mercoledì 16 ottobre 2013

Vasto (CH): una biblioteca sociale nella sede di CasaPound

Vasto (CH), - Una biblioteca sociale, dove poter reperire testi di cultura non conforme ma anche opere letterarie in genere e testi di studio. E’ questa l’iniziativa, patrocinata da CasaPound Italia, che prenderà il via domani, giovedì 16 ottobre, nella sede vastese del movimento, nei pressi del parcheggio multi piano di via Ugo Foscolo.


“Con questa iniziativa vogliamo innanzitutto rendere accessibili e dare diffusione a tutti quegli autori, anche di primo piano, a cui non viene dato spazio, magari perché sostenitori di tesi ritenute ‘scomode’ dai baroni della cultura ufficiale – spiega Andrea Ciarallo, rappresentante cittadino di Cpi – E’ il caso ad esempio di Ezra Pound, unanimemente riconosciuto tra i più grandi poeti e letterati del secolo scorso, le cui opere sono però difficilmente reperibili in biblioteca o ancora di più in libreria. Insomma, nella nostra biblioteca, che sarà aperta al pubblico il martedì, il giovedì e il venerdì dalle 18 alle 20, l’offerta sarà ampia e si potranno trovare testi di letteratura, storia, filosofia, politica e geopolitica e anche pubblicazioni tecniche’’.

‘’Attraverso questo servizio – conclude Ciarallo - intendiamo fornire gratuitamente un contributo per una diffusione a più ampio raggio della cultura nella nostra città, allo stesso tempo affrancandola dalla ‘tutela’, fatta di omissioni e distorsioni, che alcuni settori del mondo accademico ideologicamente orientati o dei media, a servizio di potentati economici e politici pretendono esercitare su di essa. Questo perché siamo consapevoli che solo la cultura, e in particolare una cultura libera da strumentalizzazioni, può rendere l’uomo capace di comprendere la realtà in cui vive, e fornirgli gli strumenti per scelte consapevoli tanto in campo individuale, quanto politico”.

info: 349-7107001




10 commenti:

  1. Cultura e Sociale , belle parole che unite significano Intelligenza e bellezza per la collettività. Invece che spendere soldi per qualsiasi corso o peggio bighellonare come perditempo questo è un luogo e un'abitudine sana.Se poi si riuscisse ad avere centri in cui fare attività culturali e sociali come corsi-laboratorio di "fai da te" dove i ragazzi possano riscoprire falegnameria,idraulica,elettrotecnica per arrangiarsi nelle piccole riparazioni domestiche ed esprimere il proprio ingegno risparmiando un sacco di soldi ,
    visto la crisi farebbe solo bene.Inoltre laboratori creativi e culturali insieme allo Sport sono le uniche attività umane che fanno crescere anche lo spirito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La biblioteca non conforme e' un ottimo inizio.
      Le buone idee sono come le ciligie, una dopo l'altra ed in quedto devo dire che CPI spazia in lungo ed in largo nonostante ostracismi ideologici interessati che cercano di boicottare qualunque attivita' ponga in essere questa benemeruta associazione sociale.
      Spero sia "VASTA" la partecipazione dei cittadini di VASTO.
      Buon lavoro

      Elimina
  2. OTTIMA INIZIATIVA

    RispondiElimina
  3. solo casapound poteva avere un'idea così brillante.
    Nei centri a-sociali si fanno le canne e si fumano il cervello altro che cultura.
    "UTILI IDIOTI" che portano acqua marcia alla sinsitra komunistoide antitaliana.

    RispondiElimina
  4. La Storia italiana dal 1920 al 2013 andrebbe scritta o riscritta da DESTRA per scoprire e denunciare i misfatti antitaliani commessi da tanti pdeudoitalioti.
    Tante speranze riposte su uno Stato costruito per il benessere dei cittadini.
    Dobbiamo registrare invece che da una Nazione imperialista siamo passati ad essere una colonia-latrina di tutti quelli che vogliono defecare in Europa.
    Una iniziativa questa fi CPI che permetta il risveglio delle coscienze annebbiate da decenni di lavaggio dei cervelli.

    RispondiElimina
  5. La cultura e' l'antidoto alla morte dell'essere.
    Chi piu'sa piu' vale.
    3000 anni di storia greco-romana che ha strutturato dei cervelli unici al mondo.
    Questi komunistoidi analfabeti errori genetici della natura virrebbero cancellarli un pochi anni meticciando una razza pura e sovrana che si puo' trovare intatta solo tra gli elettori di estrema-destra cosi attaccati alle proprie origini e desiderosi di perpetuare dei geni speciali ricchi di arte-inventiva-religiosita' cristiana-fascino mediterraneo-cultura alimentare doc-musica-poesia-letteratura-teatro..etc.etc.etc.
    Basti pensare che il 60-70% del patrimonio artistico antico mondiale risiede in Italia ed e' frutto del lavoro profondo dei Nostri Padri che hanno immortalato l'eternamente BELLO-UNICO.
    Niente droga per annebbiare il cervello ma letture istruttive e patriottiche per riempire la materia grigia cerebrale di NOTE MUSICALI.

    RispondiElimina
  6. Complimenti x la bella iniziativa purtroppo lontana dalla mia sicilia. Chissà se formando le coscienze si riuscirà a ridare vitalità alla comunità italiana assopita dal capitalismo globale. Si riuscirà un giorno a vedere uomini/donne di cpi nelle istituzioni nazionale ed europee. marco salvatore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero ormai siamo egoisti , consumisti di desideri di plastica che durano solamente un'attimo . Compriamo cellulari e tablet , per poi perderci su facebook e inutili applicazioni che ci tengono lontani dalla materia concreta con la natura e la vita.Milioni di ragazzi che trascinano le dita e non sanno più piantare un chiodo...Se non vogliamo finire imbranati e rimbambiti forse è meglio tornare ad usare mente e corpo...

      Elimina
    2. Mi hai tolto le parole dalla bocca e dalla tastiera.
      Usare la tecnologia va bene ms farne una ragione di vita no.

      Elimina
  7. D'Annunzio
    Claudel
    Yeats
    Benn
    Eliot
    per citarne alcuni.
    Il pensiero letterario non dovrebbe essere schematizzato pero' e' inevitabile che il proprio orientamento politico ha influenzato la produzione di un Pound o D'Annunzio.

    RispondiElimina