sabato 19 ottobre 2013

Roma: Casapound, tentato assalto a nostra sede

Roma, 19 ottobre - Tentato assalto alla sede di CasaPound da parte di un gruppo di antifascisti staccatisi dal corteo contro l'austerity partito da piazza San Giovanni.

''Contro Casapound, dove, ricordiamo, vivono anche numerosi bambini, dal corteo dei cosiddetti antagonisti è partito un fitto lancio di bottiglie, oltre ai soliti insulti - si legge in una nota - Sembra davvero paradossale che chi sta manifestando per il diritto alla casa attacchi un palazzo occupato da una ventina di famiglie in stato di grave emergenza abitativa. Soprattutto, viene da chiedersi come mai sia stato consentito a questi personaggi di imboccare via Napoleone III e come mai le forze dell'ordine siano intervenute solo a lancio di bottiglie avvenuto. Quanto a noi, non lasceremo certo che la sicurezza delle famiglie che vivono nel palazzo dove ha sede Casapound venga messa a rischio e resteremo schierati a loro difesa fino a quando sarà necessario''.





96 commenti:

  1. non si arretra di un millimetro

    RispondiElimina
  2. Bravi ragazzi. Necessita in questi casi farsi rispettare.
    Evviva Casapound
    Marco

    RispondiElimina
  3. Pezzi di melda questi banditi black-block....
    Casapound la sostiene la gente perbene.
    Corteo di criminali in toto autorizzato ingiustamente contro la logica e gli interessi del popolo italiano.
    Una manifestazione ""meticciata"" e puzzolente e del tutto inutile.
    Anche nel 1919-20 ci furono gravi episodi anarchici che misero in pericolo la democrazia in Italia e fortunatamente ci penso' la cittadinanza italiana con la scelta del Fascismo a sistemare le cose.
    Succedera' la stessa cosa adesso per ripristinare la legalita' violata tutti i giorni da eversivi di sinistra coccolati da questo governo centrale indegno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo che si arrivi presto ad una bella ripulita decisiva e finale come nel 1922.....! Tutta l' Italia per bene, onesta e lavoratrice ha le palle piene di questi sub ominidi comustoidi e meticci che bloccano la ripresa della nostra grande nazione.

      W IL DUCE e W L' ITALIA.

      Marco da Roma

      Elimina
  4. Francesco Meneguzzo19 ottobre 2013 22:32

    Solidarietà e vicinanza fraterna!
    Una manifestazione solo in chiave distruttiva e anti-nazionale, e anzi funzionale alla perseveranza delle politiche dissipative, parassitarie e di svendita della Nazione. Con l'aggravante di un gesto così assurdo come il tentato assalto a CPI che non può che indicare la disperazione di chi sente prossimo il vento del cambiamento che finalmente soffierà dalla direzione giusta.
    Mantenere la calma, fermi sulle posizioni e pronti all'iniziativa!

    RispondiElimina
  5. Onore camerati ! Memento audere semper

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a tutti i ragazzi di Casapound x il coraggio dimostrato quotidianamente ! Evviva cp evviva l'Italia

      Elimina
  6. Estamos con ustedes, desde Quito-Ecuador Resistir hasta vencer!!!

    RispondiElimina
  7. Onore e rispetto!!

    RispondiElimina
  8. buongiorno,
    non voglio far polemica ma solo un appunto. Come si vede anche nelle foto, la presenza tra voi di gente con casco indossato e mazza in mano è passata nei media come la provocazione dei cpi nei confronti degli antagonistici che sfilavano tranquillamente per Roma, addirittura in un video si vede la protesta plateale di un signore che accusa la polizia di proteggervi. Mi dispiace dirlo ma forse siete caduti nella loro trappola, voi violenti e loro santi.
    Buon lavoro MEMENTO AUDERE SEMPER

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prossima volta li attenderemo con i fiori in mano...
      Ha presente lei cosa vuol dire difendere la propria agibilità politica da persone che, come successo settimana scorsa a Bologna, non si fanno problemi ad attaccarti anche nei modi più vigliacchi?
      Non siamo un gruppo di boy-scout e anche ieri abbiamo rivendicato il diritto a difendere casa nostra da qualsiasi tipo di attacco e provocazione.

      Elimina
    2. Replica: tutto quello che avete fatto è legittimo ma trasmesso dai media con la solita manfrina di squadrismo per delegittimare il vostro lavoro e tutta la destra, oggi alla ricerca di un leader carismatico alla #LePen, che speriamo non venga fatta fuori con metodi visti in Grecia. Solo questo ...lungi da me la polemica sterile o atti di accusa nei vs confronti. Grazie per la possibilità che date di esprimere le opinioni sul vs sito.

