO MANDATI VIA POICHE' PER ME SONO E SARANNO CAUSA DI MORTI E DISTRUZIONI E DI INVOLUZIONI SOCIALI.



    http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2015/01/15/charlie-hebdosalvini-vignette-schifose_fc5fe36a-3404-4c95-a239-585bca96b926.html


    Charlie Hebdo:Salvini, vignette schifose.
    Non mi facevano ridere e neppure riflettere


    15 gennaio 2015 17:34

    (ANSA) - MILANO, 15 GEN - ''Detto sinceramente a me quelle vignette facevano schifo, non mi facevano ridere e nemmeno riflettere. Detto questo, in un mondo sviluppato se una cosa non piace si evita di comperare il giornale, mica si spara..'': lo ha detto Matteo Salvini parlando a Radio Padania del caso Charlie Hebdo.
        ''Adesso siamo al festival dell'ipocrisia - ha aggiunto - tutti a lodare la rivista e mi sembra eccessivo. Ma ribadisco: se qualcosa non mi piace mi giro dall'altra parte e stop''.
       

    RispondiElimina
  26. SIAMO NELLA MERDA PER COLPA DELLE COOP MAFIOSE PIDDINE E LE COOP DIOCESANE IMMIGRAZIONISTI INDEGNI SULLA PELLE DEGLI ITALIANI.


    http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2015/01/15/allarme-terrorismo-prefetto-roma-chiede-500-uomini-in-piu_ba98b898-4b14-4b7a-989a-d794b2b5d806.html


    RispondiElimina
  27. Mandatelo in Austria dai suoi confratelli a richiedere asilo politico, glielo daranno loro Cecco Beppe e gli daranno del terrone o"Welsch", come i suoi amati nord-tirolesi definiscono i tognini.
    Ma voi perché scrivete anche un testo? Non basta il suo faccione a far caricatura?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo schifo è che tutti i piddini europei danno del TERRONE agli italiani del sud ma accolgono a braccia aperte dei cavernicoli medioevali dal cervello bacato e che uccidono cristiani ed occidentali perché ispirati da un maometto pedofilo e poligamo e tagliagole di ebrei. Se non è follia questo suicidio politico e sociale..!!!!!

      Elimina
    2. CHI CONOSCE IL FRANCESE PUÒ CONSULTARE IL LINK CHE SEGUE PER INFORMARSI IN TEMPO REALE DEL GRAN CASINO ANTITERRORISTICO CHE DA OGGI ALLE 16,45 STA SUCCEDENDO IN BELGIO CON MORTI E FERITI ED ALLERTA DI PERICOLO ATTENTATI A LIVELLO 3 SU 4 CHE È IL MASSIMO.
      IL MACELLO LO STANNO COMBINANDO QUEI PORCI DI JIHADISTI ISLAMICI CHE TANTA PENA E GIOIA PROVOCANO IN GENTE COME LUIGI SPAGNOLLI CHE SBAVANO AL LORO SBARCO IN ITALIA DOVE LI ATTENDONO LE COOP ROSSE MAFIOSE ALLA BUZZI.
      INTANTO QUELLI SI PREPARANO AD ATTACCARCI IN CASA NOSTRA SENZA PIETA' E CON LO SCOPO DI IMPOSSESSARSI DI CASA NOSTRA DOPO AVERCI TAGLIATO LA TESTA O DOPO AVERCI FATTO SALTARE IN ARIA CON L'ESPLOSIVO.


      http://www.dhnet.be/actu/faits/operations-anti-terroristes-nouvelles-perquisitions-a-anderlecht-des-explosifs-trouves-direct-54b7f66a35703897f83985fd

      Elimina
    3. Con quella faccia da straniero
      non sono proprio
      un politico vero
      anche se poi
      non sembrerà
      (G.Moustaki)

      Elimina
    4. Lombroso docet

      Elimina
    5. http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2015/01/16/papa-a-manilacorruzione-toglie-a-poveri_14d3cfc8-30b4-4410-92e2-6f0a70e29767.html


      Il Papa Francesco dovrebbe stigmatizzare gli sfotto' e le blasfemie che da 3 anni a questa parte si susseguono sulla stampa italiana progressista eversiva di csx contro la religione cattolica e che non ha mai scomunicato perché i cattocomunisti sono insieme nel business delle coop mafiose. La battuta del pugno alla faccia a chi offende la madre cozza con l'invito a porgere l'altra guancia obbligatorio per i cattolici praticanti ma non per gli islamici che il Santo Padre ritiene di comprendere nelle loro azioni di tagliagole ed attentatori jihadisti....
      Prove generali di islamizzazione del cattolicesimo? ????
      Hollande continua a dire sciocchezze e a fare finta che ci sia differenza tra islamici terroristi jihadisti e 'moderati'
      sapendo di mentire.
      Lo stesso biasimo rivolgo al nostro minestrone Gentiloni che è corso ad accogliere le finte/rapite x 12 milioni di euro mentre se ne fotte dei due marò detenuti illegalmente in India visto che quello stato asiatico ha dichiarato che farà come cazzo parrà loro alla faccia dell'italietta "sottomessa".

      Elimina
    6. Nomen et imago sunto omnia

      Elimina
  28. INAUDITO LICENZARE UN EUROPEO CHE STA VIVENDO IL DRAMMA DELLA LENTA ISLAMIZZAZIONE INDOTTA COL SISTEMA DEL CAVALLO DI TROIA E DEL CALABRAGHE DI MILIONI DI EUNUCHI CHE SI APPECORINANO A QUESTI MAIALI TERRORISTI JIHADISTI.

    VALE LA PENA DI LEGGERE I DUE COMMENTI ALL'ARTICOLO LASCIATI DA DUE LETTORI PATRIOTI E SANI DI MENTE.

    RINGRAZIO CASAPOUND PER OSPITARCI IN QUESTO BLOG INFORMATISSIMO E IDENTITARIO.


    http://www.gazzetta.it/Calcio/Premier-League/15-01-2015/razzismo-manchester-licenzia-dei-suoi-scout-europa-100490584451.shtml


    PREMIER LEAGUE
    Il Manchester licenzia uno dei suoi scout in Europa
    Si tratta di Torben Aakjaer, 32 anni, che aveva postato sui social messaggi contro l'immigrazione di europei orientali in Danimarca.

    15 GENNAIO 2015 - MILANO

    Torben Aakjaer, 32 anni.

    www.theguardian.com

    Il Manchester United ha ieri licenziato in tronco uno dei suoi scout in Europa, il danese Torben Aakjaer, 32 anni, per una serie di volgari esternazioni razziste sui social. Il suo contratto è stato rescisso dal direttore Ed Woodward dopo che una breve indagine ha verificato il contenuto dei suoi messaggi contro l'immigrazione di europei orientali in Danimarca “sporchi e m......” che dovrebbero esser bloccati alle frontiere (fosse stato così Caroline Wozniacki non sarebbe danese) e musulmani contro i quali “è ora di usare l'arma segreta” sotto una foto di maiali. Il club ha preso le distanze dal suo collaboratore, bollando come "intollerabile" il suo comportamento.



    assiro 18:47, 15 Gennaio 2015
    continuate a criticare chi vuole difendersi dall'invasione di altre culture bollando la persona con il nome di razzista,come fanno i musulmani che i non musulmani li chiamano kafar, dove un musulmano potrebbe ammazzarli senza rischio di essere giudicato!!! .bene se auto difendersi intelligentemente ,ma non da ignoranti si chiama razzismo sono razzista e me ne vanto.io ci sono stato in danimarca e ho visto come gli stranieri stanno distruggendo questo paese.la danimarca non è l'italia ma un paese di civilta' superiore.la gente è esasperata a mantenere tutta sta marmaglia che non fa' altro che partorire come i conigli e prendere soldi dallo stato affollando i bar e parlare nel nome della shari'a e vietare tutto quello che di cristano c'è in questo paese.basta sono razzista e me ne vanto di vivere in mezzo ai conigli.


    clang 21:18, 15 Gennaio 2015

    Tutto sommato condivido anche perchè quanto da te espresso non implica un "razzismo"... nessuno dice di voler essere superiore agli altri, sarebbe sbagliato, ma tutti vorremmo veder rispettati i nostri valori, la nostra cultura, e così come siamo arrabbiati verso i politici, maneggioni e mantenuti, inutile aggiungere altro, così è giusto cercare di contrastare una invasione silenziosa ma continua che sarà anche figlia di tante necessità e di tanti problemi ma che per noi significa veder saccheggiato il nostro stato sociale, la nostra identità e messo a rischio quanto abbiamo conquistato finora. La cosa migliore sarebbe poter condividere queste conquiste anche con chi è in difficoltà ma la condivisione indica integrazione, accettazione reciproca e queste non ci sono da parte nostra ma ancor di più da parte di chi viene volendo sovrapporre, invece di affiancare, la propria cultura, sicuramente prendendo più di quanto offra in cambio.

    RispondiElimina
  29. POUR LES AMIS DE CASAPOUND.......MERCI..


    http://www.dhnet.be/actu/belgique/fusillade-a-verviers-c-est-la-premiere-fois-que-des-armes-de-guerre-sont-utilisees-contre-la-police-54b839dd35703897f83a6772

    Fusillade à Verviers : "C'est la première fois que des armes de guerre sont utilisées contre la police"

    jeudi 15 janvier 2015 à 23h34

    Analyse des opérations de police menées à Verviers et Bruxelles Une dizaine d'opérations de police menées à Verviers et à Bruxelles dans les milieux terroristes 
    Opération anti-terroristes à Verviers: 2 djihadistes abattus et un autre arrêté.
    les premières images de la fusillade à Verviers Opérations anti-terroristes : un attentat contre la police déjoué, perquisitions dans plusieurs communes belges.

