lunedì 1 settembre 2014

CasaPound Italia: 'Direzione Rivoluzione' dal 5 al 7 settembre in Salento, Borghezio e Poli Bortone alla festa nazionale

CasaPound Italia: 'Direzione Rivoluzione' dal 5 al 7 settembre in Salento, Borghezio e Poli Bortone alla festa nazionale

Europa, Siria e M.O., scuola, disabilità e volontariato i temi al centro della tre giorni di attualità, cultura e sport di Cpi

Roma, 1 settembre - Si discuterà di Europa con Mario Borghezio e Adriana Poli Bortone, ma anche di Medio Oriente, Siria e via Mediterranea alla solidarietà, del rapporto tra agricoltura e ambiente, del diritto al sesso dei disabili e di come uscire dall'emergenza scuola pubblica durante 'Direzione Rivoluzione 2014', la festa nazionale di CasaPound Italia che si terrà in Salento da venerdì 5 a domenica 7 settembre. Come avviene dalla fondazione del movimento, nel 2008, anche quest'anno militanti e simpatizzanti della tartaruga frecciata provenienti da tutta Italia si ritroveranno per tre giorni all'insegna dell'attualità, ma anche della musica. della cultura e dello sport.

Ad aprire la festa, venerdì alle 10, sarà una seduta di allenamenti comunitari di Bjj, Mma e Muay Thay sotto la guida di Jacopo Madaro, Pro 3-1 e cintura viola di Mma, dello Shark Team di Lecce. Alle 15 incontro sul tema 'Sesso, amore e disabilità', con la partecipazione dell'ex assessore ai Servizi Sociali della Provincia di Lecce, l'avvocato Filomena D'Antini, la responsabile nazionale dell'associazione 'Impavidi Destini' Serena Grasso e il segretario provinciale di S.f.i.d.a, Vito Berti. Alle 17 'Tu di che agricoltura sei?', confronto tra il consigliere regionale Saverio Congedo, il presidente Adaf Antonio Bruno ed Enzo Franco di CasaPound Italia Lecce. Alle 22 'Conferenza futurista' a cura di Felice Lecciso con letture da Ezra Pound, Drieu La Rochelle, Dino Campana e altri scrittore del Novecento.

Sabato alle 10 Giovanni Feola, volontario della onlus Solidarité Identités in Siria, e Guido Bruno, responsabile provinciale di Solid, spiegheranno la 'via mediterranea alla solidarietà', mentre alle 12 Rolando Mancini, Fabio Di Martino e Davide Renna,rispettivamente responsabili del Blocco studentesco nazionale, di Roma e di Lecce, illustreranno il nuovo programma dell'organizzazione in un incontro dal titolo 'Ritrova te stesso'. Alle 17 la conferenza 'L'Europa dei popoli contro l'Europa finanziaria', che vedrà confrontarsi l'eurodeputato della Lega Mario Borghezio, l'ex parlamentare UeAdriana Poli Bortone e il vicepresidente di CasaPound Italia Simone Di Stefano. A tirare le conclusioni, alle 20, sarà il leader di Cpi, Gianluca Iannone, che farà il punto sulle battaglie vinte e le sfide future che attendono il movimento.

info: 3478057510

104 commenti:

  1. dategli sotto ragazzi

    RispondiElimina
  2. apprezzo assai che organizziate lo sport formativo tra le attivita' permanenti.Lo sport praticato come le arti marziali formano fisico e carattere.
    Complimenti

    RispondiElimina
  3. Tre giorni intensi.Mi sarebbe piaciuto esserci.In gamba ragazzi.

    RispondiElimina
  4. Si puo' fare di piu' si deve fare di piu' per cambiare le cose.Tentare non nuoce.Arrendersi senza combattere e' da vigliacchi.Buona festa a CPI.

    RispondiElimina
  5. Avanti sempre cosi'.....
    Lino doretta ignazio
    campobasso

    RispondiElimina
  6. Avanti cosi BRAVI.....

    RispondiElimina
  7. ma dove si svolgerà il tutto? in piazza S. Oronzo o in qualche altro posto?? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A breve sarà reso nota la località esatta. Per ulteriori informazioni comunque è possibile contattare i recapiti indicati nel volantino di presentazione.

      Elimina
    2. HO TELEFONATO.TUTTO OK
      GRAZIE.
      BUON LAVORO.

      Elimina
  8. UNA BELLA RIVOLUZIONE E.....AZZERIAMO TUTTO E TUTTI..PER UN FUTURO MIGLIORE......

    RispondiElimina
  9. Mi aspetto un accento particolare sulla tragedia in atto che ogni giorno migliaia di "nuovi schiavi o terroristi o spacciatori" vengono traghettati in italia dalla nostra ex-benemerita marina militare!!
    A fare cosa di preciso se lo chiedono i nostri sordi e ciechi governanti.????
    Al ritmo incessante di 1000 al giorno a fine anno saranno sbarcati almeno altri 120.000 clandestini!!!!!!
    Io sono esterefatto!!!
    Meno male che ho letto oggi che Marcello GRANDI sindaco di Pellio Intelvi di 1000 abitanti ha detto NO-NO-NO...3 volte NO al prefetto di Como che li informava che avevano deciso di inviare in loco decine e decine di clandestini africani per essere accolti dal solito pretonzolo progressista finto-buonista ma vero-affarista presso locali sottratti alla fruizione dei parrocchiani!!!!!
    Marcello GRANDI sindaco "GRANDE".!!!
    CPI nelle giornate di dibattito si faccia per favore portavoce di tantissimi italiani che si sentono TRADITI da uno
    STATO GIUDA che privilegia lo straniero parassita ai danni dei propri cittadini trattati come sudditi.
    RIVOLUZIONE...!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  10. siete la parte sana dell'Italia e la rappresentate degnamente.
    Ho telefonato al 3478057510 e una gentile e solerte militante mi ha dato ragguagli utili sulla festa.
    Bravi e continuate sempre cosi.

    RispondiElimina
  11. il malore di latorre sara' un motivo in piu' per fare una rivoluzione...culturale...ma ci dobbiamo sbrigare .......altrimenti al loro ritorno in Italia i due maro' si troveranno spaesati.Ma avranno comunque il calore della loro famiglia e dei tanti estimatori.

    RispondiElimina
  12. FESTA COME MOMENTO DI AGGREGAZIONE ANCHE POLITICA.

    RispondiElimina
  13. casapound unica voce contro i presunti detentori del pensiero unico politically correct.

    RispondiElimina
  14. aspettiamo che inizi la festa nazionale di casapound

    RispondiElimina
  15. DOVE FARETE LA FESTA?

    RispondiElimina
  16. GRANDE CASAPOUND
    EJA

    RispondiElimina
  17. Merveilleuse organisation qui travaille pour le bien comune.
    Merci Casapound

    RispondiElimina
  18. do things with unparalleled mastery.
    thanks to CASAPOUND

    RispondiElimina
  19. momento magico di fratellanza italiana e non solo....

    RispondiElimina
  20. Puglia: non solo nozze indiane, c'e' anche raduno Casapound con Borghezio

    Lecce, 1 set. 2014(Adnkronos) - Non ci saranno solo le 'nozze indiane' a movimentare la prima settimana di settembre in Puglia. Da venerdì 5 a domenica 7 settembre, poco lontano da Savelletri, dove il 3, 4 e 5 settembre sarà celebrato il 'matrimonio da favola' della figlia del magnate del ferro Pramod Agarwal, si terrà anche la "festa nazionale" di Casapound Italia, movimento della destra radicale che della battaglia per i Marò ha fatto una bandiera, andando anche più volte a manifestare sotto l'ambasciata indiana a Roma.
    Nel programma della manifestazione non si fanno riferimenti alla vicenda di Latorre e Girone, ma potrebbe non essere esclusa qualche iniziativa estemporanea da parte dei militanti di Cpi, che dovrebbero arrivare, spiega il movimento, "da tutta Italia" per "tre giorni all'insegna dell'attualità, ma anche della musica, della cultura e dello sport", si legge in una nota.
    La manifestazione, come negli anni passati, si intitola 'Direzione Rivoluzione': "Si discuterà di Europa con Mario Borghezio e Adriana Poli Bortone, ma anche di Medio Oriente, Siria e via Mediterranea alla solidarietà, del rapporto tra agricoltura e ambiente, del diritto al sesso dei disabili e di come uscire dall'emergenza scuola pubblica durante".

    http://www.liberoquotidiano.it/news/cronaca/11681931/Puglia--non-solo-nozze-indiane.html

    RispondiElimina
  21. ......................CasaPound Italia sbarca al Sud, esattamente in Puglia a Lecce venerdì e sabato prossimi, e apre... al Nord. Tra gli ospiti della kermesse organizzata dal leader del movimento di destra Gianluca Iannone ci sarà infatti anche Mario Borghezio,
    l'europarlamentare della Lega Nord eletto al Centro anche grazie ai voti di Casapound, che discuterà con l'ex sindaco di Lecce Adriana Poli Bortone (Fdi) di «Europa dei popoli contro Europa finanziaria». «È un segnale della crescita del movimento, che ha un radicamento sempre più diffuso, soprattutto nel Mezzogiorno», dice Iannone, che punta ai delusi di An e ai giovani universitari nel capoluogo salentino. Il luogo non è stato comunicato ma è già caos: la questura di Lecce, in vista della concomitanza tra il raduno e il derby di Lega Pro Lecce-Barletta, in programma nello stadio di via del Mare sabato, ha chiesto al ministero dell'Interno di rinviare la partita o di inviare rinforzi al personale di polizia.


    http://www.casapounditalia.org/2014/09/casapound-italia-direzione-rivoluzione.html#comment-form

    RispondiElimina
  22. http://www.fasanolive.com/news/Attualit%C3%A0/323330/news.aspx




    ..........................................................................................................................................................Ultima in ordine di tempo è la protesta annunciata dagli attivisti di CasaPound, che hanno intenzione di riempire con striscioni a tappeto tutta la Puglia e soprattutto il territorio circostante i luoghi preposti alle celebrazioni e ai festeggiamenti dei giovani sposi asiatici. Gianluca Iannone leader del movimento ha dichiarato comunque che si tratterà di protesta pacifica e che chiederanno la liberazione dei due nostri fucilieri, escludendo quindi alcuna azione di “assalto” se non quella di manifestare in tranquillità come è nel loro diritto

    RispondiElimina
  23. Raduno Casapound, la tensione cresce: lasciate scritte offensive sui muri
    settembre 2, 2014 -
    Trepuzzi (Lecce) – Mancano pochi giorni al raduno nazionale di Casapound fissato per il prossimo fine settimana in una località a nord di Lecce e la tensione comincia a salire. Alla periferia di Trepuzzi, sulla strada per Squinzano e a pochi metri dalla caserma dei carabinieri, su un muro di un’abitazione sono state lasciate delle scritte con vernice nera piuttosto eloquenti: la prima contro un militante di Casapound definito “fascio infame”, la seconda più grande recitava “Contro Casapound, il 5,6,7 settembre Antifascismo militante”.

