domenica 17 novembre 2013

Ostia, CasaPound 'occupa' insieme ai cittadini la strada ed impedisce mercatini abusivi rom

X MUNICIPIO: CASAPOUND ITALIA, SU MERCATINI ROM DI OSTIA CONTINUEREMO PROTESTA FINCHE' NON AVREMO RISPOSTE


Ostia, 16 Novembre - "Ieri abbiamo occupato insieme ai cittadini lo spazio tra via Oletta e l'ex torre Acea, che tutti i venerdi mattina ospita nell'indifferenza delle istituzioni e delle forze dell'ordine dei mercatini rom che col passare del tempo sono diventati il simbolo del degrado di una zona che un tempo era il fiore all'occhiello di Ostia". Così Luca Marsella, responsabile di CasaPound Italia sul litorale romano ha spiegato l'iniziativa che il movimento ha messo in atto ieri mattina nel X Municipio della Capitale. "Grazie alla nostra azione per un giorno è stato evitata una situazione diventata insostenibile per il comitato di quartiere e per tutti quei cittadini che ieri si sono uniti alla nostra iniziativa. Forti delle oltre mille firme che abbiamo raccolto in queste settimane in tutto il territorio, chiediamo pubblicamente l'intervento immediato del presidente del municipio Tassone e delle istituzioni perché siamo stanchi che su questo tema come su altri ci sia sempre e soltanto il solito sistema dello scarica barile. Qualcuno deve prendersi le responsabilità di quello che accade puntualmente tutte le settimane in via Oletta ed in altre zone di Ostia a partire da via delle Sirene e se l'unico modo sarà quello di occupare la strada come abbiamo fatto ieri - ha concluso Marsella - riproporremo la nostra azione ad oltranza".

2 commenti:

  1. Complimenti. Dal popolo per il popolo.

    RispondiElimina
  2. io vi adoro. continuate così vi prego

    RispondiElimina