    Une attaque perpétrée avec des armes automatiques et de guerre contre les services de police constitue probablement une première en Belgique, selon Brice De Ruyver, professeur à l'Institute for International Research on Criminal Policy de l'Université de Gand. Il espère que toutes les ramifications de la cellule de Verviers seront découvertes dans les prochaines heures. L'expert en sécurité ne se souvient pas que des organisations terroristes aient déjà utilisé du matériel de guerre contre les forces de l'ordre en Belgique. "Les tueurs du Brabant avaient certainement des visées politiques, mais nous ignorons toujours leur objectif, je n'oserais donc pas qualifier cela de terrorisme", commente M. De Ruyver. Il explique que des organisations terroristes comme le PKK et les CCC n'utilisaient pas d'armes de guerre contre la police. "Ce qui vient d'arriver ce soir est une première en Belgique selon moi."Brice De Ruyver espère que la justice mettra au jour les ramifications de ce réseau dans les prochaines heures. "Tout indique que ce sont des personnes qui travaillent pour leur propre compte. Nous avons vu en France jusque où cela mène. Quand des personnes se trouvent dans cette phase, cela devient très clair: il se situent en dehors de la société.......................

    RispondiElimina
  30. QUESTO È L'ISLAM E SARÀ SEMPRE PEGGIO.


    http://voxnews.info/2015/01/15/belgio-immigrati-islamici-preparavano-strage-collegamenti-in-italia/

    BELGIO: IMMIGRATI ISLAMICI PREPARAVANO STRAGE, COLLEGAMENTI IN ITALIA?

    GENNAIO 15, 2015 

    Hanno aperto il fuoco con armi automatiche e kalashnikov contro le forze speciali, intervenute a Verviers, in una panetteria islamica, i tre jihadisti, due dei quali uccisi e uno ferito e ora in stato di arresto. Lo precisa la Procura federale di Bruxelles, in conferenza
    tampa. I tre avevano anche esplosivi e stavano preparando attacchi.Dieci le operazioni condotte nelle ultime ore contro una “cellula operativa di immigrati rientrati dalla Siria”. Sventati “attentati di grave entità”.
    Le operazioni contro islamici,che si stanno svolgendo in Belgio in questo momento, riguardano sette Paesi europei. secondo quanto riporta la tv fiamminga. Probabile, ma non confermato, anche l’Italia.In una nuova operazione antiterrorismo, la polizia belga, che ha fatto irruzione in un palazzo a Anderlecht, a sud di Bruxelles, ha trovato dell’esplosivo. Non i terroristi. Sarebbero almeno dieci, gli immigrati islamici in fuga.
    Sparatorie anche ad Angleur e Amarcoeur in Belgio, vicino a Liegi e non lontano da Verviers, dove sono state trovate armi e divise da poliziotti.

    RispondiElimina
  31. MA QUALCUNO IN EUROPA OCCIDENTALE HA IL CORAGGIO DI MANDARE A QUEL SUO PAESE JIHADISTA IL TURCO DI TURNO DAVUTOGLU CHE SI ARROGA IL DIRITTO DI SCASSARE LE PALLE A MOVIMENTI PATRIOTTICI COME PEGIDA...???????.....LI MORTACCI SUA..!!!!!
    E QUEL PIRLA DI TUSK DELLA UE SI FA DETTARE DA QUESTO ZOZZO OTTOMANO FILO JIHADISTA LA FUTURA AGENDA POLITICA EUROPEA DI CUI STO TIZIO SI SENTE GIÀ APPARTENERE..MA VADA A CAG.
    FACCIA TOSTA DA MAOMETTANO CHE METTE SULLO STESSO PIANO I TERRORISTI SUOI SODALI DELL'ISLAM INTOLLERANTE E INCIVILE ED UN LECITO E GRANDIOSO MOVIMENTO ANTISLAMICO COME IL PATRIOTTICO "PEGIDA" CHE TANTI VAFFA MANDA A QUEI MALEDETTI MAIALI.



    http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2015/01/15/davutoglu-no-a-terrorismo-e-no-a-pegida_78935a2d-6f27-4aec-8286-d636766dca3c.html


    Davutoglu, no a terrorismo e no a Pegida
    Premier turco contro "approcci estremisti in continente europeo".

    15 gennaio 2015 19:58

    (ANSA) - BRUXELLES, 15 GEN - "Nel continente europeo non vogliamo vedere approcci estremisti", siano quelli alimentano "gli attacchi" terroristici, siano quelli che animano Pegida, il movimento di piazza anti-islamico dell'ultradestra tedesca cio che mira a "escludere i musulmani". Così il premier turco Ahmet Davutoglu al termine di un incontro a Bruxelles col presidente del Consiglio Ue, Donald Tusk.

    RispondiElimina
  32. http://www.iltempo.it/mobile/esteri/2015/01/16/il-papa-scomunica-charlie-hebdo-1.1368587


    DAL 13 MARZO 2013 HO SOLO SENTITO PAPA FRANCESCO DIFENDERE DI FATTO IN ITALIA I DIRITTI DEGLI ISLAMICI CHE NON SONO AFFATTO BENE INTENZIONATI. NON L'HO MAI SENTITO SCAGLIARSI CONTRO I TANTISSIMI DISSACRATORI DEL CATTOLICESIMO NOSTRANI CHE HANNO INVECE GODUTO DEL SUO PERDONO E DELLA SUA BENEVOLENZA,PER ULTIMO QUELLO PSEUDO ARTISTA BENIGNI CHE DA BUON ATEO PARACULO SI È BECCATO 4 MILIONI DI EURO DALLA RAI PER SFOTTERE LA RELIGIONE CATTOLICA. CI TROVIAMO GIORNALMENTE A COMBATTERE CON DECINE DI IMPROVVISATI IMAM JIHADISTI CHE CI MINACCIANO DI MORTE SE NON CI SOTTOMETTIAMO ALL'ISLAM CRIMINALE E POI LA NOSTRA MASSIMA AUTORITA' RELIGIOSA INVECE DI CAZZIARE GLI ANTICATTOLICI SI LANCIA IN UNA IMPROVVIDA DIFESA D'UFFICIO DEI JIHADISTI CORANICI RICONOSCENDO LORO IL DIRITTO CRIMINALE DI REAGIRE CON VIOLENZA ALLE PRESUNTE OFFESE VIGNETTISTICHE.
    MARERIALE PER UN BEL FILM DELL'ORRORE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. VERO CHE PAPA FRANCESCO........FA DELLE GIRAVOLTE STRANE. .


      http://voxnews.info/2015/01/16/francesco-su-strage-islamica-no-a-violenza-ma-la-religione-non-si-puo-prende-in-giro/





      Elimina
    2. I fatti terroristici in corso in Belgio di stampo mafioso/islamico sono la punta dell'iceberg di un piano complessivo pianificato da anni dalla SPECTRE che prevede il simultaneo scoppio di moti civili violentissimi con presa del potere nazionale con la complicità di CAVALLI DI TROIA gia attrezzati e pronti a mettersi in moto.
      Il cosiddetto PIANO KALERGI sta in buona dirittura e gli ultimi eventi sono prove generali e di allenamento. Come fosse un planetario COLPO DI STATO a seguito del quale determinate ENTITA' si impossesseranno del potere con l'aiuto delle FF. AA. già preparate all'evento. Coloro i quali non si adegueranno saranno uccisi.

      È una mia fantasticheria ma ho la brutta sensazione che una follia del genere sia in testa a qualcuno e noi tutti dobbiamo vigilare.

      Elimina
    3. Chissà cosa pensa Bergoglio del discorso di Papa emerito Benedetto 16^ a Ratisbona nel 2006 sulle intolleranze dell'Islam...???


      Chissà cosa ne pensa il laureato in scienze forestali Spagnolli.??

      Elimina
  33. I POLITICI COME SPAGNOLLI SONO DI QUELLI CHE PENSANO ALLA PROPRIA CARRIERA COSI COME ALFANO CHE È STATO COMPLICE DI UNA INVASIONE ISLAMICA INCONTROLLATA DI CUI HANNO BENEFICIATO SOLO I NEMICI DELL'ITALIA. E SI PRESTA A DIFENDERE I NEMICI DEL CRISTIANESIMO.


    http://www.ilvelino.it/it/article/2015/01/16/terrorismo-alfano-moschee-luoghi-sicuri-distinguere-chi-prega-da-chi-spara/519d7bc4-3c3a-46ef-a200-52d28530529f/






    RispondiElimina
    Risposte
    1. SOLUZIONE AL TERRORISMO ISLAMICO, che propongo agli amici di Casapound .
      Si accettano opinioni/commenti.

      Obbligo a tutti di andare in questura per un semplicissimo esame da effettuarsi alla presenza di un ufficiale militare, diviso in 3 punti: #1. Il cittadino dovra' recitare a memoria una preghiera CRISTIANA come da tradizione italiana. #2. Dovra' defecare sulle immagini sacre alle religioni ostili quali islam, induismo, ecc. #3 Dovra' dimostrare di non essere omosessuale, sterile, o impotente, deve impegnarsi a procreare il piu' possibile e produrre bambini cristiani che continueranno a combattere i soldati musulmani. Se non aumentiamo il numero di cristiani, tra 20 anni i musulmani avranno un esercito 10 volte piu' grande e ci soccomberanno. Coloro che falliranno anche solo un esame dovranno essere deportati verso Kobane, dove c'e' lo stato islamico, perche' quella e' casa loro, e a casa nostra bisogna integrarsi, adottare i nostri usi e costumi, e pregare in chiesa. CHE NE DITE?

      Elimina
  34. E NOI FACCIAMO ENTRARE I NOSTRI NEMICI.........ROBA DA PSICHIATRIA.........E LORO SI ALLENANO ALLA CONQUISTA DI ROMA. ....BRAVI E SERI JIHADISTI BEN INDOTTRINATI IN QUELLE MOSCHEE LURIDE PRESENTI NEL NOSTRO TERRITORIO ITALIA.




    http://www.iltempo.it/mobile/roma-capitale/2015/01/16/presto-roma-si-convertira-all-islam-1.1368594


    16/01/2015, 10:08

    «Presto Roma si convertirà all’ Islam»Le intercettazioni di alcuni tunisini a caccia di fondi per la causa integralista «La città deve essere conquistata, è scritto anche nel Corano. Allah Akbar!» 

