sabato 7 settembre 2013

Presidio di CasaPound contro il degrado del centro di Perugia

PERUGIA: PRESIDIO DI CASAPOUND IN PIAZZA GRIMANA

Oltre 100 persone per protestare contro l'abbandono dei commercianti. Pronta la proposta per fa rivivere il centro storico.

Perugia, 7 Settembre - Oltre 100 persone al presidio organizzato da CasaPound Italia in piazza Grimana, in quello che il movimento definisce "il simbolo del degrado di Perugia". Sul posto anche uno striscione dal testo "riprendersi Perugia".

"Piazza Grimana e' diventata il simbolo in negativo della Città - afferma Antonio Ribecco, responsabile di Cpi Perugia - Spacciatori in ogni angolo che la fanno da padroni, e che tra una rissa e l'altra minacciano i commercianti colpevoli di chiamare le forze dell'ordine. Da anni denunciamo questo tipo di situazione, ma dalle istituzioni non esce niente che possa far sperare in una 'normalizzazione' della situazione, che incentivi i commercianti a tenere aperte le loro attività, o ad aprirne di nuove. Per questo motivo, e per il semplice fatto che non ci piace la sterile protesta senza avere qualche proposta in mano, discuteremo presto coi commercianti un progetto da presentare in Comune, un progetto che prevede un incentivo per i giovani che vogliono aprire un locale nel centro storico, e per quelli che lo hanno fatto da almeno sette anni; un incentivo che potrebbe essere ad esempio il taglio degli oneri comunali. Inoltre, per combattere gli affitti in nero, proporremo una banca dati online dei locali sfitti del centro storico".

"Vediamo se il comune, pur di non ammettere le proprie colpe, eviterà di prendere in considerazione la cosa", afferma Ribecco che aggiunge: "Sarebbe troppo onesto ammettere che la situazione in cui si trova la città è il risultato di una politica scellerata, compiacente nei confronti di quei palazzinari che hanno eretto centri commerciali di periferia a raffica, desertificando il centro storico e lasciandolo nelle mani della criminalità. Sarebbe difficile ammettere che l’opera mostruosa quanto inutile del minimetrò, ha affossato con i propri costi di gestione abnormi le casse comunali, costruendo un debito che peserà sulle spalle dei perugini per anni".

"Ci rivolgiamo ai perugini - conclude Ribecco - che fino ad oggi sono restati inermi di fronte a qualcosa che da soli non sapevano come affrontare: vi invitiamo a riprendere Perugia insieme, con l'unica forza al di fuori degli schemi della vecchia politica, CasaPound Italia".




30 commenti:

  1. Il futuro degli Italiani non sarà davanti alla TV a vedere films o calcio bensi in strada a difendere l'Italia dal nemico interno ed esterno che la vorrebbe distruggere socialmente per farla precipitare nel caos e poi svenderla incassando i 30 denari di Giuda.
    Le tartarughe frecciate sono l'Avanguardia Nazionale che sfonda il muro di gomma della paura e della indifferenza diffusa.
    Che Casapound sia il volano di tante future proteste con la gente comune italiana doc ed i commercianti italiani doc al fine di conseguire tangibili risultati da queste iniziative d'oro.
    Allora esistono ancora dei giovani non drogati di solo divertimento ma impavidi guerrieri territoriali che lottano per la salvezza del loro futuro.
    Medaglia d'oro al valore civile per Casapound.
    Nobel per l'impegno sociale.
    Grazie
    Grazie
    Grazie
    Vi vogliamo bene

    RispondiElimina
  2. forza camerati
    lottiamo

    RispondiElimina
  3. PIAZZA GRIMANA FREMEVA PER LA VOSTRA PRESENZA FATTIVA
    BRAVI
    BRAVI

    RispondiElimina
  4. e ti pareva che i militanti di casapound rimanessero con le mani in mano..!!!!
    fatti e non parole soltanto.
    siete proprio in gamba

    RispondiElimina
  5. mitici i militanti di cpi

    RispondiElimina
  6. alle prossime elezioni anche politiche se casapound si presenta con una lista anche federata con forza nuova o da solo sono sicuro che prenderà tanti voti.
    il popolo non dimentica chi gli fa del bene.

