giovedì 4 dicembre 2014

Mafia Capitale, CasaPound: allarmante continuità criminale fra amministrazioni di destra e sinistra

Mafia Capitale, CasaPound: allarmante continuità criminale fra amministrazioni di destra e sinistra
Roma, 4 dicembre - “Le recenti inchieste giudiziarie, fermo restando il doveroso garantismo sulle responsabilità dei singoli, delineano un quadro degli intrecci affaristici nella capitale che va esattamente nella direzione di quanto noi abbiamo da sempre evidenziato: l'assoluta continuità di fatto fra le amministrazioni di destra e di sinistra, il ramificato e trasversale sistema di potere che specula sull'immigrazione e che si snoda fra cooperative rosse e sigle 'solidali', un'assenza totale di direzione politica all'altezza della città, delle sue complessità e della sua storia”. Così, in una nota, CasaPound Italia commenta l'inchiesta della procura di Roma sulla cosiddetta “Mafia Capitale”. “Ci fa piacere rilevare – spiega ancora Cpi – la totale estraneità del nostro movimento all'inchiesta, laddove praticamente ogni inchiesta giornalistica sulla malavita romana ha largheggiato in riferimenti a CasaPound totalmente campati in aria, dipingendo il nostro movimento con tonalità sordide e relegandolo sistematicamente in un sottobosco criminale che invece scopriamo essere abitato da ben altre e più illustri forze politiche. E' bene inoltre ricordare che, pur non avendo avuto inizialmente intenzione di candidarci per le ultime comunali di Roma, siamo alla fine stati costretti a farlo proprio per marcare la differenza fra noi e la destra romana rappresentata da Alemanno, a cui continueremo a non dare tregua dal punto di vista politico, lasciando gli aspetti giudiziari alle autorità competenti. Allo stesso modo – conclude Cpi – sono da respingere le analisi che, partendo da circoscritti fatti di cronaca, tendono a fare un processo culturale a tutta un'area politica e metapolitica che ha molto da insegnare in termini di onestà e approccio etico alla politica, laddove la cappa di affarismo che soffoca la capitale è invece assolutamente trasversale alle ideologie e alle appartenenze”.