      Elimina
    3. Negli anni 1970 la polizia stava dalla parte giusta...dalla parte dei Boia chi molla....adesso invece il PDL con Alfano dopo di Maroni lega nord ha ridotto la polizia a bodyguard dei black-block che hanno potuto fare indisturbati il loro porco comodo criminale-eversivo....
      Cpi non deve avere paura di questi teppisti di stato e continuare la sua attivita' sociale e filopatriottico.

      Elimina
  9. SE SIAMO ALLA RICERCA DELLA Civiltà, A MIO PARERE QUESTE COSE NON DOVREBBERO ACCADERE, MA BISOGNA ESSER SOLIDALI ANCHE CON CHI è DI OPPOSTA FAZIONE, QUANDO SI MANIFESTA PER DIRITTI DEL POPOLO, TUTTO, INDISTINTAMENTE DA GRADO FORMAZIONE IDEE..... MA L'ITALIANO ESISTE O è SOLO TELEVISIONE ????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cpi quindi x essere solidale coi black-block che manifestavano pacificamente(????) doveva farsi occupare dagli eversivi di Stato????
      Una manifestazione illogica questa dei sinistroidi che da una parte votano i komunisti politicanti e dall'altra li contestano con plateali manifestazioni in cui si fa tutto tranne contestare i loro eletti ma ci si rivolge violentemente contro CPI che se ne stava tranquilla nella propria sede nazionale di Roma e contro i beni pubblici e privati sfasciando ed imbrattando ed ultimo usando violenza contro i sottopagati e inermi tutori della legge che per poco non subivano danni gravissimi alla persona.
      In condizioni normali di sarebbe fatto intervenire i carri armati dell'esercito arrestando nel contempo tutti dopo l'invito a sciogliere il corteo antidemocratico.
      Si sono ribaltati i ruoli e adesso sono gli eversivi komunistoidi che decidono il da farsi fregandosene di essere ripresi in diretto assalto antidemocratico dalle telecamere delle TV e dalle video camere private.
      Che governo di pagliacci smidollati!!!!!!
      DESTRA AVANTI..!!!!!!

      Elimina
  10. la colpa, oltre essere di quegli idioti degli autonomi, è del questore e della digos di roma...sapevano che sarebbe successo questo!!! C'è qualcuno molto in alto che rivuole gli anni di piombo...fare passare il corteo davanti a via napoleone III è stato fatto apposta!!!

    RispondiElimina
  11. Il popolo e' come gli elefanti..
    Non dimentica e rendera' la pariglia a chi se lo merita.
    I traditori vigliacchi pederasti sinistroidi saranno puniti come la Nazione Patriottica decidera' al momento opportuno.

    RispondiElimina
  12. SOLIDARIETA' AGLI AMICI DI CASAPOUND CHE COME SEMPRE HANNO DIMOSTRATO DI AVERE LE PALLE E DI SAPERE GESTIRE LE EMERGENZE ANTIDEMOCRATICHE CON INTELLIGENZA.

    RispondiElimina
  13. siamo con voi targarughe di CPI
    Dora da Mantova

    RispondiElimina
  14. mi immedesimo nei momenti di rabbia provati dai militanti di CPI schierati disciplinatamente alla difesa della sede nazionale di roma.
    bravi ragazzi.
    Il popolo sovrano patriottico è con voi e ve lo dimostrerà alle prossime consultazioni elettorali.
    BUON LAVORO
    VIVA CPI VIVA L'ITALIA LATINA E IMPERIALE
    Luigi Catanzaro

    RispondiElimina
  15. Corteo, scontri a Roma: assedio ai ministeri
    Bombe carta contro i blindati

    ............Gli scontri davanti Casapound.

    Momenti di tensione con lancio di bottiglie all'angolo tra via Giolitti e via Napoleone III, dove si trova la sede del movimento di estrema destra Casapound: scontri tra un gruppo di manifestanti che si è staccato dal resto del corteo e le forze ordine. La tensione è salita quando un gruppo di manifestanti ha provato a raggiungere la sede di CasaPound, presidiata da una trentina di attivisti del centro sociale di destra muniti di caschi e mazze. Tentativo respinto dalle forze dell'ordine, nel frattempo fatte oggetto di lancio di bottiglie e pietre, che hanno impedito che le due fazioni venissero a contatto. Colpito da una bottiglia di vetro lanciata dai manifestanti contro la sede di Casapound, uno dei carabinieri del presidio disposto in via Napoleone III è rimasto ferito lievemente.


    http://www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/corteo_roma_scontri_movimenti_antagonisti_notav_san_giovanni_porta_pia/notizie/341764.shtml

    RispondiElimina
  16. Corteo Roma 19 ottobre 2013: video Casapound scontri via Napoleone III

    VIDEO Casapound: "Ci siamo solo difesi dall'assalto dei manifestanti"

    "Un gruppo di provocatori si è staccato dal corteo degli antagonisti in direzione della sede nazionale di CasaPound Italia in via Napoleone III".

