venerdì 13 settembre 2013

Sul Fronte dell'Essere: le proposte di CasaPound sull'immigrazione

Immigrazione, identità, cittadinanza: dati, soluzioni ed equivoci

secondo la visione di CasaPound Italia

Sommario: Immigrazione: il problema – La catastrofe demografica – Chi vuole più immigrati? - Quali buone ragioni? - Il nuovo schiavismo: capitalismo e immigrazione – Un fenomeno criminogeno – La banlieue è già qui – Ius soli: una bufala criminale – False piste/1: la trappola dello scontro di civiltà – False piste/2: l'equivoco dell'identitarismo – Multiculturalismo e assimilazione – Il razzismo/1: la cortina fumogena – Il razzismo/2: una storia liberale – Le soluzioni di CasaPound Italia – Una via imperiale – Il vero scontro di civiltà.

Scarica l'intero documento qui


146 commenti:

  1. HO SCARICATO IL DOCUMENTO E SONO ANSIOSO DI LEGGERLO.
    GRAZIE CASAPOUND
    BUON LAVORO

    RispondiElimina
  2. lo sto consultando famelicamente
    grazie ragazzi

    RispondiElimina
  3. sara' interessantissimo
    lo scarico subito.....

    RispondiElimina
  4. MITICI I TARTARUGONI DI CPI

    RispondiElimina
  5. Che lavorone"!!!
    Proposte politiche per un futuro in cui la Destra italiana trovi una degna e agognata collocazione tra i partiti al governo come in Ungheria--Norvegia--Australia.
    Dai cpi che ce la possiamo fare alla faccia di quei comunistoidi di ANPI.
    Evvivaaaaaa

    RispondiElimina
  6. come rosicano i komunistoidi.....""!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il problema non sono i comunisti, ma questi liberali del cazzo che governano su tutto e ce la menano con la morale. I comunisti almeno sono chiari, questa merda invece fà finta di essere una cosa e invece è tutt'altra. W CASAPOUND

      Elimina
  7. Avanti Destra all'attacco e riprendiamoci la Patria che tanta gloria conobbe con Mussolini e tanta denigrazione sta subendo con questi governi dell'inciucio cattocomunistoide

    RispondiElimina
  8. secondo giorno grandioso

    RispondiElimina
  9. UNA CORAZZA MASSICCIA QUELLA DELLE TARTARUGHE DI CPI

    RispondiElimina
  10. G6: al via 2* giornata di lavori, focus su terrorismo e immigrazione


    13 Settembre 2013 - 09:10


    (ASCA) - Roma, 13 set - Al via la seconda giornata di lavori dei ministri dell'Interno del G6: i rappresentanti dei sei piu' grandi Stati membri dell'Ue sono giunti stamane presso la Scuola superiore di Polizia a Roma dove si riuniranno per discutere dei principali temi internazionali. Il mini-summit ospitera' anche, su invito della presidenza di turno guidata dal vicepremier Angelino Alfano, una delegazione degli Stati Uniti e della Commissione europea. Al centro dei colloqui di Italia, Spagna, Francia, Germania, Regno Unito e Polonia la lotta al terrorismo (prima sessione), con particolari approfondimenti circa la situazione d'instabilita' nei quadranti sud-mediterraneo, sub-sahariano, Medio oriente e Corno d'Africa. La seconda sessione si articolera' tra le problematiche legate all'immigrazione, rispetto all'incremento dei flussi verso il territorio dell'Unione e alla necessita' di una risposta omogenea che coinvolga i Ventotto Stati membri, mentre la terza e la quarta, in ultimo, si occuperanno di lotta alla criminalita' organizzata e cyber-crimine.


    http://www.asca.it/news-G6_al_via_2_giornata_di_lavori_focus_su_terrorismo_e_immigrazione-1313560-BRK.html




    ANGELINO ALFANO FAREBBE BENE A CONSULTARE CASAPOUND CHE IN MERITO HA DLLE POPOSTE INTERESSANTI ED UTILI ALL'ITALIA.

    RispondiElimina
  11. Complimenti per il lavoro svolto, concetti pienamente condivisi.
    Dobbiamo dare più forza al movimento con la partecipazione attiva, per far valere i nostri ideali. Non basta un mi piaci su i social network.
    Umberto

    RispondiElimina
  12. Un primo commento a caldo sul documento.
    Molto puntigliosa la disamina dei punti sviscerati.
    Non mi trovo pienamente d'accordo con cpi su alcune questioni legate alla connotazione ideologica su islam e usa ma ci sara' tempo per l'approfondimento.
    Ottima relazione anche se il linguaggio lo trovo forse un po' troppo accademico,forbito,non immediatamente recepibile per chi non e' addentro alle problematiche,ma mi sono trovato bene personalmente e l'ho letta con interesse.
    Grazie per tutto quello che fate per gli Italiani incazzati ed avviliti da una classe politica parassitaria e interessata esclusivamente alle proprie rendite clientelari,traditrice immorale degli ideali patriottici alla cui difesa hanno giurato fedelta' e totale dedizione ma invano.

    RispondiElimina
  13. lo sto leggendo il documento

    RispondiElimina
  14. SCONTRO DI CIVILTA' C'E' E COME
    APRIAMO GLI OCCHI ALLA REALTA'

    RispondiElimina
  15. l'islam diventa sempre piu' radicale e l'europa non deve fare finta di nulla

    RispondiElimina
  16. NON CONDIVIDO NEMMENO IO L'IDEA CHE NON SI SIA IN ATTO UNO SCONTRO DI CIVILTA'.

    LUCA DI TERMOLI

    RispondiElimina
  17. musulmani pericolosi e prepotenti
    lo dice la Jensen,leader del partito del progresso norvegese,di estrema destra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pizzarotti: il grillino amico di zingari e islamici regala terreno per la moschea

      Parma, Pizzarotti promette un terreno per costruire il centro islamico

      Il ‘cittadino’ sindaco di Parma Pizzarotti ha promesso agli islamici che occupano la città ducale un terreno dove costruire una moschea comprensiva di minareto e centro per l’indrottinamento.
      Ovviamente i maomettani non stanno nella pelle: “È un gesto civile, che ammiriamo. E’ un onore per noi e per la città – ha commentato Farid Mansouri, presidente di un’associazione che vuole l’islamizzazione di Parma – Ci daranno un terreno per costruire da zero un edificio che possa avere anche un valore artistico e di rappresentatività per Parma”.
      Dopo anni di traslochi tra sedi precarie e non sempre adeguate, la comunità di musulmani che nel parmense conta 13mila persone potrà finalmente avere una struttura definitiva, costruita per rispondere alle sue esigenze, per pregare, svolgere attività culturali e iniziative aperte a tutta la città.
      Ma anche i grillini hanno imparato il linguaggio subdolo e biforcuto della politica, così: “Sarà un centro islamico e non una moschea – ci tiene a precisare Mansouri – perché nel nostro centro non si prega solamente, si fanno molte altre attività che vanno dai corsi di lingua a quelli di informatica, fino all’aiuto delle persone bisognose. È un centro di socializzazione che deve essere della città”. Ha dimenticato, l’islamico, di citare il reclutamento di terroristi per il jihad. Reclutamento che avviene in ogni moschea presente in Italia, come dimostrato dai recenti estremisti andati in Siria.
      La zona individuata è a nord di Parma, nel quartiere dove sorge la sede dell’Efsa, il terreno lo regalerà il Comune. E così abbiamo all’opera il M5S a livello locale. Dopo avere pagato acqua e corrente agli zingari del campo nomadi comunale, ecco il terreno che diventa edificabile in dono agli islamici.
      E non frega nulla ai pentastellati, se i cittadini sono contrari. Non frega nulla se le denuncie sono fioccate, negli anni, contro le irregolarità commesse dai seguaci del signor Mansouri nei luoghi che, abusivamente, destinavano alle loro attività.
      Evidentemente per i grillini le popolazioni locali hanno diritto di ribellarsi a Tav e Muos – e ce l’hanno – ma questo diritto non esiste, se si oppongono a campi nomadi e moschee.
      E in questo caso, almeno a Parma, il M5S si dimostra solo un’altra malformata costola della peggiore sinistra masochista e anti-italiana, visto che la medesima scelta, quella di costruire una moschea o un centro islamico, è già stata fatta da altri Comuni come Siena, Ravenna, Bologna e Genova tutti a guida Pd.

      http://voxnews.info/2013/08/14/pizzarotti-il-grillino-amico-di-zingari-e-islamici-regala-terreno-per-la-moschea/

      Elimina
    2. NEANCHE A ME RISULTA CHE NEI PAESI ISLAMICI FONDAMENTALISTI (TANTI) AI CRISTANI VENGA REGALATO NULLA....AL MASSIMO UN PROIETTILE PER RAGGIUNGERE L'ALDILA'.



      SCONTRO DI CIVILTA'...???


      NO.....!!!!!!!!

      Elimina
    3. MA COME HANNO FATTO MILIONI DI ITALIANI A DARE IL VOTO A M5S CHE SI E' RIVELATO UNA ACCOZZAGLIA DI KOMUNISTOIDI ANTITALIANI?

      Elimina
    4. andiamo al voto politico.
      m5s prenderà molti meo voti e i partiti di destra con programmi pro-italia faranno il pieno di consensi positivi ed andranno al governo come in Norvegia-Ungheria-Australia.

      Elimina
    5. Aggregando tutti gli islamici in un unico spazio saranno più controllabili. Se il M5S prenderà meno voti, se ne gioveranno i soliti politici parassiti. Non sono d'accordo che gli stellati siano un'accozzaglia di comunistoidi. Certo ognuno tira l'acqua al suo mulino e lo fa anche CPI, ciò non toglie che gli uni e gli altri, facciano del loro meglio per contrastare questo governo arruffone, pertanto preferirei che CPI attaccasse il PD e il PDL, lasciando perdere Grillo, al contrari ci ritroveremo ancora al governo i soliti papponi.

      Elimina
  18. terroristi isoamici uccidono cristiani in siria e cpi non dice nulla?
    vi siete converiti all'slam opuure cosa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il segretario ONU bankimoon che fa...le parole anticrociate.??

      Elimina
  19. tutte le civilta' e religione hanno diritto dicittadinanza ma nessuno ha diritto ad uccidere in nome della sua religione

    RispondiElimina
  20. http://identità.com/blog/2013/06/16/la-confessione-dellex-marxista-perche-volevamo-sempre-piu-immigrati/

    Leggete questa ragazzi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L’invasione islamica: paura per i propri figli

      caro direttore mi permetto di far notare quello che la gente sembra far finta di non vedere…oltre il nostro naso….
      l’invasione di persone islamiche che sta avvenendo da anni a questa parte ci deve far riflettere:
      loro non sanno che significa accoglienza e solidarietà (concetti loro sconiosciuti-)
      Sto vivendo sulla mia pelle il fatto che che loro NON vogliono integrarsi..stanno solo conquistando la nostra terra.
      tra una generazione saranno in numero pari o maggiore al nostro, e sono preoccupata per i miei figli…saranno sopraffatti da queste persone
      Non serve leggere i libri della Fallaci….basta aprire gli occhie fare quattro conti sul ricambio generazionale…
      Non potremmo, oltre che aiutarlia stare a casa propria, pensare di limitare i loro accessi…ha notato che questi invasori sono uomini belli grossi e robusti, islamici, che…oooppps!!! ma guarda caso saranno le future cellule terroristiche ?
      facciamo prima a spararci un colpo, o cerchiamo di difenderci? meditiamo….
      e basta con tutto ‘sto finto buonismo…lo sa lei che loro con noi parlano in un modo ma la pensano in tutt’altra maniera? ha mai avuto a che fare direttamente con codesti esseri? ha una vaga idea di come la pensano REALMENTE? di quali sono i loro progetti a lungo termine?
      io non faccio parte del popolo bue, e ho paura per i miei figli…
      Serena


      http://www.oggi.it/posta/lettere/2011/03/14/linvasione-islamica-paura-per-i-propri-figli/#more-4409

      Elimina
    2. il qualificato direttore di OGGI ha sapientemente ed esaurientemente riposto:
      CARA SERENA,LEI E' RAZZISTA.....????????



      RISPOSTA DEMENZIALE DI UN DEFICIENTE CHE INVECE DI ESPRIMERE IL SUO PENSIERO E CONTROBATTERE CON RIFLESSIONI PROFONDE HA LIQUIDATO LA SCOCCIATRICE LETTRICE CON UN INSULTO INQUALIFICABILE.
      SPERO CHE SERENA NON COMPRI PIU' LA FETECCHIOSA RIVISTA.



      MEDITIAMO GENTE CHE IL PERICOLO E' DIETRO L'ANGOLO E NON PERCHE' SI E' ISLAMOFOBI O RAZZISTI MA IN QUANTO LA DIFFERENZA TRA NOI E LORO E'...


      A B I S S A L E

      Elimina
    3. AVETE MAI SENTITO PARLARE DELLA
      TRATTA DELLE BIANCHE

      ??????

      Elimina
    4. MALEDETTI TRADITORI DELLA PATRIA.

      Elimina
    5. komunistoidi fetenti

      Elimina
    6. fermiamo tutto....!!!!!!

      Elimina
  21. non capisco l'avversione di cpi per oriana fallaci e magdi allam.
    sono intellettuali che argomentano con dovizia di particolari reali le loro affermazioni.

    L'ISLAM E' UNA RELIGIONE INTOLLERANTE E TUTTI LO SANNO E QUINDI CHE VOGLIAMO FARE,FACCI FOTTERE DA QUEGLI INCIVILI ARABI CHE AMMAZZANO OGNI GIORNI CRISTIANI E INFEDELI VARI NEI LORO PAESI DITTATORIALI.???

    RispondiElimina
  22. Vi consiglio anche il piano Kalergi:
    http://identità.com/blog/2012/12/11/il-piano-kalergi-il-genocidio-dei-popoli-europei/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..........................................................Se ci guardiamo attorno il piano Kalergi sembra essersi pienamente realizzato.
      Siamo di fronte ad una vera terzomondializzazione dell’Europa.
      L’assioma portante della “Nuova civiltà” sostenuta dagli evangelizzatori del Verbo multiculturale, è l’adesione all’incrocio etnico forzato.
      Gli europei sono naufragati nel meticciato, sommersi da orde di immigrati afro-asiatici.
      La piaga dei matrimoni misti produce ogni anno migliaia di nuovi individui di razza mista: i “figli di Kalergi”. Sotto la duplice spinta della disinformazione e del rimbecillimento umanitario operato dai mezzi di comunicazione di massa si è insegnato agli europei a rinnegare le proprie origini, a disconoscere la propria identità etnica.
      I sostenitori della Globalizzazione si sforzano di convincerci che rinunciare alla nostra identità è un atto progressista e umanitario, che il “razzismo” è sbagliato, ma solo perché vorrebbero farci diventare tutti come ciechi consumatori.
      È più che mai necessario in questi tempi reagire alle menzogne del Sistema, ridestare lo spirito di ribellione negli europei.
      Occorre mettere sotto gli occhi di tutti il fatto che l’integrazione equivale a un genocidio.
      Non abbiamo altra scelta, l’alternativa è il suicidio etnico. .........................................................

      http://identità.com/blog/2012/12/11/il-piano-kalergi-il-genocidio-dei-popoli-europei/

      Elimina
  23. Fanatici delinquenti assaltano sede Forzanuova a Milano.