    Sull’episodio indagano i carabinieri della locale stazione per capire chi abbia potuto decidere di lanciare un messaggio del genere con tali scritte. Sta di fatto che il timore che possa succedere qualcosa nel prossimo settimana è molto alto. E’ stata infatti annunciata una contromanifestazione organizzata dagli “antifascisti” tra venerdì e sabato prossimo. E le forze dell’ordine sono in stato di allerta. Per ora le avvisaglie sono comparse solo con scritte ma proprio per scongiurare qualsiasi contatto tra le due fazioni nella giornata di ieri si è svolto un vertice in cui si è riunito il Comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico per studiare i necessari provvedimenti da adottare in vista della tre giorni in cui si svolgerà il raduno nazionale del movimento di Destra. E’ stato pianificato un piano speciale: tenere lontani, fisicamente, il raduno di Casapound in una località tenuta segreta e le assemblee organizzate dagli antifascisti (per tre giorni è stato allestito lo spazio di Porta Napoli) e dai gruppi antagonisti di sinistra che si ritroveranno nella manifestazione “No nazi in my town” prevista con tanto di slogan nei locali del centro sociale Binario 68.
    Magari nel corso del corteo i due movimenti potrebbero venire a contatto con i rischi annessi. Senza gettare il cerino sul fuoco della tensione è bene ricordare però che nel capoluogo qualche anno fa gruppi di destra e di sinistra si resero protagonisti di incidenti nella zona centrale della città. Si spera, in ogni caso, che queste scritte comparse alla periferia di Trepuzzi siano opera solo di balordi e non un guanto di sfida in previsione del fine settimana.

    F.Oli.


    http://trepuzzi.corrieresalentino.it/2014/09/raduno-casapound-la-tensione-cresce-lasciate-scritte-offensive-sui-muri/#.VAhjDebBCG8

    RispondiElimina
  24. HO LETTO IN QUESTE ORE SU STAMPA LOCALE E NAZIONALE ANCHE ONLINE E SUI SOCIAL CHE LA FESTA NAZIONALE DI CASAPOUNDITALIA IN PUGLIA DAREBBE MOLTO FASTIDIO AI PROFESSSIONISTI DELL'ANTIFASCISMO MILITANTE E PELOSO E ANTIDEMOCRATICO A TANTO AL CHILO.PREMESSO CHE SONO UN SIMPATIZZANTE DEL MOVIMENTO MA IN PRIMIS UN UOMO DI DESTRA,RITENGO CHE NON ME NE FREGA NULLA DELL'ALTRUI OPINIONE ALLORCHE' VORREBBE LIMITARE IL DIRITTO COSTITUZIONALE DI ITALIANI A RIUNIRSI PACIFICAMENTE PER FESTEGGIARE E DIBATTERE. APPARE SINGOLARE CHE ALLE STESSE TESTE SOPRAFFINE NON DIA FASTIDIO UN MATRIMONIO MILARDARIO CHE SI CELEBRERA' SEMPRE IN PUGLIA TRA RAMPOLLI INDIANI E IN CUI SI FA SFOGGIO DI PACCHIANA RICCHEZZA IN UN MOMENTO DI GRAVE CRISI OCCUPAZIONALE E SOCIALE IN PUGLIA MEDESIMA. 800 INVITATI PER TRE GIORNI SCASSERANNO I TIMPANI CON BALLI E CANTI INDIANI CHE NULLA HANNO A CHE VEDERE CON LA GLORIOSA TERRA DI PUGLIA.MA LI' CI SONO I SOLDI STRANIERI DI INDIANI ANCHE SE IL LORO GOVERNO DETIENE ILLEGALMENTE I NOSTRI DUE MARO'. MA QUESTO A QUELLE TESTE DI PRESIDENTE NON DA FASTIDIO. LO CAPISCO. GLI IMMIGRATI INDIANI(NON QUELLI DELLA FESTA DI 3 GIORNI) SONO PRESENTI IN NUMEROSE COMUNITA' IN ITALIA E POTREBBERO ESSERE I "NUOVI ITALIANI" DA FARE VOTARE A SX ED ALLORA COCCOLIAMOLI FACENDOLI PARTECIPARE ANCHE A DISTANZA AD UNA FESTA LORO...QUANTO SONO ALTRUISTI E BUONISTI I NOSTRI CONCITTADINI DI SX. SALVO POI INSCENARE UNA CAGNARA INDECENTE PERCHE' LA DESTRA SI RICOMPATTA E ALLORA STRINGE LORO IL C... ALL'IDEA CHE DALLE PROSSIME CONSULTAZIONI ELETTORALI POSSA FINIRE PER LORO LA PACCHIA DEL TUTTO ACCHIAPPO E CICCIA ALLA DESTRA. E NO...!!!!!!!!....MIEI CARI SOLONI.....LA FESTA INDIANA DURERA' TRE GIORNI MA LA VOSTRA FESTA DEL MAGNAMAGNA NON DURERA' IN ETERNO IN QUANTO TANTISSIMI ITALIANI NON NE POSSONO PIU' DEI VOSTRI COMPORTAMENTI DI TRADITORI DELLA PATRIA CHE CAMPATE CON GLI SPORCHI AFFARUCCI DEL BUSINESS DELL'IMMIGRAZIONISMO.
    CASAPOUND HA DIRITTO A FARE LA FESTA E VOI STATEVENE A CASA VOTRA E NON SC.......LE P......

    CASAPOUND E LA DESTRA NAZIONALE IN GENERALE VORREBBERO SALVARE DAL NAUFRAGIO IL " BARCONE ITALIA" CACCIATO ALLA DERIVA DA GOVERNI INDEGNI ED ANTITALIANI DI SINISTRA APPOGGIATI DA EX DI DESTRA STAMPELLA INDECENTE.
    LASCIATECI LAVORARE IN PACE,PLEASE....!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  25. PER COME SE NE PARLA E INCUTE TIMORE LA TRE GG.DELLAFESztA E' GIA' UN SUCCESSO.MA NON BISOGNA ABBASSARE LA GUARDIA VISTO CHE LO SCIACALLAGGIO E ' SEMPRE DIETRO L'ANGOLO E BISOGNA VIGILARE.
    FORZA E CORAGGIO.

    RispondiElimina
  26. Good Luck.
    Dialogare sempre piu' con Lega Nord.
    Italiani hanno bisogno di progettualita' politica certa e chiara.
    Hasta la vista.

    RispondiElimina
  27. Tanto sport e tante sc......e
    binomio vincente.
    Buona festa salentina.

    RispondiElimina
  28. gloriosa associazione che merita maggiori consensi elettorali.
    Saluti.

    RispondiElimina
  29. cpi+fn+albadorata+leganord.

    RispondiElimina
  30. 1 x tutti
    tutti x 1
    Mi affascina qst. del vs. movimento.
    Uno spirito di adesione convinto e ispirato a virtu' militaresche che qlc. ignorante definisce ""squadrista"".
    Invece e' uno spirito di corpo costruttivo che dovrebbe contraddistinguere tutte le comunita' i cui componenti sono animati da medesimi ideali puri e patriottici.
    E dopo questa sviolinata mettetevi al lavoro e non combinate kasini altrimenti...ci arrabbiamo..!!!ahahah..!!!

    un anziano simpatizzante di roma

    RispondiElimina
  31. non accettare provocazioni ma dibattere ssrenamente come fa sempre un Uomo di Destra.
    Se poi qualcuno ""rosica"" sono affari suoi.
    Viva la Destra democratica e repubblicana italiana.

    RispondiElimina
  32. DIRITTO DI DIBATTERE E LE AUTORITA' HANNO IL DOVERE DI TUTELARE CPI CHE SI RIUNISCE E FESTEGGIA PACIFICAMENTE.
    QUALCUNO FACCIA MENO CAGNARA E SE NE FACCIA UNA RAGIONE E NON ROMPA..

    RispondiElimina
  33. anche se non condivido alcuni aspetti della piattaforma programmatica,di contro apprezzo di casapound questo:

    spirito patriottico
    spirito sociale e sociologico
    difesa tradizioni storiche ed artistiche
    senso critico sul bene ed il male
    mens sana in corpore sano
    disprezzo per chi schiavizza il prossimo
    coraggio e sprezzo del pericolo
    impegno nel sociale a ragion veduta
    rispetto opinioni altrui
    disponibilita' protezione civile/civica
    rispetto umano

    Sembra poco e sembra scontato ma nel periodo storico che viviamo e' tanto.

    RispondiElimina
  34. solo gli antifascisti di professione e prezzolati ed in mala fede riescono a fare confusione tra PNF ed i movimenti di DESTRA PATRIOTTICA.

    Dire NO al degrado socio-economico-politico dell'Italia causato da una politica criminale di governi ispirati da follie autodistruttive non e' un tema del passato ma un tema attuale che attiene alla storia italiana del momento.
    Nessuno ha il diritto di vietare ad altri in una nazione democratica la possibilita' di esprimere le proprie opinioni logiche e pacifiche.
    Nessuno e' depositario della VERITA' SUPREMA e solo uno sciocco potrebbe abboccare e crederlo.
    Uomini e donne italiane incazzati da questa DERIVA GENOCIDICA in cui sono stati coinvolti nolenti dicono BASTA..!!!!"
    Hanno diritto a farlo sapere a tutto il mondo.
    In queste ore CPI cerca di dibattere democraticamente questo ed altri temi del programma della festa 2014 salentina e tutti hanno il dovere di consentire che cio' avvenga.

