lunedì 16 dicembre 2013

14 commenti:

  1. Bruciamo tutti gli stracci blu esposti negli uffici pubblici in Italia e sostituiamoli col tricolore.

    RispondiElimina
  2. Libertà per Simone, che ama la nostra PATRIA, la nostra NAZIONE.
    Forza Ragazzi - Forza CasaPound

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Liberta' per Simone, combattente contro la dittatura EU. Qui di seguito un omaggio alla polizia politica http://www.youtube.com/watch?v=HTkeOItOthY
      Saluti Heinold

      Elimina
  3. e ingredibile come funziona l organizzazione dei servi del potere quando si tatta di prendere uno di noi la cosa e piu rapida quando vedono le bandiere dei padroni rossi tutto si perde non riescono a prendere nemmeno le mosche complimenti servi, vi rode le bandiere rosse organizzano infinite manifestazioni solo allo scopo di farci qualche soldo e non concludono niente mentre quando si muove la nostra organizzazione si muove l'italia e ci prendono veramente in considerazione merde rosse vi brucia se siamo i nuovi partigiani

    RispondiElimina
  4. Sono un professionista - grande gesto di Simone Di Stefano - mi trova pienamente d'accordo - è meglio un Italiano vero di tanti professori a cui andrebbero messe le orecchie da somaro. Grazie per il tuo gesto che è anche il mio.
    Mario - Lombardo e Italiano.

    RispondiElimina
  5. Scrivo per esprimere tutto il mio sostegno e la mia vicinanza a un cittadino reo del solo reato (perché evidentemente di reato si tratta) di lesa maestà nei confronti del dittatoriale Stato di polizia europeo. La solerzia con cui l'abominevole magistratura italiana si è scagliata contro una sola area della protesta (rea di non lanciare bombe e sassi, come i "compagni che sbagliano" di sinistra) è l'ennesimo, intollerabile esempio di quanto il nostor Paese sia lontano anni luce dalla libertà e dalla democrazia vere.
    Un cittadino italiano in Giappone

    RispondiElimina
  6. Da oggi sul mio balcone sventola un TRICOLORE,grazie Simone per questo gesto che stà a dimostrare che esistono ancora persone che sanno cosa vuol dire PATRIA.Vorrei suggerire di coprire anche il logo europeo sulle targhe delle auto con uno stemma TRICOLORE,eja.

    RispondiElimina
  7. Sarebbe troppo facile, per chi politicamente la pensa come voi, manifestarvi la propria solidarietà.
    Mi spoglio quindi della mia appartenenza e vorrei che lo facessero - folle utopia - anche tutte le persone che si trovano a giudicare (il verbo non è casuale), per qualsiasi motivo, ogni vostra iniziativa, o meglio, Azione: capirebbero così chi è davvero pronto a pagare sulla propria pelle le conseguenze di un amore disinteressato per la propria Patria.
    Un semplice GRAZIE per ciò che fate, per ciò che siete e che, ne sono sicuro, sarete sempre.. chiedendovi di non mollare mai!!
    Un forte abbraccio a tutti voi,
    Jacopo da Modena

    RispondiElimina
  8. E' ora di riprenderci il nostro paese, abbiamo il dovere di restituire ai nostri figli l'Italia che l'europa sta cercando di portarci via, ci temono perché sanno quanto questo paese possa essere un pericolo per la loro supremazia, non dobbiamo permetterglielo ed è per questo che dobbiamo avere la forza di guardare oltre il buio, "perché adesso è notte, ma poi verrà il giorno".

    RispondiElimina
  9. Sono un dipendente pubblico, ho lo straccio europeo appeso fuori dalla stanza, visto che non può essere rimosso oggi ho chiesto al mio dirigente di cambiare posto di lavoro. Condannano le persone per aver tolto una specie di bandiera e assassini e stupratori sono liberi...ma che paese di m...a siamo diventati. Tutta la mia solidarietà a Simone e a voi tutti. Nando

    RispondiElimina
  10. Grazie Simone, un abbraccio, viva l'Italia!

    RispondiElimina
  11. ONORE E SOLIDARIETA' A CASAPOUND . UN GESTO NOBILE E ANTICO DEGNO DI MAZZINI E DEL PIU' PURO SPIRITO RISORGIMENTALE. ITALIA VIVA NAZIONE NOSTRA SENZA PIU' FRATELLANZE O CUGINANZE IMPOSTE . L'ITALIA VIVA A NOI E PER NOI EROI

    RispondiElimina
  12. Cari ragazzi, grazie a voi finalmente il tricolore nazionale è tornato a sorridere e ad incoraggiare gli italiani. Insieme è possibile riprenderci la nostra Patria amata, le nostre
    splendide piazze e la nostra gente. In gamba! e non dimenticate che "...il domani
    appartiene a noi...". Buon Natale da un vecchio missino che non è mai passato per Fiuggi!

    RispondiElimina
  13. Onore a te Simone Di Stefano. Viva l'Italia, viva Casa Pound

    RispondiElimina