    «Un imam che parla di Roma e come gli italiani si stanno convertendo alla religione musulmana…e che molto tempo fa il profeta disse che Roma sarà conquistata…c’è il Corano che parla della conquista di Roma». L’intercettazione telefonica è tra due cittadini tunisini, finiti in un’inchiesta dei carabinieri del Ros (Raggruppamento operativo speciale) in Puglia, e che ha fatto luce su un’organizzazione terroristica di matrice islamica. Dalle telefonate emerge come la «cellula» pugliese fosse in stretto contatto anche con altri gruppi presenti nella Capitale d’Italia. In particolare, è annotato negli atti, tale Soufiane dialoga con Nour Ifaoui. Stando agli investigatori, la telefonata evidenzia «la necessità di raccogliere soldi in favore dei palestinesi» e per questo il primo si sarebbe recato «in occasione di una missione religiosa nella città di Roma anche per tale scopo». «Che stai facendo ora? - dice Ifaoui - Mi hanno detto che eri in Roma e che sei “uscito” per la causa di Dio». «Sì - risponde Soufiane - sono uscito per tre giorni... lì era un fratello dal nome Ali..uh... Siamo andati lì per tre giorni.. io e altri due ragazzi... e Ali quello che tu già conoscevi da tanto... Si, siamo stati, siamo usciti, abbiamo fatto un giro, una missione dai fratelli di Roma... se Dio vuole, Lui accetterà il nostro lavoro (…) Che posso dirti, amico mio? Almeno, stiamo imparando un po’ della nostra religione... non possiamo stare a fare soltanto la raccolta dei soldi... dei soldi... dei soldi... almeno quello che raccogliamo, dobbiamo darlo a questa gente (palestinesi) ...per aiutarli». Inoltre, dagli atti emergono anche le consultazioni su Internet di documentazioni dal contenuto propagandistico della jihad. Si tratta di documenti utilizzati per l’indottrinamento e l’addestramento. «Io ho un video con me - dice un soggetto coinvolto, Chiamari, all’interlocutore non identificato - l’ha scaricata dal computer l’istruttore... un video breve, quando lo apri tu senti qualcuno che dice: «Allah Akbar! («Dio è Grande!», si usa anche prima del combattimento) Dio punisca l'America!» e poi vengono visualizzati i nostri fratelli, i mujaheddin e il loro attacco con i missili e di seguito, vengono visualizzati gli Imam .. un Imam loro che parla di Roma e come gli italiani si stanno convertendo alla religione musulmana .. e che molto tempo fa, il profeta disse che Roma sarà conquistata». «Sì, è vero - risponde l’interlocutore - c’è un hadith (detto di Maometto, ndr) che parla della conquista di Roma».

    RispondiElimina
  35. Il minestrone Gentiloni afferma che al momento siamo a 7 in una scala di pericolo x sicurezza da 1 a 10.
    Rassicurante.......per cui sarebbe il caso che altri clandestini entrassero in Italia a bordo della marinascafista militare italiana.
    E dire che quando l'allora ministro dell'interno Maroni aveva dato disposizione di respingere i barconi coi clandestini successe che proprio dalla UE comandata dalla MERKULONA vennero strilli per avere fatto a loro dire una cosa biasimevole. Proprio i rappresentanti degli stati nordeuropei strillarono più forte perché indignati da tanta strafottenza italo/leghista. Proprio Olanda Svezia Danimarca Gran Bretagna Belgio Germania Francia
    furono le nazioni i cui rappresentanti in seno UE dicevano che i clandestini afroasiatici fossero una risorsa.Anche da Mare Nostrum in poi sono rimasti zitti nel vedere centinaia di migliaia di islamici che invadevano l'Europa. Adesso si riscoprono invasi e in mezzo alla merda, terrorizzati da cittadini naturalizzati che sognano il Califfato islamico in Europa dal mediterraneo al Polo Nord. Ora i "moderati mussulmani" hanno gettato la maschera e al grido di Maometto e Allah tagliano teste e fanno attentati col mitra e con le bombe e si fermeranno solo quando in Europa si vedranno solo burqa e baraccani e corano a gogo" e soltanto moschee.
    Proprio delle menti raffinate che hanno studiato nelle migliori università europee ed americane e che erano convinti e lo sono tuttora che islam è moderazione e democrazia e benessere per la donna che non sarà
    sottomessa e schiavizzata nel costruendo Califfato....!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Chiedere ad Al Baghdadi tramite i grillini loro referenti in italia ed altrove...!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  36. Di 800 miliardi di euro di spesa pubblica si può affermare che quella STORNATA verso capitoli parassitari che ruotano attorno a zingari clandestini islamici intolleranti nonché cooperative rosse mafiose oppure appalti pilotati inutili, etc.etc. costituiscono una percentuale che va dal 25 al 35% e possiamo ben capire quanto queste sanguisughe siano deleterie. Inoltre i politici corrotti contribuiscono alla realizzazione di cattedrali nel deserto che tante risorse tolgono alla collettività e tanti danni ambientali fanno.
    La onesta intellettuale dei politici dovrebbe essere un elemento caratterizzante altrimenti la società va a rotoli. L'inciucio cattocomunista ha lasciato molti cadaveri dietro di sé e miete ancora lutti indicibili.

    RispondiElimina
  37. Per quanto riguarda la vicenda delle morti a Parigi io penso che qualche lustro dopo la sua promulgazione questa grande religione, inventata di sana pianta da maometto che ha attinto da ebraismo e cristianesimo, ha cominciato a pretendere di essere la migliore, l'insostituibile, l'inimitabile. un delirio tremens che li ha portati ad uccidere e saccheggiare l'intero mediterraneo e ne sanno qualcosa spagnoli e austriaci poitier e battaglia di Vienna non vedo il sovvertimento solo, vedo la continuazione pervicace di un'idea mai portata a buon fine sempre rimasta in sospeso e per questo pericolosa. L'unica cosa che trovo seria é il non prendere sottoganba gli islamisti ma i metodi fino ad ora sono stati pessimi. con i soldi spesi si sarebbero comprati medina mecca e tutte le pietre nere di quei posti, ma hanno preferito vuotare i vecchi arsenali e noi appresso.

    RispondiElimina
  38. http://www.iltempo.it/mobile/cronache/2015/01/14/arriva-la-superprocura-contro-l-isis-1.1367715




    Non vorrei che la superprocura si riveli una SUPERCAZZOLA senza scomodare né il conte LELLO MASCETTI (UGO TOGNAZZI) né ETTORE PETROLINI. Sono decenni che assistiamo(anche tutt'ora con la vicenda rimborsi gonfiati consiglieri regione Piemonte archiviata per udite udite udite MANCANZA DI DOLO) all'uso distorto del CPC e del CP per fottere il POPOLO ITALIANO assolvendo e legittimando loschi personaggi che non avrebbero dovuto avere TUTELE PROCESSUALI. Quando ci si trova in EMERGENZA e si manifesta in tutta la sua prorompenza una GUERRA DI CIVILTÀ tra chi vuole democrazia e libertà ed illuminismo e cristianesimo e chi invece predica OSCURANTISMO TOTALE con la scusa che sono "PAROLE DEL PROFETA MAOMETTO" allora il MURO DI PROTEZIONE deve essere alzato a tutti i livelli istituzionali. Purtroppo noi in Italia ci troviamo a pagare delle scelte scellerate degli anni 1970 allorché il cattocomunismo di Giulio Andreotti consentì ai mussulmani di METTERE PIEDE da noi sia facendogli costruire la scellerata moschea a Roma sia consentendo che i coranici proliferassero e facessero opera di proselitismo pro/jihad con assoluta calma. Si saldo' il legame tra cattolici e comunisti e cioè tra chi voleva concludere affari proficui con i paesi dei petrodollari e chi portava avanti con testardaggine la causa palestinese che a loro dire era la unica causa dell'esistenza di un
    Medio Oriente instabile. Ieri come oggi si fa finta di non capire che il problema non è l'esistenza o meno dello STATO PALESTINESE ma bensì che islam confligge con la nostra civiltà occidentale. Quello che c'è scritto nel Corano libro mussulmano e codice civile per loro è l'antitesi dei principi basilari della nostra civiltà occidentale/democratica/illuminista/giudaico - cristiana.
    Solo quando la SUPERCAZZOLA sarà messa da parte e prevarrà la SUPERPROCURA e la superiorità del DIRITTO ROMANO su quello islamico principalmente nelle aule di giustizia ed in modo netto e senza esitazioni solo allora potremo dire che saremo usciti dal TUNNEL MEDIEVALE. Non è che gli occidentali o i bianchi o gli europei siano esseri superiori rispetto ad arabi o afroasiatici
    ma è proprio quello che è stato scritto nel libretto chiamato corano che non raggiunge il minimo stabilito dalla nostra civiltà millenaria per essere accettato come ESENTE DA TOSSICITA'.

    RispondiElimina
  39. Casapound e Pegida sono un baluardo alla sciocca e suicida politica di aiuto alla islamizzazione europea e mondiale. Questi islamici ricevono da bambini il culto della violenza e del sangue e hanno in testa un solo scopo nella vita:UCCIDERE GLI INFEDELI...

    RispondiElimina
  40. Mentre gli islamici si ricompattono diffondendo tutti insieme i dettami del corano tagliagole, noi invece assistiamo alla lenta ma inesorabile dissoluzione della civiltà occidentale giudaico/cristiana con la infausta previsione di unioni perverse.
    La decisione della Corte suprema Usa sarà il discrimine tra chi difende la natura dell'uomo e chi invece la vuole distruggere del tutto.
    Con grande gaudio dei coranici che si troveranno davanti dei debolsciati da sottomettere e ci riusciranno se non metteremo un riparo NOI adesso.

