mercoledì 19 febbraio 2014

Pistoia, graduatoria case popolari: blitz di CasaPound all'assessorato politiche sociali

PISTOIA, GRADUATORIA CASE POPOLARI: BLITZ DI CASAPOUND ALL’ASSESSORATO POLITICHE SOCIALI

La sede dell’Assessorato alle Politiche Sociali di Piazza San Lorenzo simbolicamente sigillata con una serie di cartelli ‘Vietato l’accesso ai cittadini italiani”. Questo il blitz messo a segno dai militanti di CasaPound Italia per protestare contro la nuova graduatoria per l’assegnazione di alloggi comunali che vede una forte presenza di cittadini stranieri.

“Quasi il 50% degli alloggi comunali destinati a nuclei familiari in difficoltà saranno assegnati a famiglie straniere, questa è l’incredibile realtà che emerge dalla graduatoria pubblicata in questi giorni sul sito del Comune di Pistoia (https://www.comune.pistoia.it/media/famiglie.pdf) – spiega il portavoce locale di Cpi Lorenzo Berti – Riteniamo questo fatto scandaloso, tenendo conto che i cittadini stranieri rappresentano meno del 10% della cittadinanza e che sempre più italiani si trovano in situazione di difficoltà a causa della crisi economica.”

“Chiediamo un immediata revisione dei criteri di assegnazione degli alloggi popolari in modo da favorire i cittadini italiani – conclude la nota di Cpi – Abbiamo già avviato una raccolta firme nel comune di Pescia che a breve sarà lanciata anche a Pistoia. A tutti i cittadini italiani che ritengono di essere stati discriminati e si trovano in stato di difficoltà suggeriamo di contattare il nostro sportello di assistenza gratuita “Dillo a CasaPound” chiamando il numero 3775176329.”



0 commenti:

Posta un commento