lunedì 3 marzo 2014

Arborea (OR), CasaPound contro sgombero famiglia Spanu

Arborea, 3 marzo – “Lotta all’ usura” è questo il testo riportato sullo striscione esposto questa mattina dai militanti di CasaPound presso l’ azienda agricola Spanu, da mesi impegnata a far valere le proprie ragioni contro lo sfratto convalidato dal Tribunale di Oristano. Presente anche il movimento “Artigiani e Commercianti” e il “Coordinamento 9 Dicembre”.
“Anche CasaPound si schiera con la famiglia Spanu per questo ennesimo, assurdo caso di usura criminale”- dichiara Andrea Farris, responsabile regionale del movimento -”davvero impensabile che, per un debito di 20 milioni di lire non saldato, dieci persone, di cui alcuni bambini, possano essere cacciate vie dalla propria abitazione a causa degli interessi lievitati nel tempo”.
Siamo pronti ad opporci allo sgombero fisico previsto per domani, martedì 4 marzo.” – continua – “Sono in corso delle trattative con l’ acquirente dell’ azienda, il quale si è aggiudicato i 6 ettari di terreno e la struttura abitata dalla famiglia Spanu per soli 120mila euro all’ asta, quando il valore stimato del complesso supera i 600mila”. “Serve giusto qualche altro giorno per risolvere il problema a livello burocratico. Cercheremo di guadagnare questo tempo in ogni modo e ad ogni costo, perchè non siamo disposti a vedere morire il nostro popolo in mezzo a una strada.”
Stasera la diretta dall’azienda Spanu radiobandieranera.org: il punto prima dello sgombero.
IMG_20140303_114107IMG_20140303_114025IMG_20140303_1139161957355_10203367892347151_534838913_n

0 commenti:

Posta un commento