giovedì 4 settembre 2014

Velletri (RM): CasaPound bonifica l’area verde di via Lata e lo Skate Park

Velletri (RM): CasaPound bonifica l’area verde di via Lata e lo Skate Park

Velletri, 4 Settembre – Questa mattina CasaPound Italia ha svolto un’opera di bonifica presso l’area verde in via Lata, presso il Ponte bianco, di fronte al supermercato Carrefour, e nello Skate Park di viale Roma, presso il Ponte rosso. I militanti di CasaPound Velletri, guidati dal loro referente comunale Paolo Felci e divisi in due gruppi, si sono attivati per risolvere alla radice il grave problema che da diverso tempo persiste nella zona verde di via Lata, sede abitativa di alcuni ‘senza tetto’ che, noncuranti, la degradano con rifiuti di ogni genere, e dello Skate Park in viale Roma, anch’esso soggetto ad un enorme quantità di rifiuti ed all’occupazione, da parte di un cittadino extracomunitario, dello sgabuzzino pubblico. Nonostante gli ultimissimi interventi di manutenzione effettuati presso via Lata, la zona si presenta in una deplorevole condizione di degrado, abbandono e incuria.
“Dopo alcune segnalazioni ricevute dai residenti del quartiere, che lamentavano la presenza di rifiuti – dichiara in una nota Paolo Felci, referente comunale di CasaPound Italia - abbiamo ripulito l’area verde adiacente al ponte bianco e quella dello skate park, sito in viale Roma e lasciato in condizioni a dir poco pessime. Oltre all’incuria di entrambe le zone verdi, ci siamo trovati di fronte a spiacevoli situazioni: sia nei pressi del ponte bianco che nello Skate Park abbiamo riscontrato la presenza di senza tetto, e in quest’ultimo anche l’occupazione del ripostiglio pubblico da parte di un cittadino rumeno, con tanto di lucchetto apposto alla porta. La situazione era quella di una vera e propria discarica a cielo aperto, ora finalmente ripulita. Ci domandiamo come davanti a fatti di simile importanza l’amministrazione comunale non prenda provvedimenti. Non è importante occuparsi del verde pubblico cittadino e della sicurezza di chi lo visita?”
“Chiediamo ai cittadini – conclude Felci – di continuare a segnalarci le situazioni di degrado al fine di poter intervenire e sostenerli e invitiamo, ancora una volta, l'amministrazione comunale ad attivarsi senza attendere che i cittadini si lamentino per sollecitarla a svolgere il proprio dovere.”

Skate Park
 

Carrefour di Via Lata 

9 commenti:

  1. Opera meritoria.
    Siamo arrivati al punto che paghiamo anche quel servizio di pulitura che invece non viene svolto.
    Ci sarebbe da fare una class-action contro il comune per quedts inadempienza '''pagata'' pero' dai cittadini.
    Opera meritoria dei VERI ITALIANI di Casapound e mi auguro che i velletrani o velletresi(??) se lo ricordino al momento giusto..!!!!!

    Italia Patrimonio dell'Umanita'..!!!!!!

    RispondiElimina
  2. portate i sacchi con la monnezza in regalo al sindaco di Velletri..!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. a portargli un 30% dei clandestini ""salvati"" dagli squali del mediterraneo e fargli sporcare le manine abbronzate giusto per farli sentire anche loro ""nuovi italiani"".
    Meglio di no...!!!!
    Altrimenti ci becchiamo la "macumba" da genitore 7 della k......e !!!!!!!

    RispondiElimina
  4. tari tasi imu ici limortacciloro
    paghi paghi paghi per avere questo schifo??????
    Un bello sciopero fiscale riempiendo tutte le aiuole e i prati cittadini colle bollette non pagate??????!

    RispondiElimina
  5. ma la gente che abita e lavora nei paraggi accetta questo merdaio????

    anselmo
    pisa

    RispondiElimina
  6. anke vero che senso civico e rispetto storia millenaria italiana sono argomenti invisi ai "mancini" italiani che sono decenni che incitano propri figli e propri scolari a zozzare tutto per potersi ESPRIMERE IN LIBERTA'.
    Qualcuno dira' che sono un bacchettone ed invece e' proprio il lassismo generalizzato e generazionale e la insofferenza di comodo verso il rispetto delle regole del vivere civicamente che ha portato a questo troiaio in ogni aspetto della vita nelle comunita' cittadine.
    Ricordo imbonitori e imbonitrici "mancini" trasecolare al solo pensare di biasimare un giovane che avesse ''graffitato'' un muro o una carrozza di metropolitana o di autobus urbano.
    Sono le stesse persone adulte che ritengono che un uso "moderato" di stupefacenti sia utile per la crescita.
    Se manca il rispetto.di se stessi manca tutto.
    E allora troviamo discariche a cielo aperto.Qualcuno dira' stupidamente
    che le citta' del nord italia sono degli EDEN ma non e' cosi.Un popolo ha rispetto del territorio in cui vive quando pretende da tutti i componenti
    pulizia ordine e civismo generalizzato.Altrimenti e' l'anarchia.Se poi aggiungiamo che sono mesi e mesi che zingari zozzoni e clandestini cavernicoli sono autorizzati ad esprimersi "liberamente" nei luoghi pubblici ecco che si tocca il fondo..!!!
    Ben venga la iniziativa di CPI ma occorre che tutti,italiani in primis,si ritorni a scuola per studiare EDUCAZIONE CIVICA.....amm.ri pubblici e politicanti per primi.

    RispondiElimina
  7. PRESENTATE IL CONTO AL SINDACO..

    RispondiElimina
  8. per i valorosi di cpi il rispetto della cosa pubblica e' dovere e piacere.
    grazie dagli italiani.

    RispondiElimina
  9. dove occorre bonificare ci sono quelli di casapound.DA IMITARE.

    RispondiElimina