    14-09-2013

    Un folto gruppo di persone, a Milano, ha tentato di assaltare una sede associativa che ospita il movimento di Forza Nuova. E’ accaduto in via Palmieri. La polizia ha precisato che all’azione hanno partecipato una decina di giovani appartenenti a varie realtà antagoniste, approfittando del fatto che i militanti di Fn erano al contestato Festival Boreal a Cantù (Como). I manifestanti hanno appoggiato spranghe davanti all’ingresso, in segno di intimidazione, e hanno scritto frasi sulla porta.



    http://voxnews.info/2013/09/14/fanatici-antirazzisti-assaltano-sede-fn/


    I KOMUNISTOIDI HANNO PAURA ED ALLORA FANNO BAMBINATE CRIMINOGENE.
    SOLIDARIETA' AGLI AMICI DI FORZANUOVA CHE SI BATTE PER UNA NUOVA ITALIA LIBERA DAI TERRORISTI ISLAMICI E DI SINISTRA EVERSIVA.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. FINIRà IN UNA BOLLA DI SAPONE IN QUANTO I CAPPI ERANO AL COLLO DEI MANICHINI CHE NON ERANO LA CONTROFIGURA DELLA NEGRONA.
      UNA CHIARA INTIMIDAZIONE CHE NON FARA' RECEDERE FORZA NUOVA DALLA SUA BATTAGLIA PER LA LEGALITA' E LAA DIFESA DEL SUOLO PATRIO.
      S'ATTACCANO AL MANICO.......!!!!!

      Elimina
    2. Saluti romani in manifestazione a Teramo:
      assolti con formula piena militanti di Forza Nuova

      venerdì 10 maggio 2013, 17:49

      Saluti romani in manifestazione a Teramo:
      assolti con formula piena militanti di Forza Nuova

      Assolti con formula piena perchè il fatto non costituisce reato.

      Difesi dall'avvocato del foro di L'Aquila, Maurizio Dionisio, si chiude oggi in maniera positiva per Marco Forconi, Franco Scascitelli e Giuseppe Mazzilli il processo che li ha visti imputati per saluti romani a margine di una manifestazione del 2010 svoltasi a Teramo.

      Marco Forconi, coordinatore regionale di Forza Nuova per l'Abruzzo, dopo la lettura della sentenza ha così dichiarato: "sono sempre stato tranquillo, sin dall'inizio, anche se nelle ultime ore temevo un effetto negativo a causa dell'accanimento di forze dell'ordine e media nei nostri confronti a seguito di azioni contro lo 'Ius Soli'.

      Sono contento per l'assoluzione, la seconda nel giro di pochi mesi, e dedico questa vittoria a tutti i camerati, forzanovisti e non, che stanno scontando pene pesanti ed ingiuste per reati di pensiero". Forza Nuova Teramo


      http://www.abruzzo24ore.tv/news/Saluti-romani-in-manifestazione-a-Teramo-assolti-con-formula-piena-militanti-di-Forza-Nuova/118471.htm

      Elimina
    3. LIBERTA' DI PENSIERO E DI MANIFESTARE DEMOCRATICAMENTE
      DAI FN...!!!!!

      Elimina
    4. SINISTRA INFAME!!!

      Elimina
  24. HO LETTO IL DOCUMENTO E SONO RIMASTO PERPLESSO PER ALCUNE INCONGRUENZE TRA I VARI CAPITOLI.
    UN LAVORO PROFONDO MA TROPPO ELABORATO DAL PUNTO DI VISTA FILOSOFICO.

    IL CAPITOLO DENOMINATO
    ""FALSE PISTE/1:
    LA TRAPPOLA DELLO SCONTRO DI CIVILTA'""

    .....SEMBRA ESSERE STATO SCRITTO O SUGGERITO DALL'IMAM DI PERUGIA.....!!!!!!!


    ALTRO CHE SCONTRO DI CIVILTA', IO VADO OLTRE, C'E' UN DISEGNO PROGRAMMATO A TAVOLINO DI STERMINARE LA RAZZA ITALIANA E SOSTITUIRLA CON QUELLA STRANIERA DI VARIE ETNIE LE QUALI MAGARI POI DARANNO IL LECCALECCA AI SINISTRONZI SCHIAVI EX-ITALIANI TRADITORI.

    SI MINIMIZZA,ANZI SI IGNORA LA PORTATA DELL'INVASIONE DI TERRORISTI ISLAMICI IN ITALIA ED EUROPA ED INVECE SI SOSTIENE A SPADA TRATTA L'ODIO DI CIVILTA' CONTRO LA RAZZA EBRAICA E LA RAZZA AMERICANA.
    BELLA COERENZA.

    IN DISACCORDO,TUTTO CIO',IN PARTE ANCHE CON QUANTO AFFERMATO DA EZRA POUND DI CUI E' CENNO NELLA PARTE FINALE DEL CAPITOLO CHE PRECEDE DENOMINATO:
    ""IUS SOLI:UNA BUFALA CRIMINALE"".

    LADDOVE LEGGIAMO:
    .......in quanto ai doveri,utilità ed etica dell'allogeno mi pare che la definizione sia semplice.Egli non deve avere suffragio o voce in capitolo ma potrebbe facilitare i rapporti fra il suo Paese d'origine e il Paese dove abita.Ha un certo diritto di asilo quando la sua patria è in tal disordine che non puo' abitarla ed ha una certa utilità quando puo' condividere o aumentare la vita industriale o intellettuale del Paese dove abita.Quello che certamente non ha è la licenza di partecipare anche passivamente in azioni subversive nel Paese che lo ospita.Non mi pare che cambiamento di nazionalità sia,in senso profondo,lecito.
    Insomma,non mi pare sia possibile.......omissis
    ....L'uomo non puo' cambiare razza;un cambiamento di nazionalità non va......omissis.


    PURE POUND ESPRIME PROFONDE PERPLESSITA' SULLA POSSIBILITA' CHE RAZZE DIFFERENTI SI POSSANO INTEGRARE TRA LORO,SAREBBE UNA FOLLIA.
    COME TENTARE DI FAR INCROCIARE UN COCCODRILLO CON UN CAVALLO.....IMPOSSIBILE.
    GLI ARABI SONO RAZZA DIVERSA DA QUELLA EUROPEA ED ALLORA MI CHIEDO: PERCHE' LASCIANO IN MASSA LA LORO TERRA E VANNO IN NAZIONI CON RAZZE PROFONDAMENTE DIVERSE DALLA LORO E PRETENDONO PURE DI DIVENTARE CITTADINI DI QUEL PAESE OSPITANTE ED ESSERE CHIAMATI TALI?
    DI QUESTA INVASIONE DELL'ITALIA SOSPETTA SI SOSTIENE CHE SI DEVE SI' ARGINARE MA CHE COMUNQUE NON ESISTE UNO SCONTRO IN ATTO TRA CIVILTA' ARABO-ISLAMICA E LE ALTRE OCCIDENTALI CRISTIANE-GIUDAICHE E CHE QUESTO FALSO PROBLEMA SAREBBE STATO CREATO AD ARTE DAL SATANA "USA"....DEL RESTO IN BUONI RAPPORTI COL TERRORISMO MUSULMANO....
    CHE CONFUSIONE....
    CHE TRAVISAMENTO DELLA REALTA'.
    SE E' ACCETTABILE QUELLO CHE HA DICHIARATO EZRA POUND ALLORA PERCHE' MAI SE MILIONI DI ISLAMICI VENGONO IN EUROPA COSTORO NON CREERANNO MAI UNO SCONTRO DI CIVILTA',SE PRETENDONO DI NON RISPETTARE LE LEGGI DEL PAESE OSPITANTE MA DI VOLER SEGUIRE LA LEGGE ISLAMICA,LA SHARI'A...???
    LO SCONTRO SI EVITA SE IL POPOLO OSPITANTE RINUNCIA ALLA CIVILTA' DA PARTE DEI POPOLI OSPITANTI ET VOILA' IL GIOCO E' FATTO....TANTO SEMPLICE.
    MA QUESTA E' PURA FOLLIA.
    ORIANA FALLACI E MAGDI ALLAM SONO PERSONE ISTRUITE NON PREVENUTE MA GIUDICANO I COMPORTAMENTI DELLE PERSONE NELLA LORO QUOTIDIANITA' ED IN QUELLO CHE DICONO E PRETENDONO.

    RispondiElimina
  25. Infibulazione già praticata su 140 milioni di donne. Una su quattro muore

    ImolaOggi ESTERI, NEWS set 13, 2013

    Tra la penisola arabica, alcuni Paesi del sud-est asiatico e soprattutto l’Africa, ma anche talora nelle comunità immigrate, l’infibulazione è già stata praticata su 140 milioni di donne. Una su quattro muore sul momento, o per conseguenze di lungo termine.

    L’impegno contro l’infibulazione nel mondo passa per Berlino: è nella capitale tedesca che è stata inaugurata la prima clinica europea per l’assistenza psico-fisica alle vittime di mutilazioni genitali femminili.

    Il centro “fiore del deserto” è ospitato nell’ospedale berlinese Waldfriede, e la prima paziente ha ricordi ancora freschi di quello che le fu fatto molti anni fa, fino allo choc che la sua memoria ha invece cancellato:

    “Quando accadde ero lì insieme ad altre tre ragazze, due erano un po’ più grandi. Lo fecero prima a loro e io ero lì nell’angolo e guardavo. Ricordo che vidi la ragazza che sanguinava. Provai a correre ma mi presero, e poi non ricordo. Non ricordo il dolore, forse ero svenuta, non so cosa sia successo. Non ricordo niente”.

    La clinica è già operativa per gli interventi chirurgici, di ricostruzione plastica, ma anche per tutta l’assistenza psicologia necessaria non solo a superare quel passato, ma anche a riappropriarsi di una vita per molti aspetti diversa, fatta anche di un’altra conoscenza di sé.

    “Fiore del deserto”, il nome della clinica, è anche il titolo del libro più conosciuto di Waris Dirie, ex modella austriaca di origini somale. Anche lei subì l’infibulazione, ne ha sempre parlato apertamente ed è da anni la principale testimonial.

    “Oggi – spiega – vediamo queste donne soffrire. Soffrono quando fanno l’amore, soffrono quando partoriscono, soffrono per ogni cosa. E non capisco come si possa fare qualcosa del genere, nel nome di Dio, chiunque l’abbia fatto, è l’essere umano più crudele che possa esistere sul pianeta, ma la cosa peggiore è che oggi tutto questo continua”.

    Tra la penisola arabica, alcuni Paesi del sud-est asiatico e soprattutto l’Africa, ma anche talora nelle comunità immigrate, l’infibulazione è già stata praticata su 140 milioni di donne. Una su quattro muore sul momento, o per conseguenze di lungo termine.




    NON ESISTE LO SCONTRO DI CIVILTA'...

    LA INFIBULAZIONE METTE TUTTI D'ACCORDO.

    EVVIVA LE PRATICHE UMANITAIE ISLAMICHE,DIFFONDIAMOLE TRA LA RAZZA BIANCA EUROPEA CRISTIANA MAGARI DIVENTA MENO RAZZISTA E MENO ISLAMOFOBICA....

    RispondiElimina
  26. Migliaia di jihadisti europei stanno arrivando in massa in Siria.-

    ImolaOggi EUROPA UE, Video set 13, 2013

    13 sett–22013
    Migliaia di jihadisti stanno arrivando in massa in Siria.
    Molti si uniscono ai gruppi di estremisti islamici. Le stime parlano di almeno 600 europei che hanno raggiunto il Paese. Crescono le preoccupazioni su quello che potrebbero fare una volta tornati in Europa.
    Con il nostro programma “On The Frontline” siamo andati in Belgio e nei Paesi Bassi, due Stati che hanno visto partire per la Siria molti combattenti stranieri ispirati da Al Qaeda.

    Inoltre, per discutere del problema, sono ospiti nello studio di Isabelle Kumar Maajid Nawaz, un ex estremista islamico che oggi lavora per combattere la radicalizzazione, e Raffaello Pantucci, ricercatore nel settore del controterrorismo presso il Royal United Services Institute per gli Studi sulla Difesa e la Sicureza.

    http://www.imolaoggi.it/2013/09/13/migliaia-di-jihadisti-europei-stanno-arrivando-in-massa-in-siria/




    SCONTRO DI CIVILTA'???

    NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO......!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  27. sterzata a sinistra di cpi?

    RispondiElimina
  28. «Gli immigrati non australiani devono adattarsi!
    Prendere o lasciare, sono stanco che questa nazione debba preoccuparsi di sapere se offendiamo alcuni individui o la loro cultura. La nostra cultura si è sviluppata attraverso lotte, vittorie, conquiste portate avanti da milioni di uomini e donne che hanno ricercato la libertà.
    La nostra lingua ufficiale è l’inglese, non lo spagnolo, il libanese, l’arabo, il cinese, il giapponese, o qualsiasi altra lingua. Di conseguenza, se desiderate far parte della nostra società, imparatene la lingua!
    La maggior parte degli Australiani crede in Dio. Non si tratta di obbligo di cristianesimo, d’influenza della destra o di pressione politica, ma è un fatto, perché degli uomini e delle donne hanno fondato questa nazione su dei principi cristiani e questo è ufficialmente insegnato. E’ quindi appropriato che questo si veda sui muri delle nostre scuole. Se Dio vi offende, vi suggerisco allora di prendere in considerazione un’altra parte del mondo come vostro paese di accoglienza, perché Dio fa parte delle nostra cultura. Noi accetteremo le vostre credenze senza fare domande. Tutto ciò che vi domandiamo è di accettare le nostre, e di vivere in armonia pacificamente con noi.
    Questo è il nostro paese; la nostra terra e il nostro stile di vita. E vi offriamo la possibilità di approfittare di tutto questo. Ma se non fate altro che lamentarvi, prendervela con la nostra bandiera, il nostro impegno, le nostre credenze cristiane o il nostro stile di vita, allora vi incoraggio fortemente ad approfittare di un’altra grande libertà australiana: il diritto ad andarvene. Se non siete felici qui, allora partite. Non vi abbiamo forzati a venire qui, siete voi che avete chiesto di essere qui. Allora rispettate il paese che vi ha accettati».


    http://www.dirittodicritica.com/2010/04/23/il-sindaco-di-adro-cita-il-discorso-del-premier-australiano-peccato-sia-un-falso/

    RispondiElimina
  29. A proposito di aggressioni:

    http://www.ilradar.com/milano-studente-massacrato-botte-arrestati-due-giovani-sinistra/

    http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/CRONACA/lega_brescia_aggressione_segretario/notizie/326197.shtml

    Soliti codardi sinistronzi che attacano quando sono 30 contro 1

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Segretario della Lega preso a pugni
      Salvini:se serve inizieremo a difenderci

      MILANO - «Lunedì chiederò un incontro urgente con prefetto e questore. A violenza non rispondiamo con violenza, ma se serve cominceremo a difenderci da soli». Così il vice-segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini commenta l'aggressione subita ieri dal segretario cittadino del Carroccio Paolo Sabbadini, preso a pugni mentre passeggiava tranquillamente per strada. Per lui 10 giorni di prognosi e un punto di sutura. «È la seconda aggressione che subiamo a Brescia in pochi giorni - fa notare Salvini - . Sabato scorso un gazebo distrutto e militanti aggrediti dai “bravi ragazzi” dei centri sociali: 16 persone identificate e denunciate. Ieri l'aggressione al nostro segretario con uno degli autori, altro “democratrico”, già identificato». Riguardo questi episodi, Salvini stigmatizza con forza il silenzio da parte dell'amministrazione: «Il sindaco di sinistra tace vergognosamente. Eccoli i pacifisti, i democratici e gli anti-razzisti. Brescia non è cosa loro! Per i violenti deve esserci la galera, sgombero e chiusura per i loro luoghi di ritrovo».

      http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/CRONACA/lega_brescia_aggressione_segretario/notizie/326197.shtml

      Elimina
  30. come al solito.....!!!!

    inoltre quando c'è aria di scontri la polizia sembra preferire la difesa dei komunistoidi...forse perchè quella teppaglia sta dalla parte della ragione a prescindere?

    Grazie Angelino Alfano

    Gli Italiani se lo ricorderanno quando andranno a rivotare.
    Sara' un pieno di voti per i partiti di destra che sapranno essere convincenti con la politica da attuare a difesa degli interessi nostrani.

