venerdì 26 dicembre 2014

Bari: ‘Immigrato, a Natale sei ospite mio’, centinaia di manifesti contro Vendola e Decaro

Bari, 25 dic 2014 – Nel giorno di Natale Bari si risveglia con centinaia di manifesti affissi da Cpi e dall’associazione Arditamente, raffiguranti il presidente della Regione, Nichi Vendola, e il sindaco di Bari, Antonio Decaro, uniti nello slogan “Immigrato, a Natale sei ospite mio”.
“L’iniziativa nasce con lo scopo di denunciare, in maniera ironica e pungente, le politiche troppo permissive adottate dai vertici delle istituzioni locali in materia di politiche migratorie e accoglienza dei rifugiati” si legge nella nota diramata dalle associazioni. “Senza ledere la privacy di Vendola e Decaro, sui manifesti sono stati scritti gli indirizzi delle sedi istituzionali e di partito dei due leader della sinistra locale - si legge ancora nel comunicato – per invitare gli immigrati a rivolgersi direttamente a chi sfrutta la loro condizione per un tornaconto politico personale”.
“Abbiamo visto come nelle periferie delle maggiori città italiane l’immigrazione forzata e incontrollata ha portato ad accesi conflitti con i residenti, esasperati e inascoltati dalle istituzioni. Un buonismo di facciata dietro al quale si è scoperto un vero e proprio sistema mafioso, foraggiato dalle cooperative e basato sullo sfruttamento degli immigrati allo scopo di intascare milioni di euro di fondi pubblici. Questi soldi – conclude la nota – sono sottratti alle politiche sociali primarie, dalla sanità all’istruzione, dall’occupazione ai trasporti, e stanno mettendo in ginocchio il popolo italiano. E’ ora che i vari Vendola, Decaro, e tutti coloro i quali continuano a pontificare sull’accoglienza a tutti i costi, senza trovare soluzioni per i problemi quotidiani delle nostre città, inizino a guardare in faccia la realtà e a smetterla di speculare sulla condizione dei profughi a scapito dei cittadini italiani”.


85 commenti:

  1. Colpa degli elettori collusi con le mafie che gestiscono di fatto queste illecite attività e votano i giusti politicanti.

    RispondiElimina
  2. Traditori della Patria.


    REDDE RATIONEM

    RispondiElimina
  3. Vendola e decaro.....prrrr

    RispondiElimina
  4. IL NATALE È UNA FESTA RELIGIOSA CRISTIANA..DITELO A QUEI DUE

    RispondiElimina
  5. Parole SANTE queste di Casapound

    RispondiElimina
  6. Le facce dei due fanno pensare a Lombroso

    RispondiElimina
  7. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/26/maro-il-governo-indiano-gela-renzi-discutiamo-ma-la-giustizia-e-libera/1078398/


    Immigrati a gogo' per i loschi affari mafiosi delle cooperative rosse alla Buzzi e tanto care a Sel e Pd e M5S.
    Intanto i politici indiani fanno sapere che i due marò saranno giudicati dalla magistratura che a loro dire sarebbe indipendente dal potere politico.
    Piccolo particolare è che l'India è una Nazione SUPERNAZIONALISTA e pertanto fa i propri interessi a differenza dello Stato/Colonia "Italia" che subisce da eunuchi le decisioni illegali straniere....!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io dico solo che mi sembrano assurdi i tempi di questa storia e il fatto che NESSUNA organizzazione internazionale se ne sia interessata.
      Si pensa agli sfigati di tutto il mondo e alla fine, forse nemmeno lì a noi.

      Qua che i marò siano innocenti o colpevoli passa in secondo luogo addirittura, è criminoso già solo il modo in cui stanno subendo questo trattamento!

      Elimina
  8. Sono veramente traditori della patria, ma già abbiamo idea di quanti interessi stanno dietro l'immigrazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I loro sporchi interessi non coincidono con gli INTERESSI NAZIONALI PATRIOTTICI...
      Maledetti traditori......

      Elimina
    2. Infatti sono dell'idea (e a quanto ho avuto modo di leggere sul sito è ben condivisa) che questi individui debbano essere condannati per tradimento.

      Elimina
  9. Noi italiani identitari non accetteremo mai una situazione politico/sociale come in Grecia.....

    RispondiElimina
  10. http://m.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/appia_ruba_coperte_carabinieri_pagano_refurtiva/notizie/1085966.shtml


    I carabinieri si sono comportati da Patrioti pagando la merce rubata per necessità impellente da una romana a differenza dei due raffigurati che se ne fregano dei connazionali e pensano solo agli stranieri.
    Ringrazio I valorosi Carabinieri per il loro valore civile.

    RispondiElimina
  11. http://www.liberoquotidiano.it/news/sfoglio/11687910/Camillo-Langone-contro-Rosario-Crocetta-.html

    Crocetta definito SODOMITA ma grande inc. ..re di siciliani onesti e non di sinistra come il leader di Sel..

    RispondiElimina
  12. Condivido la iniziativa di protesta di CPI che vuole biasimare comportamenti inaccettabili volti al favorire la immigrazione clandestina per finalità schiavistiche e di remunerazione finanziaria di attività di finta assistenza.

    RispondiElimina
  13. http://www.lastampa.it/2014/12/26/esteri/svezia-attentato-alla-moschea-una-molotov-sui-fedeli-in-preghiera-WCzOklMNURYF0IcVfCf9MN/pagina.html



    Qualcosa sta cambiando in Svezia sulle follie legate all'accoglienza esagerata di stranieri specie musulmano. ....
    Chissà se anche in Italia non possa avvenire altrettanto...?????
    Che Vendola e Decaro non se la prendano a male....!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  14. http://www.lastampa.it/2014/12/26/esteri/svezia-attentato-alla-moschea-una-molotov-sui-fedeli-in-preghiera-WCzOklMNURYF0IcVfCf9MN/pagina.html


    Ma dove sta scritto che uno debba far entrare a casa propria un ospite sgradito. .??????

    RispondiElimina
  15. http://www.lastampa.it/2014/12/26/esteri/svezia-attentato-alla-moschea-una-molotov-sui-fedeli-in-preghiera-WCzOklMNURYF0IcVfCf9MN/pagina.html


    Svezia, così la scia di attentati anti-Islam fa tremare il Paese della tolleranza

    L’ultimo attacco contro una moschea di Eskilstuna, cinque feriti.

    26/12/2014
    La profonda crisi politica e sociale che attraversa la Svezia ha fatto i primi feriti.Il 3 dicembre il governo di centro-sinistra del premier Stefan Loefven era caduto sulla proposta di bilancio a soli tre mesi dalle elezioni. I Democratici Svedesi, partito dell’estrema destra anti-immigrazione forte del 13% conquistato alle urne, aveva bocciato la finanziaria che puntellava la tradizionale politica dell’accoglienza del Paese scandinavo. Basta profughi, basta stranieri, «Svezia agli svedesi».Da tre settimane non si parla d’altro, con le forze di destra – Cristiano democratici compresi – che invocano uno stop all’immigrazione e chiedono che sia tagliato del 90% il numero visti concessi a chi richiede asilo. Finora gli scontri più accesi erano stati tra gli scranni del parlamento e in qualche manifestazione di piazza tra antifascisti e neonazisti. Ma da ieri qualcosa è cambiato. Parole finora inedite nella tranquilla e democratica Svezia da 48 ore vengono usate ossessivamente nei dibattiti televisivi, sui titoli dei quotidiani, dagli analisti politici. Parole come terrorismo, attentato, incitamento all’odio. Il giorno di Natale un uomo, ancora non identificato, ha lanciato una molotov nella moschea di Eskilstuna, una cittadina 90 chilometri a Ovest di da Stoccolma abitata da una numerosa comunità somala. Almeno cinque persone sono rimaste ferite – una in modo grave – mentre erano riuniti per pregare. Sono riusciti a fuggire dalle finestre mentre il fuoco si mangiava tutto.  La rivista «Expo» ha contato un’azione di matrice islamofoba al mese da gennaio, ma fino all’incendio della moschea si era trattato «solo» di atti vandalici (finestre rotte, svastiche dipinte sui muri dei luoghi di culto). 
    Mentre l’accogliente Svezia scopre l’intolleranza e metabolizza un altro choc - la prima presa di coscienza a settembre, quando le porte del Parlamento si erano aperte a uomini e donne che fino a pochi mesi prima giravano con svastiche dipinte sulle maglie e si salutavano a braccio teso - la comunità islamica inizia ad avere paura: secondo il leader dell’Associazione islamica svedese, Omar Mustafa, c‘è un «crescente astio verso la comunità musulmana nel Paese e verso gli immigrati». Anche i cristiano democratici, all’opposizione, reclamano norme meno permissive sull’immigrazione e un sondaggio supporta la loro proposta di limitare gli aiuti finanziari e rendere temporaneo lo status di rifugiato, in Svezia concesso molto più facilmente che in altri Paesi europei: tre anni di “prova” prima di poterlo ottenere in via definitiva. Il 43% degli interpellati ha definito l’idea molto buona, contro un 30% che l’ha ritenuta negativa. Secondo il leader dei cristiano democratici, Göran Hägglund, cambiare le regole alleggerirebbe il bilancio pubblico e spingerebbe più persone a chiedere asilo in altre nazioni. Il dibattito sull’immigrazione ha finora messo in ombra qualsiasi altro tema in vista delle elezioni anticipate del 22 marzo ed è legato alla crescente popolarità dei Democratici svedesi che, secondo gli ultimi sondaggi potrebbero balzare dal 13% conquistato a settembre fino al 18%, e che cavalcano da mesi la crisi economica e occupazionale che, con i 95.000 profughi attesi nel 2015 «non farà che peggiorare». Gli ex neonazisti crescono, dunque, nonostante una lunga serie di polemiche e scandali. Il segretario dei Ds Björn Söder la settimana scorsa ha detto che ebrei, sami e curdi potrebbero avere la cittadinanza svedese, ma non devono essere considerati veri svedesi. Un commento arrivato dopo la proposta di includere l’origine etnica dei cittadini svedesi nel sistema di giustizia penale. 

    RispondiElimina
  16. http://m.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/CRONACA/migranti_bimbo_nato_a_bordo_morti/notizie/1086244.shtml


    Continua l'invasione di Stato con scopi inconfessabili ma che l'esperienza Buzzi fa capirne i contorni.
    E l'italia sprofonda nella recessione e non si sa chi ci salverà dal totale degrado? ??????

    Tutti a prodigarsi per farsi fotografare e prendere le indennità di missione elevate. ....dopo di che i cavoli sono di noi italiani che li dobbiamo mantenere e sopportare.
    Non sarebbe difficile interrompere la tratta degli schiavi e dei futuri italiani imposti da Bruxelles ma il business immigrazionistico raggiunge cifre mirabolanti e permette a numerosissime coop rosse di incassare sovvenzioni a fondo perduto per la finta assistenza alla Buzzi.

