martedì 25 marzo 2014

Asti, CasaPound: “Strisce blu illegali”, incappucciati parchimetri del centro e della zona ospedale

Asti, CasaPound: “Strisce blu illegali”, incappucciati parchimetri del centro e della zona ospedale

Asti 24 marzo: CasaPound Italia protesta contro i parcheggi a pagamento“I bilanci dei comuni sono tenuti in piedi dalla multe che devono pagare i cittadini.
Autovelox e parcheggi a pagamento sono diventati indispensabili per coprire i buchi nelle casse comunali – ha dichiarato Marco Racca coordinatore regionale di CasaPound Italia – Anche la città di Asti è colpita dal flagello delle strisce blu. Parcheggi un tempo accessibili a tutti oggi sono diventati un lusso per moltissimi cittadini”
“Nella notte abbiamo incappucciato i parchimetri del centro cittadino e delle zone limitrofe all’ospedale Cardinal Massaia – ha continuato Racca – L’estensione della zona blu anche nei pressi dell’ospedale è vergognosa e non trova giustificazione alcuna.”
“I cittadini di Asti devono sapere che buona parte delle zone a pagamento sono illegali perché violano quanto disposto nel Codice della strada – ha concluso il responsabile regionale di CasaPound Italia – Inoltre sono illegittime le multe che vengono irrogate quando è scaduto il termine di sosta acquistato. Purtroppo però i Giudici di pace, organo che deve decidere sulle opposizioni alle multe ingiuste, tendono a salvaguardare le casse dei comuni a discapito delle tasche dei cittadini”.

Per info:
astinonconforme@gmail.com
www.casapoundpiemonte.org
www.casapounditalia.org

0 commenti:

Posta un commento