giovedì 22 maggio 2014

Centro Immigrati Feroleto (CZ), Gianturco (CasaPound): Struttura ottimale, ma investire i soldi per italiani

Lamezia, 22 Mag. Questa mattina, con una delegazione di CasaPound e la troupe televisiva di ST Television, ci siamo recati presso il Centro immigrati di Feroleto (CZ) per controllare lo stato della struttura dove sono presenti 120 immigrati clandestini richiedenti Asilo Politico. Le amministrazioni locali sono assenti rispetto al controllo di questo fenomeno di massa, così abbiamo deciso di effettuare queste verifiche. Abbiamo controllato le condizioni igieniche sanitarie, di sicurezza della struttura e che realmente tutti abbiano diritto allo Status di Rifugiato.

La struttura ci è sembrata ottimale, con molti confort come i condizionatori d'aria, ma qualche immigrato si è lamentato con noi dell’assenza di soldi contanti, abbigliamento, e prodotti per l'igiene personale.

Tutti i circa 120 immigrati che vivono nella struttura, abbiamo accertato essere Rifugiati Politici provenienti principalmente da Nigeria, Senegal e Mali, arrivati da clandestini partendo dalla Libia attraversando il Mar Mediterraneo. Per mantenere questi immigrati il Governo italiano, spende 30€ al giorno, ma in questo periodo di profonda crisi politica, umana ed economica, la priorità dello Stato, secondo noi, dovrebbe essere rivolta ai cittadini italiani. Conti alla mano, questa piccola struttura costa alla collettività più di 110mila€ al mese, mentre decine e decine di famiglie lametine vivono quotidianamente in difficoltà economica. Se a questa somma, aggiungiamo l'operazione Mare Nostrvm, che aiuta gli scafisti a portare in Italia migliaia d’immigrati clandestini, e che ci costa 10milioni di € al mese, ci rendiamo facilmente conto come i nostri politici siano scollegati dalla realtà.

Ci sembra davvero demenziale, che il Presidente del consiglio Renzi, si vanti tanto di aver aumentato lo stipendio ad una minima parte di italiani di circa 80€ mentre a migliaia di immigrati si spendono circa 900€ al mese per il loro mantenimento sul nostro territorio. Si tratta di un’assurda sproporzione.
Bisogna fermare i flussi migratori, dire basta all’operazione Mare Nostrvm, e investire queste somme nell'aiuto delle famiglie italiane, abolendo inoltre ilTrattato di Dublino, che prevede che l’asilo politico del rifugiato sia a carico esclusivamente dalla nazione in cui sbarca il clandestino. L’Unione Europea è diventata una macchina burocratica infernale, dalla quale bisogna uscire immediatamente.

Mimmo Gianturco
CasaPound Italia

Info: 393 / 55 61 594
casapoundlamezia.org
casapoundlamezia@gmail.com

Twitter.com/CasapoundTW
facebook.com/casapoundlamezia







1 commento:

  1. Oltre al fatto che queste cifre che vengono erogate dallo stato vengono SEMPRE da fondi in compartecipazione con gli altri paesi membri dell’Unione Europea, fondi che sono già stati stanziati per quelle finalità e non possono andare ad aiutare eventuali famiglie d’italiani in crisi."
    Fonte: google

    RispondiElimina