    RispondiElimina
  17. Chi l'avrebbe immaginato che il XXI ^ secolo ci avrebbe regalato queste sciagurate invasioni di clandestini agevolate dallo Stato..???????

    RispondiElimina
  18. http://www.liberoquotidiano.it/news/esteri/11736590/Mauritania--critica-Maometto--ragazzo.html




    Se avessimo ancora un po' di senno e non ci facessimo troppe canne leggeremmo questa notizia e poi vieteremmo la diffusione dell'islam che porta violenza e malessere da noi........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il grosso problema, come dicevo nel post precedente, è che l'Islam come concetto subisce un enorme sfruttamento da quanto è nato.

      Noi sappiamo per certo che si basa su un falso storico anche perché ricordo che tutta la sharia si basa sulla Sunna che spessissimo va in contrasto con il Corano, le cui parti sono state scritte da persone che Maometto mai l'hanno consciuto.

      Dimostrazione di quanto l'Islam possa essere diverso la si può avere con l'estremo Arabia Saudita (ove le donne nemmeno possono guidare automobili) e l'altro lato Oman (dove musulmani e cristiani vivono con un grande rispetto).
      Ma anche solo all'interno della stessa Cina vi sono gli Uiguri che praticano un Islam vicinissimo a quello terrorista che ben conosciamo e gli Hui che hanno sicuramente un approccio più d'estremo oriente e sicuramente differente.

      Va anche ricordato come la Bibbia stessa contenga episodi di una cattiveria e malvagità a dir poco disumana il fatto è che poi la comunità ha portato ad un alleggerimento di questa in un modo enorme e dalle indulgenze, passando per l'inquisizione si è giunti a personaggi come Francesco per i cattolici o a confessioni molto vicine alle persone come alcune forme di evangelismo.

      Nell'Islam come qualuno si oppone a dettami a cui NON è tenuto a credere (perché come ho già scritto il musulmano dovrebbe solo credere a Dio e al Corano, quindi nessuna Sunna, "tribunale islamico", califfi o cose del genere) viene ammazzato questo perché la religione è una delle prime forme di strumentalizzazione e a loro fa comodo.
      Guardate anche solo l'ENORME indottrinamento che organizzazioni come l'Isis stanno riuscendo a fare qua in occidente su persone native occidentali, mica tutti hanno la forza di "pensare", vi son più capre che cani in un gregge no?

      Io trovo assolutamente FOLLE che nelle moschee italiane non si sappiano i nomi degli Imam (che, dimenticavo, teoricamente potrebbero anche essere donne, ma come ben sappiamo Sunna e vari storpiamenti le hanno rese praticamente nullità utili solo alla riproduzione) e non si è tenuti a saperli, non si può avere ascolto alle loro predicazioni soprattutto che queste vengano fatte in arabo (anche questo obbligo imposto dalla Sunna, nel Corano non c'è, ognuno prega nella sua lingua). Questi potrebbero progettare il più grande attentato di sempre e noi ce ne staremmo qua tutti tranquilli a guardare la televisione. Follia!

      Svegliamoci, un conto sono i principi un altro le realtà e negare che un buon 95% o forse più di musulmani abbia tendenze terroristiche e quanto meno semi-imperialiste è la nuda e cruda realtà, bisogna prendere provvedimenti.

      Elimina
    2. ALLARMI
      ALLARMI
      ALLARMI SIAM ITALIANI
      INCAZZATI E PATRIOTI

      Elimina
    3. http://www.fanpage.it/critica-maometto-sul-web-giovane-condannato-a-morte/


      Ecco cos'è ISLAM. ...una follia creata ad hoc da arabi furbi per sottomettere tutti e uccidere gli oppositori.
      Io vieterei in Italia la divulgazione di quel libro detto korano in quanto incita all'odio ed alla intolleranza universale e chiudere in manicomio tutti i fanatici violenti.
      I Paesi teocratico islamici che applicano in modo barbaro il loro credo ""religioso"" dovrebbero essere esclusi dall'ONU e chiuse le loro rappresentanze diplomatiche in Europa e solo così capiranno che la devono smettere di scassare le palle con questo maometto che nel link che segue si dice fosse poligamo e pedofilo secondo le nostre leggi in vigore se fosse vissuto ai giorni nostri:

      http://www.ioamolitalia.it/no-islam/se-maometto-fosse-vissuto-oggi-l%E2%80%99avremmo-arrestato-per-pedofilia-e--peggio-il-caso-baby-squillo-o-le-spose-bambine.html

      Elimina
    4. http://www.ilcorrieredelleregioni.it/index.php?option=com_content&view=article&id=5104:agnelli-e-lupi&catid=114:civiltaoccidentale&Itemid=145

      LUPI E AGNELLI
        Così anche gli agnelli musulmani scopriranno il lupo dentro di loro. Verrà il momento in cui le presenze musulmane diventeranno numerose e consapevoli del loro essere vincenti e l’Occidente sarà costretto a risvegliarsi ma sarà troppo tardi.L'automobile è stata sempre sentita dai giovani maschi come una conquista di potenza. E di fatto lo è. Non per nulla la pubblicità di solito presenta un nuovo modello con accanto una prorompente ragazza sexy pronta ad accettare un passaggio: conquistare una donna è stato sempre simbolo, almeno in occidente, di qualsiasi altra conquista. È la velocità cui si può spingere un’automobile che suggerisce al maschio il senso della propria potenza? No, la velocità ne è soltanto lo strumento: il vero motivo è la possibilità di uccidere, una possibilità che trasforma l’automobile in una potentissima arma e l’uomo che la possiede ovviamente nel più forte di tutti, tanto quanto se avesse in mano una pistola. Molti dei cosiddetti incidenti del sabato sera, che di solito coinvolgono tragicamente i giovani, hanno alla base l’eccesso di velocità, una velocità che è per i maschi ricerca della massima potenza, quella che domina su tutti gli altri perché li terrorizza con il timore della morte.In una società come quella europea, dove la violenza è repressa in forma addirittura ossessiva in ogni forma, dove non è lecito coltivare sentimenti ostili verso nessuno, né pronunciare parole che possano essere interpretate come offensive, i musulmani, immigrati o residenti, hanno ben poche possibilità di rivelare la volontà di potenza che li anima nei confronti degli europei. Una volta compresa però la funzione mortifera che si accompagna all’automobile è sufficiente mettersi al volante e lanciarsi in velocità sulla folla nelle strade o nelle piazze per provocare con estrema facilità terrore e strage. È quello che sta succedendo in Francia. Nel giro di pochi giorni, prima a Joué- lès- Tours, poi a Digione, poi a Nantes, un uomo alla guida di un camioncino o di un’automobile ha diretto la macchina contro la folla invocando il nome di Allah. Le autorità francesi escludono che si tratti di terrorismo in quanto non c’è nessun gruppo organizzato dietro ai singoli esaltati; si parla piuttosto di lupi solitari, di personalità fragili sulle quali fa presa la propaganda in favore della Jihad in un mondo interconnesso come quello attuale. Ma è un ragionamento troppo superficiale che non tiene conto dell’estrema possibilità di coinvolgimento e di conoscenza attuabile oggi attraverso i mille mezzi d’informazione dei quali siamo forniti.Questo è il punto sul quale riflettere: nessuno oggi è veramente “lupo solitario”, in qualsiasi luogo risieda, qualsiasi sia la sua religione perché basta un clic a metterlo in connessione con molti altri, ma soprattutto perché anche il lupo più solitario sa che oggi l’unica, vera battaglia in atto nel mondo è quella dei credenti musulmani nei confronti di tutte le altre società, battaglia ovunque vittoriosa perché i popoli aggrediti o si sottomettono o scappano. L’islamismo è conquista, così come Maometto è stato un conquistatore. Non si può essere musulmani senza adeguare la società ai voleri di Allah. Il cosiddetto dialogo interreligioso è un fatto da tavolino, di spirito tipicamente occidentale, non cambia e non può cambiare nulla all’intrinseca necessità di conquista che sottende il musulmanesimo. Per quanto tranquille possano essere oggi le comunità musulmane esistenti in Francia (così come in Spagna, in Italia, in Germania), verrà il momento in cui, mano a mano che le presenze musulmane diventeranno non soltanto molto numerose, ma consapevoli del loro essere vincenti, l’Occidente sarà costretto a risvegliarsi dalla sua stupida neghittosità e si accorgerà, ma sarà troppo tardi, di trovarsi sotto il piede islamico.






       


      Elimina
    5. http://www.italianiliberi.it/Edito14/cosi-anche-gli-agnelli-musulmani-scopriranno-il-lupo-dentro-di-loro.html

      Elimina
  19. La legge italiana che impone di chiedere il visto di ingresso preventivo agli extracomunitari è ancora in vigore.
    Viene aggirata dolosamente da ""esigenze di carattere umanitario"" che si utilizzano per raccattare nel mediterraneo persone che nel 90% dei casi non è perseguitata e non viene da ""Paesi in guerra civile".
    I veri perseguitati sono i CRISTIANI che sono in pericolo di vita ovunque e sono i soli a dover essere accolti.
    A dispetto della scelta scellerata imposta dalla criminale lobby atea e filoislamica di escludere il CRISTIANESIMO quale elemento distintivo e di fratellanza tra i popoli nel trattato di creazione della UE,ora ci si trova davanti ad una fuga di Cristiani perseguitati provenienti da Paesi afroasiatici che però vengono criminalmente mescolati cogli islamici inviati in Europa invece per rafforzare e diffondere il movimento eversivo civilmente denominato islam che non è religione libera e democraticamente professsata bensì un grimaldello per scardinare e degradare la società europea occidentale e cristiano - cattolica innescando focolai di guerra civile che per adesso è solo alla fase ""islamofoba
    e xenofoba" più verbale e politica che di reazione popolare diffusa per difesa personale.
    Il 90% dei clandestini non cristiani non è profugo ma clandestino e pertanto per avere diritto di entrare e rimanere in Italia dovrebbe chiedere e ottenere il visto tramite le autorità consolari e rispettare le norme di legge del Paese Ospitante e non essere accolto e gestito dalle coop rosse mafiose alla Buzzi che sono decenni che delinquono utilizzando la protezione di politici corrotti.
    Casapound esprime con le sue iniziative il comune sentimento degli italiani che non si arrendono e che vorrebbero una Italia libera da vincoli ed obblighi di accoglienza incontrollata di individui che al 90 % dei casi si sono imbarcati sui gommoni pagando somme elevate e magari telefonando in alto mare coi telefoni satellitari al noto 1530 o altri numeri di soccorso fatti conoscere dalle nostre autorità e sfruttati criminalmente da scafisti professionisti che traghettano impunemente e lucrosamente tanti turisti parassiti e pericolosi.
    Dovrà finire questa assurda pagliacciata della finta accoglienza di emergenza profughi e ripristinare l'efficacia e la validità delle norme ordinarie che disciplinano l'ingresso nello Stato Italiano.
    Se Vendola e Decaro e gli altri progressisti amano vivere tra gli stranieri magari islamici possono sempre trasferirsi in quei Paesi islamici tipo Arabia Saudita ma a bordo di un gommone e sventolando la BANDIERA ARCOBALENO. ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ce lo vedrei bene Vendola in Arabia Saudita o in Iraq...

