mercoledì 24 settembre 2014

Monsummano Terme (PT), CasaPound interviene in difesa famiglia sotto sfratto

MONSUMMANO, CASAPOUND INTERVIENE IN DIFESA FAMIGLIA SOTTO SFRATTO A MONTEVETTOLINI

Si è presentato questa mattina per la terza volta l’ufficiale giudiziario presso il podere della famiglia Barbaccia per eseguire lo sfratto esecutivo ma a presidiare la proprietà ha trovato un gruppo di militanti di CasaPound Italia e pertanto ha deciso di rinviare l’ordinanza.

“Abbiamo deciso di sostenere la famiglia Barbaccia – spiega Andrea Buonamici, portavoce di CasaPound nel comune di Monsummano Terme – sia per la difficile situazione sociale nella quale si trovano con una donna invalida al 100% ed i suoi cinque figli, tra cui una ragazza madre con un bambino di 2 anni, tutti disoccupati, sia perché ci sono molti lati oscuri nell’iter giudiziario che ha portato all’ordinanza di esproprio”.

“Nei giorni scorsi è stato depositata presso la Procura della Repubblica di Firenze una istanza per la sospensione della procedura esecutiva immobiliare a seguito di una denuncia presentata da Salvatore Barbaccia nei confronti della curatela fallimentare" - spiega l’avvocato Marco Tarelli, che si sta occupando del caso.

1 commento:

  1. Eletti per fare gl interessi degli İtaliani e poi li inc.....e poi danno soldi e case a zingari e vucumpra' che italiani non sono....Vergogna.....!!!!!!!

    RispondiElimina