    RispondiElimina
  7. EVVIVA CPI
    Sempre avanti per l'impegno sociale dobbiamo distinguerci dalla marmaglia comunista
    Marco

    RispondiElimina
  8. Purtroppo a volte la gente indottrinata dai sinistrolsi etichetta CPI come una formazione politica neofascista e pericolosa pregiudizievolmente per la societa'civile.
    Vorrei dire a queste persone che intanto il fascismo ha dato tantissimo all'Italia che si trovava subito dopo la 1^ guerra mondiale nella generalizzata anarchia politicosociale creando con la sua nascita e crescita e diffusione in Italia le premesse di un riscatto nazionale da un passato anche recente di occupazioni straniere del Suolo Patrio.
    Cosa c'è di più bello dell'essere arbitro unico ed esclusivo delle proprie sorti nazionali?
    Cosa c'è di più bello dell'essere rispettato a livello internazionale e di non essere più lo zerbino d'Europa?
    Il Fascismo ridiede onore e riscatto al popolo italiano che aderì in massa a questa proposta politica che appariva rivoluzionaria nonche'grandiosa dal punto di vista politico-sociale.
    Siccome fece paura ed invidia a livello mondiale ,il Fascismo fu osteggiato dalle stesse potenze imperialiste che da quel momento non vedevamo più nell'Italia la solita "giostra" dove divertirsi.
    Col Fascismo Benito Mussolini aveva proposto con successo al popolo la sua nuova capacita'di autodeterminazione.
    Venti anni di splendido lavoro politico-economico-sociale crearono una NAZIONE non più disposta a farsi sottomettere da nessuno.
    Siccome la madre dei GIUDA è sempre incinta il Fascismo fu tradito da tanti importanti personaggi anche italiani che accettarono i 30 denari ed arricchirsi vigliaccamente a danno della propria gloriosa patria.
    Le stesse persone che dal 25 luglio 1943 dismisero la gloriosa camicia nera per indossare quella dei traditori che il nostro Dante Alighieri avrebbe ben collocato nel giusto girone dell'INFERNO.
    In una cosa Mussolini ha fallito:
    Non è riuscito a convincere i traditori ad impiccarsi come fece Giuda e molti di costoro zozzano ancora sia direttamente e personalmente sia coi loro degni (ma indegni per il bene dell'Italia) il suolo Patrio.
    Il comunismo è e sarà sempre per Nazioni come l'Italia con questa stirpe meschina,vile,di voltagabbana alla Giuda,uno Stato destinato ad essere gregario a livello internazionale.
    La politica indegna Napolitano-Letta e dei cattocomunisti in generale è volta a far permanere la nostra gloriosa Patria tra le Nazioni prive di capacita'di autodeterminazione e destinata ad essere colonizzata da cinesi(il pericolo giallo) musulmani,rom,africani congolesi poligrafici.
    Se la gente che finora ha votato a sinistra non aprira'gli occhi si pentira' amaramente di avere dato fiducia a dei venduti traditori voltagabbana.
    Casapound costituisce con la sua politica una alternativa patriottica di salvezza e riscatto italiano allo sfacelo sociale del momento.
    Sapranno i perugini cogliere al volo questa possibilita'?
    Lo sapremo presto.

    Buon lavoro agli intrepidi e gloriosi ragazzi di CPI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Errata corrige:
      degni...eredi. laddove la parola "eredi"non compare


      poligamici e non poligrafici .

      Mi scuso degli altri errori ed omissioni non rettificati in quanto ritengo si sia capito il senso del discorso.

      Elimina
  9. Ma questi perugini non hanno dignita'ed orgoglio accettando supinamente gli ORDINI del Partitocomunistastalinista che gli impone di subire la presenza di qualunque straniero,preferibilmente magrebino spacciatore islamista-stupratore parassita reietto,invece di scendere in Piazza al fianco di CPI e spezzare le reni a questi criminali africani?
    Dovrebbero inoltre cacciare via questo incapace e baciapile di sindaco smidollato che vive nel paradiso delle favole e fa finta che tutto vada bene così fa carriera politica all'interno del suo indegno partito sulla pelle dei cittadini?

    RispondiElimina
  10. dobbiamo sopravvivere e mantenere nel cuore la fede... chi si ricorda di quetse parole profetiche? CPI, FN, MFeL, MSI etc...si uniscano a fonte nazionale comune contro il tracollo della nostra civiltà millenaria e a difesa del patrio suolo... L'unico modo possibile è la ribellione, basta con le sole chiacchiere, basta con i soli motti sterili e infruttuosi; bisogna agire affinchè prima di morire vediamo risolti anche solo alcuni dei nostri problemi...W L'ITALIA IMPERIALE ROMANA CRISTIANA E LATINA...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che sigla è: MFeL ???

      Elimina
    2. NON LA CONOSCO NEMMENO IO

      Elimina
    3. lo dite pure a me?