      Elimina
    2. Lì ai sodimiti gli fanno la pelle dopo avergli fatto un kiurlo così. ...

      Elimina
    3. Mica sono fessi che lasciano questa pacchia i lobbisti pederasti.

      Elimina
  20. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/27/le-mani-di-mafia-capitale-sullaffare-immigrati-in-sicilia/1078691/

    RispondiElimina
  21. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/27/le-mani-di-mafia-capitale-sullaffare-immigrati-in-sicilia/1078691/

    27 Dicembre 2014

    Le mani di Mafia capitale su affare immigrati in Sicilia. A Melilli (Siracusa), Buzzi & C. si sono impossessati del centro accoglienza "Città giardino".Business da € 2,5 milioni l'anno ora nel mirino dei pm

    Stefano Filippi

    La palazzina è inconfondibile. Il colore, verdino. L'altezza, tre piani in una zona di bifamiliari basse. La recinzione di acciaio e cemento. Gruppi di ragazzi di colore che parlottano. Nel cortile interno staziona un'auto della Guardia di finanza, i militari stanno all'interno in un locale che fa da portineria. Dalle finestre penzola la biancheria, dal retro giungono le grida di chi gioca a pallone per ammazzare il tempo che non passa mai. Gli stranieri vanno e vengono, a poche decine di metri si può prendere il bus che porta nel centro di Siracusa. Giù, in fondo alla lunga discesa, le ciminiere del petrolchimico di Priolo, moribondo. E le coste dove sbarcano i disperati.È uno dei maggiori centri di accoglienza per immigrati della Sicilia orientale. La località si chiama Città Giardino, frazione di Melilli, comune decapitato dalla giustizia. Pochi giorni fa la Corte d'appello di Catania ha confermato la condanna (abuso d'ufficio) del sindaco Pippo Cannata (Udc) e di altri quattro consiglieri comunali, già sospesi per effetto della legge Severino. Il comune confinante di Augusta, dove attraccavano le navi militari dell'operazione Mare Nostrum, è commissariato da quasi due anni per mafia. In questo habitat si erano radicate le coop sociali rosse di Salvatore Buzzi.Da Mafia capitale alla terra delle cosche. Questo centro di accoglienza è cosa loro, della 29 Giugno e delle altre coop travolte da inchieste e arresti. Nel Siracusano gli sbarchi sono cominciati nell'estate 2013 e l'emergenza è esplosa con l'operazione Mare Nostrum che faceva base ad Augusta, lontana pochi chilometri. È allora che Buzzi e la sua cricca hanno fiutato l'affare, si sono accordati con chi aveva la disponibilità dell'immobile vuoto, la cooperativa La Zagara, e si sono offerti alla prefettura di Siracusa.La struttura era stata costruita nel 2009 per diventare una residenza sanitaria assistita (casa di riposo o per disabili), ma non aveva mai ottenuto le autorizzazioni sanitarie. Era lì, pronta alla bisogna. Il centro è stato inaugurato all'inizio del 2014, doveva ospitare soprattutto nuclei familiari di africani e siriani di passaggio ma per molti migranti i periodi di permanenza sono stati lunghissimi. A Città Giardino non hanno preso bene l'insediamento di una struttura del genere. Come dappertutto, ci sono stati malumori e proteste. La gente del posto si sente già vittima dell'inquinamento del polo chimico e poco protetta dalle forze dell'ordine in una zona priva di caserma dei carabinieri, commissariato di polizia e guardia medica. Ma Buzzi e i suoi sono andati dritti per la loro strada.Sul primo numero (maggio 2014) di «29 Giugno Magazine», organo ufficiale della coop che in copertina mette una foto di Buzzi accanto al ministro Giuliano Poletti, ex presidente nazionale di Legacoop, il centro di accoglienza è avvolto nell'incenso: 3.200 metri quadrati, ampi spazi aperti, 44 camere con bagno in cui sono state ospitate fino a 250 persone (6 per stanza). Una struttura giudicata dal prefetto siracusano Armando Gradone come «avanzata e moderna» quando andò a Città Giardino per tranquillizzare i residenti. La gestione è affidata alle consorziate Abc di Roma, coop sociale satellite della 29 Giugno, e Domus Felicitatis di Melilli, una srl che ha sede in via Brancati, cioè nel centro di accoglienza stesso.Buzzi voleva radicarsi nei territori dell'emergenza immigrati. Non ha lasciato nulla in mano ai siciliani. La coordinatrice degli interventi, l'assistente sociale Giuliana Garufi, è stata paracadutata da Roma dove gestiva il centro per minori non accompagnati della Abc in via del Frantoio...........................

    RispondiElimina
  22. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/27/le-mani-di-mafia-capitale-sullaffare-immigrati-in-sicilia/1078691/


    Aprendo il link la prima cosa che colpisce l'occhio è la foto di una coppia di mussulmani di cui l'uomo appare trasandato mentre la donna sfoggia un fazzoletto in testa BIANCO IMMACOLATO che stona con una attraversata disagevole su di un barcone dove si è ammucchiati come sardine e i vestiti bianchi alla partenza arrivano sporcati per forza di cose.
    Magari questi fanno il tratto più lungo su di una imbarcazione in ottime condizioni e poi nel finale vengono trasbordati sui barconi per apparire in difficoltà e poter fruire aggratis e comodi di un bel arrivo colle fanfare militari e le TV progressiste i cui inviati in lacrime ringraziano chissà chi per il loro fortunato salvataggio.....anche Buzzi ringraziava e....ringrazia tutt'ora ..........visto che la sua rete di coop rosse mafiose non è stata del tutto debellata.
    E meno male per lui perché quando magari si becchera' la seconda grazia quirinalizia,magari per buona condotta e buoni propositi futuri una volta fuori dal carcere come nel 1994,troverà un bel gruzzoletto in EURI e altre forme in uno dei tanti PARADISI FISCALI molto utilizzati dai progressisti italiani per celare il maltolto alla giustizia italiana che da 3 anni su Roma sta lavorando egregiamente e speriamo che sui 7 Colli romani a qualcuno non venga in mente di ANNACQUARE la scomoda inchiesta con qualche stolto provvedimento di condono o amnistia nascosto tra le pieghe dell'ultima manovra SALVAITALIA..!!!!
    L’hanno capito tutti che questi musulmani sono inviati per perfezionare l'occupazione islamica dell'Europa e solo chi è complice o stupido non lo capisce.
    Il fazzoletto in testa simboleggia il primato del l'arabo filoteocratico che fa vedere attraverso i media compiacenti ai suoi padrini in patria che tutto è andato bene come previsto e che un altro mq. di territorio cristiano è stato occupato da un seguace democratico e tollerante di maometto.
    Qua' non discuto della filosofia di vita di questi arabi ma delle loro intenzioni che non sono pacifiche come ammesso da tanti imam fondamentalisti sparsi per la Penisola e come dimostrato da gravissimi episodi criminali commessi in Europa nel nome del loro allah.
    Benvenuto solo chi viene rispettando le nostre leggi e la nostra religione universale e pacifica e le nostre usanze e chiedendo preventivamente di poter venire in Italia e non facendo finta di trovarsi in un barcone alla
    deriva ingannando i soccorritori della MMI che in primis pattugliano le acque territoriali per difesa nazionale e contrasto ad attività illegali.
    Sono 3-4 anni che il traffico umano di schiavi ed invasori ha del tutto modificato le regole di ingaggio dei nostri militari ed è un casino completo.
    Trovo assurdo inoltre che navi mercantili private siano OBBLIGATE a prestare questi finti soccorsi interrompendo la loro navigazione delicata ed esponendo i propri equipaggi a contagi infettivi o assalti pirateschi senza avere diritto ad un Indennizzo economico per il danno patito.
    Un business gestito da mafie nazionali e sporca politica corrotta e utilizzato da male intenzionati per fare sbarcare INVIATI ben addestrati.

    RispondiElimina
  23. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/27/caccia-al-boss-degli-scafisti-cosi-porta-candestini-in-italia/1078713/


    RispondiElimina
  24. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/27/caccia-al-boss-degli-scafisti-cosi-porta-candestini-in-italia/1078713/

    27 Dicembre 2014
    È il 13.9.2013.Uno scafista riceve una chiamata dall’Egitto subito dopo essere stato beccato dalla Marina italiana mentre cercava di far sbarcare centinaia di clandestini sulle coste siciliane. "Quando ti hanno fermato che cosa ti hanno detto?", chiede dall'Egitto il capo scafista. "Hanno detto che volevano vedere i documenti", gli risponde. "Ma voi siete scappati?", lo incalza. E l'altro subito lo rassicura: "Non abbiamo fatto niente per farli insospettire...". Per poi passare alle richieste: "Se qualcuno ha testimoniato non ci lasciano andar. Vedi per un avvocato e sistema tutto". Il capo dall'Egitto lo rassicura:"L’avvocato ti arriverà direttamente, gli sto mandando dei soldi".Un paio d'ore più tardi arriva una 2^ telefonata per assicurare che è tutto sistemato: "Vi possono far fare il confronto.... Ti scongiuro,tu e i ragazzi non li conoscete... Voi siete venuti con il coso dalla Siria...". "Dovete negare che li conoscete, così non un grosso problema per voi e per loro". La 3^ telefonata arriva quando l'avvocato è al porto per assistere i clandestini e fare in modo che passino per profughi siriani. "Gli ho trasferito i soldi da due ore", assicura il capo.Il superboss degli scafisti.L'attento lavoro della procura di Catania cerca di dare un volto e un nome all'organizzatore delle traversate che da Alessandria portano a Siracusa o a Catania.E' il 32enne A.M.F. Hanafi. "Da pochi giorni è ricercato in Egitto e altrove per i reati di associazione per delinquere finalizzata ingresso illegale in Italia di profughi siriani ed egiziani per gli inquirenti italiani e per quelli della sua nazione di appartenenza è il principale trafficante di uomini sulla direttrice alternativa a quella che dalla Libia porta a Lampedusa".Nel 2013 ha organizzato tre maxi sbarchi che hanno portato oltre 360 clandestini.La procura di Catania crede che "nemmeno i reiterati arresti di scafisti, i sequestri di ben due 'navi madri' e l’arresto dell'equipaggio e di basisti operanti in territorio nazionale abbiano impedito alla stessa associazione di continuare a lucrare, ignominiosamente, sui cosiddetti 'viaggi della speranza'".Nei loro Paesi di origine i migranti contattano il 'mediatore' a cui versano un anticipo del totale del costo del viaggio". Un biglietto di sola andata che arriva a costare €3-4 mila. "Il saldo della somma pattuita viene versato nel luogo di destinazione da familiari o conoscenti; le persone intenzionate a espatriare illegalmente vengono poi raggruppate nei punti di raccolta sulle coste egiziane da dove, a piccoli nuclei, vengono imbarcate su natanti di più ridotte dimensioni manovrati da 'scafisti' che, raggiunto il mare aperto, incrociano altre imbarcazioni più grandi (pescherecci) ove vengono trasbordati". La "nave madre" traina la piccola imbarcazione di origine detta anche "barchino" o "nave figlia". "Giunti in alto mare - spiegano - a tot miglia marine in direzione delle coste siracusane o delle province limitrofe, ma comunque sempre in acque internazionali, i migranti vengono nuovamente trasbordati sull’imbarcazione trainata dove ai comandi si rimettono gli scafisti che, utilizzando il Gps e inserendo le coordinate fornite, tramite un telefono satellitare, da complici sulla terra ferma, puntano verso le coste siracusane, ove avviene lo sbarco". Una volta sbarcati, gli scafisti non rintracciati dalle forze dell’ordine vengono assistiti in luoghi sicuri e fatti ripartire dopo qualche giorno dai referenti dell’organizzazione. "Qualora rintracciati dalle forze di polizia - concludono gli investigatori - l’organizzazione tramite le proprie “sentinelle” si occupa di assicurarne l'assistenza legale.