    RispondiElimina
  31. Ho letto la parte del documento dove ci si chiede "Che fare?" e condivido tutte le proposte tranne l'ultima riguardo concordati dello stato con altre religioni. Ho qualche dubbio sui Patti Lateranensi ma non ho dubbi sul fatto che l'Italia sia terra cristiana. Questo non vuol dire che sia obbligatorio essere cristiani! La parte di mondo in cui viviamo (e nel quale vorrei continuare a vivere) è l'occidente cristiano; fuori da questo mondo io vedo miseria o inciviltà (tranne qualche eccezione: Giappone e Israele). È sbagliato, secondo me, mettere tutte le religioni sullo stesso piano (errore che mi pare cominci a far breccia anche nella Chiesa quando sento parlare di fede in un unico Dio rivolgendosi alle altre religioni monoteiste).Domandatevi come vivono le donne nei paesi islamici, in India etc.; sono centinaia di milioni di persone (le donne alle quali mi riferisco), non pittoresche e numericamente insignificanti minoranze etniche!Da noi, nel civile occidente cristiano (pur pieno di difetti), le donne (ribadisco metà della popolazione) e gli uomini hanno (raggiunto) pari dignità. Io penso che ciò sia dovuto al fatto che noi battezziamo sia i maschi che le femmine (questo discorso non dirà nulla a chi pensa che il battesimo sia l'ennesima occasione di far bisboccia).Altra questione: come intendete realizzare quanto proposto? Secondo me l'unica via che può portare a qualche risultato (anche parziale) è quella di unire tutte quelle forze che almeno condividono la preoccupazione per i danni (aggravamento dei problemi analizzati, etc) che la sinistra al governo da sola potrebbe fare (può andare al governo non perché prende più voti ma perché gli altri o stanno a casa o disperdono i voti). Sono un po' ripetitivo.Daniele.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il cattolicesimo fa parte della nostra storia millenaria come l'islam fa parte della storia araba.

      DUE CIVILTA' CHE NON DIALOGANO IN QUANTO GLI ISLAMICI RITENGONO DI ESSERE GLI ESCLUSIVI DEPOSITARI DELLA VERITA' RIVELATA E PRETENDONO CHE TUTTA L'UMANITA' SI ISLAMIZZI O CON LE BUONE O CON LE BOTTE.

      QUESTA E' UNA REALTA'

      PURTROPPO SE VOGLIAMO EVITARE DI DIVENTARE ISLAMITALIA DOVREMMO USCIRE DALLA UE CHE AIUTA I BARBARI A METICCIARE LA RAZZA ITALIANA BIANCA E CATTOLICA.
      IN NORVEGIA SONO RIUSCITI A VIVERE E SOPRAVVIVERE ALLA GRANDE SENZA UE E SENZA EURO MA LORO HANNO IL PETROLIO IN QUANTITA' VERAMENTE ENORME E COMUNQUE SOLO DA ADESSO TIRERANNO I REMI IN BARCA DOPO UNA POLITICA IMMIGRATORIA SBAGLIATA CON ISLAMICI CHE SI SENTONO PADRONI DELL NORVEGIA E VORREBBERO SOSTITUIRE LA COSTITUZIONE CIVILE CON LA SHARI'A.
      QUELLO CHE VORREBBERO FARE IN TUTTI I PAESI NON ANCORA ISLAMIZZATI.


      FEDERARE LE FORZE DI DESTRA E' IMPRESA TITANICA IN QUANTO SIAMO INDIVIDUALISTI COME RAZZA E ABITUDINE QUOTIDIANA E QUINDI LA VEDO DIFFICILE COSTITUIRE UN POLO DI DESTRA.
      OGGI LA GIORGIA MELONI ALLA FESTA DELLA FDI HA INVITATO COME OSPITE D'ONORE IL NEMICO DEI ROMANI IGNAZIO MARINO SINDACO INDEGNO,IL QUALE AI MICROFONI HA ELOGIATO LA MELONI AGGIUNGENDO CHE LUI LA DESTRA LA "VUOLE" COSI' COME LA PRATICA FRATELLI D'ITALIA,CIOE' A PECORONI.
      CPI E FORZANUOVA SEMBRANO ANDARE OGNUNO PER LA PROPRIA STRADA E QUINDI NON CI RESTA CHE....PIANGERE..

      Elimina
    2. Se Cesare fu un grande condottiero penso che sia stato merito anche della fedeltà dei suoi legionari che non penso abbiano avuto grandi opportunità di mettere in risalto le loro individualità o le loro opinioni su come condurre una campagna militare. Questo non credo tolga nulla al valore dei legionari.Sicuramente per ora manca un Cesare.Vorrà dire che alle prossime elezioni voterò per un vecchio senatore inguaiato al Senato di Roma.Daniele.

      Elimina
    3. Le persone in politica preparate la DESTRA ITALIANA ce l'ha,solo che anche loro si sono inborghesite e quindi hanno perso molto smalto,campano di rendita e pertanto non vogliono scatenare nessuna bagarre che li puo' in qualche modo danneggiare.
      Troppi galli in un pollaio fanno solo casino, quindi occorre un solo leader e poi dei colonnelli ed in basso un esercito di amministratori sul territorio con le idee chiare su quello che c'è da fare e infine un elettorato che sappia qual'è il programma da realizzare e quindi da votare.
      La politica è diventata un POSTIFICIO personale e familiare,vedi GRILLINI che dovevano aprire il Parlamento come una scatola di sardine ed invece sono diventati dei TRAVET della politica.
      Le idee ci sono ma manca la carica psicologica e caratteriale di realizzarle costi quel che costi.

      Elimina
  32. ASPETTIAMO UN DOCUMENTO FINALE DELLA KERMESSE DI CPI E POI OGNUNO DARA' IL SUO CONTRIBUTO ALLA LOTTA POLITICA APPENA INIZIATA.

    RispondiElimina
  33. E se fosse vero il PIANO KALERGI?
    Leggendo attentamente quanto si sa su questa ipotesi,non posso nascondere che mi abbia fatto rimanere a bocca aperta.
    Tanti fatti successi ed in itinere a succedere nel mondo ed in Europa si possono spiegare meglio col PIANO KALERGI.
    In effetti questa "migrazione forzata" di individui da Africa ed Asia non la si capisce bene.
    Invece di aiutare questa persone a vivere meglio nei loro Paesi di nascita, le si ""INVOGLIA"" a lasciare la loro casa e ad andare all'avventura,col miraggio di una vita migliore altrove.
    Milioni di individui vengono ""FATTI MIGRARE"" in Europa,la maggior parte di religione NON CRISTIANA-CATTOLICA.
    Questo sta creando una lotta di RAZZE e CIVILTA' che sono agli antipodi tra di loro.
    Questo meticciamento progressivo fara' piano piano sparire la RAZZA PURA di ognuno degli individui migrati così che l'Europa possa diventare un'accozzaglia di enclaves che si possono meglio controllare ed orientare sia politicamente che economicamente sia socialmente.
    Il PIANO KALERGI va studiato attentamente.
    E quindi l'ipotesi che a capo di questa SPECTRE con la voglia di distruggere l'Europa socialmente per meglio sottomettere i relativi abitanti in futuro ci sia il ""SATANA USA"" con l'aiuto di massoni anche sionisti comincia ad essere credibile.
    Non ci voglio credere ma se così fosse cadrebbeo tanti miti,tante certezze,tante speranze,e pero' avrei aperto gli occhi alla verita'.
    Grazie a CPI ho avuto la possibilità di conoscere questo PIANO KALERGI e da ora in poi mi attiverò personalmente per saperne di piu'.

    BUON LAVORO A CASAPOUND

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che è così, vi consiglio i video di David Duke:
      http://www.youtube.com/watch?v=ZumwSY1TZqk

      Elimina
    2. Da tutto questo cosa ci guadagnano i potenti capi e sovrani dei Paesi arabi e islamici.
      Non credo che questo Piano Kalergi preveda la loro estinzione o comunque sottomissione futura alla Spectre sionista-americana!!
      Gli arabi sono furbi e non ce li vedo cadere in un tranello del genere.
      Ma se cosi fosse sarebbe un bene x tutti i Cristiani e cattolici nel mondo.
      Boh!!!!!

      Elimina
    3. Infatti non li vogliono certo estinti, ma in Europa! Leggi qui:
      http://www.ynetnews.com/articles/0,7340,L-4299673,00.html
      se hai lo stomaco forte anche il commento n°66

      Elimina
    4. insomma sono le truppe d'assalto di sbarco x una futura completa occupazione???

      Elimina
    5. 'Islamization of Europe a good thing'

      Rabbi Baruch Efrati believes Jews should 'rejoice at the fact that Europe is paying for what it did to us for hundreds of years by losing its identity.' He praises Islam for promoting modesty, respect for God.

      Kobi Nahshoni

      11.11.12, 13:52 / Israel Jewish Scene
      As concerns grow over the increasing number of Muslims in Europe, it appears not everyone is bothered by the issue, including an Israeli rabbi who even welcomes the phenomenon.

      Rabbi Baruch Efrati, a yeshiva head and community rabbi in the West Bank settlement of Efrat, believes that the Islamization of Europe is actually a good thing.

      "With the help of God, the gentiles there will adopt a healthier life with a lot of modesty and integrity, and not like the hypocritical Christianity which appears pure but is fundamentally corrupt," he explained.

      Rabbi Efrati was asked to discuss the issue by an oriental studies student, who inquired on Judaism's stand toward the process Europe has been going through in recent years.

      Following the election of a hijab-wearing Muslim woman as the mayor of the Bosnian city of Visoko for the first time in continent's history, the student asked the rabbi on the Kipa website: "How do we fight the Islamization of Europe and return it to the hands of Christians and moderates?"

      Efrati wrote in response that the Islamization of Europe was better than a Christian Europe for ethical and theological reasons – as a punishment against Christians for persecuting the Jews and the fact that Christianity, as opposed to Islam, is considered "idolatry" from a halachic point of view.

      "Jews should rejoice at the fact that Christian Europe is losing its identity as a punishment for what it did to us for the hundreds of years were in exile there," the rabbi explained as the ethical reason for favoring Muslims, quoting shocking descriptions from the Rishonim literature (written by leading rabbis who lived during the 11th to 15th centuries) about pogroms and mass murders committed by Christians against Jews.

      "We will never forgive Europe's Christians for slaughtering millions of our children, women and elderly… Not just in the recent Holocaust, but throughout the generations, in a consistent manner which characterizes all factions of hypocritical Christianity…

      "A now, Europe is losing its identity in favor of another people and another religion, and there will be no remnants and survivors from the impurity of Christianity, which shed a lot of blood it won't be able to atone for."

      'Islam a relatively honest religion'
      The theological reason, according to Rabbi Efrati, is that Christianity – which he sees as idolatry – has a tendency to "destroy normal life and abstain from it on the one hand, while losing modesty on the other hand," as it "ranges between radical monasticism to radical Western licentiousness."

      Islam, the rabbi added, is "a religion which misjudges its prophets but is relatively honest. It educates a bit more for a stable life of marriage and creation, where there is certain modesty and respect for God."

      Efrati ruled, therefore, that "even if we are in a major war with the region's Arabs over the Land of Israel, Islam is still much better as a gentile culture than Christianity."

      He added, however, that Jews must pray that the Islamization of most of Europe will not harm the people of Israel.


      http://www.ynetnews.com/articles/0,7340,L-4299673,00.htm

      Elimina
  34. votare in massa FN, CPI, MFL, MSI etc... (cha a dire la verità dovrebbero unirsi in un unico grande partito) è l'unico metodo per liberarsi dalla feccia comunistoide che ciattanaglia giornalmente...W LA GRANDE ITALIA IMPERIALE, UNA, CRISTIANA E LATINA!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aggiungo anche Alba Dorata italia:
      http://www.albadorataitalia.com/

      Elimina
    2. anche la Destra si e' polverizzata in tante piccole realta' e questo e' negativo in quanto l'unione fa la forza.
      Bisognerebbe avere il coraggio di mettere da parte gli egoismi e scendere a compromessi x il bene comune altrimenti non si cavera' mai un ragno dal buco se ciascuno pensa solo a coltivare il suo orticello.

      Elimina
  35. La Destra mondiale sta preparando la Riscossa e gia' in Ungheria-Norvegia-Australia ha ripreso in mano il potere politico per arrestare questa deriva del Continente""Occidente"" patriota e sovrano ed antislamico e Cristiano e greco-latino
    Forza Cosi...

    RispondiElimina
  36. ...Nel 2013 sono 214 milioni i "migranti" nel mondo.Non tutti hanno come meta l'Occidente e l'Europa..tuttavia esiste una dimensione problematica che è esclusivamente europea che non ha riscontro in nessun'altra parte del globo:
    1) entità e costanza dei flussi;
    2) atteggiamento suicida delle classi dirigenti;
    3) arrendevolezza delle popolazioni autoctone.
    .E' il nostro popolo,la nostra cultura,la nostra civiltà occidentale europea ed italiana che è minacciata dall'estinzione...........

    Leggendo queste parole scritte sul documento CPI viene voglia di prendere qualcosa in mano,uscire di casa e andare da qualche parte per cambiare questo funesto corso della nostra italica patria.Sara' una lotta senza quartiere in futuro perchè dalla fine del Fascismo le classi politiche di tipo comuniste-mafiose-massoniche hanno tenuto sotto scacco il popolo italiano per evitare che potesse decidere di riprendersi in mano le sorti della propria nazione.
    L'infausta esperienza bolscevica iniziata in Russia nel 1917 aveva avuto una battuta d'arresto in Italia e i komunisti avevano mal ingoiato il rospo della sconfitta allorchè il Fascismo era dilagato nella Penisola in quanto era stato visto come un momento di riscatto e un desiderio di voler mettere ordine in una Nazione attraversata dai venti dell'anarchia di sinistra.Purtroppo il popolo italiano,unito da 150 anni,non ha avuto il tempo di amalgamarsi anzi è diviso in tante fazioni regionali e culturali a compartimenti stagni non comunicanti.Scelta infausta,in quanto il benessere della Nazione è comunque il benessere di tutti.L'insano vizietto di saltare sul carro del vincitore appena cambia il vento della storia,ha indotto tanti fascisti a rinnegare il passato collaborando con chi non aveva nessuna voglia di pacificare gli animi a guerra finita,anzi sempre ""armato"" per una resa dei conti che non dovesse finire se non allorquando fosse stato annientato l'ultimo ""estimatore"" del Fascismo.Non ha giovuto alla Nazione questo atteggiamento vendicativo tanto piu' che tante cose positive aveva lasciato il Fascismo nel campo sociale-industriale-agricolo-sindacale-culturale-civico.il Fascismo non aveva consentito una immigrazione selvaggia verso l'Italia perchè l'amore e il rispetto per la Madre Patria era tra i primi doveri del cittadino italiano e di ogni governante di quel peiodo.Anzi tanti italiani furono mandati nelle colonie per contribuire allo sviluppo di quei territori.
    Oggi assistiamo ad un degrado sociale,politico,economico,di valori,religioso,di costume,di visione prospettica,di coesione nazionale,al punto che milioni di italiani trovano normale fare entrare in Italia orde di clandestini malintenzionati che nulla di buono porteranno a NOI,anzi....Mussolini aveva capito che c'era sempre presente il pericolo islamico e a questo proposito aveva fatto il Concordato con la Chiesa Cattolica coi Patti Lateranensi del 1929 in cui era stato sancito che la religione cattolica fosse riconosciuta come Religione di Stato anche se il Fascismo non era e non fu mai un modello di stato-nazione teocratico.Nel 1984,stupidamente,fu imposta alla Chiesa Cattolica modifica dei Patti Lateranensi per cui ci ritroviamo oggi che l'8xmille lo prendono anche tutte le confessioni riconosciute dallo Stato pur se non portano nulla di positivo alla crescita culturale dell'Italia.Un tragico errore che ha indebolito la forza interiore di questo individuo italiano che ha deciso autonomamente di suicidarsi mettendo da parte giorno dopo giorno i valori portanti della Patria lasciando campo libero agli stranieri che così si sono potuti sistemare per bene nella nostra Terra imponendoci di fatto le loro usanze anche tribali e omicide(infibulazione,shari'a,tribunali islamici,cibo alal,velo di sottomissione,lapidazione,etc.).
    Non c'è una guerra di civiltà ma c'è una Italia che piano piano sta divendando un discount dove tutto è a poco prezzo,anche la dignità dell'uomo.