      Elimina
  11. Action courageuse et légitime,vive la Casapound,un web supporter français

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Merci mon ami francais.
      un italian qui lotte contre les ennemis de l'Italie livre et sovrane.
      Aurevoir

      Elimina
  12. Casapound in Piazza Grimana:

    "Una banca dati delle case sfitte contro affitti a nero"

    Inserito da augusta perusia 8 settembre 2013

    Il movimento politico di destra ha manifestato con un presidio in Piazza Grimana a Perugia. Oltre alla protesta contro lo spaccio presentano alcune propeste


    Oltre 100 persone al presidio organizzato da CasaPound Italia in piazza Grimana, in quello che il movimento definisce "il simbolo del degrado di Perugia". Sul posto anche uno striscione dal testo "riprendersi Perugia".
    "Piazza Grimana e' diventata il simbolo in negativo della Città - afferma Antonio Ribecco, responsabile di Cpi Perugia - Spacciatori in ogni angolo che la fanno da padroni, e che tra una rissa e l'altra minacciano i commercianti colpevoli di chiamare le forze dell'ordine.

    Da anni denunciamo questo tipo di situazione, ma dalle istituzioni non esce niente che possa far sperare in una 'normalizzazione' della situazione, che incentivi i commercianti a tenere aperte le loro attività, o ad aprirne di nuove. Per questo motivo, e per il semplice fatto che non ci piace la sterile protesta senza avere qualche proposta in mano, discuteremo presto coi commercianti un progetto da presentare in Comune, un progetto che prevede un incentivo per i giovani che vogliono aprire un locale nel centro storico, e per quelli che lo hanno fatto da almeno sette anni; un incentivo che potrebbe essere ad esempio il taglio degli oneri comunali. Inoltre, per combattere gli affitti in nero, proporremo una banca dati online dei locali sfitti del centro storico".

    "Vediamo se il comune, pur di non ammettere le proprie colpe, eviterà di prendere in considerazione la cosa", afferma Ribecco che aggiunge: "Sarebbe troppo onesto ammettere che la situazione in cui si trova la città è il risultato di una politica scellerata, compiacente nei confronti di quei palazzinari che hanno eretto centri commerciali di periferia a raffica, desertificando il centro storico e lasciandolo nelle mani della criminalità. Sarebbe difficile ammettere che l'opera mostruosa quanto inutile del minimetrò, ha affossato con i propri costi di gestione abnormi le casse comunali, costruendo un debito che peserà sulle spalle dei perugini per anni". "Ci rivolgiamo ai perugini - conclude Ribecco - che fino ad oggi sono restati inermi di fronte a qualcosa che da soli non sapevano come affrontare: vi invitiamo a riprendere Perugia insieme, con l'unica forza al di fuori degli schemi della vecchia politica, CasaPound Italia


    http://www.perugiatoday.it/cronaca/presidio-casapound-piazza-grimana-lotta-spaccio.html


    MENO MALE CHE PERUGIATODAY SI E' DEGNATO DI FARE UN BELL'ARTICOLO SULLA MANIFESTAZIONE DI IERI DI CPI A PERUGIA.
    BRAVI RAGAZZI,LA CITTADINANZA APPREZZERA' LA VOSTRA INIZIATIVA E LE VOSTRE PROPOSTE CONCRETE.
    GRAZIE ANCORA PER QUELLO CHE FATE.

    RispondiElimina
  13. PERUGIA:
    PRESIDIO DI CASAPOUND IN PIAZZA GRIMANA.

    Cronaca / da redazione / 8 settembre 2013 - 00:32 /


    Casapound in piazza Grimana

    Oltre 100 persone al presidio organizzato da CasaPound Italia in piazza Grimana, in quello che il movimento definisce “il simbolo del degrado di Perugia”. Sul posto anche uno striscione dal testo “riprendersi Perugia”. “Piazza Grimana e’ diventata il simbolo in negativo della Città – afferma Antonio Ribecco, responsabile di Cpi Perugia – Spacciatori in ogni angolo che la fanno da padroni, e che tra una rissa e l’altra minacciano i commercianti colpevoli di chiamare le forze dell’ordine. Da anni denunciamo questo tipo di situazione, ma dalle istituzioni non esce niente che possa far sperare in una ‘normalizzazione’ della situazione, che incentivi i commercianti a tenere aperte le loro attività, o ad aprirne di nuove.

    Per questo motivo, e per il semplice fatto che non ci piace la sterile protesta senza avere qualche proposta in mano, discuteremo presto coi commercianti un progetto da presentare in Comune, un progetto che prevede un incentivo per i giovani che vogliono aprire un locale nel centro storico, e per quelli che lo hanno fatto da almeno sette anni; un incentivo che potrebbe essere ad esempio il taglio degli oneri comunali. Inoltre, per combattere gli affitti in nero, proporremo una banca dati online dei locali sfitti del centro storico”.