    Redazione RomaToday19 ottobre 2013


    http://www.romatoday.it/cronaca/scontri-via-napoleone-iii-casapound-corteo-roma.html

    RispondiElimina
  17. 19/ott/2013
    Roma: Casapound, tentato assalto a nostra sede


    Roma, 19 ottobre - Tentato assalto alla sede di CasaPound da parte di un gruppo di antifascisti staccatisi dal corteo contro l'austerity partito da piazza San Giovanni.

    ''Contro Casapound, dove, ricordiamo, vivono anche numerosi bambini, dal corteo dei cosiddetti antagonisti è partito un fitto lancio di bottiglie, oltre ai soliti insulti - si legge in una nota - Sembra davvero paradossale che chi sta manifestando per il diritto alla casa attacchi un palazzo occupato da una ventina di famiglie in stato di grave emergenza abitativa. Soprattutto, viene da chiedersi come mai sia stato consentito a questi personaggi di imboccare via Napoleone III e come mai le forze dell'ordine siano intervenute solo a lancio di bottiglie avvenuto. Quanto a noi, non lasceremo certo che la sicurezza delle famiglie che vivono nel palazzo dove ha sede Casapound venga messa a rischio e resteremo schierati a loro difesa fino a quando sarà necessario.


    Pubblicato da VesuvioNonConforme a 20:44



    http://www.casapounditalianapoli.com/2013/10/roma-casapound-tentato-assalto-nostra.html

    RispondiElimina
  18. ROMA,19.10.2013

    Corteo, disordini davanti CasaPound lancio di bottiglie: ferito un carabiniere

    Le prime tensioni in via Napoleone III tra manifestanti e militanti di destra schierati in difesa della loro sede. Contuso un militare al braccio

    Alle 16.30: i primi disordini. Un gruppo di manifestanti del corteo dei Movimenti in piazza a Roma contro l'austerity si è staccato dal serpentone partito da piazza San Giovanni per avvicinarsi alla sede di CasaPound in via Napoleone III all'Esquilino.

    Qui è salita la tensione. Lancio di bottiglie, petardi: la situazione è degenerata in pochi minuti. Sono cominciate a volare bottiglie dal gruppo antagonisti, alcune hanno anche colpito i blindati. I "fascisti del Terzo Millennio" si erano schierati con caschi e mazze davanti al proprio palazzo. Le forze dell'ordine si sono schierati in assetto antisommossa a ridosso dell'edificio, per evitare scontri con i passanti che sono stati tutti fatti allontanare e deviati su altre strade. Dopo una carica per separare i due gruppi la situazione è tornata più calma. Un carabinieri però è rimasto lievemente ferito a un braccio.


    http://roma.repubblica.it/cronaca/2013/10/19/news/corteo_tensioni_casapound-68965372/


    IL SOLITO ARTICOLO FALSO E DEMAGOGICO DI QUEL GIORNALETTO DI MELDA DI CARLO DE BENEDETTI("la repubblica" di roma) CHE DA' UNA VERSIONE FALSATA DEI FATTI.
    I MILITANTI DI CASAPOUND NON HANNO LANCIATO NESSUN OGGETTO NE' AVEVANO IN MANO PIETRE O COSE PERICOLOSE COME SI PU' VEDERE DAI TANTI VIDEO REPERIBILI FACILMENTE TRAMITE INTERNET.
    GLI EVERSIVI CRIMINALI MESSI SULLO STESSO PIANO DI PACIFICI UOMINI PATRIOTTICI DI DESTRA CHE DIFENDEVANO CASA PROPRIA(CASAPOUNDITALIA).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spregevoli i giornalisti di quell'opuscolo spacciato per quotidiano.

      Elimina
    2. Beh da un articolo dell'ebreo sionista De Benedetti cosa ci si può aspettare?

      Elimina
  19. viva casapound
    sono solidale con voi.
    bravi.
    eleonora da Torino

    RispondiElimina
  20. BOIA CHI MOLLA
    BOIA CHI MOLLA
    BOIA CHI MOLLA

    RispondiElimina
  21. LA FECCIA KOMUNISTOIDE E' STATA RESPINTA CON ONORE,GRANDE CORAGGIO E DETERMINAZIONE.
    BRAVISSIMI I MILITANTI DI CASAPOUND

    RispondiElimina
  22. Il capo segreteria del Campidoglio:
    «I black bloc sono i giornalisti»
    Dal sindaco di Roma ancora nessuna dichiarazione sull'esternazione del suo stretto collaboratore.