    NON SONO D'ACCORDO CON TE MA MI BATTERO' FINO ALLA MORTE AFFINCHE' TU POSSA LIBERAMENTE DIRE LA TUA....

    RispondiElimina
  35. http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/09/05/casa-pound-al-raduno-di-lecce-ci-sara-anche-il-consigliere-regionale-forza-italia/1111844/


    Casa Pound: al raduno di Lecce anche consigliere regionale di Forza Italia
    Saverio Congedo ha accettato di partecipare a Direzione Rivoluzione 2014. "Sono molto sorpreso e amareggiato che ci sia stato tanto clamore sulla mia persona, ritengo spropositato rispetto alla portata dell’evento" ha commentato il consigliere


    Casa Pound: al raduno di Lecce anche consigliere regionale di Forza Italia

    L’ospite d’onore doveva essere l’eurodeputato della Lega Nord Mario Borghezio ma alla prima festa di Casa Pound, che si tiene a Lecce fino a domenica, è invitato anche il consigliere regionale Saverio Congedo. La presenza del consigliere eletto in Puglia per Forza Italia è confermata anche dal volantino del raduno Direzione Rivoluzione 2014 -questo è il nome del raduno di estrema destra- dove Congedo parlerà di agricoltura. In risposta alle critiche sollevate da Michele Losappio di Sel, Congedo ha ribattuto prendendo alla larga la questione: “Sin dall’inizio della mia militanza mi è stato insegnato a osservare scrupolosamente la bussola di valori come la libertà, la democrazia, la tolleranza e il rispetto delle idee altrui. Compatibilmente con gli indirizzi politici del partito cui appartengo, mi attengo alle mie idee e alla mia coscienza”.

    Ieri sera il centro storico di Lecce era stato teatro di una maxi rissa che ha coinvolto una settantina di persone. Secondo gli inquirenti i tafferugli vedevano schierate due due fazioni: una romana e l’altra salentina. A seguito degli scontri, la casa di Congedo è stata presidiata dalle forze dell’ordine. “Sono molto sorpreso e amareggiato – ha detto il consigliere – che ci sia stato tanto clamore sulla mia persona, ritengo spropositato rispetto alla portata dell’evento. Ringrazio comunque le forze dell’ordine per l’impegno e lo sforzo profuso nonostante i problemi, legati ai tagli del governo, con cui ormai sono costrette a lavorare”.
    Direzione Rivoluzione 2014 si terrà in località Surbo ma in una struttura tenuta segreta per evitare attacchi da parte dagli antagonisti. L’Anpi ha già ottenuto il permesso di manifestare durante tutto il fine settimana, associazioni e centri sociali hanno annunciato sfilate pacifiche ma la Questura si prepara alla massima allerta.

    RispondiElimina
  36. ABBIAMO IN ITALIA LE """V E S T A L I""" DEL PENSIERO UNICO CORRETTO.
    CHI DISSENTE E' BOLLATO CON LE PEGGIORI INFAMIE,CON AGGETTIVI IRRIPETIBILI.
    MA NOI UOMINI DI DESTRA NON CI LASCIAMO INCANTARE NE' INTIMIDIRE E CONTINUIAMO PER LA NOSTRA STRADA.

    RispondiElimina
  37. http://www.ilpaesenuovo.it/2014/09/05/casa-pound-ancora-polemiche-mazzei-fi-pungola-il-centrosinistra-nulla-quaestio-per-i-brigatisti-curcio-e-fracasso/

    RispondiElimina
  38. http://www.ilpaesenuovo.it/2014/09/05/poli-bortone-fdi-an-ma-gli-antifascisti-sono-democratici/


    Poli Bortone, Fdi-An: “Ma gli antifascisti sono democratici?”
    settembre 05, 2014
    LECCE – Rispetto dei principi e dei valori democratici, confronto, dialogo. Argomenti che negli ultimi giorni sono stati sollevati in più occasioni in merito proprio alla festa nazionale di Casa Pound che si è aperta oggi a Surbo.

    “Agli organizzatori di Casa Pound suggerisco di non cadere nei tranelli che vengono pensati artatamente, a tutti i neo antifascisti di moderare i toni e di essere moderni, nel rispetto della democrazia” è quello che, ad esempio, suggerisce l’esponente di Fdi-An Adriana Poli Bortone, volto storico della destra salentina, già parlamentare e sindaco di Lecce e tra i relatori del raduno. Sarà proprio lei, infatti, a confrontarsi con il leghista Mario Borghezio, alle 17 di domani, sul tema “L’Europa dei popoli contro l’Europa finanziaria”. Interverrà anche il vicepresidente di CasaPound Italia Simone Di Stefano.

    Tra l’altro proprio la partecipazione dell’esponente del partito di Matteo Salvini ha dato adito a un aspro dissenso ma, in genere, è proprio sulle radici identitarie di Casa Pound che si è discusso più vivacemente. E, com’è noto, domani un corteo promosso dal coordinamento antifascista sfilerà per le vie di Lecce. “Neanche negli anni ’70 abbiamo assistito a manifestazioni di intolleranza di questa natura. C’è da chiedersi se gli antifascisti ritengano di essere realmente democratici rifiutando il confronto. Si possono e si debbono avere idee differenti, ma il confronto è sempre elemento di civiltà democratica. Se i contestatori si impegnassero con qualche iniziativa contro i tagliatori di teste piuttosto che boicottare certe manifestazioni, farebbero cosa migliore” ha concluso Poli Bortone.

    Intanto, con i lavori del pomeriggio, il raduno è entrato nel vivo. Il consigliere regionale FI Erio Congedo, a margine del suo intervento nell’incontro sull’agricoltura, ha dichiarato: “Sono molto sorpreso e amareggiato che ci sia stato tanto clamore sulla mia persona, lo ritengo spropositato rispetto alla portata dell’evento. Ringrazio comunque le forze dell’ordine per l’impegno e lo sforzo profuso nonostante i problemi, legati ai tagli del governo, con cui ormai sono costrette a lavorare”.

    RispondiElimina
  39. http://www.senzabarcode.it/2014/09/flash-casapound-italia-direzione-rivoluzione-festa-nazionale/

    RispondiElimina
  40. CasaPound Italia: ‘Direzione Rivoluzione’ dal 5 al 7 settembre in Salento, Borghezio e Poli Bortone alla festa nazionale. Europa, Siria e M.O., scuola, disabilità e volontariato i temi al centro della tre giorni di attualità, cultura e sport di Cpi.

    Si discuterà di Europa con Mario Borghezio e Adriana Poli Bortone, ma anche di Medio Oriente, Siria e via Mediterranea alla solidarietà, del rapporto tra agricoltura e ambiente, del diritto al sesso dei disabili e di come uscire dall’emergenza scuola pubblica durante ‘Direzione Rivoluzione 2014‘, la festa nazionale di CasaPound Italia che si terrà in Salento da venerdì 5 a domenica 7 settembre. Come avviene dalla fondazione del movimento, nel 2008, anche quest’anno militanti e simpatizzanti della tartaruga frecciata provenienti da tutta Italia si ritroveranno per tre giorni all’insegna dell’attualità, ma anche della musica. della cultura e dello sport.
    Ad aprire la festa, venerdì alle 10, sarà una seduta di allenamenti comunitari di Bjj, Mma e Muay Thay sotto la guida di Jacopo Madaro, Pro 3-1 e cintura viola di Mma, dello Shark Team di Lecce. Alle 15 incontro sul tema ‘Sesso, amore e disabilità‘, con la partecipazione dell’ex assessore ai Servizi Sociali della Provincia di Lecce, l’avvocato Filomena D’Antini, la responsabile nazionale dell’associazione ‘Impavidi Destini’ Serena Grasso e il segretario provinciale di S.f.i.d.a, Vito Berti. Alle 17 ‘Tu di che agricoltura sei?’, confronto tra il consigliere regionale Saverio Congedo, il presidente Adaf Antonio Bruno ed Enzo Franco di CasaPound Italia Lecce. Alle 22 ‘Conferenza futurista’ a cura di Felice Lecciso con letture da Ezra Pound, Drieu La Rochelle, Dino Campana e altri scrittore del Novecento.
    Sabato alle 10 Giovanni Feola, volontario della onlus Solidarité Identités in Siria, e Guido Bruno, responsabile provinciale di Solid, spiegheranno la ‘via mediterranea alla solidarietà’, mentre alle 12 Rolando Mancini, Fabio Di Martino e Davide Renna, rispettivamente responsabili del Blocco studentesco nazionale, di Roma e di Lecce, illustreranno il nuovo programma dell’organizzazione in un incontro dal titolo ‘Ritrova te stesso’. Alle 17 la conferenza ‘L’Europa dei popoli contro l’Europa finanziaria‘, che vedrà confrontarsi l’eurodeputato della Lega Mario Borghezio, l’ex parlamentare Ue Adriana Poli Bortone e il vicepresidente di CasaPound Italia Simone Di Stefano. A tirare le conclusioni, alle 20, sarà il leader di Cpi, Gianluca Iannone, che farà il punto sulle battaglie vinte e le sfide future che attendono il movimento.

    http://www.senzabarcode.it/2014/09/flash-casapound-italia-direzione-rivoluzione-festa-nazionale/

    RispondiElimina
  41. per gli amici della ""mancini""....
    Ascoltate in religioso silenzio ed imparate come si organizza la difesa della PATRIA....!!"...SIETE CAPRE..!!!!!

    RispondiElimina
  42. SEGUITA FESTA ONLINE.
    BELLA GIORNATA.
    INTERVENTI INCISIVI ED APPREZZATI
    ALLA FACCIA DEI ROSICONI.
    BRAVI CPI PER ORGANIZZZIONE PERFETTA.
    STOP.

    RispondiElimina
  43. Europa dei popoli contro europa plutocratica ma attenzione al rischio infiltrazione islamica.
    Questi furbacchioni arabi si propongono come alternativa giusta all'imperialismo capitalistico.
    Attenzione alle menti deboli che si stanno facendo infinocchiare e massima vigilanza.
    Sarebbe come cadere dalla padella alla brace.
    Anche all'interno delle istituzioni statali e della chiesa cattolica ci sono menti deboli e corrotte e noi siamo tutti in serio pericolo.
    magdi allam e oriana fallaci non raccontano balle.
    Immigrazionismo come testa di ariete per scardinare la nostra societa' e sottometterla al califfato islamico.
    meditate gente

    RispondiElimina
  44. non ci mettono paura i sinistronzi...