    RispondiElimina
  25. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/27/caccia-al-boss-degli-scafisti-cosi-porta-candestini-in-italia/1078713/

    IO HO IL FONDATO SOSPETTO CHE IL 100 % DELLE DONNE CLANDESTINE SIANO TUTTE MAOMETTANE VISTO CHE QUEL CAZZO DI FAZZOLETTO IN TESTA CE L'HANNO SEMPRE E SFASCIA LE PALLE.

    RispondiElimina
  26. Sono due furbetti che fanno i generosi col kiurlo degli altri e si fanno eleggere solo per fare carriera ma a casa loro non entrerà mai invitato da loro né zingaro, mussulmano,
    clandestino,senza casa etc.etc.etc.
    Predicano benissimo ma razzolano malissimo.
    Loro passano le vacanze in località tipo Cortina d'Ampezzo e solitamente sono sinistra/caviar e vestono cashemere come il valoroso compagno Bertinotti che si è fatto una posizione,una pensione d'oro come TUTTI i progressisti perché loro hanno tante esigenze da soddisfare.
    Ma vadano ramengo...!!!!!!

    RispondiElimina
  27. IO CI METTO IL PATRIOTA BITONCI CONTRO QUEI DUE STRANI PERSONAGGI CHE SONO AMICI DI ZINGARI LADRI E MAGHREBINI SPACCIATORI CHE ARRIVANO IN TANTI COI BARCONI SCORTATI DALLA MMI.

    http://bitonci.it/predoni-bitonci-arma-e-polizia-li-arrestano-renzi-li-scarcera-moretti-sta-con-cittadini-derubati-o-con-chi-li-libera/



    PREDONI:

    BITONCI,
    ARMA E POLIZIA LI ARRESTANO,
    RENZI LI SCARCERA.

    “Ringrazio Carabinieri e Forze dell’Ordine per il prezioso lavoro che fanno quotidianamente per arginare un’emergenza criminale che pesa tanto in provincia di Padova, quanto in tutto il Paese. Peccato che, una volta presi, i predoni vengano scarcerati, grazie al Governo Renzi, che invece di inasprirle, ha alleggerito le pene per chi ruba nelle case – dichiara Massimo Bitonci, sindaco di Padova – Oggi i Carabinieri hanno arrestato tre albanesi, specializzati in furti, che ora rischiano di essere scarcerati. Intercettati dagli inquirenti, scherzavano dicendo che in Italia per questo genere di reati si rischia ben poco – prosegue – Ora mi attendo che il PD scenda in piazza contro il suo segretario. Da che parte sta la Moretti? Dalla parte dei cittadini derubati o di Renzi che scarcera i ladri?”

    RispondiElimina
  28. http://bitonci.it/ordinanza-slot-tar-da-ragione-a-bitonci-sentenza-storica-ora-macchinette-mangia-soldi-in-zona-industriale/


    Meglio Bitonci che è un patriota

    RispondiElimina
  29. http://www.adnkronos.com/fatti/pa-informa/politica/2014/12/27/malavita-scatenata-natale-zaia-bollettino-guerra-quotidiano-militarizzare-territorio-dare-mezzi-uomini-alle-forze-dell-ordine_sOVaUSG9ffewegM6WuP8UP.html

    ZAIA MI CONVINCE DI PIÙ DI QUESTI DUE FARLOCCHI POLITICANTI SFASCIAITALIA ..

    RispondiElimina
  30. Ai due impresentabili faccio rispondere direttamente da Simone Di Stefano


    http://tv.ilfattoquotidiano.it/2013/12/17/casa-pound-di-stefano-nel-fascismo-si-stava-meglio-che-nellunione-europea/258527/

    CasaPound, Di Stefano: “Nel fascismo si stava meglio che nell’Unione Europea”

    17 dicembre 2013

    “Durante il fascismo il lavoro ce l’avevano tutti, qui invece nell’Unione Europea la gente muore di fame. Si stava sicuramente meglio, tutti gli italiani lo pensano”. Lo dichiara ai microfoni de “La Zanzara”, su Radio24, Simone Di Stefano, vicepresidente di CasaPound, condannato a tre mesi e cento euro di multa per aver “rubato” la bandiera dell’Unione Europea durante una manifestazione. “Anche la gente di sinistra” – continua – “sa benissimo che qui, durante il fascismo, le cose sono andate di gran lunga meglio di come vanno oggi. Ad esempio, l’ordine dei giornalisti è uno di quegli ordini che ancora ha vantaggi economici non indifferenti, proprio perché il fascismo divise il lavoro in categorie”. E sottolinea: “Il fascismo ha fatto leggi stupende, leggi che sono in vigore ancora oggi. Ha creato gran parte della struttura economica di questa nazione. Ci siamo inventati le leggi per cui le donne incinte restavano a casa stipendiate. Alcune leggi ci sono ancora oggi, sono la base dello stato sociale”. Di Stefano chiede polemicamente: “Se quella fascista era una dittatura, mi spiegate per quale cavolo di motivo oggi facciamo affari con dittature che stanno dall’altra parte del mondo? Qui abbiamo gente in mezzo alla strada e poi ci vendono i pantaloni a 2 euro”. E aggiunge: “Mussolini è uno dei padri della patria che ha fondato la nazione e l’ha fatta diventare una nazione industriale, cosa che oggi non è più tollerata in Europa. Napolitano è il nonno della patria, sicuramente Mussolini è più degno del nome di padre della patria, Napolitano non ha fondato città, né ha dato uno stato sociale”. Il vicepresidente di CasaPound si pronuncia poi sulla sentenza di condanna: “Della condanna me ne frego, anzi me ne strafrego. A noi di CasaPound interessava dimostrare che ci sono italiani con le palle in grado di non piegare la testa all’Europa. Non mi sono meritato questi tre mesi di condanna, perché sono stato condannato per furto di un qualcosa che, peraltro, è stato restituito e che ha un valore monetario pressoché nullo”. E rincara: “Se volete, facciamo una colletta e tiriamo fuori 50 centesimi. Era uno straccio appeso, pieno di polvere, abbandonato da chiunque. Secondo il pm, questa bandiera ha una valenza simbolica. Non è vero, perché le bandiere degli stadi, come quella italiana per la quale la gente è morta, hanno una valenza. Quella europea, che è una costruzione tecnocratica per schiacciare i popoli europei, non ha nessuna valenza. Vale zero” – prosegue – “non è bagnata da nessun sangue se non dei poveri italiani e altri europei che si sono suicidati per colpa di quella bandiera. I greci si inoculano il virus dell’Aids per sopravvivere e per prendersi i fondi della Comunità Europea” .

    RispondiElimina
  31. http://www.iltempo.it/mobile/cronache/2014/12/27/che-regalo-1-400-clandestini-per-natale-1.1361617

    Regalo di natale dei prodi immigrazionisti affaristi si sono fatti un bel regalo di sghei mentre a noi tocca sopportare questi invasori pericolosi e parassiti....neonati compresi....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://www.iltempo.it/mobile/cronache/2014/12/27/tra-realta-e-buonismo-1.1361701



      27/12/2014

      Tra realtà e buonismo
      di Souad Sbai

      Il politically correct non fa per noi, i lettori di questo giornale lo sanno bene. Diffidiamo di chi ama parlare o scrivere in maniera artefatta per non offendere nessuno. E nemmeno stavolta vogliamo e possiamo chiudere gli occhi di fronte all’ennesima escalation di sbarchi senza fine, fatalmente durante questa tre giorni di festività natalizie nella quale diventa difficile ragionare criticamente senza passare, agli occhi del buonista di turno, per intolleranti. Sulle nostre coste sbarcano da ormai tre giorni migliaia di migranti, anche da paesi come la Nigeria dove guerre non ce ne sono, ma esiste una instabilità politica ormai endemica.
      Perché di libici, dove il caos regna sovrano, non ne arriva nemmeno uno? Non abbiamo paura né vergogna a dire quel che pensiamo, dunque torniamo a ripetere che «l’ascensore Italia» sta per crollare sotto un peso volutamente ingigantito; spingere i migranti a partire proprio sotto Natale è uno stratagemma studiato dagli scafisti: dire che in Italia migliaia di giovani se ne vanno e migliaia di migranti arrivano a sostituirli, sotto Natale stride con l’apparente atmosfera di festa.Che poi festa, per gli italiani, da anni non è più perché le tasche sono sempre più vuote e anche il presepe diventa una colpa. Mare Nostrum, Triton e chissà in quale altro modo verrà chiamato, il programma europeo di accoglienza è fallito clamorosamente e con esso la sostenibilità continentale dell’immigrazione. Razzismo - se ne facciano una ragione i buonisti da salotto di casa nostra - è accogliere qualcuno a parole lasciando che altri se ne prendano la responsabilità. Creando povertà, disagio e una profondissima crisi sociale.

