giovedì 20 novembre 2014

CasaPound, protesta in tutto il Veneto per l'arrivo di 500 nuovi profughi

CasaPound, protesta in tutto il Veneto per l'arrivo di 500 nuovi profughi

Padova, 20 novembre – CasaPound Italia ha affisso questa notte, in molti comuni del Veneto, striscioni di protesta contro l'arrivo di 500 nuovi profughi sul territorio regionale. Padova, Treviso, Chioggia, Castelfranco, Conegliano, Vittorio Veneto, Montebelluna, Portogruaro le città interessate

"Con questa azione - spiega CasaPound Italia - abbiamo voluto protestare per l'ennesima volta contro le folli politiche, in tema d'immigrazione, del Governo Renzi, oramai completamente sordo al disagio che si leva dai territori. Siano essi le grandi periferie urbane, come i piccoli centri. Tra oggi e domani in Veneto arriveranno altri 500 profughi, che verranno distribuiti tra tutte le province. Di questi, duecento solo tra Padova e Venezia. Con questi ultimi arrivi, il  totale dei profughi sin qui giunti nella nostra regione dall’inizio della missione “Mare Nostrum” (oggi Triton) sale quindi a 7.800 nuove unità. A queste persone verrà garantito vitto e alloggio, mentre sempre più veneti vengono sfrattati e perdono il lavoro. A nostro giudizio, si tradisce così quel patto di reciprocità che lega le istituzioni ai cittadini. Una situazione anche numericamente oramai fuori controllo: è di oggi la pubblicazione di un dossier del Settore Controllo e Statistica del Comune di Padova in cui si certifica che i cittadini stranieri nel capoluogo patavino sono aumentati del 690% negli ultimi vent'anni, mentre nelle scuole per l'infanzia statali il 45% degli iscritti è figlio d'immigrati. Chiediamo quindi a gran voce, e non finiremo mai di farlo, la riaffermazione di un principio di semplice buon senso, in questo momento di grave difficoltà per la nostra Nazione, ovvero: prima gli Italiani"

A seguire, il dettaglio delle affissioni, città per città (foto in allegato):

PADOVA: Prima gli italiani (presso Ater via Raggio di Sole), Stop invasione (via Plebiscito), Prima gli italiani (via Longhin, presso campo nomadi).
TREVISO: Mare Nostrum morte nostra (presso Dogana), Stop invasione (PUT Treviso).
CHIOGGIA (VE): Italiano abbandonato, immigrato coccolato (statale Romea).
CASTELFRANCO (TV): Mare Nostrum morte nostra (statale Castellana)
CONEGLIANO (TV): Lavoratori maltrattati, immigrati coccolati (statale Pontebbana)
VITTORIO VENETO (TV): Prima i Vittoriesi - Basta centri d'accoglienza
MONTEBELLUNA (TV): Stop invasione (statale Feltrina)
PORTOGRUARO (VE): Riprendiamoci la Nazione (rotonda degli Alpini), Prima gli italiani (Zona commerciale Carrefour)

PADOVA - prima gli italiani(su due righe) Ater via raggio di solePADOVA - prima gli italiani(su due righe) Ater via raggio di solePADOVA - stop invasione via plebiscitoPADOVA - stop invasione via plebiscitoPADOVA - via Longhin, presso campo nomadiPADOVA - via Longhin, presso campo nomadiTREVISO - doganaTREVISO - doganaTREVISO - Put (circonvallazione)TREVISO - Put (circonvallazione)Chioggia, statale RomeaChioggia, statale RomeaCastelfranco, lungo statale CastellanaCastelfranco, lungo statale CastellanaConegliano, lungo statale PontebbanaConegliano, lungo statale PontebbanaMontebelluna, lungo statale Feltrina.Montebelluna, lungo statale Feltrina.Vittorio Veneto 1Vittorio Veneto 1Vittorio Veneto 2Vittorio Veneto 2Portogruaro (VE), rotonda degli alpiniPortogruaro (VE), rotonda degli alpiniPortogruaro (VE), zona commerciale CarrefourPortogruaro (VE), zona commerciale Carrefour

7 commenti:

  1. Mi aspetto che Bitonci sindaco di Padova si opponga energicamente a questa oscena decisione che ha lo scopo di meticciare sempre piu' la razza italiana a danno dei cittadini identitari che non vogliono subire subire subire subire subire.

    RispondiElimina
  2. Mi aspetto una sollevazione popolare capitanata dalla Leganord.

    RispondiElimina
  3. Occasione unica per far vedere quanto vale la vera opposizione politica sul territorio.
    Non puo' essere CPI a protestare da sola.!!!
    Dov'e' la opposizione eletta dal popolo per difendere i diritti italiani identitari..???

    RispondiElimina
  4. Solo costituendo dei comitati permanenti sul territorio si ottiene qualcosa come stanno facendo a Roma a Tor Sapienza - Infernetto e altrove.
    Basta colle chiacchiere.
    CPI e' un valido collettore di proteste e iniziative di rifiuto a scelte scellerate di questi infami al governo.

    RispondiElimina
  5. Dovremmo imbarcare dieci politicanti parassiti e spedirli in Libia per ogni clandestino che sbarca INDESIDERATO sul suolo Italiano.
    Allora si' che in poco tempo avremo estirpato
    la gramigna.

    RispondiElimina
  6. paoletti emilio22 novembre 2014 14:53

    l'immograto è solo il prodotto finale di una politica lobbystica....andiamo alcuore del problema, la situazione attuale è causata non dall'immigrante, ma dalla brutta politica...

    RispondiElimina
  7. 500 calci nel sedere ai politicanti meldosi e traditori e affaristi sulla pelle di chi paga onestamente le tasse e lavora proficuamente.

    RispondiElimina