    RispondiElimina
  45. festa cpi 2014 a Lecce successo intenti e attenzione mediatica.

    lorenzo da molfetta

    RispondiElimina
  46. grandi borghezio e di stefano
    grazie

    RispondiElimina
  47. bella festa ok

    marco

    taranto

    RispondiElimina
  48. cpi
    grazie da italiani

    matteo
    livorno

    RispondiElimina
  49. A giovinazzo i soliti blablablablabla e il perseverare dell'inciucio tra F.I. e PD.
    A Surbo incontro tra CPI e altri volenterosi politici coraggiosi che hanno dibattuto da DESTRA di problemi seri di cui soffre l'Italia e di valide e fattibili soluzioni.
    Grande Casapound e Borghezio e Poli Bortone e Di Stefano e Iannone.
    Ve ne siamo grati.

    un impavido italiano

    RispondiElimina
  50. TRE GIORNI DI ARIA POLITICA NUOVA.

    RispondiElimina
  51. una vittoria la festa 2014 in una regione disastrata da un governo infame.

    RispondiElimina
  52. e' possibile vedere i video degli interventi di borghezio-poli bortone-di stefano-iannone e gli altri ospiti?
    E' possibile avere eventualmente il testo scritto degli interventi.?
    Grazie

    RispondiElimina
  53. so che e' come chiedere la luna ma per immaginare futuro CERTO e STABILE in Italia dovrebbe cambiare radicalmente
    la visione dello Stato.
    Come succede in quelle Nazioni che hanno anticipato i loro tempi di scelta tra sopravvivere e soccombere anche da NOI dovrebbe avvenire questo,PENA la capitolazione al nemico occupante cinese-islamico-massonico schiavizzatore-etcetc.
    Non vie di mezzo ma scelta chiara che va fatta al piu' presto:
    Stato nazionalista di destra;
    sovranita' nazionale totale;
    rinegoziazione filonazionale accordi UE
    stop immediato ingresso clandestini
    cattolicesimo religione statale
    limitazione altre confessioni
    Riscrittura Costituzione senso Nazionalista
    Limitazione circolazione stranieri
    magistratura e corti varie sotto controllo Stato Nazionalista

    Insomma COPIARE quello che ' avvenuto in India che adesso e' SUPERPOTENZA MONDIALE mentre italietta attuale e' PISCIATOIO MONDIALE.

    Fuori le palle o avremo catene e palla di ferro ai piedi.
    Ricordate Kuntakinte lo schiavo?Ecco.!!

    RispondiElimina
  54. ANCORA GRAZIE A CASAPOUND CHE HA INIZIATO DA TEMPO QUESTA PROFICUA COLLABORAZIONE POLITICA CON LA LEGA DI BORGHEZIO E SALVINI.
    ALLE PROSSIME CONSULTAZIONI ELETTORALI,A CUI SPERO PARTECIPI CASAPOUND,CI SARA' IL BANCO DI PROVA.
    IN BOCCA AL LUPO.



    http://www.iltempo.it/politica/2014/09/09/il-centrodestra-nicchia-e-la-lega-corre-al-sud-1.1306942

    09/09/2014 06:03
    LE SCELTE DEI PARTITI
    Il centrodestra nicchia e la Lega corre al Sud
    Trattative FI-Ncd per le Regionali.
    Salvini brucia tutti con un «partito gemello» nel Meridione

    «Statuti e coordinatori sono già pronti. Credo che entro un mese saremo in grado di ufficializzare la nascita di questo nuovo contenitore».
    La strategia di Matteo Salvini fa segnare una nuova accelerazione.
    Il «partito gemello» della Lega Nord al Sud è ormai imminente.
    Il segretario del Carroccio non si sbilancia sul nome, non chiarisce nemmeno se si tratterà di un soggetto unico - come lui auspica - o se magari saranno semplicemente una serie di contenitori che si presenteranno alle urne con la «bollinatura» della Lega, magari la figura di Alberto da Giussano nel simbolo. Non è neanche sicuro se questo nuovo soggetto si misurerà già alle Regionali in Calabria ed Emilia Romagna - «novembre è davvero troppo vicino» - ma quello che è certo è che l’«opa» lanciata sul meridione è ormai inarrestabile. Lo si intuisce anche quando, a margine della conferenza con la quale annuncia l’«autunno verde» della Lega contro le politiche renziane, viene interrogato su un possibile referendum sull’autonomia della Lombardia, sulla scia di quello scozzese, e lui replica che ora è prioritaria «l’indipendenza dell’Italia da Bruxelles». L’offensiva del segretario leghista - che comprende anche l’annuncio di tre manifestazioni di piazza contro il governo - arriva proprio nei giorni in cui Forza Italia ed Ncd provano a riallacciare un dialogo in vista delle prossime regionali. Dialogo sul quale pesa proprio l’alt di Salvini a una ricomposizione che comprenda anche gli alfaniani. E così il leader del Carroccio, forte anche dei sondaggi che, in termini di popolarità, ormai lo danno secondo solo all’altro Matteo (Renzi), prova a giocare d’anticipo.
    Anche perché il dialogo tra i vecchi alleati del centrodestra non sembra facilissimo. Soprattutto perché a frenarlo ci sono le condizioni di salute di Berlusconi, che ieri è stato vittima di un riacutizzarsi di quell’uveite che già l’anno scorso lo colpì e oggi non potrà tornare a Roma. Salta, quindi, il confronto con i coordinatori regionali di Forza Italia che erano stati tutti convocati domani nella Capitale. Agli atti, per ora,c’è la prima riunione della neonata commissione per le alleanze costituita da Matteoli, Verdini e Brunetta, che hanno incontrato i vertici calabresi del partito. Forza Italia ha redatto una lista di tre nomi per le elezioni in Calabria (favorita l’attuale commissario alla Provincia di Catanzaro Wanda Ferro) e ora la sottoporrà agli altri partner, in particolare a Ncd. Che, però, per bocca di Quagliariello ha escluso le «geometrie variabili». Tradotto: nessun aiuto al sud se non ci si coalizza al nord. Ma lì c’è il veto di Salvini: «Un’alleanza con Alfano? Una cosa è governare insieme dove si è vinto in passato, un’altra intraprendere un percorso nuovo. La escludo assolutamente».
    Carlantonio Solimene

    RispondiElimina
  55. http://www.lecceprima.it/politica/incontro-casapound-borghezio-poli-festa-nazionale.html

    Borghezio scalda CasaPound: "Padroni a casa nostra"


    RispondiElimina
  56. http://www.lecceprima.it/politica/incontro-casapound-borghezio-poli-festa-nazionale.html

    „SURBO - Conferenza più blindata che attesa,quella tenutasi nel pomeriggio in una struttura ricettiva situata alle porte di Lecce,cui hanno preso parte l’eurodeputato della Lega Mario Borghezio e la senatrice Adriana Poli Bortone.Incontro voluto da Casapound per parlare d’Europa, governo ed economia,è stato momento culminante della 3 giorni della manifestazione nazionale “Direzione Rivoluzione 2014” che non ha mancato di suscitare polemiche e preoccupazioni per quanto riguarda l’ordine pubblico,che è stato mantenuto senza alcuno sforzo.È stata l’introduzione del v.presidente di Casapound, Simone Di Stefano,a risvegliare i convenuti strappando loro un lungo applauso quando ha ricordato il gesto,simbolico e provocatorio,della sottrazione della bandiera dell’U.E. nella manifestazione di Roma.Argomento che ha riportato al tema della conferenza:la presenza del Paese in ambito 28 stati membri dell’Unione.Questione che riflette il dibattito politico nazionale e meriterebbe ampi margini di coinvolgimento popolare.
    “Ritengo normale nel 3^ millennio discutere con gli altri al di là delle idee di ognuno.
    Purché non s’impedisca ad altri,come negli anni Settanta,di esprimersi liberamente.” E in merito a eventuali convergenze con il pensiero di Casapound non si sottrae a rimarcare importanza e urgenza di recuperare una comune matrice identitaria che vede nella destra attiva un possibile punto di contatto. “Incubatore culturale” definisce Casapound la Poli aggiungendo quanto sia importante “dare spazio ai giovani politicamente attivi sui temi del sociale per via dell’atteggiamento della politica di questi anni che su tali emergenze resta distante,se non proprio assente.”E non risparmia duri commenti a organizzatori di improvvisato,e non autorizzato,contro-corteo. “È l’unico modo di certa sinistra di affrontare l’annosa questione dell’identità culturale e politica che è tanto più grave quanto più si rilevano azioni prive di senso e stupide come quella di un corteo volto solo a ottenere spazi di presenza.”Qual è la nostra economia?..........“Erano il tabacco e la vite.Non i girasoli che ci ha imposto l’Europa con l’esca di finanziamenti. Ora è rimasto il comparto dell’olivicoltura che soffre e,guarda caso, è comparso il batterio killer della xilella fastidiosa. Mi sembra che ci sia qualcosa di contorto e che l’unico fastidio lo provi chi il batterio ce l’ha mandato.” La politica di coesione, secondo la Poli, doveva essere la base di quella europea per mettere i paesi in ritardo di sviluppo alla pari con gli altri. Ma, a ben guardare, per il nostro paese le cose sarebbero andate in direzione opposta. Stare in Europa, allora, conviene?

    RispondiElimina
  57. http://www.lecceprima.it/politica/incontro-casapound-borghezio-poli-festa-nazionale.html


    Borghezio scalda CasaPound: "Padroni a casa nostra"

    ..............................
    „SURBO - .............................................
    Molti i punti dolenti toccati da Mario Borghezio che indica nei membri appartenenti a club e associazioni esclusive di stampo massonico i responsabili della gravissima impasse del Paese: “Una crisi che affonda sempre più l’Italia in un pantano da cui sarà difficile uscire se non attraverso una forte presa di coscienza dei gruppi di azione e dei movimenti politici giovanili. Non abbiamo più voce in capitolo, non più credibilità a livello internazionale – alludendo alla vicenda dei marò detenuti in India da due anni e mezzo. – L’Italia vittima di politiche finanziarie stabilite a tavolino da potenti occulti, i signori delle banche che tirano le fila del teatro di burattini dell’U.E..” Unione che, sia per la senatrice che per l’eurodeputato, tutela certe nazioni a scapito di quella italiana con l’obiettivo di sottrarre la posizione di prestigio che faceva del Belpaese il fiore all’occhiello d’Europa e che la vorrebbe solo un luogo ameno di villeggiatura.Poi i toni si alzano e gli animi si scaldano quando è il momento di accennare alla questione dell’immigrazione che Borghezio stigmatizza come un affondare la lama nell’identità degli italiani. “L’Europa siamo noi,non quella delle lobby. Solo ritrovando uno spirito di forte appartenenza politica potremo tornare a essere padroni a casa nostra. Casapound deve essere la punta di lancia di questa azione dirompente.La gente non vuol sentir parlare gli ipocriti,vuole essere incitata alla conquista di un’altra Europa.Marciamo come i legionari romani,come i vichinghi. Il resto è merda”.

