domenica 23 novembre 2014

Degrado a Porta Capuana: a riqualificarla ci pensa CasaPound Napoli

Degrado a Porta Capuana: a riqualificarla ci pensa CasaPound Napoli

Napoli, 23 novembre 2014. Rifiuti ed erbacce che regnavano incontrastate nelle aiuole e tra le panchine. Questa fino a stamattina la indecorosa situazione di Porta Capuana a Napoli, zona che da anni è schiava dei mercati abusivi gestiti da rom, ma che da oggi pomeriggio si è decisamente trasformata, ridonando alla zona il decoro e la vivibilità che merita.
Tutto questo grazie ai militanti di CasaPound Italia Napoli, che dopo diverse ore di lavoro hanno dato vita ad una vera e propria bonifica, al termine della quale hanno effettuato un volantinaggio per lanciare il messaggio “Prima gli italiani”.”Abbiamo ridonato una nuova vita ad una zona della città che fino ad oggi era abbandonata a se stessa; dopo le numerose polemiche e proteste nate nei giorni scorsi ad opera dei cittadini e dei commercianti della zona, abbiamo deciso di intervenire in prima persona”: a dichiararlo è Giuseppe Savuto, responsabile cittadino di CasaPound Napoli.
Abbiamo dovuto sostituirci all’Amministrazione comunale – continua Savuto – , che lascia ormai da anni la zona di Porta Capuana alla totale mercè di Rom ed immigrati di varie nazionalità che ogni giorno gestiscono un mercato tutt’altro che regolare e rispettoso delle leggi e dei cittadini napoletani. In beffa ad ogni tipo di regolamento, queste persone quotidianamente vendono merce di ogni genere, come abiti usati o peggio ancora raccolti tra i rifiuti, come anche proventi di furti ed oggetti dalla dubbia provenienza”.
“Tutto questo costituisce un grave problema per il quartiere - continua Savuto -, ormai straziato dalla numerosissima presenza di queste persone, che nella quasi totalità dei casi risultano essere clandestini, che non hanno alcun rispetto degli spazi pubblici, e che si sentono autorizzati a perseverare in tale atteggiamento perché forti dell’assenza di controlli severi e delle istituzioni”.
La cura degli spazi pubblici, ma soprattutto la tutela e la sicurezza dei propri cittadini – conclude Savuto - dovrebbero essere una priorità per le amministrazioni, che, piuttosto che mettere in campo iniziative concrete e attuare soluzioni al problema del degrado e dell’illegalità, continuano di fatto a restare inermi, autorizzando di fatto questo scempio, che ha trasformato Porta Capuana in un luogo invivibile, ignorandone completamente le potenzialità di sviluppo, e, cosa ancor più grave, lasciando abbandonati a se stessi i cittadini italiani”.

Ufficio stampa CasaPound Italia Napoli                                
mail casapoundnapoli@yahoo.it
cell 3931732439

12 commenti:

  1. Ma il sindacuccio arancione dov'è??
    I napoletani in maggioranza meritano questo degrado in cui evidentemente sguazzano alla grande se dopo Bassolino traffichino hanno sento Gigino o' trafficone.

    RispondiElimina
  2. Una città con una storia gloriosa che si mette in mano a dei sindaci farlocchi e quaquaraqua'.
    Una epidemia di amministratori beceri che hanno in mano la sorte di migliaia di comuni con intenti e progetti mafiosi e antitaliani.
    Se avessero coscienza e onore si dimetterebbero in massa ma la vicenda delle furberie indegne del sindaco di Roma e dello stesso sindaco pregiudicato della citta partenopea fa mal sperare.
    Va bene dimostrare senso civico ma pulire un metro quadro di una citta' sommersa dal degrado sociale e politico non cambia di una virgola il malessere degli onesti cittadini.

    RispondiElimina
  3. Mi piacerebbe sapere dagli elettori napoletani onesti ma ingenui il vero motivo che li ha spinti a scegliere un sindaco che fa parte di un partito che è apertamente nemico della Patria e favorevole alla destrutturazione della razza italiana.