    Grazie a Casapound che porta avanti la battaglia x la salvaguardia delle nostre conquiste di civilta'.




    http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/17/nozze-gay-un-diritto-costituzionale-la-parola-alla-corte-suprema-usa/1083647/


    17 Gennaio 2015

    Nozze gay un diritto costituzionale? La parola alla Corte suprema UsaUna risposta alla questione negli Stati Uniti potrebbe arrivare a giugno.
    Washington chiederà la "legalizzazione"

    Lucio Di Marzo

    Se le nozze gay sono un diritto garantito dalla Costituzione dovrà deciderlo, negli Stati Uniti, la Corte suprema, che ha annunciato che si occuperà della questione già durante questa sessione.Il tribunale dovrà valutare i divieti che sono tutt'ora in vigore Ohio, Michigan, Tennessee e Kentucky ed è attesa per la fine di giugno una risposta, da cui dipenderà l'abolizione o il mantenimento del divieto e il riconoscimento di matrimoni contratti in altri Stati.Già nel 2013 i nove giudici della Corte avevano abolito il Defense of Marriage Act, che stabiliva il matrimonio come unione di un uomo e di una donna. Ora la questione su cui arrivare a un giudizio è piuttosto se la legislazione in materia debba rimanere appannaggio dei singoli Stati, o se debba invece arrivare una legittimazione costituzionale.Dalla decisione del 2013, sono 36 gli Stati che hanno deciso per il diritto al matrimonio delle coppie gay. Dello stesso avviso anche il distretto di Columbia, dove si trova la capitale Washington.Anche l'amministrazione guidata da Barack Obama si è espressa in favore di una maggiore apertura. Il procuratore generale Eric Holder ha annunciato che da Washington si chiederà la legalizzazione delle unioni omosessuali.


    vince50
    Ho il dubbio che Noè a suo tempo deve aver fatto confusione,imbarcando ibridi non ancora classificati.

    Gianfranco Robert Porelli
    Il matrimonio gay ha un forte valore simbolico, perché va a normalizzare le sodomizzazioni fiscali inflitte al Popolo Italiano. Ecco perchè tale porcheria viene esaltata dai sinistrati di cervello. Elementare Watson.

    RispondiElimina
  41. 4 salti nella perversione.
    Assistiamo ad una martellante pubblicità pro/froci.
    Queste aziende italiane non si rendono conto del male che fanno in quanto si rendono complici di una disgregazione dei valori naturali barattati con le eventuali maggiori vendite.
    Vergogna tutta italiana ma non solo..

    RispondiElimina
  42. Sappiano gli italiani che i maschi islamici sono ormonalmente perfetti al 99% e non è secondario vedere l'appoggio che i coranici fanno alle battaglie dei gay nel mondo occidentale mentre a casa loro l'omosessualità è punita anche con la morte.

    RispondiElimina
  43. LA VICENDA TRAGICA DI PARIGI E DEL BELGIO PERMETTE DI CONSTATARE LA STOLTA ILLUSIONE CHE L'ISLAM SIA INTEGRABILE NELLA CIVILTÀ OCCIDENTALE.



    http://m.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/ESTERI/terrorismo_belga_grecia_mente_cellula_terrore/notizie/1126322.shtml


    Isis, caccia a un belga residente Grecia: è il capo rete del terrore in Europa

    sabato 17 gennaio 2015 12:12

    C'è un brussellese ora residente in Grecia dietro la cellula jihadista scoperta a Verviers giovedì scorso. Lo riportano oggi i media belgi. 


    Si tratta di un uomo di 27 anni proveniente dal quartiere di Molebeek, comune di Bruxelles, roccaforte dell'islam nella capitale belga.
    Abou Soussi, questo il suo nome di battaglia, prima di stabilirsi in Grecia si era recato in Siria per combattere con le formazioni dell'Isis. La polizia sarebbe risalita a lui attraverso intercettazioni.

    In Belgio ha preso il via l'applicazione del pacchetto di sicurezza varato dal governo. Da oggi circa 300 militari presidiano gli obiettivi più sensibili che potrebbero essere attaccati da terroristi nelle città di Bruxelles e Anversa, tra cui ambasciate e edifici nel quartiere ebraico. È la prima volta, in 30 anni, che il Belgio ricorre all'esercito per rafforzare il lavoro di polizia. Il governo ha alzato da 2 a 3 il livello di allerta dopo il blitz a Verviers contro una cellula jihadista criminale.

    RispondiElimina
  44. E SE IN QUESTA BLACK LIST INSERIAMO TUTTI I PIDDINI AMICI DEGLI JIHADISTI COME IL NOSTRO SINDACO CHE NON MI PARE ABBIA POSTO IN ESSERE PROVVEDIMENTI PER ARGINARE IL DEGRADO SOCIALE DEI CORANICI.


    http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/17/gli-imam-verso-lespulsione-ecco-la-black-list-del-viminale/1083645/

    RispondiElimina
  45. DOPO IL LIBRETTO DI MAO C'È IL LIBRETTO DI MAO/METTO. .....MOLTO SIMILI NEI FINI.


    17 Gennaio 2015

    Milano, centro della Jihad. Ecco il manuale del terrore
    È il manuale per la guerra santa contro gli infedeli, un testo che esalta il martirio e che contiene i principi ai quali si ispira buona parte di quelle decine di soggetti che sono da tempo sotto osservazione da parte dei nostri apparati di sicurezza.

    Luca Romano

    Si intitola "Elementi di base per la preparazione del jihad per la causa di Allah" e l’ha trovato il Ros in un’appartamento di Milano in cui viveva un presunto arruolatore di estremisti da spedire nei teatri di guerra. È il manuale per la guerra santa contro gli infedeli, un testo che esalta il martirio e che contiene i principi ai quali si ispira buona parte di quelle decine di soggetti che sono da tempo sotto osservazione da parte dei nostri apparati di sicurezza, perché potrebbero trasformarsi in potenziali terroristi. Il testo è la base sulla quale molti dei soggetti a rischio presenti nel nostro paese hanno costruito il loro radicalismo.È scritto in arabo ed era a casa di Maher Bouyahia un tunisino arrestato in Italia negli anni scorsi: il suo ruolo, secondo le indagini, era quello di spedire combattenti in Iraq, dopo esser stato lui stesso ad addestrarsi in un campo di Kurmal, nel Kurdistan iracheno gestito dall’organizzazione radicale islamica Ansar al Islam. Maher fu però assolto dall’accusa di "270 bis" dal giudice Clementina Forleo, che nella sentenza fece la nota e controversa distinzione tra terrorismo e guerriglia, e fu condannato a sei anni di reclusione nel processo d’appello bis. Nel libro, diviso in cinque capitoli, si precisa che esistono due tipi di preparazione alla jihad, quella materiale e quella spirituale. Se quest’ultima consiste nella puntuale e rigorosa osservanza dei precetti della sharia, la preparazione materiale prevede una sottomissione a regole precise per amministrare la propria formazione militare................................


    stenos
    Mi raccomando sig. Half ano, non fare un caxxo, non espellerli.....mi raccomando.....

    LupoSol
    Il giorno che spediremo questa feccia a calci in c.. nel loro paese sarà sempre troppo tardi.

    Giuseppe Borroni
    "" LE VERGINI"" in paradiso per I martiri islamici sono finite da tempo!!!! ci sono rimaste solo quattro vecchie baldracche; magari cambiano idea

    ASPIDE 007
    ...In ciò che si legge, si evincerebbe chiaramente che la causa di tutti i mali sono i Giudici! Questo è vero solo in parte, perché il "legislatore" non è la Magistratura, bensì la politica dei compromessi.

    Romolo48
    Mandatene una copia a Pisapia

    Azou
    Dobbiamo ringrazziare i beneamati truffatori, che si sono arricchiti e che hanno parteggiato a questa invasione, quelli che negli untimi ci hanno governato e MOLTI DEI QUALI, EX FASCIO-SOCIAL-COMUNISTI CHE ORA SI FANNO CHIAMARE """DEMOCRISTIANI""", si sono nominati per la scalata al colle !!!

    Gios'',,40
    Bisognerebbe dichiarare'' il corano crimine contro la civilta del pianeta, e quindi abolirlo su tutto il territorio, quandomeno occidentale,. Saluti.

    LoSciacallo
    Bisogna riempirli di piombo subito così vanno nel loro mondo pieno di vergini. tutti contenti, noi e loro. Ah dimenticavo siccome sono 70 le vergini fategli portare qualche scatola di viagra, sai molto probabilmente un aiutino lo dovranno avere.

    Paul Vara
    Rispedire questa gente nel loro paese non farebbe altro che lasciarli liberi di agire. Piuttosto a Guantanamo...

    moichiodi
    grazie per le informazioni su come diventare terroristi(!?)


    http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/17/milano-centro-della-jihad-ecco-il-manuale-del-terrore/1083687/

    RispondiElimina
  46. I GIUDICI SONO QUEI PIDDINI CHE PERSEGUITANO ILLEGALMENTE I PATRIOTI DEFINENDOLI ISLAMOFOBI E NON SI RENDONO CONTO CHE QUEI BASTARDI JIHADISTI TAGLIEREBBERO LA CAPO VIA ANCHE A LORO L.....CHE LERCIUME IDEILOGIZZATO...!!!!!!!!!!




    http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/17/messo-in-liberta-dai-giudici-il-foreign-fighter-di-brescia-ora-combatte-per-il-califfato/1083653/

    17 Gennaio 2015

    Messo in libertà dai giudici, il foreign fighter di Brescia ora combatte per il Califfato
    Arrestato nel giugno del 2013 per addestramento con finalità di terrorismo, viene rimesso in libertà 15 giorni dopo. Oggi Anas el Abboudi è in Siria.

    Sergio Rame

    Da un istituto professionale di Brescia al fronte di Raqqa. "Il mio datore di lavoro è la jihad", scriveva imbracciando un kalashnikov nell’ultimo post pubblicato prima di chiudere la pagina Facebook. Ora il nome di Anas el Abboudi è nell’elenco dei 53 foreign fighter indicati dal ministro dell'Interno Angelino Alfano. Gli esperti dell'antiterrorismo e l'intelligence sono convinti che da oltre un anno si trovi in Siria a combattere tra i miliziani dello Stato islamico o tra le fila dei qaedisti di Jabhat al Nusra.La di Anas el Abboudi è molto simile a quella di tante altre centinaia di giovani e giovanissimi europei, radicalizzatisi in pochissimo tempo grazie alla propaganda sul web e partiti per i fronti di guerra. Ma quella di Anas el Abboudi, che ha scelto Anas al Italy (Anas l'italiano) come nome di battaglia, è anche l'ennesima storia di un sistema giudiziario (il nostro) che fallisce miseramente. Il giovane fu, infatti, arrestato nel giugno del 2013 per addestramento con finalità di terrorismo ma fu rimesso in libertà appena due settimane dopo dal tribunale del riesame che, pur avendo riconosciuto le sue posizioni radicali, ritenne che il giovane non era in procinto di compiere attentati o gesti di violenza.Marocchino di origine, naturalizzato italiano, Anas el Abboudi ha 22 anni e viveva a Vobarno, in provincia di Brescia, con il padre operaio cassaintegrato e la madre casalinga. Lui, prima di sparire, frequentava una scuola professionale a Brescia. Gli uomini della Digos e dell’antiterrorismo che hanno indagato su di lui.....................................%%%...

    hardcock
    Il problema e' sempre uno solo. Quando innalzeremo le ghigliottine? Inoltre e' aberrante che se si dice o si fa qualcosa che disturba un ima dall'altra parte del mondo puo condannarti a morte. Loccidente e governato da cxxxxxxi

    paregian
    Impressionante la superficialita' di certi Giudici!!!!! Con tutto quello che sta' accedendo non si sentono a disagio per sentenze cosi' lievi?