    RispondiElimina
  58. “Incubatore culturale” definisce Casapound la Poli Bortone aggiungendo quanto sia importante dare spazio ai giovani politicamente attivi sui temi del sociale per via dell’atteggiamento della politica di questi anni che su tali emergenze resta drammaticamente distante, se non proprio assente.”


    http://www.lecceprima.it/politica/incontro-casapound-borghezio-poli-festa-nazionale.html

    RispondiElimina
  59. Dopo avere letto l'articolo di giornale di cui sopra mi auguro che CPI faccia parte,in accordo preventivo,di questo percorso elettorale della lega/centro-sud di salvini.Come ha scritto gia' qualcuno prima di me in questo blog:
    IL FERRO SI BATTE DA CALDO.
    Il momento e' propizio e lo sanno bene i vertici di CPI che staranno sicuramente valutando il da farsi.
    Siamo in tanti a porre fiducia in una ulteriore affermazione di CPI quale piattaforma culturale e sociale e politica.
    Il panorama della DESTRA italiana e' sconfortante causa innacquamento oppure stanchezza combattiva posizioni soggetti politici preesistenti.
    Al momento fiducia ripongo solo in CPI e Lega di salvini-borghezio.
    Buon lavoro.

    RispondiElimina
  60. Ho appena letto l'articolo pubblicato su lecceprima.it
    Devo dire che di Borghezio non avevo dubbi della valenza e del coraggio delle sue affermazioni ma comunque lo pongo sullo stesso livello di Di Stefano e di Iannone sul piano della Patriotticita'.
    Mi ha lasciato positivamente meravigliato la Poli Bortone che a dispetto di certe scelte da me criticate. in passato ha avuto il coraggio personale e politico di dire pane al pane e vino al vino.
    Sia lei che Borghezio hanno giustamente esaltato l'impegno patriottico e sociale e culturale di CPI, unico ad avere un settore giovanile di tutto rispetto e pronto a difendere le ragioni delle loro scelte,anche se qualche italidiota "mancino" cerca di invadere la carreggiata a gamba tesa e a trabocchetto ma ove trovera' il popolo italiano identitario a fischiare il fallo di espulsione e di rigore.
    E' una partita per la VITA e la senatrice,pur nelle diversita' di alcune convinzioni ideologiche,esorta a continuare la battaglia dell'impegno politico e sociale in modo continuativo e proficuo.
    Il resto lo si evince da pezzo giornalistico di cui consiglio lettura integrale.
    Sarebbe da incorniciarlo per quanto e' veritiero nel fotogafare una realta' esistente e propositiva nei suggerimenti pronunciati dalla Poli Bortone e da Borghezio...DUE EROI..!!!!

    RispondiElimina
  61. ho letto il pezzo di lecceprima.it

    Borghezio e Poli Bertone
    D U E E R O I
    Mi sono commosso a leggere le loro dichiarazioni pubbliche.
    Non scrivo altro.
    Articolo da incorniciare.

    CPI=Incubatore culturale

    RispondiElimina
  62. inaccettabile e antidemocratico che la Questura di Lecce abbia tollerato un corteo dei sinistronzi ritenuto ABUSIVO anche dalla senatrice Poli Bortone.

    RispondiElimina
  63. http://mobile.corriere.it/m/informazionelocale/notizie/corrieredelmezzogiorno/notizie/cronaca/2014/9-settembre-2014/incappucciati-armati-bastonila-procura-lecce-tracce-violenti-230100072082/0?checkEnrichmentDate=1410278373676

    RispondiElimina
  64. http://mobile.corriere.it/m/informazionelocale/notizie/corrieredelmezzogiorno/notizie/cronaca/2014/9-settembre-2014/incappucciati-armati-bastonila-procura-lecce-tracce-violenti-230100072082/0?checkEnrichmentDate=1410278373676

    Incappucciati e armati di bastoni La Procura di Lecce sulle tracce dei violenti
    Inchiesta sui trenta facinorosi che hanno terrorizzato sabato il centro cittadino nel corteo contro CasaPound

    Incappucciati, alcuni con i caschi, armati di bastoni e vestiti di nero: erano in coda al corteo, voltati verso le forze dell’ordine in senso di sfida e con movimenti tipicamente «militari», come veri e propri professionisti della «guerriglia» urbana. E se ciò non è avvenuto, è stato solo grazie alla professionalità delle forze dell’ordine che hanno evitato di rispondere alle provocazioni. Sui «black bloc» che sabato hanno seminato panico e terrore nel centro storico di Lecce c’è un’inchiesta degli agenti della Digos, con il coordinamento della Procura di Lecce.

    RispondiElimina
  65. http://www.corrieresalentino.it/2014/09/85139/


    settembre 7, 2014 -

    Conferenze, incontri e musica: si è chiusa la manifestazione di Casa Pound.
    Le scintille di Borghezio e la meraviglia della Poli per l’ostilità degli antifascisti

    Mentre per le strade di Lecce sfilavano cortei antifascisti, a Surbo si svolgeva tranquillamente il raduno di Casa Poud, fatto di conferenze, musica, incontri e giochi per i bambini. Ieri, alle 17, con Mario Borghezio si è parlato dell’Europa dei popoli contro l’Europa delle finanza. In apertura è intervenuto Simone Di Stefano, vice presidente nazionale di Casa Pound, protagonista, un anno fa, di un gesto simbolico nei confronti della comunità europea che gli è costato l’arresto: si è arrampicato su un palazzo per togliere la bandiera della Comunità Europea, che poi ha dovuto restituire.
    C’era anche Adriana Poli Bortone, che ha affermato non non riuscire a comprendere le polemiche per una manifestazione pacifica. La senatrice ha parlato della debolezza della politica italiana a livello europeo. Borghezio, come si immaginava, è intervenuto con parole pesanti per criticare un’Europa fatta di burocrati. Parole dure e bacchettate anche per l’Alto Commissario europeo Federica Mogherini, che nel suo discorso di introduzione ha fatto il grave errore di non ricordare i Marò. Poi, l’eurodeputato leghista ha accolto la richiesta dei responsabili di Casa Pound per poratre la vicenda della Xylella ai piani più alti, dove si decide: pur non essendo in commissione agricoltura, ha promesso che si farà portavoce.
    Anche le altre conferenze nel B&B di Surbo, l’Agrumeto, sono filate lisce: oggi si chiude con una giornata riservata ai tesserati, una giornata di saluto con un pranzo. Tra le notizie che gli associati vogliono diffondere c’è quella che il gruppo di protezione civile di Casa Pound è intervenuto anche nel Gargano per aiutare le popolazioni in gravi difficoltà. Ieri sera, dopo cena, è stata la volta dei concerti: non hanno suonato gli Zetazeroalfa, ma c’erano altri gruppi molto seguiti dal movimento. La performance era riservata ai militanti: tutta musica rock, hard core e tanto divertimento per i partecipanti. Tra i partecipanti molte donne e tante famiglie.

    RispondiElimina
  66. http://www.leccenews24.it/politica/casapound-lecce-replica-a-salvemini-non-si-arrampichi-sugli-specchi-condanni-i-volantini-sui-maro-.htm

    CasaPound Lecce replica a Salvemini:«non si arrampichi sugli specchi, condanni i volantini sui Marò»

    09/09/2014 | 10:20

    Lecce. Terminato il raduno nazionale di CasaPound Italia, svoltosi a Lecce nei giorni 5, 6 e 7 settembre, la politica locale inizia a tirare le somme. Vi sono stati confronti, dibattiti (ai quali hanno preso parte, ad esempio, esponenti quali Mario Borghezio e Adriana Poli Bortone; ma anche il presidente nazionale Gianluca Iannone assieme al suo vice, Simone Di Stefano) e iniziative culturali varie. La contromanifestazione che ha percorso alcuni tratti del centro storico leccese è stata oggetto di aspre critiche da parte del sindaco Paolo Perrone.

    Parole, quelle del primo cittadino, prontamente commentate dal consigliere comunale all'opposizione Carlo Salvemini. E sono proprio le reazioni a caldo di Salvemini che portano Cpi Lecce a formulare una replica attraverso una nota stampa: "Invece di arrampicarsi sugli specchi nel tentativo di difendere l’indifendibile, consigliamo a Carlo Salvemini di prendere coscienza di quanto avvenuto nel fine settimana e di avviare una seria riflessione sull’evidente frattura tra la città e la sinistra antagonista”.
    Il consiglio dato a Carlo Salvemini è quello di uscire "più spesso dai circoli e dai salotti che ama frequentare, per immergersi nella realtà quotidiana dei leccesi"; se così facesse - continua il comunicato stampa pervenutoci in redazione - “comprenderebbe meglio quanto il tessuto sociale della nostra amata città sia lontano anni luce dalla visione distorta della Lecce antifascista che la sinistra radical-chic sogna".
    "A riprova di quanto sosteniamo – si legge ancora nella nota diffusa da CasaPound Italia – basta analizzare tre elementi fondamentali che hanno contraddistinto questo intenso fine settimana: la partecipazione di intere famiglie e centinaia di semplici cittadini alla nostra festa nazionale e l’atmosfera sempre distesa nell’arco dei tre giorni, il fallimento evidente, per numeri e contenuti, del presidio organizzato da Anpi, Arci e Cgil a porta Napoli e la rabbia e le critiche, mosse da centinaia di leccesi sui media e i social network al famigerato corteo che ha deturpato il cuore della città”.