    Finito il corteo Enzo Foschi ha preso in mano il telefonino e su Facebook ha lanciato un'accusa mica da ridere: «I giornalisti sono i veri black bloc, infiltrati nel corteo».
    Non si tratta di un giudizio di un utente qualunque, ma di quello capo della segreteria di Ignazio Marino. Enzo Foschi, esponente di spicco del Pd romano, lo ha scritto chiaramente (al netto di qualche imprecisione nell'inglese): «I veri Bleck block sono tutti quei giornalisti infiltrati nel corteo...delusi dal fatto che non scorra sangue...». Un giudizio particolarmente duro espresso sul suo profilo del social network, che ha scatenato giudizi opposti in coda al post del capo segreteria. Il suo profilo viene tempestato di proteste da parte di cronisti di numerose testate.

    E il capo segreteria, più tardi, si arrampica sgli specchi per aggiustare il tiro: «Naturalmente ho profondo rispetto per tanti bravi giornalisti che fanno il loro lsvoro tra mille pericoli - posta - Vedendo però l'accanimento con cui alcuni inviati descrivevano fatti deprecabili ma minori come se si trattasse di episodi di guerra sono rimasto con molto amaro in bocca soprattutto ripensando a quanti veri eroi hanno perso la vita nel fare il loro mestiere davanti a pericoli enormi».

    Le reazioni. «Quando i giornalisti non fanno comodo diventano black block. Complimenti Enzo Foschi, grande amministratore pubblico», scrive l'ex sindaco Gianni Alemanno sulla propria pagina Facebook. Su twitter interviene invece l'ex vice sindaco della Capitale, Sveva Belviso: «Per il capo segreteria di Marino i black bloc sono i giornalisti. Il Campidoglio vuole solo propaganda, pensare è considerato un affronto».

    Ancora nessun commento invece del sindaco Ignazio Marino sull'intervento del suo diretto collaboratore. Il portavoce del sindaco, Guido Schwarz, ieri sera ha chiesto tempo per replicare ufficialmente alle dichiarazioni di Foschi. Ad ora ancora nessuna dichiarazione da parte sua.


    http://www.ilmessaggero.it/primopiano/cronaca/bufera_sul_capo_segreteria_di_marino/notizie/342120.shtml


    ECCO I COLLABORATORI DI QUELLA FETECCHIA PEDERASTICA DI SINDACO DI ROMA.

    RispondiElimina
  23. I cani del Sistema gridano ma quando si deve combattere non esistono più. L'ultima volta in Francia che gli antifascisti hanno provato di annoiare tre militanti nazionalisti, uno è morto et gli altri hanno fuggito. Questi antifascisti sono un strumento di terrore che è utilizzato quando i movimenti descritti come "fascisti e nazisti" diventono troppo importanti, come la calumnia e la persecuzione giudiziale.

    La stessa cosa succede talvolta in Francia. Non abbiamo paura : ogni evento che si svolge ci fa più vicini della vittoria.

    Amicizie da Francia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AMICIZIA DALL'ITALIA

      Elimina
    2. LA DESTRA VINCERA' E NON PASSERA' MOLTO TEMPO DA OGGI.

      Elimina
  24. prepariamoci alla resa dei conti contro i comunisti eversivi

    RispondiElimina
  25. QUANTI ITALIANI BECERI ASSOLDATI DA QUESTO GOVERNICCHIO PATTUMIERA.

    RispondiElimina
  26. vigliacchi assassini.....
    ma cpi respinge e resiste con ONORE

    RispondiElimina
  27. vincere......e vinceremo

    BOIA CHI MOLLA LA BATTAGLIA

    RispondiElimina
  28. visionando i video in rete si vede chiaramente che la polizia prima ha fatto passare quegli assassini di eversivi in corteo e poi è intervenuta quando ha capito che i militanti di casapound avrebbero fatto marmellata degli assalitori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti è proprio così.
      luca da terni

      Elimina
  29. RESPINTI I CODARDI KOMUNISTOIDI...
    BEN FATTO

    RispondiElimina
  30. E’ dagli Anni ’60 che mi tocca vedere riproporsi ciclicamente le stesse scene. I giovani figli della Borghesia, in preda alle tempeste ormonali tipiche della loro età, che fanno a botte con le Forze dell’Ordine, mettendo a ferro e fuoco i beni della collettività in nome di idee tanto confuse quanto proterve. I figli del popolo vero, quello che lavora con le mani e costruisce (non distrugge, che sanno quanto costa fatica) o stanno in divisa a pigliarsi le sassate e gli sputi (come fece notare Pasolini) o a fare qualunque lavoro, perchè a loro nessuno li mantiene, nelle squallide periferie in cui vivono. Sono verità semplici, ma poco gratificanti per gli stupidelli arroganti ed i loro genitori, famiglie scombinate senza più punti di riferimento (una volta a Sinistra si sarebbe detto ‘borghesia decadente’) dove ormai si passano le bottiglie molotov di generazione in generazione.

    http://la-porta-di-manetta.com.unita.it/satira/2013/10/20/i-kretini-a-porta-pia/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SE LO SCRIVE QUALCUNO SU "L'UNITA'" C'E' DA CREDERCI.....