    RispondiElimina
  37. Tre anni dopo il successo di "Eurabia",Bat Ye'or torna a occuparsi della resa dell'Europa all'islam sotto regia dell'Organizzazione della Conferenza Islamica,57 paesi e più di un miliardo di persone.Lungi dal pianificare conquiste di tipo militare(almeno nelle forme tradizionali),
    la strategia dell'OCI è sottile e insinuante.Controlla la politica del Vecchio Continente con minaccia di terrorismo e arma di immigrazione (insieme a quella demografica).Lo ricatta economicamente col petrolio.Lo inibisce culturalmente facendo leva sulla mancanza di un'identità condivisa e sfruttando sensi di colpa di élite ostaggio del "politically correct".Lo insidia sul piano religioso,incoraggiando il proselitismo e le conversioni,mentre la predicazione(e anche la semplice pratica)cristiana resta un tabù in molti paesi musulmani.L'OCI si muove sul piano legislativo-giuridico per veder sancito ovunque che i musulmani sono soggetti solo a legge islamica,sharì'a,ovunque risiedano.principio cardine della dhimmitudine e trova la sua 1^ applicazione europea nel 2007,in GB,quando la sharì'a è stata ufficialmente riconosciuta come fonte di diritto-in materia di divorzio, eredità e violenze interne alla famiglia.

    http://www.ibs.it/code/9788871808109/ye-or-bat/verso-califfato-universale.html

    ESISTE UNO SCONTRO DI CIVILTA' --GLI ISLAMICI,EMIGRATI APPOSTA,PRETENDONO DI APPLICARE LE LORO LEGGI ARABE E CORANICHE (shari'a) INFISCHIANDOSENE DI QUELLE DEL PAESE OSPITANTE.CASI SONO STATI RIPORTATI DALLA STAMPA MONDIALE E DEGLI IMAM,E DELLE CORTI ISLAMICHE AUTORIZZATE OD OPERANTI DI FATTO,HANNO DICHIARATO PUBBLICAMENTE CHE E' GIUSTO CHE UN MUSULMANO SIA SOTTOPOSTO ALLA SHARI'A OVUNQUE SI TROVI E NON ALLE LEGGI DEGLI ""INFEDELI".
    BASTA CONSULTARE SITI COME:
    www.tuttiicriminidegliimmigrati.com
    www.voxnews.info
    SCONTRO DI CIVILTA' ESISTE PER COLPA DEGLI ARABI ISLAMICI CHE SONO INTOLLERANTI,VIOLENTI,E MATTI DA LEGARE IN QUANTO RITENGONO NORMALE CHE CHI NON SI CONVERTE ALL'ISLAM SIA NEMICO LORO E DOVRA' PAGARNE LE CONSEGUENZE E CHE ESSI SIANO GLI ESCLUSIVI DEPOSITARI DELLA VERITA' RIVELATA.
    ANCHE IN ITALIA DA QUALCHE ANNO AMMINISTRATORI PUBBLICI DI SX INVITANO A DIMINUIRE USANZE CATTOLICHE PER NON OFFENDERE I MUSULMANI.E BOLDRINI,KYENGE,PISAPIA,FASSINO,VENDOLA,CROCETTA,EMILIANI, MARINO ETC.HANNO DICHIARATO IL DIRITTO DEI MUSULMANI DI PRETENDERE DI FARE IL LORO COMODO A CASA NOSTRA E GUAI A CHI NON E' D'ACCORDO IN QUANTO SAREBBE IMMEDIATAMENTE DENUNCIATO E CONDANNATO PER RAZZISMO ED ISLAMOFOBIA.GLI ISLAMICI VOGLIONO OCCUPARE CON LE BUONE O CON LE CATTIVE IL PIANETA E PRETENDONO CHE L'UMANITA' SI ISLAMIZZI.LE--STATISTICHE VALGONO MA NON COMPRENDONO CASI SCONOSCIUTI,CONVERSIONI ALL'ISLAM RIMASTE DORMIENTI; VALE QUELLO CHE VEDIAMO NELLE STRADE,NELLE SCUOLE,NEGLI ASILI,NEGLI UFFICI PUBBLICI,NEI TRIBUNALI,NELLA REALTA' QUOTIDIANA CON SOPRUSI SU ITALIANI CHE NON VOGLIONO SENTIRSI INFERIORI A CASA PROPRIA E DEGLI STRANIERI CHE PRETENDONO DIRITTI E NESSUN DOVERE.
    ANGELINO ALFANO ALLA RIUNIONE G6 DI IERI 13,9.2013 HA RIBADITO IL CONCETTO CHE L'ITALIA E' FRONTIERA DELL'UE LA QUALE SI DEVE FAR CARICO DELLA TRANSUMANZA IN EUROPA DI CLANDESTINI(molti islamici) PROVENIENTI DA AFRICA,ORIENTE COL PERICOLO CHE CI SIANO TERRORISTI SOTTO MENTITE SPOGLIE CON FINTI PROFUGHI MANDATI INVECE IN EUROPA SOLO PER SCATENARE L'INFERNO.
    TUTELA DELLE CIVILTA' MA A CASA PROPRIA E NON STRADE ITALIANE CON ISLAMICI PREPOTENTI E INVADENTI CHE DIVENTANO "TROPPI" A CASA NOSTRA.
    IL CAPO DI AL QAEDA AL-ZAWAHIRI IN UN VIDEO CHIAMA A RACCOLTA I TERRORISTI NEL MONDO PER FARE ATTENTATI.
    NEI PAESI ISLAMICI SONO VIETATE AL 100% OPPURE SONO SOTTO CONTROLLO TOTALE DELLE AUTORITA' STATALI LE ALTRE RELIGIONI DIVERSE DALL' ISLAM.
    DENUNCIAMO IL COMPORTAMENTO CRIMINALE DI FEDELI MUSULMANI ASSASSINI CHE IN NOME DI MAOMETTO UCCIDONO I NON ISLAMICI INFEDELI.
    NON ISLAMOFOBIA MA AUTODIFESA DELLA NOSTRA CIVILTA' MILLENARIA,-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benedetto XVI^ critica l'Islam. www.danielpipes.org (2006)
      "Mostrami ciò che Maometto ha portato di nuovo e vi troverai solo cose cattive e disumane come la sua direttiva di diffondere con la spada la fede che egli predicava".
      Parole pronunciate 6 secoli fa dall'imperatore bizantino Manuel II Paleologo,mentre dialogava con un persiano,che inducono a riflessioni.Il Papa ha riportato il citato passo nel suo discorso dal titolo"Fede, ragione e università.
      Ricordi e riflessioni",tenuto in Germania,per introdurre la critica al concetto di ragione maturato in Occidente con l'Illuminismo.Ma egli aveva altre intenzioni?L'Abate benedettino Wolf ha detto:"il Papa alludeva al presidente iran ahmadinejad".In vaticano dicono che il PAPA "ha voluto vanificare un'aggressiva lettera di ahmadinejad al papato.
      Ecco perchè il Papa ha citato il discorso riguardante un persiano".La 1^ riflessione è:il Papa è stato evasivo nei commenti espressi,le sue asserzioni erano brevi.Reazioni di protesta nel mondo musulmano.Autorità politiche,religiose hanno condannato il discorso,e qualcuno ha incitato la violenza.In GB,in una manifestazione all'esterno della Cattedrale di Westminster,Choudary,portavoce di Al-Ghurabaa ha chiesto che il Papa "venga sottoposto alla pena capitale".In Iraq, l'Armata Mujahideen ha minacciato di "rovesciare le croci nella casa del cane di Roma" ed altri gruppi hanno lanciato minacce da far gelare il sangue.In Kuwait un sito web ha esortato ad una violenta punizione contro i cattolici.In Somalia, il leader religioso Malin ha incitato i musulmani a "dare la caccia al Papa,ad ucciderlo senza esitazione".In India imam Bukhari ha chiesto ai musulmani "di reagire in maniera tale da costringere il Papa a chiedere scusa".Al-Qaeda ha annunciato che "l'infedeltà e la tirannia del Papa potranno essere fermate solo se verrà perpetrato un grande attacco".Il Vaticano ha reagito a tutto questo stringendo uno straordinario cordone di sicurezza,senza precedenti, intorno a Benedetto XVI. Ma come sempre accade in questi casi,all'istigazione fa seguito la violenza.In Cisgiordania e a Gaza sono state attaccate 7 chiese,1 a Basra,in Iraq questo ironico titolo è apparso sul blog di RedState: "Il Papa insinua che l'Islam sia una religione violenta,i musulmani bombardano le chiese".Le uccisioni di una suora italiana,in Somalia,e di due cristiani assiri,in Iraq, sembrano essere altresì connesse.La 2^ riflessione è la seguente:questo nuovo ciclo di atrocità,di violenze e di uccisioni seguono una tragica e stereotipata routine.È già accaduto in precedenza nel 1989(in reazione al romanzo di Rushdie I Versetti Satanici),nel 1997(quando la Suprema Corte statunitense non ordinò di smantellare un'immagine di Maometto),nel 2002 (quando Jerry Falwell definì Maometto un terrorista),nel 2005( il fraudolento episodio della dissacrazione del Corano) e nel 2006(l'episodio delle vignette satiriche danesi).Nel Vaticano hanno cercato di sdrammatizzare il passo riportato dal Papa come pure la sua condanna del jihad (la guerra santa).Il portavoce di Benedetto XVI,
      Federico Lombardi,ha detto che in Papa non intendeva dare una interpretazione dell'Islam come una fede violenta.In seno all'Islam ci sono molteplici posizioni differenti e parecchie di queste posizioni non sono violente".Il Cardinale Bertone,segretario Stato vaticano,ha detto che si tratta di una citazione medievale.Il trambusto musulmano ha l'obiettivo di proibire ai cristiani di essere critici nei confronti dell'Islam e di imporre così all'Occidente le norme della Shari'a.Se gli occidentali accettassero questo principio nevralgico della legge islamica, sicuramente ad esso ne farebbero seguito altri.Pertanto, continuare a disporre della libertà di espressione riguardo all'Islam costituisce una importante difesa contro l'imposizione di un
      ordine islamico.

      Elimina
    2. gli islamici possono uccidere impunemente i cristiano-ccattolici nel mondo.
      I cattolici non possono nemmeno criticare le violenze islamiche.

      MA VADANO A RAMENGO.

      Su questi fatti violenti degli islamici CPI non ha mai dato una parola di minima critica ribadendo il concetto che NON ESISTE una guerra di civiltà o di religione.
      Mah!!!!!!!!!

      Elimina
  38. http://www.lintellettualedissidente.it/la-storia-segreta-dellunione-europea-il-piano-kalergi/




    leggere attentamente.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esistono due storie che raccontano la nascita dell’Unione Europea.
      Una ufficiale, di facciata, sponsorizzata dall’intero apparato accademico che narra di un gruppo eterogeneo di persone, i cosiddetti padri fondatori della “nuova Europa”, il quale successivamente al conflitto mondiale iniziò a progettare la pace, l’unità e la prosperità nel Vecchio continente per poi dare vita ad una comunità di Stati in cooperazione tra di loro.
      E poi c’è una storia reale ma oscurata, che rivela il progetto di un uomo, l’aristocratico Richard Koudenove-Kalergi (giapponese di madre e austriaco di padre), il quale non fu mai protagonista degli eventi ma che fu, nel retroscena, artefice allo steso modo dei vari De Gasperi, Shuman, Monnet e Adenauer, probabilmente ancor più influente poiché a differenza di questi ultimi, aveva una visione planetaria e non europea.

      Nel 1922, Koudenove-Kalergi fonda la Paneuropa (o Unione Paneuropea) con lo scopo apparente di impedire un nuovo conflitto continentale, tuttavia nel 1925 in una relazione presentata alla Società delle Nazioni i fini dell’austro-giapponese si manifestano chiaramente. Il suo obiettivo primario era quello di unificare l’Europa, al fine di integrarla all’interno di un’organizzazione mondiale politicamente unificata, in poche parole un governo mondiale, che a sua volta federasse nuove federazione continentali (“continenti politici”, proprio come la “Paneuropa”). Inoltre nel suo libro «Praktischer Idealismus» pubblicato nel 1925, Kalergi espone una visione multiculturalista e multi-etnicista dell’Europa, dichiarando che gli abitanti dei futuri “Stati Uniti d’Europa” non saranno i popoli originali del Vecchio continente, bensì una sorta di subumanità resa bestiale dalla mescolanza razziale”, e affermando senza mezzi termini che “è necessario incrociare i popoli europei con razze asiatiche e di colore, per creare un gregge multietnico senza qualità e facilmente dominabile dall’elite al potere. L’uomo del futuro sarà di sangue misto. La razza futura eurasiatica-negroide, estremamente simile agli antichi egiziani, sostituirà la molteplicità dei popoli, con una molteplicità di personalità”.

      Elimina
    2. .....Nel suo libro «Praktischer Idealismus» pubblicato nel 1925, Kalergi espone una visione multiculturalista e multi-etnicista dell’Europa, dichiarando che gli abitanti dei futuri “Stati Uniti d’Europa” non saranno i popoli originali del Vecchio continente, bensì una sorta di subumanità resa bestiale dalla mescolanza razziale”, e affermando senza mezzi termini che “è necessario incrociare i popoli europei con razze asiatiche e di colore, per creare un gregge multietnico senza qualità e facilmente dominabile dall’elite al potere. L’uomo del futuro sarà di sangue misto. La razza futura eurasiatica-negroide, estremamente simile agli antichi egiziani, sostituirà la molteplicità dei popoli, con una molteplicità di personalità”.

      Elimina
    3. “è necessario incrociare i popoli europei con razze asiatiche e di colore, per creare un gregge multietnico senza qualità e facilmente dominabile dall’elite al potere. L’uomo del futuro sarà di sangue misto. La razza futura eurasiatica-negroide, estremamente simile agli antichi egiziani, sostituirà la molteplicità dei popoli, con una molteplicità di personalità”.

      Elimina
    4. ....L’uomo del futuro sarà di sangue misto.
      La razza futura eurasiatica-negroide, estremamente simile agli antichi egiziani, sostituirà la molteplicità dei popoli, con una molteplicità di personalità”.

      Elimina
    5. La razza futura eurasiatica-negroide, estremamente simile agli antichi egiziani, sostituirà la molteplicità dei popoli, con una molteplicità di personalità”.

      Elimina
  39. IL PIANO KALERGI E' DIABOLICO MA SI STA REALIZZANDO DEL TUTTO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ormai è praticamente impossibile bloccarlo,troppo avanzato..

      Elimina
    2. assolutamente diabolico e crudele e disumano,opportunistico,volto a distruggere l'europa,questo piano Kalergi.

      CPI praticamente l'ha trattato diffusamente nel documento anche senza mai citarlo.