    “Non pretendiamo dal consigliere Salvemini le scuse nei nostri confronti per le dichiarazioni prive di fondamento riguardo alle attività politiche, sociali e culturali di CasaPound Italia, anche se avremmo piacere ad averlo, un giorno, ospite a un nostro dibattito, in modo che possa constatare personalmente chi siamo davvero. Quello che auspichiamo – conclude la nota – per il bene della città intera, è che prenda le distanze dalla banda di borghesi annoiati che giocano a fare i rivoluzionari e, soprattutto, che esprima una condanna senza appello ai vergognosi volantini affissi che incitano all’uccisione dei due Marò detenuti in India

    RispondiElimina
  67. http://www.lecceprima.it/politica/sinistra-risponde-sindaco-perrone-violenze-corteo-antifascista.html

    La minoranza reagisce all’affondo: “Perrone attacca migliaia di leccesi antifascisti”


    7 Settembre 2014
    LECCE – La sensazione è che il sindaco abbia interesse a fare esplodere la polemica, piuttosto che a sopirle. La pensa così, Carlo Salvemini, di Lecce Bene Comune che replica a stretto giro di posta all’anatema del primo cittadino contro la sinistra leccese, accusata in buona sostanza di coprire le violenze o quantomeno tollerare gli episodi di inciviltà che si sono registrati ieri durante il corteo non autorizzato promosso dai collettivi anarchici in risposta alla festa nazionale di CasaPound che intanto si andava concludendo nel chiuso di una struttura ricettiva di Surbo.Salvemini ricorda che, a differenza di Perrone, Airan Berg, coordinatore del comitato Lecce2019 – di cui è presidente proprio il sindaco - aveva nei giorni scorsi dichiarato l’incompatibilità della piattaforma del movimento di estrema destra con il sistema di valori della città di Lecce che ambisce al riconoscimento come Capitale europea della cultura per il 2019.Rispetto ai disordini, Salvemini, non si nasconde dietro a un dito ma risponde anche a nome di quella parte di cittadinanza che non riconosce nel centrodestra: “Intervengo per ribadire che si può - si deve - essere antifascisti senza imbrattare i muri o spaventare la città. Azioni che non possono essere difese. Intervengo sopratutto per difendere le migliaia di leccesi che, per il solo fatto di sentirsi e dichiararsi antifascisti e di sinistra, si vedono attaccati scompostamente dal loro sindaco senza ragione alcuna. Il corteo di ieri - non autorizzato e organizzato da un movimento che non riconosce autorità istituzionali e partitiche di alcun tipo e colore - è la rappresentazione di un antagonismo politico e sociale che sente la sinistra e la destra ugualmente lontane ed estranee. Vive di sé e del proprio spazio identitario”.
    Sulla vicenda è intervenuto anche il capogruppo del Partito democratico in consiglio comunale, Paolo Foresio: “I valori dell’antifascismo – diametralmente opposti a quelli del fascismo, quindi basati su pacifismo, tolleranza, libertà di opinione, rispetto altrui – sono sacri per tutti coloro che, come me, sono da sempre di sinistra. È inaccettabile, quindi, che possano essere associati a gesti di prepotenza, inciviltà e violenza gratuita contro cose e persone. Ora mi auguro che le forze dell’ordine individuino e puniscano i colpevoli. Ma sarebbe auspicabile anche che si evitino facili e quanto mai inopportune strumentalizzazioni politiche su fatti del genere, che vanno condannati unanimemente per una questione di semplice buonsenso”. Secondo il responsabile organizzativo dei democratici, Mirko Zacheo, “la stupidità e l’inciviltà non hanno colore politico. Sembra quasi che stessero aspettando gli incidenti per sparare ad alzo zero”Quelle di Perrone sono accuse diametralmente rispedite al mittente da parte del coordinamento cittadino di Sel: “Evidentemente il nostro sindaco non è a conoscenza che il coordinamento antifascista, nelle sue varie componenti, aveva organizzato - in segno di testimonianza e di protesta - un presidio democratico nell’area antistante Porta Napoli, regolarmente autorizzato, e che si è svolto senza alcun incidente o disturbo alla quiete pubblica. Rispediamo quindi al mittente ogni accusa di aver, anche indirettamente, consentito - come lui scrive - che il pomeriggio di follia avesse luogo. Avremmo, al contrario, gradito che il sindaco avesse stigmatizzato, con altrettanta puntualità e veemenza, gli atti di vandalismo e di violenza di cui si sono resi protagonisti gli attivisti di CasaPound, nel cuore di Lecce, nella notte di vigilia del loro raduno. Sarebbe interessante e opportuno un suo pensiero al riguardo”.

    RispondiElimina
  68. ECCOLI I DEMOCRATICI TOLLERANTI ""ANTIFASSISTI"" A CONVENIENZA.
    L'ITALIA PATRIOTTICA LI RELEGA ALL'ANGOLO DELLA STORIA ITALIANA.

    http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/lecce/raduno-casa-pound-scontri-a-lecce-no749029/

    LECCE - Si temeva che accadesse e così è stato: circa 500 aderenti alla rete antifascista oggi hanno bloccato Lecce con un corteo non autorizzato e si sono verificati momenti di tensione molto alta con il lancio di numerose bombe-carta, alcune delle quali anche tra i passanti.Quella organizzata a Lecce è stata una manifestazione di protesta contro il raduno nazionale di CasaPound, il movimento neofascista che si sta svolgendo a qualche chilometro da Lecce, in una struttura ricettiva nelle campagne di Surbo e dove proprio nel pomeriggio c'è stato l’intervento di Mario Borghezio, l’europarlamentare della Lega, la cui partecipazione, insieme a quella del consigliere regionale di Forza Italia, Saverio Congedo, era stata fortemente criticata dalla rete antifascista.I manifestanti, soprattutto giovani aderenti al centro sociale 'Binario 68', si sono radunati nei pressi di via Dalmazio Birago, dove si trova la sede del centro, per poi proseguire verso Porta Napoli dove era posizionato il primo blocco delle forze di polizia. Durante il passaggio sono state lanciate le prime bombe carta, i "cipollotti" da stadio, e i responsabili potrebbero essere presunti componenti della frangia anarchica, arrivati numerosi anche da fuori provincia e rimasti nelle retrovie del corteo col volto coperto, soprattutto con caschi, muniti di una mazza tra le mani.Duecento gli uomini delle forze dell’ordine in strada a presidiare il transito. Il problema maggiore era garantire l’ordine pubblico, evitando probabili scontri e danneggiamenti. Ed è per questo che dalla Questura, sotto il coordinamento del questore Antonio Maiorano, è stato disposto un percorso 'accompagnatò, quasi obbligato per i manifestanti, decidendo a sorpresa di far passare il corteo persino dalla centralissima via Salvatore Trinchese, la via di Lecce dello shopping, gremita in quel momento di gente, soprattutto famiglie con bambini.
    Ed è stato qui che si sono registrati i momenti di maggiore tensione, e numerosi commercianti hanno chiuso le porte dei negozi, mentre la gente a passeggio cercava un riparo. Volantini con scritte antifasciste sono stati affissi sui muri. I manifestanti hanno lanciato fumogeni e due-tre bombe carta proprio in mezzo alla gente. Poi, dopo aver toccato piazza Mazzini, il cuore commerciale della città dove alcuni manifestanti hanno tenuto un breve comizio per spiegare il perchè della protesta, il corteo è risalito verso il borgo antico, arrivando in Piazza Sant'Oronzo, e da qui lungo un gremito corso Vittorio Emanuele per poi disperdersi una volta raggiunta la sede del centro sociale da cui era partito.

    RispondiElimina
  69. IL SINDACO DI LECCE PERRONE SI INDIGNA PER LE OFFESE AI MARO' MA ASPETTIAMO CHE DENUNCI I RESPONSABILI DEL GESTO INFAME.

    http://bari.repubblica.it/cronaca/2014/09/07/news/corteo_antifascista_lecce_conta_i_danni_perrone_citt_sfregiata-95217968/

    Corteo antifascista, Lecce conta i danni.
    Perrone: città sfregiata

    Il sindaco infuriato: "La manifestazione contro Casa Pound non era autorizzata. In tanti a volto coperto. Inaccettabili le scritte contro i marò"

    di RAFFAELE LORUSSO
    07 settembre 2014
    Corteo antifascista, Lecce conta i danni. Perrone: città sfregiata.
    La città di Lecce conta i danni. E il sindaco si arrabbia. All'indomani del corteo antifascista non autorizzato contro il raduno nazionale dei militanti di Casa Pound, svoltosi a Surbo, a pochi chilometri dal capoluogo, Paolo Perrone, esponente di Forza Italia, punta il dito contro coloro che hanno manifestato per le strade del centro cittadino. "Bombe carta tra le famiglie a passeggio per lo

    RispondiElimina
  70. http://surbo.corrieresalentino.it/2014/09/06/casa-pound-poli-bortone-per-fortuna-ce-ancora-qualcuno-che-ha-il-coraggio-delle-proprie-idee/

    RispondiElimina
  71. http://www.lecceprima.it/politica/congedo-scrive-prefetto-.html