      Elimina
  31. Soutien et solidarite avec les camarades de Casapound

    RispondiElimina
  32. Il raduno degliautonomi e' stata una pagliaccata li votano e li contestano allo stesso tempo degli emeriti buffoni . Viva litalia ch elavora e contruisce giuliani carlo non era un eroe ma semlicemente un immaturo che ha fatto una brutta fine. Che dispiacere x i genitori poveretti mi dispiacque sinceramente per loro e per wuel povero cristo di carabineire che fini' salvo per miracolo in qwquel di genova.la destra sociale unica e vera oposizione al governo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carlo Giuliani fu cresciuto proprio dai genitori a ""FALCE ED ESTINTORE"".
      Altro che dispiacere.
      ""Gioventu' bruciata"" ma coccolata per essere utilizzata come killer.
      Poveri cojotes antagonisti che non hanno cervello grigio ma massa informe.
      Gentucola senza ideali a cui CPI oppone iniziative benefiche sociali di tutto rispetto.
      Un futuro schifoso questo di questi aborti.
      La madre dei meldosi e' sempre incinta.
      Cpi risponde difendendosi affrontando a viso aperto il nemico armato e lo respinge senza bisogno di altro che pararsi ordinato e coraggioso da un assalto insensato ed inaspettato.
      Grande casapound.

      Elimina
    2. Carabiniere coraggioso reagi' per legittima difesa ed in modo ineccepibile al tentato omicidio di giuliani.
      Allo stesso modo CPI si e' difesa e solo il sangue freddo delle tartarughe ha impedito conseguenze sanguinose all'assalto infantile degli antagonisti komunistoidi.
      Onore ai ragazzi romani degni di lode.

      Elimina
  33. non sono un vostro sostenitore...anzi, mi definisco un "qualunquista", anche se mi piace il vs aproccio nei confronti dell'imigrazione ma non il vs aproccio antisemita(io sono cattolico ma rispetto le alter religioni) pero' devo prendere atto di una cosa...certo che avete la palle, basterebbe 1/4 delle vs palle ai nostril politici per poter rissolevare l'italia...alle prossime elezioni, nonostante non mi piace in tutto e x tutto il vs programma avrete il mio voto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per i complimenti, però "l'approccio antisemita" non sappiamo proprio dove possa averlo trovato in CasaPound ...

      Elimina
    2. l'ho intuito da alcuni video visti su youtoobe,ma ametto di essere ignorante in material. Fino a poco tempo fa non vi conoscevo, o meglio pensavo di voi quello che penso di FN (il che non e' un pensiero positivo) adesso vi sto conoscendo anche se dal di fuori e mi sto ricredendo.

      Elimina
    3. CasaPound non è antisemita, è un punto che abbiamo chiarito più volte.
      Credo che tu abbia intuito male o travisato i video cui ti riferisci.
      Spero che l'equivoco sia stato chiarito.
      Continuando a conoscerci, ti renderai conto da solo della cosa.

      Elimina
  34. Avanti cosi
    Viva CasaPovnd Viva l'Italia

    RispondiElimina
  35. ragazzi non reagite alle provocazioni violente degli antagonisti. C'è chi vuole ripetere gli anni di piombo, degli scontri , della violenza.....Attenzione. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti i militanti di CPI hanno soltanto difeso la propria SEDE NAZIONALE dall'attacco di quei ""procioni"" dal volto travisato e con intenzioni criminali.
      Gli anni di piombo perlomeno sono stati caratterizzati da una connotazione ideologica.
      Gli antagonisti moderni sono solo dei teppistelli prezzolati senza capacita' raziocinante mandati allo sbaraglio dai caporioni komunistoidi per impaurire il popolo e mantenere il controllo totale della piazza.
      Una manifestazione quella dei NOTAV che verra' ricordata per l'ennesimo ""volto violento"" dei black block"" nei confronti di beni immobili e mobili pubblici e privati e per la violenza gratuita esercitata contro i tutori della legge che avevano la consegna tassativa di non reagire ma solo di arginare l'attacco anche a costo di perderci la vita e cio' e' inaccettabile.
      Altro che manifestazione pacifica!!!!!
      Una scusa per sfogare bassi istinti animali di tanti ""figli di papa' "" dalla mente bruciata dalla droga.
      L'attacco a CPI e' stato ridicolo in quanto solo provocatorio e studiato a tavolino per dare la possibilita' agli inviati della sinistra di filmare i militanti di CPI in ""tenuta antisommossa"" ed additarli alla folla dei loro idioti in dervizio permanente come i ""soliti violenti fascisti"".
      Io ho visionato tanti filmati in rete ed e' evidente che CPI si e' esclusivamente difesa senza usare violenza gratuita contro alcuno dei presenti.

