domenica 30 novembre 2014

Centro d’accoglienza a Torre Del Greco (NA): la protesta di CasaPound, e il tentativo (fallito) di scontro dei centri sociali

Centro d’accoglienza a Torre Del Greco (NA): la protesta di CasaPound, e il tentativo (fallito) di scontro dei centri sociali

Napoli, 29 novembre 2014.  Un presidio di diverse ore, cori, e uno striscione che recita “No al centro d’accoglienza!”.
Questa la protesta messa in atto oggi pomeriggio da parte dei militanti campani di CasaPound Italia, per ribadire il loro secco NO a  alla scellerata politica dell’immigrazione selvaggia e incontrollata.
“Siamo scesi in piazza – dichiara Ferdinando Raiola, coordinatore regionale di CasaPound Campania - per stare al fianco di tutti i cittadini di Torre del Greco e italiani che sono stanchi di questo Stato. Uno stato che non muove un dito per aiutare gli italiani. In particolare la città di Torre Del Greco è già piegati dal crack della Deiulemar, dal doppio registro di navigazione , dal ridimensionamento dell'ospedale Maresca e dalla chiusura della cassa marittima, ma che si muove con celerità per adibire un centro di accoglienza per stranieri che regalerà al territorio, già martoriato, altra povertà e degrado. E nonostante il presidio fosse regolarmente autorizzato dalla Questura ed in piazza fosse massiccia la presenza delle forze dell'ordine (5 camionette, funzionari, digos, carabinieri) una quarantina di appartenenti ai centri sociali, nemici del popolo italiano, sono riusciti ad entrare in piazza con l’intenzione di aggredire i militanti di CasaPound, portando a loro seguito, petardi, bottiglie in vetro ed esplosivi destinati al lancio. Così come entrati, sono stati respinti dai nostri militanti che hanno continuato a manifestare contro una politica di accoglienza che l'Italia, viste le condizioni in cui versa, non può assolutamente adottare".
"Continueremo a protestare - conclude Raiola - contro l’istituzione dei centri di accoglienza nella nostra regione, senza farci intimidire da nessuno, contro un sistema politico mafioso che nasconde, dietro una finta accoglienza, una nuova schiavitù, che disgrega popoli e tessuti sociali, ed abbatte i salari  a vantaggio delle multinazionali”.

Ufficio stampa CasaPound Campania    
mail   casapoundcampania@gmail.com                                                                            
cell   3931732439







12 commenti:

  1. Sono con voi e manifestero' sempre al vostro fianco.
    Ne va della nostra sopravvivenza.

    RispondiElimina
  2. IL LAVORO INFATICABILE DEI PATRIOTI DI CASAPOUND CI RIPAGA DI TANTI ROSPI INGOIATI PER COLPA DI MALFATTORI NOSTRANI TRADITORI COME GIUDA.
    LA IMMIGRAZIONE CLANDESTINA È REATO PENALE PERSEGUITO IN TUTTI GLI STATI DEL MONDO E INVECE LE NOSTRE AUTORITÀ INVITANO QUESTI ESTRANEI CON BANDI PUBBLICI DI ARRUOLAMENTO.
    CHE PORCHERIE.

    RispondiElimina
  3. I criminali cresciuti dalla sx italiana nei covi cosiddetti centriasociali sono sempre pronti a dare il meglio.
    Bisogna dare atto che sono infaticabili ma peccato che combattono per ideali sbagliati anche per loro stessi.
    Pace all'animaccia loro e di chi li finanzia.
    Per il momento fanno comunella con tutte le specie possibili di malfattori reclutati tra italidioti senza famiglia nonché tra clandestini spacciatori di droghe e tanti rom brucia copertoni.

    RispondiElimina
  4. Basterebbe chiuderli definitivamente quei porcilai di illegalità così la smetterebbero di violare impunemente la legge quotidianamente coccolati dagli ex-stalinisti annidati ancora nelle istituzioni.

    RispondiElimina
  5. io sono dell'idea che l'italia ha tutte le possibilità per rialzarsi...ma prima cosa blocchiamo le entrate di zingari ed extracomunitari, successivamente si buttano fuori quelli preesistenti (di zingari intendo) e puntare su una forma di governo che salaria i lavoratori per meritocrazia. sono molte di piu le cose da argomentare, ma una critica, selezionate meglio i vostri membri, eliminate i rissosi e gli imbranati, perche con la violenza si ottiene altra violenza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piacerebbe saperne di più di questo intervento.
      Di quale violenza parli?
      Chi sarebbero i rissosi e gli imbranati? ?
      Per difendere la propria pellaccia è ammesso l'uso della forza che in questo caso non è gratuita ma motivata e finalizzata.
      Se poi ti riferisci a comportamenti partecipativi un po' sopra le righe ma che non sfociano nella illegalità è un'altra cosa.
      L' esuberanza giovanile connota quelle generazioni ed e' alla base di qualunque sua manifestazione sociale.
      La rabbia in corpo dovuta alla conoscenza e coabitazione con il malaffare politico e amm.vo a volte porta a reazioni esagerate che magari andrebbero meglio gestite e veicolate ma io mi lamenterei più di quelle persone che frequentano i covi della sx antagonista e sovversiva e che sono esclusivamente addestrati a commettere violenze ingiustificate.
      Se è vero che la Questura ha dichiarato che la manifestazione davanti agli istituti scolastici era autorizzata e si è svolta pacificamente e nessun studente è stato obbligato a rimanere fuori classe allora io non capisco..!!!!!!

      Elimina
    2. Errare humanum est perseverare est diabolicum.
      Io non credo che tra i militanti di Casapound ci siano dei criminali ma è anche vero che è una organizzazione politico - sociale fatta oggetto continuo di aggressioni anche fisiche pertanto tanti appartenenti sono in grado di difendersi adeguatamente anche usando le mani ma lo fanno per legittima difesa.
      Se c'è dell'altro faccelo sapere e noi simpatizzanti ne terremo conto.
      Grazie

      Elimina
  6. Nei covi di sx si rifugiano solo eversori terroristi

    RispondiElimina
  7. basterebbe mettere fuori legge i centri sociali ....covo di drogati e spacciatori......e se non la vogliono capire una ripassata con il randello.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una bella derattizzazione e i topi di fogna avrebbero il fatto loro ed invece il marcio continua ad esistere nei covi antagonisti.

      Elimina
  8. Sbattete fuori i clandestini ed i loro padrini politici.

    RispondiElimina
  9. Rivoluzione popolare. ..!!!!!!!!

    RispondiElimina