martedì 23 dicembre 2014

Genova, alluvioni: la protesta di CasaPound in piazza De Ferrari “Un’altra alluvione in regalo dal Comune? No, grazie!”

Genova, alluvioni: la protesta di CasaPound in piazza De Ferrari “Un’altra alluvione in regalo dal Comune? No, grazie!”

I regali natalizi del Comune ai genovesi? Pale, scope, cerate e stivali, secondo i militanti di Casapound Liguria, che hanno fatto rinvenire ai concittadini proprio gli oggetti in questione, sotto l’albero di Natale di piazza De Ferrari.
Un’ azione simbolica per denunciare– come si legge in un volantino e in un comunicato –i ritardi dei lavori per la messa in sicurezza di fiumi e torrenti, la pessima amministrazione dell’emergenza e la colpevole mala gestione dei fondi da parte della Regione negli scorsi anni.
“ Senza prevenzione, prepariamoci ad un’altra alluvione. I genovesi vogliono vivere nella loro città in tranquillità e sicurezza non avere in “dono” inondazioni e lutti “ recita un volantino distribuito dai militanti di Casapound.
“ Le responsabilità allo stato attuale non se le prende nessuno, gli amministratori locali di Comune e Regione hanno latitato, abbandonando la cittadinanza al prossimo possibile disastro. Ad oggi – prosegue la nota - non sono stati nemmeno iniziati i lavori di prevenzione e per di più anche il Governo, ulteriore beffa, non ha rispettato la deroga al pagamento delle tasse agli alluvionati. La situazione è gravissima e non si può più vivere in balia di queste amministrazioni, palesemente inadeguate, e cittadini e negozianti ne sono drammaticamente consapevoli”
Del resto, il volantino che ha accompagnato la protesta si conclude senza appello: “ Alcuni liguri non si arrendono“.




14 commenti:

  1. Siete UNICI. ..


    B R A V I

    RispondiElimina
  2. Non arrendersi e cacciare via dalla vita civile tutti i piddini corrotti indagati dalla magistratura...
    Complimenti a casapound per questa iniziativa.

    RispondiElimina
  3. E dire che dopo l'alluvione 2011 per il quale è eternamente indagata il sindaco VINCENZI del Pd era auspicabile che la maggioranza dei genovesi cambiasse polo politico in cerca di buona amministrazione tipo quelle della Lega anche con appoggio Casapound.
    Invece hanno scelto un guitto riccone Doria che si è presentato con Sel e quindi estrema sinistra....dalla padella alla brace.
    Errare è umano ma perseverare è diabolico in quanto il nuovo sindaciuccio genovese non ha ritenuto DOVEROSO rassegnare le dimissioni in quanto a suo dire le colpe vanno addebitare al Padreterno che ha fatto alluvionale la città.
    Ho ascoltato in TV timide proteste dei genovesi che evidentemente in gran parte razzolano nel torbido con questa giunta e non vogliono perdere posizioni di vantaggio economico e di potere consolidato negli anni.
    Per un nonnulla in passato ministri della repubblica si sono dimessi.
    Assistiamo ad un serrare i ranghi da parte di tutta la sinistra dai 7 Colli romani in giù e sarà impresa ardua estirpare questa gramigna politico - mafioso -affaristica che gode di complicità anche in UE.
    Mi complimento con Casapound che nella nota ha puntualmente evidenziato le criticità della situazione ambientale e anche fiscale susseguenti ai danni alluvionali.

    RispondiElimina
  4. Per favore, leggete e diffondete questo articolo possibilmente:

    http://www.informarexresistere.fr/2014/12/23/complotto-per-sovvertire-lordine-democratico-il-prologo-della-nuova-strategia-della-tensione/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto. ....interessante. ..
      Passaparola

      Elimina
  5. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/23/tasse-agli-alluvionati-e-soldi-ai-forestali/1078057/


    UN GOVERNO CON CONNOTAZIONE ""PARASSITI DA PROTEGGERE" NON POTEVA NON PENSARE AL CLIENTELISMO CONSOCIATIVO.
    FORESTALI CALABRESI IN PAZZESCO ESUBERO CHE VENGONO PAGATI PER NON FARE NULLA E MAGARI LASCIARLI BRUCIARE DOLOSAMENTE I BOSCHI PER ATTIVARE LA MACCHINA DELLA PROTEZIONE CIVILE E RIMBOSCHIMENTO GESTITI COI SOLITI METODI MAFIOSI TANTO NOTI ALLE COOP ROSSE.

    QUALCUNO PARLEREBBE DI ""VOTO DI SCAMBIO"" ED INFATTI QUALCUNO NEL PD HA PENSATO BENE ALLE ULTIME POLITICHE NAZIONALI DI PRESENTARSI IN UNA LISTA ELETTORALE CALABRESE PUR VIVENDO IN ALTRA REGIONE ITALIANA E ANCHE LONTANA.
    NEL 1994 CREDEVAMO CHE I COMUNISTI TRAFFICHINI SAREBBERO STATI SPAZZATI VIA MA AVEVAMO SOTTOVALUTATO IL POTERE PERSUASIVO DELLA MAFIA POLITICA.

    RispondiElimina
  6. Libri importanti:
    http://www.lulu.com/spotlight/mda1

    RispondiElimina
  7. Ho visto in TV una buona quantità di genovesi contestare Doria il quale ha risposto come la Vincenzi e Burlando. ....ME NE FREGO..!!!!!

    RispondiElimina
  8. Ok al vostro impegno sociale.
    Bravi

    RispondiElimina
  9. Domani ricorre la nascita di GESÙ NOSTRO SIGNORE FIGLIO DI DIO.
    NON LO DIMENTICHIAMO.

    La religione cristiana è la rivelazione che IDDIO c'è e si prepara a mandare in giro per il mondo suo Figlio per diffondere la sua che è la Novella di Pace e di Amore e di rispetto senza nessun atteggiamento di intolleranza per chi non crede.

    Roma è la Sede della Religione Cattolica Universale ed il Papa e' il successore di
    Pietro.
    Ricordiamolo con profondità di Intenti e di vigilanza contro il demonio angelo ribelle che ha voluto sfidare DIO ed è stato scacciato dal Paradiso e si insinua nei cuori deboli per incitare a fare del male.
    Il nostro Gesù non ci incita alla violenza IN SUO NOME e dobbiamo impedire a Casa Nostra e nel Mondo che alcuno lo faccia a causa del suo credo.
    Vigiliamo come si deve.
    Ne va della nostra sopravvivenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo non tutto quello che fa e che dice questo Papa risponde al bene della Chiesa che va difesa come Istituzione e non massacrata come sta facendo Bergoglio anche se riceve gli applausi dei No Global atei e sfascia famiglia e filo zingari.

      Elimina
  10. Fate cagnara che prima o poi questi genovesi rincoglioniti capiranno che sono stati sfruttati di politicanti mafiosi e venduti allo straniero.

    RispondiElimina
  11. Con questa amministrazione di svenduti al peggio delle organizzazioni mafiose i genovesi saranno sempre disastrati

    Sì decidano ad ascoltare i consigli di Casapound.....per il bene di tutti altrimenti i Buzzi si moltiplicheranno di nuovo.

    RispondiElimina