venerdì 19 dicembre 2014

25 commenti:

  1. Là dove serve una mano moralizzatrice ecco una nuova sede di CasaPound.
    C'è bisogno di un soffio di GHIBLI che spazzi via ogni segno del Male nella comunità.
    Buon lavoro com'è ovvio.

    RispondiElimina
  2. Siete gli unici che non vi arrendete.
    I veri uomini sono fatti così.

    RispondiElimina
  3. Sono sicuro che quello che fate voi è sempre ben fatto

    RispondiElimina
  4. "Fattoquotidiano" e "Repubblica - Espresso" sono note mediaticamente per essere state sempre in possesso di notizie giudiziarie di prima mano all'epoca in cui Boccassini e co. indagavano senza pietà solo contro un Italiano a nome Silvio Berlusconi.
    Solo notizie di parte comunque e ricordo bene
    Che altro dire? ???

    RispondiElimina
  5. Viva la Destra Identitaria
    Combattiamo la globalizzazione.
    Buon lavoro a Via Selvatico 44 in Pordenone.

    RispondiElimina
  6. http://messaggeroveneto.gelocal.it/pordenone/cronaca/2014/12/20/news/casapound-inaugura-la-sede-di-pordenone-ed-e-subito-polemica-1.10533039


    Sono rammaricato che i dirigenti di Casapound non abbiano chiesto a Michele NEGRO Rifondarolo stalinista amico delle coop mafiose di Buzzi
    Pordenone è di proprietà degli ANTIFASSISTI GAYPRODI e pertanto invito gli amici di pordenone di non fare incazzare Micheluccio il quale dimentica che nel 2008 alle politiche gli italiani hanno cacciato via dal parlamento i comunistelli scassa palle come loro.
    Avranno filo da torcere i ""NEGRO"" a Pordenone.

    RispondiElimina
  7. Bravi ragazzi
    Sono con voi

    RispondiElimina
  8. Il ghibli è un vento scirocco che spazzera' via da Pordenone il lerciume Rifondarolo.
    Buon lavoro e vi sostengo.

    RispondiElimina
  9. GHIBLI SELVATICO CHE DOVRA' RIPORTARE L'ITALIA AI FASTI DEL PASSATO 1922 -1937.
    NESSUNA NOSTALGIA MA LA RIPRESA DI UN DISCORSO PATRIOTTICO INTERROTTO.
    SIAMO NEL 2015 ORMAI E QUINDI L'IMPORTANTE È RIEDUCARE I GIOVANI AL PATRIOTTISMO IDENTITARIO.
    IL RESTO VERRA' DI CONSEGUENZA.

    RispondiElimina
  10. http://messaggeroveneto.gelocal.it/pordenone/cronaca/2014/12/20/news/casapound-inaugura-la-sede-di-pordenone-ed-e-subito-polemica-1.10533039


    CasaPound inaugura la sede di Pordenone.
    Oggi il movimento di estrema destra apre in città.

    20 dicembre 2014

    PORDENONE.
    CasaPound sbarca in città con l’inaugurazione ufficiale della sede pordenonese del gruppo – il “Ghibli” –

    Nuova sede. Questo pomeriggio alle 16, in via Selvatico, il responsabile regionale del movimento di estrema destra Nicola Di Bortolo terrà a battesimo la struttura cittadina di CasaPound dalla quale cercare di sviluppare iniziative e progetti in tutta la provincia. Che per stessa ammissione del leader in Friuli Venezia Giulia si rifà, in pieno, ai concetti del fascismo sociale.«Quello delle origini – precisa Di Bortolo – capace di lavorare sui sentimenti di solidarietà vera e di identità del popolo italiano. Non la deriva del fascismo degli anni ’30 che ha portato alle leggi razziali, all’accordo con la Germania nazista e al conflitto». Di Bortolo parla della necessità di «arginare il fenomeno migratorio, aiutando le persone a casa loro», ma non vuole essere tacciato di razzismo.«É semplice buonsenso – spiega – perchè se non c’è lavoro per noi italiani, non vedo come lo Stato possa pensare di prendersi cura di decine di migliaia di disperati». Perchè per lui «l’allarme sociale è già alto» come dimostrano «le centinaia di furti e il dialagare delle baby gang in città» e l’immigrazione se non controllata «non fa altro che alimentare la criminalità nel nostro Paese».Buonsenso – e non razzismo – per Di Bortolo è anche pensare di «dare la precedenza nell’assegnazione dei lavori socialmente utili agli italiani che pagano le tasse da generazioni», mentre per quanto riguarda il rapporto con la Lega Nord questo nasce semplicemente «per unione di intenti e di obiettivi», ma senza .