    Ordine pubblico, Congedo ringrazia apparato di sicurezza: “Efficienza operativa”
    Il consigliere regionale del gruppo Pdl-Forza Italia ha scritto al prefetto per manifestare la propria gratitudine per la professionalità dimostrata nella gestione del teso fine settimana. Giovedì sera la polizia ha presidiato la sua abitazione
    8 Settembre 2014
    Salento: "Violenti sono intoccabili"
    il sindaco attacca la sinistra: "Coccolate i violenti"
    LECCE – E’ stato al centro delle polemiche di questi giorni: la sua partecipazione al raduno nazionale di CasaPound – insieme a quella dell’ex sindaco Adriana Poli Bortone – non è certo piaciuta al centrosinistra che gli aveva chiesto di non legittimare con la propria presenza la festa del movimento neofascista.Giovedì scorso la polizia ha ritenuto di presidiare per alcune ore la sua abitazione, probabilmente temendo qualche contestazione.Oggi Erio Congedo, consigliere regionale del gruppo Pdl – Forza Italia, torna sul teso fine settimana ma solo per esprimere, con una lettera al prefetto, Giuliana Perrotta, e al questore, Antonio Maiorano, la propria gratitudine alla forze dell’ordine e ai vari corpi dello Stato.
    “In qualità di consigliere regionale e quindi di rappresentante istituzionale del territorio, anche a stretto e diretto titolo personale, certo di interpretare il sentimento di tanti salentini sento di doverle esprimere il più motivato apprezzamento per la professionalità con la quale le forze dell’ordine hanno garantito l’ordine pubblico a Lecce in un fine settimana delicato, per le note vicende connesse alla manifestazione di CasaPound e alle contromanifestazioni peraltro in concomitanza con eventi sportivi”. “Dirigenti e agenti della polizia di Stato, ufficiali e carabinieri, dirigenti e operatori degli altri corpi dello Stato e della polizia locale impegnati sul territorio, hanno assolto con lodevole spirito di servizio e soprattutto con grande equilibrio la difficile consegna assegnata, nell’interesse superiore dei cittadini. Per la loro azione capace, le rivolgo i più sinceri complimenti, che la prego di voler estendere a quanti hanno operato, secondo i rispettivi compiti e responsabilità”.
    “Ritengo che questa testimonianza di efficienza operativa, oltre che di sensibilità alle esigenze reali della comunità civile, rappresenti una decisiva dimostrazione della necessità di assicurare risposte adeguate al personale della pubblica sicurezza e del soccorso pubblico, che chiedono al mondo politico-istituzionale attenzione e sensibilità alle proprie giustificate rivendicazioni, mentre si annuncia la conferma per il 2015 del blocco degli aumenti salariali del comparto. Con i sensi della mia stima e il più sentito ringraziamento, Le giungano i più cordiali saluti”.
    Simona Manca: "Violenza inaudita"
    “Si è utilizzato come pretesto il raduno di CasaPound, che peraltro si è svolto pacificamente, per dare libero sfogo ad atteggiamenti distruttivi e guerrafondai, quelli sì realmente fascisti”. Questa l’opinione di Simona Manca, vice presidente della Provincia di Lecce, a proposito dei fatti dello scorso sabato pomeriggio.
    “Gli argomenti utilizzati e la violenza inaudita che ha sporcato e spaventato Lecce – sostiene l’esponente di Forza Italia - segnano una distinzione netta di impegno e visione tra chi li ha posti in essere e tutti i cittadini, le associazioni che si impegnano quotidianamente, che si riuniscono e manifestano pacificamente, oltre a chi sta costruendo un progetto serio per Lecce”.“E adesso chi risarcirà questa città? Il mio auspicio è che le forze dell’ordine riescano a perseguire e punire chi ha insultato lo Stato e la polizia, chi ha intimidito i commercianti del centro, chi ha imbrattato con minacce e slogan violenti muri dei palazzi storici, monumenti, cartelli stradali, vetrine, edifici privati, chi ha fatto spaventare bambini e famiglie con le bombe carta fatte esplodere tra chi passeggiava”.

    RispondiElimina
  72. „In ogni famiglia c'è un cretino.La verità fa male e fa ancor più male quando ad esprimerla è un Uomo di DESTRA.Ancora non si capisce perchè in Italia si deve manifestare solo a senso unico, possono manifestare solo quelli di SINISTRA.
    Quando questi fanno una manifestazione nessuno li disturba, anzi il più delle volte sono loro a devastare le città e disturbare la normale vita dei cittadini.
    Se a manifestare è gente di DESTRA subito parte il controcorteo per ostacolare, creare disturbo e scontri.
    Una vera indecenza cari "signori" di SINISTRA lasciate che anche gli altri democraticamente esprimano i propri pensieri e non rompete le b....“


    RispondiElimina
  73. mi aspetto dal sindaco di Lecce Paolo PERRONE di F.i.:
    1) Denuncia dei cartellonisti criminali con scritte oltraggiose contro i Maro';
    2) Costituzione parte civile comune Lecce contro sfasciatutto sinistri corteo illegale;
    3) Annullamento ogni agevolazione comunale esistente a favore centroasociale leccese;
    4) Documento di giunta e di consiglio di condanna ferma di ogni illegalita commessa da leccesi di centrosinistra coi cortei non autorizzati durante Festa Casapound 2014;
    5) Lettera ufficiale contro anpi se ha sfilato senza autorizzazione;
    6) Concessione spazi pubblici a organizzazioni di Destra come Casapound per esercizio liberalita' associative costituzionali.
    7) Invito in Comune di rappresentante di Casapound x presa di posizione netta contro la sinistra politica dimostratasi intollerante.

    RispondiElimina
  74. Fratelli d'Italia
    l'Italia s'e' desta
    dell'elmo di Scipio
    s'e' cinta la testa......
    Siam pronti alla morte
    l'Italia chiamo'....
    SI...!!!!!!!

    Avanti CPI

    RispondiElimina
  75. corteo criminale comunista contro Popolo Leccese per avere per 3 tornate elettorali scelto sempre sindaco di centrodestra.
    Paolo PERRONE coraggioso per essersi incazzato dei danni gravissimi a persone e cose.Spero denunci autori misfatti con costituzione parte civile del Comune di Lecce.
    Vigliaccata abominevole dei soliti teppistelli fancazzisti.
    Grazie a Lecce che volta le spalle alla sinistra guerrafondaia e fetecchiosa.

    RispondiElimina
  76. mannateli a fanculo sti fetenti dei centri sociali.

    RispondiElimina
  77. http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/lecce/notizie/cronaca/2014/6-settembre-2014/tardi-restare-calmi-protesta-nome-lecce-antifascista-23087121246.shtml

    Lecce, i contestatori indossano il casco
    e lanciano bombe carta fra i passanti
    Forze dell’ordine in assetto antisommossa in Via Trinchese
    A Surbo Borghezio liquida l’antifascismo come reperto storico

    Si erano radunati nei pressi di Porta Napoli fin dalle prime ore del pomeriggio. La questura ne aveva contati cinque o seicento. L’intento era quello di protestare contro il raduno di Casapound in corso a qualche chilometro di distanza, nella cittadina di Surbo. I manifestanti, aderenti ai movimenti antifascisti, esibivano uno striscione con la scritta: «È tardi per restare calmi, Lecce antifascista», monitorati da un massiccio spiegamento delle forze dell’ordine. che impedivano a giornalisti e fotografi di avvicinarsi.
    LA TENSIONE - Soltanto intorno alle 18 la tensione è esplosa. Alcuni manifestanti, con i volti coperti da caschi, hanno lanciato numerose bombe carta in viale Calasso. Le forze dell’ordine sono in posizione antisommossa e sono concentrate nei pressi del tribunale di Lecce dove si sta dirigendo il corteo (non autorizzato dalla Questura) alla cui testa è esposto un grande striscione con la scritta:«È tardi per restare calmi, Lecce antifascista».

    Borghezio a Surbo per CasaPound: «Antifascismo? Un reperto archeologico»

    GLI INTERVENTI - «L’antifascismo è un residuo archeologico del secolo scorso e la gravità dei problemi che si pongono a livello nazionale e internazionale fa sì che si debba oggi più che mai affrontare la battaglia politica con il volto rivolto all’avvenire». Lo ha detto Mario Borghezio, europarlamentare della Lega Nord intervenuto questo pomeriggio nella seconda giornata del raduno nazionale di CasaPound in corso in Salento, a Surbo (Lecce). «Per quanto mi riguarda - ha detto inoltre Borghezio a Surbo in riferimento alle polemiche che hanno accompagnato la sua partecipazione - sono non solo orgoglioso ma convinto talmente della mia partecipazione al convegno organizzato da CasaPound per una serie di motivi. Soprattutto per un senso di solidarietà e riconoscenza verso un movimento che mi ha appoggiato alle europee e perché ritengo che una forza giovanile cosi capace di mobilitare tante energie su tutto il territorio nazionale, nel momento in cui molti partiti hanno perso il rapporto con l’elemento giovanile, si pone quasi come una necessità per chi voglia fare politica pensando al futuro».

    RispondiElimina
  78. APPREZZO MOLTO CHE CASAPOUND INSERISCA LO SPORT PRATICATO TRA LE ATTIVITA' SOCIALI DA INCENTIVARE TRA I GIOVANI E ANCHE TRA GLI ANZIANI.
    SOLO MANTENENDOSI SANI ED IN FORMA E PER I GIOVANI IMPARANDO A PRATICARE UNA DISCIPLINA SPORTIVA CI SI PUO' CONSIDERARE INDIVIDUI SOCIALMENTE UTILI ALLA COLLETTIVITA'.
    BRAVI.

    RispondiElimina
  79. binario68 a Lecce da chiudere subito
    Centro di criminali fancazzisti.
    I leccesi patriottici non lo vogliono.
    E pensare che nel 1968 ci fu la rivolta di Praga contro il marxismo-leninismo-stalinismo e questi fighetti sfasciatutto lo usano nel nome della loro banda criminale.Vergognosi..!!!!!
    Il sindaco Perrone provveda.

    RispondiElimina
  80. Ho letto sulla edizione di ieri 10.9 su
    www.ilpaesenuovo.it
    che il sindaco di Lecce Perrone si costituira' parte civile nel proc.penale contro i delinquenti che hanno sfilato abusivamente a Lecce qualche giorno addietro provocando danni a persone e cose.Spero che tanti cittadini danneggiati denuncino e facciano come il sindaco.
    Le lamentele di CPI e dei cittadini identitari di Lecce hannoavuto ascolto.

    RispondiElimina
  81. Salvini parla di Legasud da Roma in giu'..Che fara' CpI??..Cerchera' alleanze politiche con loro??
    Occasione da non perdere direi...!!!!!!!!

    RispondiElimina
  82. sempre a fianco di casapound.
    eja

    RispondiElimina
  83. POLI BORTONE
    BORGHEZIO
    PERRONE
    IANNONE
    DI STEFANO

    PREMI NOBEL ALLA DIFESA ITALIANITA

    RispondiElimina
  84. SE VUOI MUOVERE IL MONDO
    MUOVI PRIMA TE STESSO.....