      Souad Sbai

      Elimina
  32. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/27/ora-al-qaeda-arma-i-lupi-solitari-fatevi-esplodere-sui-voli-di-linea/1078795/


    TRA I CLANDESTINI SBARCATI IN ITALIA IN QUESTI GIORNI CI SONO SENZ'ALTRO TERRORISTI IN SONNO PRONTI AD ESEGUIRE GLI ORDINI DEI CALIFFI ISLAMICI DEL MALE......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://voxnews.info/2014/12/27/al-fano-si-accorge-che-il-terrorista-agca-era-clandestino/

      ECCO COME È FACILE ENTRARE IN ITALIA PER QUALUNQUE TERRORISTA ANCHE SE ALI AGCA NON LO È E SI È FATTO SCOPRIRE DA SOLO ED IL FEROCE MINISTRO AL FANO LO HA FATTO ESPELLERE COSÌ DIMOSTRANDO CHE TUTTI I CLANDESTINI ANDREBBERO RESPINTI O ESPULSI. ...PRRR

      Elimina
  33. http://www.lastampa.it/2014/12/27/cronaca/torino-anziana-uccisa-per-euro-in-manette-il-giovane-killer-eBoFBR7E2aryxU3Cx8giKK/pagina.html
    Extracomunitario? Manco a dirlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A questo punto io ho l'impressione che le mafie nostrane facciamo tutti i giorni proposte di legge segrete per chiedere di abolire ogni ostacolo alla commissione di reati da parte di extracomunitari ed italiani antagonisti tutti uniti in un abbraccio solidale e criminale.

      Elimina
    2. Gli extracomunitari sui barconi al 99% vengono in Italia per delinquere e rimanere impuniti grazie alla intercessione di Pannella e Bergoglio.

      Elimina
    3. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/27/arrestato-il-killer-dellanziana-uccisa-per-15-euro-a-torino/1078815/

      IL TIPICO CASO DA PENA DI MORTE

      Elimina
    4. www.ilgiornale.it

      27 Dicembre 2014

      Arrestato il killer dell’anziana uccisa per 15 euro a Torino.

      Preso l'assassino dell'anziana ammazzata per un pugno di euro: è un rom di 18 anni. Il leader della Lega Nord: "Un rom? Ma che strano..."

      Sergio Rame

      L'ha ammazzata per un pugno di euro. Quindici, per l'esattezza. Il brutale responsabile della rapina e dell’aggressione ai danni di un’anziana, morta qualche ora dopo a causa delle gravi ferite riportate, è Mihaita Stanescu, un 18enne rom. "A Torino pensionata aggredita e uccisa per un furto da 15 euro - commenta, con amarezza, il leader del Carroccio Matteo Salvini su Twitter - il colpevole è stato preso, è un giovane di 18 anni. Un rom. Che strano".La drammatica aggressione risale al 17 dicembre scorso. La 77enne Margherita Crivello telefona ai parenti dall'appartamento in corso Re Umberto, racconta di essere ferita, spiega di non riuscire ad alzarsi da terra. L’ambulanza la trasporta in ospedale, cosciente anche se non è del tutto in grado di ricordare cosa sia successo. Intorno alle 21 dello stesso giorno muore a causa dei numerosi traumi, quasi tutti localizzati nella parte sinistra del corpo. Inizialmente gli investigatori pensano ad una caduta accidentale, ma l'ipotesi viene presto smentita dalle analisi sul cadavere della vittima. È soprattutto la frattura alla mascella a insospettire gli inquirenti, che dispongono un sopralluogo nell'appartamento della donna. È qui che vengono trovati diversi frammenti di un bicchiere su cui ci sono le impronte digitali del ragazzo.Nello stesso pomeriggio, la polizia trova la borsetta della vittima: è nascosta nei bagni di un bar del centro. All'interno non c’è più il cellulare. Gli uomini della polizia, però, riesco a intercettarlo velocemente e ad arrivare così a Mihaita Stanescu. Il rom confessa subito sostenendo però di aver soltanto spinto l’anziana: quel pomeriggio si sarebbe offerto di aiutarla a portare le buste della spesa fino a casa, quindi avrebbe chiesto un bicchiere d’acqua prima di sottrarre la borsa alla pensionata. Il tutto per un bottino da una quindicina di euro.Mihaita Stanescu, senza fissa dimora, è in Italia da appena sei mesi. Già noto alle forze dell’ordine per aver commesso un furto di rame, dovrà ora rispondere di rapina e omicidio pluriaggravati.

      Memphis35
      Più bastardi di loro? Soltanto quelli che perseverano nel volerceli imporre come ospiti in casa nostra.

      marcothai
      sicuramente il solito giudice sinistroso lo assolvera' per legittima difesa

      epc
      Quel razzistaccio di Salvini che dice "che strano, è stato un Rom" sta solo depistando. Infatti è evidente che è stato BERLUSCONI!!!!!

      maria.54
      Furto di rame, ora rapina e omicidio... Come posso inoltrare l'informazione a Papa Francesco?

      gigetto50
      ......certo...anche gli italiani fanno certe cose....ma a questi pero' si aggiungono tutti gli altri che sono accolti a braccia aperte dai buonisti cattocomunisti italiani...quelli al governo e tutti gli altri...Papa compreso....

      beowulfagate
      E ora aspettiamo i commenti dei soliti fessi,ansiosi di ricordarci che-sì-ma-però-delinquono-anche-gli-italiani.Infami !

      serramana1964
      .il PROBLEMA è che la signora è morta.....fosse x me rivendicherei la PENA DI MORTE.....

      mortimermouse
      ora voglio vedere se la sinistra difende questo assassino... :-)

      hernando45
      Sicuramente trovera un giudice "ROM" che NON lo condannerà forte della sentenza di qualche giorno fa che ne ha mandato assolto un'altro, PERCHE FA PARTE DEL LORO COSTUME, RUBARE,AMMAZZARE e via cantando. Portate la CROCE ITALIANI E CANTATE!!!! Buon anno??? Dal Leghista Monzese.

      Elimina
    5. La pena di morte, inutile dirlo, in alcuni casi andrebbe reintegrata non tanto per il timore che questa incute sulle persone portandole a non commettere crimini (perché già sappiamo che non funziona), ma proprio per liberarsi di autentici rifiuti della società.
      Questa andrebbe applicata solo in casi di palese e inconfutabile colpevolezza (un esempio può essere la madre che ha accoltellato il figlio a Macerata pochi giorni fa ammettendo fra l'altro di non esserne pentita).
      In tutti gli altri casi ci vorrebbe una carcerazione VERA. Anzitutto di una durata decente e senza troppi sconti come semi-libertà dopo pochissimi anni date a chiunque.
      E soprattutto i carcerati vanno fatti lavorare! Ma non stipendiati, come invece accade (che questi escono che stanno meglio di chi onesto si spacca la schiena tutto il giorno), questi devono pagarsi la detenzione, non è fattibile che siano gli onesti a pagare per i disonesti.
      L'Italia arriva alla follia di permettere ad Erika di Novi Ligure di laurearsi con lode in carcere! Quella che ha ammazzato a sangue freddo e non solo, quella che - più volte - ha provato ad ammazzare.

      Vergognoso

      Elimina
    6. Concordo.
      Abrogazione della legge Gozzini e applicazione alla lettera del codice penale e attenuazione dei rigori della pena solo per reati con pena massima non superiore a tre anni e da scontare in celle anguste e senza comodità....altro che Indennizzo ai detenuti per le condizioni di non/comfort. .!!!!!
      In caso di recidiva si sconta la pena applicata senza fruizione di sconti assurdi e quindi al 100 % e durante la detenzione lavoro obbligatorio duro per risarcire la vittima.
      È una balla che il carcere deve riabilitare.......l'abbiamo visto con Primo Greganti e Salvatore Buzzi e tanti terroristi di sinistra che hanno goduto di incostituzionali sconti di pena anche se assassini.
      Occhio per occhio........così la prossima volta ci pensi TRE volte prima di delinquere.....
      Questo BUONISMO ammantato di bontà cristiana è un escamotage per farla fare franca ai delinquenti di Stato...che servono per i lavori sporchi x politicanti mafiosi.
      Infatti zingari e nordafricani ex/detenuti hanno confessato candidamente che in Italia rubare è facile e conveniente in quanto il sistema giudiziario è farlocco visto che i giudici si inteneriscono mentre in Romania o in Marocco o in Tunisia o in Arabia Saudita i tribunali sono severi.

      Elimina
    7. Guarda io ho vissuto con i miei genitori in Romania (per la precisione a Oradea) a fine anni '90 per due anni per motivi lavorativi.
      All'epoca ero davvero piccolo, ma i miei mi hanno sempre raccontato che per quanta povertà e delinquenza ci fosse la gente se ne guardava bene dal fare quello che viene a commettere qua perché ti rompevano letteralmente il culo se sgarravi.

      Cosa siamo un bidone dalla spazzatura che raccoglie i rifiuti di mezzo mondo?

      Elimina
    8. legge del taglione....


      http://it.m.wikipedia.org/wiki/Legge_del_taglione

      Elimina
    9. il comportamento vigliacco e traditore dei nostri politici ha motivazioni precise.
      Nel 1922 fu elaborato il PIANO KALERGI che prevede la creazione di due sole classi sociali nei Paesi che vi aderiscono a livello UE.
      Ricchi e poveri
      I nostri politici hanno scelto di appartenere alla classe dei ricchi e per conquistarsi questo diritto hanno fatto promessa segreta di massacrare socialmente il popolo rimanente così da renderlo incapace di ribellarsi.
      Questa classe di RICCHI è composta dai più alti gradi dello Stato e chi vi aderisce ha la certezza futura di non avere
      problemi esistenziali di alcun genere.
      Esclusi i componenti dei partiti di vera opposizione politica, tutti gli altri vengono messi a conoscenza di questa prospettiva futura per l'italia e vi aderiscono in massa.
      Così si spiega il comportamento da voltagabbana per esempio dei Pentastellati grillini che piano piano si sono adattati al sistema . Qualcuno sospetta che si siano integrati al sistema massonico immediatamente ed infatti solo così si spiega il perché abbiano subito fatto delle scelte politiche gradite ai piddini massonici e FiloKalergi....come elezione presidenti Camere e approvazione tacita o subdola di leggi massacra popolo .....e altre amenità.
      Anche NCD e F.I. hanno deciso di aderire al piano massonico tradendo il mandato elettorale pur di far parte della futura classe dei RICCHI.
      Tutte le norme varate da novembre 2011 in poi vanno in questa direzione.
      Anche a livello popolare parecchi hanno fatto il salto di qualità e si sono messi al servizio dei futuri RICCHI mandi illudono in quanto saranno scaricati quando sarà il momento e tanti saluti. ..!!!!