    SEXYBOMB
    ....bah certo che chiamarli giudici...........||

    Memphis35
    Se è stato rimesso in libertà è dovuto al fatto , più che evidente, che il parlamento di questa repubblica democratica ed antifascista non ha mai saputo nè voluto dotare il potere giudiziario di leggi adeguate ed inequivoche. Resta da vedere se gli avvenimenti odierni sapranno risvegliare dal torpore garantista e dal sonno della ragione le anime belle che scaldano gli scranni romani.

    moshe
    La giustizia italiana mi fa sempre più paura.

    moshe
    Dopo questo fatto, cosa si aspetta a mandare i giudici a giudizio?

    mortimermouse
    ma i giudici si vergognano di essere passati dalla parte dei terroristi????? ma chi sono questi giudici? scopriamolo insieme: il 80 % di questi è di sinistra. piu chiaro di cosi!!!!!!

    bobirons
    Ma, in fondo, se vogliono andare a combattere la loro gente, che vadano. Si ammazzino allegramente l'un con l'altro.Solo, MAI PIU' RIENTRARE IN EUROPA. Punto

    RispondiElimina






  47. IN BELGIO SONO PREOCCUPATI DI INFILTRAZIONI FILO/JIHADISTE TRA I POLIZIOTTI DI BRUXELLES.
    E NOI COSA DOBBIAMO DIRE DI GOVERNANTI OPPURE DI CATTOLICI IN TONACA OPPURE DI GIUDICI OPPURE DI SINDACALISTI OPPURE DI GRAN COMMIS CHE NEGLI ANNI SONO STATI TROPPISSIMISSIMO DEBOLI COI TERRORISTI...!!!!!!!!!!!!!!




    http://www.sudinfo.be/1192154/article/2015-01-16/djihadisme-le-parquet-enquete-sur-de-possibles-infiltres-dans-la-police

    Samedi 17 Janvier 2015 13h32

    Djihadisme: le parquet enquête sur de possibles infiltrés dans la police.


    La section «banditisme» du parquet de Bruxelles enquête depuis plusieurs mois sur le comportement et les relations de plusieurs policiers de la capitale. Enjeu: s’assurer que ces hommes ne sont pas des infiltrés djihadistes. Dans le contexte actuel, l’information prend une dimension singulière.

    C’est une enquête extrêmement délicate que conduit la section «banditisme» du parquet de Bruxelles. Elle a été initiée à la mi-2014. Elle est délicate parce que les instructions données par Fabienne Laduron, substitut du procureur du Roi, visent plusieurs fonctionnaires de police en place dans certaines zones de la capitale.Selon les consignes données par la magistrate, il s’agit de s’assurer de la fiabilité et de la loyauté de ces policiers. Pourquoi eux? Parce que leur comportement sur le terrain, dans l’exercice de leurs fonctions, ou en privé, pose question. Ou encore parce qu’ils comptent, dans leurs fréquentations, des relations suspectes.On parle tantôt d’un policier dont un membre de la famille fait partie de Sharia4Belgium. Tantôt d’un autre inspecteur dont l’épouse adopte un comportement radical. Ou, autre illustration, d’un agent qui rechigne à serrer la main de ses collègues féminines. Ou de ce patrouilleur qui a tendance à converser beaucoup en langue arabe avec des personnes peu recommandables.
    Un dossier de 8 pages sur les evenements de ces dernières heures sur nos journaux de ce samedi ......

    RispondiElimina
  48. Ogni lunedì in germania si svolgono le manifestazioni di protesta anti/islam in tante città ove i patrioti identitari si oppongono strenuamente alla folle e becera politica della MERKULONA.
    Luigi Spagnolli potrebbe parteciparvi almeno una volta per ascoltare e vedere chi è patriota.

    In alternativa potrebbe visitare questo BLOG e conosce migliaia di cittadini che non si arrendono al degrado targato Pd.

    RispondiElimina
  49. A giugno 2013 i jihadisti siro/iracheni proclamarono il CALIFFATO. Molte menti bacate lo considerarono un fatto folcloristico e di nessuna valenza pericolosa. Solo chi è
    ignorante può non sapere che già fino al 1922 esisteva il Califfato in Turchia e negli altri Stati confinanti costituenti l'Impero Ottomano. Ataturk lo sostituisce in Turchia con una
    Repubblica Popolare. Da allora la Umma tradizionale cerca di rifondare un tipo di concezione dello stato che sia ortodosso e conforme al corano al 100%......il corano del 622 D.C.
    Se non sono da internare al manicomio questi pazzi sono da rendere inoffensivi.
    Ci aspettiamo provvedimenti da gente normale in italia che scongiuri ogni pericolo di deriva eversiva filo jihadista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giugno 2014

      Cambia poco in quanto l'invasione islamica in Europa non s'è mai arrestata ma dal 1970 in poi ha ripreso alla grande ed è colpa di Andreotti e comunistoidi che hanno fatto costruire la moschea a Roma ed il resto....!!!!!!!!!!!!

      Elimina
  50. Gli islamici sono dei gran furboni che sperano
    di conquistare il mondo con l'aiuto dei frocioni occidentali che non vedono l'ora di essere collocati nell'harem ove trastullare i guerriglieri jihadisti e le femministe di far parte delle vergini che in numero di 70 dovranno assistere sessualmente i valorosi tagliagole che magari avranno bisogno di un bel pò di Viagra ma per quello possiamo chiedere al nostro ministro della sanità.....

    RispondiElimina
  51. Non levategli il vino altrimenti poi dà di testa.

    RispondiElimina
  52. Pisapia indegno sindaco di Milano che fa il paio con sindaci del Pd come Spagnolli che amministrano non certo nell'interesse della popolazione italiana identitaria.


    http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2015/01/17/pisapia-indagato-trascrizione-nozze-gay_eacde764-e57e-4097-8819-5c0eff1462d7.html


    Pisapia indagato trascrizione nozze gay
    Omissione atti d'ufficio, non ha ottemperato richiesta prefetto.


    17 gennaio 2015 18:09

    (ANSA) - MILANO, 17 GEN - ''Io sono indagato per omissione di atti d'ufficio per non aver ottemperato alla richiesta del prefetto'' di cancellare le trascrizioni dei matrimoni omosessuali contratti all'estero. Lo ha rivelato, intervenendo a un convegno, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia. 'Non sono preoccupato e non voglio polemizzare con il prefetto'', aveva premesso. Renzi faccia una ''tirata d'orecchie al ministro Alfano per far ritirare quella circolare blasfema da un punto di vista giuridico.

    RispondiElimina

  53. ACCOLGO CON PIACERE LA INIZIATIVA DI DOLCE&GABBANA CHE NEI LORO CAPI DI ABBIGLIAMENTO RAPPRESENTANO LA FAMIGLIA TRADIZIONALE SENZA PORCHERIE COLORATE TANTO CARE A QUEI MALATI DI MENTE PERVERTITI.


    http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2015/01/17/linno-alla-famiglia-di-dolce-e-gabbana_bbb8b146-d552-41ad-9f6f-7f133c95b9e4.html


    L'inno alla famiglia di Dolce e Gabbana
    Bomber con messaggi d'amore, bluse con ritratti in bianco e nero


    17 gennaio 2015 17:31

    (ANSA) - MILANO, 17 GEN - Inno alla famiglia da Dolce e Gabbana, che hanno voluto delle vere famiglie sullo sfondo della loro sfilata: sono le stesse che i due stilisti hanno fatto ritrarre e poi stampare in immagini che sono l'emblema della loro collezione uomo per il prossimo inverno. Le foto di gruppo, con nonni e nipoti, genitori e figli, stampate su bluse di seta, si accompagnano ai pantaloni in jersey, alle scarpe di pelliccia e ai nuovi bomber con scritte che dicono 'Amore mio' o 'Sei la mia famiglia'.
       

    RispondiElimina
  54. I Talebani della jihad inculcano a tante menti deboli la convinzione folle che la Ummah si potrà salvare solo se professera' l'islam fondamentalista e se convincerà tutti i cittadini del mondo a fare altrettanto con le
    buone o con le cattive.
    Purtroppo chi governa in italia dovrebbe presentare un certificato di sano e robusto patriottismo altrimenti continueremo ad avere il bordello attuale.
    Spagnolli dovrebbe dare l'esempio.