    RispondiElimina
  85. http://www.ilpaesenuovo.it/2014/09/10/offese-allavvocato-lecciso-sui-muri-di-trepuzzi-casapound-al-sindaco-aula-consiliare-per-la-conferenza-dadaista/


    Offese all’avvocato Lecciso sui muri di Trepuzzi,
    CasaPound al sindaco: “Un’aula consiliare per la Conferenza dadaista”
    settembre 10, 2014
    Ines De Marco

    TREPUZZI (Lecce) – “Non una parola di solidarietà all’avvocato Lecciso, o quantomeno di condanna nei confronti del gesto”. E’ la condanna che arriva dal responsabile locale di CasaPound Italia nei confronti delle istituzioni cittadine in merito alle offese comparse su diversi muri di Trepuzzi e rivolte a Felice Lecciso “reo di partecipare come ospite alla festa di CasaPound Italia, organizzata presso una struttura ricettiva in agro di Surbo”.
    Nella nota diffusa dall’organizzazione della Destra radicale, il referente Francesco Pezzuto spiega di aver atteso la conclusione dei festeggiamenti prima di esprimersi sui vari aspetti che hanno coinvolto il paese del nord Salento. Si legge: “Dopo l’appello contro il nostro raduno, redatto e firmato lo scorso 17 agosto anche da nostre concittadine quali Anna Caputo, presidente provinciale dell’Arci, dal vicesindaco Lucia Caretto e dal consigliere di maggioranza Maria Rita del Prete, abbiamo deciso di non entrare nel merito della vicenda al fine di non alimentare polemiche. Non possiamo esimerci, però, dal far notare come la stessa attenzione rivolta all’evento sia svanita improvvisamente in occasione delle minacce e offese comparse su muri di Trepuzzi contro il concittadino Lecciso”.
    Da qui la richiesta al sindaco Oronzo Valzano e al presidente del consiglio comunale Fernando Monte di un’aula consiliare per una rappresentazione della “Conferenza dadaista”, lettura di scritti e poesie di autori del primo ‘900, già portata in scena con successo dallo stesso Lecciso nell’ambito della rassegna “incontri culturali” organizzata dalla libreria Fanny.

    RispondiElimina
  86. La cultura (o civiltà) è quell'insieme complesso che racchiude conoscenze,credenze, arte, morale,diritto,costume e qualsiasi altra capacità e abitudine acquisita dall'uomo in quanto membro della società.

    L'ITALIA E' CULLA DI CIVILTA' E PERTANTO VA DIFESA E PERPETUATA AI NOSTRI POSTERI.

    RispondiElimina
  87. Con la minaccia incombente di attentati terroristici islamici in Italia e con il folle progetto del CALIFFATO ISLAMICO UNIVERSALE,trovo pericoloso,imprudente da parte di CPI continuare a portare assistenza a palestinesi e siriani filoassad considerato che sono anche loro islamicici.
    Nel Corano ci sono 23 versetti che INCITANO OBBLIGATORIAMENTE alla JIHAD tutti i fedeli mussulmani.Trovo assurdo che aiutiate i NEMICI dell'Occidente e quindi anche nemici vostri e miei.
    Bisogna cambiare strategia se vogliamo interrompere i canali di approvvigionamento dei terroristi che costituiscono l'85% degli extracomunitari con cui veniamo in contatto sui nostri territori.
    Per me non esistono mussulmani moderati perche' per tutti vale solo il dettato coranico e se ne fregano delle nostre leggi laiche in quanto provenienti da Stati Teocratici.
    Solid puo' benissimo aiutare tanti italiani non islamici bisognosi.
    Io al posto vostro ci ragionerei sopra altrimenti vi mettete sullo stesso piano della sinistra antitaliana che da decenni permette il diffondersi in Italia del protocollo religioso Halal che fa parte ddlla shaaria,cioe' la legge
    coranica.
    Fermiamo gli islamici TUTTI in quanto
    non sono intenzionati ad integrarsi democraticamente bensi a sottometterci.
    Meditate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma prima di scrivere idiozie perchè la gente non si documenta un minimo?
      I siriani filo-Assad sono quelli che combattono ogni giorno contro gli estremisti islamici. E non lo fanno dalla tastiera del loro pc come i novelli crociati nostrani ma armi in pugno nella loro nazione.
      Riguardo chi aiutare CasaPound aiuta quotidianamente gli italiani (anche in questo caso basterebbe essere un minimo informati per saperlo) a differenze come sempre di chi chiacchiera e basta.

      Elimina
    2. grazie professore tuttologo da tastiera.

      Elimina
    3. CONDIVIDO anonimo 20,12 11.9.2014

      Aiutati che Dio ti aiuta.

      Lontano mille chilometri dagli arabi mussulmani che ci odiano.

      Elimina
    4. io voglio poter continuare a leggere la Divina Commedia di Dante che non a caso colloco' maomettuccio all'INFERNO....!!!!

      Elimina
    5. cacciamo via da Europa TUTTI i mussulmani come si fece l'11-12 settembre 1683 nella famosa Battaglia di Vienna.
      Questi non hanno.buone intenzioni ma ricreare il Regno del Califfo islamico.
      Quello che stanno facendo ISIS e Al Qaida e' nell'interesse loro palestinesi e siriani tutti compresi

      Elimina
  88. Pensiamo a noi stessi e fottiamocene degli stranieri extracomunitari.
    L'Africa ed il medioriente e l'estremo oriente sono composti da centinaia di milioni di persone in guerra tra loro.Li facciamo venire tutti in Italia ed importiammo liti reciproche tra popoli e trasformiamo le citta' in favelas???!
    Fuori da Europa:
    Arabi islamici in genere compresi siriani e palestinesi.
    Nordafri-cani spacciatori
    asiatici vucumpra' venfimerda
    zingari
    mafiosi cinesi.
    Non possiamo MORIRE di Immigrazione.

    RispondiElimina
  89. Ci dobbiamo far governare da UOMINI veri e non da FEMMINIELLE che vogliono trasformare l'Italia in una Sodoma piena di vizio e meldume vario.

    RispondiElimina
  90. Italia negletta.
    Troppi incompetenti a decidere di cose serie..

    RispondiElimina
  91. SCIOCCANTE LEGGERE L'ARTICOLO GIORNALISTICO CHE SEGUE....

    http://www.ilgiornale.it/news/mondo/ecco-chi-tira-i-fili-terrore-sovvertire-lordine-mondiale-1050906.html

    "Ecco chi tira i fili del terrore per sovvertire l'ordine mondiale"
    Daniel Estulin: "Il Bilderberg non è più così importante, la vera politica si svolge a un livello sovranazionale, al di sopra dei governi". E fa i nomi di chi governa il mondo da dietro le quinte


    Andrea Indini - Gio, 11/09/2014 - 18:09
    commenta
    "Tutti gli eventi sono tra loro interconnessi. A leggere i giornali sembra che gli scontri in Ucraina siano un problema a sé, completamente slegati dagli scontri razziali di Ferguson o dalle persecuzioni razziali e religiose in Iraq e Siria".

    Prima di entrare nel merito delle tensioni tra la Russia e la Nato, Daniel Estulin (controverso autore del libro La vera storia del club Bilderberg) ci tiene a spiegare che "la Terra è un pianeta piccolo" e che, per andare fino in fondo, è fondamentale capire chi tira le fila. Perché "noi siamo solo burattini"................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................



    "Per capirlo bisogna guardare a Detroit, uno scenario post-apocalittico degno di un film di Will Smith. Le persone che tirano le fila del mondo vogliono che le guerre, la crescita zero e la deindustrializzazione ogni città del mondo assomigli a Detroit."

    Progresso e sviluppo non dovrebbero essere direttamente proporzionali alla densità di popolazione?"Grazie ai progressi tecnologici, le società si sviluppano, creano di ricchezza e costruiscono. Ma chi tira le fila del mondo sa che la terra è un pianeta molto piccolo con risorse naturali limitate e una popolazione in continua crescita. Ora siamo 7 miliardi e stiamo già esaurendo le risorse naturali. Ci sarà sempre abbastanza spazio sul pianeta, ma non abbastanza cibo e acqua per tutti. Perché i potenti sopravvivano, noi dobbiamo morire."Come intendono fare?"Distruggendo le nazioni a vantaggio delle strutture sovranazionali controllate dal denaro che gestiscono. Le corporazioni governano il mondo per conto dei governi che esse controllano. Così è successo con l'Unione Europea."E Putin non rientra in questo disegno..."Pensavano di poterlo controllare..."Perché non ci riescono?"La Russia è una superpotenza nucleare. È questo che la rende tremendamente pericolosa agli occhi di questa gente. La Cina, per esempio, ha una grande popolazione ma non è una potenza nucleare. E per questo non è un pericolo. Mentre l'economia cinese può essere distrutta nel giro di un minuto, le tecnologie russe non possono essere annientate."Dove vogliono arrivare col conflitto in Ucraina?:"Togliere il gas all’Europa per farla morire di freddo… Quando parlo di potere, non lo identifico con persone che siedono su un trono, ma con un concetto sovranazionale. L’idea è appunto distruggere ogni nazione."Alla fine non ci sarà più alcuna patria?"L’alleanza è orientata verso una struttura mondiale che per essere controllata ha bisogno di nazioni deboli."È possibile fare qualche nome?"Christine Lagarde, Mario Draghi, Mario Monti, Petro Oleksijovyč Porošenko… tutte queste persone sono sostituibili. Prendete Renzi: la sua politica conduce alla distruzione dell’Italia. Perché lo fa, dal momento che dovrebbe fare l’interesse del vostro Paese? Non è logico."Non è poi tanto diverso da Monti…
    "I vari Renzi, Monti, Prodi sono traditori dell’Italia, non lavorano nell’interesse del Paese. Renzi non ha mandato politico, nessuna legittimazione, non è stato eletto."
    L'ultimo premier eletto democraticamente è stato Berlusconi.

    RispondiElimina
  92. QUI SI DECIDONO LE SORTI DEL MONDO E DELL'ITALIA.

    E' TUTTO UN MAGNAMAGNA TRASVERSALE E I COMUNI MORTALI SONO CONSIDERATI SUDDITI DA COMANDARE A BACCHETTA....


    https://www.aspeninstitute.it/aspen-nel-mondo/the-aspen-institute

    RispondiElimina
  93. QUI' SI RIUNISCONO I MASSONI PER MEGLIO DECIDERE COME FOTTERCI.....

    http://it.wikipedia.org/wiki/Gruppo_Bilderberg

    RispondiElimina
  94. NOI SMADONNIAMO E LORO FANNO ANCHE I CAZZI NOSTRI SENZA CHIEDERE....


    http://www.disinformazione.it/massoniesinistra.htm

    RispondiElimina