    RispondiElimina
  11. http://messaggeroveneto.gelocal.it/pordenone/cronaca/2014/12/21/news/casapound-sfida-la-politica-cittadina-e-recluta-giovani-1.10539358

    Ottima iniziativa italiana identitaria. ..

    RispondiElimina
  12. http://messaggeroveneto.gelocal.it/pordenone/cronaca/2014/12/21/news/casapound-sfida-la-politica-cittadina-e-recluta-giovani-1.10539358

    CasaPound sfida la politica cittadina e recluta giovani

    Aperta la sede di via Selvatico: ospita anche il doposcuola.

    21 dicembre 2014

    PORDENONE. I tesserati sono una sessantina e nell’ambiente studentesco il movimento sta crescendo «tanto che siamo arrivati ad avere un rappresentante all’istituto d’arte di Cordenons, cosa abbastanza difficile per chi la pensa come noi». Ma le scuole non sono l’unico ambito in cui la destra di CasaPound vuole dire la sua a Pordenone . La politica attiva dei ragazzi, che ieri hanno inaugurato la sede di via Selvatico – attorno un cordone discreto di forze dell’ordine, mentre i cosiddetti antagonisti non si sono visti – guarda dritto alle scelte dell’amministrazione Pedrotti in città.

    «Perché se la gente dorme in macchina al Bronx, nel 2014, c’è qualcosa che non va. Se in un momento in cui aumentano i furti si taglia sull’illuminazione pubblica, qualche perplessità ce l’abbiamo. Ora attendiamo di capire come vogliano cambiare la mobilità». La sede – ironia della sorte vicino a un negozio africano – si propone come doposcuola autogestito dal gruppo di “Blocco studentesco” e anche come «circolo sportivo, di scacchi per la previsione – prosegue il referente locale – perché in una fase in cui il pensiero viene lobotomizzato è tempo di ricominciare a usare la testa».Ieri all’inaugurazione della sede non solo i giovani. Non mancava qualche esponente storico della destra – come Giampaolo Speranza –, i consiglieri comunali di Pordenone, Francesco Ribetti e Azzano Decimo, Massimo Piccini, ma anche qualche referente del 9 dicembre libero.
    La sede – formata da due stanze – è la prima in provincia di Pordenone e fa riferimento anche per la provincia di Treviso. «Ringrazio tutti perché il movimento è cresciuto nonostante i pregiudizi nei nostri confronti – ha detto Di Bortolo durante l’inaugurazione –. Non piacciamo ad alcuni, come emerso in questi giorni sulla stampa, perché noi siamo liberi, non abbiamo padroni. Stiamo facendo la cosa giusta, siamo lenti ma inesorabili e ci riprenderemo tutto».

    Ma l’insediamento di CasaPound in città fa paura all’Anpi...........

    RispondiElimina
  13. L'ennesima Casa degli Italiani identitaria che apre in Patria.
    È dura respingere attacchi terroristici e mediatici che hanno lo scopo esclusivo di impaurire gli elettori del pericolo inesistente di una deriva totalitaria . La gente ha bisogno di riappropriarsi dei propri territori nativi che sono sempre più invasi da zingari e clandestini spacciatori .
    La gente chiede sicurezza e certezza del diritto principalmente a carico di chi viene da fuori .
    La gente pretende di vivere in uno Stato Sovrano in cui comandino gli Italiani e gli stranieri si adeguino alle nostre leggi altrimenti fora de ball.
    La gente vuole che vengano chiuse le coop mafiose.
    La gente chiede che i concetti naturali su famiglia e nozze ed educazione e matrimoni siano quelli tramandatici dai Nostri Padri.
    La gente vuole poter lasciare aperte le porte di
    casa senza paura di furti.
    La gente non vuole più tra le palle islamici terroristi che pretendano di comandare a casa nostra.
    La gente chiede la pena di morte per i reati gravissimi contro la persona e le istituzioni democratiche .
    La gente non vuole più tra i piedi fancazzisti parassiti nei covi asociali che si 'accannano' e campano a sbafo.
    La gente non vuole politici traditori.
    La gente non vuole dei magistrati che non applicano il codice penale coi delinquenti stranieri.
    La gente si aspetta che l'italia diventi una Repubblica Presidenziale Nazionalista Identitaria gelosa custode della sua storia.
    La gente chiede a gran voce a Casapound che abbia la giusta rappresentanza in Parlamento.