      Elimina
  36. Avevo pensato a questo tentato attacco proditorio e volevo raggiungervi per difendere la sede e la ns. volontà di esserci. Forse ci vuole più comunicazione in merito e, giuro, non è una scusa per non essere venuto. Marcello Roma Acilia.

    RispondiElimina
  37. Da ora in poi alla prima avvisaglia di manifestazione violenta bisogna andare a via napoleone III per esserci.
    Bravi i militanti di cpi coraggiosi e dai nervi saldi.
    Il futuro sara' della DESTRA e l'Italia sara' guaruta finalmente dal cancro comunista-stalinista.

    RispondiElimina
  38. siamo con casapound contro i vermi assalitori prontamente respinti ma protetti dalla polizia di regime komunistoide

    RispondiElimina
  39. My dear friends I am with you
    Tom NYC

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie tante anche a nome dei tantissimi militanti italiani che in questi giorni sono in fermento perche' pare iniziata una NUOVA EPOCA della DESTRA NAZIONALE.
      Saluti alla GRANDE MELA.

      Elimina
  40. mitici questi ragazzi di CPI

    RispondiElimina
  41. Corteo, tensioni davanti a Casapound: lanci di bottiglie contro i blindati

    Attimi di panico davanti alla sede di Casapound. Tafferugli tra esponenti del centro sociale e antagonisti, finiti con lanci di bottiglie contro i Carabinieri
    Redazione19 ottobre 2013

    Forte tensione durante il corteo in via Napoleone III, nei pressi della sede di Casapound. Da una parte gli antagonisti, dall'altra gli esponenti del centro sociale di Tensioni davanti a sede Casapound -
    Sono volate bottiglie e fumogeni contro i militari e la stampa.Gli esponenti del centro sociale hanno diffuso una nota stampa, con video allegato, in cui si smarcano da responsabilità, dichiarando di essersi limitati a difendere la sede di via Napoleone III.
    "Contro Casapound, dove, ricordiamo, vivono anche numerosi bambini, dal corteo dei cosiddetti antagonisti è partito un fitto lancio di bottiglie, oltre ai soliti insulti - si legge in una nota - Sembra davvero paradossale che chi sta manifestando per il diritto alla casa attacchi un palazzo occupato da una ventina di famiglie in stato di grave emergenza abitativa. Soprattutto, viene da chiedersi come mai sia stato consentito a questi personaggi di imboccare via Napoleone III e come mai le forze dell'ordine siano intervenute solo a lancio di bottiglie avvenuto. Quanto a noi, non lasceremo certo che la sicurezza delle famiglie che vivono nel palazzo dove ha sede Casapound venga messa a rischio e resteremo schierati a loro difesa fino a quando sarà necessario".



    http://www.romatoday.it/cronaca/corteo-scontri-via-napoleone-iii-casapound-.html

    RispondiElimina
  42. Corteo, il manifestante su sedia a rotelle
    imbratta il blindato della Finanza e i muri.

    Mentre davanti al ministero dell'Economia vanno in scena gli scontri con un gruppo di incappucciati durante il corteo degli antagonisti, va in scena il blitz solitario di un manifestante su sedia a rotella che dedica le sue attenzioni ad un blindato della Finanza. Si avvicina al mezzo e con uno spray di colore rosso le imbratta. Il writer prima aveva concentrato la sua azione sui muri.


    http://www.ilmessaggero.it/primopiano/cronaca/le_immagini_il_manifestante_su_sedia_a_rotelle_imbratta_il_blindato_della_finanza_e_i_muri/notizie/342119.shtml

    RispondiElimina
  43. Corteo, scontri a Roma: assedio ai ministeri
    Bombe carta contro i blindati

    Disinnescati 3 ordigni: sarebbero stati più forti di una bomba a mano. Tafferugli con Casapound. Sequestrati spranghe, estintori e maschere anti-gas.


    Roma blindata e giornata ad alta tensione per la manifestazione dei No Tav e dei gruppi antagonisti come quelli di lotta per la casa. Scontri davanti ai ministeri.