    RispondiElimina
  4. E se la monnezza raccolta venisse depositata sotto casa del sindaco di Napoli. .???

    RispondiElimina
  5. La città del sole lo è ormai solo nelle canzoni datate
    Oggi Napoli è la città della monnezza e del degrado socioeconomico totale.
    Peccato che il Padre Eterno ha dato i denti a gente che non merita il pane quotidiano visto che lo fetta ai maiali.

    RispondiElimina
  6. Una porta cittadina intitolata ad un luminare della cultura nazionale e mondiale(Luigi Capuana) che si incazzera' di brutto per questo degrado.
    I cittadini tutti sono chiamati a sorvegliare e protestare presso gli organi preposti e pagati per il mantenimento del decoro pubblico.
    Invece una calma piatta,un procedere a testa bassa oppure appiccicati allo schermo di un Ipad e fare finta che tutto sia a posto.
    L'educazione civica che si deve insegnare fin
    dall'asilo abitua ad apprezzare le cose belle tenute bene.
    Gli insegnanti progressisti si preoccupano stupidamente ed incocludentemente di inculcare agli allievi falsi e pericolosi stereotipi e se ne fregano se la città è insozzata da zingari rovistacassonetti oppure da maghrebini spacciatori x strada oppure da vucumpra' che ammorbano le nostre piazze con vendita illegale di cianfrusaglia cinese e dopo abbandonano cartoni e cartacce sul posto quando vanno via e nessuno dei presenti li rimprovera ed anzi tanti italiani "benpensanti" fanno a gara
    per acquistare quelle porcherie.
    Porta Capuana a Napoli è l'esempio del disinteresse dei tanti amministratori "politically scorretti" e beati tra la monnezza purché non sia sotto casa loro.
    Grazie al sinda-ciuccio di Napoli che è tutto preso a risolvere i problemi quotidiani di migliaia di parassiti stranieri e dei mafiosi locali dimenticando di avere giurato di servire ed agire per il bene della Patria Italia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sicuro che sia intitolata a Luigi Capuana la porta?

      Elimina
    2. Ha sbagliato ma comunque ha scritto cose condivise e Porta Capuana va tenuta linda e senza zozzatori.

      Elimina
  7. Giuseppe SAVUTO ha detto cose sacrosante e Porta Capuana che sta lì da più di 6 secoli merita rispetto.
    Purtroppo la coalizione tra malaffare politico e camorra+zingari malfattori è una miscela esplosiva a cui solo CPI può opporsi anche se non in eterno e la popolazione residente deve darsi da fare per sconfiggere questi criminali.
    Napoli è stata la capitale del Regno delle Due Sicilie e tanto altro e la sua fama storica arriva all'altro capo del mondo.
    Daje napoletani.....cacciate via questa amministrazione indegna di rappresentarvi.
    È sufficiente dare mandato politico a CPI che sarà in grado di restituire dignità e decoro alla città partenopea.
    Quello che organizza casapound ha fatto il giro del mondo e suscita tanta ammirazione negli STATES (USA) ove tanti emigranti italiani vorrebbero rivedere la Napoli del periodo Fascista allorquando fulgeva di gloria ed operosità.
    Non è nostalgia antistorica la mia dato che chi ha dato ha dato e chi ha avuto ha avuto eppero' si può fare qualcosa di buono per la propria comunità visitata da milioni di turisti annualmente e nulla di meglio che far riemergere dal passato concetti e comportamenti nazionalisti che male non farebbero. ...anzi.
    Volere è potere.
    Mi aspetto dal 2015 in poi un RINASCIMENTO di Napoli ma che sia vero.
    Una città pulita,ordinata,ripulita dalla feccia umana di criminali stranieri e nostrani,con mezzi pubblici efficienti e un brio di vivere tipico degli anni Trenta del XX^ SECOLO.

    RispondiElimina
  8. Napoli va preservata perché patrimonio della UMANITÀ.

    RispondiElimina
  9. siete grandi voi di CPI

    RispondiElimina
  10. Rottamino il sinda-cacchio i napoletani x bene

    RispondiElimina