martedì 15 ottobre 2013

Roma, CasaPound: sgomberata l'occupazione di via Val d'Ala ma estrema sinistra resta in stabile pericolante

Roma, 15 ottobre - E' stato effettuato dalle forze dell'ordine lo sgombero dello stabile di via Val d'Ala, occupato nella notte da militanti di CasaPound Italia insieme a 17 famiglie in stato di grave emergenza abitativa per protestare contro le promesse non mantenute delle amministrazioni comunali in materia di emergenza abitativa e riqualifica degli spazi abbandonati.

''Constatiamo che mentre viene sgomberata in poche ore un'occupazione vera, fatta per dare un tetto a 17 famiglie in stato di gravissima emergenza abitativa a cui il Comune aveva promesso e mai dato una sistemazione dignitosa dopo la pacifica trattativa che le portò a lasciare Val d'Ala nel 2011, dall'altra parte, è concesso all'estrema sinistra, coccolata da Marino in campagna elettorale, di rimanere in uno stabile pericolante, come quello occupato vicino Piazza Vittorio, che come tale non può dare alloggio a nessuno'', commenta il vicepresidente di CasaPound Italia Andrea Antonini.

''L'estrema sinistra si è rivoltata contro il suo sindaco e prova a mostrare i muscoli dopo che la nuova amministrazione ha annunciato la fine della lucrosa stagione dei residence rompendo un giocattolo economico che fa molto comodo al mondo antagonista della Capitale - sottolinea Antonini - E Marino, con quanto accaduto oggi, sembra cedere a queste forme di indebite pressioni fatte di pseudo-occupazioni strumentali in luoghi studiati ad hoc per alzare la tensione e cercare a tavolino l’incidente. La responsabilità di quanto eventualmente potrà accadere in questo senso - conclude il vicepresidente di Cpi - non potrà che essere di chi gestisce l'ordine pubblico in questa città con comportamenti che non si possono che definire omissivi e compiacenti''.

Le foto sono liberamente scaricabili dalla pagina Facebook e dal sito di CasaPound Italia

info: 3478057510 www.facebook.com/votacasapound
www.facebook.com/casapoundroma
www.casapounditalia.org
www.radiobandieranera.org


12 commenti:

  1. Un pdl che sta al governo col nemico odiato komunista a cui fa da stampella genera dei mostri comportamentali per cui un ministro dell'interno in quota PDL come angelino alfano si trova sotto scacco della estrema sinistra,cacciata dagli elettori dal Parlamento italiano nel 2008.
    Un assurdo politico per cui le iniziative sociali di CPI devono essere bloccate per evitare che la gente comune ne apprezzi l'autenticita'.
    L'estrema sinistra e' la squadra killer del pd e di sel e serve per tenere sotto controllo il territorio italiano.
    Insomma i centri asociali sono i cani da guardia del fetecchioso Marino che e' sotto ricatto di criminali sinistri eversivi antitaliani.

    RispondiElimina
  2. Bravi i ragazzi di CPI.

    RispondiElimina
  3. Le città sono ricche di insediamenti abbandonati di origine industriale, che rappresentano in molti casi aree dove confluisce il degrado
    e dove si annidano problematiche legate alla sicurezza. Alcuni di questi luoghi sono nati nelle periferie ma oggi in seguito al veloce
    sviluppo architettonico si trovano a fare parte di quartieri non più così lontani dal centro. Non-luoghi , mostri urbani popolati da
    spacciatori e tossicodipendenti , terra sconsacrata , fucina dove si aggregano in gran numero persone della peggior categoria.

    RispondiElimina
  4. Per Loro è meglio lasciarlo ai Gabber per fare dei Rave Party...
    Una ragazza di 22 anni é ricoverata in coma nel reparto Rianimazione dell'ospedale di Lecce, presumibilmente per un mix di alcol e anfetamine assunto durante un rave party non autorizzato svoltosi la notte scorsa . Qualcuno alle prime ore del mattino ha telefonato al 118 per segnalare la presenza per terra di una ragazza esanime. Indagini della polizia.La presenza per terra di una ragazza esanime ?
    Come si fà ad abbandonare la propria amica ,compagna in terra esanime ?
    Nemmeno i cani ! Spero resti viva , cambi compagnie e abitudini.
    Maledetti gli spacciatori e tutti gli sballati che si devastano a scapito di tutta la collettività !
    Disagio giovanile e sociale porta al Degrado dell'anima.

    RispondiElimina
  5. I politici ringraziano , per loro è meglio che ci siano
    1000 giovani drogati che 1000 giovani che chiedono
    una casa , un lavoro e diritto al futuro.