    RispondiElimina
  55. SPAGNOLLI DOVREBBE ASCOLTARE QUELLO CHE DICE MAGDI CRISTIANO ALLAM CHE A 56 ANNI LASCIA L'ISLAM E IN QUESTO ARTICOLO NE SPIEGA IL VALIDISSIMO MOTIVO. IL PD APRA GLI OCCHI PRIMA CHE I TAGLIAGOLE CAVINO GLI OCCHI PURE A LORO.


    http://www.livorno.leganord.org/?p=232

    ceruso.leganord.livorno@gmail.com

    MAGDI ALLAM: NON ESISTE L’ISLAM MODERATO

    Non esiste l’Islam moderato
    A chi vuole università islamiche sul nostro territorio chiedo: si potrà insegnare la sacralità della vita umana, la pari dignità delle persone, anzitutto quella tra uomo e donna, la libertà di scelta, compresa quella di abiurare la religione? La risposta la conoscete già, e non è un caso…
    di Magdi Cristiano Allam

    Che cosa potrebbe fare una Università islamica in Italia se non affermare la positività dell’islam come religione accreditandola come faro di conoscenza e di scienza accademica; promuovere la legittimazione dell’islam come fede universale su un piede di parità con l’ebraismo e il cristianesimo corroborando la tesi delle tre grandi religioni monoteiste, rivelate abramitiche; favorire la conversione all’islam degli italiani sfruttando la crisi in cui versano la cristianità e più in generale la sfera valoriale nel nostro Paese? La proposta di investire 50 milioni di euro per trasformare la sede dell’ex Manifattura Tabacchi di Lecce nella prima università islamica d’Italia, su una superficie di 51.000 metri quadri di cui 8.500 al coperto, è un’offerta allettante e un ricatto inaccettabile. Sappiamo che questi 50 milioni transiterebbero tramite Giampiero Khaled Paladini, presidente del Consorzio Confime (Confederazione Imprese Mediterranee), da due anni convertito all’islam, ma non sappiamo chi c’è dietro questa cifra ragguardevole. Capisco che in tempi di crisi senza precedenti, in cui le amministrazioni comunali sono senza soldi e quasi tutte fortemente indebitate, 50 milioni di euro investiti sul proprio territorio farebbero gola a tutti.Tuttavia mi domando perché mai l’Italia, che è una Repubblica laica, lo Stato della Chiesa che è il centro del cattolicesimo, la società italiana che crede nella libertà dovrebbero prestarsi a una simile operazione che metterebbe a repentaglio gli stessi valori fondanti della nostra civiltà, considerando l’incompatibilità dell’islam con il rispetto della sacralità della vita di tutti compresi gli ebrei, i cristiani, gli infedeli, gli apostati, gli adulteri e gli omosessuali, la pari dignità delle persone a cominciare dalla pari dignità dell’uomo e della donna, la libertà di scelta compresa la libertà di abiurare l’islam senza essere condannati a morte per apostasia? Oltretutto noi viviamo in una vera e propria Terza guerra mondiale caratterizzata, sul piano economico, dall’affermazione della dittatura finanziaria e, sul piano valoriale e sociale, dall’invasione dei clandestini e dalla diffusione del terrorismo islamico. Sull’altra sponda del Mediterraneo i terroristi islamici sgozzano e decapitano. Sulla nostra sponda del Mediterraneo i terroristi islamici hanno cittadinanza europea e si sentono a casa, mentre i rappresentanti del sedicente “islam moderato” ci impongono di costruire sempre più moschee, scuole coraniche, enti assistenziali e finanziari islamici, tribunali sharaitici ed ora aspirano ad avere l’università islamica.Ebbene dopo essere stato per 56 anni musulmano, ho preso atto che i musulmani come persone possono essere moderati solo se si rifanno alle leggi laiche e ai valori universali, ma l’islam come religione non è moderato. Non esiste un islam moderato e un islam radicale. L’islam è unico. Il Corano è unico. Maometto è unico.

    RispondiElimina
  56. CITTADINI EUROPEI ELETTORI DELLA SINISTRA SODALE DI CUI AVERE VERGOGNA.
    VERO SIG. SPAGNOLLI? ???



    http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2015/01/17/fermato-in-grecia-mente-cellula-belga_74010d73-06af-4f08-a759-70dd13533d37.html

    "Fermato in Grecia mente cellula belga.

    17 gennaio 2015 19:39

    (ANSA) - BRUXELLES, 17 GEN - Sarebbe stato arrestato nel centro di Atene insieme ad altre tre persone Abou Omar Soussi, la mente della cellula jihadista scoperta a Verviers. E' quanto riferiscono i media belgi riprendendo notizie rimbalzate dall'Olanda. La notizia al momento non è stata confermata da fonti ufficiali. Fonti della polizia locale riprese dai media non hanno precisato altre modalità degli arresti. Al momento si sa solamente che sarebbero stati sequestrati anche dei telefonini cellulari.

    RispondiElimina
  57. http://www.iltempo.it/mobile/cronache/2015/01/17/agenti-pochi-e-impreparati-per-affrontare-i-kamikaze-1.1368924


    SONO PIÙ PREPARATI I JIHADISTI CHE NON LE NOSTRE FORZE DI POLIZIA.

    RispondiElimina
  58. Se ci troviamo nel caos è solo colpa di chi ha voluto fare il deficiente scambiando dei trogloditi islamici per persone perbene capaci di integrarsi in Europa ed in occidente. È come se delle pecore avessero fatto entrare delle volpi nei recinti ipotizzando che quei carnivori potessero comportarsi da vegetariani. Eppure l'elite di questi stupidi politici è composta da gente plurilaureata e con quoziente intellettivo non troppo basso. Allora io mi chiedo quale sia stata la molla che abbia fatto scattare la follia autodistruttiva. Progressisti di sinistra che danno del razzista ad altri concittadini patriottici e danno accoglienza a gentaglia che vive interamente secondo regole scritte su di un libro di guerra e che è SUPER/RAZZISTA come non lo sia nessuno come gli islamici. Dare per scontato che queste bestie ideologizzate potessero capire e rispettare la civilta' occidentale è da dementi incapaci di intendere e di volere. Adesso l'Europa si trova a combattere lo spettro del terrorismo ferocissimo lasciato crescere in casa propria. Eppure dopo il famigerato 11.9.2001 era chiaro che l'idea di ricreare il Califfato era chiara per stessa ammissione di quei pazzi. Niente da fare. Queste bestie di governanti si sono divertiti a fare le primavere arabe colorate e arcobaleno spinto e pure Sean Pen si è recato in nordafrica per festeggiare coi FRATELLI MUSULMANI la vittoria contro i nemici Gheddafi Mubarak saddam Hussein e Sadat(per fortuna sta ancora lì). Nemmeno in un reparto psichiatrico si può ritrovare tanta gente turbata al punto di consentire che milioni di islamici entrassero in Europa con fini che erano e sono scritti nel Corano, bastava leggerlo ed ascoltare gli Imam che fanno proselitismo nelle numerosissime luride moschee lasciate costruire come fossero luoghi innocenti di preghiera. Non era così. Tanti episodi potevano far capire che non si doveva fare questo errore madornale ed invece non hanno compreso che perseverare è diabolico. Adesso questi scalmanati tagliagole vogliono portare a termine il loro proposito di restaurare l'impero ottomano col califfo quale capo. Sarà difficile se non impossibile evitare questo. E adesso la polizia dovrebbe proteggere in primis proprio quei maledetti nostri politici che hanno voluto questo casino mentre la povera gente si dovrà arrangiare. Per i froci e i piddini sembra che non stia succedendo nulla e continuano a dedicarsi ai cazzi loro. Maledetti bastardi.

    RispondiElimina
  59. Tutti gli islamici che si trovano in Europa provengono da Paesi nei quali l'unica religione ammessa è l'islam ed a loro va bene così.
    Perché dovrebbero vivere in Europa secondo regole di civilta' differenti da quelle previste dal corano che per loro è sacro e regola tutta la loro esistenza? ????

    RispondiElimina
  60. A tutti questi criminali ideologizzati dovrebbero togliere la cittadinanza e rispedirli in mutande coi barconi alle loro caverne.

    RispondiElimina
  61. IN IRAN ESISTE IL MINISTERO DELLA CULTURA E DELL'ORIENTAMENTO ISLAMICO CON FUNZIONI DI FEROCE ED IMMEDIATA CENSURA VERSO CHI CRITICA IL CORANO ED IL SISTEMA ISLAMICO.
    CHISSA' COSA NE PENSANO SPAGNOLLI ED IL PD DI QUESTI DEMOCRATICI TEOCRATICI????





    http://keyhani.blog.lemonde.fr/2015/01/17/iran-un-quotidien-reformateur-interdit-pour-avoir-publie-je-suis-charlie-en-une/


    Iran : un quotidien réformateur interdit pour avoir publié « Je suis Charlie » en « une »

    jan 17th, 2015


    La "une" qui a valu au quotidien Mardom-é Emrooz son interdiction. "Clooney : "Je suis Charlie"", peut-on lire.

    Le quotidien Mardom-é Emrooz n'a existé que quelques jours depuis sa première parution, le 27 décembre 2014. Le titre, proche des réformateurs iraniens, a été interdit de publication, ce samedi 17 janvier, par un ordre judiciaire pour avoir publié en sa "une", datée du 13 janvier, "Je suis Charlie", reprenant ainsi une citation de l'acteur américain, Georges Clooney, à la cérémonie des Golden Globes.

    Dans un entretien accordé à l'agence officiel Isna, son rédacteur en chef, Mohammad Ghoochani, a confirmé la fermeture mais n'a pas souhaité donner plus de détails sur la raison de cette interdiction. Or, le ministère de la culture et de l'orientation islamique, en charge d'accorder des autorisations de parution à toutes les publications, a confirmé que le quotidien avait déjà été reçu des avertissements pour son titre et sa "une" concernant les tueries à Charlie Hebdo.

    Les autorités iraniennes, de la porte-parole du ministère des affaires étrangères, en passant par l'orateur très conservateur de la prière du vendredi de Téhéran, au président Hassan Rohani, toutes ont condamné les attentats survenus à Paris, entre le 7 et le 9 janvier dernier. Elles ont tout de même critiqué la publication de la caricature du Prophète Mahomet dans le dernier numéro de Charlie Hebdo, la qualifiant d'"insultante".

