venerdì 26 dicembre 2014

Bari: ‘Immigrato, a Natale sei ospite mio’, centinaia di manifesti contro Vendola e Decaro

Bari, 25 dic 2014 – Nel giorno di Natale Bari si risveglia con centinaia di manifesti affissi da Cpi e dall’associazione Arditamente, raffiguranti il presidente della Regione, Nichi Vendola, e il sindaco di Bari, Antonio Decaro, uniti nello slogan “Immigrato, a Natale sei ospite mio”.
“L’iniziativa nasce con lo scopo di denunciare, in maniera ironica e pungente, le politiche troppo permissive adottate dai vertici delle istituzioni locali in materia di politiche migratorie e accoglienza dei rifugiati” si legge nella nota diramata dalle associazioni. “Senza ledere la privacy di Vendola e Decaro, sui manifesti sono stati scritti gli indirizzi delle sedi istituzionali e di partito dei due leader della sinistra locale - si legge ancora nel comunicato – per invitare gli immigrati a rivolgersi direttamente a chi sfrutta la loro condizione per un tornaconto politico personale”.
“Abbiamo visto come nelle periferie delle maggiori città italiane l’immigrazione forzata e incontrollata ha portato ad accesi conflitti con i residenti, esasperati e inascoltati dalle istituzioni. Un buonismo di facciata dietro al quale si è scoperto un vero e proprio sistema mafioso, foraggiato dalle cooperative e basato sullo sfruttamento degli immigrati allo scopo di intascare milioni di euro di fondi pubblici. Questi soldi – conclude la nota – sono sottratti alle politiche sociali primarie, dalla sanità all’istruzione, dall’occupazione ai trasporti, e stanno mettendo in ginocchio il popolo italiano. E’ ora che i vari Vendola, Decaro, e tutti coloro i quali continuano a pontificare sull’accoglienza a tutti i costi, senza trovare soluzioni per i problemi quotidiani delle nostre città, inizino a guardare in faccia la realtà e a smetterla di speculare sulla condizione dei profughi a scapito dei cittadini italiani”.