    “Vediamo se il comune, pur di non ammettere le proprie colpe, eviterà di prendere in considerazione la cosa”, afferma Ribecco che aggiunge: “Sarebbe troppo onesto ammettere che la situazione in cui si trova la città è il risultato di una politica scellerata, compiacente nei confronti di quei palazzinari che hanno eretto centri commerciali di periferia a raffica, desertificando il centro storico e lasciandolo nelle mani della criminalità. Sarebbe difficile ammettere che l’opera mostruosa quanto inutile del minimetrò, ha affossato con i propri costi di gestione abnormi le casse comunali, costruendo un debito che peserà sulle spalle dei perugini per anni”.

    “Ci rivolgiamo ai perugini – conclude Ribecco – che fino ad oggi sono restati inermi di fronte a qualcosa che da soli non sapevano come affrontare: vi invitiamo a riprendere Perugia insieme, con l’unica forza al di fuori degli schemi della vecchia politica.CasaPound Italia.

    http://www.umbriajournal.com/cronaca/perugia-presidio-di-casapound-in-piazza-grimana-54773/



    ANCHE UMBRIAJOURNAL HA PUBBLICATO IN CRONACA IL COMUNICATO STAMPA DI CPI CON FOTO DEL PRESIDIO IN PIAZZA GRIMANA.
    BRAVI RAGAZZI DI CPI.
    AVANTI COSI'.

    RispondiElimina
  14. Perugia, manifestazione di Casa Pound in Piazza del Bacio

    Il gruppo “occupa” la piazza contro droga e questione sicurezza.

    "Droga, stupri, rapine. Perugia reagisci" è il messaggio esposto in uno striscione da un gruppo di attivisti di CasaPound Perugia, che hanno messo in atto oggi una manifestazione in piazza del Bacio sulla questione droga e sicurezza nel capoluogo.

    "Abbiamo scelto di occupare questa piazza perché è l'emblema della Perugia lasciata in balia degli sbandati e dei delinquenti, un luogo diventato il supermarket dello spaccio, al quale i cittadini sono costretti ad assistere impotenti anche durante il giorno”, ha scritto il gruppo politico su un comunicato, in cui ha spiegato le ragioni dell'iniziativa.

    Il gruppo nella nota si scaglia contro le politiche sull'immigrazione del capoluogo umbro: “l'immigrazione è una risorsa, ma per coloro che sfruttano manodopera a basso costo, lucrando su persone disagiate che si ritrovano a dover accettare lavori infami, pagati pochissimo. Va da se che in questo modo si vanno a creare due situazioni socialmente pericolose”, scrive.


    http://tuttoggi.info/articolo/42163/




    bell'articolo in cronaca pubblicato online da tuttoggi.info in merito alla manifestazione CPI a piazza del bacio a Perugia nel 2012 che fa il paio con quella di ieri 7.9.2012.
    complimenti ai ragazzi che non demordono.
    buon lavoro come sempre.
    l'Italia è anche nelle vostre mani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. errata corrige:
      .......che fa il paio con quella di ieri 7.9.2013 (e non 2012).
      Mi scuso...per la fretta di scivere.....!!!!!

      Elimina
  15. Cpi gli ultimi coraggiosi che reagisconi in un popolosenza piu' le palle sottomesso a delinquenti e spacciatori. Forza ragazzi !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima di morire vorrei vedere realizzato un mio sogno:
      Gli USA che invece di bombardare la Siria dirigano la mira dei loro missili verso l'Italia avendo come obiettivo tutte le roccaforti della sinistra,in modo da liberare la Patria da questa cancrena politica che ci sta portando alla distruzione.
      Perugia e' destinata a soffrire le pene dell'inferno cristiano per questa scellerata sottomissione all'islam internazionale che ha lanciato da tempo una guerra santa contro l'Europa allo scopo di sottometterla.Ci sta riuscendo con la collaborazione connivente di una classe politica italiana venduta e pederasta.Avete presente un malato terminale di cancro maligno?
      Questa e' perugia al momento e solo un miracolo di Gesu' Cristo potra' evitare la capitolazione,la distruzione completa della nostra civilta' millenaria.
      Scendiamo in piazza tutti gli italiani ancora sani di mente per recidere questo cordone ombelicale che tiene unito la sinistra italiana col DEMONIO...
      Bravi ragazzi di CPI

      Elimina
  16. Grandi, commoventi...
    Siamo immensi...
    GivanniGiano-Roma

    RispondiElimina
  17. ESEMPIO FULGIDO DI ATTACCAMENTO AL DOVERE
    MEDAGLIA D'ORO AL VALOR CIVILE X CASAPOUND
    SIETE ORMAI UN MITO

    RispondiElimina
  18. se tutti i cittadini italiani doc si comportassero come suggerisce CasaPound
    staremmo tutti molto meglio

    RispondiElimina
  19. MFeL (o MFL) = Movimento Fascismo e Libertà

    RispondiElimina
  20. Lotta di Popolo! Casa Pound avanti!!!

    RispondiElimina