domenica 8 dicembre 2013

Salerno, CasaPound Italia aggredita da militanti antifascisti davanti il Comune

Salerno, 7 dicembre. Questa mattina 3 militanti di CasaPoundItalia, di cui un minorenne ed il Responsabile Provinciale, sono stati aggrediti fisicamente da circa 20 esponenti dei centri  sociali, presenti in piazza senza alcun tipo di autorizzazione o preavviso.  Solo la prontezza di riflessi dei ragazzi ha evitato il peggio respingendo la vile aggressione,capeggiata da noti esponenti di SEL e del centro sociale Asilo Politico.

Successivamente le forze dell’ordine sono intervenute in assetto anti-sommossa minacciando una carica agli esponenti di CasaPound Italia,seppur in possesso delle regolari autorizzazioni.
La manifestazione di protesta contro la legge sulla cittadinanza agli immigrati si è poi svolta regolarmente alla presenza di militanti e simpatizzanti del movimento della tartaruga frecciata fino al normale svolgimento della stessa.
“Riteniamo – afferma il Responsabile Provinciale CPI Luca Lezzi – doverose delle spiegazioni da parte di chi ha permesso lo svolgimento di una manifestazione non autorizzata e non ha impedito l’aggressione fisica nonostante la possibilità di intervenire.”


1 commento:

  1. La libertà di manifestare ha solo un colore in Italia: il rosso......Mi fa ribrezzo il silenzio della politica dei palazzi... chi da gli ordini ai poliziotti xchè si guarda bene di non irritarli... servire oggi questo Paese non ha più senso perchè non sei al servizio della comunità ma della classe politico-economia globale.

    RispondiElimina