      L'unica variante è che invece degli ebrei i CAPI mondiali di questa rete massonica potrebbero non essere gli ebrei ma gli islamici che dal 2001 si sono dati da fare per conquistare posizioni di comando e di prestigio economico.
      A livello popolare il PIANO KALERGI è pressoché sconosciuto ma basta cercare su internet e seguire i link appositi e farsene una idea.

      KALERGI
      EURABIA
      EURASIA
      BILDERBERG
      ASPEN INSTITUTE
      MASSONERIA


      Per approfondire leggere qui:

      http://identità.com/blog/2012/12/11/il-piano-kalergi-il-genocidio-dei-popoli-europei/

      Elimina
    10. La TROIKA tratta la società italiana come fossimo tutti dei depravati sessuali e ideologici da curare. ...ed invece noi di DESTRA siamo ad un altro livello. ...

      Elimina
  34. http://m.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/roma_in_convento_suore_in_ostaggio/notizie/1087264.shtml

    Anche se il fatto delittuoso non è successo a Bari è bene rilevare che il nostro Governo nazionale,appoggiato da Vendola e Decaro,incoraggia, con condoni,amnistie e grazie quirinalizie varie, i criminali residenti ed operanti nel territorio italiano a rapinare vecchiette e monache che tanto se arrestati godranno subito di attenuanti varie e lacrime dei radicali e Papa Francesco che gridano sempre:
    NESSUNO TOCCHI CAINO.
    La sensazione di impunità a Bari come a Torino oppure a Napoli,Milano,Catania,Palermo,Bologna etc etc
    è estesa e viene sfruttata e cavalcata tanto c'è la Prescrizione che aiuta politicanti mafiosi e rapinatori vigliacchi di monache e suore nei conventi nel caso di prolungamento del giudizio oppure scatta il rimborso per detenzione in ambiente carcerario non confortevole......
    LI MORTACCI LORO...!!!!!!!!








    Italia Negletta....!!!!!!!

    RispondiElimina
  35. http://identità.com/blog/2013/06/20/le-donne-bianche-in-relazioni-miste-sono-meno-intelligenti-meno-istruite-e-piu-brutte/

    LEGGERE PER STROFINARSI LE MANI....

    RispondiElimina
  36. http://topconservativenews.com/2013/06/federal-statistics-support-stereotypes-about-miscegenation/

    RispondiElimina
  37. L'imperatore romano Adriano amava dire che LUI si sentiva responsabile della BRUTTURA e DELLA BELLEZZA DEL MONDO.
    Pertanto sentiva su di sé questa responsabilità per cui le sue gesta erano finalizzate al conseguimento di uno dei due obiettivi e cioè il BELLO.
    Io ho la sensazione motivata che i due politicanti in trattazione fanno solo BRUTTURE mentre Casapound realizza quasi sempre iniziative BELLE che lasciano il SEGNO.

    RispondiElimina
  38. http://voxnews.info/2014/12/29/prefetto-a-renzi-per-immigrati-non-ce-piu-posto/


    Pian piano i nodi vengono al pettine e marenostrum porcata antitaliana deve finire per esaurimento posti.

    Il prefetto di Venezia dice BASTA. ..!!!!
    Quando lo capiranno quelli raffigurati nei manifesti allestiti da Casapound. .???????

    RispondiElimina



  39. IL SINDACO BITONCI DI PADOVA CI FA SAPERE CHE I FETECCHIOSI IMMIGRAZIONISTI "INTERESSATI" COME IL GAY VENDOLA HANNO FATTO INCAZZARE IL PREFETTO DI VENEZIA COMUNICANDO AL MINISTRO SCAFISTA ITALIANO CHE LA MISURA È COLMA..



    http://voxnews.info/2014/12/29/prefetto-a-renzi-per-immigrati-non-ce-piu-posto/


    PREFETTO A RENZI: “PER IMMIGRATI NON C’È PIÙ POSTO”

    DICEMBRE 29, 2014 

    “Accolgo con grande approvazione le parole del prefetto di Venezia, Domenico Cuttaia, che ha comunicato al Viminale l’esaurita disponibilità di strutture per l’accoglienza degli immigrati irregolari, sbarcati in Italia grazie a Mare Nostrum – dichiara Massimo Bitonci, sindaco di Padova – I veneti non possono più sopportare quella che ha assunto i tratti di un’invasione, pagata con i soldi dei contribuenti. Cittadini, amministratori locali e ora anche un alto rappresentante del Governo, quale è il Prefetto di Venezia, ribadiscono che la misura è colma: ora Alfano tragga le sue conclusioni e cancelli Mare Nostrum. Quella che il Governo Renzi vuole imporre dall’alto, senza alcun esplicito mandato popolare, non è accoglienza, ma violenza ai danni della nostra gente, che non può e non vuole subire decisioni prese da chi vive nei palazzi del potere, lontano dalle periferie delle nostre città”.

    Se lo dice il prefetto, che fino a ieri ha devastato il Veneto riempiendo hotel e tendopoli con i clandestini di Renzi, significa che la misura deve essere oltre ogni limite.

    'Mare Nostrum ci costa 420 milioni di euro al mese'.



    Werner
    DICEMBRE 29, 2014
    Ora per queste dichiarazioni vedrete che il duo Renzi-Alfano solleveranno questo prefetto dal suo incarico..

    RispondiElimina
  40. http://espresso.repubblica.it/attualita/2014/09/22/news/i-jihadisti-italiani-che-i-giudici-non-riescono-a-punire-1.179989


    Molti politicanti italiani si sono venduti allo straniero specie se ha la mezzaluna e i petrodollari.
    La nostra magistratura appare inflessibile o accomodante a seconda dei casi approfittando della discrezionalità di giudizio penale.
    Il Cavallo di TROIA è il mezzo con cui il nemico si insinua dentro casa del popolo da conquistare approfittando della ingenuità o della stupidità o della complicità dei residenti.
    L'articolo di cui al link ci fa constatare della stoltezza di alcune decisioni giudiziarie a favore di pericolosi jihadisti islamici che ben conoscono le maglie deboli dei popoli in decadenza.D'altronde è sintomatico che l'italia si stia avviando al totale disfacimento e lo testimoniano queste cose:

    1) Invasione agevolata di clandestini Afro=
    asiatici di basso livello socio/culturale;
    2) Rinuncia alla Sovranità Nazionale;
    3) Incapacità a difendere confini Stato;
    4) Diffusa corruzione politico/economica;
    5) Diffusione criminalità mafiosa;
    6) Incapacità difesa diritti cittadini italiani;
    7) Stoltezza politica nelle decisioni cruciali;
    8) Agevolazione comportamenti sovversivi;
    9) Smantellamento principi naturali;
    10) Agevolazione nozze gay contro natura;
    11) Assistenza sociale ad individui pericolosi;
    12) Contrasto inesistente Vs. islam nemico;
    13) Annientamento capacità reattiva italiani;
    14) Incapacità difesa proprie origini storiche;
    15) Inettitudine a difesa territorio da degrado;
    16) Disfacimento principi socio/religiosi;
    17) Agevolazione comportamenti perversioni;
    18) Incapacità difesa della famiglie naturale;
    19) Immagine livello politico deprecabile?
    20) Disfacimento coesione sociale naturale.

    Se tutto questo non fa scattare una giusta reazione popolare allora siamo FOTTUTI..!!!!!!!

    RispondiElimina
  41. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/29/le-leggi-anti-italiane-delleuropa/1079296/


    Leggere per farsi una idea di chi siano i nostri governanti traditori e venduti..

    RispondiElimina
  42. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/28/ora-il-papa-bacchetta-i-politici-siate-piu-attenti-alle-famiglie/1078991/




    QUESTO ARTICOLO LO DEDICO A VENDOLA E DECARO CHE DISPREZZANO LA FAMIGLIA TRADIZIONALE NATURALE PER QUELLA CONTRONATURA E DEPRAVATA E PER SFASCISTI............PRRRRR

    RispondiElimina
  43. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/28/ora-il-papa-bacchetta-i-politici-siate-piu-attenti-alle-famiglie/1078991/


    28 Dicembre 2014

    Ora il Papa bacchetta i politici: "Siate più attenti alle famiglie"Il monito del Pontefice al parlamento: "La famiglia numerosa è una cellula più ricca, lo Stato dovrebbe avere tutto l’interesse a investire su di essa.
    "Auspico, anche pensando alla bassa natalità che si registra in Italia, una maggiore attenzione della politica e degli amministratori pubblici, ad ogni livello, al fine di dare il sostegno previsto alle famiglie". Sottolineando che "lo Stato ha tutto l’interesse a investire" sulla famiglia, papa Francesco ha voluto pregare in modo particolare per le famiglie provate dalla crisi economica, "quelle dove il papà o la mamma hanno perso il lavoro, dove i giovani non riescono a trovarlo". Famiglie che, "provate negli affetti più cari", sono spesso "tentate di arrendersi alla solitudine e alla divisione"."Cari genitori - ha detto il Santo Padre rivolgendosi alle famiglie numerose - vi sono grato per l’esempio dell’amore della vita che voi custodite dal concepimento alla fine naturale, pur con tutte le difficoltà e i pesi della vita, e che purtroppo le pubbliche istituzioni non sempre vi aiutano a portare". Dopo aver ricordato che la Costituzione italiana, all’articolo 31, chiede un particolare riguardo per le famiglie numerose, Bergoglio ha bacchettato la politica italiana perché "questo non trova adeguato riscontro nei fatti". Eppure, ha fatto notare, se "ogni famiglia è cellula della società", la famiglia numerosa è "una cellula più ricca, più vitale". Per questo, lo Stato dovrebbe avere "tutto l’interesse a investire su di essa". Durante l'Angelus ha poi chiesto all'assemblea per pregare per tutte le famiglie in difficoltà. "La nostra concreta solidarietà - ha detto - non venga meno specialmente nei confronti delle famiglie che stanno vivendo situazioni più difficili per le malattie, la mancanza di lavoro.

    RispondiElimina
  44. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/29/dallislam-al-dittatore-rosso-la-nostra-liberta-e-sotto-attacco/1079280/




    Non riesco a immaginare l'elettore che mette la croce con la sua matita copiativa sulla scheda barrando la casella di SEL rappresentato da un Vendola che è politicamente e ideologicamente la negazione
    della logica.
    Il Comunismo ed il filoislamismo da lui esaltati e difesi vanno combattuti con lui.

    RispondiElimina
  45. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/29/modello-vendola-duemila-euro-per-un-litro-di-disinfettante/1079275/

    ANCHE QUESTO ARTICOLETTO LO DEDICO A QUALCUNO MA NON AL PROCIO. ....TROPPO SCONTATO. ...