      Elimina
  40. Sono disegni sovversivi dell'internazionalismo finanziario contro la cultura occidentale.
    Il piano di Coudenhove-Kalergi ebbe un seguito importante nella determinazione del secondo conflitto mondiale da parte di Rockefeller (finanziatore di Roosvelt) e di Roosvelt, quando decisero nel 1940 di mandare in giro per il mondo Allen Dulles,futuro primo capo della CIA,ma all'epoca fattorino di Rockefeller nel CFR.
    Con quale missione?
    Sondare lo stato dei mercati mondiali per le possibilità americane. Dulles riferì che il mercato asiatico era coperto dal Giappone e quello europeo dalla Germania e dall'Italia: per gli Usa, possibilità zero; sappiamo che cosa prepararono gli americani con l'inganno di Pearl Harbor e come finì. Po ci fu il trattato di Parigi, per quanto riguarda l'Italia, in cui De Gasperi cominciò a cedere i primi pezzi di sovranità nazionale, in forza del trattato cogente. Ire di Togliatti (il quale non aveva ancora capito che STALIN non aveva interesse ad un PCI al potere in ITALIA): infatti, passato il periodo di richiamo nazionalista durante la guerra, Stalin aveva altri piani per spartirsi l'Europa insieme con gli USA. L'accordo USA-BOLSCEVISMO doveva servire -come è servito- per DE-NAZIONALIZZARE i popoli, abolire le frontiere e preparare quel mercato unico (governo unico dell'usura globale) contro cui perfino un Marx aveva tuonato nel 1848. Ferma restando l'INIQUITA' ANTITRADIZIONALE DI OGNI QUALSIVOGLIA LEGISLAZIONE RAZZIALE, non si giustifica in alcun modo la commistione immotivabile ed immotivata di culture e stili di vita le quali possono TUTTE ARMONIZZARSI fra loro COESISTENDO NEL RISPETTO DELLE DIVERSITA'.
    INSOSPETTABILI personalità del nostro Risorgimento, da Carlo Pisacane a Carlo Bianco di Jorioz a Pasquale Stanislao Mancini, ebbero ben ferma la concezione italiana ed italica della COSCIENZA NAZIONALE e dell'ESSENZA dell'ITALIANITA'.
    Basta leggere i loro scritti, per intero ed in originale, per rendersene conto.
    E come Italiani abbiamo sempre l'esempio di ROMA: Unità ed accoglienza per TUTTI COLORO CHE RICONOSCEVANO L'AUCTORITAS DELL'URBE,
    MA ROMA RIMANEVA SEMPRE E COMUNQUE ROMA e certe mescolanze se non erano vietate per legge, non erano nemmeno ben viste quanto non respinte (un esempio culturale/cultuale: le misure contro le religiosità degenerate dei Frigi: religiosità accolta nell'Urbe, ma successivamente ristretta con pesanti divieti, attese le ripercussioni sociali di certi riti e pratiche).
    Per quanto riguarda l'Italia, un primo tentativo di aggressione della finanza internazionale lo si ebbe fra il 1864 ed il 1866 e, sull'onda della lunga crisi americana del 1870 fin quasi la fine del XIX secolo, nello stesso periodo con il ripetuto giochetto da parte delle borse di Parigi e Vienna.
    Questa Europa è la conseguenza della guerra contro l'oro e l'usura mondiale, momentaneamente risoltasi a vantaggio della medesima Usura, unicamente perché le forze che avrebbero dovuto contrastare commisero tali errori e tali deviazioni (complessivamente) da alienarsi il sostegno dei Numi, e furono giudicate NEFAS. La terza via risiede in quel che possiamo definire SOCIALISMO TRICOLORE, nazionalismo italico, socializzazione, identità, Religio Civilis, contro qualunque tentativo plutocratico-collettivistico che rappresenta nei fatti di ieri, e di oggi, il VERO NEMICO DELL'UOMO.

    RispondiElimina
  41. Rispetto al modello “pluralista” britannico o canadese, promotore dell’autonomia culturale, religiosa e comunitaria degli immigrati, che soprattutto in Inghilterra è stato un primo sintomo del fallimento del multiculturalismo (ricordiamo i roghi di Tottenham), il modello francese è “assimilazionista”. L’assimilazione si basa sull’universalità dei valori della Repubblica, sulla laicità e sulla Dichiarazione dei diritti dell’uomo: l’immigrato, abbandonata la sua cultura di origine, o almeno relegata nella sfera dell’intimità, si proietta a tutti gli effetti nella cultura e nella società francese in quanto cittadino.
    A servire da strumento di transizione in questo processo – dalla cultura di origine a quella ospitante – è la scuola pubblica, laica e obbligatoria, che veicola tramite la letteratura, la storia, la geografia e l’educazione civica le tradizioni e i valori della République: i collanti della “francesità”. Il modello francese si realizza, dunque, non in quanto multiculturale ma propriamente in quanto “monoculturale”.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In Italia si dovrebbe fare altrettanto ed invece sono gli stranieri extracomunitari che stanno ""cancellando"" la storia delle tradizioni italiane con il consenso e l'aiuto della sinistra becera e priva di valori etici e morali.

      Elimina
  42. Da tempo le generazioni di immigrati e i loro bambini hanno trovato un posto in Francia e se consideriamo degli indicatori tangibili come il livello dei diplomi delle generazioni seguenti, la mobilità sociale, i matrimoni misti,la maggioranza degli immigrati si integra”.È vero infatti che un consistente numero di francesi di origini straniere, figli a loro volta di immigrati, occupano oggi posizioni di rilevo nel mondo del lavoro, nell’ambito dell’amministrazione pubblica,dei settori strategici e dello spettacolo.Nondimeno l’immigrato meno abbiente e privo della nazionalità francese ha diritto a tutti i servizi pubblici, dall’educazione alla sanità sino al sussidio in caso di disoccupazione. Eppure il problema delle banlieu,le periferie parigine sovraffollate e divise in ghetti autogestiti dagli stranieri più poveri, è ancora irrisolto.Se quindi il modello “assimilazionista” alla francese può dirsi per certi versi un successo, d’altro canto è impossibile non constatare un’erosione interna di quella cultura francese alla quale gli immigrati devono assimilarsi. Dei flussi migratori tanto rilevanti sono riusciti col tempo a rimettere in causa – come in uno scontro di civiltà – i valori della Repubblica. Il dibattito politico si è spinto tanto in là da domandarsi, in nome della diversità, se promuovere l’identità nazionale o se permettere l’affermazione delle minoranze etniche, arrivando a ripensare il proprio modello di integrazione. La cultura a cui ci si deve assimilare, infatti, è sempre più priva di punti di riferimento e per non entrare in conflitto con le diverse etnie straniere – alle quali si è concessa sempre più autonomia – la cultura francese si è rimessa in discussione da sé. Questa paradossale conseguenza è il risultato di quei valori repubblicani che a partire dal 1789 sono stati spinti allo stremo fino a diventare un controsenso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da un lato si cristallizza una Francia spaccata, priva di un collante socioculturale ma che si riconosce secondo il luogo geografico e il campanilismo (“sono di Parigi”) e da l’altro lato si profila una situazione potenzialmente esplosiva: il conflitto tra una consistente fetta della popolazione costituita dagli immigrati e dai loro figli, sradicati dalle loro origini e inglobati nella cultura francese, e tutti quegli stranieri che hanno scelto un ritorno alle comunità di provenienza. I più poveri, ghettizzati nelle periferie e abbandonati a se stessi, finiscono spesso per entrare nel mondo della criminalità organizzata. Ricordiamo le rivolte nelle periferie delle più importanti città francesi, una serie di sommosse che hanno evocato, come intensità, solo il Maggio francese del 1968.

      Elimina
    2. La Francia ha avuto le colonie per tantissimi anni.
      L'Italia invece per pochi anni e non ha potuto o saputo valorizzare questi legami forti che si erano creati tra italiani e libici,eritrei,abissini,somali.

      Elimina
  43. http://www.ildomaniditalia.com/

    RispondiElimina
  44. CONDIVIDO ALCUNE SOLUZIONI PROPOSTA DA CPI LADDOVE SCRIVE NEL DOCUMENTO:

    .....tasso minimo e controllato di multietnicità;
    blocco dei flussi;
    politica di sostegno sociale agli autoctoni in primis:
    rinnovata politica demografica:
    sensibilità imperiale.

    ....La nazionalità non si inventa e non si compera(italiani si nasce) ma lo Stato puo' elevarsi al di sopra del mero dato nazionale ed integrare in se' anche minoranze di altra nazionalità ma che nella sua eticità si riconoscono e si identificano..


    MI PIACE TANTO QUESTA PARTE DEL DOCUMENTO E LA TROVO IMPORTANTE NELLA DISAMINA DELLE PROBLEMATICHE IN DISCUSSIONE.

    RispondiElimina
  45. Non finisce qui ragazzi, leggete ancora:
    http://theevilofzionismexposedbyjews.weebly.com/5-what-zionist-and-anti-zionist-jews-have-said-about-racial-mixing-of-gentiles.html

    Qui qualcosa in italiano su "The Hidden Tyranny:
    http://www.erichufschmid.net/TFC/Harold_Rosenthal-I.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E della tirannia islamica degli ayatollah iraniani e di quella saudita-afgana-yemenita.etc, fatta di soprusi sul popolo che viene invitato ad andare o inviato.suo malgrado negli altri Paesi specie Europei per diffondere la buona novella di maometto and co. per imporla. anche con violenza agli ""INFEDELI"" ....????
      Cosa ne pensi del pericolo islamico nei confronti dei Cristiano-cattolici anche italiani giornalmente massacrati in quei Paesi ""democratico-socialisti""..???

      Elimina
    2. BELLA DOMANDA..!!!!!
      CHISSA' SE CI SARA' RISPOSTA????
      MAGARI QUELLO LI' E' UN ITALIANO CONVERTITO ALL'ISLAM..!!!!!!

      Elimina
    3. Che c'entra, nessuno nega che gli islamici siano un problema enorme, semplicemente non dobbiamo dimenticarci chi è che li manovra contro di noi.

      Elimina
    4. Mi e' difficile immaginare che gli emiri ed i sultani arabi,la teocrazia iraniana,il re saudita,siano tutti manovrati dagli ebrei alleati con gli USA.
      Tutti gli attentati terroristici islamici dall'inizio degli anni 1990 fino ad oggi sono stati rivendicati dagli jahidisti anche non arabi ed il sogno di riedificare il Califfato Universale e' un chiodo fisso degli Islamici.
      I Paesi islamici e quelli retti da regimi comunisti (venezuela)produttori di idrocarburi non sono certo "manovrati" dagli ebrei...!!!!!

      Elimina
    5. Diciamo che loro hanno fatto di tutto per favorire l'immigrazione incontrollata e le pretese degli invasori sugli autoctoni, questo include gli islamici.

      Elimina
  46. Ottima iniziativa ! I concetti sono precisi e li condivido in pieno.
    Grazie per tutto quello che state facendo.
    Evviva CASAPOUND
    Marco un giovane di Roma dai capelli bianchi !!!

    RispondiElimina
  47. IL PROBLEMA DELLA INVASIONE CLANDESTINA DI ISLAMICI IN ITALIA???
    NON ESISTE....!!!!
    ESISTE UN BOOM DI TURISMO D'ELITE GIORNALIERO PROVEIENTE DA AFRICA E MEDIORIENTE CON L'AIUTO-SOCCORSO GRATUITO DELLA GUARDIA COSTIERA ITALIANA A POVERI ""MIGRANTI COL SATELLITARE""..

    LEGGIAMO LA NOTIZIA......


    “Pronto taxi?”:la Guardia Costiera corre a prendersi altri invasori

    16.9.2013

    I cani da riporto della Kyenge colpiscono ancora.
    Un’imbarcazione con 36 clandestini è stata soccorsa da un pattugliatore della guardia costiera a circa 40 miglia a sud di Lampedusa, dopo che le capitanerie di porto avevano ricevuto una telefonata con un telefono satellitare.
    Una seconda imbarcazione è stata segnalata 40 miglia più a sud: il pattugliatore sta aspettando l’arrivo di due motovedette, che prenderanno a bordo i clandestini, per poi dirigersi verso l’altro natante.

    http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/sicilia/articoli/1117680/migranti-soccorsi-a-lampedusa.shtml


    Sembrano barzellette, è la realtà quotidiana di una Guardia Costiera che fa da taxi ai trafficanti e lavora su chiamata dei poveri col satellitare. Ormai i trafficanti risparmiano anche sulla benzina, non fanno più il pieno.


    http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/pronto-taxi-e-la-guardia-costiera-corre-a-prendersi-altri-invasori/





    QUESTO SCHIFO E' STATO BEN DENUNCIATO DA CASAPOUND E RIPORTATO NEL DOCUMENTO CON DOVIZIA DI NOTIZIE AGGIORNATE ASSOLUTAMENTE SCANDALOSE.
    UN'IMBARCAZIONE MILITARE CHE DOVREBBE IMPEDIRE L'INGRESSO DI CLANDESTINI ED INVECE LI VA A PRENDERE AGGRATIS E DI CORSA E CON TUTTI GLI ONORI E I FESTEGGIAMENTI CON ALZA-BANDIERA A 40-80 MIGLIA A SUD DI LAMPEDUSA.

    vergogna
    vergogna
    vergogna
    vergogna
    vergogna

    VERRA' IL TEMPO IN CUI QUESTI MALFATTORI DI POLITICANTI DA STRAPAZZO PAGHERANNO AGLI ITALIANI IL FIO DEI LORO MISFATTI.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Migranti: la speranza costa 4mila euro
      «Organizzazione criminale italo-egiziana»
      Di Leandro Perrotta | 12 settembre 2013
      800 mila euro: questa la somma che i responsabili dei numerosi sbarchi di queste settimane sulla costa della Sicilia Orientale guadagnano per ogni viaggio attraverso il canale di Sicilia......................................
      ....................................................................................................................


      http://ctzen.it/2013/09/12/migranti-la-speranza-costa-4mila-euro-organizzazione-criminale-italo-egiziana/


      MIGRAZIONE UTILE ALL'ITALIA.........PRRRRRRRRRRR!!!!!!!!!