    RispondiElimina
  62. Hollande baciapile ha detto che l'islam moderato aveva condannato i jihadiste per gli attentati di Parigi.
    Una balla colossale sconfessata dagli stessi coranici parigini che hanno richiamato le "sagge" parole di Papa Francesco che invece di condannare,senza se e senza ma, i jihadisti, aveva in modo inusuale e pericoloso, trovato una giustificazione alla strage x la provocazione colle vignette su maometto.!!!!!!!
    Inoltre i futuri imam della grande moschea di Parigi hanno aggiunto che non dovevano scusarsi della strage in quanto gli autori non sarebbero legati all'islam...!!!!!!!!!!!!!!!!!!





    http://mobile.lemonde.fr/societe/article/2015/01/17/a-la-grande-mosquee-de-paris-les-futurs-imams-vident-leur-sac_4558443_3224.html


    RispondiElimina
  63. GIOVANNI PAOLO II^ EBBE IL CORAGGIO DELLE SUE INTENZIONI E DELLE SUE IDEE. PURTROPPO IL PAPA ATTIVA LE HA TIMORE E ALLORA NON GIUDICA I JIHADISTI ISLAMICI ANZI LI GIUSTIFICA MORALMENTE E PERO' IN QUESTO MODO FA CREDERE DI AVERE PAURA DI ATTENTATI.....!!!!!!!


    http://www.iltempo.it/esteri/2015/01/18/quando-wojtyla-chiese-rispetto-all-islam-1.1369183

    RispondiElimina
  64. Se vogliamo guardare la realtà dei cristiani perseguitati nel mondo (150 milioni) siamo ben oltre una parolaccia detta alla mamma che dovrebbe scatenare il pugno. Siamo davanti ad una persecuzione e ad una ferita, profonda ed a rischio di cancrena permanente, contro le nostre libertà, a cominciare da quella religiosa. Si ricordi di Wojtyla, allora, Papa Francesco e magari si rilegga, anche se distante dal suo essere argentino e gesuita, le parole del Cardinale Giacomo Biffi.
    Nel 2000, prima dell’attentato alle Torri Gemelle (altro che offesa a mamma!, caro Papa Francesco) il Cardinale Biffi disse: «I cristiani devono piantarla di dire che bisogna andare d’accordo con tutte le idee. È così per chi non ha nessuna idea». Conclusione: «O l’Europa ridiventerà cristiana o l’Islam vincerà».

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un occidente decadente come lo fu biblicamente Sodoma e Gomorra farà una brutta fine anche perché se fai entrare a casa dei futuri nemici dell'Occidente è ovvio che queste perle di civilta' struttureranno la futura società Europea a propria immagine e somiglianza.
      I quattro negri giovani islamo/marsigliesi intervistati sono stati ben istruiti e dimostrano un patriottismo che i giovani bianchi europei sconoscono. Gli intervistati addebitano candidamente la responsabilità dei fatti di Charlie Hebdo a fantomatici complotti dei servizi segreti francesi che si sarebbero avvalsi di falsi islamici mercenari......CAZZATA STELLARE...

      http://mobile.lemonde.fr/religions/article/2015/01/16/les-attentats-vus-par-des-jeunes-marseillais-c-est-un-complot-pour-salir-les-musulmans_4558031_1653130.html


      Les attentats vus par des jeunes marseillais :
      « C’est un complot pour salir les musulmans »

      Des jeunes du quartier de La Savine, à Marseille, prennent la parole sur les attentats de "Charlie Hebdo".

      Ils sont quatre. Quatre copains qui avancent, ce samedi 10 janvier, sur le trottoir de la Canebière, à contresens des dizaines de milliers de manifestants. Byllal, 24 ans, Mohammed, 22 ans, et leurs deux amis, à peine plus jeunes, ne défilent pas pour Charlie Hebdo. Ils sont venus faire du shopping. « On pense que toute cette histoire est une manipulation, attaque Byllal. Ces tueurs étaient des mercenaires engagés par les services secrets pour monter les Français ...


      Dans quelles conditions l'islam autorise-t-il la représentation du Prophète ?L’hebdo satirique n’est pas la France.
      Non à l’union sacrée !


      Sale métier 16.01.2015 17h43
      Demain ces gamins sont capables de dire tout autre chose, et après demain autre chose encore. Même un adulte, devant un micro, face à une caméra, ne sait plus ce qu'il dit. Alors, ces gamins qui ignorent tout de Charlie, qui ne pensent qu'à la débrouille pour avoir quitté trop tôt l'école, qui se droguent à la TV, disent ce qu'attendent, encouragent le crayon, le micro, la médiatisation qui leur offrent une audience.

      Elimina
  65. ISLAM INVOGLIA SUICIDIO PER FEDE DI M...


    http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/18/dalla-minigonna-alla-jihad-cosi-una-18enne-russa-incinta-si-e-fatta-esplodere-a-istanbul/1083955/

    18 Gennaio 2015

    Dalla minigonna alla Jihad: così una 18enne russa incinta si è fatta esplodere a Istanbul
    Era una ragazza come tante. Poi ha conosciuto Abu Aluevitsj Edelbijev, si è convertita e si è fatta esplodere in Turchia

    Andrea Riva

    È il primo presunto attentato compiuto dall'isis in territorio turco. Lo scorso 6 gennaio Diana Ramazanova,18enne di origine russa e incinta del suo primo bambino, ha attaccato la stazione di polizia a Sultanahmet, a Istanbul. Ha lanciato una granata e, mentre si stava preparando per lanciare la seconda, la polizia le ha sparato. La granata le è esplosa così addosso, uccidendo oltre a lei anche un poliziotto e ferendone un altro.Diana era nata il 10 gennaio del 1996 nel Deghestan. Si era poi trasferita a Mosca con la madre e il patrigno. Non si era mai occupata di religione, anzi. Così la ricorda il suo patrigno: "Lei era una depravata. Indossava sempre gonne cortissime e io spesso la rimproveravo per questo suo modo di vestirsi. Non era religiosa, poi qualcosa è cambiato".Quel qualcosa è l'incontro con Abu Aluevitsj Edelbijev, un cittadino norvegese di origine cecena. È stato lui a introdurla prima nel mondo del radicalismo islamico. I due hanno soggiornato prima in Turchia e poi in Siria, dove si sono uniti agli jihadisti.


    V_for_Vendetta
    questo e' l'islam, fermo nemmeno al primo secolo dc, dimostra di essere totalmente incompatibile con il mondo occidentale. Chiedono rispetto per il loro Dio e sono i primi a mancare di rispetto al mondo occidentale non rispettando cultura, leggi, persone ecc ecc.


    mina2612
    Sono spiacente per i poliziotti.. in quanto a lei, due in meno!

    wolfma4 ore fa
    Bene, una in meno!

    Luigi.Morettini
    Mi spiace soltanto per il poliziotto morto. Ora al suo "compagno" ceceno, rimasto vedovo, non resta che reclutare un'altra vittima per imbastire un'altra struggente storia d'amore multiculturale!

    Dordolio
    La fascinazione dell'Islam, religione solida, guerriera, predatrice, invasiva, intollerante, indiscutibile nei propri (semplici) assunti è TRE-MEN-DA. E' quella che una volta si chiamava "idea-forza". Appetibbilissima da parte di una gioventù degenerata (che ad un certo punto si scopre schifata del proprio essere) in una società dove si conosce il prezzo di tutto ma il valore di nulla. Curioso - o criminale - che nessuno ci rifletta sopra. La forza degli islamici altro non è che il riflesso della nostra debolezza.

    oldpeterjazz
    Due terroristi di meno: - lei e quel futuro terrorista bastardo che portava in grembo.

    RispondiElimina
  66. MASSIMA ALLERTA PER PERICOLO ATTENTATI JIHADISTI MA NEL FRATTEMPO 500 CLANDESTINI AFRICANI VENGONO RACCATTATI E PORTATI IN SUOLO NOSTRANO (Calabria).
    LE COOP ROSSE MAFIOSE ALLA BUZZI HANNO BISOGNO DI CARNE FRESCA E GLI IMAM DI KAMIKAZE DA ISTRUIRE PER MASSACRARE I CRISTIANI EVERYWHERE....

    GENIALITA' TUTTA HAL FANIANA. ???????



    http://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2015/01/18/terrorismo-alfano-fine-dicembre-nove-espulsi-dall-italia_KCSdMOT0LXIDVt5HANNXLL.html



    RispondiElimina
  67. http://www.tempi.it/aveva-scommesso-tutto-su-multiculturalismo-e-laicismo-ora-scopre-di-allevare-jihadisti-il-caso-belgio


    17 gennaio 2015

    di Leone Grotti

    Non è mai stato un segreto per nessuno, ma ieri mattina il Belgio si è svegliato con la consapevolezza che non può più nascondersi. I 13 jihadisti arrestati giovedì dalla polizia a Verviers, dopo uno scontro a fuoco nel quale hanno perso la vita due terroristi all’interno di un’operazione antiterrorismo, volevano da una parte rapire e decapitare un importante personaggio, dall’altra uccidere poliziotti per strada o negli uffici.

    ALLERTA MASSIMA. L’allerta è massima in tutto il Paese e le scuole ebraiche sono state chiuse per sicurezza. Dei due jihadisti uccisi, Redwane Hajaoui et Tarik Jadaoun, il primo era sicuramente stato in Siria a combattere la guerra santa. Un terzo ferito negli scontri a fuoco è di origine cecena, comunità ben nutrita in Belgio grazie alla facilità con cui è possibile ottenere l’asilo politico. Tutto questo non rappresenta una sorpresa per chi conosce Verviers.

    CORSI DI ISLAM. In città l’immigrazione è forte, scrivono i giornali belgi, in molti quartieri i musulmani sono la maggioranza, il 41 per cento degli allievi nelle scuole pubbliche sceglie i corsi di islam e casi di estremismo sono all’ordine del giorno. Nel 2010, un professore che teneva uno di questi corsi è stato ripreso mentre insegnava che «le ragazze adolescenti che non portano il velo commettono peccato» e che «ebrei e cristiani andranno all’inferno, dove dimoreranno eternamente». L’insegnante è stato sospeso per appena quattro mesi.

    RECORD DI JIHADISTI. Già a ottobre si parlava di Verviers nei giornali locali come di un «centro di reclutamento per jihadisti»..........




    COMMEMTO ALL'ARTICOLO

    Il problema è che c’è un’intera classe politica (con poche eccezioni) che non ha capito assolutamente la gravità del rischio a cui sta esponendo il popolo europeo.
    Hanno deciso, d’ufficio e senza mai aver aperto un Corano, che esiste un islam ‘buono’ e uno ‘cattivo’ (come il colesterolo), sulla base di cosa poi non si sa, e stanno permettendo il dilagare dell’islam nel paese che dovrebbero invece tutelare.
    Sono più impegnati a denigrare la Lega che a difendere il popolo italiano (ed europeo).
    Quando i musulmani saranno maggioranza, diventeremo come qualsiasi altro paese arabo.

