sabato 8 marzo 2014

Presidio 'Basta UE' di CasaPound a Bolzano

Continuano le dimostrazioni di CasaPound Italia in vista del rinnovamento del parlamento europeo; dopo il volantinaggio che si è tenuto sabato scorso in concomitanza della tradizionale sfilata carnevalesca di Don Bosco, questa mattina i militanti bolzanini hanno raggiunto la balconata della biblioteca civica dalla quale hanno acceso dei fumogeni tricolori e srotolato uno striscione 6 metri x 2 metri recante la scritta "Europei si, schiavi no!"
"A poco meno di 3 mesi dalle elezioni europee, vogliamo riaffermare la nostra contrarietà ad un modello di Unione che non lascia presupporre nulla di buono per il futuro. La nostra visione dell'Europa è antitetica a quella delle banche e dei gruppi di interesse economico-finanziari: siamo contrari alla mercificazione del lavoro, alla pianificazione della produzione agroalimentare ed alla svendita di quel patrimonio produttivo che ha fatto di questa nostra Nazione una delle punte di eccellenza nel settore manifatturiero ed industriale. Non possiamo accettare che i nostri agricoltori distruggano un "surplus" di produzione di arance sotto le ruote dei trattori mentre a Bruxelles spalancano le porte alle importazioni di agrumi dal Marocco, non possiamo accettare che gli allevatori lombardi ed emiliani versino per terra "l'eccedenza" di latte quando poi le nostre aziende casearie sono costrette a comprarlo dalla Francia o dall'Irlanda, non possiamo altresì accettare che aziende sane e distributrici di utili come Eni, Enel, Finmeccanica o Poste Italiane vengano svendute al ribasso per rispettare vincoli di bilancio imposti da un burocrate di Strasburgo. Vogliamo una Europa unita e forte, che nel rispetto di tutte le Nazioni che la compongono abbia una voce chiara e di peso in campo internazionale, che protegga i propri cittadini e che non ne metta in saldo 'avvenire in cambio di un pareggio di bilancio o di un fiscal compact."

Ulteriori informazioni sono disponibili alle pagine Facebook CasaPound Italia, CasaPound Bolzano oppure all'indirizzo e-mail bastaue@gmail.com




0 commenti:

Posta un commento