      Elimina
  48. Carissimi camerati vi consiglio di leggere il libro del Prof. Barbero “the day of the barbarians”, come chiave per leggere e comprendere ciò che accade in Italia da almeno 20 anni a questa parte, e che sta aumentando in maniera esponenziale. In questo libro, che si legge piacevolmente in due giorni, lo scrittore si basa su dati storici per enumerare e descrivere le cause della caduta dell’impero romano. La spinta militare contro le frontiere del mondo romano fu solo una e certamente NON la più importante delle cause per spiegare il tracollo dell’impero. La causa principale fu la disgregazione dei valori civili, morali, legislativi,religiosi che avevano sempre caratterizzato la vita dei latini dalle origini fino al I-II sec dC. I MOS MAIORUM, non esistevano più! Alle frontiere vi era una grande spinta dei barbari per entrare a far parte del mondo civilizzato. L’entrata di questa gente con valori, tradizioni ed obiettivi diversi dai romani, venne favorita sia dalla corruzione degli ufficiali militari di frontiera, e sia spinta dai grandi proprietari terrieri desiderosi di avere un gran numero di schiavi a costo basso o nullo. In più molti uomini vennero arruolati tra le fila dell’esercito il quale in tal modo perse sia le motivazioni morali ed ideologiche alla conquista e sia la tecnicità delle azioni militari a favore del furore classico delle popolazioni germaniche. Coloro che , infine, fecero carriera politica ed amministrativa all’interno dell’impero, non avevano ovviamente alcun desiderio di veder prosperare l’impero ma solo la cupidigia personale di porsi a capo di un piccolo stato nello stato. A tal proposito lo scrittore cita uno storico del tardo impero il quale era schifato dall’atteggiamento dei molti senatori barbari dell’impero i quali, dopo aver indossato tuniche romane nelle sedute, le gettavano via con disprezzo per ricoprirsi nuovamente di pellicce e denigrare lo stato medesimo che aveva fatto far loro carriera e fortuna. E tutto questo nella più completa e totale indifferenza dei romani doc i quali capirono troppo tardi di aver dormito sugli allori quando Roma venne saccheggiata e semidistrutta.
    Ora, questa breve descrizione mi ricorda tanto il comportamento della classe politica, amministrativa (=burocrati) e dirigente in toto, di questa ridicola italietta antifascista e anti-italiana. Certo non voglio dire che la guardia costiera favoreggi l’immigrazione clandestina ma certamente la sinistra buonista e comunistoide spalanca gli occhi e gode ad ogni barcone di criminali disperati e pronti a tutto che sbarcano a Lampedusa: il tutto, ovviamente, per i soli fini elettorali. I “tedeschi” dell’altoadige, spadroneggiano in casa nostra, umiliano e ghettizzano la popolazione italiana, giorno dopo giorno, con la totale complicità della sinistra alleata dell’ SVP, e sotto il silenzio assordante dei mezzi di disinformazione di massa. Il comportamento del senatore con la pelliccia animale, che sputava nel piatto in cui mangiava, mi ricorda molto qualche ministro africano che umilia ogni giorno quegli stessi Italiani che le assicurano uno stipendio da nababbo… Come possiamo fare per ribaltare la situazione? Una nuova MARCIA è l’unica speranza!!! Se stiamo ad attendere la sveglia del popolo Italiano, allora possiamo anche rassegnarci… Solo il nuovo sacco di Roma ci sveglierà ma allora sarà troppo tardi e non ci sarà più nulla da salare. E’ da notare che il M5S ha COPIATO molte delle iniziative, ai partiti della cd destra sociale, spacciandoli per programmi sinistroidi quando nulla hanno a che fare con la “ideologia” di sinistra.
    Quindi facciamo circolare in ogni modo le nostre idee, che sono le uniche vere e giuste , perché sane e trasparenti, per poterci organizzare e marciare, per non marcire…basterebe che ognuno di noi convinca i propri cari a votare MFL,FN CPI, MSI, Alba Dorata Italia etc… per pesare di più. Inoltre, lo ripeto, dovremmo unirci perché solo l’unione fa la forza…
    W LA GRANDE ITALIA, UNA IMPERIALE, CRISTIANA E LATINA!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Destra che si puo' considerare tale al momento e' rappresentata in Italia da CPI-FN-MS/FT-ALBA DORATA-MFL che anche federandosi non fanno granche' di voti.
      Il resto dei partiti di "destra" tipo La Destra di Storace e FdIdella Meloni si sono spostati verso il "centro" e predicano bene ma razzolano male.
      Io nel mio piccolo alle ultime amm.ve 2013 ho racimolato dei voti per la "nostra destra" ma occorre che cpi+fn+fiamma tricolore+alba dorata italia+mfl facciano una lista unica alle prossime politiche nazionali cosi da uscire fuori dal ghetto della etichetta antidemocratica rifilata dalla ciurmaglia cattocomunista.
      Lista unica+programma unico con 2-3 cavalli di battaglia precisi gridati a 360 gradi con volantinaggi e striscioni in tutta italia ricavati dai programmi politici e dalle ultime riunioni politiche delle nostre organizzazioni...utilizzando i network in rete...come ha fatto m5s...
      Tentare non nuoce...bisogna uscire allo scoperto ma legalmente e duramente cosi la gente ci conosce e ci vota.
      Basta con le chiacchiere e con le riunioni private.
      Tutto alla luce del sole come ha fatto in Norvegia il PARTITO DEL PROGRESSO. di estrema-destra,della signora Jensen,che ha ottenuto un risultato elettorale strabiliante e assieme ai conservatori di centro governeranno x i prossimi anni.
      Basta con le riunioni tipo "massoneria" segrete e private.
      Usciamo allo scoperto prepotentemente e creiamo un polo di destra compatto e deciso e svegliamo questa Italietta dal torpore decennale.

      Elimina
    2. è proprio quello che ho proposto...

      Elimina
    3. almeno DUE siamo d'accordo su qualcosa.....
      vediamo chi si aggrega...??????

      Elimina
    4. Penso che sia sbagliato partire scartando a priori la possibilità di allearsi con alcuni partiti perché un po' meno di destra di altri. Bisogna trovare il modo di collaborare con tutte quelle forze politiche che hanno a cuore le sorti dell'Italia o che, più modestamente, vogliono mandare la sinistra all'opposizione (primum vivere...).Daniele.

      Elimina
    5. RAGAZZI SIAMO IN TRE.
      MI ASSOCIO

      LUIGI DA PAVIA

      Elimina
    6. Ottima casa p.ma alle elezioni non c possono essere piu simboli. Facciamo un favorealle sinistre per cui i vari responsabili si coalizzino per colpire insime uniti unica chance.

      Elimina
    7. I responsabili di CPI dovrebbero ""sentire"" il polso dellaa situazione ed ascoltare anche la base popolare dei militanti e sostenitori e simpatizzanti e votanti di CPI:
      Avanti così sepaarati ognuno per conto proprio non si conclude nulla di concreto.
      Faccio un appello ai responsabili politici di:

      CPI
      FN
      M.S./Fiamma Tricolore
      Alba dorata italiana
      etc.

      Costituite un ""POLO DI DESTRA"" che abbia un minimo di forza elettorale e che possa crescere tra la gente italiana che non si fida piu' del centrodestra.

      Elimina
    8. Mi associo anch'io, dall'Abruzzo con determinazione.

      Elimina
  49. Benedetto XVI^ critica l'Islam. www.danielpipes.org (2006)
    "Mostrami ciò che Maometto ha portato di nuovo e vi troverai solo cose cattive e disumane come la sua direttiva di diffondere con la spada la fede che egli predicava".
    Parole pronunciate 6 secoli fa dall'imperatore bizantino Manuel II Paleologo,mentre dialogava con un persiano,che inducono a riflessioni.Il Papa ha riportato il citato passo nel suo discorso dal titolo"Fede, ragione e università.
    Ricordi e riflessioni",tenuto in Germania,per introdurre la critica al concetto di ragione maturato in Occidente con l'Illuminismo.Ma egli aveva altre intenzioni?L'Abate benedettino Wolf ha detto:"il Papa alludeva al presidente iran ahmadinejad".In vaticano dicono che il PAPA "ha voluto vanificare un'aggressiva lettera di ahmadinejad al papato.
    Ecco perchè il Papa ha citato il discorso riguardante un persiano".La 1^ riflessione è:il Papa è stato evasivo nei commenti espressi,le sue asserzioni erano brevi.Reazioni di protesta nel mondo musulmano.Autorità politiche,religiose hanno condannato il discorso,e qualcuno ha incitato la violenza.In GB,in una manifestazione all'esterno della Cattedrale di Westminster,Choudary,portavoce di Al-Ghurabaa ha chiesto che il Papa "venga sottoposto alla pena capitale".In Iraq, l'Armata Mujahideen ha minacciato di "rovesciare le croci nella casa del cane di Roma" ed altri gruppi hanno lanciato minacce da far gelare il sangue.In Kuwait un sito web ha esortato ad una violenta punizione contro i cattolici.In Somalia, il leader religioso Malin ha incitato i musulmani a "dare la caccia al Papa,ad ucciderlo senza esitazione".In India imam Bukhari ha chiesto ai musulmani "di reagire in maniera tale da costringere il Papa a chiedere scusa".Al-Qaeda ha annunciato che "l'infedeltà e la tirannia del Papa potranno essere fermate solo se verrà perpetrato un grande attacco".Il Vaticano ha reagito a tutto questo stringendo uno straordinario cordone di sicurezza,senza precedenti, intorno a Benedetto XVI. Ma come sempre accade in questi casi,all'istigazione fa seguito la violenza.In Cisgiordania e a Gaza sono state attaccate 7 chiese,1 a Basra,in Iraq questo ironico titolo è apparso sul blog di RedState: "Il Papa insinua che l'Islam sia una religione violenta,i musulmani bombardano le chiese".Le uccisioni di una suora italiana,in Somalia,e di due cristiani assiri,in Iraq, sembrano essere altresì connesse.La 2^ riflessione è la seguente:questo nuovo ciclo di atrocità,di violenze e di uccisioni seguono una tragica e stereotipata routine.È già accaduto in precedenza nel 1989(in reazione al romanzo di Rushdie I Versetti Satanici),nel 1997(quando la Suprema Corte statunitense non ordinò di smantellare un'immagine di Maometto),nel 2002 (quando Jerry Falwell definì Maometto un terrorista),nel 2005( il fraudolento episodio della dissacrazione del Corano) e nel 2006(l'episodio delle vignette satiriche danesi).Nel Vaticano hanno cercato di sdrammatizzare il passo riportato dal Papa come pure la sua condanna del jihad (la guerra santa).Il portavoce di Benedetto XVI,
    Federico Lombardi,ha detto che in Papa non intendeva dare una interpretazione dell'Islam come una fede violenta.In seno all'Islam ci sono molteplici posizioni differenti e parecchie di queste posizioni non sono violente".Il Cardinale Bertone,segretario Stato vaticano,ha detto che si tratta di una citazione medievale.Il trambusto musulmano ha l'obiettivo di proibire ai cristiani di essere critici nei confronti dell'Islam e di imporre così all'Occidente le norme della Shari'a.Se gli occidentali accettassero questo principio nevralgico della legge islamica, sicuramente ad esso ne farebbero seguito altri.Pertanto, continuare a disporre della libertà di espressione riguardo all'Islam costituisce una importante difesa contro l'imposizione di un
    ordine islamico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli islamici possono uccidere impunemente i cristiano-ccattolici nel mondo.
      I cattolici non possono nemmeno criticare le violenze islamiche.

      MA VADANO A RAMENGO.

      Su questi fatti violenti degli islamici CPI non ha mai dato una parola di minima critica ribadendo il concetto che NON ESISTE una guerra di civiltà o di religione.
      Mah!!!!!!!!!

      Elimina
    2. Italia sovrana unita cattolica

      Elimina
  50. io suggerisco di fare una riunione di tutta la destra e parlare del programma politico.
    tra poco si va a rivotare e la destra ci deve essere
    dai
    forza cpi

    RispondiElimina
  51. this is such a nice and useful information for us...i appreciate urs word Free Blogger premium Themes

    RispondiElimina
  52. oggi sono tati accolti con tutte le fanfare del caso ben 1000 clandestini in sicilia.
    BENISSIMO.
    Di questo passo non basteranno i conventi ma nemmeno le ville a Capalbio che spero siano messe a disposizione dagli amici sinistronzi che tanto amano questi INVASORI.
    Non basteranno i residence 3-4-5 stelle che Letta ed Alfano hanno subito attrezzato per questi turisti d'elite.
    CHE BELLO.
    Non mi sento pi' solo al pensiero che per strada anche e soprattutto di notte ci sarà sempre un clendestino che mi vorrà bene e mi abbraccerà forte forte in segno di fratellanza islamica.

    Grazie
    napolitano
    letta
    alfano
    papa francesco
    bonino

    RispondiElimina
  53. è buffo vedere i cristiani accusare gli islamici di essere violenti, assassini, maschilisti , oppressori ecc scordandosi che fino a non poco tempo fa loro erano uguali...mi sa che molti di voi hanno breve memoria e non si ricordano come si è imposto il cristianesimo e di quanti crimini si è macchiato attraverso i secoli, attraverso le menzogne facendo il lavaggio del cervello alle popolazioni distruggendo culture millenarie,eliminando chiunque non la pensi come loro ecc...e poi basterebbe aprire un libro di storia per capire che la difesa delle origini cristiane è insensata e priva di fondamento in quanto l'europa non è mai stata cristiana, ma forse per molti lo studio e la conoscenza sono cose troppo faticose. gli islamici trattano male i cristiani e li ammazzano considerandoli degli infedeli? eppure se non ricordo male qualche secolo fa chi veniva identificato come eretico faceva la stessa fine, inclusi i pagani. se il cristianesimo campa ancora al giorno d'oggi è grazie ai suoi crimini e chi lo difende ne è altrettanto responsabile. il povero buon dio in realtà non c'entra niente con quei massacri? eppure nella bibbia, sempre se qualcuno si è mai degnato di leggerla, incita chiaramente all'odio e alla violenza...ehhhh brutta roba L'IGNORANZA E L'IPOCRISIA!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A QUALI FATTI STORICI DIMOSTRATI INOPPUGNABILMENTE TI RIFERISCI CIRCA LE VIOLENZE DEI CRISTIANI IN PASSATO?

      NELLA BIBBIA SI PARLA DELLA STORIA DEL POPOLO EBRAICO MENTRE IL CRISTIANESIMO-CATTOLICESIMO SI RIFA' AL NUOVO TESTAMENTO,AI VANGELI.

      COMUNQUE AL GIONO D'OGGI L'ISLAM STA DISPIEGANDO TUTTA LA FEROCIA UMANA E LA VIOLENZA ANTROPOLOGICA INSITA NEL POPOLO ARABO E SCRITTA A CHIARE LETTERE NEL CORANO LADDOVE SI GIUSTIFICA E SI INCITA IL FEDELE MUSULMANO A UCCIDERE ED AD UCCIDERSI PUR DI FAR PREVALERE L'ISLAM SU TUTTI.
      NELLE SCUOLE CORANICHE E NEI SERMONI DEGLI IMAM MI RISULTA CHE NON SI PARLI ALTRO CHE DI VIVERE DA ISLAMICO ED A COMBATTERE TUTTO QUELLO E TUTTI QUELLI CHE SONO DEFINITI ""infedeli"", ED AD OSSERVARE LA SHARI'A E NON LE LEGGI DEI PAESI OSPITANTI.
      MI RISULTA CHE GIORNALMENTE VENGANO UCCISI TANTI CRISTIANI E CATTOLICI SIA NEI PAESI ISLAMICI.

      SE TI SEI CONVETITO ANCHE TU ALL'ISLAM SONO FATTI TUOI MA EVITA I PISTOLOTTI DI UN ISLAM DOLCE E FRATENO COI NON ISLAMICI.

      Elimina
    2. buffo e cojotes ci sarai tu....pistola.....
      intanto leggi questo articolo di quotidiano così ti schiarisci le idee....polpettina del piffero:


      ISLAM: SEMPRE DI PIÙ COPPIE MISTE, MA CI SONO RISCHI
      Il desiderio è quello di convertire il proprio partner

      TREVISO - Che sia il desiderio di convertire il partner alla propria religione, o la voglia di fargli apprendere usi e costumi delle proprie tradizione, le coppie miste sembrano essere 'a rischio' più delle altre. Dunque, non sembra passare di moda il trito detto 'moglie e buoi dei paesi tuoi' se ancora accade, come a Treviso, che il marito marocchino picchi la moglie italiana perché non vuole diventare islamica. O, come nel caso di Bergamo, un altro marocchino al culmine dell'ennesima lite arrivi ad accoltellare la giovane fidanzata lombarda incinta.
      "Lungi dal criminalizzare la cultura islamica ed etichettarla come 'violenta' - afferma Gian Ettore Gassani, presidente dell'Associazione avvocati matrimonialisti Italiani - è un dato di fatto che il 70% tra matrimoni e convivenze miste finisca in separazione o in processi penali". "Le profonde differenze culturali, esistenti tra le donne italiane e i mariti/compagni dei Paesi maghrebini - aggiunge - mettono queste unioni tra quelle assolutamente a rischio".
      Nonostante ciò, i dati dell' Ufficio nazionale per l'ecumenismo e il dialogo interreligioso della Cei dicono che i matrimoni misti sono più che triplicati in 10 anni, passando dal 3% del totale del '98 al 10% nel 2008. Dei circa 30 mila matrimoni misti che si celebrano ogni anni in Italia, aggiungono i matrimonialisti, quasi 5.000 riguardano coppie composte da un coniuge italiano ed un cittadino di fede islamica. Nell'85% dei casi questi ultimi matrimoni finiscono davanti ad un giudice. Unioni che, anche per la Chiesa "non sono da incoraggiare" come ha avuto modo di dire mons. Mariano Crociata, perché falliscono. "Il passare degli anni - ha detto il sacerdote - porta spesso a ritornare alle condizioni culturali e ai rapporti sociali religiosi e giuridici d'origine, con conseguenze a volte drammatiche".
      Le ragioni di fondo delle incomprensioni, o addirittura delle violenze, sembrano spesso legate alla religione: in particolare alla pretesa del marito islamico di far convertire la moglie al Corano, di educare i figli secondo la cultura islamica, di imporre il velo alle mogli, di impedire loro di frequentare amici italiani. D'altra parte, è stata proprio l'Unione delle comunità ed Organizzazioni islamiche in Italia (Ucoii) a sottolineare che in caso di unioni miste è consigliabile che il musulmano faccia in modo che il partner si converta.
      Di contro il cardinale Angelo Bagnasco, recentemente, ha ribadito come "la differenza di abitudini, di tradizione, di mentalità, di culture è una difficoltà in più" nel caso di unioni miste. Un allarme è stato lanciato anche dai magistrati che hanno sottolineato come, se la violenza sulle donne in Italia, da parte del compagno o marito, è in aumento (sono 3 milioni le denunce e rappresentano il 7% del numero reale di casi), il fenomeno è in crescita soprattutto all'interno dei matrimoni misti.

      http://www.oggitreviso.it/islam-sempre-di-pi%C3%B9-coppie-miste-ma-ci-sono-rischi-28243

      Elimina
    3. stupidino plagiato....ma di quali crimini parli? Il CRISTIANESIMO E' L'UNICA RELIGIONE VERA INSIEME ALL'EBRAISMO.
      Lr altre,islam compreso,sono delle favole scritte per i deboli di carattere incapaci di vivere da uomini veri.