    Gli scontri davanti Casapound.
    Momenti di tensione con lancio di bottiglie all'angolo tra via Giolitti e via Napoleone III, dove si trova la sede del movimento di estrema destra Casapound: scontri tra un gruppo di manifestanti che si è staccato dal resto del corteo e le forze ordine. La tensione è salita quando un gruppo di manifestanti ha provato a raggiungere la sede di CasaPound, presidiata da una trentina di attivisti del centro sociale di destra.Tentativo respinto dalle forze dell'ordine, nel frattempo fatte oggetto di lancio di bottiglie e pietre, che hanno impedito che le due fazioni venissero a contatto. Colpito da una bottiglia di vetro lanciata dai manifestanti contro la sede di Casapound, uno dei carabinieri del presidio disposto in via Napoleone III è rimasto ferito lievemente.


    http://www.ilmattino.it/primopiano/cronaca/corteo_roma_movimenti_antagonisti_notav_san_giovanni_porta_pia/notizie/341764.shtml

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse napolitano in questo periodo è assente, dopo aver esortato ad aver coraggio è andato in ferie. Non ha detto niernte circa l'incivile manifestazione tenutasi a Roma, lo stesso ha fatto per l'esternazione del suo braccio destro Vietti e nulla ha detto dell'incivile comportamento delle nostre istituzioni sul caso del soldato tedesco e lo stesso silenzio ha tenuto per una deplorevole e stomachevole trasmissione televisiva.

      Elimina
  44. La storia si ripete: l'8 settembre il re scappò da Roma come un ladro di polli ora, il sindaco marino, in occasioni di una manifestazioni che si preannunciava come simbolo di inciviltà, cosa fa , va a cracovia . Che sia espressione di quel coraggio che ha invocato Napolitano? Armiamoci e partite....!!!!!!

    RispondiElimina
  45. quella gente che attaccava le FF.OO. deve essere repressa è una vergogna che vanno a manifestare con caschi mazze ecc. allora con questa gente ci vuole la repressione bisogna attaccarli.Vergogna ad attaccare le forze dell'ordine.

    RispondiElimina
  46. Ma questa è una manifestazione o una minaccia - per carità non contro la democrazia oramai vuota tautologia - a qualcuno o a qualche gruppo per invitarlo a farsi gli affari suoi?
    Chi paga questi manifestanti animati da molta goliardia?
    Che vogliono dimostrare?
    Per intanto i danni e le spese li pagano i cittadini che pagano le tasse e non i c.d. dimostranti che sicuramente sono sconosciuti al fisco.

    RispondiElimina
  47. In uno stato AUTOREVOLE non passa il messaggio della brutalità della polizia "comunicato" dalle sentenze della magistratura(vedi G8 Genova) Questi eversori si sentono , in qualche modo, protetti e rincarano la dose.
    Servirebbero punizioni esemplari per i violenti e i facinorosi che colgono queste occasioni per delinquere, ma ultimamente, pare, che si è perso il senso della normalità e finiscono con il prevalere atteggiamenti violenti contro il patrimonio e contro la persone.
    Queste frange di violenti devono essere condannati a pulire i rifiuti e le strade.
    Processi immediati e pene inflitte e scontate immediatamente.
    Altro che denunce,accertamenti,indagini, rinvii e altre amenità di cui siamo quotidiani spettatori. una pena, una sanzione ha un senso se è immediata, se passa tempo perde il valore educativo.
    Non ci vuole una grande intelligenza per comprenderlo.
    Datevi una mossa!

    RispondiElimina
  48. SONO BASTATI POCHI MILITANTI SCHIERATI DAVANTI ALLA SEDE DI CASAPOUND PER FARE SCAPPARE A GAMBE LEVATE QUEI PEZZENTI COMUNISTELLI FIGLI DI PAPA' COL VOLTO TRAVISATO E LA COCAINA IN TASCA

    RispondiElimina
  49. Avanti tutta, è l'inciviltà che avanza.
    Premesso che in una democrazia non sono le sparute minoranze che devono imporre le stoltezze che hanno in testa non mi sembra oltremodo democratico e civile andare alle manifestazioni con pedardi, coltelli etc, etc.
    Estintori e passamontagna invece sono consentiti e benedetti al fine di ricalcare la deplorevole ed incivile manifestazione del G8 di Genova.

    RispondiElimina
  50. Adesso il pagliaccio capo-popolo sarà contento. Non è riuscito a diffamare l'Italia (leggi la stampa tedesca di qualche mese fa): il default del paese non c'è stato. Ma ha fomentato la piazza, ed il risultato è ancora più soddisfacente per lui. La primavera araba si avvicina :tanto lui i figli ce li ha all'estero. Ed anche i soldi.

    RispondiElimina
  51. casapound è una roccia

    RispondiElimina
  52. la violenza comunista fa ridere

    RispondiElimina
  53. MA COSA CREDONO QUESTI SINISTROIDI???
    MICA CI FANNO PAURA!!!!!!!

    RispondiElimina
  54. l'italia ha bisogno di un governo di DESTRA che ripulisca la Nazione dalla teppaglia violenta comunistoide

    RispondiElimina
  55. DOPO LA STUPIDA E CRIMINALE MANIFESTAZIONE DI SABATO 19 A ROMA LA GENTE CAPISCE COSA SIANO I PARTITI DELLA SINISTRA ITALIANA CHE FOMENTANO VIOLENZA GRATUITA DI CUI PAGA IL POPOLO INERME.