    LO DEDICO AGLI ELETTORI PUGLIESI ONESTI AFFINCHE' ABBIANO UN MOTO DI ORGOGLIO E SPUTINO IN FACCIA A QUESTI PREZZO/LADRI. ....

    RispondiElimina
  46. Premetto che Vendola e tutto SEL unitamente al 95% del Pd ed Ncd nonché ultimamente anche F.I. , di fatto hanno agevolato l'attività criminale delle coop rosse di Buzzi &Co. e di insospettabili coop collegate alle Caritas diocesane.

    Con provvedimenti,decisioni,leggi e norme
    nazionali e locali hanno consentito al malaffare politico/mafioso di attechire e prosperare in modo capillare consentendo illeciti e notevoli profitti a danno delle casse pubbliche.
    Tutti i sodali si sono spartiti il malloppo in modo segreto utilizzando canali criminali collaudati da decenni.
    In questo blog e sui principali network mediatici ed ancora in piazza, tanti italiani hanno sempre protestato per questo andazzo criminale palese a tutti tranne che alle autorità pubbliche che non vigilavano in quanto alcune colluse.
    Il controllante che non blocca attività illecite del controllato perché corrotto e pagato per tacere e occultare la malagestiobe criminale.

    Inoltre non è vero che non esiste la differenza tra Destra e Sinistra.
    La differente visione della vita e della società civile e della famiglia e della religione e della tipologia di Stato sono elementi di differenziazione sostanziale.
    C'è chi vuole il CAOS nei rapporti sociali e familiari con manifestazioni contronatura e di disfacimento di ogni punto di riferimento familiare e individuale . Una società in cui ognuno liberamente possa dare sfogo ad ogni istinto anche sessuale . Uno Stato che non deve proteggere i propri cittadini da stranieri clandestini portaguai e da etnie stanziali parassitarie e portate abitualmente e geneticamente a delinquere.Portatori di altre usanze e religioni che non debbano essere obbligati a integrarsi totalmente colle leggi ed i costumi nostri mettendo a repentaglio la mia religione cattolica.
    Insomma una Babele disfattista.
    A tutto questo io cittadino identitario di DESTRA dico di NO. ..!!!!
    La mia Nazione deve essere preservata da sconvolgimenti sociali deleteri e bisogna consentire l'ingresso e la permanenza nel nostro territorio solo a individui che rispettano le leggi dello Stato naturale e secondo natura.
    Queste e altre sono le differenze tra Destra sociale e Sinistra disfattista e per il caos.

    RispondiElimina
  47. http://m.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/ESTERI/grecia_nave_corfu_sos_puglia_migranti_siriani/notizie/1092800.shtml




    RAGAZZI ...... SE LEGGETE QUESTO ARTICOLO VI VIENE IL TRAVAGLIO DI STOMACO........

    UN CARGO CON 600 CLANDESTINI CHE QUANDO SI DIRIGONO IN ITALIA DIVENTANO MISTERIOSAMENTE ""MIGRANTI"".....

    BUZZI SARÀ IN GALERA MA ALTRI CENTINAIA DI BUZZI SI DANNO DA FARE PER NON INTERROMPERE IL LOSCO TRAFFICO DI SCHIAVI E/O INVASORI ISLAMICI.

    LA BAGNAROLA PARTITA DALLA SIRIA SI STAVA DIRIGENDO IN CROAZIA MA DOPO SERRATE TRATTATIVE MISTERIOSE DECIDE DI CAMBIARE ROTTA E DI PUNTARE DIRETTAMENTE VERSO LA PUGLIA A GALLIPOLI OVE DOVREBBE ARRIVARE IN NOTTATA E SBARCARE 600 TURISTI DI LUSSO CHE RISOLLEVERANNO LE SORTI ECONOMICHE DEL LUOGO. .......CON IMMENSO GAUDIO DEL NOSTRO AMICO NIKI CHE SONO SICURO CHE CI HA MESSO LO ZAMPINO PER PORTARE A TERMINE QUESTA PORCATA FILO ISLAMICA.
    I CRISTIANI MASSACRATI IN AFRICA ED IN ASIA NON SCALFISCONO LA COSCIENZA ARIDA DI QUESTI NOSTRI GOVERNANTI DEL PIFFERO.
    E DIRE CHE LA CURIA ROMANA NON HA RITENUTO DI SOLLECITARE UN PONTE AEREO O NAVALE PER PORTARE IN EUROPA I SUPERSTITI CRISTIANI SOTTO ATTACCO ISIS CRIMINALE.
    EVIDENTEMENTE I MUSULMANI FANNO PIÙ SIMPATIA DEI CRISTIANI ANCHE ALLE PIÙ ALTRE GERARCHIE VATICANE CHE SI GIRANO DALL'ALTRA PARTE ANCHE NEL VEDERE IMMAGINI CRUENTE DEI MASSACRI.

    CHE MONDO DI PUPU' (MELDA ndr.) CHE CARATTERIZZA QUESTA ITALIETTA DEL XXI^ SECOLO IN CUI LE LOBBY DEPRAVATE O QUELLE MAFIOSE RIESCONO A INFLUENZARE LE SCELTE DEI PALAZZI DEL POTERE.
    GRAZIE AI TANTI PRESIDENTI CHE CI SONO IN ITALIA MA TALI SOLO PER ACCHIAPPARE COMPENSI ELEVATI E CHE PER IL RESTO DELEGANO AI VICE PER I TROPPI IMPEGNI MONDANI GIÀ PRESI ED INDEROGABILI.

    LI MORTACCI LORO. ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://m.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/CRONACA/traghetto_migranti_gallipoli/notizie/1094516.shtml

      SONO LIEVITATI A 970 I CLANDESTINI ISLAMICI RACCATTATI NEL MEDITERRANEO SU RICHIESTA DI BUZZI LE CUI COOP DEVONO CONTINUARE A LAVORARE A PIENO REGIME.
      IL MALAFFARE PD +MAFIA CAPITOLINA E PUGLIESE RINGRAZIANO....

      Elimina
  48. http://www.iltempo.it/mobile/cronache/2014/12/30/sos-al-largo-di-corfu-quot-uomini-armati-sulla-nave-quot-1.1362728


    Arrivano 700 amici dei cattolici. ...EVVIVA. .!!!

    RispondiElimina
  49. http://m.ilgiornale.it/news/2014/12/30/centinaia-di-immigrati-diretti-in-croazia-la-nave-dirottata-verso-litalia/1079480/


    30 Dicembre 2014

    Centinaia di immigrati diretti in Croazia: la nave dirottata verso l'Italia
    Non è la prima volta che succede: qualche vgiorno fa centinaia di clandestini arrivati in Grecia si sono rifiutati di sbarcare e si sono fatti portare in Italia

    Alla fine i clandestini vengono spediti tutti in Italia.
    La Terra dei sogni dove le leggi scritte non sono rispettate e le carceri hanno porte girevoli e i giudici sono sempre porti a perdonare con un buffetto. L'Eldorado d'Europa dove, nonostante la crisi economica i soldi per mantenere gli extracomunitari saltano sempre fuori. Così accade che una nave, la Blue Sky M battente barriera moldava, stracarica di immigrati siriani e diretta in Croazia, all'altezza di Corfù lanci un imprecisato allerme e, all'improvviso, cambi rotta e decida di puntare a tutta birra verso l'Italia. Non è la prima volta che succede. Siamo stati costretti ad assistere alla stessa scena una decina di giorni fa: gli stranieri arrivati a Pilos, al largo delle coste sud-occidentali del Peloponneso, si sono rifiutati di attraccare e si sono fatti portare in Sicilia.La Blue Sky M è partita dalla Turchia. A bordo ci sono centinaia di siriani che, secondo gli accordi presi con gli scafisti, avrebbero dovuto sbarcare in Croazia. Peccato che, durante la navigazione, la nave cargo abbia deciso di cambiare rotta e dirigersi verso la costa meridionale della Puglia. Non si sa se la decisione sia stata presa dagli stessi scafisti prima di abbandonare la Blue Sky M utilizzando altre imbarcazioni o dagli stessi clandestini siriani una volta lasciati alla deriva nel Mar Adriatico. A raccogliere la richiesta di soccorso, inviata mentre la Blue Sky M salpava dalla costa al largo dell'isola di Corfù, è stata ancora una volta la Guardia costiera italiana che si è affrettata ad avvertire le autorità greche che ha inviato un paio di elicotteri per scortare la nave fino in Italia. La ricostruzione dei fatti, però, è piuttosto frammentaria e discordante. Inizialmente la richiesta di soccorso è stata legata alla presenza di uomini armati a bordo. A distanza di poco tempo si è parlato di un'avaria al motore. Allarme che è presto rientrato lasciando un'unica certezza: il cargo stracarico diretto in Croazia è stato dirottato (non si sa perché) in Italia.Non è certo la prima volta che i barconi che solcano il Mar Mediterraneo vengono dirittato verso il Belpaese. Se fino a qualche tempo fa era Malta a rifiutarsi di intervenire "obbligando" la Marina militare italiana a soccorrere i disperati in balia delle onde, adesso sono gli stessi clandestini a preferire le coste italiche schifando gli altri Paesi dell'Eurozona. Lo scorso 19 dicembre, per esempio, un barcone con circa duecento immigrati è stato raggiunto a 117 miglia da Pilos, al largo delle coste sud-occidentali del Peloponneso. I clandestini si sono rifiutati di puntare la prua verso le spiagge greche e hanno insistito invece per essere portati in Italia. E così è stato.

    RispondiElimina
  50. http://www.iltempo.it/mobile/cronache/2014/12/31/basta-clandestini-la-grecia-li-scarica-all-italia-1.1362971



    ITALIA PATTUMIERA DEL MONDO.

    NON TURISTI DANAROSI VOGLIOSI DI VISITARE IL ''BELPAESE'' BENSI UNA CLOACA MASSIMA IN CUI OSPITARE I RIFIUTATI DAL MONDO E MANTENERLI A VITA SPESATI DI TUTTO E A CARICO DEI COJOTES CITTADINI ITALIDIOTI CHE NON HANNO LA CARATURA MENTALE E CARATTERIALE DI GETTARE A MARE TUTTI I NOSTRI INDEGNI POLITICANTI CORROTTI E MAFIOSI.
    LA GRECIA DICE DI NO A QUESTA CARRETTA CHE IN PRIMIS STAVA PER DIRIGERSI IN CROAZIA POI FORSE ""BUZZI"" DAL LA SUA CELLA CONFORTEVOLE DEVE AVERE MANDATO UN SMS A CHI DI DOVERE E COME PER MIRACOLO LA CARRETTA DIVENTA ""MERCE APPETIBILE"" PER LE COOP ROSSE E BIANCHE ITALIANE E PUGLIESI IN PARTICOLARE (VENDOLIANE) ED IL GIOCO È FATTO. INOLTRE I GIORNALETTI PROGRESSISTI SFORNERANNO PAGINATE STRAPPALACRIME SU 700 VITE SALVATE ""DISINTERESSATAMENTE"" E VIA DISCORRENDO CON CENTINAIA DI MUSULMANI SIRIANI DI CUI IL 99% SONO PRO/ISIS TAGLIAGOLE DI INFEDELI CRISTIANI.