      Elimina
    4. FAI PENA...MALAFEDE O CALCOLO???

      Elimina
    5. L'ISLAM PREDICA LA VIOLENZA CONTRO I NON ISLAMICI.
      IL CRISTIANESIMO NO.
      TI BASTA??????

      Elimina
    6. l'Italia è TERRA SACRA consacrata a CRISTO.
      Nessuno si può permettere di offendere il CATTOLICESIMO che è la RELIGIONE dei nostri PADRI e sarà sempre così.
      Siamo in grado di difenderci da qqualsiasi invasore male intenzionato.

      Elimina
    7. I cristianacci si sono offesi..quanto mi dispiace...e adesso che fate chiamate la santa inquisizione?...spiegatemi i legami dell'Europa con i giudei visto che insistete che è cristiana...poi se non erro non mi pare che o cristiani siano stati molto indulgenti con i pagani che non volevano convertirsi..anzi l'hanno ammazzati distrutto o dato una rinfrescata cristiana ai loro luoghi di culto

      Elimina
    8. E comunque l'europa ha origini pagane e molte delle tradizioni che voi definite cristiane sono scopiazzate da Li..quindi fattevene una ragione e smettetela di scassare con le stronzate monoteiste sis ease giudaico cristiane che islamiche

      Elimina
  54. ITALIA SOVRANA CATTOLICA E LATINA
    FERMIAMO L'ISLAM VIOLENTO ED ANTIDEMOCRATICO.

    RispondiElimina
  55. chi va scrivendo di eresia, crimini dei cristiani etc...evidentemente ha la testa vuota o al massimo ripiena di segatura x non dire altro. si vogliono veramente paragonare le crociate cristiane di 1000 anni fa con il momento storicoche stiamo vivendo? ma per piacere...quella è ipocrisia e ignoranza...vai a leggere il corano coi tuoi amici imam che è meglio, comunistaccio analfabeta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Inoltre le crociate si fecero per liberare la terra occupata violentemente ed illegalmente dai musulmani che dove arrivavano tagliavano le teste ed occupavano con la costruzione delle moschee territori non di loro pertinenza.
      Il cattolicesimo forse predica troppa bontà e generosità ma con gli islamici bisogna usare bastone e carota ferrata,non conoscono il dialogo in quanto da bambini venono istruiti alla violenza con la loro fede coranica.
      L'occidente deve aprire gli occhi in quanto gli sbarchi clandestini fanno parte della strategia di OCCUPARE L'OCCIDENTE ""INFEDELE"" E NEL TEMPO ISLAMIZZARLO O CON LE BUONE O CON LE BOTTE.
      MA NOI CATTOLICI ABBIAMO LA PELLE DURA AVENDO 3000 ANNI DI STORIA GRECO-ROMANE NEL SANGUE.
      CHI HA SCRITTO QUELLA NOTA CONTRO I CRISTIANI NON NECESSARIAMENTE E' UN COMUNISTACCIO ANALFABETA IN QUANTO TANTI ITALIANI ANCHE MOLTO ISTRUITI E NON COMUNISTI SI SONO STANCATI DI QUESTO BUONISMO A TANTO AL KILO PREDICATO ANCHE DAI PAPA COMPRESO PAPA FANCESCO E CHI SI E' STANCATO DI PORGERE L'ALTRA GUANCIA E NON HA LE IDEE MOLTO CHIARE SI CONVERTE ALL'ISLAM NELLE CUI IDEE EVIDENTEMENTE SI SENTE MEGLIO RAPPRESENTATO E COMPRESO.
      PER ME E' PURA FOLLIA PER UN CRISTIANO-CATTOLICO DIVENTARE ISLAMICO,MEGLIO L'ATEISMO OVE OGNUNO SI CONFRONTA CON LA PROPRIA COSCIENZA.

      Elimina
    2. Quindi se a me stanno sul cazzo i cristiani automaticamente sono un comunista convertito all'islam o peggio un ateo e non necessariamente uno che vuole che l'Europa ritorni alle sue origini pagane quindi niente monoteismo...qui si capisce anche il livello d'intelligenza dei cristiani

      Elimina
    3. Ciò che caratterizza, in meglio, il mondo cristiano rispetto agli altri è la pari dignità tra le persone, in particolare tra maschi e femmine.Ciò è un ingrediente fondamentale della democrazia (come forse si saranno accorti anche coloro che volevano esportare la democrazia in alcuni paesi islamici abbattendo dittature, non basta il mero andare a votare) ed è conseguenza del battesimo e dell'attenzione che Cristo ha nei confronti degli umili.Altra caratteristica è la laicità: "Date a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio". In altre parole siamo liberi di amministrarci: le leggi le fanno i parlamenti; nel mondo islamico la legge discende dal corano.Naturalmente non siamo perfetti; chi comunque pensa che in giro ci sia di meglio può anche andare a provare (basta anche come turista evitando i villaggi turistici).Per quanto riguarda il passato saremo sicuramente stati dei brutti bruchi: ora siamo farfalle mentre gli altri sono ancora bruchi.Daniele.

      Elimina
  56. Dei circa 30 mila matrimoni misti che si celebrano ogni anni in Italia quasi 5.000 riguardano coppie composte da un coniuge italiano ed un cittadino di fede islamica. Nell'85% dei casi questi ultimi matrimoni finiscono davanti ad un giudice.
    Unioni che, anche per la Chiesa "non sono da incoraggiare" come ha avuto modo di dire mons. Mariano Crociata, perché falliscono. "Il passare degli anni - ha detto il sacerdote - porta spesso a ritornare alle condizioni culturali e ai rapporti sociali religiosi e giuridici d'origine, con conseguenze a volte drammatiche".
    Le ragioni di fondo delle incomprensioni, o addirittura delle violenze, sembrano spesso legate alla religione: in particolare alla pretesa del marito islamico di far convertire la moglie al Corano, di educare i figli secondo la cultura islamica, di imporre il velo alle mogli, di impedire loro di frequentare amici italiani. D'altra parte, è stata proprio l'Unione delle comunità ed Organizzazioni islamiche in Italia (Ucoii) a sottolineare che in caso di unioni miste è consigliabile che il musulmano faccia in modo che il partner si converta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. QUANDO VEDO PER STRADA UNA DONNA ISLAMICA COL VELO E PENSO CHE QUELLO E' UN SEGNO DI INFERIORITA' AL MASCHIO E DI SOTTOMISSIONE TOTALE,MI FA PENA IN QUANTO NON SI PUO' RIBELLARE ALTRIMENTI SONO CAXXI AMARI PER LEI.
      CI SONO LE CONSEGUENZE DELLA SHARI'A PER LE DONNE ISLAMICHE CHE NON SI PIEGANO AL VOLERE VIOLENTO DEL CORANO CONTRO DI LORO.

      Elimina
  57. http://www.ilradar.com/il-declino-unestrema-destra-sempre-piu-marginale-controproducente/

    Ragazzi questo articolo dovrebbe farci ulteriormente riflettere su un'unione dei partiti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il declino di un’estrema destra sempre più marginale e controproducente

      Scritto da: Marzio Brusini
      Marginale, controproducente, improduttiva.

      L’estrema destra in Italia rappresenta un punto di vista di cui francamente sentono il bisogno solo gli antifascisti di professione e i media in cerca di provocazioni su cui scrivere. In ultima analisi questa sarebbe la conclusione a cui dovremmo arrivare dopo l’ennesimo flop di Forza Nuova con il suo Festival Boreal, appena concluso a Cantù a pochi passi da Milano. Annunciato in pompa magna come evento dell’anno si è ridotto ad una scampagnata per poche centinaia di simpatizzanti e militanti. Roberto Fiore giocando di sponda è riuscito a far parlare di sé e del suo partito ma, tanto per cambiare, ha bucato nella parte più importante. Ovvero nel creare proselitismo e aumentare il consenso. Evidentemente non gli interessa oppure, e sarebbe più grave per chi ha la pretesa di far politica, non ci riesce proprio. Il terzo partito di destra, dopo Fratelli d’Italia e La Destra, naviga a vista da tempo senza riuscire ad ottenere alle elezioni risultati significativi. Chiuso in una logica settaria, in conflitto semipermanente con analoghe ma più dinamiche realtà come Casa Pound, Forza Nuova si è scelta da sola l’isolamento. Non che le sue idee e i suoi programmi siano impraticabili o non condivisibili. L’immigrazione, la famiglia tradizionale, la sovranità nazionale e la lotta all’eurogoverno, il multiculturalismo sono argomentazioni estremamente attuali. Su cui discutere, creare consenso, generare dissenso. In molti sono posizionati su quel fronte. Basti pensare alla Lega Nord, a Fratelli d’Italia, all’elettorato del Pdl. Un bacino immenso su cui bisognerebbe far sentire la propria voce. Ma la raucedine evidentemente ha la meglio. Il fascismo di cui Forza Nuova si fa custode meriterebbe di meglio. Una progressione, una modernizzazione del linguaggio e dei contenuti. Ma, per la gioia di stampa e antifascisti, si preferisce il simbolo, la nostalgia, il braccio teso, il culto per il passato. Formalismo invadente che lascia poco spazio al dialogo e al contenuto. O quantomeno è scarsamente veicolato attraverso i media. Ma attenzione a dire che i dirigenti di Forza Nuova non sono capaci. Scatta subito la sindrome del complotto, della persecuzione, dei sionisti che manipolano l’informazione e che dirigono gli altri movimenti di destra. Solo loro sono i veri “camerati”, ultimi custodi del Sacro Graal, della celtica e delle rune. Solo loro distribuiscono patentini di autenticità. In sintesi un fenomeno morto prima di nascere. Diretto da reduci che col tempo hanno perso smalto e creatività. Che avremmo preferito ricordare per come erano negli anni ’70 piuttosto di vederli come sono diventati e come stanno consegnando al buio perenne ragazzi e ragazze in buona fede. Militanti che meritano, come le loro idee, molto ma molto di più.
      @marziobrusini

      Elimina
    2. http://www.ilradar.com/il-declino-unestrema-destra-sempre-piu-marginale-controproducente/

      Elimina
    3. LO VADO SCRIVENDO DA TEMPO SUL BLOG.

      L'UNIONE FA LA FORZA.

      SOLO CHE L'ITALIANO MEDIO SI E' TALMENTE INBORGHESITO,GLOBALIZZATO,LOBOMOTIZZATO,RINCOGLIONITO,
      CHE HA PERSO LA CAPACITA' DI LOTTARE PER QUALCHE IDEALE CHE NON SIA IL TELEFONINO,INTERNET,LA VACANZA A FORTE DEI MARMI O RIMINI.

      PER IL RESTO TIRA A CAMPARE E SI TIENE LONTANO DAI CASINI DELLA POLITICA CHE DEMANDA AI POTERI FORTI ANTITALIANI.

      Elimina
    4. CASAPOUND E FORZA NUOVA DOVREBBERO STILARE UN DOCUMENTO POLITICO UNICO IN CONDIVISIONE E PORLO ALL'ATTENZIONE DEI SIMPATIZZANTI ED ELETTORI DI DESTRA PER LA CONVALIDA.


      AFFRETTATEVI CHE IL TEMPO STRINGE..

      Elimina
  58. Dei circa 30 mila matrimoni misti che si celebrano ogni anni in Italia quasi 5.000 riguardano coppie composte da un coniuge italiano ed un cittadino di fede islamica. Nell'85% dei casi questi ultimi matrimoni finiscono davanti ad un giudice.
    Unioni che, anche per la Chiesa "non sono da incoraggiare" come ha avuto modo di dire mons. Mariano Crociata, perché falliscono. "Il passare degli anni - ha detto il sacerdote - porta spesso a ritornare alle condizioni culturali e ai rapporti sociali religiosi e giuridici d'origine, con conseguenze a volte drammatiche".
    Le ragioni di fondo delle incomprensioni, o addirittura delle violenze, sembrano spesso legate alla religione: in particolare alla pretesa del marito islamico di far convertire la moglie al Corano, di educare i figli secondo la cultura islamica, di imporre il velo alle mogli, di impedire loro di frequentare amici italiani. D'altra parte, è stata proprio l'Unione delle comunità ed Organizzazioni islamiche in Italia (Ucoii) a sottolineare che in caso di unioni miste è consigliabile che il musulmano faccia in modo che il partner si converta.

    RispondiElimina
  59. Inaccettabile quella gabbia di stoffa

    Iniziativa anti-burka il giorno dopo -

    L'intervista a Magdi Cristiano Allam

    MILANO - Magdi Cri­stiano Allam, giornalista, scrittore e poli­tico di origine egiziane natu­ralizzato italia­no (siede al Parlamento europeo), noto per le sue posi­zioni critiche sull'islam radicale, ha seguito il voto in Ticino.
    Come valuta la decisione ticinese contro il velo integrale?
    «Sono assolutamente soddisfatto, perché ritengo che in Svizzera e in Europa dobbiamo salvaguardare dei valori inalienabili, tra cui la pari di­gnità tra uomo e donna e la libertà di scelta. Quella gabbia di stoffa che avvolge il corpo della donna perché lo si considera di per sé peccamino­so - e pertanto va occultato alla vista degli uomini, perchè oggetto di ecci­tazione sessuale - non è in alcun modo accettabile.
    Non possiamo ac­consentire a che vengano accordate deroghe per qualsivoglia motivazio­ne, nel momento in cui ciò si traduce nella violazione di uno dei diritti fondamentali della nostra civiltà».
    In prospettiva ritiene che possano sorgere dei problemi sul piano del­la convivenza sociale fra culture di­verse?
    «Il multiculturalismo è l'ideologia che concepisce la gestione della multiculturalità limitandosi ad elar­gire a piene mani diritti e libertà senza chiedere in cambio l'ottempe­ranza dei doveri e il rispetto delle regole. Il risultato è che si creano dei ghetti e si pongono le premesse per l'implosione della società. Nel mo­mento in cui una comunità si conce­pisce non solo come distinta ma ad­dirittura in conflitto con la società di accoglienza, il risultato non potrà che essere lo scontro. Ecco perché sono contrario al fatto che si legitti­mi l'occultamento del corpo della donna. Bisogna salvaguardare lo stato di diritto, con regole uguali per tutti».
    La Lega dei musulmani considera il voto sui minareti e l'iniziativa sul burqa parte di una strategia di at­tacco alla fede islamica.
    «Dobbiamo distinguere le persone e le religioni. Alle prime dobbiamo at­tribuire pari dignità. Per le seconde il discorso è diverso. Non ho nulla con­tro la libertà religiosa dei musulma­ni, a condizione che corrisponda in toto al rispetto dei diritti della perso­na e dei valori fondanti della nostra società laica e liberale. Se i musul­mani si impegnano in tutto questo, bene. Ma non posso non prendere atto che ovunque nel mondo le mo­schee sono oggetto di forte preoccu­pazione. Non tutti i musulmani sono terroristi, ma tutti i terroristi sono di­ventati tali all'interno delle moschee. Io sono per una drastica limitazione della presenza delle moschee e per un severo controllo di ciò che avvie­ne al loro interno. Non possiamo fare finta di niente all'insegna del relati­vismo religioso e dell'islamicamente corretto, lasciando ai musulmani moschee coi minareti, imporre il burqa alle donne e magari un doma­ni anche introdurre i tribunali isla­mici basati sulla sharia».