    RispondiElimina
  14. Avamposto patriottico glorioso

    RispondiElimina
  15. Ciao ragazzi auguri di buone feste

    RispondiElimina
  16. Gesù Cristo vi assista nella vostra opera meritoria.
    Buone feste 2014

    RispondiElimina
  17. http://messaggeroveneto.gelocal.it/pordenone/cronaca/2014/12/24/news/casapound-non-rispetta-la-costituzione-1.10560097



    HO SEMPRE PENSATO E SOSTENUTO CHE M5S FOSSE UNA COSTOLA DI PD+SEL.
    A LORO NON PREOCCUPANO:

    1) TERRORISTI NOTAV;
    2) SOVVERSIVI DEI CENTRIASOCIALI;
    3) TERRORISTI ISLAMICI IN ITALIA;
    4) UN GOVERNO UCCIDITALIA;
    5) DEGRADO SOCIOPOLITICO;
    6) ZINGARI PARASSITI E CRIMINALI;
    7) CLANDESTINI SCHIAVIZZATI IN ITALIA;
    8) COOP ROSSE CORROTTE E MAFIOSE;
    9) AZIONI SOVVERSIVI DI SINISTRA;
    10) LOBBY GAY PERVERSE CONTRO=
    NATURA;
    11) PERDITA SOVRANITA' DELL'ITALIA;
    12) M5S TUTTI VOLTAGABBANA

    RispondiElimina
  18. M5S CERCA POLTRONE DA 1^REPUBBLICA.


    http://messaggeroveneto.gelocal.it/pordenone/cronaca/2014/12/24/news/casapound-non-rispetta-la-costituzione-1.10560097


    MOVIMENTO 5 STELLE:
    «CasaPound non rispetta la Costituzione»

    L’apertura della sede pordenonese di CasaPound continua a far discutere gli schieramenti politici in città e, sull’argomento, ieri è intervenuto anche il Movimento 5 Stelle.

    24 dicembre 2014


    L’apertura della sede pordenonese di CasaPound continua a far discutere gli schieramenti politici in città e, sull’argomento, ieri è intervenuto anche il Movimento 5 Stelle, per bocca di Antonio Paternicò. «Gli attivisti del Movimento 5 Stelle del meet–up Naonis – ha detto – osservano che CasaPound è un movimento politico come tanti altri e può aprire le sue sedi dove meglio crede. Noi siamo per la totale libertà degli individui di autodeterminarsi secondo i dettami dell’articolo 49 della Costituzione. Nello stesso tempo, però, apparteniamo a un movimento pacifico e democratico e, di conseguenza, siamo contro il fascismo, sia quello “presunto buono” della prima ora (che ammazzava Matteotti, incarcerava Gramsci ed esiliava Nenni) che quello certamente criminale e irresponsabile di tutto il ventennio».
    Una premessa che serve, ai grillini, per completare l’affondo. «Nel rispetto assoluto della Costituzione – ha proseguito Paternicò –, la quale vieta esplicitamente la ricostituzione del partito fascista e dispone la condanna dell’apologia del fascismo, siamo fermamente contrari all’apertura di una sede che accolga, sotto qualsiasi simbolo, un gruppo di persone che apertamente dichiara di ispirarsi alle gesta del disciolto partito fascista. Chiediamo, quindi, che le autorità vigilino sulle iniziative messe in atto e pongano in essere tutte le azioni volte a ripristinare la legalità eventualmente violata. Desideriamo infine biasimare ogni iniziativa tesa a diffondere un allarmismo sociale in modo dilatato rispetto alla realtà oggettiva. Problemi ce ne sono tanti, sia di carattere economico che civico, ma non è fomentando l’odio o alzando futili barriere quali il razzismo, l’omofobia e l’avversione indistinta verso gli extracomunitari che si risolvono i problemi né di Pordenone né del nostro Paese».