    CHE VOLERE DI PIÙ. ...NEMMENO IL FAMOSO AMARO LUCANO PUÒ TANTO.

    FACENDO DUE CONTI PRO CAPITE FORFAIT:
    700x €.60= € 42.000 AL GIORNO CHE SBORSERA' ""PANTALONE"" PER I PROSSIMI 3-5 ANNI E CHE ""ACCHIAPPERANNO"" LE SUDDETTE COOP TARGATE ""BUZZI"" PIÙ
    SPESE DI TRASFERIMENTI E SANITARIE E ALTRE EVENTUALI ED ECCO CHE TANTI ""PARASSITI"" LAVORERANNO PER IL NEMICO.
    UN TOTALE COMPLESSIVO DI CIRCA €200X700X365GG.
    FA UNA CIFRA SPROPOSITATA CHE AUMENTA IL PIL DELLE MAFIE ITALIANE CHE RINGRAZIANO.

    GRAZIE NAPO +MERKEL+SOROS+BERGOGLIO+ARCIGAY...

    RispondiElimina
  51. Buon Anno 2015 a tutti gli italiani Identitari

    RispondiElimina
  52. Cacciamo i sodomiti traditori della patria tradizionale e cattolica...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono patriota ma assolutamente non cattolico nè cristiano ...credo che il cristianesimo abbia infettato l' europa ed i frutti si vedano dopo secoli di incubazione. combattere il monoteismo e proibirlo ridarebbe all' europa lo spirito originario. se sei contro l' immigrazione attacca la centrale del sovvertimento identitario! attacca il vaticano ed il suo stuolo di vermi travestiti da monaci e prelati.

      Elimina
  53. http://m.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/CRONACA/nave_migranti_deriva_crotone_400/notizie/1095165.shtml


    ERO PREOCCUPATO CHE LE MAFIOSE COOP ROSSE ALLA BUZZI SI TROVASSERO SENZA ""MATERIA PRIMA UMANA "" CON CUI ARRICCHIRSI TOGLIENDO RISORSE AI CITTADINI ITALIANI CHE SONO SEMPRE PIÙ POVERI.
    FINTI PROFUGHI CHE RIESCONO AD ARRIVARE IMPUNEMENTE VICINO ALLE COSTE SIMULANDO,D'ACCORDO CON QUALCUNO IN ITALIA, SITUAZIONE DI PERICOLO E COSTRINGENDO LA NOSTRA MARINA,PIÙ SCAFISTA CHE PROTEGGI COSTE, AD INTERVENIRE LASCIANDO SCOPERTE LARGHI TERRITORI OVE TRAFFICANTI E TERRORISTI POSSANO ENTRARE CLANDESTINAMENTE CON SCOPI CRIMINALI.
    NON TERMINERA' MAI QUESTA INVASIONE AUTORIZZATA?

    RispondiElimina
  54. http://m.ilgiornale.it/news/2015/01/02/clandestini-maro-golpe-anti-cav-tutte-le-dimenticanze-di-napolitano/1079662/

    Il peggior presidente della storia italiana perché politicamente schierato colla sinistra in modo palese.

    RispondiElimina
  55. www.iltempo.it. ...

    02/01/2015, 06:56

    Memoria Comune bisogno di radici
    A Latina voglia di ritrovare le origini
    E si pensa al referendum su «Littoria»
    Concorso per studenti e «novità»: così una città prova a raccontarsi

    La memoria è vita, diceva Cicerone, perché la memoria sono le nostre radici quelle che ci fanno crescere e guardare al futuro. È per questo che avere memoria significa voler conoscere il nostro passato, esserne orgogliosi, scoprendo il senso di appartenenza alla famiglia, ad una società, a un paese, a un territorio. Anche quando quella memoria può apparire «scomoda», poco convenzionale o poco gradita come è apparsa per anni l’origine di Latina, la città di fondazione voluta da Mussolini. È un po’ con lo volontà di conservare i ricordi che, per il terzo anno, a Latina si è svolto il concorso «I nonni raccontano: accadimenti, ricordi, immagini del vissuto storico del territorio pontino», incluso nei festeggiamenti per l’82mo anniversario della fondazione di Latina
    Il concorso, ideato e curato dal generale Euro Rossi,è rivolto alle scuole del territorio che si cimentano con testi, filmati e rappresentazioni teatrali, ma anche ai nonni desiderosi di mettere su carta un pezzo della loro vita. «L’idea originaria è stata quella di voler creare un "passaggio" di esperienza dai nonni ai nipoti - spiega Rossi - affinchè i giovani possano comprendere un mondo lontano e a volte sconosciuto». onosciuto. Esperienze di una vita passata da parte dei nonni, utili per i nipoti che la loro vita si devono costruire. I nonni hanno aperto lo «scrigno» della loro memoria tirando fuori «gioielli» che spesso i ragazzi non ritrovano nei testi di storia, considerati pesanti strumenti di studio, ma che arricchiscono le loro conoscenze con leggerezza ed entusiasmo. È il vissuto degli anziani, «genti diverse» per provenienza e cultura, che hanno fatto la bonifica del territorio pontino, hanno costruito i nuovi insediamenti di fondazione e le infrastrutture attraverso la raccolta di immagini, oggetti, aneddoti indimenticabili e che così non si perderanno. Tante piccole tessere che contribuiscono a creare il mosaico della storia di Latina, una città tanto giovane qunto ricca di una storia unica ed originale. Basti pensare ad alcuni suoi palazzi nei quali, in epoca recente, sono state fatte delle scoperte, artistiche e storiche, molto interessanti. Basti pensare al libro «La Guardia di Finanza e Palazzo "M" a Latina» che l’attuale colonnello Giovanni Reccia ha realizzato, dopo essersi appassionato sulla storia della città e della sede del Corpo. Palazzo M infatti, dalla forma inconfondibile, progettato dall’architetto Oriolo Frezzotti, nacque come Casa del Fascio ma dopo la guerra ospitò i senzatetto, soprattutto profughi. Poi negli anni ’50 fu bonificato e vi trovarono sede alcune scuole superiori fino al 1989 quando fu interamente destinato alla Guardia di Finanza. Particolarmente suggestiva la scoperta dei percorsi sotterranei che collegavano, come ha dimostrato il sopralluogo del Gruppo speleologico-Cai, nel marzo 2014, in un ampio sistema integrato Palazzo M, il Foro Mussolini e la caserma Gil (attualmente teatro D’Annunzio).

    Una scoperta importante come lo furono gli affreschi dimenticati per anni...............
    È forse per questo che a Latina, la Commissione Consiliare Affari Istituzionali ha approvato il 30 dicembre 2014, il Regolamento per la partecipazione e la consultazione dei cittadini attraverso il Referendum per decidere se ridare alla città il nome Littoria. Anche questa «Mi chiamo Littoria» è un’idea del gen. Rossi supportata da una quindicina di associazioni soprattutto culturali e apartitiche: «È storia - dice Rossi- perché questo nome continua a stupire o far paura?».

    Del resto Sabaudia continua a chiamarsi proprio come volle il Duce...

    RispondiElimina
  56. http://voxnews.info/2015/01/01/sel-case-popolari-a-profughi-o-facciamo-causa-a-stato/

    Questi fetenti di Sel.......da cacciare via....

    RispondiElimina
  57. http://voxnews.info/2015/01/01/sel-case-popolari-a-profughi-o-facciamo-causa-a-stato/


    SEL: “CASE POPOLARI A ‘PROFUGHI’ O FACCIAMO CAUSA A STATO”

    GENNAIO 1, 2015 

    Questo personaggio dallo sguardo molto intelligente, tal Gianfranco Schiavone, ‘casualmente’ anche politico di quella sorta di partito chiamato Sel, vuole che gli immigrati clandestini facciano causa all’Italia, perché non hanno le casette popolari:

    Hanno diritto, dice, perché vengono da paesi in guerra. Peccato che tra i paesi elencati, la guerra, sia finita da decenni in alcuni, da anni in altri, mai stata dal 1950 in altri ancora e attualmente attiva solo in Siria. E poi: per quale bizzarro motivo, chi viene da uno Stato estero nel quale i cittadini si scannano tra loro, dovrebbe avere la casa al posto di un cittadino italiano che non ce l’ha? Su quali basi?

    L’Asgi – Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione – è un club di parassiti (nel senso etimologico del termine) che millanta di essere un’associazione ‘super partes’ e che, invece, come si vede è solo l’emanazione di una frattaglia politica estremista.

    Sono sempre gli stessi personaggio che un giorno parlano come politici e quello dopo come ‘volontari’, tentando, con la complicità dei media di distrazione di massa di assumere una credibilità che non hanno.

    UN PENSIERO SU “SEL: “CASE POPOLARI A ‘PROFUGHI’ O FACCIAMO CAUSA A STATO””


    GENNAIO 2, 2015 ALLE 10:59 AM
    Forse i cittadini italiani,visti come “bestiame” (nel senso etimologico del termine) sono meno interessanti. ..??

    RispondiElimina
  58. Cacciamoli via a pedate nel sedere questi comunistacci....!!!!!!

    RispondiElimina
  59. http://voxnews.info/2015/01/03/flop-matrimoni-gay-in-francia/


    Il flop era prevedibile come non lo sarà mai in Italia ove i pederasti pensano di stravolgere il Cattolicesimo e la costituzione italiana con le loro richieste contronatura ma non ci riusciranno mai. ...mai. ...mai. ..........

    si trasferissero da Hollande e non scassassero più i timpani coi loro striduli vocii.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cattolicesimo e famiglia tradizionale..vuoi dire il cattolicesimo dei preti pedofili o quella sana famiglia tradizionale dove meta delle coppie che si sposano divorziano entro cinque anni o i mariti picchiano le mogli? Ricordatevi che la famiglia tradizionale NON ESISTE PIU. FORSE NON È MAI ESISTITA. E forse siete persino talmente ignoranti da non capire che gay SI NASCE. Come si nasce coi capelli rossi o mancini. ha molta ma MOLTA piu dignita un gay o una lesbica che sopportano una societa composta ( anche) di persone che li ritengono malati o inferiori, di qualche bigotto ignorante omofobo schifoso che in questo caso SCEGLIE di esserlo. Vergognatevi e ricordate che tra i fascisti duri e virili ci sono MOLTI PIU GAY di quanto pensiate

      Elimina