sabato 8 novembre 2014

Aggressione a Salvini, Iannone (CasaPound): solidarietà, Pd mandante politico

Aggressione a Salvini, Iannone (CasaPound): solidarietà, Pd mandante politico
Roma, 8 nov - “Solidarietà a Matteo Salvini, la cui macchina è stata assaltata e distrutta da militanti antifascisti nel tragitto che stava portando il leader della Lega al campo rom di via Erbosa, a Bologna”.

Così Gianluca Iannone, presidente di CasaPound Italia, commenta l’aggressione subita oggi dall’eurodeputato. “Purtroppo – continua l’esponente di Cpi – si tratta di un atto di violenza annunciato, in cui come spesso accade i centri sociali fungono da mazzieri della sinistra istituzionale, che nelle scorse ore ha contribuito a legittimare largamente l’aggressione. L’assessore comunale ai Servizi sociali Amelia Frascaroli non ha forse dichiarato in un’intervista di ‘poter capire gli schiaffi’ nei confronti di chi si preoccupa di far luce su un insediamento che genera solo degrado e che è totalmente a carico del comune? Il Pd e l’Anpi non hanno tentato di impedire la legittima visita di un eurodeputato in un luogo che fino a prova contraria è ancora parte dello Stato italiano?"

"Gli esponenti di questa sinistra istituzionale che pretendono di dare lezioni di moralità – conclude Iannone – vanno considerati a tutti gli effetti mandanti politici di una aggressione che, ne siamo certi, non susciterà un centesimo del pubblico sdegno che susciterebbe una battuta discutibile sui rom scritta su facebook da qualche oscuro consigliere comunale”.