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Burqa? "Dibattito interessante"

      Le prime reazioni d'oltre Gottardo sull'esito della votazione ticinese

      BERNA - Dopo l'approvazione dell'iniziativa popolare ticinese che chiede di inserire nella Costituzione cantonale il divieto della dissimulazione del viso nei luoghi pubblici tocca ora a Berna occuparsi della questione. La modifica costituzionale deve infatti passare al vaglio dell'Assemblea federale, che deve concedere la garanzia federale.

      Il segretario della Commissione delle istituzioni politiche, Martin Graf, ha dichiarato all'ats che da un punto di vista giuridico l'iniziativa ticinese potrebbe dare il la a un dibattito interessante: occorre infatti verificare se la nuova norma vìoli o no la liberà di religione e la protezione della sfera privata. L'esito finale non è scontato. Prima che le Camere si occupino della questione, spetta tuttavia al Consiglio federale trasmettere un messaggio al Parlamento, che conterrà pure una raccomandazione governativa sul rilascio o meno della garanzia federale. Questa prima procedura potrebbe durare dai sei ai dodici mesi, ha precisato Graf.

      Nel frattempo, non è escluso che venga promossa un'iniziativa analoga a quella ticinese, ma a livello federale. Il consigliere nazionale Walter Wobmann (UDC/SO) - che è pure membro del comitato di Egerkinger, all'origine dell'iniziativa anti-minareti - ha annunciato oggi all'ats che un'iniziativa per il divieto di coprirsi il volto su suolo pubblico dovrebbe essere lanciata nella prossima primavera. Con il "sì" di ieri in Ticino, l'argomento ha riacquistato una certa urgenza, ha rilevato Wobmann.



      http://www.cdt.ch/confederazione/politica/91931/burqa-dibattito-interessante.html

      Elimina
    2. LA SINISTRA MALEDETTA IN ITALIA VORREBBE METTERE IL BURQA AL CERVELLO DELLE PERSONE E SOTTOMETTERLE ALLE LORO PORCHERIE.

      LA DESTRA ITALIANA SI DEVE COALIZZARE E SCENDERE IN PIAZZA QUANTO PRIMA PER FRENARE QUESTA DERIVA IDEOLOGICA..

      SVEGLIAMOCI....!!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
  60. Il servizio militare resta obbligatorioin Svizzera.

    L'iniziativa per l'abolizione bocciata da oltre il 73% dei votanti

    BERNA - Il risultato era nell'aria e i dati definitivi della consultazione popolare non lasciano adito a dubbi: ben il 73,2% dei votanti ha infatti respinto oggi l'iniziativa che chiedeva l'abolizione del servizio militare obbligatorio.
    Tutti i cantoni hanno detto di "no", con percentuali che in buona parte del paese hanno raggiunto proporzioni bulgare.
    Niente esercito di soli volontari, quindi, e niente servizio civile facoltativo.
    La mappa del voto su scala regionale mostra che 21 cantoni hanno espresso parere negativo con percentuali superiori al 70%. In testa Uri (85%), seguito da Nidvaldo (84,2%), Appenzello interno (pure 84,2%), Obvaldo e Svitto (entrambi con l'83,8%). Sopra la soglia dell'80% anche Glarona (82,1%) e Turgovia (80,7%). Tra i maggiori cantoni della Svizzera tedesca Zurigo ha detto di "no" nella misura del 71,4% e Berna nella proporzione del 75,3%. In Ticino i voti contrari hanno raggiunto il 72% e nei Grigioni il 77,1.
    Un pochino più sensibile alle richieste dei promotori dell'iniziativa è risultata la Svizzera romanda: Ginevra ha respinto l'abolizione dell'obbligo di prestare servizio militare con "soltanto" il 57,9%, il Giura con il 58,6%. A Vaud (66,2%) e Neuchâtel (62,4%) è stata tuttavia ampiamente superata la soglia del 60%. A spoglio ultimato i voti contrari su scala svizzera sono stati 1'761'738 , quelli favorevoli 645'431.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io l'ho sempre detto che l'abolizione del servizio militare di leva in Italia è stato un grosso errore e ce ne accorgeremo tra non molto quando i conflitti interrazziali in Italia saranno elevati ed i giovani italiani inesperienti e rincoglioniti dal lavaggio del cervello del BUONISMO IMBECILLE, soccomberanno sotto i fendenti degli islamici abituati da bambini alla violenza ed all'uso delle armi per combattere il nemico.

      Con buona pace di Papa Francesco che tanto si commuove quando gli islamici invadono l'Italia a migliaia per conquistarla e LUI continua a predicare l'accoglienza.
      Dio non voglia,ma se i musulmani non verranno tenuti a bada,invaderanno pure lo Stato del Vaticano e non saranno altrettanto BUONISTI col SANTO PADRE.

      Elimina
  61. Stuprato dai “genitori” gay

    2013

    Un ragazzino è stato abusato sessualmente dal padre adottivo e dal suo partner.
    Nell’era del politicamente corretto e dell’omosessualismo imperante, le sue denunce erano stato messe a tacere ed era stato etichettato dagli assistenti sociali come ‘bambino indisciplinato’.
    Le sue lamentele sono state ignorate per anni ed era stato rimandato a casa della coppia gay, nonostante le accuse di stupro, anzi, gli assistenti lodavano il “padre” adottivo omosessuale come un ‘genitore molto attento’. E si, era molto attento.

    Il caso viene dall’Inghilterra, dove matrimoni e adozioni gay sono permesse, ed è un monito ai paesi ancora non caduti nella trappola dei cosiddetti “diritti gay”. Il rapporto del giudice accusa i servizi sociali di Wakefield, nello Yorkshire, di ‘errore di valutazione, follia e indecenza’.
    Il ragazzo, Andy, cui sono stati erroneamente diagnosticati dei disturbi mentali invece di accettare le sue denunce e sono stati anche prescritti farmaci anti-psicotici, crede che sarebbe stato creduto molto prima, se il suo padre adottivo non fosse stato gay.


    MEDITATE GENTE MEDITATE


    http://voxnews.info/2013/03/29/stuprato-dai-genitori-gay/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ora approvate i matrimoni e le adozioni omosessuali.

      Elimina
  62. Alfano apre le gambe: pronto piano per accogliere 16mila clandestini

    06-09-2013

    Il governo letta-alfano-kyenge apre le porte e d’accordo con i vari comuni italiani – ormai quasi unicamente a guida Pd – amplia il sistema di mantenimento per i cosiddetti ‘profughi’.
    Attualmente, gli enti locali – escluse quindi le strutture statali come Mineo – accolgono a spese nostre settemilacinquecento clandestini (loro li chiamano profughi), l’obiettivo è raddoppiarli. Alla faccia dei disoccupati italiani e dei nostri giovani senza casa.
    Mercoledì scorso è arrivato in Gazzetta Ufficiale il decreto del ministero dell’Intero – il calabraghe Alfano – per accedere al Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo (FNPSA), che finanzierà – con i soldi delle nostre tasse – i progetti degli enti locali per lo Sprar per i prossimi tre anni.
    È il primo intervento strutturale del dopo ‘’emergenza Nord Africa’’ nel quale vennero spesi circa 1 miliardo di euro, e arriva mentre le associazioni a delinquere per l’accoglienza di leccano i baffi per una nuova emergenza, quella che il ‘compagno’ Obama sta per scatenare in Siria.
    ‘’Il Ministero dell’Interno sta pensando a uno SPRAR capace di garantire fino a 16.000 posti e questo dimostra il riconoscimento dell’incredibile lavoro condotto dagli Enti locali, e dagli enti di tutela con cui collaborano, da oltre un decennio, nella presa in carico di richiedenti e titolari di protezione internazionale” dice Piero Fassino, Sindaco di Torino e Presidente dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani.
    ‘’Con questo rafforzamento – aggiunge – intravediamo finalmente un unico sistema di accoglienza italiano, sostenuto da un forte patto istituzionale. Governo, Regioni e Comuni sono, infatti, concordi nell’individuare nello SPRAR il centro di un modello italiano di accoglienza in grado di intervenire tempestivamente dal momento dell’approdo in Italia, a prescindere dall’eccezionalità’ degli arrivi, che comunque devono essere previsti e affrontati per tempo, superando una volta per tutte l’approccio emergenziale che impedisce di lavorare al meglio’’. Hotel e camping gratis per tutti.
    Il governo ha assicurato “ l’individuazione delle risorse” e nei prossimi tre anni, assicura Fassino, “i Comuni dello SPRAR sapranno impegnarsi per dare vita a modelli virtuosi di comunità locali multiculturali, di ottimizzazione delle risorse e di welfare per i cittadini, autoctoni o migranti che siano”.
    Rimane però, secondo Fassino, il nodo dei Minori stranieri non accompagnati. ‘’Riceviamo oramai quotidianamente richieste di aiuto dai Sindaci dei Comuni più esposti – segnala il presidente dell’Anci – che non possono essere lasciati soli a fronteggiare una situazione frutto di eventi geo politici che riguardano lo stato centrale e soprattutto l’Europa. Si rende necessario, come più volte richiesto dall’Associazione, l’implementazione dell’apposito fondo nazionale con risorse certe e stabili”.
    Come quel minore che appena sbarcato a Lampedusa ha stuprato una 16enne. Ma di questo a Fassino e ai cadaveri politici come lui non interessa.
    Loro pensano ai ‘migranti’.
    E a come lucrarci sopra.
    Ricordate: ogni clandestino (profugo in neolingua) riscuote 45€ al giorno di paghetta da Alfano. Oltre a vitto e alloggio gratis. Più dei pensionati. Meglio dei nostri giovani. Centinaia di milioni di euro che saranno dirottati dai bisogni della nostra gente, per mantenere criminali e clandestini.

    Il Pdl è la puttana del Pd. E Alfano tiene il moccolo.

    RispondiElimina
  63. ogni clandestino (profugo in neolingua) riscuote 45€ al giorno di paghetta da Alfano.
    Oltre a vitto e alloggio gratis.
    Più dei pensionati.
    Meglio dei nostri giovani.
    Centinaia di milioni di euro che saranno dirottati dai bisogni della nostra gente, per mantenere criminali e clandestini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://voxnews.info/2013/09/06/alfano-apre-le-gambe-pronto-piano-per-accogliere-16mila-clandestini/

      Elimina
    2. E IO PAGO......

      Elimina
  64. Papa ‘invoca’ il lavoro, ma si tiene l’8 per mille

    22-09-2013

    Un cassintegrato, un allevatore e un’imprenditrice sono i rappresentanti del
    mondo del lavoro sardo all’incontro con Papa Francesco.

    Sul palco a largo Carlo Felice, il Pon-
    tefice ha ascoltato le parole di un o-
    peraio, disoccupato da 4 anni, che gli
    ha chiesto di intercedere per le “mi-
    gliaia di disoccupati, cassintegrati e
    precari”. Dall’uomo anche un “grazie” e
    un’invocazione: “Papa, papà di tutti
    noi, non lasciarci soli”.

    Il Papa esprime la propria vicinanza ai disoccupati, precari e cassintegrati
    sardi, come agli imprenditori in difficoltà.

    Poi il Papa fa un’analisi che sembra copiata dalle nostre tesi.
    Crisi da asservimento a dio denaro.
    La crisi economica attuale è “la conseguenza di una scelta mondiale che porta
    a questa tragedia, un sistema economico che ha al centro un idolo che si chiama
    denaro”.
    E aggiunge: non è questa la volontà di Dio. “Dio ha voluto che al centro non ci sia un idolo,ma un uomo e una donna” invece “il mondo è diventato idolatra, comanda il denaro”. “La mancanza di lavoro porta alla mancanza di dignità”,conclude, ma “non lasciatevi rubare la speranza”.
    Tutto giusto, tutto vero. Non fosse che a dire queste cose è il rappresentante di una struttura che, con l’8 per mille, drena risorse che il sistema economico potrebbe utilizzare per creare lavoro.
    Una struttura, la chiesa, che predica l’accoglienza degli immigrati, gli stessi che sono alla radice della precarizzazione del mercato del lavoro e in diretta concorrenza con quei lavoratori che il Papa ha incontrato.
    Non si può essere il carnefice e la vittima allo stesso tempo: o si va a Lampedusa ad accogliere i clandestini, o si va in Sardegna a ‘consolare’ i disoccupati.
    Altrimenti si è ipocriti e basta.
    E questo Papa fa dell’ipocrisia un segno distintivo del suo pontificato.
    “Piace alla gente che piace”, perché dice di si a tutti e sta trasformando la Chiesa in una Ong.
    A breve farà anche una linea di magliette.
    Dice che la Chiesa deve ‘essere povera’, inizi rinunciando all’8 per mille.
    Ma non lo farà, perché la vera idolatria moderna, è quella dell’ipocrisia.


    http://voxnews.info/2013/09/22/papa-invoca-il-lavoro-ma-si-tiene-l8-per-mille/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ADDIO SOGNI DI GLORIA....

      Elimina
  65. La casa della kyenge svaligiata dagli zingari

    settembre 21, 2013

    E’ stato un duro rientro a casa questa mattina quello della Ministra e compagna Kyenge’ che ha trovato la casa svaligiata e semidistrutta da un gruppo di zingari rom . La devastante operazione, che ha avuto diversi testimoni , è avvenuta nella notte per opera di un gruppo di 4/5 persone che con l’ausilio di un furgoncino hanno letteralmente depredato l’elegante abitazione della Ministra con l’ausilio di un furgoncino con targa tedesca.I testimoni parlano di schiamazzi e rissa durante il furto e gli inquirenti durante il sopralluogo hanno verificato, oltre al furto di preziosi suppelletili e vestiario ,anche diversi danni sia alla mobilia che alla muratura e materiale organico in ogni stanza dell’abitazione.
    La ministra dal canto suo ha minimizzato l’episodio con molta calma definendo “ancora incerta la provenienza degli autori del furto” e “comunque non si puo fare di tutta un erba un fascio”. Incalzata dalle domande ha aggiunto: ” se pure fossero stati i Rom a compiere tale furto , cio’ lo si deve ricercare nelle loro condizioni di estrema poverta’ , sarebbero giustificati da tale gesto , i veri colpevoli sono tutti gli italiani che permettono ancora oggi a certe persone di vivere in condizioni di estrema poverta’ per i soliti motivi razzisti, questa è una spinta ulteriore a dover trovare strumenti e leggi che ne migliorino le condizioni di vita , non basta dare loro solo una casa ma anche un sussidio sicuro per evitare tali episodi delinquenziali.”


    http://www.corrierediroma.it/2013/09/la-casa-della-kyenge-svaligiata-dagli-zingari/




    PROPRIO UNA FACCIA DA DERETANO STA TIPA.
    GLI ZINGARI NON ERANO AMICI SUOI?????
    SONO CONTENTO CHE ABBIA AVUTO UNA BELLA E SOSTANZIOSA VISITA AMICHEVOLE DEI ROM PORTATORI DI CIVILTA'...

    RispondiElimina