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PATERNICÒ SI LEGGESSE QUESTO:

      http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/25/viaggio-nel-movimento-cinque-stelle/1078153/

      Elimina
    2. pentastellati come polizia religiosa saudita...!!!!.....prrrr

      Elimina
  19. Io al PATERNICÒ DIREI :

    TE C'HANNO MAI MANNATO A QUER PAESE.

    RispondiElimina
  20. http://www.pordenoneoggi.it/notizie/casapound-aperta-la-sede-citt%C3%A0-%E2%80%9Cnon-siamo-violenti-estremisti%E2%80%9D-0016327

    CasaPound, aperta la sede in città. “Non siamo violenti estremisti”

     
    PORDENONE - CasaPound chiama e i giovani, anzi giovanissimi, rispondono. Si, perché erano circa un centinaio, la gran parte studenti, a inaugurare, sabato 20 dicembre, la nuova sede pordenonese del movimento decisamente “a destra”. Un pomeriggio filato via liscio, senza contestazioni da parte degli antagonisti che, in altre città, si sono quasi sempre mobilitati per contrastare CasaPound. “Oggi siamo in tanti – ha commentato Nicola Di Bortolo, responsabile regionale del movimento  – e questa è la prova schiacciante che la gente comincia ad avvicinarsi senza pregiudizi e non vede più in noi dei violenti estremisti, perché non lo siamo”. Ma chi pagherà l’affitto della nuova sede, tecnicamente un circolo di scacchi, due stanze con bar annesso in via Selvatico 44? “Tutto autofinanziato con le quote dei militanti che lavorano”, risponde Di Bortolo, il quale ha ringraziato “chi ci ha sostenuto nonostante i pregiudizi che ci circondano. Non piacciamo perché non abbiamo padroni, siamo liberi”. Non solo. “Siamo lenti ma inesorabili – ha aggiunto - e ci riprenderemo tutto”.
    Ma chi pensa che CasaPound sia un gruppo extraparlamentare si sbaglia. L’obiettivo, come è successo altrove, sono le istituzioni dentro le quali CasaPound vuole portare i suoi cavalli di battaglia, dalla lotta all’immigrazione al “mutuo sociale” fino al sostegno alla maternità.Tanto che Di Bortolo non esclude la partecipazione di una lista targata CasaPound con un proprio candidato sindaco per la corsa alle comunali pordenonesi del 2016. Tra i punti in agenda “la situazione sociale critica, la viabilità e l’Illuminazione”.
    Nel frattempo continua il proselitismo nelle scuole, sotto la guida di Nicola Riccitelli - responsabile del "Blocco studentesco" , 19enne sacilese con un’enorme cresta “punk” in testa - secondo il quale "oggi le scuole sono amministrate come aziende e invece dovrebbero basarsi sulla formazione e sull’istruzione, non sul guadagno. I finanziamenti alle private? Siamo contrari, il nostro modello è il sostegno alla scuola pubblica.

     

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon lavoro a Nicola Di Bortolo patriota sensibile alle tematiche italiane messe in scacco da politicanti corrotti del Pd+SEL+M5S+Ncd con appoggio esterno di Forza Italia che 20 anni fa era decollato con intenti RIVOLUZUONARI ma che ora ha un leader che fa accordi romantici con Luxuria........peggio di così...!!!!!!!!!!!

      Nella Destra presunta tale s'è toccato il ridicolo con questi traditori superstiti che per sbarcare il lunario si sono appecorinati ai filo islamici terroristi e pederasti vari e magari voteranno un presidente politicamente peggiore di Scalfaro e
      Napolitano...........che schifo..!!!!!!!!

      Bisogna combattere e resistere alla cattiva politica attuale che flirta con la mafia...

      Elimina