giovedì 11 dicembre 2014

Cagliari, CasaPound aiuta famiglie italiane in difficoltà economica

Cagliari, 10 dicembre  – Si chiama “Inverno Caldo”  il progetto che ha visto i militanti di CasaPound raccogliere indumenti e alimenti destinati alle famiglie sarde maggiormente colpite dalla crisi economica.
“Secondo lo studio della fondazione Zancan di Padova, pubblicato il mese scorso, la percentuale dellapopolazione isolana che patisce difficoltà economiche supera il 38%, aumentando di ben 7 punti rispetto al 2013″ – dichiara Andrea Farris, responsabile di CasaPound Sardegna – “Un dato allarmante che ci ha spinto ad intensificare gli aiuti nei confronti delle fasce più deboli, affiancando il progetto ‘Inverno Caldo’ al banco alimentare, attivo sia a Sassari che a Cagliari dall’ anno scorso”.
“Abbiamo consegnato i primi aiuti a una decina di  nuclei familiari in grave stato di emergenza e altrettanti  ne sosterremo questa settimana.” – sottolinea – “Parliamo di Italiani che stentano ad arrivare alla fine del mese, per i quali le istituzioni si fanno vive solo con le cartelle esattoriali e ingiunzioni di pagamento”.
In riferimento all’ inchiesta Mafia-Capitale precisa: “La nostra attività di volontariato è trasparente, non percepisce alcun finanziamento pubblico e dimostra che un atto di solidarietà diretta e concreta, da cittadino a cittadino, non ha bisogno di passare per le blasonate ONLUS e COOP che lucrano sul miserabile business dell’ accoglienza e dell’ assistenzialismo”.
ok1
ok-2ok-3

6 commenti:

  1. Se quelle centrali del malaffare che sono le coop rosse della galassia Eriches 29 di Buzzi sono state riconosciute come ONLUS potendo attingere al totxmille indegnamente,rivendico il diritto di Casapound di avere finanziamenti alla luce del sole per finalità pubbliche vere e riscontrabili sempre e comunque e dovunque.
    L'impegno costante e lodevole dei militanti è IMPAGABILE e Casapound potrebbe certamente ricevere tanti riconoscimenti quale organizzazione di ausiliari di Protezione Civile in caso di pubbliche calamità e di sostegno ai bisogni molteplici della collettività come INVERNO CALDO IN SARDEGNA.
    Merito e plauso a CPI Sardegna ed al responsabile regionale Andrea FARRIS che tanta competenza e sensibilità d'animo dimostra aiutando decine di famiglie bisognose.

    RispondiElimina
  2. Ad evitare che dei furbetti alla napoletana tipo finti - invalidi mi raccomando fate i dovuti accertamenti.
    Se fossi io aiuterei solo famiglie che possono dimostrare la propria italianità da 3000 anni.
    Mi sono rotto le balle nel vedere delle coop rosse e bianche tradire i bisogni di milioni di famiglie italiane bisognose che si vedono precedute nella fruizione di servizi essenziali.
    Quei furboni fanno finta di assistere zingari e clandestini ed invece si pappano gli sghei che poi portano in Svizzera tramite lo ''SPALLONE che è inquisito nella inchiesta Mafia romana.

    RispondiElimina
  3. In gamba camerati.
    Eja

    RispondiElimina
  4. Andrea Farris scrive cose sensate e da competente in materia però non dimentichiamo che in Sardegna per molti anni è sopravvissuto una specie di diffidenza e di ripulsa nei confronti del continente . Adesso che l'isola decide di riavvicinarsi al resto dell'Italia lo fa nel modo peggiore con cittadini che votano in tantissimi una sinistra mafiosa e sfascItalia e così si ritrovano a patirne le conseguenze.
    La Sardegna aveva la possibilità di diventare una Isola privilegiata e immune al malcostume politico del PCI - PD ed invece ci ritroviamo qui a celebrare la disfatta del regime sociale assistenziale che è durato per troppo tempo e adesso sono guai.
    Così come la Sicilia coi siciliani che preferiscono la Mafia politica e spietata piuttosto che la legalità,allo stesso modo i sardi della Sardegna preferiscono continuare a farsi sfruttare dai ricconi arabi che aumentano sempre più e con intenti poco chiari il loro business.
    Io vorrei che Casapound dica alle persone che aiuta disinteressatamente che loro alle urne da ora in poi non diano più il voto alla sinistra SVENDITALIA.

    RispondiElimina
  5. Altro che Caritas che in molte fanno attività assistenziali nebulose. !!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Grande che Casapound si prodighi per aiutare Italiani in difficoltà.

    RispondiElimina