    RispondiElimina
  68. http://www.tempi.it/aveva-scommesso-tutto-su-multiculturalismo-e-laicismo-ora-scopre-di-allevare-jihadisti-il-caso-belgio





    Il problema, per i vari terzomondisti e buonisti occidentali, è che questi fatti mostrano come l’integrazione non abbia fallito, bensì come si sia realizzata completamente: i terroristi, infatti, non sono magrebini appena immigrati, bensì cittadini belgi, francesi, inglesi di seconda-terza generazione. Questi individui non sono diventati belgi, francesi, inglesi, bensì continuano ad essere arabi del Belgio, arabi della Francia, arabi dell’Inghilterra e così via; l’integrazione ha trionfato nel senso che non solo non volevano diventare membri del loro Paese di appartenenza, ma volevano mutarlo in una versione occidentale dei loro Paesi di provenienza: prova ne sono i tribunali islamici in Belgio ed in Inghilterra, dove viene sistematicamente applicata la shari'a, talvolta senza che il potere giudiziario dello Stato in questione ne venga a sapere niente. Hanno usato le risorse dei Paesi in cui sono arrivati per ottenere l’agognato welfare, le tecnologie che da soli non avrebbero mai potuto sviluppare, un’istruzione ed un’alfabetizzazione superiori, ma questo non li ha resi cittadini di quei Paesi, né ha sviluppato nei loro figli e nipoti sentimenti di gratitudine o anche solo di apprezzamento: il desiderio di trascinare anche quegli Stati nel loro sogno arabo, di vedere gli infedeli morti o sottomessi alla sharia o al più convertiti, i Paesi che gli hanno ospitati e di cui hanno sfruttato buonismo, sottomissione e timore nei loro confronti (in nome del politicamente corretto, ovviamente) divenire Dar al-Islam sono cose che li hanno spinti più di quanto possiamo immaginare. Costoro hanno già vinto: hanno vinto perché nessuno ha la forza di opporsi, di prendere atto della realtà; se vinceranno con le armi ed il terrore o con la mera forza del numero è irrilevante, il punto è che nessuno, ha voglia di prendersi una pallottola in nome di niente o nessun altro, di contrastarli pena il sentirsi dare dello “xenofobo” e dell’ “islamofobo”.

    RispondiElimina
  69. http://www.tempi.it/aveva-scommesso-tutto-su-multiculturalismo-e-laicismo-ora-scopre-di-allevare-jihadisti-il-caso-belgio




     
    È ora di dire le cose come stanno: ogni nazione ha diritto di preservare la propria identità e cultura. Giustamente l’Unione Europa ha riconosciuto le lingue di tutti i suoi membri e ha sostenuto la protezione delle minoranze nazionali e regionali. Ma ciò non deve valere per le culture “allogene” siano esse africane, medio-orientali, indiane o cinesi. Altrimenti si assiste come oggi a un’integrazione alla rovescia: etnie che abitano da millenni un certo territorio adattano i propri usi e costumi, abbandonano la propria lingua, traduzione e identità religiosa per venire incontro ai capricci di minoranze appena giunte con intenti spesso di mero sfruttamento economico!
    La prima crisi degli europei è demografica: se non ci sono abbastanza discendenti per sostituire i progenitori la nazione si estingue. Per assicurare un futuro alla propria nazione si deve agire su tre livelli:
    -va sostenuta la natalità di chi membri della nazione è già (cioè i cittadini)
    -vanno integrati nella nazione gli immigrati concedendo la cittadinanza solo a chi si è assimilato nel popolo “ospite” e cacciare chi non intende farlo
    -l’immigrazione va orientata secondo le necessità del mercato del lavoro del paese non secondo criteri ideologici. Bisogna smettere con il pietismo e riconoscere che ogni popolo è responsabile del proprio successo come dei propri fallimenti.
    Ogni nazione ha diritto di perpetrare la propria esistenza come è stato giustamente riconosciuto per i popoli indigeni del terzo mondo così deve essere per i popoli maggiori come i francesi, italiani, inglesi ecc…Agli europei l’Europa stava stretta: volevano il mondo ora devono tornare alle radici.

    RispondiElimina
  70. Siamo in tanti in Europa a pensarlo. Obama può dire quello che vuole: la strage di Boston e Fort Hood smentiscono la sua propaganda! L’America non ha niente da insegnarci anzi il pensiero di molti europei è che se gentilmente si togliesse di mezzo sarebbe meglio! La maggior parte dei casini in Medio Oriente sono colpa degli Usa: a partire dall’aver sostenuto i mujaheddin nel primo atto del jihad di terza generazione: la guerra contro gli atei comunisti in Afghanistan. Poi Washington ha sostenuto i mujaheddin dei Balcani spostandoli in Bosnia e Kosovo (non so se addirittura in Cecenia). Quindi ha distrutto l’Iraq e ha appoggiato i francesi nella follia della guerra in Libia. Ma il peggio di se lo sta dando in Siria dove appoggia il sedicente libero esercito siriano avvantaggiando in realtà lo Stato Islamico!
    Aggiungerei pure le collusioni con la fratellanza islamica in Egitto e Erdogan in Turchia.
    Le conseguenze di queste pseudo-strategie americane che paghiamo noi europei inondati di milioni di profughi dal Vicino Oriente. Se solo avessimo il coraggio di dire NO a Obama, che non ci deve insegnare niente e anzi ci prendessimo le nostre responsabilità nella difesa militare al posto di lasciarci occupare dalla NATO sarebbe meglio per tutti!

    RispondiElimina
  71. Obama ha detto che negli USA i musulmani si sentono prima americani e poi musulmani e che in Europa abbiamo gli attentati perché “Non li Facciamo Integrare”. Ora due considerazioni , la prima è che trovo facile parlare con “un Oceano in Mezzo Non Attraversabile con Bagnarole” la seconda è che Voi USA, con Arabia Saudita ed Israele dietro a muovervi il braccio destro e sinistro, avete destabilizzato Stati e tolto di mezzo dittatori che non rispondevano più ai vostri interessi ed ora Noi Italiani ci “ciucciamo orde di migranti, facile preda di jihadisti ” , che oltretutto manteniamo attraverso Onlus. Purtroppo e dico purtroppo , mi rendo conto che con i musulmani non è possibile un dialogo “Aperto e Sincero” , anche i più moderati ammettono tranquillamente che “dove sono Minoranza lo scopo è avere Moschee, ma dove sono In Maggioranza sulla Popolazione Lo Scopo E’ Avere La Sharia Ovvero, La Legge Coranica LEGGE di STATO” . Inoltre, pur non trovando per niente simpatica la Santanche’, devo ammettere che quanto dalla stessa affermato non è così infondato e che trovo tante donne musulmane molto più maleducate e così uomini visto che i giudizi escono dalle loro bocche prima del dialogo con la stessa Santanche’. I musulmani invitano alla dissimulazione e alla bugia se sono in svantaggio e poi se in maggioranza Pretendono la Sharia, vedi Regno Unito, dove ci sono Sure che invitano ad Uccidere anzi Dicono Che Per un Musulmano È Legge Uccidere Atei, Cristiani ed Ebrei . Loro rispondono dicendo che “Ci Sono Altre Sure Che Annullano Quelle Dove Si Invita Ad Uccidere”. Tuttavia uno “Non le Citano Le Sure Abrogative dell’ Ordine di Uccidere” due “Ci sono Integralisti Che Negano le Sure Abrogative” . Per cui la domanda è ” Dobbiamo Rinunciare A Soccorrerli in Mare per Evitare Che un Domani, neanche tanto remoto, Possano Applicare La Sharia Grazie all’Utero delle Loro Donne e Uccidere Tutti i Non Musulmani” ? In Arabia Saudita hanno la Sharia, nel resto dei paesi musulmani avanza l’IS o Isis , l’IRAN ha già dato il peggio di se dai tempi di Komeini, e PURTROPPO NON TROVO ESEMPI DI ISLAM AL GOVERNO DOVE REGNI DEMOCRAZIA Ed UGUAGLIANZA. Cari politici ci farete “Turare il Naso” e Votare Le Pen in Francia, Salvini in Italia , Pegida in Germania ecc. ??? Non perché disprezzi Salvini persona, bensì perché non condivido tante parole ed idee della Lega, ma forse lo voterò in caso di elezioni, perché NON VOGLIO LA SHARIA.

    RispondiElimina
  72. La società che i belgi hanno costruito si è rivelata terreno fertile per terrorismo ed estremismo di matrice islamica. E Bruxelles, che nel 2003 ha dovuto processare il terrorista Tarek Maaroufi per falso e «reclutamento per un esercito straniero» perché non aveva nell’ordinamento una legge antiterrorismo, si è ritrovata nel 2014 ad aprire il primo grande processo ai militanti dello Stato islamico con passaporto europeo. Gli imputati sono soprattutto ex ragazzi di strada, abitanti del ghetto islamico di Anversa, reclutati dai salafiti di “Sharia4Belgium”, un gruppo estremista fondato nel 2010, ufficialmente sciolto nel 2012 ma che ancora agisce sul territorio.

    RispondiElimina
  73. LA COSA GRAVE È CHE I MILITARI ITALIANI SONO SNOBBATI DAL PRESIDENTE GHANI CHE DA BUON ISLAMICO SI ATTIENE AL CORANO E ALLE USANZE TRIBALI AFGHANE.


    http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/18/il-presidente-ghani-rimuove-maria-bashir-e-giallo-in-afghanistan/1083999/

    RispondiElimina
  74. GLI ELETTORI DEL PD NON VOGLIONO PARLARE DI MUSSULMANI CHE COMPIONO ATTENTATI PER NON DICHIARARE CHE SBAGLIANO.
    COMPLICI MORALI LI DEFINISCO.
    ANZI CONTINUANO A DIRE ACCOGLIENZA E TOLLERANZA.
    DOVREBBERO SCOMPARIRE DAL PARLAMENTO COME I RADICALI DC LIBERALI PSIUP E ALTRI IL PARTITO SEL E PD.
    QUESTI HANNO ROVINATO E CONTINUANO A ROVINARE L'ITALIA E I SINISTRI L'EUROPA ORMAI INGINOCCHIATA A SUPPLICANTE .

    ELETTORI PD APRITE GLI OCCHI E NON ALTRA PARTE DEL CORPO

    RispondiElimina