    RispondiElimina
  56. ONORE A CASAPOUND

    RispondiElimina
  57. CONTINUATE COSI'
    BRAVI MILITANTI DI QUESTA ONOREVOLE ORGANIZZAZIONE CHE PORTA LUSTRO NEL PANORAMA DELLA MEDIOCRITA' ITALIANA.

    RispondiElimina
  58. sono solo dei pirla quei cretini teppisti che hanno sfilato a roma sabato 19 scorso e sfasciato vetrine ed auto.
    casapound li ha fatti scappare come conigli......ahahahhahaahaahhah!!!!!!!!

    RispondiElimina
  59. se non fosse intervenuta la polizia a proteggere gli assalitori le mazzate da casapound sarebbero state assicurate per loro.
    erano dei deficienti drogati di stupidità e mandati dalla sinistra a provocare casapound ma i militanti di cpi non sono caduti nel tranello-

    RispondiElimina
  60. HO LETTO NEI GIORNALACCI DI SINISTRA CHE LA VIOLENZA PER LE STRADE ERA SOLO DI CASAPOUND.
    CHI HA SCRITTO CIO' E' PROPRIO UN DEMENTE PAGATO PER FARE LA FIGURA DEL PIRLA E L'HA FATTA.

    RispondiElimina
  61. 30 militanti di cpi sono bastati x stoppare centinaia di scalzacani fottuti appoggiati dalla PULA.
    Cpi e' una roccia incrollabile e va avanti nella sua attivita' giornaliera.
    Tanto rumore per NULLA.

    RispondiElimina
  62. Ma cosa volevano combinare quei cojotes sinistri?
    Hanno rimediato una figura di melda e adesso i giornalacci di regime cercano di rimediare spostando l'obiettivo dalla violenza degli antagonisti criminali alla difesa INASPETTATA posta in essere da CPI che ha rotto le uova nel paniere alla mafia cattokomunistoide.
    Mi sono divertito tanto nel constatare che CPI ha dato scacco matto ai black-bloc e alla polizia che in quel frangente del tentato assalto si erano di fatto ""alleati"" ma le tartarughe ci hanno regalato immagini MITICHE sventando fermamente la suddetta violenza.
    Bravi bravi bravi bravi
    komunisti karogne tornate nelle fogne.

    RispondiElimina
  63. Che figura di m gli autonomi a roma, una massa d drogati deficenti che vaano alavorare questi fancazzisti comunisti!

    RispondiElimina
  64. La izmierda tan tolerante como siempre

    RispondiElimina
  65. La Casapound est magnifique vous montrez l'exemple les gars!

    RispondiElimina
  66. VIVE LA CASAPOUND
    MERCI

    RispondiElimina
  67. RAGAZZI IO NON SÒ VOI MA C'HO UN ODIO VERSO QUESTE ZECCHE ROSSE CHE NON POTETE COMPRENDERE.. MANIFESTANO PER LA CRISI E SACCHEGGIANO LOCALI PRIVATI, UNITÀ ABITATIVE DANDO POI DEI VIOLENTI ALLA CELERE CHE LI CARICA.. GUARDATEVI BENE INTORNO MERDE PERCHÈ LA CELERE ESISTE ANCHE IN MEZZO AI CITTADINI NORMALI COME NOI CHE NON SI FANNO PROBLEMI A DIFENDERE LA PROPRIA TERRA, I PROPRI VALORI FINO AL SANGUE.. A NOI!!

    RispondiElimina
  68. Questi di sinistra sono tutti frocioni culattoni

    RispondiElimina
  69. Da che mondo e mondo le devastazioni di citta' il lancio dei sampietrini l'odio verso le forze dell'ordine la droga libera e lo spinello l'aborto il divorzio i depravati elegantemente chiamati gay l'immigrazione incontrollata LO SVUOTACARCERI rimettere in liberta' i delinquenti insomma tutto il male dell'ITALIA da quando sono nato e da che mondo e' mondo e' solo MALE di sinistra.La sinistra ha rovinato l'italia i forconi invece di prendersela con la crisi se la prendessero coi comunistisindacalisti che sono straricchi sfondati

    RispondiElimina
  70. Dimenticavo... una delle cose di cui i compagni dei centri sociali sembra vadanoo fieri ,aggredire poliziotti e forze dell'ordine lanciare estintori sfasciare vetrine e depredare commercianti poi se un poliziotto che rischia la vita per colpa di questi delinquenti comunisti si azzarda a dargli una manganellatina lo denunciano.MA DOVE SIAMO ARRIVATI

    RispondiElimina