lunedì 3 novembre 2014

Sit-in CasaPound a Città di Castello (PG): "Disabili abbandonati, rifugiati coccolati"

CASAPOUND: “DISABILI ABBANDONATI, RIFUGIATI COCCOLATI. A CITTÀ DI CASTELLO È UNA 'SFORTUNA' ESSERE ITALIANI”.
Disabili abbandonati, rifugiati coccolati”. Questo il testo dello striscione polemico apparso questa mattina (sabato 1 novembre) nel centro di Città di Castello. Il messaggio è stato mostrato da militanti diCasaPound, tra i quali era presente anche un cittadino tifernate, rivoltosi al sit-in del movimento politico in seguito ad una difficile situazione familiare che non ha ricevuto attenzione dagli enti preposti.
Mentre in città continuano ad arrivare rifugiati grazie all’operazione Mare Nostrum – afferma CasaPound – alloggiati a nostre spese ed ai quali vengono pagati anche i corsi di italiano, il Comune di Città di Castello abbandona i suoi cittadini“.
Il tifernate sceso a protestare in piazza è l’“esempio di come questo stato scellerato accolga immigrati con ponti d’oro lasciando i suoi cittadini senza risorse”, visto che il signore, in famiglia, ha tre disabili gravi con invalidità civile al 100% ed è senza lavoro. Quest’ultimo, inoltre, avrebbe passato gli ultimi due anni tra incontri infruttuosi con Sindaco ed assistenti sociali e sarebbe ancora in attesa di una casa popolare.
“Solo promesse per lui, - conclude Casapound – alternate alla classica scusa della mancanza di fondi; pertanto, chiediamo al Sindaco di Città di Castello un incontro urgente e risolutivo che possa in qualche modo sbloccare la situazione di un cittadino che evidentemente ha la grossa sfortuna di essere italiano“.

5 commenti:

  1. Un governo nazista che la Storia cancellera' presto in modo definitivo.
    Italia negletta...

    RispondiElimina
  2. Sono Comunista/Stalinista e tifo per voi!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo Stalinismo ha mietuto milioni di vittime innocenti e tuttora ha nostalgici proseliti anche nei Paesi occidentali ove la maggioranza degli intelletti lo ha relegato in soffitta.
      La differenza sostanziale tra neocomunismo e neofascismo sta nella differente concezione delle liberta' individuali e della struttura statale.
      Nel primo caso individuo schiacciato e reso un numero amorfo in uno Stato schiavista e opprimente intellettualmente da burocrati parassiti beati nella ricchezza economica preclusa al popolo sfruttato.
      Le attuali formazioni di Destra hanno un programma ben preciso che va dalla Sovranita' Nazionale alla socialita' intellettualmente elevata e alla difesa ad oltranza della dignita' umana valorizzata secondo natura nonche' alla difesa della Italianita' e della famiglia tradizionale nonche' alla riformulazione radicale dei termini di adesione alla UE anche monetaria.
      Il lavoro fatto da Cpi in assonanza con Lega Nord nonche' da FN sta portando risultati lusinghieri in termini di consenso popolare.

      Elimina
  3. con questi banditi al governo anche locale ci vuole la rivoluzione altro che parole al vento.

    RispondiElimina
  4. I parlamentari del M5S oggi hanno dato il meglio di loro stessi barattando la finta opposizione al governo con un incarico di prestigio istituzionale.
    E' difficile in queste condizioni immaginare un futuro roseo x gli italiani ""svenduti"' al nemico straniero da un governo di larghissime intese "demitiane" con pd-sel-f.i.-ncd-m5s.
    La opposizione la fanno veramente solo quelli della Lega.
    Che tristezza per una famiglia di disabili abbandonati da tutti ed aiutati solo da CPI.

    RispondiElimina