    RispondiElimina
  6. 15 tunisini in manette in dieci giorni a Bologna.
    Sono responsabili dello spaccio dell’eroina bianca che ha già ucciso otto persone .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://www.ilgiornale.it/news/esteri/rom-fermata-gita-ed-espulsa-linea-dura-gauche-959043.html


      Rom fermata in gita ed espulsa È la linea dura della gauche

      Polemiche in Francia per l'arresto e l'espulsione di una ragazzina kosovara di 15 anni mentre stava partendo per un'escursione con la scuola. Premier e ministro si contraddicono
      Redazione - Mer, 16/10/2013 - 17:19

      Arrestata mentre era in gita scolastica. Ed espulsa il giorno dopo, nonostante abbia solo 15 anni, insieme a tutta la sua famiglia. La linea dura contro nomadi e immigrati, anche da parte della sinistra al potere, scatena un putiferio in Francia.
      Al centro della storia Leonarda, una rom originaria del Kosovo e residente da cinque anni in Francia. Secondo quanto riferito dagli insegnanti del collegio André Malraux di Pontarlier, la ragazzina si trovava già sul pullman in partenza per una gita scolastica quando il sindaco del paese, Albert Jeannin, ha fatto ordinare all'automezzo pieno di scolari di fermarsi in un parcheggio. Lì gli agenti hanno preso in consegna la ragazzina che il giorno dopo è stata espulsa dalla Francia con la madre e cinque fratelli. L'episodio è accaduto il 9 ottobre a Lavrier, un paesino dell'est della Francia, e con la diffusione della notizia si sono riaccese le polemiche per la linea dura contro gli immigrati adottata dal governo socialista.Secondo il blog «Rete di educazione senza frontiere», che ha dato per primo la notizia, un professore aveva chiesto agli agenti di aspettare che l'autobus se ne andasse, per evitare che il resto dei compagni di Leonarda la vedessero piangere nell'auto della polizia.Il ministro dell'Interno, il socialista Manuel Valls, già al centro delle polemiche per aver ordinato l'espulsione di 20.000 rom e nomadi dalla Francia, ha difeso le forze dell'ordine sottolineando che hanno «rispettato scrupolosamente i diritti degli stranieri». Una dichiarazione criticata dall'opposizione e da esponenti del suo stesso partito. Valls è stato quindi costretto ad aprire un'inchiesta amministrativa sul caso, dietro richiesta del premier Jean-Marc Ayrault.E proprio il premier è intervenuto ieri sul caso, travolto dalle polemiche: «Se c'è stato un errore la procedura d'espulsione sarà annullata», ha promesso Jean-Marc Ayrault. I primi dati dell'inchiesta sulle condizioni di espulsione della studentessa, originaria del Kosovo, saranno conosciuti «entro 48 ore», ha precisato Ayrault. «Se c'è stato un errore la procedura di espulsione sarà annullata e la famiglia potrà tornare perché la sua situazione possa essere riesaminata secondo il nostro diritto, i nostri principi e i nostri valori», ha aggounto ancora il primo ministro. Infine la precisazione, in contrasto con le affermazioni del ministro dell'Interno: i bambini «devono essere protetti nell'ambito della scuola», il che include anche le gite.

      CACCIAMO I ROM DALL'EUROPA E MANDIAMOLI IN AFRICA.
      SONO SOLI LADRI PARASSITI.

      Elimina
  7. Milano, 8 ottobre 2013 - Baby-gang MS13 nel mirino della polizia
    24 ARRESTI (7 MINORENNI) - La polizia di Stato di Milano, nelle province di Milano, Brescia, Cremona, Novara, Pavia e Monza,ha arrestato 24 ragazzi, latino-americani, tra i 17 e i 36 anni, ritenuti responsabili a vario titolo dei reati di associazione per delinquere,rapina, lesioni personali aggravate e porto illegale di armi da taglio. Il gruppo criminale si era strutturato in modo gerarchico, attribuendo a ciascun membro ruoli ben definiti in relazione alle attivita' illecite da realizzare. Per alcuni tra i maggiorenni è stata prevista la custodia cautelare in carcere, per altri solo gli arresti domiciliari mentre per 3 tre indagati minorenni ci sarà la misura cautelare del collocamento in comunità.(a spese dei contribuenti , Espulsione immediata ci bastano i nostri delinquenti da mantenere )

    RispondiElimina
  8. gli stabili pericolanti possono pure crollare all'improvviso.......

    RispondiElimina
  9. i rossi stanno nello stabile pericolante? ?....speriamo nella provvidenza ! ;-)

    RispondiElimina
  10. odio i centri sociali e l'estrema sinistra come non potete immaginare!!!

    RispondiElimina
  11. EVVIVA CPI
    Sempre dalla parte di chi ne ha necessità.
    Basta con questa falsa tiritera che la sinistra sta dalla parte del più debole, loro stanno
    dalla parte dei delinquenti, drogati e senza midollo. Extracomunitari regolari si, rom e clandestini NO.
    Marco

    RispondiElimina